Gli irlandesi vengono attaccati dalla polizia perchè si oppongono alle centinaia di centri per “migranti non controllati” che stanno sorgendo in tutto il Paese

DONA A COMEDONCHISCIOTTE.ORG PER SOSTENERE UN'INFORMAZIONE LIBERA E INDIPENDENTE:
PAYPAL: Clicca qui

STRIPE: Clicca qui

Mark Keenan
globalresearch.ca

Il governo irlandese è ora in guerra con il suo stesso popolo, mentre crescono gli scontri tra la polizia e i cittadini irlandesi che protestano contro le migliaia di immigrati non controllati e non verificati che vengono letteralmente “installati con la forza” nelle loro piccole comunità. Le statistiche del governo mostrano che l’87% dei migranti distrugge intenzionalmente il proprio passaporto al momento dell’ingresso per ottenere lo status di “richiedente asilo”, quindi nessuno sa chi siano queste persone e se abbiano o meno precedenti penali. Inoltre, la maggior parte dei migranti che richiedono lo status di “richiedente asilo” proviene da Paesi che non sono in guerra. I migranti hanno diritto ad alloggio gratuito, assistenza sociale gratuita, cure mediche gratuite, cibo, vestiti e sussidi di altro genere. Mentre il governo irlandese favorisce l’immigrazione di massa, per le strade dormono 14.000 senzatetto irlandesi e gli irlandesi si trovano ad affrontare una gravissima crisi abitativa, dato che il costo degli affitti è salito alle stelle. Non fraintendetemi, la situazione potrebbe diventare molto spiacevole.

Quello che segue è un video scioccante che mostra alcuni abitanti di un villaggio irlandese aggrediti e spruzzati con spray al peperoncino dalla polizia governativa ed è un esempio di ciò che sta accadendo in tutta l’Irlanda (e nel Regno Unito) quando il governo irlandese, che per anni è stato poco più che un burattino dell’UE, si schiera, ancora una volta, contro il popolo irlandese. Gli irlandesi, famosi per i loro “100.000 benvenuti”, sono stati in generale molto accoglienti nei confronti degli immigrati. In ogni caso, dopo anni di palese immigrazione “non controllata”, di aumento della criminalità e di una grave crisi abitativa per gli irlandesi, sembra che molti irlandesi ne abbiano semplicemente abbastanza.

Centinaia di centri per immigrati IPAS sono stati “aperti con la forza” in tutta l’Irlanda e il Regno Unito. L’afflusso ha coinciso con una grave crisi abitativa che ha fatto aumentare gli affitti e i senzatetto e ha alimentato il sentimento anti-immigrati. Il #tag “Irish is Full” è diventato popolare e nell’ultimo anno in tutta l’Irlanda ci sono state oltre 600 proteste contro l’immigrazione di massa.

La complessa situazione solleva seri interrogativi: dov’è la linea di demarcazione tra la compassione per i veri rifugiati di guerra, da un lato, e l’inserimento violento e fatto rispettare dalla polizia di “immigrati non controllati e non in fuga dalla guerra” nelle piccole città e nei villaggi irlandesi”?

È chiaro che le opinioni su questo argomento variano enormemente a seconda del proprio “orientamento politico”.

Le statistiche del governo mostrano che l’87% dei richiedenti distrugge il proprio passaporto al momento dell’ingresso, quindi nessuno sa chi siano queste persone e se abbiano o meno precedenti penali. Così facendo, come parte del “processo”, i richiedenti possono avvalersi dello status di protezione internazionale del governo, che spesso significa benefici gratuiti, alloggi gratuiti, assistenza sociale gratuita, cure mediche gratuite, cibo gratuito, ecc. La stragrande maggioranza dei migranti non sta fuggendo dalla guerra, poiché proviene da Paesi in cui non è in corso alcuna guerra. Gli irlandesi affermano che le persone che arrivano senza un mezzo di identificazione non dovrebbero mai essere lasciate libere tra i cittadini irlandesi e che ciò costituisce un enorme problema di sicurezza.

