Home / Notizie dal Mondo

Notizie dal Mondo

Nazionalisti, Patrioti e ex banchieri dei Rothschild

DI RAUL ILARGI MEIJER zerohedge.com Se e quando un ex banchiere dei Rothschild comincia a spiegare che cosa significano veramente le parole nei nostri rispettivi linguaggi, dobbiamo fare attenzione. Anche se ha dozzine di speech writers professionisti e spin doctors che lo fanno per lui. E anche se il significato e l’interpretazione delle parole, nonostante possano sembrare facilmente traducibili, si differenziano tra inglese, francese, tedesco, russo, cinese a tal punto che ‘Lost in Translation’ sarebbe un eufemismo. Ma se siete quel …

Leggi tutto »

Quando sento parlare di ambiente, mi cascano le…

DI CARLO BERTANI carlobertani.blogspot.com Appena qualcuno mette il naso su questioni ambientali, ecco che viene subito tacciato d’essere un “pro-ICCP”, e quindi un catastrofista prezzolato oppure, al contrario, d’essere un negazionista della santa verità scientifica o, ancora, uno che lega tutto all’attività di HAARP o delle scie chimiche. E – notatelo bene – il dibattito non si sposta di un centimetro: nessuno che porti dati comprovati, sillogismi perfetti…no, soltanto la nostra abitudine di sollevarci sopra la massa per chiarire un …

Leggi tutto »

L’apocalisse in California: fuoco e furia

DI HARVEY WASSERMAN opednews.com Nell’ America di oggi, omicidi di massa casuali si fondono con la devastazione ecologica. Cinquant’anni fa, da ventenne, spesso andavo in autostop dalla Pacific Coast Highway alla Southern California. Allora dormivo su spiagge incontaminate, nuotavo nell’ oceano e passavo ore a guardare foche e delfini cavalcare le onde a pochi metri dalla costa. Uno dei miei posti preferiti era a Santa Monica, dove il Sunset Boulevard incontra il mare al Will Rogers State Park. Questo meraviglioso …

Leggi tutto »

La partita della Russia in Libia – Ecco il piano di Vladimir Putin

  LORENZO VITA occhidellaguerra.it Non si può avere un ruolo di primo piano in Libia, senza passare per la Russia. È questa una delle poche certezze che si hanno nel caos che pervade il paese nordafricano. La strategia di Vladimir Putin, nel difficile scacchiere libico, è sempre stata particolarmente silente. Il Cremlino, dopo la caduta di Muhammar Gheddafi, si è mosso con prudenza, consapevole che la fine del colonnello ha avuto un effetto disastroso sulla costruzione della strategia russa nel …

Leggi tutto »

La Terra è in una spirale mortale. Servono azioni radicali per salvarci

DI GEORGE MONBIOT theguardian.com Il collasso climatico potrebbe essere rapido e imprevedibile. Non possiamo più permetterci di prendere tempo e sperare che cambiamenti irrilevanti evitino il disastro. E’ stato un momento di quelli che cambiano la vita. A una conferenza stampa tenuta la settimana scorsa dagli attivisti di Extinction Rebellion, due di noi giornalisti presenti incalzavamo gli organizzatori riguardo alla perseguibilità dei loro obiettivi. Per esempio, avevano affermato che le emissioni di anidride carbonica nel Regno Unito avrebbero dovuto essere azzerate …

Leggi tutto »

Ringraziare i veterani per il loro “servizio”? E perché mai?

