Categoria

Opinione

Le opinioni sui vari argomenti

Chi comanda il mondo? (Seconda Parte)

Di Roberto Pecchioli, ideeazione.com Nella prima parte di questo elaborato abbiamo cercato di fornire una risposta al quesito su chi esercita davvero il potere nel mondo, attraverso due livelli di indagine: comandano coloro di cui non si può “dir male” e, concretamente, i signori del denaro, in particolare la cupola finanziaria che si è impadronita dell’emissione monetaria. Abbiamo riconosciuto tristemente il ruolo secondario, se non servile, della dimensione pubblica – Stato e politica- ma…

Massimo Fini: Zelensky, lo show e gli interessi

Di Massimo Fini La Germania rilutta a svuotare i propri arsenali a favore di quelli ucraini, in particolare fornendogli i carri armati Leopard che in tema di armatura pesante sono quanto di meglio ci sia al mondo. E ha le sue buone ragioni. L’Ucraina a furia di essere rimpinzata di armi dai paesi dell’Unione europea e dagli Stati Uniti è diventata il Paese più armato d’Europa e si prospetta, in un futuro prossimo venturo, come un pericolo per la stessa Unione Europea che è la vera…

Gli Anni della Vergogna

Di Franco Maloberti per ComeDonChisciotte.org Mi chiedo se saranno i futuri storici a definire questi anni come "gli anni della vergogna" o molto prima, per nuova consapevolezza, saremo noi stessi a parlare della vergogna di questi tempi. Gli anni in questione sono quelli successivi la Seconda guerra mondiale. I vincitori della guerra, invece di puntare a uno sviluppo armonico, hanno operato per il dominio del mondo, per diventare egemoni e tenere saldo il potere con la forza. Una egemonia…

Il Nuovo Totalitarismo (Mediatico) in Brasile ci riguarda, eccome.

Ieri 23 gennaio, il giudice della Corte suprema Alexandre de Moraes, ha ordinato l'apertura di altre tre inchieste per indagare sulla partecipazione delle persone coinvolte nell'assalto ai palazzi del potere della capitale avvenuto l'8 gennaio scorso; la decisione è stata presa dalla procura generale della Repubblica. Come avrete avuto modo di leggere in diversi articoli fino ad oggi, seguiamo da lontano, ma con particolare attenzione i fatti brasiliani. E proprio dai nostri…

Narrative a confronto

Di Andrea Cavalleri per ComeDonChisciotte.org Paese A C’era una volta il Paese A. era uno Stato multietnico e multireligioso con un governo di unità nazionale. Come in molti altri posti nel mondo non tutto andava bene, c’erano dei problemi e insorgevano delle discussioni e dei contrasti, che tuttavia non impedivano lo svolgimento della vita ordinaria. In un momento in cui questi contrasti erano piuttosto animati (aizzati anche da campagne di propaganda di dubbia provenienza) si…

Rivolta violenta? No Grazie

Di Roberto Siconolfi per ComeDonChisciotte.org Gli avvenimenti ultimi del Brasile ci mostrano alcune evidenze e ci forniscono alcune lezioni di carattere politico. Manifestazioni, rivolte di piazza, azioni di forza: forse alcune strategie storicamente conosciute non sono più sufficienti per una sostanziale trasformazione socio-politica dello status quo. Da Brasilia a Capitol Hill: la rivolta è inutile e fa il gioco del nemico Innanzitutto vi è una strategia precisa che da Capitol…

Chi comanda il mondo? (prima parte)

Di Roberto Pecchioli, ereticamente.net Un amico, conversando davanti a un caffè, ci ha posto la domanda da un miliardo di dollari: chi comanda nel mondo? Ha aggiunto di non volere una risposta complessa e che gli interessa sapere nomi e cognomi. Vasto, arduo programma, rispondere a un quesito che ci tiene chini sui libri da anni; ancora più difficile indicare persone fisiche in un tempo in cui il potere – più oligarchico e chiuso che mai – ha una dimensione reticolare, in cui ogni snodo,…

Dopo Berlusconi e Trump, ora tocca a Bolsonaro!

"Il giudice della Corte Suprema del Brasile, Alexandre de Moraes ha autorizzato la procura nazionale a mettere sotto inchiesta Bolsonaro come l'ispiratore dell'assalto contro le istituzioni brasiliane" (*) titola un noto sito web nostrano di politica internazionale. Da una settimana i maggiori media e governi da tutto il mondo parlano di "golpe contro Lula da Silva", il presidente brasiliano attualmente in carica, dopo che alcune centinaia di seguaci del rivale sconfitto alle ultime elezioni,…

Fondare una Nuova Umanità

Di Piero Cammerinesi, liberopensare.com Esplorare il territorio Poco meno di tre anni fa Giulietto Chiesa promosse la nascita di una comunità di intellettuali e liberi ricercatori che prese il nome di Centro di Gravità cui lasciò un compito; quello di  “esplorare il territorio della crisi e disegnare la mappa globale”.   In questi anni abbiamo effettivamente “esplorato il territorio” da molti punti di vista; geopolitico, economico, scientifico, medico, dell’informazione cercando…

È IMPOSSIBILE VINCERE UN NEMICO INVISIBILE

Di Romano Cristiano A qualcuno potrà sembrare assai curioso che, in una guerra, ci possa essere un nemico del tutto invisibile; anzi, non soltanto curioso, ma anche impossibile. La realtà è però un po’ diversa: curioso, sì; impossibile, no. E lo affermo con convinzione, sia pur nel caso in cui, fino a questo momento, un fatto del genere non sia mai successo. Se non è successo, ciò non significa che non possa succedere. Faccio un esempio: è incredibile come, ai tempi d’oggi, si parli, in un…

