Home / Archivi etichette: Trump

Archivi etichette: Trump

Un atterraggio morbido in Medio Oriente?

  DI ISRAEL SHAMIR unz.com I tifosi di Trump, quella specie a rischio, stanno attraversando tempi duri. Persino un devoto adoratore dell’uomo arancione non potrebbe digerire la sua strana battaglia verbale con Kim, le sue minacce all’Iran, la sua farsa all’UNESCO – e rimanere serio. L’unico conforto è che Hillary sarebbe stata anche peggio. È un comico messo al posto sbagliato, un buffone? In realtà, Trump sta svolgendo l’ingrato compito di non far andare in recessione l’Impero degli USA. L’astronave …

Leggi tutto »

Cronache da un paese lontano

DI PANAGIOTIS GRIGORIOU greekcrisis.fr Panagiotis Grigoriou (che sarà in Italia il 2 e 3 dicembre prossimo a Montesilvano (PE), ospite della 6°edizione del convegno Euro, mercati, democrazia organizzato da Asimmetrie ed intitolato “Più Italia”) racconta di un incontro di lobbisti fuori dal Parlamento, squarcio delle clientele che ben sopravvivono alla crisi, delle difficoltà degli imprenditori “normali” e dello scoramento dei più verso la politica, che alimenta l’attesa di un qualche “uomo forte” che metta fine all’occupazione “euro-germanica”, per troppi aspetti …

Leggi tutto »

Vladimir Putin Protagonista in Medio Oriente

DI ROBERT FISK independent.co.uk Dopo la vittoria di Israele nella guerra del Medio Oriente del 1973, il Ministro degli esteri sovietico Andrei Gromyko, il 22 ottobre, andò a trovare il Presidente Brezhnev nella sua dacia a Zavidovo, appena fuori Mosca. Gli israeliani non erano molto interessati ad accettare quel cessate il fuoco iniziato il giorno prima e, secondo Anatoly Chernyaev, un diplomatico sovietico presente al colloquio, Brezhnev voleva incoraggiare gli israeliani a mantenere la tregua offrendo loro una garanzia sovietica …

Leggi tutto »

Lo scandalo Weinstein ci dice cos’è veramente Hollywood

FONTE: RT.COM Weinstein era un potentissimo produttore cinematografico, co-fondatore di Miramax Films e grande finanziatore di politici Democratici. È stato licenziato dal suo incarico di co-presidente della Weinstein Company dopo che il New York Times ha pubblicato un articolo che rivelava le sue seriali molestie sessuali verso impiegate donne. La sua storia è una tale tempesta perfetta di corruzione, depravazione ed ipocrisia che rappresenta alla perfezione il decadimento morale dell’America. Il pezzo del Times ha rivelato che Weinstein negli anni …

Leggi tutto »

La guerra del Deep State a Trump porterà ad una guerra civile ?

DI ANDREW KORIBKO orientalreview.org Dopo soli otto mesi dall’entrata in carica, abbiamo assistito alle dimissioni ed al licenziamento di 15 alti funzionari dalla Casa Bianca. Pensate che Trump riuscirà a completare il suo primo mandato? Alcuni analisti dicono di no. Quanto instabile pensate che sia la situazione politica in America, e quanto grave è la minaccia che pone alla presidenza? Ci sono stati più di una dozzina di spostamenti di personale nell’amministrazione negli ultimi 9 mesi, anche se non dovrebbero …

Leggi tutto »

La dottrina di Trump promette di massacrare il nuovo asse del male

DI PEPE ESCOBAR counterpunch.org Non è stato un “profondo discorso filosofico”. E neanche uno di “sano realismo” – come spacciato dalla Casa Bianca. Il presidente Trump all’ONU è stato “carneficina americana”, prendendo a prestito una frase precedentemente usata dal suo speechwriter Stephen Miller. Bisogna digerire l’enormità di quel che è appena successo. Il presidente degli Stati Uniti, dinanzi ai tromboni della “comunità internazionale”, ha minacciato di “cancellare dalla mappa” tutta la Repubblica Democratica Popolare di Corea (25 milioni di persone). …

