Ultimi articoli

Tim, Flavio Cattaneo, Sabrina Ferilli e i 25 milioni di buonuscita

DI FRANCESCO DAMATO formiche.net Secondo voi dove sta la vera notizia della buonuscita di Flavio Cattaneo dalla Tim-ex Telecom dopo sedici mesi di prestazione come amministratore delegato, sino a quando i soci francesi non ne hanno chiesto e ottenuto la testa? Sta nei 25 milioni di euro, pari a quasi 50 miliardi delle vecchie e indimenticabili lire, decisi dall’apposito comitato dell’azienda su disposizione del Consiglio di Amministrazione? O nei 15 milioni mancanti ai 40 di cui si è scritto per …

Leggi tutto »

Il vero fine della Russia

DI JAMES RICKARDS dailyreckoning.com Putin non si è mai distratto. Il suo obiettivo non è conquistare il mondo o l’Europa: vuole avere un’egemonia regionale ed una serie di stati cuscinetto in Europa orientale ed Asia centrale che possano dare profondità strategica alla Russia. Quest’ultima si può definire come il poter resistere ad invasioni di massa grazie alla capacità di ritirarsi in una posizione centrale, facendo distendere le linee di rifornimento nemiche. È proprio questa ad aver permesso alla Russia di …

Leggi tutto »

AUGURIAMOCI LA MAFIA PERFETTA

DI PAOLO BARNARD paolobarnard.info Are you ready for a ride? Pronti a stirare il cervello? Alla celebrazione per Paolo Borsellino, di cui al precedente, ho portato due ‘Visioni’: una sul perché Borsellino e Falcone sono stati ammazzati in quel modo, e l’altra su come far sparire le mafie, e su come mettere il Vero Potere con le spalle al muro, in un colpo solo. Piuttosto controversa la seconda, vi avviso. Parto dalla conclusione del ragionamento, poi ve lo spiego. Borsellino …

Leggi tutto »

Cara Boldrini, giù le mani dalla nostra libertà. A seminare odio è lei, non noi

DI MARCELLO FOA Il Cuore Del Mondo Diciamolo francamente: “La piramide dell’odio” ovvero la Commissione “Jo Cox” su fenomeni di odio, intolleranza, xenofobia e razzismo, voluta dalla Boldrini e che ha coinvolto ben 26 persone tra deputati ed esperti a vario titolo, è un falso ideologico. O, detto più, semplicemente un’operazione di bassa e soprattutto pericolosa propaganda. Sì, pericolosa. Già il titolo è fuorviante. Le commissioni, quelle serie, espongono le proprie conclusioni alla fine di una dotta e spassionata analisi, …

Leggi tutto »

Visa darà fino a $500.000 ai ristoranti che andranno ‘100% cashless’

DI MICHAEL SNYDER theeconomiccollapseblog.com La spinta verso una società senza contanti sta diventando sempre più forte. Prima di oggi non avevo mai sentito parlare della  “Visa Cashless Challenge” ma dopo averne letto, devo dire che sono abbastanza allarmato. Visa sta cercando di “incoraggiare” le imprese ad operare senza contanti e uno dei modi per raggiungere l’obiettivo è “dare fino a 500.000 dollari a 50 ristoratori che si impegnino a diventare ‘100% cashless’”. L’industria alimentare è uno degli ultimi bastioni in …

Leggi tutto »

Fondazione – Caduta dell’Impero Galattico Americano

DI JIM QUINN theburningplatform.com “La caduta dell’impero, signori, per quanto sia una cosa dalla portata enorme, non è contrastabile con facilità. È dettata dalla una burocrazia emergente, dall’iniziativa sfuggente, dalla conservazione di prestigio, dal contenimento del desiderio di conoscenza e da un centinaio di altri fattori. Si protrae, come ho detto, da secoli, ed è un movimento troppo maestoso e imponente per arrestarsi.”– Isaac Asimov, Fondazione “Qualsiasi sciocco può dire, quando sopraggiunge, che si tratta di una crisi. Il vero …

