Economia

Articoli e notizie di carattere economico locale e internazionale

Perché al privato serve lo Stato (e la grande impresa pubblica)

di Thomas Fazi, Sovranità Popolare Che moltissimi imprenditori piccoli e medi vedano oggi lo Stato come un nemico è un dato di fatto. È un sentimento comprensibile, dato che le loro interazioni quotidiane con lo Stato sono fatte perlopiù di tasse e burocrazia. Ma gli imprenditori commettono un errore madornale nell’identificare il nemico nello Stato tout court piuttosto nelle specifiche politiche portate avanti da questo Stato. Per il semplice fatto che, se è vero che oggi lo Stato è causa di molti dei loro …

Leggi tutto »

Il lavoro ai tempi della pandemia: un esercito di disoccupati

Il lavoro ai tempi della pandemia: un esercito di disoccupati

Di ConiareRivolta.org Quali saranno gli effetti della pandemia sull’occupazione? I dati comunicati al termine dell’ultimo consiglio direttivo della Banca Centrale Europea (BCE) ci aiutano a comprendere la portata della recessione che stiamo vivendo e fanno presagire il peggio per gli anni a venire. Per il 2021, infatti, la BCE stima ‘un picco del tasso di disoccupazione al 9,5%’ per l’Eurozona (i Paesi dell’Unione che adottano l’euro), dal 7,6% del 2019. Per quanto evidenti, questi numeri non ci permettono, tuttavia, di catturare la …

Leggi tutto »

Moneta Fiscale: presentazione dei CCF a San Marino

Segnalazione da parte di Sovranità Popolare Repubblica di San Marino Giovedì 17 settembre 2020 ore 21 Sala Polivalente di Murata Via del Serrone, 67A, Murata, San Marino La cosiddetta “moneta fiscale” sta venendo introdotta nella Repubblica di San Marino attraverso una proposta di legge oggetto di una presentazione pubblica il 17 settembre 2020. “Titani” è il nome scelto per i Certificati di Compensazione Fiscale (quest’ultima è la locuzione tecnica dello strumento economico in questione) Sammarinesi. Si tratta di  una soluzione …

Leggi tutto »

L’UE alla prova della pandemia. Intervista al collettivo di economisti Coniare Rivolta

L’UE alla prova della pandemia. Intervista al collettivo di economisti Coniare Rivolta

Da ConiareRivolta.org Pubblichiamo il testo integrale di una intervista che abbiamo rilasciato il 9 giugno scorso a Lorenzo Pedretti. Il contributo è stato recentemente pubblicato sul periodico dell’ANPI Provinciale di Bologna, ‘Resistenza e nuove resistenze’. Quanti fondi ha stanziato l’Ue? Circa 3.400 miliardi secondo la Commissione europea (Ce), ma in realtà sono molti di meno. 2.450 miliardi provengono infatti dagli Stati membri, come gli interventi per 330 miliardi della prima fase della pandemia. Gli impegni veri e propri dell’Ue si …

Leggi tutto »

La grande rapina e le banche d’affari Rothschild & Co. e Lazard Brothers

di Marc Gabriel Draghi Per questo sistema basato sul debito, che come abbiamo detto sembra inaugurare una nuova era del capitalismo finanziario, proprio il debito è il problema principale. È anche il vizio che porta a tutti gli altri: disintegrazione e distruzione dello Stato, massiccia immigrazione clandestina, mediocrazia generalizzata, repressione sociale, distruzione dell’apparato produttivo, ecc. Ma come puoi immaginare, alcune persone hanno tutto l’interesse a perpetuare e persino a sviluppare questo sistema del debito. In effetti, dall’inizio dell’estate, una musica …

Leggi tutto »