Leggi tutto »

Come l’esercito ha sconfitto Trump

FONTE: MOON OF ALABAMA Trump era visto come un candidato poco interventista in politica estera. Questa speranza oramai è andata. La rivolta popolare che l’ha portato al potere è stata sconfitta da una campagna uguale e contraria condotta dalle forze armate. I militari hanno preso il controllo della Casa Bianca ed ora anche delle sue politiche. Trump non era abbastanza globalista e quindi ha dovuto essere rieducato. Quando è stato informato degli obiettivi diplomatici, militari e di intelligence, il neo-presidente …

Leggi tutto »

La Banda di Lucy Stein è sbarcata a Mosca

DI ISRAEL SHAMIR UNZ.com Riuscirà un gruppetto di fanatici di Putin a vincere le elezioni per la Città di New York ? Chissà, forse senza spargere sangue e facendo poco rumore, potrebbero anche riuscirci. Comunque alle elezioni della scorsa settimana, le forze filo-americane hanno conquistato un terzo dei seggi del Municipio di Mosca. Uno shock bello forte, leggermente mitigato dal silenzio dei media che ha accompagnato sia le elezioni che i risultati delle elezioni. Di solito, non mi occupo molto …

Leggi tutto »

Harvey, Irma, Jose e gli altri

FONTE: DEDEFENSA.ORG La serie di uragani tropicali che colpiscono come ogni anno la zona dei Caraibi e la regione costiera del sud-ovest degli Stati Uniti (si intende sud-est – N.d.T.)  quest’anno è notevole per diversi aspetti che ci interessano direttamente. Naturalmente lasciamo da parte gli aspetti meteorologici, con le loro conseguenze dirette, umane, infrastrutturali, eccetera, che sono largamente rilanciate dai canali di comunicazione, molto numerosi e molto attivi sotto questo aspetto. Questo tipo di avvenimenti è effettivamente oggetto di intense …

Leggi tutto »

Perché Trump non inizierà una guerra con la Corea del Nord

DI MIKE WHITNEY counterpunch.org Trump non farà guerra alla Corea. Non è cosa. Non solo gli americani non hanno le forze terrestri per un’operazione del genere ma, cosa più importante, non servirebbe alcuno scopo strategico. Gli Stati Uniti hanno già la posizione voluta nella penisola. Il Sud rimane sotto la sua occupazione militare, i sistemi bancari sono stati integrati con successo in quello occidentale ed il nord-est asiatico fornisce una piattaforma essenziale per circondare i veri rivali, Cina e Russia. …

Leggi tutto »

Per lo stupore dell’Occidente, sembra che Assad abbia vinto la guerra

DI ROBERT FISK independent.co.uk La settimana scorsa ho ricevuto al cellulare un messaggio dalla Siria. “Il generale Khadour ha mantenuto la sua promessa”, c’era scritto. Ho capito sùbito di cosa si trattava. Conobbi Mohamed Khadour cinque anni fa, comandante di alcuni soldati siriani in un piccolo sobborgo di Aleppo, assediata nella sua parte est dai combattenti islamici. Mi mostrò la sua mappa e mi disse che avrebbe riconquistato quelle strade in 11 giorni. A luglio l’ho incontrato di nuovo, ad …

Leggi tutto »

Putin: “È difficile parlare con chi confonde l’Austria con l’ Australia”

FONTE: THESAKER.IS “È difficile parlare con chi confonde Austria con Australia. Ma non possiamo farci niente; questo è il livello culturale del politico americano medio. Per quanto riguarda il popolo, l’America è veramente una grande nazione se i suoi cittadini riescono a sopportare una tale ignoranza.” Vladimir Putin Wow. Anche se ho appena scritto un articolo sul livello di frustrazione e, francamente, disprezzo che i russi sentono verso i loro omologhi americani, queste parole di Putin sono veramente uno schiaffo …

Leggi tutto »

La Corea ha veramente le armi che ostenta?

