Sardine ai sindaci: “Fateci scrivere Black Lives Matter sull’asfalto delle città”

HuffPost

Il movimento, dopo il no di Roma e Milano, chiede agli amministratori locali di schierarsi nella lotta al razzismo e per l’integrazione

Il movimento 6000sardine fa un appello ai sindaci d’Italia affinché accettino la proposta di realizzare su una strada delle loro città un’installazione a favore dell’integrazione e contro il razzismo.

L’installazione prevede la scritta “Black Lives Matter” lunga 100 metri. “L’avevamo proposta – spiegano le sardine – prima alla città di Roma poi alla città di Milano, per testimoniare e dare voce a chi ogni giorno subisce ingiustizie per via del colore della propria pelle, del luogo in cui è nato o delle mancate possibilità che ha avuto nella vita”.

Le sardine spiegano: “Una scritta di 100 metri per consolidare il messaggio lanciato dalle piazze di tutto il mondo e ricordare, a caratteri cubitali, che questa settimana il Parlamento è chiamato a esprimere un giudizio politico su una delle tante leggi studiate perché gli ultimi rimangano ultimi: i decreti sicurezza”.

Il movimento prosegue: “Insomma, abbiamo il materiale per fare la scritta, abbiamo il progetto grafico, abbiamo i volontari e l’entusiasmo, ma siamo stufi di andare in giro per l’Italia a elemosinare permessi e autorizzazioni per quello che riteniamo essere un messaggio sacrosanto e l’inizio di un serio dibattito sulle nuove cittadinanze. Se conoscete qualche amministratore disposto ad ospitare quest’opera e condividere pubblicamente il rifiuto della politica sovranista fate un fischio. L’asfalto non manca in Italia, sul Coraggio, invece, possiamo migliorare”.

 

23.06.2020

Link: https://www.huffingtonpost.it/entry/sardine-ai-sindaci-fateci-scrivere-black-lives-matter-sullasfalto-delle-citta_it_5ef21dfdc5b663ecc8542845?ncid=other_facebook_eucluwzme5k&utm_campaign=share_facebook&fbclid=IwAR0prtw8sckvD51hjwctv_toIrBNgFTjWjoxdsl9-2Sz1Dasugr3eKeFxaw

Pubblicato da Rosanna

"Suave, mari magno turbantibus aequora ventis, e terra magnum alterius spectare laborem; non quia vexari quemquamst iucunda voluptas, sed quibus ipse malis careas quia cernere suave est." Tito Lucrezio Caro, De Rerum Natura, Libro II
Precedente La spinta di Anthony Fauci alla ricerca pericolosa ha contribuito a creare la pandemia COVID-19? – Quarta parte
Prossimo PUTIN, A CAPO