La Ue getta la maschera: soldi in cambio di riforme

La Ue getta la maschera: soldi in cambio di riforme

“LA NOTTE DELL’UNIONE” SARA’ ANCORA DI AUSTERITA’ Da ConiareRivolta.org Come succede ogni anno, l’estate arriva e sopisce, rasserena e sparge oblio. Poco più di un mese fa, a seguito dell’accordo raggiunto nell’ambito del Consiglio Europeo del 21 luglio, i principali mezzi d’informazione e la propaganda governativa ci raccontavano che la lunga attesa era finita e che era giunto il momento della riscossa: l’Europa si era rimboccata le maniche e metteva in campo, attraverso l’istituzione del fondo Next Generation EU, meglio …

Leggi tutto »

Cambiare paradigma economico per raggiungere una prosperità sostenibile

Di Vitaliano Serra, Sovranità Popolare È ormai riconosciuto da tutti che la differenza, tra la crisi del 2008 (e ancora di più quella attuale) rispetto alle crisi cicliche del capitalismo mondiale sempre avvenute nel passato, consiste nelle sconfinate grandezze e ramificazioni raggiunte dagli strumenti speculativi della finanza. Nel periodo immediatamente successivo alla crisi del 2008 si chiedeva da più parti la necessità di agire onde porre un freno agli eccessi finanziari che drenavano sempre più ingenti risorse dall’economia reale a …

Leggi tutto »

Contro tutti i lavoratori: vecchi, giovani, donne e uomini

Contro tutti i lavoratori: vecchi, giovani, donne e uomini

Da ConiareRivolta.org Da mesi ormai le sirene dei difensori più strenui del libero mercato suonano, scandalizzate, ogni qual volta si parla della norma sul blocco dei licenziamenti, introdotta dal Governo per i mesi della quarantena forzata, prorogata poi per tutto il 2020 a seguito della gravissima crisi economica innescata dalla pandemia e dalle relative misure di contenimento dei contagi. Su quella norma si è detto un po’ di tutto: che alla lunga non potrebbe che favorire la disoccupazione, che non …

Leggi tutto »

Moneta creata dal Nulla, Stati indebitati e Mercati con la Mannaia

Moneta-creata-dal-Nulla_-Stati-indebitati-e-Mercati-con-la-Mannaia-

Dalla Lotta di Classe al Conflitto tra generazioni di Guido Salerno Aletta, Agenzia Teleborsa Questo è il paradigma del nuovo conflitto sociale: a) le Banche centrali creano la moneta dal nulla; b) di fronte alle crisi ricorrenti, gli Stati si indebitano enormemente per salvare l’intero sistema; c) i Giovani “pagheranno” il conto del nuovo debito, mentre i loro Padri che sono dei parassiti, beneficiano dell’assistenzialismo pubblico; d) i Mercati useranno la mannaia per punire gli Stati che si indebitano per …

Leggi tutto »

Jeff Bezos ha un piano…

di Roberto Pecchioli accademianuovaitalia.it Il mondo è fatto a scale: c’è chi sale e c’è chi scende anche al tempo del Coronavirus. In questi mesi, i grandi vincitori sono i giganti tecnologici, in particolare Amazon, colosso del commercio elettronico, e il suo proprietario, Jeff Bezos , di gran lunga l’uomo più ricco del mondo. In tempi di Covid 19, le vendite online, dopo un iniziale crollo dovuto alle difficoltà di approvvigionamento e al temporaneo allungamento dei tempi di consegna, hanno …

Leggi tutto »

Autunno caldo: il governo ha scelto di rimanere senza soldi?

Il governo italiano ha scelto di rimanere senza soldi

L’analisi sull’andamento delle emissioni dei titoli di Stato italiani: che cosa cela il braccino corto del Tesoro nelle aste. di Giuseppe Liturri “Cash is king”. Questa frase, che non richiede traduzione, è utilizzata nel mondo degli affari per affermare che ciò che conta sono i flussi di cassa. Il resto sono chiacchiere. E, purtroppo per l’Italia, il confronto con le altre maggiori economie della Ue, basato sui dati al 30 giugno, rivela che il ministro Roberto Gualtieri continua ad avere …

Leggi tutto »