DI CARLO BERTANI carlobertani.blogspot.it Quando, nel 2001, pubblicai “L’impero colpisce ancora” per Malatempora, avvertii che, lassù in un angolo dell’Asia, qualcosa si stava muovendo…ma si sa…Malatempora era una piccola casa editrice ed io uno scrittore sconosciuto. Oggi, quei frutti sono maturati, e l’intero Pianeta ha paura. La vicenda politica, il dissidio fra Corea del Nord e Stati Uniti, sta lentamente venendo alla luce: in un quadro di sessant’anni di guerra fredda ai suoi confini, la Corea del Nord ha deciso …

Leggi tutto »

Quel che i media non dicono sulle prove missilistiche della Corea del Nord

DI MIKE WHITNEY counterpunch.org Lunedì scorso, la RPDC ha lanciato un missile balistico Hwasong-12 su Hokkaido. Il missile è atterrato nelle acque oltre l’isola, non provocando danni. I media hanno immediatamente condannato la prova come un “atto audace e provocatorio”, una prova del disprezzo del Nord contro le risoluzioni ONU e contro “i suoi vicini”. Trump ha duramente criticato i test dicendo: “Azioni minacciose e destabilizzanti non fanno altro che aumentare l’isolamento del regime nordcoreano, nella regione e nel mondo. …

Leggi tutto »

Emmanuel Todd e il micro-teatro militare statunitense

  DI NICOLAS BONNAL reseauinternational.net C’è urgente bisogno di una guerra per risalire nei sondaggi (leggetevi Ralph Raico). Quel pagliaccio di Trump sa a cosa aggrapparsi, con la benedizione dei fake site come Infowars.com! Ripresa della quadrupla terza guerra mondiale, benedizione dei burocrati mondialisti, della sinistra societaria e degli umanisti neocon. Detto questo, sarà difficile infliggere una batosta a tutto il mondo contemporaneamente. Siria, Russia, Iran, Corea, Cina, Venezuela… L’impero del bene non sa dove iniziare la festa! Ora, la …

Leggi tutto »

In America ti pagano per protestare contro Trump

DI MASSIMO BORDIN micidial.it Succede solo in #America – Se solo penso a tutte le manifestazioni di piazza a cui ho partecipato senza ricevere il becco di un quattrino mi vien su una rabbia.. Eppure la cosa è fattibile, e in America pare sia stata realizzzata tramite annuncio di lavoro rivolto ad attori diposti a manifestare a pagamento. C’è chi parla di fake news e non c’è modo di avere certezza che la notizia non sia stata divulgata ad arte, …

Leggi tutto »

Nel mezzo tra Cersei e Daenerys

DI ISRAEL SHAMIR unz.com Firmerà o non firmerà? Gli avventori del pub John Bull di Mosca provano a indovinare cosa farà il Presidente degli USA. Il pub in Nikitsky Boulevard, al centro di Mosca, é un buon posto dove andare a bere, perché é frequentato da funzionari minori del Ministero degli Esteri e da vari intellettuali. “Non firmerà la propria resa”, dice veemente La Pinta Scura. “Non è possibile. Non credo gli piacerebbe diventar un anatra zoppa dopo solo sette …

Leggi tutto »

La Storia di Charlottesville, scritta con il Sangue in Ucraina

DI AJAMU BARAKA Counterpunch.org Che cosa ci rappresenta, oggi, il tono della politica razzista di destra? È solo un folle suprematista bianco che vuole soffocare una dimostrazione antifascista a Charlottesville o si può anche far rifripensare alle parole di Lindsay Graham, per cui un attacco contro la Corea del Nord sarebbe solo la perdita di migliaia di vite  …. che resterebbero dimenticate “laggiù”? E che ne pensiamo della recente risoluzione unanime delle due Camere del Congresso che, a sostegno di …

Leggi tutto »

