Home / Archivi etichette: Usa

Archivi etichette: Usa

Il 6 giugno, giorno del Vassallaggio

DI MICHEL ONFRAY michelonfray.com Il 6 giugno 2019, la città di Caen è morta – finalmente questo è stato un bel modo  per commemorare il 75° anniversario del D-Day, visto che l’esercito americano lasciò questa città sotto un tappeto di bombe, effetto di una strategia militare della quale qualche storico comincia a sussurrare che forse non fu la migliore. In effetti! Un patrimonio storico incommensurabile, importanti musei, opere d’arte inestimabili, archivi di un valore unico, edifici storici e edifici medievali …

Leggi tutto »

Dieci segnali che indicano la possibilità di una guerra tra gli Stati Uniti e l’Iran

DI GASANOV KAMRAN katehon.com L’ analisi degli avvenimenti recenti suggerisce l’ineluttabilità di un confronto militare tra gli Stati Uniti e l’Iran. Ma la Casa Bianca è veramente pronta a imbarcarsi nella più grande operazione militare del XXI secolo? Le ipotesi circa un’escalation della crisi tra gli Stati Uniti e la Repubblica islamica dell’Iran (RII) si ingrandiscono a valanga. Anche se chi ragiona freddamente capisce il rischio e l’assurdità di un attacco americano all’Iran, ogni nuovo avvenimento non fa che moltiplicare …

Leggi tutto »

Le lunghe mani del gruppo Bilderberg

DI MANLIO DINUCCI ilmanifesto.it Tre italiani sono stati invitati quest’anno alla riunione del gruppo Bilderberg, svoltasi a Montreux in Svizzera dal 30 maggio al 2 giugno. Accanto a Lilli Gruber, la conduttrice televisiva de La7 ormai ospite fissa del Bildelberg, è stato invitato un altro giornalista: Stefano Feltri, vicedirettore del Fatto Quotidiano diretto da Marco Travaglio. Il «terzo uomo» scelto dal Bildenberg è Matteo Renzi, senatore del Partito Democratico, già presidente del Consiglio. Il gruppo Bilderberg, costituitosi nel 1954 formalmente …

Leggi tutto »

A grandi passi verso la Crisi

DI FEDERICO DEZZANI federicodezzani.altervista.org Si sono svolte le elezioni per il rinnovo del Parlamento europeo: i partiti “sovranisti” aumentano i seggi, ma restano ininfluenti nel nuovo emiciclo, dove la grande coalizione di popolari e socialisti si allargherà ai liberali. Regno Unito e Italia appaiono però sempre più distanti dal Continente: l’exploit del partito Brexit rafforza lo scenario di un’uscita inglese dall’Unione Europea senza accordo, mentre l’affermazione della Lega isola ulteriormente l’Italia, incamminata verso una silenziosa uscita dall’eurozona. Gli angloamericani lanceranno …

Leggi tutto »

Rand Corp: come abbattere la Russia

DI MANLIO DINUCCI ilmanifesto.it Il piano elaborato dal più influente think tank Usa- Costringere l’avversario a estendersi eccessivamente per sbilanciarlo e abbatterlo: non è una mossa di judo ma il piano contro la Russia elaborato dalla Rand Corporation, il più influente think tank Usa che, con uno staff di migliaia di esperti, si presenta come la più affidabile fonte mondiale di intelligence e analisi politica per i governanti degli Stati uniti e i loro alleati. La Rand Corp. si vanta …

Leggi tutto »

Italia terrorizzata dal debito, gli altri spendono e corrono. Le lezioni di USA e Cina

DI PAOLO BECCHI E GIOVANNI ZIBORDI liberoquotidiano.it In Italia si discute, si polemizza, si fanno drammi o ci si esalta per gli zero virgola, per le briciole, per 700 euro al mese che vanno, forse, a mezzo milione di persone su 40 milioni di adulti. Poi alla fine si scopre che invece che a 4 milioni di persone il cosiddetto reddito di cittadinanza andrà forse a 0,5 milioni di persone e costerà 5 o 6 miliardi di euro, cioè lo …

