Home / Rosanna

Rosanna

Ho insegnato italiano, latino e storia in un Liceo Classico, la mia insolita passione è quella di andare a caccia della "verità" nelle vicende contemporanee, attraverso gli interstizi dell'informazione, il mio vizio assurdo invece consiste nell'amare l'anonimato più della notorietà, la responsabilità più del narcisismo, l'impegno sociale più del letargo intellettuale. Allergica al pelo di capra e alle fake news.

Prove tecniche di creazione del razzismo in Occidente

DI MASSIMO BORDIN micidial.it Si è svolto ieri il rito della prima prova dell’esame di Stato, alias, il compito di italiano. Tra i temi proposti dal Ministero dell’Istruzione, molto gettonato è stato quello sulla propaganda nei regimi totalitari. Nella traccia si sottolineava come la propaganda di regime si affermasse – tra le altre cose – anche grazie alla creazione di un nemico, contro il quale riversare odio e frustrazioni, ma anche per conseguire una maggior unione e solidarietà tra haters. L’estensore del tema, …

Leggi tutto »

Proposta di modifica del Reddito di Cittadinanza (Lettera aperta al Ministro del Lavoro Di Maio)

DI MARCO GIANNINI comedonchisciotte.org Mi rivolgo al Ministro Di Maio col massimo rispetto e con la più ingenua fiducia: quando si elabora un piano di lavoro lo si fa individuando un criterio che rispetti minuziosamente i valori profondi, gli obbiettivi alla base di esso e privilegiando un puntuale approfondimento cui segue la necessità di una divulgazione più immediata. E’ cosa nota che la soglia di povertà relativa risulti pari a circa 780 euro per un singolo e da questo valore poi ne …

Leggi tutto »

Sui rischi della rivoluzione digitale

Di VALENTIN KATASONOV fondsk.ru Il mondo presta attenzione a come la Cina sta creando un “sistema di credito sociale” Il tema dell’”economia digitale”, della “società digitale”, del “governo digitale”, del “denaro digitale”, diffuso dai principali media mondiali, i quali accentuano l’attenzione sulle opportunità che si dischiudono all’umanità, in relazione all’introduzione ampia di tecnologie dell’informazione (TI). Spesso vengono tratteggiate scenari di un non lontano futuro radioso. Tuttavia, nella rapida diffusione delle TI ci sono rischi significativi. Vale a dire, il rafforzamento …

Leggi tutto »

Varsavia e Budapest congiungono gli attriti contro Bruxelles

Di VLADISLAV GULEVIC fondsk.ru Viktor Orban: la vecchia Europa guadagna sulle spalle di Paesi come Polonia e Ungheria Gli argomenti principali dei colloqui tra il Primo Ministro ungherese Viktor Orban, Andrzej Duda e Mateusz Moravetski, Presidente e il Primo Ministro della Polonia, durante la visita di un giorno del Primo Ministro ungherese in Polonia il 14 maggio 2018, sono stati le questioni relative alla stesura del bilancio dell’UE, la crisi migratoria e anche il rafforzamento dell’Europa orientale all’interno dell’Unione Europea. …

Leggi tutto »

Aquarius sì, Aquarius no? L’Italia dice no

DI ALESSANDRO GUARDAMAGNA comedonchisciotte.org “Finché la barca va, lasciala andare, Finché la barca va, tu non remare, Finché la barca va, stai a guardare… ” Così diceva una canzone popolare di quasi 50 anni fa, che ben riflette la flemma cronica con cui i governi Europei degli ultimi anni sono stati a contemplare il tema-problema dell’immigrazione di massa. Da qualche giorno però, dopo l’insediamento in Italia del primo governo “populista”, qualcuno ha deciso di non stare più a guardare e …

Leggi tutto »

#Aquarius. La nuova tratta degli schiavi

DI ROSANNA SPADINI comedonchisciotte.org E basta raccontare bufale a gogò !! Tutti i giornaloni a raccontare che il governo SalviMaio sarebbe più Salvi e meno Maio, tutti a incensare Salvini che avrebbe fagocitato tutta la compagine di governo, praticamente sparita di fronte alla sua sapienza strategica. Senza rammentare naturalmente, raffinatezza mediatica, che la strategia di Salvini è stata concordata con Toninelli, Di Maio, e Conte. Quindi tutti d’accordo, in santa pace. Le contraddizioni del governo sono e saranno altre, basta …

Leggi tutto »

È stata l’attività di fracking a causare l’eruzione vulcanica sull’isola di Hawaii?