USSS: Quando un servizio segreto diventa deviato

pubblicato da Nicoletta Forcheri scenarieconomici.it di Marco Saba Pochi lo sanno, ma negli Stati Uniti esiste un “Servizio Segreto degli Stati Uniti” che si chiama USSS (United States Secret Service). Ogni tanto spunta dalla cronaca, come ieri, quando un agente ha avvisato Trump che occorreva interrompere la conferenza e abbandonare la stanza, dopo due minuti che aveva cominciato a parlare. (https://www.money.it/paura-casa-bianca-spari-trump-scortato-cosa-e-successo ). Il ruolo fondamentale dell’USSS oggi è uello di fare da guardia del corpo del Presidente degli Stati Uniti. …

Leggi tutto »

È tutto collegato

di Andrea Cecchi andreacecchi.substack.com In uno sforzo puramente teorico, nel cercare di dare un senso a quello che è accaduto e quello che sta accadendo, possiamo cercare di unire alcuni punti per arrivare ad avere un immagine e di concludere un ragionamento credibile. Ricostruiamo sommariamente le tappe: 2008 – Crisi dei mutui subprime: un eccesso di debito causa il collasso del sistema finanziario. Il problema non viene risolto, anzi, si decide di affrontarlo con nuovo debito in misura monumentale rimandando …

Leggi tutto »

La privatizzazione del caos globale

Stephen Karganovic strategic-culture.org Una recente e disinvolta osservazione da parte di uno degli oligarchi americani mette in luce una nuova metodologia volta a minare ciò che resta del diritto e dell’ordine internazionali. Parlando sul serio o scherzosamente (nessuno lo sa davvero, ma i giocatori intelligenti sicuramente scommetterebbero sulla prima opzione), quando aveva ammonito che il colpo di Stato boliviano con cui l’anno scorso era stato rovesciato il presidente Evo Morales “non era stato nel migliore interesse del popolo boliviano,” Elon …

Leggi tutto »

Varoufakis: Il fondo coronavirus dell’UE farà un altro passo in Europa verso la disintegrazione

DI YANIS VAROUFAKIS theguardian.com Il pacchetto di recupero promette una maggiore integrazione tra i paesi europei. Ecco perché penso che non funzionerà Durante i primi anni della crisi dell’Eurozona, ricordo di averne misurato la profondità con la  rapida dissoluzione dell’emivita delle celebrazioni seguite a tutti i vertici dell’Unione europea. I proclami prematuri secondo cui la crisi era finita hanno alimentato la speranza, causando il rimbalzo dei mercati monetari. Ma poi, a un certo punto, l’oscurità sarebbe tornata immancabilmente. Come gli anni di austerità …

Leggi tutto »

Svezia: l’unico grafico che conta

Mike Whitney – 25 luglio 2020 – The UNZ Review – (di Mike Whitney anche: Il trionfo della Svezia: rimanere liberi in un mondo in “lockdown”)   (Nota di CptHook: pare che la Svezia sia, assieme alla Bielorussia, il peggior ostacolo al piano global-terapeutico; qui Mike cita articoli talmente pieni di falsità che, a volte, anche “La Repubblica”, “Il Corriere della Sera” e “La Stampa” possono sembrare imparziali, onesti e non allineati. Per non parlare dei filmati pro-Svezia che spariscono …

Leggi tutto »

Finiremo come la Grecia, lo dice chi l’ha vissuto

DI GIORGIO CREMASCHI facebook.com In una intervista all’Huffington Post Yanis Varoufakis smonta il tanto esaltato Patto UE e la retorica della vittoria dell’Italia, che ancora stupidamente l’accompagna. Il punto centrale del giudizio del ministro greco, licenziato perché si opponeva al memorandum che ha poi distrutto la Grecia, è semplicissimo. Il vertice UE avrebbe dovuto cancellare le politiche di austerità e in primo luogo il patto di stabilità che le impone. Invece quel patto è stato solo sospeso e l’anno prossimo, come annuncia …

Leggi tutto »

Thomas Fazi – “La polpetta avvelenata del Recovery Fund: un Mes all’ennesima potenza”

