Ultimi articoli

DI TECH-GLEBA FREGA UN CAZZO A NESSUNO. FINCHE’ NON VI SPENGONO LA LUCE

DI PAOLO BARNARD paolobarnard.info Imparate a memoria questo articolo, così lo potrete raccontare quando sarete al buio, senza riscaldamento, tappati in casa, e a batterie scariche di tutti i gadget possibili. L’ultima intuizione di Paolo Barnard, colui che le cose le vede quei ‘millenni’ avanti a tutti, è persino più ignorata delle altre. Questo reporter, oggi non più uomo-Tv, viaggia sui 28 lettori al giorno con la sua campagna su TECH-GLEBA SENZA ALTERNATIVE. Cioè quello di cui tutti stanno parlando …

Leggi tutto »

Perché si suicidano?

DI CARLO BERTANI carlobertani.blogspot.it Non so come sono capitato sulla notizia: la Nuova Zelanda ha il record mondiale nei suicidi di giovani in rapporto alla popolazione (1). Chi l’avrebbe mai detto. E pensare che ero andato a finire su un sito neozelandese per questioni di vela e di mare…i “kiwi”, uno degli Stati dove è più difficile stabilirsi per lavoro…un ecosistema incontaminato…ci hanno persino girato “Il signore degli anelli” perché gli scenari naturali sono incantevoli… E questi si suicidano. Detto …

Leggi tutto »

Hitler ed il picco delle informazioni

DI  PIETRO CAMBI crisiswhatcrisis.it Ieri una delle notizie più riportate da tutti i Media e ripresa dalla maggior parte delle Agenzie di Stampa è che in un file desecretato della CIA ( la maggior parte delle Agenzie ha riportato questo come uno dei files desecretati pochi giorni fa da Trump riguardanti l’omicidio Kennedy) si riportava la Notizia che Hitler nel 1955 era vivo e rifugiato in Sudamerica. La notizia è stata ripresa senza particolari distinguo o approfondimenti, cosi come era, …

Leggi tutto »

Volker a Kiev e il “telefono guasto”

fondsk.ru Il gioco del “telefono guasto” è noto. In sostanza quando le informazioni trasmesse da una persona all’altra danno un risultato distorto, a volte addirittura irriconoscibile. A questo gioco non giocano solo i bambini per divertimento. Ma, ad esempio, in Ucraina a questo gioco partecipano il presidente, i deputati, i ministri e i giornalisti; c’è anche un partecipante straniero: il rappresentante speciale statunitense Kurt Volker che solo l’altro giorno inaspettatamente si è precipitato a Kiev. Ovviamente, con informazioni ricevute dal …

Leggi tutto »

SALUTE MENTALE E NEOLIBERALISMO: UN’INTERVISTA CON WILLIAM DAVIES

DI JOHN BAILES counterpunch.org La salute mentale e il benessere sono oggi le principali preoccupazioni per il governo e per le grandi imprese, in quanto stress, depressione e ansia si stanno diffondendo nelle società moderne. Ma la loro attenzione si focalizza spesso solo sull’atteggiamento dell’individuo, il quale ignora le particolari cause sociali ed economiche sottese a tale condizione. Qui, discuto con William Davies le esigenze psicologiche e gli effetti del neoliberismo e la scienza della felicità. Wiliam Davies è docente …

Leggi tutto »

L’indipendenza catalana e il suo Badoglio sono già finiti. Ora parliamo di cose serie, per favore?

