navigazione Categoria

Economia

Articoli e notizie di carattere economico locale e internazionale

La riforma fiscale del Governo Draghi: cambiare poco per cambiare male

Di ConiareRivolta.org Da mesi ormai si parla con toni da grande attesa dell’imminente riforma fiscale studiata dal governo Draghi. Nel suo discorso programmatico in Senato del 17 febbraio scorso, Mario Draghi spese parole enfatiche, ma assai vaghe nei contenuti, per annunciare le intenzioni di intervenire in modo energico sul fisco: “in questa prospettiva” affermava Draghi, “va studiata una revisione profonda dell’Irpef con il duplice obiettivo di semplificare e razionalizzare la struttura del…

Privatizzazione dei servizi, un furto senza destrezza

Di Carlo Clericetti, MicroMega Il provvedimento sulla concorrenza è pessimo quanto ci si poteva aspettare. Disegna un settore pubblico a cui è praticamente vietato gestire qualsiasi cosa, anche i monopoli naturali. Il suo compito deve essere esclusivamente quello di stabilire le regole e controllare: poco importa che l’esperienza abbia dimostrato chiaramente che questo surrogato del mercato non ha funzionato quasi mai, è costoso e può portare a disastri come quello del Ponte Morandi. E quando…

Il PATTO di STABILITA’: follia economica e delinquenza politica per sottomettere il popolo sovrano

Di Megas Alexandros (alias Fabio Bonciani), ComeDonChisciotte.org Pochi settimane fa a conclusione  della riunione del Consiglio Ecofin e dell’Eurogruppo, il ministro delle Finanze austriaco Blumel (guardandosi bene dal nominare l’Italia), ha dichiarato all’agenzia Bloomberg (1) che “la strada è una sola, quella di ridurre il rapporto debito/PIL soprattutto per i Paesi con livelli elevati di questo rapporto che, altrimenti, rischiano di trovarsi in difficoltà di fronte al mercato che potrebbe…

Una comunità unita contro le avversità: il nostro futuro da costruire

Viviamo in una realtà che è sempre più sistemica e complessa e per poter comprenderla a fondo, per capire cosa sta effettivamente succedendo, quali sono i “veri” problemi, le forze che stanno agendo per cambiare l’attuale assetto della nostra società, abbiamo bisogno di cambiare il nostro modo di pensare. Dobbiamo adottare un diverso approccio cognitivo, che sia più adatto a comprendere la difficile realtà che ci circonda e a risolvere la complessità dei problemi e delle crisi che ci…

La BCE non può più permettersi di non garantire il nostro debito pubblico

Quanto avvenuto nelle ultime settimane, in merito al rialzo dello spread e al suo immeditato salto all’indietro, conferma ancora una volta, se mai qualcuno avesse ancora dei dubbi, che la BCE non ha alternative rispetto al garantire ogni emissione di debito degli stati membri. Questo, se ancora vuol far rimanere in vita la sua creatura, ovvero la moneta EURO. Sono anni che lo dico e che lo scrivo, anche in altri blog – e un mio articolo sull’argomento in questione, uscito su “Come Don…

Riflessione di un folle: il Great Reset è verità

Gli “Dei” della scienza economica non contemplano la deflazione salariale infinità, senza che essa porti il popolo alla schiavitù. di Megas Alexandros (alias Fabio Bonciani)….. dalle riflessioni di un folle!!! Ci sono dei momenti della vita di un uomo e della storia dell’umanità, quando tutto sembra perso e non si riesce a capire dove sia la strada maestra, dei momenti in cui comprendere ed orientarsi nei labirinti delle falsità alla ricerca di quella che è l’unica verità sembra impossibile,…

Si scrive “Riforme”, si legge “tagli”

Di Coniarerivolta.org Anche stavolta, il tempo poteva essere galantuomo, ma non lo è stato. Mentre assistiamo ad un decisivo cambio di passo nel percorso di riforme in chiave neoliberista, le ultime notizie sul fronte dell’entità del sostegno pubblico all’economia non lasciano particolari dubbi su quale sarà l’atteggiamento dell’esecutivo Draghi in tema di politiche di bilancio per i prossimi anni. Come nostro solito, procediamo per gradi e cerchiamo di comprendere cosa sta accadendo in questi…

G20 (in Italia), Biden dichiara la fine della globalizzazione?

