Home / Archivi etichette: Cina

Archivi etichette: Cina

Venezuela: come stanno realmente le cose

  DI PEPE ESCOBAR informationclearinghouse.info La Guerra Fredda 2.0 ha fatto scalo in Sudamerica. Gli Stati Uniti, ed i suoi soliti vassalli, si trovano di fronte ai quattro pilastri dell’integrazione eurasiatica in corso: Cina, Iran, Russia e Turchia. È sì una questione di petrolio, ma non solo. Caracas ha commesso un peccato capitale agli occhi dei neocon; scambiare petrolio bypassando il dollaro USA ed i mercati controllati dagli Stati Uniti. Ricordate cos’è successo in Iraq? Ricordate cos’è successo in Libia? …

Leggi tutto »

Soros, i rischi del social credit system cinese e l’analogia con Black Mirror

  DI VITTORIO PELLIGRA ilsole24ore.com La notizia circola ormai dal 2014, ma si è riproposta agli osservatori dopo che George Soros ne ha fatto il centro di un suo discorso al World Economic Forum di Davos, la settimana scorsa. “Voglio portare la vostra attenzione – dice Soros durante una cena privata – sul pericolo mortale che le società aperte si trovano a fronteggiare a causa degli strumenti di controllo che il machine learning e l’intelligenza artificiale possono mettere nelle mani …

Leggi tutto »

Il mondo di brexit, Cina, Germania, Trump, e l’errore madornale di sovranisti e MMT

DI PAOLO BARNARD paolobarnard.info Il Sovranismo monetario italiano e la MMT rischiano di screditarsi per abbagliante miopia. Va fatto altro con urgenza. Ma onestà intellettuale impone di avvisare subito: non siamo più nel 2011, siamo in un altro secolo economico ora. Ciò che va fatto per avere una realistica speranza di vedere l’Italia fuori dall’euro è adesso di una mole e complessità spaventose. Per quanto ho visto, quello che ancora vi raccontano i vari gruppetti Sovranisti con leaders al seguito, …

Leggi tutto »

5G, Huawei e noi – Gli Stati Uniti detestano la competizione

DI TOM LUONGO tomluongo.me Mentre nessuno, me compreso, dubita della forza dello spionaggio aziendale che è in corso nel settore tecnologico, le ultime notizie sull’assalto dell’amministrazione Trump al colosso delle telecomunicazioni cinese Huawei, dovrebbero dissipare qualsiasi dubbio su quale sia il vero problema. L’amministrazione Trump sta preparando un ordine esecutivo che potrebbe inibire significativamente le società di telecomunicazioni statali cinesi dall’operare negli Stati Uniti per problemi di sicurezza nazionale, secondo le persone che hanno familiarità con la questione. Raggiunto da Bloomberg, …

Leggi tutto »

L’Artico di oggi è solamente l’ambita terra del tesoro

DI GRETE MAUTNER journal-neo.org È curioso che alcune persone non comprendano appieno il fatto che l’Artico è molto più di un brullo deserto ghiacciato o della proverbiale patria di Babbo Natale. Secondo gli esperti geologi americani, sotto la sua [imponente] vastità, la regione artica nasconde fino al 30% delle riserve di gas non scoperte, a livello mondiale, insieme al 13% delle riserve di petrolio non ancora scoperte. Inoltre, ci sono tutti i tipi di tesori che si possono trovare sotto il …

Leggi tutto »

Venezuela : la Fame o le Obbligazioni da Fame?

DI TYLER DURDEN ZeroHedge.com Mentre sempre un maggior numero di leader mondiali sta riconoscendo come legittimo presidente del  Venezuela,  il leader dell’opposizione Juan Guaido, i “bond da fame” di un Venezuela  fallito stanno raggiungendo il  livello più basso nell’ultimo anno da quando il brutale regime socialista di Nicolas Maduro – che ha appena prestato giuramento per un secondo mandato di sei anni – sta vacillando sull’orlo di un baratro definivo. Giovedì scorso le obbligazioni del Venezuela in scadenza nel 2022 si …

Leggi tutto »

Ammuina britannica e altre questioni continentali

DI FEDERICO DEZZANI federicodezzani.altervista.org Il Parlamento inglese ha inflitto una sonora sconfitta a Theresa May, affossando l’accordo Regno Unito-Unione Europea faticosamente redatto sin dalla primavera del 2017. La bocciatura dell’accordo era una condizione necessaria, ma non sufficiente, per arrivare alla No Deal Brexit, che Londra persegue segretamente sin dall’esito del referendum: tocca ora ai partiti paralizzare il Parlamento inglese sino al 29 marzo. Lo choc della No Deal Brexit infliggerà un durissimo colpo alla già debilitata Unione Europea, sempre più …

Leggi tutto »