Leggi tutto »

Le sanzioni Usa hanno ucciso 40.000 persone in Venezuela

  FONTE: LIBREIDEE.ORG libreidee.org Potrebbe ammontare a 40.000 il numero delle persone morte in Venezuela a causa delle sanzioni imposte dagli Stati Uniti, che hanno reso più difficile per la gente comune avere accesso al cibo, ai medicinali e alle apparecchiature mediche, secondo quanto descritto da un nuovo report. Il rapporto, pubblicato dal Centre for Economic and Policy Research (Cepr), un centro studi di ispirazione progressista con sede a Washington, sostiene che queste morti sarebbero avvenute in seguito all’imposizione delle …

Leggi tutto »

I Dioscuri ci liberano dall’euro

DI MARCO DELLA LUNA marcodellaluna.info Le mosse di politica economica del presente governo appaiono a molti chiaramente e seriamente dannose e destabilizzanti, direi irresponsabili – ma non lo sono, se hanno lo scopo strategico che suggerirò in fondo a questo articolo. Nel qual caso sarebbero, al contrario, sagge, lungimiranti, meritorie, e ben potremmo acclamare i Dioscuri. Nella campagna elettorale dell’anno scorso e pure in quella attuale, Salvini e Di Maio hanno impiccato se stessi, e insieme a sé tutta l’Italia, …

Leggi tutto »

Venezuela, né con Maduro né con Guaidó. A Caracas la fame, il caos, la corrente che va e viene

DI FRANCESCA BORRI ilfattoquotidiano.it Maduro o Guaidó? Chi ha ragione? Di chi è la colpa, qui? Dell’imperialismo o del socialismo? Degli americani, che hanno bloccato i conti correnti del Venezuela, o del welfare, di un governo che spende, e spende e spende, ed è finito sul lastrico? Cos’è stato Chávez? Cos’è davvero questa sua rivoluzione? Una sfida al pensiero unico, o alla matematica? Dopo tre giorni, penso una cosa sola: ho fame. Ho fame e basta. Il Venezuela ha 32 …

Leggi tutto »

Il golpetto di Juan Guaidó. Un altro stress test (fallito?) per il Venezuela

DI GENNARO CAROTENUTO gennarocarotenuto.it Di nuovo tanto rumore per nulla nell’ennesima giornata decisiva in Venezuela? È stato un fallimento o una prova generale? Intorno all’autoproclamato Juan Guaidó è come se si svolgessero da mesi dei ripetuti “stress test”, dove quello che non si vede è ben maggiore di quello che è visibile in superficie. Se così non fosse, a cento giorni di distanza dalla giocata, vorrebbe dire che davvero l’opposizione non abbia la forza né politica né militare per rovesciare …

Leggi tutto »

Gli Stati Uniti stanno imitando il Venezuela ?

DI JOHN PERKINS johnperkins.org Di recente, sono tornato al mio bar preferito di Città del Messico. Era metà pomeriggio e, a parte una coppia che amoreggiava in un tavolo all’angolo, ero l’unico avventore. Cercando di dimenticare tutte le orribili notizie provenienti dal mondo, alzo gli occhi sulla partita di calcio che veniva trasmessa alla tv sopra lo specchio. Ed ordino una birra. Improvvisamente, mi imbatto in un mio amico di vecchia data, che frequenta spesso questo locale. Mi fissa attraverso …

Leggi tutto »

Nel luogo d’origine del petrodollaro si annida la sua fine

DI VALENTIN  KATASONOV fondsk.ru Sulla strada verso la liberazione dall’egemonia del dollaro USA Il petrodollaro statunitense ha due luoghi e due date di origine. Innanzitutto, la Giamaica. Lì, nella città di Kingston, alla Conferenza Monetaria e Finanziaria Internazionale dei Paesi membri dell’FMI del 1976, si è deciso di passare dallo standard del dollaro collegato all’oro a quello del dollaro di carta, completamente slegato dal metallo giallo. In secondo luogo, l’Arabia Saudita. Lì, nel 1974, dopo la Guerra Arabo-Israeliana del 1973 e …

Leggi tutto »

ATTENTI. Ecco come gli USA stanno fregando Assange, i suoi legali la Gran Bretagna e tutti noi giornalisti. Sono stati furbi.