DI JON RAPPOPORT jonrappoport.wordpress A Puna, sull’isola di Hawaii, la più grande dell’arcipelago, dove il vulcano Kilauea ha eruttato violentemente, si trova la centrale geotermica Puna Geothermal Venture (PVG). Esiste un annoso dibattito intorno alla presunta attività di fracking della centrale PGV, che potrebbe esser ridotto a una mera questione terminologica considerando che, nel processo geotermico, come informa il sito hawaiifracking.com, “…la perforazione e l’iniezione di acqua fredda, attività tipiche delle centrali geotermiche, fratturano le rocce. Ciò può indurre terremoti …

Leggi tutto »

Habemus Contem !!

DI ROSANNA SPADINI comedonchisciotte.org Il governo giallo/verde si è fatto, habemus Contem! Dopo la saga degli 88 giorni di relazioni schizofreniche, fughe in avanti alla ricerca di nuove elezioni, minacce di impeachment e congiure del sottoscala per far saltare il tutto, finalmente si è giunti all’affermazione del «governo del cambiamento». Avremo tempo per giudicare il governo Conte, per ora ci basti sapere che è sostenuto da percentuali precise, M5S al 32,5% e Lega al 17.5%, ma è anche l’esito evidente …

Leggi tutto »

Mille volte “Grazie” Presidente!

DI ALESSANDRO GUARDAMAGNA comedonchisciotte.org La vita è buffa e talvolta ingiusta, ma se sei credente va sempre bene perché poi tutto “s’aggiusta”. Per questo, Presidente Mattarella, la ringrazio perché Lei ieri sera, nonostante le terribili pressioni e minacce ricevute negli ultimi giorni da quelli del M5S e della Lega, “ha aggiustato tutto” ed io, come milioni di Italiani che hanno votato il 4 Marzo scorso, ho ritrovato la fede che stavo per perdere. E lo ha fatto dando ragioni sacrosante, …

Leggi tutto »

Il mandante è Salvini, mentre Mattarella solo l’esecutore

DI ROSANNA SPADINI comedonchisciotte.org Non ditemi che avevate creduto veramente nella serietà e nell’onestà politica di Salvini e del suo partito, spaccato in mille correnti tra salviniani, maroniani e zaianiani, e per metà di proprietà del Berlu, che ha giocato volentieri al risiko democratico della formazione del nuovo governo, ma finché non gli avessero toccato i suoi interessi. Non ditemi che avevate creduto davvero che un partito che aveva per decenni impastato la marmellata partitocratica ora si sarebbe fatto redimere …

Leggi tutto »

Donbass: si riaccende il conflitto

DI ELISEO BERTOLASI comedonchisciotte.org Il 23 maggio le Forze Armate dell’autoproclamatasi Repubblica Popolare di Donetsk hanno annientato, nel Donbass, un gruppo di sabotatori ucraini che stavano pianificando attacchi terroristici sul territorio della Repubblica. Anche nell’area di Gorlovka, dove le forze di sicurezza ucraine hanno cercato di attaccare le posizioni della DNR, la situazione rimane tesa. Eduard Basurin, il rappresentante del comando operativo della DNR ha riferito: “Secondo dati in nostro possesso, i terroristi avevano l’obiettivo di penetrare a Gorlovka per …

Leggi tutto »

Arrivano i barbari?! W i Barbari!

