Browsing Category

Cultura

Manualetto dell’antisfascista

di Livio Cadè ereticamente.net Fino a ieri potevamo averlo letto sui libri. Ma oggi abbiamo il discutibile privilegio di vedere direttamente come nasce e si afferma una dittatura.  Molti, che vivono tra le nuvole, lo capiranno solo quando lo leggeranno sui libri, in futuro, o forse mai. Eppure è evidente. Se i fini possono esser diversi, i mezzi che usa sono quelli tradizionali di ogni dittatura, solo in forme più moderne e sofisticate. Quindi: propaganda, censura, repressione, limitazione…

Diritto e rovescio

di Livio Cadè ereticamente.net “La potenza dei re è fondata sulla pazzia del popolo” (Pascal) I. Libertà e dovere Diritti e doveri appartengono alla dimensione dell’etica; in quanto tali rappresentano una caduta dello spirito. I valori morali sono infatti le stampelle di uno spirito zoppo. Doverci porre come compito di essere giusti, retti o benevoli, indica una corruzione della nostra natura originaria. Ma la società moderna inclina verso livelli ancora più bassi, dove quegli stessi…

Scienza postmoderna

Tonguessy Il patto sociale chiamato Modernità è morto ed è stato sepolto assieme alle clausole che ne identificavano i contorni: si trattava di traghettare l’occidente da sistemi agricoli a industriali con tutta la pletora di retorica e promesse associate, alcune delle quali mantenute. Oggi stiamo assistendo, in occidente, ad una graduale ma costante deindustrializzazione a favore della speculazione finanziaria, ovvero allo svuotamento del principio cardine della Modernità: siamo…

Il Culto della Madre Terra, un viaggio alle origini del mito/1a Parte

PREMESSA Questo saggio è un contributo al Convegno MATRI-ARKÈ - IL FUTURO DI UN'IMMAGINE ARCAICA svolto a Pistoia dal 3 al 5 Ottobre 2014. Ho creduto utile riproporlo per una riflessione sulle nostre radici che possa orientarci nella buia fase che stiamo attraversando. Da tempo immemorabile la Terra ci ha ospitati, nutriti, curati; ci ha insegnato a vivere attraverso le parole di coloro che hanno saputo interpretare i suoi “segni”. Il Mito ci racconta il rapporto tra la Natura e la…

Andrea Scanzi, il male assoluto della cultura italiana

Stelvio Fregola Oltrelalinea.news Andrea Scanzi non è semplicemente un pessimo giornalista. E non vale nemmeno descriverlo come “un mediocre a cui non dare importanza”. E’ qualcosa di molto peggio: un personaggio pericoloso. Un organo di controllo del consenso riguardo ogni tema portante della società dominante a cui apparteniamo (l’elenco è semplice, e simile alla linea editoriale di Domani di cui abbiamo appena pubblicato una riflessione: globalizzazione, immigrazionismo, antifascismo…

È questo che vogliamo per i nostri bambini?

di Valentina Bennati comedonchisciotte.org La prima settimana di scuola si è appena conclusa e mentre sto scrivendo non so se mi sento più triste o arrabbiata. La maggior parte degli Istituti hanno sicuramente fatto degli sforzi per adattarsi alle Linee Guida che il Ministero dell’Istruzione e il Comitato Tecnico Scientifico hanno definito per le riaperture in sicurezza ma, tra mascherine, percorsi, cartelli, segnaletiche, distanziamento, disinfettanti e possibili trattamenti sanitari…

Etichette globali. Ha vinto la società di superficie?