THE SAKER thesaker.is In base al contesto, la parola “perchè” può essere completamente inoffensiva o addirittura il più sovversivo e sacrilego termine pronunciabile. Questo è forse il motivo per cui amo così tanto questa espressione, per la sua capacità di colpire a fondo i miti più intoccabili e i principi più inamovibili. Così, oggi voglio chiedere a tutti: come mai tanta gente sente il bisogno di ringraziare i veterani di guerra per il loro “servizio”? Per prima cosa, cominciamo a …

Leggi tutto »

Gaza brucia più di Hollywood ma non c’è nessuno per spegnere il fuoco

DI GEORGE GALLOWAY rt.com Il mondo è ossessionato dalle foreste in fiamme che incendiano le tenute delle star a Hollywood. Con estrema ironia alcune delle case bruciate appartengono a persone che hanno aiutato la raccolta fondi di milioni di dollari per l’esercito israeliano che sta bruciando le baracche a Gaza. I guerrieri di Hollywood sono assicurati, ovviamente, e hanno altre case, a volte, molte. Gli abitanti delle catapecchie di Gaza no. I coraggiosi vigili del fuoco della California sono ben …

Leggi tutto »

Facebook, la merda incontra il ventilatore? Quel che una stampa di puttane non dice su Facebook

FONTE: KEINPFUSCH.NET Sono passati pochi giorni da quando i giornalisti sono stati definiti “puttane” con grande scandalo da parte di chi ama scandalizzarsi a testa bassa, e gia’ me la sento di ribadire il giudizio. E sia chiaro: anche quelli che si stanno stracciando le vesti (di solito si stracciano le vesti per farsi un selfie a tette fuori e guadagnare followers) sarebbero stati d’accordo con me se solo non lo avesse detto il cinghiale di turno.Sia chiaro: la stampa …

Leggi tutto »

L’Iran è disconnesso dal sistema SWIFT – cosa ancora ci si può aspettare?

DI VALENTIN KATASONOV fondsk.ru Se la Russia sarà la prossima, quanto è pronta alla disconnessione? Il 5 novembre è entrata in vigore una nuova serie di sanzioni economiche contro l’Iran da parte di Washington. Include il blocco delle riserve internazionali di Teheran, il divieto dell’uso dei porti iraniani e l’esportazione di petrolio iraniano. Ha avuto luogo anche la disconnessione delle organizzazioni finanziarie iraniane dal sistema di trasferimento delle comunicazioni di pagamento SWIFT. L’Iran ci è abituato: le prime sanzioni anti-Iran di …

Leggi tutto »

Michel Houellebecq ha immaginato la distopia sessuale. Ora è arrivata

DI ADAM DI KIRSCH nytimes.com Quando in aprile Alek Minassian ha guidato un furgone su un marciapiede di Toronto, uccidendo 10 persone, si è unito ad una crescente lista di giovani assassini di massa maschi. Aveva lasciato una serie di post su internet che portano a pensare che il movente avesse a che fare col suo status di “incel”, cioè celibe involontario – un’etichetta adottata da uomini che non sono in grado di formare relazioni sessuali con donne e che spesso …

Leggi tutto »

La crocifissione di Julian Assange

  CHRIS HEDGES truthdig.com Il rifugio di Julian Assange nell’ambasciata ecuadoriana di Londra si è trasformato in una piccola bottega degli orrori. Negli ultimi sette mesi [il giornalista] è stato praticamente escluso da ogni forma di comunicazione con il mondo esterno. La cittadinanza ecuadoriana, che gli era stata concessa in virtù del suo status di richiedente asilo, sta per essergli revocata. Le sue condizioni di salute si vanno deteriorando. Gli vengono negate le cure mediche. I suoi tentativi di ottenere …

Leggi tutto »

Dissesto ambientale, non dite che è catastrofismo. È peggio

DI LUCA MERCALLI ilfattoquotidano.it È uscito per Einaudi il nuovo libro di Luca Mercalli “Non c’è più tempo”, un viaggio per comprendere che quella climatica e ambientale è un’emergenza di cui dobbiamo preoccuparci. Tanto piú in un’epoca di riscaldamento globale che, tra alluvioni, siccità e aumento dei livelli marini, minaccia il benessere dei nostri figli e nipoti. Ne proponiamo un estratto. Molti uomini (e poche donne) nel lungo corso della storia hanno dimostrato di essersi fumati il cervello. Alcuni di …

Leggi tutto »

“L’Iran ha imparato a uscire da situazioni simili”: la possibilità che avrà Teheran di aggirare le sanzioni di Washington