GOLDEN STANDARD E BIGIOTTERIA – GLI INFAMI DELLE FAKE NEWS – Ordigno Regeni su Medioriente e Mediterraneo

DI FULVIO GRIMALDI Mondo Cane Da quelli che danno la caccia alle informazioni che disturbano l’establishment dei ladri, corrotti, mafiosi, massoni, assassini seriali, che governano i vari paesi dell’area euro-atlantica, che hanno già stabilito sanzioni, radiazioni, eliminazioni, punizioni per chi insiste a diffondere quelle per le quali hanno inventato il termine “fake news” (notizie farlocche), o che, come la Boldrini, le promuovono da noi, il New York Times, house organ della lobby insraelo-talmudista internazionale viene giudicato la Bocca della verità, …

Leggi tutto »

Il Pentagono svela il piano per “colpire preventivamente” la Corea del Nord

FONTE: ZEROHEDGE.COM Dopo le minacce di Trump, l’Air Force americana ha espressamente affermato di essere “pronta a combattere sùbito”, attaccando coi bombardieri B-1 se così venisse ordinato: “Combattiamo come ci alleniamo: più ci interfacciamo con i nostri alleati e più saremo pronti a combattere”, ha detto un pilota di B-1 del 37th Expeditionary Bomb Squadron. “Il B-1 è un bombardiere di lunga gittata, adatto al mare e che può superare l’estensione del Pacifico”. Il pilota sembra saperla lunga. Il Pentagono …

Leggi tutto »

Vai Caos, Vai

FONTE: DEDEFENSA.ORG È bene tornare regolarmente a leggere quello che James Howard Kunstler, commentatore iconoclasta, visionario e ricco di un’ironia sghignazzante, se non sprezzante, ci dice degli avvenimenti e di ciò che vede circa l’avvenire immediato del suo paese… “Immediato”, effettivamente perché in questo testo, corto e scritto a 100 all’ora, Kunstler ci immette in un’ America caotica, quella che ci aspetta fra poco tempo… Questa America caotica nella quale il presidente Trump sarà destituito in forza del venticinquesimo emendamento, …

Leggi tutto »

“Ora Trump diventerà belligerante”

DI PAUL CRAIG ROBERTS paulcraigroberts.org Il presidente è stato sconfitto dal military/security complex: sarà ora costretto a perpetrare le sanzioni contro la Russia. Speriamo che Mosca abbia capito che è molto più preziosa per Washington come nemica che come amica. Dobbiamo ora trarre la conclusione che Trump “non ha alcun potere”, come detto da Medvedev? Non credo. The Donald è un leader per natura. Vuole stare in prima linea, e lì la sua personalità lo metterà. Ostacolato nel proprio progetto …

Leggi tutto »

Le scelte di Trump. I militari russi sono giunti alla conclusione che Washington stia preparando un attacco nucleare a sorpresa sulla Russia

DI PAUL CRAIG ROBERTS  globalresearch.ca Donald Trump, il presidente degli Stati Uniti, è la speranza dell’umanità, o, meglio, la speranza di quella parte dell’umanità consapevole dei rischi conseguenti la provocazione di un conflitto tra potenze nucleari. Per due decenni i regimi di Clinton, George W. Bush e Obama hanno lanciato bastoni, pietre e parole minacciose all’orso russo. Gli Stati Uniti hanno fatto fallire e si sono ritirati dagli accordi sulla sicurezza che avevano stipulato e hanno aggravato le minacce alla Russia effettuando …

Leggi tutto »

Saprà la Merkel gestire in modo razionale l’inevitabile Italexit?