DI PAOLO BARNARD twitter.com ATTENTI. Ecco come gli USA stanno fregando Assange, i suoi legali la Gran Bretagna e tutti noi giornalisti. Sono stati furbi. Ecco come gli USA stanna fregando clamorosamente Julian Assange e tutti i suoi legali…bastava smettere di guardare i media, di leggere i giornali e… ATTENTI. Ecco come gli USA stanno fregando Assange, i suoi legali la Gran Bretagna e tutti noi giornalisti. Sono stati furbi. pic.twitter.com/EabeBVHhKn — Paolo Barnard (@Barnard2018) April 12, 2019 Paolo Barnard …

Leggi tutto »

S&P dà un ranking anche alle Prigioni costruite con i Junk Bonds

DI AMANDA ALBRIGHT Bloomberg.com Nel 2015 scoppiò una rivolta nel centro di detenzione della contea di Willacy, in Texas, quando i detenuti protestarono per gli allagamenti dei gabinetti, per i topi e per il sovraffollamento della struttura gestita e sorvegliata dalla Management & Training Corp.  Questo spinse il Federal Bureau of Prisons a spostare i detenuti e a chiudere la prigione, tagliando alcune entrate necessarie per ripagare i debiti. Quella chiusura mostrò il livello di volatilità a cui possono andare incontro gli …

Leggi tutto »

L’Inizio della Fine dello SWIFT: Le banche Russe passano alla Concorrenza cinese

DI TYLER DURDEN Zerohedge.com Con la Russia che continua a fare  dumping con il dollaro USA e compra oro, come non ha mai fatto negli ultimi decenni, sembra che sia scritto sui muri quello che pensa il Cremlino sulle possibilità di distensione nelle dolorose relazioni USA-Russia. E con la Russia che sta chiaramente cercando di mettere fine al suo vincolo monetario con quel tipo di  “ovest” che pensa solo in dollari, c’è una sola alternativa: la Cina. Ecco perché probabilmente non sorprenderà …

Leggi tutto »

USA : Si allarga l’Epidemia dei poliziotti che sparano ai cani

DI JOHN W. WHITEHEAD Rutherford.org “Sembra che per la polica di oggi, la sicurezza dei poliziotti sia diventata la massima priorità. Arriva prima dei diritti e della sicurezza dei sospettati. Va oltre i diritti e la sicurezza dei passanti. È tanto importante, in effetti, che basta il timore   di un poliziotto di essere morso da un cane per giustificare l’uso di una forza potenziamente letale, in questo caso a spese di una bambina di 4 anni. E questa non è …

Leggi tutto »

Non parliamo male del Franco CFA se no “Macron” inizia a vendere i BTP italiani e sale lo spread

DI MARCO GIANNINI comedonchisciotte.org Se chiedessi a tutti voi quali paesi andrebbero “messi a dieta” con massicce dosi di austerità, con tagli ai servizi (Reagan direbbe “affamare la bestia”) ecc voi mi rispondereste “gli africani”? Secondo voi sono proprio gli abitanti del “Continente Nero” ad aver “vissuto sopra le loro possibilità” magari in contesti ambientali privi di materie prime e bellezze naturali e/o con margini di sviluppo ormai risicati dato lo stato avanzato dell’economia? Secondo i Governi francesi sì. Il …

Leggi tutto »

La Via della Seta è lastricata di denari sonanti

DI ANTONIO DE MARTINI italiaeilmondo.com Da giovane ho percorso , via terra, la via della seta fino a Kabul. Si tratta di un percorso sul quale Marco Polo ha fatto il suo tirocinio commerciale e che iniziava in Cina per approdare a Aleppo, dove le merci davano diritto a anticipazioni finanziarie sulle future vendite in Europa. Chi pensasse a un itinerario unico percorso da una carovana, è in errore. Si è sempre trattato di una miriade di commercianti e prodotti …

