Home / Archivi etichette: Stati Uniti

Archivi etichette: Stati Uniti

SULLA SPIAGGIA 2017. LA GUERRA NUCLEARE SI AVVICINA

DI JOHN PILGER johnpilger.com Il capitano del sottomarino statunitense dice: “Tutti dovremo morire un giorno, chi prima, chi poi. Il guaio è sempre stato che non si è mai pronti, perché non si sa quando succederà. Ebbene, ora lo sappiamo, e non possiamo farci niente.” Dice che sarà morto entro settembre. Ci vorrà circa una settimana per morire, anche se nessuno può saperlo di sicuro. Gli animali sopravvivono più a lungo. In un mese la guerra era finita. Gli Stati …

Leggi tutto »

La follia imperialista avvicina Russia e Germania

DI PEPE ESCOBAR informationclearinghouse.info L’impero dei piagnucoloni non ne ha mai abbastanza di strillare e tenere il broncio. La “democrazia rappresentativa” di Capitol Hill ha scatenato , il suo ultimo pacchetto di sanzioni, rivolto principalmente alla Russia, ma anche ad Iran e Corea del Nord. L’annuncio della Casa Bianca – un tardo venerdì pomeriggio nel mezzo dell’estate – che il presidente Trump ha approvato e firmato il disegno di legge è stato letteralmente sepolto dal ciclo di notizie sul Russiagate. …

Leggi tutto »

Conto Alla Rovescia per un Violento “Regime Change” in Venezuela

FONTE: MOON OF ALABAMA Gli Stati Uniti sostengono l’opposizione di destra, che è da aprile che cerca di detronizzare con la forza il governo socialista di Maduro. Le proteste di strada sono infatti guidate da gang violente e militarizzate: Le rivolte somigliano sempre più ad una guerriglia. La polizia spara proiettili di gomma, bombole di gas lacrimogeno e talvolta proiettili veri e propri contro la folla; le orde sempre più irrequiete rispondono con fionde letali, mortai fatti in casa e bombe …

Leggi tutto »

La rapida devolution degli Stati Uniti

DI WAYNE MADSEN strategic-culture.org Chiedete agli esperti se la Costituzione permetta agli Stati americani di separarsi: vi diranno di no. Vi faranno notare che la guerra civile ha sistemato, non solo in teoria ma anche in pratica, la questione della secessione. Ma tutti i princìpi costituzionali considerati non impediscono agli Stati Uniti di passare dall’autorità di Washington a quella statale. Sotto le politiche forti di Donald Trump, gli U.S.A. stanno sperimentando lo stesso rapido decentramento che altre federazioni, poi divisesi, …

Leggi tutto »

Il Russiagate Show va verso la fine. Guai per Trump (e tutti noi)

DI GIULIETTO CHIESA megachip.globalist.it Ci sono riusciti. Donald Trump è fritto, cucinato a puntino. Non resta che mangiarselo. La salsa è in cottura. Il figlio ha pubblicato le lettere della sua “colpa”. Perché l’abbia fatto non so, ma conosco storie, di minor rilievo, in cui il colpevole rivela in anticipo la sua colpa essendo stato informato che “qualcun altro” lo farà assai presto. Resta in vigore il proverbio: “excusatio non petita, accusatio manifesta”. In ogni caso così andranno le cose. …

Leggi tutto »

Washington è in guerra da 16 anni: perché?