Lagne

DI ALCESTE alcesteilblog.blogspot.com Se l’umanità e l’Italia hanno deciso di suicidarsi a me va bene. Non rimane che dedicarsi alle minuzie. Oggi leggo, a proposito dell’arresto di Battisti, una fluviale sequenza di opinioni. A volte non richieste, altre autoreferenziali (ricordi di gioventù), quasi mai perspicue, spesso stupide. Stupide, ovvero inutili; e non perché siano unicamente dettate da uomini stupidi, ma perché mai si elevano al di sopra della baruffa. Che l’arengo politico italiano sia scaduto a lite perpetua da comari …

Leggi tutto »

La lotta per il continente: perché gli Stati Uniti non sono felici per l’incremento d’influenza della Russia e della Cina in Africa

Битва за континент: почему США недовольны ростом влияния России и Китая в Африке DI ALEKSANDER  BOVDUNOV russian.rt Il Consigliere del Presidente degli Stati Uniti per la Sicurezza Nazionale, John Bolton, ha accusato Mosca e Pechino di espandere [la loro] l’influenza in Africa, che a quanto si sostiene impedisce lo sviluppo dei Paesi della regione e gli interessi nazionali di Washington. Tuttavia, gli esperti sottolineano che sono gli Stati Uniti ad avere la più ampia rete di presenza militare e politica …

Leggi tutto »

La Cina sta vincendo la lotta per l’Africa?

DI CESAR CHELALA counterpunch.org Mentre viaggiavo in Africa negli anni ’80 e ’90, sono rimasto sorpreso nel vedere squadre di Cinesi che costruivano strade, scuole e case. Sebbene all’epoca questo significasse poco per me, in seguito mi sono reso conto che ciò faceva parte di una politica di inserimento cinese nelle economie dei Paesi africani. Dal punto di vista storico, il continente africano è stato saccheggiato da potenze straniere, perlopiù ma non unicamente europee, che hanno estratto risorse preziose, corrompendo le …

Leggi tutto »

Perché la Cina ama le auto elettriche? Pechino, Washington e la caduta di Roma

DI CALEB MAUPIN journal-neo.org I numeri parlano da soli. Tra gennaio e ottobre sono state vendute in Cina 746.000 autovetture a energia innovativa. Alla fine del 2018, saranno elettrici tutti gli autobus e i taxi del vitale hub della tecnologia di Shenzhen. Si prevede che il distretto centrale della città di Dalian raggiungerà questo standard per il 2020. I produttori cinesi hanno costruito 358.000 autobus a combustibili non fossili dal 2014 al 2017. Il Wall Street Journal cita Sandra Retzer, …

Leggi tutto »

Uno studioso cinese ci offre una panoramica del pensiero strategico di Pechino

  PEPE ESCOBAR atimes.com La narrativa più importante del 2019 (e degli anni a venire) continuerà a ruotare intorno alla miriade di pericolose variabili connesse all’ascesa economica della Cina, alla rinascita della deterrenza nucleare russa e al declino dell’egemonia globale degli Stati Uniti. Due anni fa, prima dell’inizio dell’amministrazione Trump, avevo ipotizzato come questo gioco delle ombre potesse svilupparsi nel Nuovo Grande Gioco in Eurasia. Ora il Nuovo Gioco ha cambiato marcia; sono gli Stati Uniti contro la partnership strategica …

Leggi tutto »

Uno Sguardo alla Concentrazione della Ricchezza nel Mondo

DI NICK ROUTLEY Visualcapitalist.com Negli ultimi decenni, la povertà mondiale estrema è diminuita in modo considerevole e molti milioni di persone, particolarmente in Cina, sono entrate in quella che viene definita “la classe media”. Però, mentre dobbiamo constatare che questi cambiamenti nell’economia sono dati assolutamente positivi, la nostra attenzione viene attratta dall’altra estremità dello spettro delle ricchezza globale, dove troviamo un alto grado di l’accumulazione di ricchezza da parte di chi già si trova al vertice della piramide economica. LO …

Leggi tutto »

Conflitto economico rovente: la lotta per i minerali delle terre rare

DI WAYNE MADSEN strategic-culture.org Proprio come [per] la corsa all’oro della California tra il 1848 e il 1855, il Klondike canadese dal 1896 al 1899 e quella dell’Australia occidentale degli anni ’90 del 1800, il mondo sta vivendo una frenesia per ottenere i diritti minerari alla ricerca dell’oro attuale, cioè i minerali delle terre rare. Utilizzati per componenti di batterie per veicoli elettrici, telefoni cellulari, televisori a schermo piatto, chiavette USB, macchine fotografiche, missili a guida di precisione, magneti industriali, turbine …

Leggi tutto »

Donald Trump è un buon Presidente (Prospettiva di uno straniero in USA)

DI MICHEL HOUELLEBECQ harpers.org In tutta sincerità, gli americani mi piacciono molto. Ho incontrato molte lovely people negli Stati Uniti e  posso rendermi conto della vergogna che molti americani (e non solo gli “intellettuali di New York”) sentano per avere come loro capo un pagliaccio terrificante. Tuttavia, devo chiedere — e so che questo non sarà facile per gli americani —  di considerare per un momento, le cose da un punto di vista non americano. Non intendo “da un punto di …

Leggi tutto »