DI ALESSANDRO GUARDAMAGNA comedonchisciotte.org “Arrivano i barbari! Arrivano i barbari!” A queste grida gli abitanti di Roma cercavano di esorcizzare lo sgomento nel vedere i Visigoti di Alarico che assediavano la città eterna. Era l’Agosto del 410 d.C. Più di 1600 anni dopo un analogo grido mediatico si spande dalle sedi della EU a Bruxelles per arrivare nuovamente alle porte di Roma, dopo aver echeggiato per le agenzie stampa di tutto il globo. Questa volta a fare il loro ingresso …

Leggi tutto »

Senza il M5S le teorie economiche sovraniste sarebbero rimaste puri atti di fede vanagloriosa

DI ROSANNA SPADINI comedonchisciotte.org Alea iacta est !! Il contratto di governo M5S/Lega è concluso e firmato, mentre gufi nazionali e internazionali stanno scagliando saette velenose contro l’accordo, malumori e mal di pancia trasversali travagliano le forze europeiste e globaliste. Intanto Renzusconi è morto, a sua insaputa, e tutta la cloaca di potere mafioliberista sta facendo terrorismo mediatico contro questo governo, dopo aver provocato la demolizione sociale del Paese, con 5 milioni di poveri totali, la distruzione dell’occupazione (max storico …

Leggi tutto »

Milioni di maschere, ma pochissimi volti

DI ROSANNA SPADINI comedonchisciotte.org Uscito nelle sale nel settembre 2017 sotto licenza Creative Commons, il documentario «Nothing to Hide» di Marc Meillassoux è una risposta problematica ad una domanda cruciale per il nostro futuro «Non ho fatto nulla di sbagliato o illegale, quindi non importa se sono spiato», «Non ho nulla da nascondere». «Non c’è un argomento valido per tutti. Alcuni reagiscono ai rating finanziari temendo di dover pagare di più per il loro mutuo o assicurazione sanitaria. Altri sono sensibilizzati da …

Leggi tutto »

PD renziano mostra la faccia berlusconiana al secondo giro

DI STEFANO ALI’ ilcappellopensatore.it Ieri Di Maio ha liberato il furetto nella tana dei topi e il PD renziano mostra la sua faccia berlusconiana. Era già chiaro dalle dichiarazioni dell’altro ieri, ma i media hanno finto di non capire. Ora le reazioni scomposte del PD renziano e di Forza Italia sull’argomento “conflitto di interessi” mostrano una unica faccia: Berlusconi. Lo avevo già scritto. I media hanno travisato e creato una situazione inesistente. Hanno fatto credere che il Movimento 5 Stelle …

Leggi tutto »

La Rivoluzione dei 5 Stelle e Salvini Dudù

DI ROSANNA SPADINI comedonchisciotte.org Che il Movimento 5 Stelle abbia vinto le elezioni, ce ne siamo accorti, ma credo che non tutto il Paese abbia capito la portata storico politica di questa vittoria, grazie alla propaganda mediatica che confonde le coscienze degli italiani, ma forse nemmeno gli altri partiti comatosi lo hanno capito, visto che stanno dando uno spettacolo tragicomico di sé, nel tentativo disperato di sopravvivere. Il significato politico della vittoria a 5 Stelle assume una valenza molto più …

Leggi tutto »

Documento dell’esercito: la strategia statunitense per ‘detronizzare’ Putin in rapporto agli oleodotti potrebbe provocare la Terza Guerra Mondiale

DI NAFEEZ AHMED medium.com Funzionari senior della DIA (n.d.T. Defense Intelligence Agency), dell’Aeronautica Militare e dell’Esercito ammettono che l’espansionismo della NATO e le interferenze occulte degli Stati Uniti nella politica interna russa possono innescare il “prossimo conflitto globale” Un documento dell’esercito americano riconosce i veri interessi che determinano la strategia militare statunitense nei confronti della Russia: dominare i tracciati degli oleodotti, accedere alle vaste risorse naturali dell’Asia centrale e rafforzare l’espansione del capitalismo americano in tutto il mondo. [….] Mentre …

Leggi tutto »

John Bolton – neocon e “falco” della guerra

DI LEONID SAVIN fondsk.ru Il ritratto del nuovo Consigliere per la sicurezza nazionale del Presidente degli Stati Uniti La settimana scorsa ha avuto luogo un altro rimpasto alla Casa Bianca. È stato licenziato il generale a tre stelle Herbert McMaster, che ha rivestito l’incarico di Consigliere di Donald Trump sulle questioni di sicurezza nazionale, e che in precedenza aveva sostituito Michael Flynn, un altro generale pensionato, accusato di «legami con la Russia». John Bolton, diplomatico con molti anni di anzianità …