Cina, la terra rara: “officina” e “miniera” del Mondo

Di Flavia Manetti per ComeDonChisciotte.org Dagli anni ’70, la Cina ha accettato di divenire, per l’Occidente, la fabbrica del mondo. Dalle iniziali zone a regime speciale di Shenzhen alle sterminate fabbriche di Zhengzhou. Giganteschi insediamenti industriali che hanno prodotto e ancora producono su commissione dei capitali occidentali. La proletarizzazione ed urbanizzazione di milioni e milioni di contadini è stata possibile anche grazie al diritto, garantito dallo Stato, di mantenere il…

Complottisti di stato

Qualche giorno fa mi è capitato di guardare su you tube un vecchio confronto tra Mazzucco e Polidori a proposito del celeberrimo attentato di New York del settembre 2001. Argomento di stretta attualità, direte voi, probabilmente no, ma dato che attaccare e ridicolizzare le “teorie del complotto” e i loro seguaci “complottisti” è un esercizio ancora oggi adorato dal media per gli argomenti davvero di attualità, come per esempio la “pandemia” e le campagne “vakkinali”, non mi pare un interesse…

La modernità come cancro terminale

Di Alceste alcesteilblog.blogspot.com Roma, 5 gennaio 2023 “Una cellula. Una sola, tra migliaia di miliardi … che, a caro prezzo per la salute del collettivo di cui fa parte, cioè il nostro corpo, va a prendersi il sogno proibito dell’immortalità … Il rompicapo del cancro è una folle corsa verso l’illusione dell’immortalità. Illusione, perché l’aggressore, il sovvertitore dell’ordine, non ha altra prospettiva che il perire insieme al sistema di cui è parte …”. Sono le prime parole…

Financial Times: “Italia anello debole con la politica aggressiva BCE”. È in gioco la vita dell’Euro ma soprattutto quella degli italiani

di Megas Alexandros (alias Fabio Bonciani) Ci siamo, sembra proprio che stia per arrivare la "tempesta perfetta" sopra l'Europa. La serie di eventi catastrofici messi in fila, l'uno dietro l'altro, dai Potenti della Terra, senza far respirare i popoli, hanno creato le basi per una completa distruzione dei nostri sistemi economici e delle nostre vite per come le abbiamo sognate di vivere. Dalla crisi dei debiti sovrani, passando per la pandemia, fino al fenomeno inflattivo attuale che a…

La più sconfitta d’Europa: Angela Merkel

Di Belisario per ComedonChisciotte.org La signora Angela Merkel – la “piccola Bismarck” in versione materna – ha come noto improvvisamente rotto, con una intervista al Die Zeit del 7 dicembre scorso, un lungo silenzio – il silenzio della sconfitta. Angela Merkel insieme a Jose’ Manuel Barroso nel 2013 pose il seguente aut-aut all’Ucraina: o accordo di associazione con l’UE o unione doganale con Russia e Bielorussia. Quando il Governo ucraino si rese conto dei costi enormi specie sul piano…

2022: si chiude un ciclo di tre anni

Condividiamo e ripubblichiamo: Di Massimo Mazzucco, luogocomune.net Quello che si chiude il 31 dicembre non è il solito anno di 12 mesi, ma un periodo di tempo, compatto e unito, durato ben tre anni. Per la precisione, dal gennaio 2020 (data di “arrivo” del covid nel mondo) ad oggi. Sono stati tre anni estremamente difficili, e solo le menti più forti ed equilibrate sono riuscite a non perdere del tutto il senso dell’orientamento. Grazie al panico che è stato…

La Speranza di Ieri

Di Franco Maloberti per ComeDonChisciotte.org PREMESSA Questo scritto, forse ancora attuale, è una riedizione di mie considerazioni di alcuni anni fa. Ripercorre le sensazioni del dopoguerra e parla della speranza che scienza e tecnologia siano in grado di migliorare l'umanità, annientando “le barbarie delle guerre tra popoli", aumentando "la forza conciliatrice della tolleranza e del senso comune di umanità" per la pace, la sicurezza, il bene per tutti. Speranza vana, ma dura a morire.…

I peccati della guerra d’informazione

Di Robert Malone, rwmalonemd.substack.com I peccati della nostra opposizione lavano i nostri peccati? Attualmente è in corso una discussione molto attiva sul video sempre più virale “Died Suddenly”. Altri commentatori (per esempio “The Daily Skeptic” e Josh Guetzkow) hanno opportunamente notato che il video (generalmente ben finanziato e prodotto) include segmenti che sono fuorvianti nella migliore delle ipotesi, che implicano falsamente una o più relazioni di causa-effetto tra un evento…

Non lametatevi (sconsigliato ai deboli di stomaco) [Il Poliscriba]

Di Alceste, alcesteilblog.blogspot.com Ottimo Natale e buon 2023 a tutti i venticinque lettori Il Poliscriba Io scriverò politico quando starete zitti … per parafrasare una splendida canzone di Bruno Lauzi. Per ora scriverò ai ventri molli di tutti coloro che blaterano d’Italia e di italiani, ma del paese reale  e della gente in carne e ossa non gliene frega niente. Cosa si deve ancora subire per prendere una decisione forte, coerente in direzione di un vero cambiamento di…