DI THOMAS FAZI lafionda.org Su una cosa praticamente tutti – giornalisti, commentatori, esponenti del governo (e persino alcuni dell’opposizione!), comuni cittadini – sembrano essere d’accordo: l’accordo raggiunto in sede europea sul cosiddetto Recovery Fund rappresenta una «grande vittoria» per l’Italia e un «evento storico» per l’Europa. Per capire se è veramente così, vediamo di cosa si tratta. Partiamo innanzitutto dall’aspetto strettamente finanziario. L’accordo si compone di due pezzi: il “Next Generation EU” (NGEU), ovvero i famigerati 750 miliardi che la …

Leggi tutto »

Recovery Fund, gli illusionisti cantano vittoria

DI ALESSANDRO PERRI contropiano.org Le 24 ore successive alla conclusione del Consiglio europeo hanno tolto definitivamente (o almeno così dovrebbe essere) le maschere a tutta l’arena politica italiana, gettando invece l’ennesimo “velo di Maya” sulla vera natura dell’Unione europea e sul passaggio consumato nei 5 giorni di vertice. Il risultato messo nero su bianco dalle negoziazioni sta avendo l’effetto di un sondaggione sul lavoro svolto dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte, uscito mediaticamente rafforzato dal “risultato portato a casa dall’Italia”, imprinting di …

Leggi tutto »

Da oggi in poi ci governa Berlino

DI DANTE BARONTINI contropiano.org Come sarebbe andata a finire lo si poteva capire già nella notte di domenica, quando Giusppe Conte, rivolgendosi all’olandese Mark Rutte, ha detto: “Il mio Paese ha una sua dignità. C’è un limite che non va superato”, aggiungendo il dubbio che “si voglia piegare il braccio a un Paese perché non possa usare i fondi”. In quel momento è stato inevitabile ripensare ad Alexis Tsipras, in un’altra notte di luglio, quella del 2015, che nella stessa …

Leggi tutto »

I mostri che vivono tra Bruxelles e Berlino

DI DANTE BARONTINI contropiano.org Mentre a Bruxelles si battaglia ignobilmente sul come rendere un “Mes 2.0” il Recovery Fund, teoricamente uno strumento “solidale” con cui l’Unione Europea dovrebbe affrontare la sfida della ricostruzione una volta vinta la lotta al coronavirus, un articolo tedesco – l’unico che dia questa notizia – chiarisce la natura dei rapporti interni alla “comunità europea”. Siamo tutti investiti da una collosa propaganda “europeista” che presenta come “salti di civiltà” una serie di meccanismi “tecnici” pensati per trasferire risorse …

Leggi tutto »

Varoufakis: L’Eurozona è alle prese con crisi, guerre di classe e divisioni Nord-Sud

DI YANIS VAROUFAKIS yanisvaroufakis.eu Intervista di Berliner-Verlag a Yanis Varoufakis, ex ministro delle finanze della Grecia, leader del partito MeRA25 e professore di economia all’Università di Atene, in merito all’attuale crisi dell’Eurozona. Cosa hai pensato quando l’Eurogruppo ha eletto il suo nuovo leader la scorsa settimana? Almeno questo non era il risultato desiderato da Frau Merkel? Il mio primo pensiero è stato che ha segnato la fine di ogni possibilità di armonizzare le aliquote dell’imposta societarie in tutta l’Eurozona, una questione per …

Leggi tutto »

Castelli: Pochi clienti nei ristoranti? Aiutiamo gli imprenditori a cambiare attività

ilparagone.it 19 LUGLIO 2020- Qui di seguito riportiamo la lettera sottoscritta da circa 50.000 ristoratori italiani a seguito della dichiarazione del Vice ministro Castelli di ieri 19 luglio avvenuta al tg2 C.A. VICEMINISTRO ECONOMIA E FINANZE LAURA CASTELLI “Se si sbagliano i tempi ed i modi si fa danno. Per noi il commento del viceministro al servizio mandato in onda dal TG2 è BOCCIATO. Non siamo più disposti a scusare, a capire o giustificare. Siamo diventati intolleranti a questi scivoloni …