Newtown Mount Kennedy, un piccolo villaggio irlandese, è diventato un punto focale della resistenza locale. È stata dispiegata la polizia antisommossa: uomini, donne e ragazzi sono stati picchiati e un giornalista indipendente è stato spruzzato con lo spray al peperoncino solo per aver fatto un reportage. Una donna locale presente alla protesta descrive (alla radio) la sua terribile esperienza di aggressione da parte della polizia QUI.

Inoltre, i miei contatti affermano che molti dei poliziotti irlandesi con passamontagna che stanno applicando queste tattiche contro il popolo irlandese non sono affatto irlandesi, ma sono più simili a mercenari non irlandesi o a un esercito dell’UE. Due giorni fa, i cannoni ad acqua dell’esercito sono stati dispiegati nel piccolo villaggio di Newtown Mount Kennedy, dove alcune mamme e adolescenti irlandesi si erano unita alla protesta pacifica, uscendone con ferite al volto e lesioni dovute alla brutalità della polizia.

Altre città e villaggi irlandesi si stanno opponendo a ciò che stanno facendo all’Irlanda l’UE e il Nuovo Ordine Mondiale. Sebbene alcuni siano veri e propri rifugiati, è chiaro che la maggior parte di questi richiedenti protezione internazionale non sono controllati e non fuggono dalla guerra. Quindi, cosa sta accadendo in realtà?

Da un lato forse non si possono biasimare i non irlandesi che tentano di usufruire dei generosi sussidi e delle elargizioni governative gratuite che stanno attirando in Irlanda molte migliaia di immigrati. D’altra parte, l’87% dei richiedenti distrugge intenzionalmente il proprio passaporto e molti irlandesi sono estremamente arrabbiati per il fatto che migliaia di immigrati “non controllati”, quasi esclusivamente uomini single, vengano “trapiantati” nelle loro piccole città e villaggi in tutto il Paese senza consultazione o consenso locale.

Mentre gli immigrati ricevono alloggi gratuiti in alberghi e casa di campagna in tutto il Paese, gli irlandesi lottano seriamente per sbarcare il lunario in un sistema inflazionistico truccato, con una storia infinita di affitti alle stelle, tasse elevate, inflazione e una gravissima crisi abitativa in corso.

Così, a molti giovani irlandesi, non potendo permettersi di vivere nel proprio Paese, non resta che vivere con i genitori o emigrare in Paesi come l’Australia, dove pagheranno migliaia di dollari per un visto e lavoreranno per vivere. Molti irlandesi affermano che “l’Irlanda è piena” e che c’è un’agenda di insediamenti forzati finanziata che non ha nulla a che fare con la guerra o l’asilo. Faccio notare che, quando nei decenni passati gli irlandesi erano emigrati negli Stati Uniti, in Australia, in Canada e nel Regno Unito, in quei Paesi avevano lavorato duramente senza ricevere alcun sussidio!

Mentre il governo fantoccio irlandese favorisce l’immigrazione di massa, per le strade ci sono 14.000 irlandesi senza casa e 4.000 di loro sono bambini. I centri per richiedenti asilo di tutta l’Irlanda stanno dando ai richiedenti protezione internazionale, assistenza sociale gratuita, alloggi gratuiti, cibo gratuito, vestiti gratuiti, telefoni gratuiti, biciclette gratuite e, a quanto pare, anche automobili.

Nel video qui sotto un richiedente asilo proviene da un Paese in cui non c’è guerra e ammette di aver vissuto in un alloggio nel Regno Unito per 6 mesi. Se questo è il caso, la domanda ovvia è: perché sta chiedendo “asilo” in Irlanda? La risposta è che lui, come migliaia di altre persone, si trova in Irlanda per avere un alloggio gratuito, che, per sua stessa ammissione, è ” la sola cosa fondamentale” che desidera.

In QUESTO video un irlandese arrabbiato entra in un centro per migranti nel suo villaggio e vede che tutti i migranti sono uomini e chiede “perché i migranti sono tutti uomini? Perché ci sono 200 uomini stranieri nel mio villaggio”?