DI PAUL CRAIG ROBERTS paulcraigroberts.org Sono sedici anni che gli Stati Uniti sono in guerra in Medio Oriente e Nord Africa, spendendo trilioni, commettendo crimini di guerra e mandando milioni di rifugiati in Europa. Contemporaneamente Washington dice di non potersi permettere le obbligazioni di Social Security e Medicare o di non poter finanziare un servizio sanitario nazionale. Considerando le enormi esigenze che non possono essere soddisfatte a causa del massiccio costo di queste guerre, si potrebbe pensare che il popolo …

Leggi tutto »

Gli Usa si ritirano da Al-Tanaf e rinunciano all’occupazione della Siria Sudorientale

FONTE: MOON OF ALABAMA Gli Stati Uniti rinunciano alla posizione senza speranza al confine tra Siria e Iraq, vicino al-Tanaf, nella Siria sud-orientale. I militari statunitensi avevano già bombardato le forze siriane quando si stavano avvicinando alla posizione, ma si sono ritrovati esclusi, isolati a nord e chiusi in una zona inutile. Al-Tanaf è nell’area blu con le due frecce scure nella parte inferiore della mappa. Sarà presto rossa quando verrà liberata e posta sotto il controllo del governo siriano. …

Leggi tutto »

La fine del (petro)dollaro: che cosa la Federal Reserve non vuole che tu sappia

DI SHAUN BRADLEY theantimedia.org La capacità degli Stati Uniti di mantenere la propria influenza sul resto del mondo sta diminuendo lentamente. Da quando il petrodollaro  venne istituito nel 1971, la moneta ha monopolizzato il commercio internazionale grazie a scambi con l’OPEC e continui interventi militari. C’è però una crescente opposizione allo standard americano, aumentata recentemente dal fatto che diversi Stati del Golfo hanno bloccato il Qatar, accusato di finanziare il terrorismo. Nonostante la narrativa principale, ci sono diverse altre ragioni …

Leggi tutto »

Ius Soli e il rischio Sudafrica

  DI MASSIMO BORDIN micidial.it Non è facile. Per un ex giocatore di Rugby che ha tifato Sudafrica ai mondiali del 1995 e che si è commosso alla morte di Mandela nel 2013. Per uno che ritiene che ogni uomo abbia una sua naturale dignità solo perché “uomo”, non è mica facile. Però nella vita non ci sono solo i principi astratti e l’empatia per gli oppressi: ci sono anche lo studio, l’analisi, l’approfondimento, e se questi studi, analisi e …

Leggi tutto »

Senza la Glass-Steagall, l’America fallirà

DI PAUL CRAIG ROBERTS zerohedge.com Per 66 anni il Glass-Steagall Act aveva ridotto i rischi del sistema bancario. Otto anni dopo la sua abrogazione, il sistema è saltato, minacciando l’economia mondiale. I contribuenti americani sono stati costretti a sborsare 750 miliardi di dollari, somma ben più grande del bilancio del Pentagono, per salvare le banche. Questa somma enorme non è stata però sufficiente. La Fed è dovuta intervenire, espandendo il proprio bilancio di $4 trilioni per proteggere la solvibilità delle …

Leggi tutto »

Terrore in Gran Bretagna: che cosa sapeva il Primo Ministro?

DI JOHN  PILGER counterpunch.org Ciò che non si può dire, in campagna elettorale in Gran Bretagna, è proprio questo. Che le cause dell’attentato di Manchester, in cui 22 persone, perlopiù giovani, sono state uccise da un jihadista, sono tenute nascoste per proteggere i segreti della politica estera britannica. Domande cruciali, come il motivo per cui i servizi di sicurezza dell’MI5 lasciavano a piede libero cellule terroristiche a Manchester e perché il governo non aveva avvertito i cittadini di quella minaccia …

Leggi tutto »

Se vuoi sapere perché una guerra civile americana è possibile, guarda questo foto

DI MARTIN ARMSTRONG Armstrong Economics Kathy Griffin si è scusata solo per le reazioni negative che ha ricevuto. Se fosse stato Obama, sarebbe stata tacciata di razzismo. Il solo pensare ad una cosa del genere fa capire l’attuale clima di tensione. La sinistra pensa di avere il diritto divino di sopprimere chiunque non la pensi come loro. Sto cominciando a sperare in una spaccatura degli Stati Uniti, con i leftist da una parte e chi se ne vuole liberare dall’altra. …

Leggi tutto »