DI MAURIZIO BLONDET maurizioblondet.it “All’Italia conviene tornare alla lira”. Lo sostiene il tedesco Marc Friedrich, consulente finanziario di fama, in una intervista  a Sputnik Deutschland. Non solo l’Italia, affondata da un tasso record di debito e disoccupazione, ma “tutti i paesi del Sud Europa  starebbero meglio con una moneta sovrana invece che con l’euro. Questi paesi, con i limiti imposti dalla Banca Centrale, non vedranno mai  quell’inizio di  crescita  che permetterebbe loro di rimettersi”. Marc Friedrich è co-autore di un saggio …

Leggi tutto »

Il vero fine della Russia

DI JAMES RICKARDS dailyreckoning.com Putin non si è mai distratto. Il suo obiettivo non è conquistare il mondo o l’Europa: vuole avere un’egemonia regionale ed una serie di stati cuscinetto in Europa orientale ed Asia centrale che possano dare profondità strategica alla Russia. Quest’ultima si può definire come il poter resistere ad invasioni di massa grazie alla capacità di ritirarsi in una posizione centrale, facendo distendere le linee di rifornimento nemiche. È proprio questa ad aver permesso alla Russia di …

Leggi tutto »

Conto Alla Rovescia per un Violento “Regime Change” in Venezuela

FONTE: MOON OF ALABAMA Gli Stati Uniti sostengono l’opposizione di destra, che è da aprile che cerca di detronizzare con la forza il governo socialista di Maduro. Le proteste di strada sono infatti guidate da gang violente e militarizzate: Le rivolte somigliano sempre più ad una guerriglia. La polizia spara proiettili di gomma, bombole di gas lacrimogeno e talvolta proiettili veri e propri contro la folla; le orde sempre più irrequiete rispondono con fionde letali, mortai fatti in casa e bombe …

Leggi tutto »

Il Russiagate è in realtà un Hillarygate?

DI PAUL RODERICK GREGORY forbes.com Secondo un insider , lo staff della Clinton ha messo su la balla dell’interferenza russa nelle elezioni meno di 24 ore dopo la sconfitta. Il dossier anti-Trump, preparato da una società di Londra di nome Orbis e pagato da finanziatori democratici non ben identificati, ha costituito una parte fondamentale della narrazione di Hillary: le scappatelle, sia erotiche che d’affari, di Trump in Russia lo hanno reso ostaggio del Cremlino. Questo è stato il modo per …

Leggi tutto »

La rapida devolution degli Stati Uniti

DI WAYNE MADSEN strategic-culture.org Chiedete agli esperti se la Costituzione permetta agli Stati americani di separarsi: vi diranno di no. Vi faranno notare che la guerra civile ha sistemato, non solo in teoria ma anche in pratica, la questione della secessione. Ma tutti i princìpi costituzionali considerati non impediscono agli Stati Uniti di passare dall’autorità di Washington a quella statale. Sotto le politiche forti di Donald Trump, gli U.S.A. stanno sperimentando lo stesso rapido decentramento che altre federazioni, poi divisesi, …

Leggi tutto »

Gli ebrei dichiarano guerra a Roger Waters

DI GILAD ATZMON gilad.co.uk Non sono l’unico musicista la cui carriera cercano di distruggere. Anche Roger Waters è ora soggetto ad una vile campagna diffamatoria dei sionisti. Un documentario, “Wish You Were not Here” di Ian Halperin, sta per debuttare sugli schermi di tutti gli shtetl del mondo. Il trailer dice che Waters è colpevole dell’ascesa dell’antisemitismo, del fallimento di Israele e praticamente di tutti gli altri problemi ebraici attuali. Un successo impressionante, devo ammettere. Halperin dice: “Per me, un …

Leggi tutto »

Putin e Trump si sono parlati

DI ISRAEL SHAMIR unz.com L’atteso incontro è andato molto meglio del previsto. Le aspettative erano molto basse, soprattutto dopo la visita di Trump a Varsavia, dove ha recitato obbedientemente le banalità della guerra fredda impostegli. The Donald era stato mandato da Washington al G20 di Amburgo con un avvertimento: doveva parlare con Putin solo  in presenza di “adulti”, come la zia Fiona (Hill) o lo zio HR (McMaster), ben noti per la loro avversione verso i russi. Lo hanno avvertito …

Leggi tutto »