In QUESTO video vediamo la polizia attaccare e rimuovere con la forza i manifestanti (tra cui donne e casalinghe) in un’altra località, Roscrea, nella contea di Galway:

Al contrario, quando i migranti si ribellano non c’è un singolo agente della polizia, come si vede in QUESTO video.

Va ricordato che il popolo irlandese ha combattuto per 800 anni per la libertà contro le forze d’invasione, comprese le invasioni genocide della corona britannica. La libertà è nel sangue degli irlandesi, quindi non c’è da stupirsi che gli irlandesi stiano protestando contro migliaia di immigrati “non controllati” che vengono letteralmente scaricati nelle loro comunità in gruppi di circa 200 in hotel, tenute di campagna e nuovi complessi residenziali in tutta l’Irlanda. Questo processo viene attuato anche in centinaia di località del Regno Unito.

In QUESTO video il giornalista indipendente Niall McConnell viene affrontato da un aggressivo migrante africano nel giorno di San Patrizio. In QUESTO video il commentatore afferma che “gli irlandesi vengono sostituiti”.

La cruda realtà è che il governo irlandese non è veramente il governo irlandese, ma solo un burattino della burocrazia dell’UE. L’Irlanda è uno Stato vassallo completamente controllato dall’UE e dai banchieri, in particolare dopo il controverso (e ripetuto) referendum di Lisbona di 14 anni fa, che aveva piantato un chiodo nella bara della sovranità irlandese.

In Irlanda la criminalità e la violenza sono in aumento

La demografia dell’Irlanda, un Paese di soli 4,5 milioni di abitanti, sta cambiando rapidamente e sembra che oggi circa il 30% degli irlandesi non sia irlandese. Gli irlandesi sono sempre stati molto accoglienti per natura, ma ora la situazione sta raggiungendo il punto di rottura e molti riferiscono che, con l’enorme afflusso di immigrati “non controllati” che hanno distrutto i propri passaporti, la vita è diventata molto pericolosa per gli abitanti del luogo. Nessuno sa chi siano queste persone e i crimini aumentano. Molti arrivano dal Regno Unito. Prendiamo ad esempio il video scioccante di un migrante che incoraggia tutti i migranti in Irlanda a portare con sé coltelli e armi.

Non sono solo gli irlandesi ad essere scontenti di questa situazione – gli immigrati legali in Irlanda stanno dicendo: “Beh, che senso ha avuto venire qui legalmente per lavorare? Avremmo potuto venire qui senza passaporto e ottenere alloggi e assistenza sociale gratuiti!”. Ci sono centinaia di video che mostrano l’arrogante cultura del diritto che si è rapidamente sviluppata tra gli immigrati “non controllati”, che dicono letteralmente di volere case gratis, cibo gratis, assistenza sociale gratis e che rivendicano discriminazione e razzismo a chiunque li rimproveri.

Un altro video QUI mostra un migrante che dichiara di essere andato in vacanza per tre mesi in Europa, ma che, dopo essere tornato in Irlanda, vuole che gli venga corrisposta l’intera assistenza sociale per i tre mesi di vacanza. Poi parla di “discriminazione” quando gli viene detto che sono consentite solo 2 settimane di vacanza.

In un altro video un migrante ha dichiarato di essere diventato un alcolizzato perché il governo irlandese ha dato a lui e alla sua famiglia una casa gratuita con 6 camere da letto in cui vivere e troppi soldi. Al contrario, gli affitti per i lavoratori irlandesi sono altissimi. Ho amici che pagano 2.700 euro al mese per una casa di medie dimensioni nell’Irlanda rurale a 45 minuti dalla città di Galway. A Dublino gli affitti sono ancora più alti.

I media dipingono i manifestanti come “di estrema destra”, ma i manifestanti dicono solo di essere dalla parte della ragione e di difendere semplicemente le loro comunità e la cultura irlandese. Molti di questi manifestanti sono madri e padri preoccupati perché i loro figli e figlie e i loro vicini non possono ottenere o permettersi una casa, mentre migliaia di immigrati ricevono alloggi gratuiti.