Di Jacopo Brogi, ComeDonChisciotte.org Possibile che nell'era della comunicazione e della interconnessione globale, dove una buona parte dell'umanità, specialmente in Occidente, è altamente scolarizzata e specializzata, troppo spesso vinca il pregiudizio e la moderna superstizione? A quanto pare, al bar o alle Poste, in un'aula universitaria così come in tv, più che dialogo e scambio reciproco di opinioni e punti di vista, ci sentiamo continuamente appiccicare addosso marchi, sigle,…

Cambiare paradigma economico per raggiungere una prosperità sostenibile

Di Vitaliano Serra, Sovranità Popolare È ormai riconosciuto da tutti che la differenza, tra la crisi del 2008 (e ancora di più quella attuale) rispetto alle crisi cicliche del capitalismo mondiale sempre avvenute nel passato, consiste nelle sconfinate grandezze e ramificazioni raggiunte dagli strumenti speculativi della finanza. Nel periodo immediatamente successivo alla crisi del 2008 si chiedeva da più parti la necessità di agire onde porre un freno agli eccessi finanziari che drenavano…

IL MONDO PROPOSTO DAI PROGRESSISTI È BRUTTO

di Davide Cavaliere ildetonatore.it La bellezza è reazionaria, proprio come il Giusto e il Vero, e lo è in quanto assoluto. Il Bello non è relativizzabile. La natura umana concepisce come “bello” ciò che è armonico, ponderato, florido, misurato. “È bello ciò che piace” è una farsa consolatoria, una menzogna raccontata dai brutti ai belli. Esiste un senso estetico negli animali, che reagiscono a determinati colori e ornamenti. Il medesimo riflesso avviene anche negli esseri umani. …

Uscire dalla Caverna: Tradizione Misterica e Filosofia

Da DatabaseItalia.it Di Nicola Bizzi Estratto dal volume di prossima pubblicazione Nei Penetrali del Tempio: il rapporto tra Tradizione Misterica e Filosofia (Ed. Aurora Boreale). Platone, nel VII° libro della Repubblica, esponendo l’allegoria iniziatica della caverna, scriveva: «Dentro una dimora sotterranea a forma di caverna, con l’entrata tuttavia aperta alla luce e ampia quanto tutta la sua larghezza, pensa di vedere degli uomini che vi sono tenuti prigionieri fin da fanciulli,…

Il tragico trionfo del meccanicismo: dalla rivoluzione industriale al Covid-19/2a Parte

In esclusiva su ComeDonChisciotte.org, la seconda parte dello studio di Anna De Nardis (QUI LA PRIMA PARTE) che analizza in profondità un fatto umano, politico e sociale gestito come una guerra. Buona lettura. Il tragico trionfo del meccanicismo: dalla rivoluzione industriale al Covid-19/2a Parte Di Anna De Nardis, ComeDonChisciotte.org IL NEMICO L’epidemia da COVID-19 è stata trattata dal governo e dai mezzi di informazione come il nemico da combattere e da molti viene paragonata a quella…

Il tragico trionfo del meccanicismo: dalla rivoluzione industriale al Covid-19/1a Parte

In esclusiva su ComeDonChisciotte.org, uno studio indipendente che analizza in profondità un fatto umano, politico e sociale gestito come una guerra.  Ecco la prima e la seconda parte. Buona lettura. Il tragico trionfo del meccanicismo: dalla rivoluzione industriale al Covid-19/1a Parte Di Anna De Nardis, ComeDonChisciotte.org INTRODUZIONE Scrive Carolyn Merchant ne La morte della Natura: Come modello unificante per la scienza e la società, la macchina ha permeato e ricostruito in modo…

CDC ARTE / “Veduta di Delft”, uno sguardo sull’infinito

CDC ARTE Con questa nuova rubrica di CDC nasce un'oasi dedicata ad ogni forma di espressione artistica di rilievo, sia passata che recente. Uno spazio libero per appassionati, critici e artisti. Buona lettura. "Veduta di Delft", uno sguardo sull'infinito di Claudio Vitagliano Comedonchisciotte.org  Abbiamo da sempre, noi estimatori di Vermeer, tentato di decifrare il nostro sentire nei confronti della “Veduta di Delft”. Porsi davanti al dipinto, non è un esercizio di semplice…

