Ultimi articoli

Analnatrac… la magia che fa cadere le Stelle in Europa

DI ALESSANDRO GUARDAMAGNA comedonchisciotte.org Da quanto è diventato forza di governo il MoVimento ha inevitabilmente dovuto accettare alcuni compromessi, come era inevitabile. Se vuoi avere un alleato, in politica come in guerra, che per Clausewitz della prima era la naturale continuazione, quello si sacrifica per te solo nella misura in cui tu ti sacrifichi per lui. E’ un gioco che entrambi devono rispettare, per cui niente da eccepire se Di Maio apparentemente incespica difendendo alcune posizioni scomode di Salvini. Negli …

Leggi tutto »

Un egemone sotto scacco

DMITRY ORLOV cluborlov.blogspot.com Secondo l’opinione di molti commentatori, in ogni caso intelligenti e ben informati, una guerra tra Stati Uniti e Iran potrebbe scoppiare in qualsiasi momento. Le loro prove a favore di questa teoria consistono in alcune portaerei americane che si suppone siano in rotta verso il Golfo Persico, zona di mare che l’Iran ha minacciato di bloccare in caso di attacco. Per arrivare ad un risultato del genere, l’Iran non dovrebbe comunque fare nessuna azione cinetica; sarebbe sufficiente …

Leggi tutto »

Non è abbastanza, ma la strada è quella giusta. (La ”ProteggiAnimali” Del M5S)

DI ANDREA SCANZI facebook.com Ho sempre detto che le tre figure governative che più hanno la mia stima – in mezzo a tanti altri che ne hanno poca o nulla, e in mezzo a un governo che alterna buone cose a sterco vero – sono Conte, Costa e Bonafede. Del secondo si parla poco, eppure Luca Mercalli – uno dei tanti “scomparsi” dalla Rai durante il democraticissimo Pd renziano – ha detto che Costa è il miglior ministro dell’ambiente che …

Leggi tutto »

Un grosso colpo per Huawei: anche le aziende straniere che producono tecnologia stanno valutando la sospensione della partnership commerciale

MARKO MARJANOVIC checkpointasia.net I fornitori di Huawei in Giappone, Corea del Sud, Taiwan (ROC) e Gran Bretagna stanno valutando la possibilità continuare a mantenere rapporti commerciali con Huawei, mentre alcuni hanno già dichiarato che sospenderanno la collaborazione commerciale. Il problema è che queste società non americane usano comunque componenti basati su tecnologie americane e, se continuassero i rapporti commerciali [con Huawei], verrebbero sanzionate dagli stessi Stati Uniti. È lo stesso motivo per cui l’azienda russa Sukhoi non ha venduto gli …

Leggi tutto »

I Gilet Gialli di Francia: sei mesi di lotta

DI RICHARD GREEMAN counterpunch.org Vi scrivo da Montpellier, in Francia, dove sono un osservatore-partecipante nel movimento dei Gilet Gialli, che dopo sei mesista ancora andando a gonfie vele, nonostante la mancanza di informazioni nei media internazionali. Ma perché dovreste prendervi il tempo per saperne di più sui Gilet Gialli? La risposta è che la Francia ha rappresentato per oltre due secoli il modello classico per l’innovazione sociale, e questo movimento sociale unico e originale ha un enorme significato internazionale. I Gilet …

Leggi tutto »

Michel Onfray: “La teoria di genere prepara il transumano, obiettivo finale del capitalismo”

DI SAMUEL PRUVOT E HUGUES LEFEBRE famillechretienne.fr Il saggista e filosofo Michel Onfray dà alle stampe un libro nel quale costruisce una teoria della dittatura appoggiandosi all’opera di George Orwell. In questo libro afferma che noi siamo entrati In un tipo di società totalitaria che distrugge la libertà, abolisce la verità e nega anche la natura. Lei non esagera sostenendo che la Francia del 2019 assomiglia alla società di “1984” di Orwell? Certamente no. E credo anche che il fatto …

Leggi tutto »