DI GEORGY MOSALOV e ANASTASIJA RUMJANTSEVA russian.rt Teheran continuerà a commerciare il petrolio, nonostante le sanzioni statunitensi imposte il 5 novembre. Lo ha affermato il Presidente della Repubblica Islamica, Hassan Rouhani. In precedenza, le azioni di Washington sono state condannate dai partecipanti all’accordo sul nucleare iraniano. Nel Gabinetto dei Ministri tedesco hanno segnalato l’intenzione di tutelare le imprese tedesche dall’influenza di misure restrittive. Il meccanismo corrispondente è già in fase di sviluppo a Bruxelles. Nel Consiglio della Federazione(1) ritengono che le …

Leggi tutto »

Yemen – Tenere Hodeidah è l’ultima possibilità per gli Houthi

  MOON OF ALABAMA moonofalabama.org Dal MoA review della settimana scorsa: • October 31 – Yemen – After 200,000 Died An Embarrassed U.S. Finally Calls For Negotiations Gli Emirati Arabi Uniti (UAE) e i loro mercenari hanno ripreso il loro deciso attacco in direzione di Hodeidah. Se dovessero catturarla, controllerebbero tutti i rifornimenti destinati alle zone popolate dagli Houthi. I Sauditi e l’UAE sembra stiano utilizzando i 30 giorni concessi loro da Trump per conquistare il più territorio possibile. L’attacco …

Leggi tutto »

Lo spettro di Pablo

  LESLEY GILL counterpunch.org Roberto ‘Cubby’ Escobar ha 72 anni ed è un ex-contabile del defunto cartello della droga di Medellin, nonché il curatore del Museo Pablo Escobar,  sua attuale dimora dopo l’uscita di prigione, nel 2006. Il museo onora la memoria del fratello, il più celebre criminale della Colombia. Situato in un vecchio nascondiglio, [la struttura] prospera grazie al crescente flusso di turisti stranieri, che vogliono sempre più notizie sul famoso signore della droga e Cubby, come le bamboline …

Leggi tutto »

Bolsonaro: un mostro pianificato dai nostri media

DI JONATHAN COOK counterpunch.org Con la vittoria di Jair Bolsonaro nelle elezioni presidenziali brasiliane nel fine settimana [28 ottobre], le Cassandre delle élite occidentali sono di nuovo operative. Il suo successo, come quello di Donald Trump, ha confermato un preconcetto di lunga data: che non ci si può fidare del popolo; che, quando si emancipa, si comporta come una massa guidata da impulsi primitivi; che la plebaglia ormai sta per minacciare di abbattere le barriere della civiltà create scrupolosamente. I guardiani …

Leggi tutto »

U2, Rolling Stones e Ac/Dc: cuore in patria e portafoglio (ricco) in Olanda

DI ROBERTO GALULLO E ANGELO MINCUZZI ilsole24ore.com AMSTERDAM – Canta che ti passa. Chissà se anche a voi è capitato di superare con una bella cantata preoccupazioni e timori di una giornata storta. Di sicuro a musicisti e rock band internazionali come Rolling Stones, U2, Ac/Dc, e chissà a quanti altri mai usciti allo scoperto, cantare fa passare la paura del Fisco. Ma a una condizione: che la società o le scatole societarie che gestiscono diritti e royalties delle rock …

Leggi tutto »

Khashoggi versus 50.000 bambini yemeniti

DI PETER KOENIG journal-neo.org Il Parlamento Europeo ha richiesto ieri (25 ottobre) un immediato embargo sulla vendita di armi all’Arabia Saudita, sanzionando in tal modo il Regno della canaglia Arabia Saudita che si unisce agli Stati Uniti e Israele come principale fornitore di criminalità in tutto il Medio Oriente e il mondo. La Francia ha comunque detto che applicherà le sanzioni solo se sarà provato che Riyadh è stato effettivamente coinvolto nell’uccisione del controverso giornalista saudita. La signora Merkel ha …

Leggi tutto »