La “sinistra woke” ribatte che gli stessi irlandesi erano emigrati in massa negli Stati Uniti, nel Regno Unito, in Canada e in Australia e che quindi non dovrebbero lamentarsi. Tuttavia, la sinistra non menziona il fatto che quando, nel corso dei decenni, gli irlandesi erano emigrati avevano lavorato molto duramente nei Paesi che li avevano ospitati, senza ricevere alcun regalo.

Nel frattempo, in Ucraina la vita notturna, i bar e i ristoranti sono in piena espansione: c’è da chiedersi cosa stia succedendo davvero. Guardate il video QUI. Sembra che in gran parte di quell’enorme Paese, che è quasi dieci volte più grande dell’Irlanda, non ci sia alcuna guerra – e allora perché ci sono attualmente 100.000 ucraini in Irlanda, a 2.500 chilometri dal loro Paese d’origine? Nel frattempo ci sono continue notizie di famiglie irlandesi che vengono sfrattate dalle loro case da uomini non irlandesi che indossano passamontagna, assistiti dalla polizia governativa. Tutto ciò assomiglia in modo inquietante agli sfratti dei tempi della carestia.

I bambini dei migranti scompaiono

Un’altra statistica pazzesca: si parla di centinaia di bambini di migranti scomparsi in Irlanda. Solo lo scorso gennaio, 22 bambini sono scomparsi e nessuno sa dove siano. Il ministro Roderic O’Gorman, interpellato in merito, ha completamente ignorato le domande sull’esistenza di un traffico di esseri umani.

Brutalità della polizia in attesa della firma del patto migratorio dell’UE?

Piuttosto che mostrare la polizia come custode della pace, questi eventi illustrano fino a che punto l’establishment irlandese sembra disposto a spingersi per imporre al suo popolo riluttante la propria agenda o, per meglio dire, l’agenda dell’UE/ONU/WEF.

C’è un’agenda intenzionalmente sinistra o nascosta dietro l’immigrazione di massa “finanziata” in Europa? Faccio questa domanda riferendomi agli oltre 100 libri storici censurati di cui parlo nel mio libro: Storia censurata del Nuovo Ordine Mondiale – La Seconda Guerra Mondiale, il Comunismo, il Sionismo, gli Ebrei e il Vaticano

Il governo irlandese sta cercando di distogliere l’attenzione della gente dai suoi piani per importare il maggior numero possibile di persone e, in secondo luogo, firmare il nuovo patto dell’UE sull’asilo e la migrazione, una vera e propria rinuncia ai diritti sovrani irlandesi in materia di migrazione e di richiesta di asilo. Il seguente filmato è rivelatore – un’istantanea dell’opinione pubblica irlandese sul controverso patto migratorio dell’UE – i membri del pubblico (di solito un pubblico piuttosto liberale) in un programma televisivo nazionale RTE votano no sulla questione.

A me sembra che l’intera situazione sia in preparazione da almeno 20 anni. Nel 2009 avevo scritto per la prima volta sul mio blog che, in base alle politiche del governo e dell’UE, gli irlandesi sarebbero inevitabilmente diventati una minoranza in Irlanda.

Non era difficile rendersene conto, ma pochi erano disposti a parlarne per paura di essere bollati come razzisti. All’epoca il governo irlandese rilasciava circa 5.000 numeri PPS al mese agli immigrati non irlandesi. Sebbene una percentuale significativa di persone venisse davvero in Irlanda per lavorare e vivere come parte della società irlandese, la realtà è che molti immigrati si rivolgevano direttamente all’assistenza sociale e ai sussidi governativi a lungo termine.

Nello stesso periodo, nel 2009, ogni mese circa 5.000 irlandesi emigravano dall’Irlanda per andare in luoghi come l’Australia. Perché partivano? A causa delle incessanti politiche governative che, nel corso di decenni, hanno reso più difficile e costoso per la popolazione irlandese autoctona vivere in Irlanda, ma hanno invogliato e assistito gli immigrati ad entrare nel Paese con molti sussidi gratuiti. Che senso ha?

Va notato che gli irlandesi 14 anni fa avevano respinto il Trattato di Lisbona, che poi era stato ricacciato loro in gola grazie alla propaganda finanziata dal governo.