Leggi tutto »

LA SOCIETA’ DELL’OPINIONE

DI PIERLUIGI FAGAN facebook.com Prima di farvi una opinione su i rapporti tra noi ed i cinesi sarebbe il caso conosciate alcuni fatti. Una volta il giornalismo aveva questa missione, dare i fatti (e scegliere quali fatti è già una opinione) ed accanto esprimere un punto di vista. Ora mettono solo i punti di vista e menomale che siamo la società dell’ informazione, sarebbe più corretto dirci “società dell’opinione”. I fatti dei rapporti che i cinesi stanno tessendo con varie …

Leggi tutto »

Lorenzo Orsetti e Luca Casarini: due eroi del tempo non nostro

DI FULVIO GRIMALDI Mondocane Di Lorenzo Orsetti, in qualche misura, mi sento compagno per avere anch’io, quasi cinquant’anni fa, combattuto insieme a un popolo in armi. L’analogia, però, è del tutto fuorviante. Lui, con chi fa a pezzi un paese, io, con chi il suo paese se l’era visto fare a pezzi. Lorenzo viene glorificato da media e politica, mentre io dovetti, e dovrei tuttora, guardarmi dalle rappresaglie dei nemici di allora (qui niente prescrizione) e dagli anatemi di chi …

Leggi tutto »

In America tutti parlano della MMT (Modern Monetary Theory) di Mosler

DI GIOVANNI ZIBORDI cobraf.com In America, dove l’economia va bene (crescita del PIL 2,7% e disoccupazione ai minimi storici) con Trump ci sarà quest’anno un deficit pubblico di 900 miliardi di dollari, dove per confronto in Italia invece avremo un deficit intorno a 40 miliardi (espresso in dollari). Ma nessuno tra i repubblicani e i democratici sembra preoccupato e parla di ridurlo, come si farebbe qui da noi nella UE. Anzi, come leggi su Bloomberg (13 marzo) si sta discutendo …

Leggi tutto »

Il Dilemma Europeo: Come trattare con la Cina

  DI PEPE ESCOBAR AsiaTimes.com Poco a poco Pechino sta allargando la sua influenza non solo nella Unione europea ma anche nello spazio NATO. Di fronte all’irresistibile avanzata della Cina su tutta la scacchiera, e sotto la pressione implacabile degli Stati Uniti, i capi – non proprio democratici –  della UE stanno sottoponendosi ad uno sforzo  massacrante per trovare una posizione che li mantenga in bilico tra le scelte di geopolitica-geoeconomia da un lato e il vuoto dall’altro. La prossima …

Leggi tutto »

Gli USA al momento del conto – La via della seta (di come il secolo americano sta diventando il secolo cinese)

FONTE: KEINPFUSCH.NET Le tantissime discussioni sulla Via della Seta, su Huawei e tanti altri temi che vertono sulla Cina non vengono affrontate da una stampa che viene dagli anni ‘80, e specialmente non viene affrontata da tutti quelli che dovrebbero dire il vero sull’economia statunitense, e non hanno il coraggio di scrivere i dati per come stanno. E cosi’ l’annuncio dell’ Italia di aderire alla “via della seta” cinese ha destato sorpresa, e molti la stanno guardando come se fosse …

Leggi tutto »

L’Italia, la Via della Seta, la Cina, la UE e gli USA

DI TYLER DURDEN Zerohedge.com Il Consiglio di Sicurezza Nazionale USA, lo scorso fine settimana, ha lanciato un monito diretto all’Italia per la sua troppa vicinanza con la Cina. Il paese ha preso in considerazione la possibilità di partecipare all’iniziativa cinese  del Belt and Road Initiative (BRI), che mira, con un grosso sforzo economico,  a unire l’Europa con la Cina. “L’Italia è una grande economia mondiale e una grande destinazione per gli investimenti: il fatto di appoggiare la politica del BRI legittima …