Dal Medio Oriente all’Irlanda del Nord, gli stati occidentali sono fin troppo felici di scampare alle accuse di crimini di guerra

  ROBERT FISK independent.co.uk Quand’è che un crimine di guerra non è un crimine di guerra? Quando è stato commesso da noi, ovviamente. Ma questo truismo sta assumendo oggi un significato nuovo e sinistro, e non solo perché Trump e i suoi scagnozzi potrebbero pianificare un’altra serie di atrocità in Medio Oriente. Perché ora si avverte un pericoloso slittamento, che rende gli stati occidentali più che mai pronti ad incoraggiare i crimini di guerra contro l’umanità, ad accettarli, approvarli e …

Leggi tutto »

Rand Corp: come abbattere la Russia

DI MANLIO DINUCCI ilmanifesto.it Il piano elaborato dal più influente think tank Usa- Costringere l’avversario a estendersi eccessivamente per sbilanciarlo e abbatterlo: non è una mossa di judo ma il piano contro la Russia elaborato dalla Rand Corporation, il più influente think tank Usa che, con uno staff di migliaia di esperti, si presenta come la più affidabile fonte mondiale di intelligence e analisi politica per i governanti degli Stati uniti e i loro alleati. La Rand Corp. si vanta …

Leggi tutto »

Mansueti, guerrieri o maneggioni?

DI CARLO BERTANI carlobertani.blogspot.com E ci guardano pure. Dai loro manifesti elettorali, ci scrutano, ci osservano: speranzosi, languidi, concilianti, battaglieri, consolatori, fidanti, consueti, suadenti e complici, integerrimi e scontrosi…ce n’è per tutte le razze e le solfe…hanno dedicato tempo e soldi per quelle immagini…no, così, un po’ più a destra…il ciuffo…la piega sulla giacca… E finiamo per crederci, che quelle immagini rappresentino il succo dell’ideologia, la sterzata fra il desueto, il coraggio fra la contiguità…e ci scanniamo pure. Poi, per …

Leggi tutto »

Dopo la martellata di Google una “paralizzata” Huawei accelera lo sviluppo di un proprio sistema operativo

  TYLER DURDEN zerohedge.com Lunedì, Pechino si è trovata di fronte ad una nuova, e molto più terribile, realtà nella guerra commerciale nei confronti della sua maggiore azienda di telecomunicazioni: Google, che nel 2005 aveva acquistato Android,  il software più popolare al mondo per la telefonia mobile, ha annunciato che avrebbe cessato di fornire a Huawei il sistema operativo Android, in rispetto ad un divieto proveniente del governo degli Stati Uniti. Parlando al Financial Times, Tim Watkins, capo di Huawei …

Leggi tutto »

La mia Africa è di popoli liberi

DI MASSIMO FINI ilfattoquotidiano.it Domenica ho partecipato a Erbusco (Brescia) a un convegno organizzato da una piccola associazione culturale, Sirio B, intitolato “Alle radici dell’ospitalità”, spalmato su quattro giornate. Il tema che mi era stato affidato riguardava l’identità, “il diritto dei popoli a filarsi da sé la propria storia” come io declino il principio all’autodeterminazione sancito a Helsinki nel 1975 da quasi tutti gli Stati del mondo e regolarmente violato negli ultimi decenni. Ho riassunto nel modo più sintetico possibile …

Leggi tutto »

La trasparenza è una cosa utile

DI ANDREA ZHOK facebook.com La trasparenza è una cosa utile. Ad esempio, ci permette di vedere chi sono i finanziatori del progetto politico di +Europa. Ci troviamo Sindona jr, figlio di Michele (il banchiere della P2), Lupo Rattazzi (nipote di Gianni Agnelli), l’ex direttrice generale della DG Salute e Consumatori (Sanco) Paola Testori Coggi, la compagna dell’imprenditore farmaceutico Dompé (ex fotomodella svedese), per arrivare poi ai carichi pesanti come George Soros, Guido Maria Brera (amministratore del gruppo di private banking …

Leggi tutto »

Monsanto/Bayer colpita da un’altra decisione di giuria che conferma Roundup (glifosato) come causa del cancro di un uomo

