Categoria

Stati Uniti

Kirk Douglas, Trumbo e JFK: Quando i patrioti di Hollywood resistettero allo Stato profondo

Di Matthew Ehret, canadianpatriot.org Negli ultimi decenni, salvo alcune eccezioni, Hollywood (proprio come gran parte dei media mainstream) è diventata un ramo della CIA e del più ampio complesso militare industriale. Mentre le agenzie di fake news come la CNN fanno girare fatti falsi per gli intelletti degli americani dalla mente molle, Hollywood prepara il terreno fertile per far crescere quei semi falsi plasmando i cuori e l'immaginazione delle loro vittime attraverso l'importante potere…

Un’altra elezione rubata

Paul Craig Roberts - katehon.com - 11 novembre 2022 Questa volta è il rapporto della stessa CNN sui propri exit poll che mostra chiaramente come le elezioni siano state manipolate. Oggi 9 novembre 2022, aggiornato alle 10:49 EST, i giornalisti della CNN Zachary B. Wolf e Curt Merrill hanno fatto notare come l’ondata rossa ampiamente attesa non si sia concretizzata e hanno poi proseguito presentando dati che non sono coerenti le previsioni di voto. I giornalisti hanno confrontato…

La nuova “strategia di biodifesa” degli Stati Uniti

Michael Bryant off-guardian.org L'amministrazione Biden ha recentemente reso nota la sua Strategia nazionale di biodifesa per il 2022, in risposta alla "necessità di prepararsi a future pandemie e minacce biologiche." Sulla base dell'Ordine esecutivo sul progresso delle biotecnologie e della produzione biologica dello scorso settembre, l'amministrazione Biden sostiene che questo ultimo programma - che si chiama "Biodefense" - si baserà sulle "lezioni apprese dalla pandemia COVID-19 in…

La nuova crisi missilistica cubana che non esiste

Dmitri Orlov - The Saker Blog - 2 novembre 2022 L’espressione “crisi missilistica cubana” è fuorviante e malsana. Cuba non ha mai avuto missili nucleari; Cuba aveva temporaneamente ospitato alcuni missili sovietici. La crisi aveva avuto inizio quando gli Americani avevano dislocato in Turchia i loro missili nucleari a medio raggio, una evidente minaccia per l’Unione Sovietica che aveva pareggiato i conti installando missili analoghi a Cuba. Washington era andata su…

TRUMP IL GUASTATORE E IL CUORE DELL’IMPERO DEL MALE

di Eugenio Orso comedonchisciotte.org Mentre sono in corso i conteggi dei voti, che si preannunciano lunghi, difficoltosi e niente affatto scevri da brogli e contestazioni, forsanche violente, mi chiedo se queste ultime elezioni di metà mandato contribuiranno ad aumentare il caos interno e l’ingovernabilità. Mi sto riferendo, ovviamente, alle elezioni usa dette di “midterm”, cioè di metà mandato presidenziale, che riguardano per intero la camera, parzialmente il senato per circa un terzo…

A capofitto verso un Armageddon ‘di principio’

Alastair Crooke english.almayadeen.net Tutti noi abbiamo vissuto secondo un modello mentale che era servito ad anticipare gran parte di quello che è successo nel dopoguerra: tra l'America e qualche Stato recalcitrante le tensioni geopolitiche aumentano. La leadership del Paese viene demonizzata. Una coalizione di vassalli statunitensi riprende fedelmente il discorso d'odio. Vengono imposte sanzioni e iniziano i preparativi per il cambio di regime con la scelta di un "tipo in gamba" come…

Terzo mandato di Xi: una buona notizia per la Russia, ma minacciosa per gli Stati Uniti e Taiwan

Maxim Hvatkov - Russia Oggi - 27 ottobre 2022 I precedenti cinque anni in più di potrebbero vedere anni di tensioni giungere finalmente a un punto di svolta Il 20° Congresso nazionale del Partito comunista cinese (PCC) si è concluso e la prima sessione plenaria del Comitato Centrale nella sua nuova composizione si è messa al lavoro rieleggendo il segretario generale Xi Jinping per un terzo mandato. Il leader cinese è andato così contro una tradizione consolidata da…

Terza e Seconda guerra mondiale?

Ron Unz – The Unz Review - 24 ottobre 2022 Ogni tanto riscopro la vastità di Internet. Per tutto quest'anno mi sono interessato al conflitto Russia-Ucraina e ho iniziato a seguire separatamente le dichiarazioni pubbliche del professor Jeffrey Sachs della Columbia University, ma fino alla settimana scorsa non avevo notato la sua intervista di fine agosto proprio su questo argomento. Sebbene la sua apparizione al programma Democracy Now! di Amy Goodman avesse…

La guerra tecnologica di Biden diventa nucleare

Mike Whitney unz.com La scorsa settimana l'amministrazione Biden ha intensificato la sua guerra alla Cina, facendo esplodere una bomba termonucleare nel cuore della fiorente industria tecnologica di Pechino. Nel tentativo di bloccare l'accesso della Cina alla cruciale tecnologia dei semiconduttori, il Team Biden ha annunciato nuove e onerose regole di esportazione finalizzate a un "taglio completo delle forniture" di tecnologia essenziale per i semiconduttori che, secondo un analista, ha…

LE TENDENZE DEL CAPITALE NEL XXI SECOLO, TRA “STAGNAZIONE SECOLARE” E GUERRA

Di Domenico Moro, laboratorio-21.it La realtà geopolitica dell’inizio del XXI secolo va studiata a partire dalla categoria di modo di produzione. Tale categoria definisce i meccanismi di funzionamento del capitale in generale, astraendo dalle singole economie e dai singoli Stati. Per questa ragione, dobbiamo far interloquire la categoria di modo di produzione con quella di formazione economico-sociale storicamente determinata, che ci restituisce il quadro dei singoli Stati e delle…