Leggi tutto »

La guerra tiepida: la russomania al punto di ebollizione

DI JIM KAVANAGH counterpunch.org E’ già guerra? Per troppi aspetti, sì. E’ una instancabile guerra economica, diplomatica ed ideologica, insaporita solo con un pochino (per ora) di attività militare, e con un forte odore di peggioramento. Parlo della guerra con la Russia, naturalmente, perché la Russia è il bersaglio principale di tutta una costellazione di nuovi avversari che gli Stati Uniti stanno disperatamente cercando di sottomettere, prima che uno di essi, o una loro combinazione, divenga troppo forte per essere …

Leggi tutto »

Surveillance capitalism: se trovi un nickname trovi un tesoro

DI ROSANNA SPADINI comedonchisciotte.org La prassi è ormai consolidata, si strumentalizza una notizia clamorosa per demonizzare il web e la sua libertà di informazione, si prende l’episodio Facebook – Cambridge Analytica  e lo si gonfia come un caso clamoroso, con le sue menzogne, fake news, condizionamenti del consenso elettorale. Ma dietro al caso c’è lo scontro di potere tra le potenti élites del regime tecnoligarchico globale. Dice il Financial Times che Bruxelles si prepara a reprimere le società di social media, …

Leggi tutto »

Il New York Times pubblica un articolo in cui ci si domanda: “Putin è un agente della Cia?”

DI ALEX CHRISTOFOROU theduran.com Thomas Friedman, del NYT , pone questa ridicola domanda: “Putin è un agente della CIA?” Secondo la logica di Thomas Friedman, se la Russia ha interferito nelle elezioni americane e se Putin è un agente della CIA, allora la CIA ha interferito nelle elezioni americane. “Putin è un agente della CIA?” potrebbe essere il più stupido articolo di fake news di tutta la storia del New York Times. Scrive Russia Today… Da un quotidiano che vi ha …

Leggi tutto »

Questione morale: irrisolta o irrisolvibile ?

DI ROSANNA SPADINI comedonchisciotte.org Tra sfide sagaci e oscuri retroscena nelle odierne consultazioni, spunta dalla foresta istituzionale, frequentata da ircocervi populisti e partiti comatosi, uno scenario non certo gratificante, che complica ulteriormente un possibile accordo Lega M5S per la formazione del prossimo governo. Infatti con ammirevole tempistica editoriale, esce un’inchiesta giornalistica sull’Espresso di Giovanni Tizian e Stefano Vergine, che indaga i retroscena finanziari della Lega di Matteo Salvini. Ci sarebbero milioni investiti illegalmente, e una Onlus «Più voci» per incassare …

Leggi tutto »

Il bacio

DI ROSANNA SPADINI comedonchisciotte.org La foto del bacio fraterno socialista tra Erich Honecker e Leonid Brezhnev, fotografati durante i festeggiamenti del 30° anniversario della DDR nel 1979, ebbe diffusione mondiale e venne immediatamente utilizzata da una moltitudine di riviste, alla quale attribuirono il sottotitolo «Il bacio». Quella fotografia divenne il ritratto immediato e profondo di tutto il mondo comunista. Rito ricorrente della chiesa ortodossa, il bacio era visto come una questione di formalità tra i leader politici comunisti. Alla caduta …

Leggi tutto »

Ho il cancro alla prostata. Ma sono felice

DI GEORGE MONBIOT theguardian.com I principi che definiscono una vita buona mi proteggono dallo scoramento, nonostante questa diagnosi e l’orribile intervento chirurgico cui ora mi trovo di fronte. E’ arrivata, come spesso fanno queste cose, alla stregua di un colpo di pistola in una strada silenziosa: scioccante e disorientante. All’inizio di dicembre la mia urina era diventata di colore scuro. Il giorno dopo mi ero sentito febbricitante ed avevo scoperto che mi era difficile urinare. Avevo capito subito di avere …

Leggi tutto »