DI ISABELLE Z. pollution.news 9.000 ulteriori cause legali sono pendenti, potrebbero mandare in bancarotta la Bayer Per la seconda volta in un anno, una giuria ha deciso che il famoso erbicida al glifosato, Roundup, ha causato il cancro di un uomo. La vittoria potrebbe ispirare una marea di cause simili, in aggiunta alle migliaia che Monsanto, il produttore di Roundup, sta già affrontando, e il nuovo proprietario dell’azienda, Bayer, potrebbe ritrovarsi ad andare in fallimento. Mercoledì [20 marzo], il prezzo …

Leggi tutto »

La geografia della noosfera

  ANATOLY KARLIN unz.com Dalla fine dell’era malthusiana, la crescita tecnologica su base scientifica è stata la fonte di quasi tutta la crescita economica a lungo termine. Tuttavia, sappiamo anche che non si è sviluppata in modo uniforme in tutte aree geografiche. Ad esempio, Charles Murray in Human Accomplishment ha dimostrato che la stragrande maggioranza delle figure “eminenti” nella scienza e nelle arti proveniva dall’Europa, in particolare dal suo “nucleo” centrale. Le aree che, secoli fa, erano state caratterizzate da …

Leggi tutto »

Lo spread, il bluff dei bari che nessuno va a vedere (Una demistificazione)

DI MARIO MONFORTE E rieccoci con lo spread!  Su tutti i media (tv e stampa) ancora (ri-)rimbomba l’aumento dello spread delle obbligazioni statali italiane. (Si tratta del differenziale di tasso di rendimento, ossia degli interessi da versare, dei titoli di Stato italici in vendita rispetto al tasso dei titoli tedeschi, e l’aumento del differenziale significa che crescono gli interessi. Una prima domanda: perché il referente dei titoli tedeschi? E non quelli, che so, o Usa o russi o giapponesi, etc.? …

Leggi tutto »

L’Impero Anglo-Sionista: una iperpotenza microcefala senza nessuna credibilità

  THE SAKER thesaker.is La scorsa settimana ha visto quella che dovrebbe essere una iperpotenza minacciare, a causa delle sue imbarazzanti sconfitte, non solo il Venezuela, che aveva mandato all’aria i tentativi di golpe di Zio Shmuel, ma anche tutta una serie di altri paesi, tra cui Cuba, Russia, Cina e Iran. È uno spettacolo piuttosto patetico e, francamente,  ai limiti del comico. A Zio Shmuel, chiaramente, non è piaciuto essere diventato lo zimbello del pianeta. E, come fa sempre, …

Leggi tutto »

Le finte “destabilizzazioni” che passano da gilet gialli e M5s

DI MAURO BOTTARELLI ilsussidiario.net I gilet gialli sono serviti alla fine ad aiutare Macron. E anche in Italia le forze anti-sistema sembrano poi finire per sorreggerlo Quale piazza farà più rumore oggi? Quella di Milano, dove il ministro Salvini ha chiamato a raccolta i militanti per la chiusura pubblica della campagna elettorale in vista delle europee o quella di Parigi, simbolo di ogni città francese che scenderà in strada per il 27mo sabato di protesta contro il Governo? Non è …

Leggi tutto »

I 3 scenari della guerra commerciale tra Cina e Stati Uniti

DI TYLER DURDEN  zerohedge.com Per una volta, la predizione del giovedì di Goldman Sachs, secondo cui gli Stati Uniti a mezzanotte avrebbero aumentato le tariffe, si è rivelata corretta. Ora che in gioco ci sono tariffe più alte, viene naturale chiedersi: cosa succederà poi? Per rispondere a questa domanda, Bank of America delinea tre scenari per aiutare i propri clienti a districarsi. Come scrive Ethan Harris, capo economista di BofA, concordando con la visione rialzista di Goldman, il risultato più probabile …

Leggi tutto »

Dobbiamo avere il coraggio di dire che il capitalismo è morto – prima che ci porti tutti all’inferno