La misura di una nazione

Larry Romanoff unz.com Una delle principali iniziative di propaganda americana pretenderebbe di misurare e giudicare le altre nazioni, un teatrino in cui gli Americani, con la preziosa assistenza dei media di proprietà ebraica, si appropriano dell'unico microfono e fanno valere il loro presunto diritto di giudicare la validità morale intrinseca delle altre nazioni, delle altre forme di governo, e persino delle altre culture nazionali. Ma la maggior parte degli standard applicati a queste…

Eccezionalismo americano

Larry Romanoff ci ha chiesto la traduzione di un suo vecchio articolo da ripubblicare anche in italiano su Blue Moon of Shangai ed abbiamo deciso non solo di accontentarlo ma anche di pubblicarlo, perché, in fin dei conti, anche se è un "evergreen" per la maggior parte di noi e di voi lettori, può darsi che serva ad aiutare qualche novellino, qualche nuovo lettore, a levarsi le fette di prosciutto dagli occhi. In effetti, stiamo parlando del nostro vero "padrone di casa" della nazione che da…

Germania Delenda Est

Michael Jones – The Unz Review - 3 ottobre 202 A poche ore dall'attacco di settembre ai gasdotti Nordstream, più parti sono state unanimi nell’indicare gli americani almeno come mandanti, se non esecutori materiali, nonostante i media mainstream fossero uniti nell'incolpare la Russia. Solo gli americani avevano il movente e i mezzi. Le prove erano circostanziali ma inconfutabili. A poche ore dall'attacco al Nordstream, il video della conferenza stampa del 2022 del…

Una nazione carceraria

Larry Romanoff unz.com Oltre alla tortura e alla democrazia, c'è un altro ambito in cui gli Stati Uniti possono affermare di essere leader mondiali: la popolazione carceraria. L'America ha solo il 4% della popolazione mondiale, ma ha il 25% dei detenuti nelle carceri, con più di una persona su 30 in prigione, in libertà condizionale, in libertà vigilata o in sorveglianza correzionale . Ciò significa che negli Stati Uniti circa una persona su tre ha precedenti penali. Gli Stati…

Abbattere il Pantheon dei fondatori e degli eroi dell’Occidente

Di Alastair Crooke, strategic-culture.org Le euro-élite avevano un disperato bisogno di un sistema di valori per colmare il vuoto. La soluzione, tuttavia, era a portata di mano. I sostenitori della supremazia americana all'interno degli Stati Uniti si muovono sempre al passo con i tempi, basandosi sulle tendenze prevalenti per reimmaginare la giustificazione del loro “eccezionalismo” attraverso nuove immagini. L'ascesa della politica identitaria guidata dagli attivisti liberal-woke e…

Se Kennedy non avesse ascoltato Krusciov

Ted Snider – Antiwar.com - 4 ottobre 2022 Questa orribile guerra, che si sarebbe potuta evitare, che non avrebbe dovuto essere scatenata e che si sarebbe potuta concludere in anticipo con un accordo negoziale, ha raggiunto un baratro inimmaginabile. Le principali parti in causa, Russia, Ucraina e Stati Uniti, possono continuare sulla strada dell'escalation e andare oltre l'orlo del baratro, oppure possono iniziare a parlare e ad ascoltarsi a vicenda. La Russia ha ormai…

La vita in uno Stato fallito – Parte 2

(La vita in uno Stato fallito - Parte 1) Larry Romanoff – The Unz Review - 29 settembre 2022 L'America si sbriciola Nel giugno 2013 un ponte autostradale su uno dei maggiori corridoi commerciali tra Seattle, Washington e Vancouver, Canada, dopo essere stato urtato da un camion crollò nel fiume sottostante. Non si trattò di una collisione ad alta velocità; il camion semplicemente urtò a bassa velocità contro uno dei pilastri di sostegno principali che, indebolito e fatiscente, si…

October surprise

John Elmer johnhelmer.org La reazione ufficiale russa all'attacco al Nord Stream è quella di identificarlo come un'operazione militare statunitense, e di attendere che un'indagine produca le prove. Questo significa aspettare, ritardare. Nessuna ritorsione. "Come risponderemo?" La portavoce del Ministero degli Esteri, Maria Zakharova, giovedì nel briefing più dettagliato uscito finora da Mosca ha parlato così: "Risponderemo con un'indagine. È un obbligo e le nostre forze dell'ordine…

La vita in uno stato fallito – Parte I

Larry Romanoff unz.com Introduzione In un precedente saggio sulla rivoluzione ebraica in Russia del 1917 , avevo riportato questa citazione: "Gli sterminarono sistematicamente il clero, i ricchi, la classe imprenditoriale, la classe intelligente e istruita, tutti i segmenti di popolazione di alto livello, lasciando la Russia con una popolazione di operai ignoranti, contadini e una potente élite dirigente ebraica." Questa è esattamente la situazione - e l'intento - degli Stati Uniti di…

L’Europa romperà con gli Stati Uniti?

Larry Johnson sonar21.com Ho ricevuto una grande domanda da un lettore tedesco che, tra l’altro, è anche un giornalista. Mi ha chiesto: "Quale sarebbe il modo e quali sarebbero le implicazioni pratiche se l'Europa in generale e la Germania in particolare rompessero con gli Stati Uniti per trovare un quadro economico e di pace europeo che includa la Russia? " Il vile leccaculismo dimostrato da Germania, Francia e Regno Unito nel loro appassionato sostegno allo scontro dell'America con la…