Di Megas Alexandros (alias Fabio Bonciani) Nessuno è saltato sulla sedia, eppure questa parte delle dichiarazioni di Joe Biden nella conferenza stampa a chiusura del G20, avrà messo in seria agitazione tutti quei poteri, sia europei che d’oltreoceano, che hanno fatto e tutt’ora stanno facendo, della globalizzazione infarcita delle devastanti (per i popoli) teorie economiche neoliberal il loro “mantra” assoluto ed irrinunciabile. Eccolo il pezzo della conferenza stampa, riportato da Ansa.it…

Riforma UE: scontro tra capitali nazionali e ripresa degli avanzi primari

Di Domenico Moro/L'ordinenuovo.it A seguito della pandemia sono state sospese le regole europee del Patto di stabilità e crescita che impongono il limite superiore del deficit al 3% sul Pil e quello del debito al 60% del Pil, per permettere agli Stati di far fronte alla crisi più grave dalla fine della Seconda guerra mondiale. Di conseguenza il deficit e soprattutto il debito dei Paesi europei sono aumentati notevolmente. In particolare, il debito pubblico è arrivato nella zona euro a una…

Globalizzazione e conflitti di interesse

di UDN, comedonchisciotte.org Questo articolo intende affrontare la delicata situazione legata alle misure poste in essere per affrontare la pandemia da un punto di vista politico (prima ancora che economico) e non sanitario. Nel capitolo non del suo nuovo libro, “La lotta di classe nel XXI secolo”, l’economista Lidia Undiemi affronta il tema della globalizzazione. In questo capitolo l’autrice constata come l’espansione su larga scala delle multinazionali  non sia stata controbilanciata…

COSA SIGNIFICA DEMOCRAZIA

di UDN, comedonchisciotte.org La nostra Costituzione ci offre una grande lezione. L’Italia era appena uscita dalla guerra e al suo interno, ferite e lacerate, coesistevano diverse anime: quella cattolica, quella comunista, quella socialista, quella liberale… Il testimone politico, la carta costituzionale, che esce dal lungo e talvolta faticoso dialogo tra queste diverse forze, appare come una grande sfida di compromesso. Ad esempio la proprietà privata è tutelata (secondo l’orientamento…

Lo schema delle monete da trilioni di dollari, spiegato dal tizio che l’ha inventato

di Dylan Matthews vox.com Lodiamo ora Beowulf, forse il commentatore di blog più influente di tutti i tempi. Martedì, il segretario al Tesoro degli Stati Uniti, Janet Yellen, lo ha finalmente detto: non ha intenzione di coniare una moneta di platino del valore di 1 trilione di dollari per pagare le spese del governo degli Stati Uniti. Se non hai familiarità con l’idea della moneta di platino, o l’hashtag #MintTheCoin, o con il piccolo esercito di Coinistas che sono…

Effetto Draghi: le molte facce dell’austerità

coniarerivolta.org Sta aleggiando in Italia la visione secondo cui il premier Mario Draghi, godendo di ampio credito politico internazionale, potrebbe fare “Whatever he wants” in materia di conti pubblici, e stia permettendo all’Italia di rinunciare all’austerità e attuare politiche di bilancio espansive. Sebbene le previsioni sui disavanzi pubblici italiani, riportati del Documento di Economia e Finanza 2021 (DEF 2021) e nella sua nota di aggiornamento (NADEF 2021), sarebbero i più alti a…

“DEBITO PUBBLICO” e “DEBITO PRIVATO”…. di chi è la colpa delle crisi economiche???

di Megas Alexandros (alias Fabio Bonciani) ComeDonChisciotte.org Se comprendiamo il corretto funzionamento della moneta moderna e dei sistemi monetari, capiremo facilmente che i “debiti sovrani”, mai e poi mai potranno essere l’origine di una crisi economica. Al contrario, il vero problema, sono e saranno sempre i “debiti del settore privato" Quante volte, dalla ormai famosa crisi dei sub-prime del 2008, avete sentito politici e stampa addebitare ogni responsabilità in merito, alla…

Il lockdown per il capitalismo globale era necessario

di Giovanni Zibordi Stando a ciò che affermano gli amministratori delegati delle aziende, e non solo di Microsoft, Google, Facebook, Amazon o Pfizer, ma anche di quelle europee di tutti i settori e di quelle italiane, il lockdown ha avuto effetti positivi per l’economia capitalista globale. I motivi sono almeno cinque. I) La gente ha continuato a lavorare e ha solo smesso di svagarsi, divertirsi e rilassarsi, in vacanza o fuori di casa, nel weekend o alla sera. Se si lavora e si produce,…