Divide et impera

DI GILAD ATZMON gilad.co.uk Non sono nemmeno lontanamente un sostenitore di Trump. Penso però che sia riuscito ad esporre il livello di morbosità della politica occidentale, sia a destra che a sinistra. Trump è l’ultima icona post politica – il sintomo e la malattia. Negli ultimi quarant’anni, l’Occidente ha sùbito un’intensa rivoluzione culturale e sociale. La causa della “giustizia sociale” ha apportato alcuni cambiamenti fondamentali nella società. I diritti elementari, come la libertà di pensiero, sono stati sradicati, e sostituiti …

Leggi tutto »

S-300 in Siria – Una valutazione preliminare

  THE SAKER thesaker.is Abbiamo qualche notizia in più sul tipo di batterie di S-300 che i Russi hanno consegnato ai Siriani: i Russi hanno convertito un certo numero di sistemi S-300PM e S-300P2 alla versione destinata all’esportazione S-300PMU-2 “Favorit” che, tra l’altro, è anche la versione russa destinata ai Siriani e ai Cinesi. Il sistema usa il missile 48N6E2 ed ha una portata ufficiale di 195 km. Tralascio il resto dei dettagli tecnici e dirò solo che questa è …

Leggi tutto »

Il documentario che la Lobby israeliana non vuole che vediate

FONTE: MOON OF ALABAMA Oggi (2 novembre 2018, nota CdC), il sito “The Electronic Intifada” ha pubblicato le prime due parti di “La Lobby negli USA” un’inchiesta segreta in quattro parti di Al Jazeera, riguardante le campagne di condizionamento segreto condotte da Israele negli Stati Uniti. La prevista diffusione del film è stata vietata dal Qatar, proprietario di Al Jazeera, per conto di Israele. Nel seguito la descrizione di “Electronic Intifada”: “Per ottenere un accesso senza precedenti tra gli addetti interni …

Leggi tutto »

Dopo la morte di Khashoggi, Trudeau non bloccherà una vendita di armi da 12 miliardi di dollari ai Sauditi, perché i soldi la spuntano sempre sull’omicidio

  ROBERT FISK independent.co.uk Ad almeno 5.000 miglia di distanza dalla città in cui il suo corpo è stato sepolto in segreto (intero o a pezzettini) dai suoi assassini sauditi, l’omicidio di Jamal Khashoggi ora irrita la coscienza (e i cordoni della borsa) di un’altra nazione. Perchè il Canada, patria del pensiero libero e democratico (sopratutto con Justin Trudeau), si trova di colpo a dover gestire l’eredità del predecessore (conservatore) del brillante e giovane Primo Ministro, insieme ad una semplice …

Leggi tutto »

Slavoj Žižek: Fino a quando il mondo ricco non pensa “un mondo”, la migrazione si intensificherà

DI SLAVOJ ŽIZEK rt.com Il mondo “ricco” ha urgente bisogno di affrontare le ragioni alla base della migrazione di massa, piuttosto che i suoi sintomi. E di capire che [tutti noi] viviamo in un solo mondo. La migrazione è, ancora una volta, notizia principale. Colonne di migranti dell’Honduras si stanno avvicinando al confine degli Stati Uniti attraverso il Messico; i migranti africani hanno rotto le barriere e sono entrati nella piccola exclave spagnola sulla punta settentrionale dell’Africa; i migranti mediorientali stanno cercando …

Leggi tutto »

“La mia speranza se n’è andata”: dopo la tragica morte della ragazza yemenita affamata, i genitori parlano in un’intervista

FONTE: RT.COM I dolenti genitori della giovane yemenita morta di malnutrizione la scorsa settimana hanno parlato in un’intervista straziante dopo che le immagini della loro bambina emaciata hanno attirato l’attenzione sul peggioramento del disastro umanitario della nazione. Le foto strazianti della defunta di sette anni Amal Hussain pubblicate dal New York Times hanno posto l’accento umano sulla carestia dello Yemen e hanno messo in evidenza l’impatto della campagna di bombardamenti guidati dall’Arabia Saudita sui civili inermi del paese, milioni dei quali sono di …