Basta la parola

DI ALESSANDRA DANIELE carmillaonline.com Dopo essersi scagliato varie volte contro i mercanti d’armi, Papa Bergoglio la settimana scorsa ha ricevuto in pompa magna il più grosso mercante d’armi del mondo, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Il quale, dopo aver piazzato 110 miliardi di dollari di armi ai principi sauditi, maggiori sponsor del terrorismo islamista, gli ha raccomandato con un solenne discorso ufficiale di combattere il terrorismo islamista. Basta la parola. Quello che s’è svolto in Vaticano è stato …

Leggi tutto »

Trump sigla “il più grosso accordo sulle armi della storia americana” (350 miliardi di dollari) con gli arabi

FONTE: ZEROHEDGE.COM Con la crescita economica che va a rilento, il complesso militare-industriale è pronto a salvare il PIL statunitense, vendendo armi al solito acquirente: l’Arabia Saudita. Il vero motivo della visita di Trump in Arabia era proprio vendere armamenti per 350 miliardi di dollari nel corso dei prossimi dieci anni, secondo stime. Per favorire il tutto, l’arrivo di sabato di Trump al Royal Diwan “è stato accolto con uno show, col re saudita che ha accolto la famiglia presidenziale …

Leggi tutto »

Ecco quanto sosteniamo da tempo immemorabile

DI GIANFRANCO LA GRASSA facebook.com E su cui gli indecisi “alleati” dell’italiano “Gano di Maganza” hanno continuato a sorvolare con semplici brontolii e bronci ridicoli. Oggi sul “suo Giornale” (edizione cartacea, in alto a sinistra nella prima pagina) l’infido dichiara (riportato tra virgolette): “La vittoria di Macron è un bene per l’Europa, certe teorie non funzionano”. A cui risponde, ormai fuori tempo massimo, Salvini: “Se sta con lui si scordi l’alleanza con noi”. Non so cosa pensa la Meloni, ma …

Leggi tutto »

La Nord Corea è un diversivo all’invasione della Siria da parte di Stati Uniti e Giordania?

DI MIKE WHITNEY counterpunch.org “Assad sa che la Giordania vuole inviare truppe nel sud della Siria con la collaborazione degli americani… La Giordania non è un paese indipendente. Ciò che gli U.S.A. vogliono accadrà, ha detto il presidente siriano”. — Middle East Monitor “In caso di una divisione de facto della Siria, gli Stati Uniti e i loro alleati otterrebbero una regione strategicamente importante. È attraverso Deir Ezzor che il gasdotto proposto dal Qatar passerà… La provincia di Deir Ezzor …

Leggi tutto »

Il PD milanese e il 25 aprile

DI MAURO BOTTARELLI rischiocalcolato.it …A Milano erano presenti i grandi vecchi della sinistra, Bersani e D’Alema, freschi di scissione dal PD ma, soprattutto era presente questo, l’immagine di copertina che, a mio avviso, esemplifica al meglio questo 25 aprile 2017 di tensioni e polemiche. Di chi si tratta? Tifosi del Verona in trasferta? Dipendenti del corriere SDA in stato di agitazione? No, il PD milanese mimetizzato! Insomma, i partigiani sono morti per Juncker e Tusk. Ovviamente la vulgata rassicurante e …

Leggi tutto »

Noam Chomsky: «Con Trump rischiamo la guerra atomica»

DI PATRICIA LOMBROSO ilmanifesto.it «Per la prima volta nella storia dell’umanità viviamo una situazione pericolosissima, che rischia la stessa sopravvivenza della specie umana. Parlo della capacità mostruosa odierna di uccidere da parte degli Stati Uniti. Grazie al progetto iniziato anche con l’amministrazione Obama ed ora finito nelle mani di Trump, per l’ammodernamento tecnologico nucleare che ha raggiunto livelli radicalmente superiori all’arsenale nucleare russo quale deterrente. I margini si sono assottigliati al punto che non si può escludere una catastrofe nucleare». …

Leggi tutto »