DI MAURO BOTTARELLI rischiocalcolato.it Probabilmente verrà ricordata come la secessione interruptus. Sicuramente, come il caso di indipendenza sovrana più rapida del mondo. Roba da Guinness dei primati. La Repubblica catalana, proclamata giovedì scorso, è già finita. E il suo artefice scappato come un Badoglio qualsiasi in Belgio alla ricerca di esilio politico per evitare la galera: Bobby Sands sarebbe davvero fiero di lui e del suo coraggio. Quale esempio di sacrificio davanti all’ideale di un popolo! Oddio, proprio tutto il …

Leggi tutto »

Un giorno non ci sarà un domani

DI PAUL CRAIG ROBERTS paulcraigroberts.org Prima che gli idioti di Washington ci facciano sparire dalla faccia della Terra, dovrebbero accettare il fatto che l’esercito americano è ormai di livello inferiore rispetto a quello russo. La marina statunitense è stata infatti resa obsoleta dal missile ipersonico russo Zircon. I cambiamenti di velocità e traiettoria del missile intercontinentale russo Sarmat hanno annullato il sistema ABM americano. Un Sarmat può distruggere un territorio pari a quello di Gran Bretagna, Francia, Germania o Texas. …

Leggi tutto »

Brucio, dunque esisto. Muoia la valle di Susa, Italia minore

FONTE: LIBREIDEE.ORG Duemila ettari in fiamme, case distrutte, centinaia di persone evacuate. E la gigantesca nube di fumo che invade le strade di Torino, la città che “riscopre” la sua minacciosa contiguità geografica con la valle di Susa, il territorio considerato ostile perché da vent’anni in rivolta contro la grande opera più inutile d’Europa, la linea Tav Torino-Lione. Un caso più unico che raro: l’agenda politica ha deciso semplicemente di non occuparsene, ignorando tutti gli allarmi, incluso l’appello rivolto alle …

Leggi tutto »

Esclusiva: Documenti svelano come Hollywood promuova la guerra per conto del Pentagono, CIA e NSA

DI TOM SECKER E MATTHEW ALFORD medium.com Pubblicato da INSURGE INTELLIGENCE, un progetto di giornalismo investigativo per le persone e il pianeta. Date supporto a INSURGE per continuare a scavare dove altri temono di inoltrarsi. Le agenzie militari d’intelligence americane sono state influenti su 1.800 tra film e programmi televisivi Tom Secker e Matthew Alford riferiscono le loro scoperte sorprendenti setacciando migliaia di nuovi documenti militari e dell’intelligence americani, ottenuti nell’ambito del Freedom of Information Act. I documenti rivelano per …

Leggi tutto »

Bugie e distrazioni sul Petrodollaro che sta perdendo valore

DI BRANDON SMITH Alt-market.com Ci sono certe regole importanti da seguire se si vuole entrare nel gruppo degli analisti economici mainstream che vengono ascoltati dai media. Ecco qualche annotazione che può servire a chi vuol entrare a far parte di questo gruppo di persone molto “speciali”: Non discutere sul fatto che la realtà rappresentata dalle statistiche fiscali del governo non sia il vero quadro della salute dell’economia. Basta raccontare al pubblico le statistiche per quello che dicono e poi cambiare …

Leggi tutto »

Un atterraggio morbido in Medio Oriente?

  DI ISRAEL SHAMIR unz.com I tifosi di Trump, quella specie a rischio, stanno attraversando tempi duri. Persino un devoto adoratore dell’uomo arancione non potrebbe digerire la sua strana battaglia verbale con Kim, le sue minacce all’Iran, la sua farsa all’UNESCO – e rimanere serio. L’unico conforto è che Hillary sarebbe stata anche peggio. È un comico messo al posto sbagliato, un buffone? In realtà, Trump sta svolgendo l’ingrato compito di non far andare in recessione l’Impero degli USA. L’astronave …

Leggi tutto »

“Se Madrid interviene in Catalogna sarà un macello”: come NON gestire una richiesta di maggiore autonomia

DI MITT DOLCINO scenarieconomici.it Tranne pochissime eccezioni ormai non mi fido più dei media italiani, ventriloqui del potere, schiavi del dominus sia esso italiano o EUropeo. In tale contesto ho cercato in rete un riferimento di stampa che condensasse in poche parole la cupa realtà catalana e guarda caso ho trovato il miglior commento da un inviato in loco della RSI, Radio Televisione Svizzera Italiana, che ha saputo magistralmente tradurre la gravità del momento. Non commento, vi lascio l’immagine dell’articolo …