DI GEORGE MONBIOT TheGuardian.com Il sistema economico è incompatibile con la sopravvivenza della vita sulla Terra. È ora di cercarne un altro. Per gran parte della mia vita ho detto che non mi piaceva il  “capitalismo delle corporation”, il  “capitalismo dei consumi” o il “capitalismo corrotto” e ci ho messo parecchio prima di comprendere che il problema non era l’aggettivo ma il sostantivo. Così mentre tanti si sono affrettati a rigettare subito e con gioia il capitalismo, io l’ho fatto con …

Leggi tutto »

United States of America, 202… La guerra civile che viene

DI SANDRO MOISO carmillaonline.com Quando i rappresentanti dei vertici economico-finanziari e dei media mainstream iniziano a starnazzare sul pericolo di rivolte e di rimessa in discussione dei principali assunti dell’attuale modo di produzione è il momento di alzare le antenne e aprire bene le orecchie. Recentemente, con riferimento alle élite che non sono disposte ad apportare cambiamenti radicali all’economia statunitense, Anand Giridharadas, editor-at-large della rivista Time e autore del libro Winners Take All, ha affermato “queste persone, sinceramente, stanno chiedendo, supplicando di essere detronizzate e devono …

Leggi tutto »

Cosa si nasconde dietro alle richieste greche di risarcimenti per la Seconda Guerra Mondiale?

DI ALEXIS PAPAZOGLOU newrepublic.com Le discussioni sui nazisti potrebbero distrarre da una questione ben più importante: le attuali tensioni all’interno della UE. In Aprile il parlamento greco ha votato per tentare di rivendicare pesanti risarcimenti dalla Germania a seguito dei danni subiti durante la Prima e la Seconda Guerra Mondiale. Non è la prima volta che la Grecia vaglia l’idea, diventata improvvisamente popolare durante la crisi finanziaria. E’ dal 2012 che i capi di governo greci assegnano a gruppi di lavoro …

Leggi tutto »

La crociata di Massimo Fini contro il calcio moderno “Basta Var, donne allo stadio e telecronisti esagitati”

DI ANDREA FIORAVANTI linkiesta.it Il giornalista autore di “Storia reazionaria del calcio” (Marsilio Editori): “Lo spezzatino delle tv ha rovinato la ritualità del calcio. Ho visto giocare Berlusconi a 19 anni: era alto un soldo di cacio ma pretendeva di fare il centravanti e non passava mai la palla” Nel mondo ipertecnologico e politicamente corretto di oggi essere reazionario e scomodo è l’unica forma di rivoluzione. E Massimo Fini, il giornalista più controcorrente d’Italia, è abitutato a sedersi nel posto …

Leggi tutto »

Italia terrorizzata dal debito, gli altri spendono e corrono. Le lezioni di USA e Cina

DI PAOLO BECCHI E GIOVANNI ZIBORDI liberoquotidiano.it In Italia si discute, si polemizza, si fanno drammi o ci si esalta per gli zero virgola, per le briciole, per 700 euro al mese che vanno, forse, a mezzo milione di persone su 40 milioni di adulti. Poi alla fine si scopre che invece che a 4 milioni di persone il cosiddetto reddito di cittadinanza andrà forse a 0,5 milioni di persone e costerà 5 o 6 miliardi di euro, cioè lo …

Leggi tutto »

Poroshenko esce, Zelenskij entra. Cambieranno le cose in Ucraina?

DI TOM LUONGO strategic-culture.org Il danno incalcolabile che è stato arrecato al territorio per cinici obiettivi geopolitici non potrà mai essere annullato, ma potrà arrestarsi. Con l’arte che emula la vita, le elezioni presidenziali in Ucraina si sono concluse con Volodymyr Zelenskij che ha acquisito una grande maggioranza, rispetto a Petro Poroshenko in carica. Quindi, andiamo dritti al punto. Questo cambierà qualcosa? L’Occidente ha versato un sacco di soldi e tempo per [la causa] Poroshenko. Era ovvio, mesi fa, che …

Leggi tutto »