Leggi tutto »

Il Venezuela e le guerre di nuova generazione

DI GENNARO CAROTENUTO gennarocarotenuto.it Le denunce del New York Times e di Forbes sui casi degli aiuti umanitari bruciati e sul blackout, che analizzo qui, attestano che in Venezuela la guerra sia già cominciata e le false notizie dominino incontrastate la costruzione dell’opinione pubblica. Le guerre di nuova generazione fanno morti come e più di quelle che si combatterono con la clava, la balestra o il fucile Chassepot. Rispetto alla gravità del blackout in Venezuela ai media italiani è piaciuto …

Leggi tutto »

The making of Juan Guaidó – Il fantoccio creato in laboratorio per il colpo di Stato in Venezuela

DI DAN COHEN E MAX BLUMENTHAL consortiumnews.com Prima della data fatidica del 22 gennaio, meno di un venezuelano su 5 aveva mai sentito parlare di Juan Guaidó. Solo pochi mesi fa, il trentacinquenne era un personaggio oscuro in un gruppo di estrema destra di scarsa influenza politica, strettamente associato a macabri atti di violenza di strada. Anche nel suo stesso partito, Guaidó era una figura di medio livello nell’Assemblea Nazionale dominata dall’opposizione, che sta ora agendo in maniera incostituzionale. Ma …

Leggi tutto »

SAL-MAIO VANNO A PECORINO. E IL DIESEL DI TUTTA LA NOSTRA ECONOMIA?

DI PAOLO BARNARD paolobarnard.info Pecorino in Italia, prezzo del carburante in Francia. Con tutto il rispetto: siamo dei cretini. Me la vedo la furia cieca dei camionisti italiani a gasolio, e/o autotrasportatori italiani di ogni sorta a gasolio, e/o impianti industriali ed energetici italiani a gasolio, fra 2 o 5 anni, quando si accorgeranno che proprio in questi giorni della fine 2018 e inizio 2019 mentre da noi esplode il… pecorino, in tutto il mondo l’esplosione del Greggio Shale americano, col …

Leggi tutto »

Venezuela: come stanno realmente le cose

  DI PEPE ESCOBAR informationclearinghouse.info La Guerra Fredda 2.0 ha fatto scalo in Sudamerica. Gli Stati Uniti, ed i suoi soliti vassalli, si trovano di fronte ai quattro pilastri dell’integrazione eurasiatica in corso: Cina, Iran, Russia e Turchia. È sì una questione di petrolio, ma non solo. Caracas ha commesso un peccato capitale agli occhi dei neocon; scambiare petrolio bypassando il dollaro USA ed i mercati controllati dagli Stati Uniti. Ricordate cos’è successo in Iraq? Ricordate cos’è successo in Libia? …

Leggi tutto »

Intellettuali contro il golpe in Venezuela

Pubblichiamo un appello firmato da storici, sociologi,  linguisti,  antropologi, filosofi, artisti, accademici, esperti di diritto e di scienze politiche e di educatori che si esprimono contro il colpo di stato in Venezuela. Siamo consapevoli del valore pressoché nullo che può avere, per chi decide le sorti degli uomini e del pianeta, una semplice dichiarazione fatta da intellettuali e umanisti che guardano più all’Uomo e alle più tristi esperienze del passato, che non al Grande Business o ai piccoli interessi di bottega, …

Leggi tutto »

L’affossamento Usa con la complicità dell’Europa

DI MANLIO DINUCCI ilmanifesto.it Usa/Russia. Anche l’Unione europea ha dato luce verde alla possibile installazione di nuovi missili nucleari Usa in Europa, Italia compresa. Su una questione di tale importanza il governo Conte, come i precedenti, si è accodato sia alla Nato che alla Ue. E dall’intero arco politico non si è levata una voce per richiedere che fosse il Parlamento a decidere come votare all’Onu sul Trattato Inf La “sospensione” del Trattato Inf, annunciata ieri dal segretario di stato …

Leggi tutto »