Leggi tutto »

In Catalogna è scattata l’opzione nucleare. Ora si entra davvero in territori inesplorati

DI GABRIELE CRESCENTE internazionale.it Alla fine la rottura è arrivata. Il 27 ottobre il parlamento catalano ha adottato una risoluzione con cui dichiara che “la Catalogna si converte in uno stato indipendente in forma di repubblica”. Neanche un’ora dopo, il senato spagnolo ha approvato il ricorso all’articolo 155 della costituzione, che autorizza il governo a destituire il presidente catalano Carles Puigdemont e a prendere il controllo degli organi della comunità autonoma. È la cosiddetta “opzione nucleare”, che fin dall’inizio della …

Leggi tutto »
Da chi dipende la Banca d'Italia indipendente ?

Il problema è Ignazio Visco? Ma mi faccia il piacere!

DI FABIO CONDITI comedonchisciotte.org Il problema causato dalle banche è Ignazio Visco? Ma mi faccia il piacere! Direbbe Totò. Il problema è cercare di capire da chi dipende la Banca Centrale indipendente, perchè chi sostiene che è indipendente o è incompetente o è in malafede, visto che in realtà “dipende” dal sistema bancario privato. Dichiarare che la Banca d’Italia deve essere indipendente dal Governo dello Stato italiano, che siamo noi, equivale a essere quel marito che si sente dire dall’amante …

Leggi tutto »

Qualcosa su Anna Frank

DI ALCESTE alcesteilblog.blogspot.it Il mio impegno antifascista dei bei giorni non si concretò mai nell’antifascismo verbale. Men che mai nell’antifascismo militante contro i fascisti, che ho sempre considerato una parte residuale della politica: al pari dei comunisti. C’erano milioni di persone che si richiamavano al comunismo e al fascismo, ma solo a chiacchiere. Che il fascista o il comunista fossero segnati antropologicamente dalle rispettive ideologie fu vero sin agli anni Cinquanta. Si può dire, col senno di poi, che tali …

Leggi tutto »

Kunstler e il disastro della civiltà americana

DI NICOLAS BONNAL dedefensa.org Si è parlato in precedenza della crisi del turismo in America. Parliamo della crisi della civiltà americana, questa nazione indispensabile che ha creato un mondo zombie a sua immagine e somiglianza. C’è un cineasta americano, Alexander Payne, che ci racconta il disastro della civiltà americana tramite dei film come Paradiso amaro, A proposito di Schmidt o Nebraska. Settimanalmente Michael Snyder, sul suo blog, ci fornisce notizie su questo crollo fisico dell’America, questa America incarnata da giovani donne …

Leggi tutto »

Una delle pagine più nere, umilianti e vergognose di questo paese

DI ANDREA SCANZI facebook.com Ma guarda un po’ che sorpresa: a Bolzaneto fu tortura. Chi l’avrebbe mai detto? Lo sapevano tutti, anche e soprattutto chi in quel maledetto 2001 era al governo, ma ora c’è l'”ufficialità”. Lo ha stabilito la Corte europea dei diritti umani, che ha condannato l’Italia per le azioni dei membri delle forze dell’ordine e perché lo Stato non ha condotto un’indagine efficace. Durante il G8, alla Diaz e a Bolzaneto, accaddero cose inaudite. Per la cronaca, …

Leggi tutto »

Il comunismo è veramente morto ?

DI THE SAKER The Saker.is Il crollo dell’Unione Sovietica nel 1991 segnò la fine dell’esperimento comunista più lungo della storia recente. Molti videro questo evento come la prova che il comunismo (o il marxismo-leninismo, userò questi termini in modo intercambiabile) non era un’ideologia attuabile. Dopo tutto, quando in Russia il comunismo è formalmente terminato nel 1991, anche i cinesi si sono allontanati in segreto da esso, sostituendolo con un tipo di capitalismo unicamente cinese. Infine, nessuno degli ex “alleati” sovietici …

Leggi tutto »