Quello che non ci dicono su Kim il Coreano

DI MASSIMO BORDIN micidial.it Kim è un pazzo. Kim è un criminale. Kim è un dittatore. E’ il solito repertorio, reso però sempre più stucchevole da Presidenti occidentali che giocano tranquillamente a golf mentre bombardano Paesi che distano decine di migliaia di chilometri dai loro confini. Comunque, che Kim Pyonyang sia un leader decisamente fuori dai canoni democratici non ci piove: basti pensare che in Corea del Nord la naja dura una cosa come dieci anni, mentre dalle nostre parti …

Leggi tutto »

La Banca Centrale dello Zimbabwe accetta come garanzie di credito mucche, televisori e frigoriferi

FONTE: ZEROHEDGE.COM Molto prima che l’azienda casearia cinese China Huishan – la più grande del settore in Cina – diventasse nota per l’ultima colossale frode cinese, con le azioni crollate del 90% in pochi attimi dopo che un rapporto di Muddy Waters facesse luce sul suo discutibile e ombroso sistema di finanziamenti bancari, mostrando la natura ‘vuota’ della società e facendo licenziare all’istante quattro dei suoi maggiori dirigenti, illusi di poter sfuggire alle autorità, la Huishan era famosa per essere …

Leggi tutto »

Ecco quello che sta succedendo in Yemen

  FONTE: MOON OF ALABAMA La foto mostra la protesta di ieri a Sanaa, in Yemen, fatta da circa 1 milione di persone contro la guerra che Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti, Regno Unito e Stati Uniti stanno conducendo contro di loro da due anni. New York Times e Washington Post non hanno riportato la cosa. Entrambi però hanno ampiamente riportato una dimostrazione di 8.000 persone a Mosca, guidata dal ultra-razzista ultranazionalista antisemita Alexey Navalnyy . Navalny, che ha meno …

Leggi tutto »

Gli Usa attaccheranno la Nord Korea ? (Twettare a voce alta e brandire un grosso bastone)

DI ERIC MARGOLIS lewrockwell.com Panmunjom, il “villaggio della pace” nervosa zona demilitarizzata (abbreviato DMZ) tra Nord e Sud Korea, è uno dei più strani posti che mi sia capitato di visitare. Rudi militari Nord Koreani appostati, tenuti sotto stretta sorveglianza da altrettanto rudi truppe militari Sud Koreane in aggressive pose da judo e occhiali a specchio. Quando filmavo a Panmunjom, ero stato avvisato della possibilità che soldati Nord Koreani entrassero in qualsiasi momento in sala conferenze e trascinassero me e …

Leggi tutto »

“Nell’alfabeto, non ci sono solo la A e la Z”

DI MIGUEL MARTINEZ kelebeklerblog.com Quando qualcuno ti dice di scegliere tra A e B, pensa a quante altre lettere ci sono nell’alfabeto” Poco dopo l’elezione di Trump, c’è stata una raffica di minacce telefoniche e/o virtuali a vari centri ebraici, precisamente 159 sparsi in ben 38 stati degli Stati Uniti. Minacce che suscitarono uno sdegno planetario contro la ondata di antisemitismo negli Stati Uniti. Così, nasce la curiosa idea che il Presidente degli Stati Uniti dovrebbe condannare quelli che fanno …

Leggi tutto »

Ecco la VERA ragione dello stupido divieto di laptop e tablet sugli aerei

FONTE: MOON OF ALABAMA Le compagnie aeree chiedono protezionismo – gli U.S.A. vietano laptop e tablet alle società concorrenti Febbraio 2017: i CEO di Delta, United ed American Airlines sperano che Trump blocchi la concorrenza degli arabi Le tre grandi compagnie aeree degli Stati Uniti si lamentano che Emirates, Etihad Airways e Qatar Airways – sostenute dai governi di Qatar ed Emirati Arabi Uniti – siano ingiustamente sovvenzionate e che la loro espansione nel mercato statunitense rappresenti una concorrenza sleale …

Leggi tutto »

La guida di Harvard sulle fake news: il moderno “indice dei libri proibiti”. Presto anche in Italia ?