Leggi tutto »

ZANOTELLI, ZITTO E VERGOGNATI – Prima lui poi Netanyahu

DI FULVIO GRIMALDI Mondo Cane Interrompo il mio impegno monotematico sul nuovo documentario “O la Troika, o la vita”, che mi sta tenendo lontano da blog, facebook, youtube e un sacco di amici e interlocutori, perché sopraffatto dall’indignazione rispetto al solito energumeno delle distrazioni di massa e disinformazioni imperialiste che si fa, e vien fatto, passare per modello di pacifismo e solidarietà per gli oppressi e sfruttati. Occuparsi del prete Zanotelli, quando quello che Israele sta facendo da settant’anni e …

Leggi tutto »
Mario Draghi e gli obiettivi della BCE

Rileggiti i Trattati, Mario !

DI FABIO CONDITI comedonchisciotte.org Mario Draghi ha dichiarato, nella Conferenza Stampa del 20 luglio 2017 a Francoforte : “Dobbiamo sempre ricordare che il nostro mandato non è né la crescita né l’occupazione, ma è la stabilità dei prezzi. E questo è ciò che la nostra politica monetaria è orientata a fare e questo è ciò che dobbiamo esaminare per decidere se ci stiamo muovendo nella direzione giusta“. Watch again: Draghi on changing the ECB’s mandate pic.twitter.com/S6WtKEvmwE — ECB (@ecb) July …

Leggi tutto »

Israele contro Soros: chi è il decostruttore ?

FONTE: DEDEFENSA.ORG C’è di nuovo un battibecco molto serio tra Israele e Soros, questa volta con la massima ufficialità, perché si tratta di una comunicazione del Ministero israeliano degli esteri che rettifica un comunicato dell’ambasciatore di Israele in Ungheria. Quest’ultimo, l’ambasciatore, aveva condannato una campagna ufficiale del governo ungherese contro Soros giustificata dall’azione del miliardario-attivista che sostiene la politica di immigrazione in Unione europea che l’Ungheria rifiuta. In questo senso sono stati affissi dei manifesti lungo le strade, con il …

Leggi tutto »

Nel frattempo due applausi per lo Stato Nazione

DI ROSANNA SPADINI comedonchisciotte.org Il sistema capitalistico imperialista ha dominato il mondo per almeno due secoli e mezzo, oggi si  è ulteriormente trasformato da industriale in finanziario, un  sistema molto volatile e dinamico, che si adatta continuamente rispetto all’evolversi economico in maniera camaleontica, per cambiare pelle, rafforzarsi e impedire ai nemici di colpirlo. L’imperialismo del ‘900 infatti era espressione dei conflitti esistenti tra le diverse potenze occidentali, che sfociavano in una serie di guerre altamente distruttive. Però il periodo di rivalità …

Leggi tutto »

10 Cose che Non hai mai Saputo di 1984 di Orwell

DI ANNA MATHEWS Fee.org ” 1984 ” il romanzo di George Orwell era già incredibilmente popolare quando fu pubblicato, e ancora oggi rimane incredibilmente popolare. Sono molti i divi che parlano di questo libro come uno dei loro preferiti – tra questi Stephen King, David Bowie, Mel Gibson e Kit Harrington – e  1984 è cresciuto in popolarità in questi ultimi anni. Il libro è riapparso nella classifica dei best-seller all’inizio dell’anno, dato che qualcuno si è accorto che la …

Leggi tutto »

Le Fetenzie. Mi rivolto dunque siamo

DI EMANUELA LORENZI comedonchisciotte.org Che cos’è un uomo in rivolta? È innanzitutto un uomo che dice no. Ma se rifiuta, non rinuncia: è anche un uomo che dice sì. […] Non esiste rivolta senza la sensazione di avere in se stessi in qualche modo e da qualche parte ragione. È per questo che il funzionario in rivolta dice ad un tempo sì e no. Perché afferma, assieme alla frontiera, tutto ciò che custodisce e preserva al di qua della frontiera. …

Leggi tutto »