Governo: la favola del pastore, la pecora, il cavolo e il lupo

DI ROSANNA SPADINI comedonchisciotte.org C’era una volta un pastore che aveva una pecora, un cavolo e un lupo, e doveva portarli sull’altra sponda del fiume, facendo ben attenzione che nel tragitto la pecora non si sbafasse il cavolo o peggio il lupo non sbranasse la pecora. Il pastore aveva a disposizione una piccola canoa che poteva contenere solo due carichi. Cosa avrebbe dovuto fare il pastore? Insomma un vecchio rompicapo che ricorda molto da vicino l’incastro diabolico della formazione del prossimo governo. …

Leggi tutto »

Si fa presto a dire Cottarelli

DI MARCO GIANNINI comedonchisciotte.org Non c’è dubbio che le politiche di austerity abbiano aggravato il tasso di disoccupazione e ridotto la sicurezza di spesa (e non solo) dei cittadini. Storicamente quando la disoccupazione è alta si crea una competizione al ribasso di diritti e salari resa ancor più ingente in presenza di eccessiva immigrazione e puntualmente in Italia un Governo ha approvato il Jobs Act confermando quanto previsto da Gianni Agnelli. In Italia infatti i sacrifici più controproducenti a livello …

Leggi tutto »

Abbiamo votato il M5S perché ci siamo rotti i coglioni

DI ROSANNA SPADINI comedonchisciotte.org Alla fine i giullari delle scie chimiche, definiti incapaci, incompetenti, populisti, cialtroni ed impresentabili si sono rivelati una strepitosa macchina del consenso, sguinzagliati sul web e sul territorio a cercare voti, come i pellegrini di un tempo diffondevano il verbo di Dio, ora questi  diffondono il verbo stellato, promettono sicurezza e protezione, garantiscono giustizia politica e sociale, baciano la reliquia di San Gennaro e rassicurano i poteri smorti. Accusati di essere visionari e complottisti, scienziati del …

Leggi tutto »

Una chiamata alle armi per l’economia: il percorso verso la prosperità analogo per cittadini comuni, capitalisti e cripto-anarchici

DI GUNTHER SONNENFELD medium.com Un’idea policulturale per costruire un futuro migliore, fondendo le coscienze del mondo reale con quanto possibile tra tecnologia e concezione ambientale. Il K2 all’alba. Un sito maestoso da contemplare, mentre subiamo uno dei più grandi passaggi epocali nella storia relativamente breve dell’umanità, qui sul pianeta Terra. Foto di: Doug Kofsky La policultura può essere definita come un mezzo per le persone per vivere e lavorare secondo le proprie modalità. Si è discusso molto su quale tipo …

Leggi tutto »

Governo: perché non consegnare il mandato esplorativo a Takeshi Kovacs ?

DI ROSANNA SPADINI comedonchisciotte.org Stesse dimensioni cyberpunk della serie tv di fantascienza «Altered Carbon» corredano la politica italiana di questi tempi, dove Takeshi Kovacs, guerriero centenario che si risveglia nella pelle di un altro dopo due secoli e mezzo, vive nell’universo dell’anno 2384, in cui la morte non è più la fine, perché gli esseri umani riescono ad immagazzinare coscienza e ricordi in piccole pile corticali inserite nella nuca e per di più cambiano facilmente identità mutando all’occasione le loro «custodie» (nuovi …

Leggi tutto »

Quelli che sono diventati cenere nel mercoledì delle ceneri

DI ROSANNA SPADINI comedonchisciotte.org Nel film «Darkest hour», Winston Churchill nella peroratio finale del suo discorso, chiude con un appello strappalacrime all’emotività dell’uditorio. L’anafora iniziale, la ripetizione rituale del verbo «combatteremo» (we shall fight) apre a orizzonti nazionalistici di gloria, mentre l’invocazione a Dio legittima in chiave provvidenziale la correttezza della guerra in atto: «Combatteremo in Francia, combatteremo sui mari e gli oceani; combatteremo con crescente fiducia e crescente forza nell’aria. Difenderemo la nostra isola qualunque possa esserne il costo. …

Leggi tutto »