Sorveglianza e controllo: la nostra società è un carcere

Il panopticon di Foucault: siamo osservati La teoria del panopticon  del filosofo francese Paul-Michel Foucault si riferisce ai meccanismi di sorveglianza e controllo che incombono sulla società e che hanno portato a una profonda paura di allontanarsi dalle norme o dalla disciplina prestabilite. Il panopticon di Foucault fa riferimento a una tesi del filosofo francese su potere, controllo e dominio. In senso stretto, un panopticon è un edificio in cui si trova un posto di sorveglianza…

Silenziosamente stanno devastando la scuola!

di Marcello Pamio disinformazione.it Tra le sedie a rotelle per i nuovi disabili, i collari elettrificati per mantenere la distanza e i water ad ultravioletti per sterilizzare dai virus le giovani natiche, il ministero dell’istruzione e il governo stanno firmando in queste ore il protocollo di sicurezza delle scuole. Menti geniali sopraffine stanno lavorando giorno e notte per disegnare e forgiare la nuova scuola italiana. Attendiamo il documento ufficiale, ma stando ad alcune indiscrezioni…

Tecnici al potere: come l’intelligence cambia le nostre vite

IL PRIMATO DELLA POLITICA E I “REPORT SCIENTIFICI” DEGLI ESPERTI Di Alessandro Fanetti - ComeDonChisciotte.org Tradizionalmente l’autorità politica ha svolto, fra le altre, la funzione di tenere a freno le pulsioni distruttive interne alla comunità: non a caso il disordine è sempre stato concepito come un effetto dell’ingiustizia e del malgoverno. Virgilio propone un’immagine icastica di questa forza, “trattenitrice” in senso teologico-politico, nel I libro dell’Eneide, quando Giove…

Sul dispotismo cinese

DI Flores TOVO Comedonchisciotte Se la Cina una volta era vicina, adesso è arrivata. Tuttavia, quando se ne parla o se ne scrive, spesse volte si usano categorie concettuali socio-economiche, politiche e culturali del tutto inappropriate rispetto alla contestualità della storia cinese. Infatti ai Cinesi termini come democrazia, liberismo o liberalismo, dittatura, libertà personale, società aperta, diritti umani e così via, sono del tutto estranei. Sono concetti appartenenti in primis alla…

Ho visto Favolacce dei fratelli D’Innocenzo

Riflessioni sull'opera cinematografica dei fratelli D'Innocenzo di Claudio Vitagliano Comedonchisciotte.org Ho visto Favolacce dei fratelli D'Innocenzo. Avrei detto che è un bel film, se non fosse che l’opera si presenta come un incubo afasico che non riesce neanche ad urlare il proprio orrore. Esso è uno sguardo allucinato su un nostro possibile destino in cui non c’è più memoria di una comune felicità. I modelli umani che il film mette in campo sono prototipi di una umanità…

𝐕𝐢𝐯𝐚 𝐥𝐚 𝐏𝐎𝐅𝐈𝐂𝐀!

di Nicolò Sergio Gebbia* Sint ut sunt aut non sint. Siano come devono essere, o piuttosto non siano. L'autoreferenzialità dell'Arma non è seconda a nessuno. Certo noi siamo nati esattamente quando sta scritto nella nostra storia, e cioè un giorno dopo la polizia di Malta, il cui decreto istitutivo è per giunta scritto in italiano, lingua che all'epoca gli inglesi concedevano agli isolani per ogni documento che riguardava la pubblica amministrazione. Di un giorno più vecchi di noi,…

Essere professore ed essere bianco vuol dire vivere nella paura

Paul Craig Roberts paulcraigroberts.org La tirannia governa l’Università Gli accademici, se sono bianchi, vivono nella paura di perdere il proprio lavoro. I professori avevano perso la loro autorità quando le amministrazioni avevano smesso di appoggiarli, permettendo invece che i reclami degli studenti si trasformassero in vere e proprie indagini. Una volta che si instaura una procedura investigativa, questa si autofinanzia con l’investigazione. Le lamentele delle femministe, seguite poi…

Oh coraggioso uomo nuovo!