George

DI DANILO ARONA carmillaonline.com (A George Romero, straordinario profeta dell’Apocalisse che sta per giungere.) Nell’estate del 1969 si restava in città. All’epoca reputato troppo giovane per andarmene via da solo, ma già troppo in là con l’età per accompagnare i miei in vacanza sulla riviera ligure, preferivo la città vuota alla folla di spiaggia. Si restava in città con altri propri simili e si andava al cinema, a vedersi qualsiasi cosa. Allora i cinema non chiudevano per l’estate e al …

Leggi tutto »

DESOLANTI VUOTI PNEUMATICI. WITTGENSTEIN. E ORA GOOGLE E LA TUA SCUOLA. (E NON FATE FIGLI)

DI PAOLO BARNARD paolobarnard.info Nel film Le Invasioni Barbariche (non il trash della demente Tv, parlo del film), il protagonista, un normale docente universitario morente e ricoverato, dice a un’infermiera una verità immensa, se ricordo bene la riproduco così: “La Storia si srotola a ‘sciami’ di uomini geniali, che passano, lasciano il buio, ma poi ritornano in altri sciami, purtroppo con intervalli di tempi miserabili. Ci fu il Rinascimento, poi stagnazione, ma poi l’Illuminismo, poi giù ancora, poi l’epoca romantica …

Leggi tutto »

Conto Alla Rovescia per un Violento “Regime Change” in Venezuela

FONTE: MOON OF ALABAMA Gli Stati Uniti sostengono l’opposizione di destra, che è da aprile che cerca di detronizzare con la forza il governo socialista di Maduro. Le proteste di strada sono infatti guidate da gang violente e militarizzate: Le rivolte somigliano sempre più ad una guerriglia. La polizia spara proiettili di gomma, bombole di gas lacrimogeno e talvolta proiettili veri e propri contro la folla; le orde sempre più irrequiete rispondono con fionde letali, mortai fatti in casa e bombe …

Leggi tutto »

Da privato cittadino dichiaro guerra alle felpe californiane

DI RICCARDO RUGGERI riccardoruggeri.eu Ho deciso, da privato cittadino, di dichiarare guerra al neo feudalesimo delle felpe californiane (uso il grassetto perché mi riferisco a delle persone fisiche, non ad aziende o a prodotti). Ricordo che il feudalesimo (centrato il sinonimo di Massimo Montanari “Rete vassalla”) si affermò nel IX secolo, per abbatterlo ci volle un millennio, l’Illuminismo, la Rivoluzione francese, Napoleone: solo nel 1806 fu spazzato via. Fummo liberi. Sono passati 25 anni dall’inizio dell’era digitale, quella che avrebbe …

Leggi tutto »

Per la manifestazione per la libertà di scelta vaccinale Pesaro, 8 luglio 2017

DI MRCO MAMONE CAPRIA hansruesch.net Nota Avevo preparato questo testo come traccia del mio intervento. Dato il gran numero e la varietà degli oratori – genitori, rappresentanti di associazioni, avvocati, medici, giornalisti, studiosi ecc. –, che hanno reso ancor più memorabile questa straordinaria giornata di democrazia, ho dovuto ridurre il mio contributo dal palco. Pubblico il testo completo, aggiungendo alcune note con riferimenti. Alla manifestazione si stima che abbiano partecipato oltre 40.000 cittadini, provenienti da ogni parte d’Italia e anche …

Leggi tutto »

Terrore in Europa – Perché i Terroristi possono colpirci?