DI STEPHEN LENDMAN globalresearch.ca L’Index Librorum Prohibitorum era una lista di pubblicazioni ritenute eretiche, bandite dalla Chiesa cattolica.* I genitori pagano $63.000 all’anno affinché i loro figli vengano così disinformati? Dopo il colpo di stato ucraino del 2014, con l’instaurazione di una “dittatura democratica” guidata da due partiti neo-nazisti, Harvard ha espresso preoccupazione per una futura “aggressione russa”. Alcuni membri di facoltà hanno chiesto l’intervento militare degli Stati Uniti. Non una parola sul golpisti appoggiati dagli USA. È stato il …

Leggi tutto »

Gli psichiatri di spicco seguono il Manuale per Fare Carriera dei pezzi grossi della finanza

DI BRUCE E LEVINE counterpunch.org Non dovrebbe sorprenderci che il cinismo sia sempre di più il passatempo nazionale negli Stati Uniti, dal momento che vediamo continuamente i pezzi grossi a capo delle grandi banche che sfuggono ai processi per i crimini commessi e professionisti affermati – tra cui anche psichiatri – che vengono premiati con avanzamenti di carriera a seguito di azioni deplorevoli. Iniziamo con il ripercorrere brevemente la recente parabola nella carriera di Jamie Dimon, CEO di JPMorgan. Solo …

Leggi tutto »

#Russia Connections = Nixon Watergate ?

DI ROSANNA SPADINI comedonchisciotte.org Dato che i governi delle attuali fake democrazie sono scelti più dalle divinità del capitale che dai poveri mortali, non ci potevamo aspettare che Donald Trump rispettasse le promesse elettorali, però sembrano piuttosto scarsine quelle onorate finora. Forse per la politica interna qualcosa sta funzionando, ma per quella estera è un disastro: per la pacificazione della Palestina, Trump si rivolge a Netanyahu «Israele e Palestina? Uno Stato o due è la stessa cosa» (?); per il …

Leggi tutto »

La Casa Bianca sta considerando l’uso della forza militare contro la Corea del Nord

DI TYLER DURDEN zerohedge.com Una strategy review della Casa Bianca sulle opzioni della Nord Corea prevede la possibilità di usare sia la forza militare che un cambio di regime per contrastare la minaccia di armi nucleari, riporta il WSJ: una prospettiva che tiene sulle spine alcuni alleati degli Stati Uniti nella regione. La revisione avviene in un periodo in cui gli eventi hanno teso la stabilità della regione: tra essi, il lancio nel mese scorso da parte della Corea del …

Leggi tutto »

Contro ogni probabilità

DI ISRAEL SHAMIR unz.org Il grasso faccione di Michael Moore appare sempre indecente, come i genitali di uno di mezza età. Quello sciatto ciccione farebbe marciare le vecchie babbione anche senza il “pussyhat” (cappello rosa con orecchie da gatto, simbolo della protesta contro Trump – ndt). Basta la sua faccia. Sembra proprio George Soros: la stessa oscena Femminuccia. Secondo me è la sua faccia che lo condanna: come diceva Oscar Wilde, “tutte le creature brutte sono anche immorali”. Basta guardare …

Leggi tutto »

La Cina si prepara ad un “collasso di regime” In Corea del Nord

DI TYLER DURDEN zerohedge.com Durante il fine settimana, dopo articoli sul blocco cinese alle importazioni di carbone nordcoreano – causato dal lancio di un missile balistico la scorsa settimana – che ha segnato un’escalation preoccupante nei rapporti tra le due nazioni, precedentemente “amichevoli”, abbiamo discusso di come la  Cina abbia rivelato che non solo Kim Jong-un stava potenzialmente perdendo un “alleato molto importante”, ma che ciò potrebbe anche mettere il suo instabile regime a “rischio” di un potenziale colpo di …

Leggi tutto »