Il miele amaro dell’APE: quando andremo in pensione?

coniarerivolta.org Mancano solo tre mesi al 31 dicembre, eppure il Governo ancora non ha stabilito quale sarà il destino dei pensionati italiani dal 2022, ovvero quando la breve parentesi triennale di quota 100 andrà ad estinguersi. Le decine di ipotesi vagliate nei mesi scorsi per porre un argine al cosiddetto 'scalone Fornero' sono state via via accantonate ed altre sono emerse nel dibattito. Ricordiamo che con quota 100 è stato possibile, dal 2019 al 2021, accedere alla pensione con…

Draghi si presenta agli industriali con la sua vecchia ricetta: svalutazione interna

di Musso atlanticoquotidiano.it Draghi ha fatto un gran discorso all’assemblea di Confindustria, giovedì (23 Settembre 2021, ndr). La prima grande novità è che egli vede l’inflazione: l’aumento dei prezzi e la difficoltà nelle forniture in alcuni settori. L’economia globale attraversa una fase di aumento dei prezzi, che riguarda anche i prodotti alimentari, i noli e tocca tutte le fasi del processo produttivo. Non sappiamo ancora se questa ripresa dell’inflazione sia temporanea o…

PNRR: a quali condizioni? (Parte II)

Abbiamo provato a delineare quali sono alcune delle principali condizioni che l’Italia si è impegnata a soddisfare per avere accesso ai fondi del Recovery Fund. Ci eravamo però lasciati senza finire il discorso, che purtroppo ha ulteriori aspetti dirompenti e preoccupanti. Per il profitto privato, il PNRR è anche un’occasione d’oro per consumare qualche vendetta, come quella sul referendum per l’acqua pubblica del 2011, quando 26 milioni di italiani sancirono la natura pubblica di questo bene…

Warren Mosler: tre giorni a Roma pieni d’incontri e di speranze

“Quanto abbiamo fatto è consistito nel destrutturare le teorie neoliberiste semplicemente spiegando come funzionano le economie moderne. È questa l'essenza della MMT, ripristinare la verità”. Così Warren Mosler ha spiegato le ragioni del suo percorso nel divulgare la Teoria della Moneta Moderna (Modern Money Theory) e il senso degli incontri pubblici e istituzionali che lo hanno visto protagonista durante i giorni 18-19-20 settembre 2021 a Roma.

Roma: i rifiuti puzzano di austerità (Parte II)

Di ConiareRivolta.org (a questo link è disponibile un pdf scaricabile che contiene l’intero contributo) Il trattamento e lo smaltimento dei rifiuti: il problema degli impianti Come dicevamo nella prima parte di questo contributo, la fase della raccolta è cruciale nel determinare l’impatto ambientale e sulla salute pubblica della gestione dei rifiuti urbani. Un potenziamento radicale della raccolta differenziata, con lo stanziamento di tutte le risorse che servono, in barba ai vincoli che…

PNRR: a quali condizioni? (Parte I)

Il cosiddetto Recovery Fund, noto anche come Next Generation EU, attribuisce all’Italia 191 miliardi di euro che saranno trasferiti al Paese tra il 2021 e il 2026, suddivisi in 69 miliardi di euro a fondo perduto e 122 miliardi di euro di prestiti, da rimborsare alle istituzioni europee. Queste risorse vanno a finanziare gli interventi raccolti nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR). In un mondo dominato dal denaro si sente spesso dire che seguendo i soldi – focalizzando…

Ormai è “DITTATURA”, ma c’è chi la chiama “INFLAZIONE”

Di Megas Alexandros (alias Fabio Bonciani) Faccio subito una premessa: astenersi da commenti tecnici sul tema energetico, l’articolo non ha l’intento ne di spiegare ne di promuovere alcuno degli svariati sistemi con cui si può produrre energia. E’ notizia freschissima, annunciata dal ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani, che il prossimo trimestre le bollette elettriche aumenteranno del 40%. “Lo scorso trimestre la bolletta elettrica è aumentata del 20%, il prossimo…

La MMT a convegno, l’economista Mosler: “Così sarà Italexit”