DI VALENTIN KATASONOV fondsk.ru Metodologie di "soft power" nella distopia di A. Huxley La letteratura, nel genere distopico, sta diventando sempre più richiesta. Ciò non sorprende: ci sono seri indicatori del fatto che l'umanità si sta muovendo con passi da gigante verso un nuovo ordine mondiale. E le distopie possono contenere indizi su che tipo di ordine si tratta. Menziono le più famose distopie: “Noi” (1920) di Evgenij Zamjatin; "Kotlovan" (1930) di Andrej Platonov, "Il mondo…

Orwell Cancellato? Un giornalista lo definisce un “Vile”, perché avrebbe aiutato i nazisti

DI PAUL JOSEPH WATSON summit.news "Orwell è stato una totale frode" Nonostante sia morto da 70 anni, George Orwell potrebbe diventare l'ultimo personaggio pubblico ad essere cancellato, dopo che un giornalista di sinistra lo ha definito un "uomo vile", che ha aiutato i nazisti con le sue aspre critiche alla Russia stalinista. Sì davvero, proprio così. "Oltre ad essere una spia del governo inglese, George Orwell ha trascorso la Seconda Guerra Mondiale a demonizzare l'URSS, che…

La distopia che si fa realtà

Di VALENTIN KATASONOV fondsk.ru In occasione del centenario della stesura del romanzo "Noi" di Evgenij Zamjatin Le distopie letterarie sono un genere molto giovane. Ed è nato esattamente un secolo fa, nel 1920, quando il romanzo "Noi" è stato scritto dallo scrittore russo Evgenij Zamjatin. Da lì a poco sono apparse altre famose distopie: "Kotlovan" (1930) di AndrejPlatonov, "Il mondo nuovo" (1932) di Aldous Huxley, "Guerra delle salamandre" (1936) diKarel Čapek, "La fattoria degli…

Totalitarismo democratico. Augusto Del Noce e le profezie del “suicidio della rivoluzione”.

Umberto Del Noce Comedonchisciotte.org Il filosofo Augusto Del Noce (1910 - 1989), nel corso degli anni ‘60, ha scritto vari articoli sul tema del fascismo e del totalitarismo. Questi scritti sono confluiti in riflessioni che hanno portato, nel 1978, alla pubblicazione di un libro intitolato “Il suicidio della Rivoluzione”. Tali tesi sono passate un po’ in sordina poichè non allineate alla cultura dominante dell’epoca. Tuttavia il tempo, mi pare, abbia dato loro, almeno in parte,…

Niente più Washington o America

DI RAUL ILARGI MEIJER theautomaticearth.com La valutazione della virtù etica degli Stati Uniti con "A", il massimo dei voti, ha già raggiunto nuove vette, e non ci sono ragioni per non credere che arriverà anche molto più in alto, mentre a noi non resta che segnalarlo con orgoglio. Durante il percorso di questa indagine scopriremo che applicare una logica all'impresa ci porterà in luoghi imprevisti e assai sgraditi (per la maggior parte dei partecipanti). Ma a quel punto saranno stati…

Neanche in Italia si riesce a respirare

di Moravagine Comedonchisciotte.org George Floyd è vivo e lotta insieme a noi Il 2 giugno scorso, mentre Mattarella declamava quello che passerà alla storia come “il discorso della mascherina”, il cosiddetto “mondo social” era agitato dalla mobilitazione del “Blackout Tuesday”, in base alla quale si invitavano gli utenti di Instagram a pubblicare immagini completamente nere in segno di solidarietà con le proteste scoppiate negli USA dopo la morte di George Floyd a Minneapolis. Sulla scia…

L’EPIDEMIA E IL CETO ‘COLTO’

DI ZORY PETZOVA comedonchisciotte.org Nessuno ha un interesse per le libertà personali maggiore di quello dei ceti comuni, secondo Machiavelli, visto che nessuno può conoscere meglio di loro gli appetii dei potenti. Una massima che rende scontato il criterio secondo cui la vitalità di una società si misura dalla capacità di reazione sincronizzata dei suoi individui, nel momento in cui essi sentono di non tollerare ulteriori imposizioni e ingerenze da parte dei governanti. In questo periodo…