Chiesa e Stato? Dare a Cesare è l’unica garanzia di legalità

DI CARLO NORDIO ilmessaggero.it Quando, alcuni mesi fa, scrivemmo su queste pagine che l’iniziativa di alcuni sindaci di violare le leggi in materia di immigrazione costituiva un pericoloso precedente per la certezza del diritto e per la stessa credibilità dello Stato, mai avremmo immaginato di ricevere una così stupefacente e dolorosa conferma in termini assai più gravi e con conseguenze ben più laceranti. Perché il gesto del Cardinale Krajewski è così nuovo e inatteso da lasciare quasi senza parole. Tuttavia, …

Leggi tutto »

La politica USA in Venezuela è dettata da OGM e RoundUp

DI WHITNEY WEBB Mintpressnews.com Il governo parallelo di Juan Guaidó sta tentando di prendere il potere in Venezuela con l’appoggio USA, ma chi paga e spinge fortemente gli Stati Uniti in Venezuela ha dei legami molto stretti con la Monsanto e con l’azionariato della Bayer. Mentre la crisi politica in Venezuela continua a galoppare, molto è stato detto sull’interesse manifestato dall’amministrazione Trump per la privatizzazione e lo sfruttamento delle riserve petrolifere venezuelane, le più grandi del mondo, da parte dei …

Leggi tutto »

Cittadinanza russa, l’Ucraina e un solo popolo

DI ANTON KANEVSKIY fondsk.ru Nuove prospettive  Lo scambio di repliche a distanza tra il Presidente eletto dell’Ucraina V. Zelenskij e l’attuale Presidente della Russia V. Putin si è concluso con la vittoria senza condizioni di quest’ultimo. Il Presidente russo ha osservato: “Ho detto molte volte che Ucraini e Russi sono popoli fraterni e anche molto di più. In realtà, credo che questo sia un solo popolo… e se avremo la cittadinanza comune, sia Russi che Ucraini ne beneficeranno”. Le parole di …

Leggi tutto »

Governo Lega-5Stelle 2.0

DI CARLO BERTANI carlobertani.blogspot.com Certamente, Salvini dopo l’uno/due della faccenda Siri e dell’autorizzazione allo sbarco autorizzata da Conte (con impegni già presi di mandarli in Europa), sta meditando se staccare la spina al governo oppure continuare. Il cellulare con Giorgetti sarà caldissimo, anche perché la vicenda di Siri rischia di trasformarsi – con la prosecuzione delle inchieste – e Giorgetti rischia anche lui un avviso di garanzia, perché quell’inchiesta è un filo che si sa da dove parte e non …

Leggi tutto »

Le sanzioni Usa hanno ucciso 40.000 persone in Venezuela

  FONTE: LIBREIDEE.ORG libreidee.org Potrebbe ammontare a 40.000 il numero delle persone morte in Venezuela a causa delle sanzioni imposte dagli Stati Uniti, che hanno reso più difficile per la gente comune avere accesso al cibo, ai medicinali e alle apparecchiature mediche, secondo quanto descritto da un nuovo report. Il rapporto, pubblicato dal Centre for Economic and Policy Research (Cepr), un centro studi di ispirazione progressista con sede a Washington, sostiene che queste morti sarebbero avvenute in seguito all’imposizione delle …

Leggi tutto »

“Reddito di base e 15 ore di lavoro alla settimana”, l’utopia dello storico che ha detto ai ricchi di Davos di pagare le tasse

DI CHIARA BRUSINI lfattoquotidiano.it L ‘olandese Rutger Bregman nel libro Utopia per realisti propone una ricetta per eliminare la povertà (“un investimento che si ripaga con gli interessi”), aumentare l’occupazione e il tempo libero, incentivare le persone a scegliere carriere utili invece di attività che “distruggono ricchezza”. Irrealizzabile? “Anche la fine dello schiavismo, l’emancipazione delle donne e l’avvento della previdenza sociale erano progressiste nate folli e irrazionali” Soldi gratis per tutti e (molto) più tempo libero. Perché garantire a ogni …

Leggi tutto »