Riceviamo e pubblichiamo da MMT Italia: In tanti, in questi ultimi anni, si sono impegnati a spiegare le ragioni per le quali sarebbe opportuno e necessario che l’Italia esca dall’Unione Europea e dall’euro; pochissimi, tuttavia, hanno posto il tema di COME farlo, giungendo a proposte deboli, incerte e contraddittorie. MMT ITALIA, oltre ad aver espresso con grande chiarezza fin dall’inizio le ragioni per le quali l’abbandono dell’Unione Europea e dell’euro rappresenta sempre più un’urgenza…

AFLOCKALYPSE

Di Andrea Cecchi Il titolo di questa newsletter è una parola inventata che ho letto su un commento ad un articolo su Zerohedge dove si cercava di mettere in guardia i lettori circa il manifestarsi di uno o più eventi catastrofici improvvisi, che in gergo economico si chiamano “cigno nero”. L’espressione, coniata dal matematico libanese Nassim Nicholas Taleb, si basa sull’antica concezione che i cigni neri non potessero esistere e quindi, vederne uno è da considerarsi un qualcosa di…

Roma: i rifiuti puzzano di austerità (Parte I)

Di Coniarerivolta.org  I rifiuti a Roma: un incubo ricorrente e maleodorante Ci risiamo. Come tutti gli anni, anche questa estate Roma si è trasformata in una discarica a cielo aperto, specialmente nei quartieri più periferici e popolari. La sacrosanta rabbia degli abitanti è sfociata in numerose forme di protesta, dalle manifestazioni del Quadraro, alle azioni di protesta di Casal Bruciato, dalla manifestazione davanti al Ministero per la Transizione Ecologica ai cassonetti…

Criptovalute, quando il “DIAVOLO” ti lastrica di marmo le strade per l’inferno

Di Megas Alexandros (alias Fabio Bonciani), ComeDonChisciotte.org Vivendo in due paesi contemporaneamente, Italia e Grecia, le possibilità di incrociare le “strade del diavolo”, matematicamente si moltiplicano, stante la sua attuale e forte presenza nel mondo occidentale, dove pare aver messo piede stabile come mai in passato. Veniamo subito al dunque!!! stiamo lavorando con alcuni collaboratori di ComeDonChishiotte.org, nel cercare di sviscerare più a fondo possibile la “folle” materia…

La paura dell’inflazione: da sempre usata per imporre le politiche economiche a vantaggio dell’èlite

Di Megas Alexandros(alias Fabio Bonciani) Togliamoci subito ogni dubbio, sono oltre due decadi che non passa giorno, senza che qualcuno ci prospetti la paura dell’inflazione, ma dell’inflazione non ve n’è traccia. Nel folle gioco statistico delle previsioni quotidiane, arriverà il giorno che qualche fortunato “coglione”, si fregerà del Nobel, solo per essere stato colui che l’ha prevista il giorno prima. A parte gli scherzi, basterebbe rendersi conto del fatto, di come da oltre due…

La sofferenza (altrui) è la virtù degli sfruttatori

Da ConiareRivolta.org Un tema che sta particolarmente a cuore alle classi dominanti di ogni epoca è quello della sofferenza. Per i poveri, s’intende. Dopo un incessante e continuo lavorio del Governo Draghi su varie tematiche (vedasi, tra le altre, alla voce sblocco dei licenziamenti), sembra ora essere diventato fertile il terreno per uno dei prossimi passi: il progressivo abbattimento del reddito di cittadinanza. E chi poteva incaricarsi di aprire le danze, se non uno dei massimi alfieri…

La ricerca secondo il PNRR: poca, precaria e funzionale alle imprese

Di ConiareRivolta.org Uno dei temi su cui il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) pone maggiormente l’enfasi è quello della ricerca, considerata un volano “per lo sviluppo di una economia ad alta intensità di conoscenza, di competitività e di resilienza” (p. 171). Belle parole, che tuttavia, ad un’accorta disamina del PNRR, nonché ad una critica considerazione del perimetro entro cui gli interventi si svilupperanno, nascondono delle pericolose insidie. Tanto per cominciare, il…

Il futuro negato a MPS fra “rebus” marchio e rischio esuberi

Teleborsa.it La vendita di Montepaschi non è una change. Lo ha affermato a chiare note il Ministro Franco, che questa settimana si è presentato in audizione in Parlamento sul caso Siena. Una affermazione che trova fondamento nel fatto che il Tesoro, azionista di MPS con il 64% del capitale, è costretto a cedere la partecipazione entro la fine di quest'anno, in base agli accordi presi con la Commissione europea e con la BCE. Una conferma dell'ineluttabilità della vendita è arrivata anche…