Se volete capire i prossimi 10 anni, studiate la Spagna

DI MICHAEL KRIEGER libertyblitzkrieg.com Alcuni di voi potrebbero essere confusi sul perché un cittadino americano che vive in Colorado sia diventato così ossessionato da quel che sta accadendo in Spagna. Portate pazienza, c’è un motivo. Credo che ciò che sta succedendo in Spagna rappresenti un microcosmo cruciale di quel che vedremo in tutto il pianeta tra dieci anni. Non importa da che parte stiate, quel che conta è che Madrid vs Catalogna è un esempio delle forze di centralizzazione che …

Leggi tutto »

Cronache da un paese lontano

DI PANAGIOTIS GRIGORIOU greekcrisis.fr Panagiotis Grigoriou (che sarà in Italia il 2 e 3 dicembre prossimo a Montesilvano (PE), ospite della 6°edizione del convegno Euro, mercati, democrazia organizzato da Asimmetrie ed intitolato “Più Italia”) racconta di un incontro di lobbisti fuori dal Parlamento, squarcio delle clientele che ben sopravvivono alla crisi, delle difficoltà degli imprenditori “normali” e dello scoramento dei più verso la politica, che alimenta l’attesa di un qualche “uomo forte” che metta fine all’occupazione “euro-germanica”, per troppi aspetti …

Leggi tutto »

Vladimir Putin Protagonista in Medio Oriente

DI ROBERT FISK independent.co.uk Dopo la vittoria di Israele nella guerra del Medio Oriente del 1973, il Ministro degli esteri sovietico Andrei Gromyko, il 22 ottobre, andò a trovare il Presidente Brezhnev nella sua dacia a Zavidovo, appena fuori Mosca. Gli israeliani non erano molto interessati ad accettare quel cessate il fuoco iniziato il giorno prima e, secondo Anatoly Chernyaev, un diplomatico sovietico presente al colloquio, Brezhnev voleva incoraggiare gli israeliani a mantenere la tregua offrendo loro una garanzia sovietica …

Leggi tutto »

IKEA

DI TONGUESSY comedonchisciotte.org Lo sguardo cade oltre l’enorme finestra, sulla balaustra con i colori aziendali della multinazionale: azzurro e giallo. Ormai anche nel Mediterraneo ci sono chiari segni di imminente glaciazione importata dal nord. Le dimensioni delle nostre finestre, una volta modeste in relazione al parallelo, oggi aumentano a dismisura come se l’effetto serra al suo interno fosse quello auspicato alle latitudini polari. I colori stessi sono slavati, spenti. Giallino e azzurrino, appunto. Siamo ben distanti dal bianco accecante delle …

Leggi tutto »

QUESTI SONO PRONTI A TUTTO PER “I SOLDI”. ANCHE ALLA GUERRA CIVILE

DI MAURIZIO BLONDET rischiocalcolato.it I titoli di questi giornali sono una cosa seria. Anzi grave. Mostrano che il blocco sociale meridionale, che vive sprecando denaro pubblico a miliardi, è pronto a tutto  contro il Nord, la sua vacca che munge.  E’ pronto a commissariare le Regioni che hanno votato il referendum. E’ pronto a mandare la polizia nei palazzi regionali. Stanno gridando infatti che è quella deghli italiani che li pagano è  “secessione”. Anzi, “indipendenza!”. Titoli irresponsabili.       …

Leggi tutto »

Avremo i tank a Barcellona, il franchismo non è mai morto

FONTE: LIBREIDEE.ORG L’Europa è stata sorpresa dalla brutalità della polizia spagnola contro il referendum catalano. Brutalità del tutto gratuita, peraltro: se il referendum era illegittimo ed inefficace giuridicamente e politicamente, tam quam non esset, come Rajoi ha sostenuto, perché darsi tanto da fare per impedirlo? In realtà Madrid temeva che andassero a votare più della metà dei catalani, il che, giuridicamente non avrebbe cambiato nulla, ma politicamente avrebbe dato ben più forza contrattuale agli indipendentisti. E la manovra è riuscita …