DI ULSON GUNNAR Landdestroyer.blogspot L’attacco terroristico al London Bridge ha visto la ripetizione di una storia ormai familiare, nella quale ogni persona coinvolta era già nota da tempo sia alle agenzie di intelligence che di sicurezza inglesi. Il London Telegraph rivela in un articolo  “Si chiamamo Khuram Butt, Rachid Redouane e Youssef Zaghba: Tutto quel che sappiamo dei terroristi del London Bridge : Quello che era a  capo del massacro del London Bridge non si è mai preoccupato di nascondere le …

Leggi tutto »

Intervista a Harry Browne, autore di «The Frontman. Bono (Nel nome del potere)»

di  Wu Ming 1 e Alberto Prunetti http://www.wumingfoundation.com/ [E’ uscita da pochi giorni  (3.3.2014) in italia l’inchiesta di Harry Browne su filantropia, affari, fandonie e potere di Bono Vox. Quella che segue è la prima intervista italiana all’autore, in esclusiva per Giap. Le domande sono di Wu Ming 1 e Alberto Prunetti (curatori dell’edizione italiana) e dello scrittore Max Mauro. Quest’ultimo conosce bene Dublino, dove ha vissuto e fatto ricerca sulla cultura popular e le questioni di razza e classe nelle realtà urbane irlandesi. Un suo saggio su “razzializzazione” e calcio giovanile in …

Leggi tutto »

Il Russiagate è in realtà un Hillarygate?

DI PAUL RODERICK GREGORY forbes.com Secondo un insider , lo staff della Clinton ha messo su la balla dell’interferenza russa nelle elezioni meno di 24 ore dopo la sconfitta. Il dossier anti-Trump, preparato da una società di Londra di nome Orbis e pagato da finanziatori democratici non ben identificati, ha costituito una parte fondamentale della narrazione di Hillary: le scappatelle, sia erotiche che d’affari, di Trump in Russia lo hanno reso ostaggio del Cremlino. Questo è stato il modo per …

Leggi tutto »

Onorevole Boldrini, perché non demoliamo anche i lavori della bonifica e torniamo alle paludi Pontine?

DI FRANCESCO MAZZUOLI Comedonchisciotte.org Onorevole Boldrini, Ella ci fa sapere come taluni partigiani si sentano ancora offesi dalla presenza di monumenti del ventennio fascista;  io, invece, appartengo ai milioni di italiani che Le fanno sapere che sono stanchi di veder sventolare la bandiera dell’Unione Europea sulle proprie città, e sognano un tempo in cui esporla sarà reato. Che ci vuole fare, cara Signora, sono un italiano nostalgico, tuttavia non del ventennio, che non ho vissuto, ma del futuro che non …

Leggi tutto »

La falsa realtà costruita per gli americani è veramente orwelliana

DI PAUL CRAIG ROBERTS Considerate la costante mutazione della “minaccia musulmana”: da al-Qaeda ai talebani, da al-Nusra ad ISIS, da ISIL a Daesh, con una spruzzatina di Russia. All’improvviso, dopo 16 anni di guerre in Medio Oriente contro “terroristi” e “dittatori”, il problema è diventato la Russia, il paese più minacciato dal terrorismo musulmano e il più capace di cancellare dalla faccia della terra gli Stati Uniti ed il suo impero vassallo. A livello nazionale, gli americani si sono convinti …

Leggi tutto »

Marianna Madia vuole salvare i Boschi!

DI CARLO  BERTANI carlobertani.blogspot.it Fra le tante nequizie e disperazioni che suscita la nostra amata classe politica, come ogni anno, non mancano gli incendi estivi: stavolta è toccato al Vesuvio, che ha sfoderato un bel pennacchio e copiose nuvolaglie, forse per celare il disgusto che ci circonda. Nonostante gli sforzi dei giornalai e dei tanti parolai di regime, la realtà è amara: dei 38 elicotteri dell’ex Corpo Forestale, soltanto 6 sono in grado di volare. Chi per guai veri, chi …

Leggi tutto »

L’apocalisse turistica dell’Islanda

DI NICOLAS BONNAL dedefensa.org L’Islanda era un’isola selvaggia, magica e sottopopolata. Un sogno per Jules Verne e per cercare raggi verdi. L’Islanda era anche il paese di ragnarok, del grande crepuscolo degli dei. Ora è travolta dal turismo di massa. Due milioni di turisti, aspettiamo si arrivi a dieci o cento per suscitare l’entusiasmo dei social media, per 340.000 abitanti. Un boom speculativo che rovinerà questa povera Isola. Ma è così che vanno le cose. L’ho visto succedere altrove e …