In passato molti irlandesi si sono fatti ingenuamente abbindolare dalla propaganda pro-UE finanziata dal governo, credendo che l’Irlanda sarebbe rimasta un Paese indipendente e che l’UE fosse solo un’organizzazione di libero scambio. Già 14 anni fa, durante la disfatta del trattato di Lisbona, avevo fatto l’osservazione e la previsione che gli irlandesi sarebbero diventati una minoranza in Irlanda, “se” l’Irlanda fosse rimasta nell’UE. Avevo scritto sul mio blog che gli irlandesi sarebbero diventati una minoranza nel loro Paese se l’Irlanda fosse rimasta nell’UE, e che questo sarebbe stato un colpo mortale per la tipica cultura celtica irlandese. Tuttavia, pochi erano disposti ad ascoltare. Ora migliaia di irlandesi stanno sollevando questi problemi.

L’UE non è amica dell’Irlanda, l’UE non è amica di nessun Paese europeo o di nessun popolo europeo – è un viscido progetto politico di controllo globalista e di caos programmato. Secondo un recente sondaggio, sembra che tre quarti della popolazione irlandese stia dicendo “no” alla politica immigratoria del governo fantoccio irlandese. Tuttavia, il governo non li sta ascoltando, anzi, il governo fantoccio irlandese sta trattando il popolo irlandese con assoluto disprezzo.

George Soros finanzia l’immigrazione di massa in Europa

Il quadro generale è che miliardi di euro sono stati stanziati da ONG e governi per promuovere e facilitare la migrazione di massa in Europa di decine di milioni di persone. La stragrande maggioranza di queste persone non sta fuggendo dalla guerra. Si tratta di un piano totalmente finanziato e approvato dall’UE e dalle Nazioni Unite, controllate dai banchieri. George Soros, presunto sionista, ha finanziato con circa 20 miliardi di euro le ONG che promuovono e facilitano l’immigrazione di massa in Europa.

Guardate QUESTO video, registrato da un sindaco di una città ungherese, che rivela che la migrazione di massa è un progetto finanziato da UE/ONU/Gorge Soros.

Ci sono anche molti elementi che indicano che è stato il governo sionista influenzato/controllato dagli Stati Uniti a destabilizzare il Medio Oriente in primo luogo attraverso il bombardamento e l’invasione da parte degli Stati Uniti di sette Paesi a predominanza musulmana, tra cui la Libia.

Nel frattempo, sembra che l’Israele sionista non accetti alcun migrante. Sembra anche che la miscegenazione (la mescolanza di altre razze con gli ebrei/sionisti) sia illegale in Israele. Eppure, i Sionisti sembrano finanziare l’immigrazione di massa in Europa. Sembra anche che sia stata la struttura di potere sionista negli Stati Uniti a orchestrare il bombardamento e l’invasione da parte degli Stati Uniti di sette Paesi del Medio Oriente a maggioranza musulmana. In questo modo, il Medio Oriente stesso è stato destabilizzato. Ora l’Europa è destabilizzata da uno “scontro di culture” completamente finanziato, poiché presunti Sionisti, come George Soros, stanno finanziando e promuovendo la migrazione di massa in Europa.

Esiste un programma di “mescolanza razziale forzata”?

Diversi autori affermano che gli Ebrei sionisti o altri “ultrà dietro le quinte” stanno orchestrando una “mescolanza razziale forzata” / un programma di tipo talmudico contro tutti i non Ebrei. Altri autori affermano che gli altri attori del nuovo ordine mondiale includono la triplice corona – la corona della famiglia reale britannica e il miglio quadrato di Londra, la struttura di potere del Vaticano/Gesuiti/illuminati e Washington D.C. Questi autori affermano che il concetto che “gli Ebrei controllano il mondo” è semplicemente un tampone.