Leggi tutto »

Orrore! Gentiloni ce l’ha quasi fatta: potrete essere censurati e schedati sul web

DI MARCELLO FOA Il Cuore Del Mondo I lettori di questo blog ricordano la battaglia condotta, all’inizio del mese, contro l’approvazione del disegno di legge del premier Gentiloni che introduceva due provvedimenti gravissimi, all’articolo 2 e 24: – i dati internet e telefonici potranno essere conservati per 6 anni, il che significa autorizzare la schedatura di massa – l’Agcom, ovvero l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, avrà il potere di intervenire sulle comunicazioni elettroniche dei cittadini italiani a tutela del diritto di …

Leggi tutto »

Ray Dalio scommette contro l’ Unione Europea

DI RAUL ILARGI MEIJER TheAutomaticEarth.com C’è un punto di cui ha parlato recentemente il governatore della Bank of England, Mark Carney, che può essere il primo  (o il secondo? poi vedremo) ingranaggio che fa girare la ruota dell’UE. Cioè, la compensazione dei derivati. È una delle poche aree in cui Bruxelles può rimetterci molto di più di Londra, ma è un’area bella robusta. E Carney ha voluto mettere  un punto interrogativo gigante sulla preparazione della UE. Carney Rivela il Potenziale …

Leggi tutto »

Perché Vladimir Putin merita il Nobel per la Pace (seriamente)

DI ROBERT BRIDGE strategic-culture.org Per molti anni, e nonostante tutte le prove contrarie, i media occidentali hanno portato avanti la narrazione per la quale Putin fosse un dittatore simil Hitler. La realtà è che il leader russo ha promosso la pace nel mondo più di qualsiasi altro governo occidentale recente. Questo spiega perché è oggetto di tale intenso disprezzo. L’ascesa di Putin come statista di primo piano è iniziata, stranamente, l’11 settembre 2001. Da quel giorno, Washington ha approfittato della …

Leggi tutto »

NON SIAMO TUTTI NELLA STESSA BARCA

DI CARLO MARTINI facebook.com In riferimento ai minimo 9 milioni di morti per inquinamento (il 16% dei decessi globali, più di quelli per fame, incidenti stradali, qualsiasi malattia infettiva, guerra o violenza, con conseguenze sulla biodiversità e sull’economia globale di proporzioni cosmiche) possiamo anche farla finita con questo pensiero del “destino comune”. Il rapporto della Lancet Commission on Pollution & Health chiarisce – fortissimamene – che le vittime sono sopratutto i poveri, che si trovano a vivere nelle zone più …

Leggi tutto »

COME PORTERANNO VIA LA VOSTRA RICCHEZZA

DI MAURIZIO BLONDET maurizioblondet.it Premessa: I  consumatori americani sostengono da soli il 18 per cento del prodotto lordo mondiale (per questo sono così obesi).  Per tutti questi anni di recessione hanno mantenuto i consumi alti (e sostenuto eroicamente l’economia mondiale), nonostante i redditi e salari calanti, al solito modo: indebitandosi.  Mutui per la casa, rate per il SUV; studenti che s’indebitano per  pagarsi l’università, contando che poi guadagneranno abbastanza  per estinguerlo negli  anni; e  quando non si arriva a fine …

Leggi tutto »
Mito della Caverna di Platone sulla moneta

Il Mito della Caverna di Platone oggi

DI FABIO CONDITI comedonchisciotte.org Cercare di aumentare la consapevolezza delle persone sui temi economici e monetari, è un processo lungo e difficile, soprattutto perché si scontra con tutta una serie di “resistenze umane” che erano già state descritte sapientemente nel Mito della Caverna di Platone, all’inizio del libro settimo de “La Repubblica”. Ho provato ad elaborarne una versione liberamente modificata per adattarla ai nostri tempi. Della serie “nulla di nuovo sotto il sole”. ~o~ Si immaginino dei prigionieri che siano stati …

Leggi tutto »