Leggi tutto »

Soros collabora con Mastercard per finanziare i migranti

  TYLER DURDEN zerohedge.com L’affarista miliardario George Soros ha ripetutamente smentito le voci secondo cui starebbe collaborando al finanziamento della carovana dei migranti che, partendo dall’Honduras e dal Guatemala, sta attraversando il Messico e che ha, come meta finale, gli Stati Uniti. Ma tutto questo è destinato a cambiare, dal momento che il fondatore della “Open Society,” noto per aver finanziato una buona parte dell’opposizione a Brett Kavanaugh, il candidato alla Corte Suprema degli Stati Uniti scelto da Trump, si …

Leggi tutto »

Brasile, Fascismo e la sinistra neoliberale

DI ROB URIE counterpunch.org Con la vittoria elettorale di Jair Bolsonaro nel ballottaggio di domenica [28 ottobre] per la presidenza del Brasile, è indiscutibile una reviviscenza globale della destra radicale. Il signor Bolsonaro è un rappresentante particolarmente sgradevole di questo movimento, politicamente repressivo e culturalmente intollerante. La domanda che viene posta nella stampa borghese è: quale disturbo psicologico sta prendendo piede tanto da poter persuadere gli elettori a eleggere una persona del genere? Detta cornice rappresenta la reviviscenza come inspiegabile, …

Leggi tutto »

I Cinesi hanno messo in ginocchio l’esercito americano – Ora il Pentagono se ne rende conto

  IVAN DANILOV stalkerzone.org Nel sistema della difesa nazionale degli Stati Uniti è stato scoperto un grosso punto debole, molto difficile da sanare. La reazione del Pentagono rasenta un malcelato panico e i giornalisti che hanno esaminato i risultati di una ricerca, portata a termine da esperti americani per studiare a fondo le condizioni dell’esercito americano e dell’industria della difesa, ammettono che nelle recenti, “strane,” azioni del presidente Trump c’è, in fondo, una logica ferrea: vuole impedire che l’America si …

Leggi tutto »

4 novembre, gran festa degli assassini

DI MIGUEL MARTINEZ kelebeklerblog.com Prima di ogni cosa, ce n’è stata un’altra.Però il 1914 è quanto di più somigli a un inizio, al Grande Delitto. Di cui stiamo sempre e solo a guardare la coda, la Seconda guerra mondiale. Ai due capi di questa guerra dei Trent’anni, c’è la rimozione nella rimozione, l’imperialismo. L’immenso sistema di trasporti su ruote che rese possibile la strage fu avviato soprattutto da re Leopoldo del Belgio, un noiosissimo signore il cui personale stato-azienda, alla …

Leggi tutto »

I tre eventi che potrebbero cambiare il volto dell’America

  BRANDON SMITH alt-market.com L’anno scorso è stato, in generale, un fuoco di fila di notizie, molte delle quali distorte dai media mainstream, ma, in ogni caso, segnali importanti che il sistema economico, sociale e geopolitico a cui ormai siamo abituati sta cambiando o si sta destabilizzando rapidamente. Comunque, è importante comprendere che le implicazioni dovute a questi eventi stanno maturando da ANNI, non da settimane o da mesi. Non sono le improvvise ed inesplicabili conseguenze di un “effetto domino”, …

Leggi tutto »

Il ritorno dei caudillos latinoamericani

DI WAYNE MADSEN strategic-culture.org La “primavera del socialismo” dell’America Latina è al termine. Dopo oltre un decennio di Presidenti progressisti socialisti che anteponevano le persone al clientelismo, gli oligarchi dell’America latina, attraverso la prevaricazione dei tribunali, dei parlamenti e dei sistemi elettorali, hanno messo dei caudillos in carica in tutta la regione. A differenza del passato, quando i generali locali, con un cenno del capo dalla base locale della CIA, chiamavano i carri armati e le truppe per cacciare i …

Leggi tutto »