La cultura celtica irlandese è ricca di eredità antiche. La cultura è così antica che persino gli antichi simboli vedici possono essere visti su antiche pietre erette in Irlanda. La cultura vedica è la cultura più antica del mondo e alcuni ricercatori, tra cui io stesso, sostengono che un tempo fosse una cultura mondiale. L’antica terra di Atlantide, ricca di antica coscienza di Dio, la terra in cui le razze irlandese/celtica ed europea hanno vissuto per oltre 8.000 anni, sarà forse sommersa da uno scontro di culture?

In QUESTO video vediamo la “cultura della droga” che è arrivata, o è stata “importata”, in Irlanda. È questo che diventerà l’Irlanda? I turisti hanno riferito che il dilagante uso di droghe da parte degli immigrati nel centro di Dublino sta degradando le strade della città. A molti irlandesi sembra che siano le migliaia di immigrati a fare da “turisti”, solo che la loro vacanza è un viaggio gratuito a lungo termine e tutto pagato.

Ho cercato di riportare la situazione in modo imparziale, perché non spetta a me giudicare nessuno. Le persone buone esistono in tutte le culture. Solo Dio conosce veramente ognuno di noi. Gli immigrati “non controllati” sono in Irlanda per lavorare e contribuire alla società, o gli immigrati che hanno distrutto i loro passaporti sono semplicemente alla ricerca di benefici gratuiti?

Mi sembra che i segnali non siano buoni: vediamo già il centro, un tempo grazioso, della “Città Bella” di Dublino degradato dalla cultura della droga degli immigrati a pochi metri dal GPO, un edificio storico in cui uomini e donne irlandesi coraggiosi hanno combattuto per la loro libertà dalla tirannia della corona reale britannica.

È una buona idea per l’UE/ONU imporre con la forza migliaia di persone con una cultura molto diversa da quella autoctona, senza consenso? Sembra la ricetta per un conflitto. È chiaro che le opinioni su questo argomento variano enormemente a seconda del proprio orientamento politico.

Qualunque sia la razza o la nazionalità in cui siamo nati, siamo stati tutti registrati alla nascita, tramite il certificato di nascita, in un sistema bancario mondiale di schiavitù da debito.

Una realtà più profonda è che tutti i governi sono corporazioni registrate e sono completamente asserviti al sistema bancario mondiale di proprietà privata e alle agende politiche internazionali delle Nazioni Unite, dell’UE, del WEF e di altre istituzioni del nuovo ordine mondiale. Qualunque sia il Paese in cui viviamo, o qualunque sia la razza o la nazionalità in cui siamo nati, siamo stati tutti registrati alla nascita, tramite il certificato di nascita, in un sistema di schiavitù da debito. Siamo tutti nati come “garanzia” in un sistema di schiavitù da debito che è posseduto e controllato dagli agenti del “vecchio ordine mondiale”, che sono gli stessi agenti del “nuovo ordine mondiale” e della tripla corona.

…..
Tutto questo materialismo, l’avidità e i giochi di potere politico sono una trappola illusoria. La morte arriva per tutti noi e quando arriverà gli agenti di Dio giudicheranno ciascuno di noi. Ognuno di noi sarà soggetto alla forza karmica delle proprie azioni passate. A volte mi chiedo se l’inferno stesso non stia avendo una crisi di migranti.

Mark Keenan

Fonte: globalresearch.ca
Link: https://www.globalresearch.ca/conflict-migrant-centres-ireland-uk/5856071
01.05.2024
Scelto e tradotto da Markus per comedonchisciotte.org

ISCRIVETEVI AI NOSTRI CANALI
CANALE YOUTUBE: https://www.youtube.com/@ComeDonChisciotte2003
CANALE RUMBLE: https://rumble.com/user/comedonchisciotte
CANALE ODYSEE: https://odysee.com/@ComeDonChisciotte2003

CANALI UFFICIALI TELEGRAM:
Principale - https://t.me/comedonchisciotteorg
Notizie - https://t.me/comedonchisciotte_notizie
Salute - https://t.me/CDCPiuSalute
Video - https://t.me/comedonchisciotte_video

CANALE UFFICIALE WHATSAPP:
Principale - ComeDonChisciotte.org

Notifica di
55 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
55
0
È il momento di condividere le tue opinionix