Leggi tutto »

La nuova via della seta attraverserà la Siria

DI PEPE ESCOBAR counterpunch.org In mezzo alle varie disgrazie, la Siria sembra intravedere un raggio di sole. Domenica, infatti, l’Associazione Cinese-Araba e l’Ambasciata siriana hanno organizzato un Syria Day Expo, alla presenza di investitori cinesi. È stata una sorta di mini-assemblea dell’Asia Infrastructure Investment Bank (AIIB), definita come “la prima fiera matchmaking per la ricostruzione della Siria”. Ci saranno vari séguiti: un Expo per la ricostruzione della Siria; la 59esima Damascus International Fair il prossimo mese, in cui saranno rappresentate …

Leggi tutto »

Quando finirà la crisi ucraina? L’opinione di Vladimir Putin

FONTE: RG.RU La crisi in Ucraina durerà fintanto che non si esaurirà la pazienza degli ucraini. Lo ha affermato il presidente russo Vladimir Putin, rispondendo alle domande dei dipendenti del complesso industriale Lebedinsky nella regione di Belgorod. Uno degli operai ha chiesto quanto a lungo durerà ancora la crisi in Ucraina, Putin ha definito retorica questa domanda. “Abbiamo un popolo paziente” – ha ricordato il leader russo ponendo l’accento che questo vale sia per i russi, sia per gli ucraini, …

Leggi tutto »

La rapida devolution degli Stati Uniti

DI WAYNE MADSEN strategic-culture.org Chiedete agli esperti se la Costituzione permetta agli Stati americani di separarsi: vi diranno di no. Vi faranno notare che la guerra civile ha sistemato, non solo in teoria ma anche in pratica, la questione della secessione. Ma tutti i princìpi costituzionali considerati non impediscono agli Stati Uniti di passare dall’autorità di Washington a quella statale. Sotto le politiche forti di Donald Trump, gli U.S.A. stanno sperimentando lo stesso rapido decentramento che altre federazioni, poi divisesi, …

Leggi tutto »

Perché la Palestina è ancora il problema

DI JOHN PILGER counterpunch.org Quando da giornalista in erba mi recai per la prima volta in Palestina negli anni ’60, alloggiai in un kibbutz. Le persone che incontrai erano instancabili, spiritose e si autodefinivano socialiste. Mi piacevano. Una sera a cena chiesi di chi fossero le sagome di persone che vedevo in lontananza, oltre il nostro perimetro. “Arabi”, dissero, “nomadi”. Le parole erano quasi sputate fuori. Israele, dicevano intendendo la Palestina, era stato per lo più una terra desolata e …

Leggi tutto »

Isis: il gran ballo in maschera della modernità globale

DI GIOVANNI IOZZOLI carmillaonline.com Mentre sta tramontando, tra le rovine di Mosul e Raqqa, la dimensione geografica e “statuale” del Califfato, è bene continuare ad indagare il senso e la traiettoria storica di questa presenza – che perdurerà ancora lungo, in forme mobili e deterritorializzate, a cavallo di almeno due continenti. Da alcuni anni è aperto il dibattito sul rapporto complesso e ambivalente tra il fenomeno Isis e la modernità. Ci si è chiesto spesso: la comparsa del Califfato è …

Leggi tutto »

Il Russiagate Show va verso la fine. Guai per Trump (e tutti noi)

DI GIULIETTO CHIESA megachip.globalist.it Ci sono riusciti. Donald Trump è fritto, cucinato a puntino. Non resta che mangiarselo. La salsa è in cottura. Il figlio ha pubblicato le lettere della sua “colpa”. Perché l’abbia fatto non so, ma conosco storie, di minor rilievo, in cui il colpevole rivela in anticipo la sua colpa essendo stato informato che “qualcun altro” lo farà assai presto. Resta in vigore il proverbio: “excusatio non petita, accusatio manifesta”. In ogni caso così andranno le cose. …

Leggi tutto »