Leggi tutto »

Il Tranquillo Ritorno Del Feudalesimo

DI JORGE GONZÁLEZ-GALLARZA theamericanconservative.com Gli oligarchi della Silicon Valley stanno inaugurando una nuova era di servitù, aiutati dalla sinistra. Pochi organi politici hanno annunciato il riallineamento in corso della nostra politica rispetto al Reddito di Base Universale. Il fatto che i suoi fautori e detrattori non riescano a concordare su cosa l’UBI (Universal Basic Income) sia destinato ad essere, è semplicemente una misura di quell’annuncio. Prendi la Spagna. Il governo di estrema sinistra del paese fu uno dei primi fan dell’UBI, e …

Leggi tutto »

Lotta di classe: come, quando e perché

DI ANDREA CAVALLERI comedonchisciotte.org In un articolo del New York Times del 2006 compariva la citazione di una frase che ha fatto epoca: C’è una lotta di classe, d’accordo, ma è la mia classe, quella dei ricchi, che sta facendo la guerra e sta vincendo. A far scalpore il fatto che a pronunciare questa frase fosse Warren Buffet, all’epoca classificato come terzo uomo più ricco del pianeta. Poiché il profeta della lotta di classe è universalmente riconosciuto in Karl Marx, …

Leggi tutto »

Mes o Recovery, comunque al guinzaglio

DI Claudio Conti – Guido Salerno Aletta contropiano.org La settimana che si apre dovrebbe essere quella decisiva per quanto riguarda la strategia europea per il post-pandemia (ammesso e non concesso che ci si trovi in un “post” anziché in una pausa stagionale). Gli iniziali atteggiamenti ritardatari dei “paesi frugali” (“l’importante è fare bene”) sono stati improvvisamente accantonati su indicazione della cancelliera Angela Merkel, per sei mesi presidente di turno di tutta l’Unione Europea, che intende sfruttare anche questa occasione – …

Leggi tutto »

Cassa Depositi Prestiti e Aspi: “questa non è una nazionalizzazione”

di ALESSANDRO  PERRI contropiano.org In un suo celebre quadro, il pittore surrealista belga René Magritte dipingeva una pipa con una sottointestazione che recitava “questa non è una pipa”, giocando sull’illusione provocata dalla relazione linguaggio-immagine di avere a che fare con l’oggetto pipa, quando in realtà si trattava solo di una rappresentazione, per definizione non “vera” (non si può fumare il quadro) della pipa stessa. Analogamente si potrebbe titolare, come facciamo, sulla vicenda Stato-Autostrade-Benetton. Partiamo dalla fine: Cassa depositi e prestiti (Cdp) non …

Leggi tutto »

Covid e Usura: Imprenditori nella morsa degli usurai

DI CLARA STATELLO A causa delle difficoltà economiche causate dal lockdown, commercianti, artigiani e persino famiglie sono costretti a rivolgersi agli usurai. Le associazioni lanciano l’allarme:”imprenditori costretti a cedere l’attività agli strozzini e lavorare per ripagare il debito, una nuova schiavitù”. La mancanza di liquidità, l’esclusione dall’accesso ai tradizionali canali di credito costituiscono una difficoltà per imprese e famiglie, uscite a pezzi dall’emergenza sanitaria. Ne approfittano gli usurai che spesso si presentano alle loro vittime con un volto amichevole per …

Leggi tutto »

ATLANTIA +26%: Il mercato celebra i Benetton e smonta la narrazione di Conte

DI  PAOLO ANNONI ilsussidiario.net Atlantia ieri ha chiuso in Borsa con un rialzo del 26,6%. Il mercato ha capito che l’accordo non è una vittoria del Governo come dice Conte Ieri Atlantia ha chiuso la giornata in Borsa con un rialzo del 26%. Una performance che non sembra coerente con una “vittoria del Governo“. La ragione della performance è più o meno questa: il Governo non revoca la concessione e Atlantia accetta la proposta che sembra ricalcare le bozze di accordo che la stessa società …

Leggi tutto »