I Neocon sabotano i negoziati commerciali di Trump – Il CFO di Huawei tenuto in ostaggio per ricattare la Cina

FONTE: MOON OF ALABAMA La CNN riporta che, presto, si prevedono le dimissioni del capo di gabinetto della Casa Bianca John Kerry. Sono già girate voci simili prima, ma questa volta la notizia potrebbe essere vera. Il che è un male per Trump e per la politica americana. Kerry è un dei pochi contropoteri al consigliere per la sicurezza nazionale John Bolton. In sua sostituzione verrà probabilmente messo chiunque Bolton sceglierà. Questo sposterà ancor di più il controllo delle politiche …

Leggi tutto »

Il rappresentante che non voleva decrescere

DI MIGUEL MARTINEZ kelebeklerblog.com Leggo la sintesi mediatica di un affascinante rapporto Censis, che fotografa un’Italia che riconosco perfettamente. Sintetizzo: è un paese in decrescita: “Il miracolo italiano è diventato un incubo. Non c’è più la speranza di migliorare, di crescere, e questo ha rotto il patto con la politica. Il 96% delle persone con un basso titolo di studio e l’89% di quelle a basso reddito sono convinte che resteranno nella loro condizione attuale, ritenendo irrealistico poter diventare benestanti …

Leggi tutto »

Huawei di su e di giù. I gangster americani ve la raccontano, e di brutto

FONTE: KEINPFUSCH.NET Era ovvio che, per via dei miei trascorsi nell’industria delle TelCo, con la quale collaboro ancora sporadicamente, sarei finito per parlare della vicenda di Huawei. Perche’ effettivamente gli americani non la stanno raccontando giusta. Per niente. La vulgata americana e’ che i prodotti di Huawei (parliamo di prodotti di rete, non di cellulari: parliamo cioe’ dei dispositivi che servono per fare i backbones, oppure di quelli usati nella rete di accesso, sia cellulare che cablata) siccome sono fatti …

Leggi tutto »

La Cina chiede chiarezza da USA e Canada per l’arresto della CFO della Huawei

DI PEPE ESCOBAR Facebook.com Assolutamente PATETICO. L’Eccezionalismo  non si ferma davanti a nessuna barriera nella sua guerra commerciale /nelle sue sanzioni / contro Cina e Iran. Hu Xijin, direttore del Global Times, ha assolutamente ragione su quanto ha pubblicato su Weibo: “E ‘chiaro che gli Stati Uniti stanno portando la guerra sotto le nostre finestre … Possiamo veramente considerare l’arresto di Meng Wanzhou come una dichiarazione di guerra degli USA contro la Cina”. Come milioni di persone in tutto il …

Leggi tutto »

Commissione bipartisan USA: gli Stati Uniti devono prepararsi a una guerra “orrenda” e “devastante” con Russia e Cina

DI ANDRE DAMON wsws.org Una commissione bipartisan nominata dal Congresso degli Stati Uniti martedì ha reso pubblico un lungo rapporto che appoggia i piani del Pentagono per prepararsi a una guerra di “grande potenza” contro la Russia, la Cina o entrambi, chiarendo che le politiche bellicose dell’amministrazione Trump sono condivise dal Partito Democratico. Sicuri nella consapevolezza che le loro opinioni non verranno mai seriamente riportate dai mass media, gli autori di questo rapporto non fanno troppe domande su cosa significherà …

Leggi tutto »

Il ritiro degli Stati Uniti dal Trattato INF costituisce nuove minacce

DI JAMES ONEIL journal-neo.org Il recente annuncio del Presidente americano Trump che gli Stati Uniti intendevano ritirarsi dal trattato INF (Intermediate-Range Nuclear Forces  Treaty), firmato dai Presidenti Reagan e Gorbaciov dell’Unione Sovietica nel dicembre 1987, è importante per una serie di motivi. Incolpare Trump per la decisione di ritirarsi dal trattato (che in ogni caso richiede il rilascio di un preavviso di sei mesi) non coglie il nocciolo della questione. Storicamente, gli Stati Uniti hanno sempre stipulato trattati, solo quando …

Leggi tutto »

Il video di scuse di Dolce & Gabbana: Un capolavoro d’avanspettacolo

FONTE: ROLLINGSTONE.IT Dal covo damascato di una non meglio precisata organizzazione della mafia cinese i prigionieri Domenico Dolce e Stefano Gabbana, quest’ultimo visibilmente gonfio e provato dalle ultime giornate di cattività mediatica, hanno finalmente parlato. Con uno dei messaggi più bizantini dai tempi del messaggio di Arecibo, i due stilisti hanno recitato un testo di scuse al popolo cinese con la convinzione del condannato a morte jihadista a cui si chiede la conversione all’Islam prima della sciabolata sulla giugulare. Oltre …

Leggi tutto »

Facebook, la merda incontra il ventilatore? Quel che una stampa di puttane non dice su Facebook

FONTE: KEINPFUSCH.NET Sono passati pochi giorni da quando i giornalisti sono stati definiti “puttane” con grande scandalo da parte di chi ama scandalizzarsi a testa bassa, e gia’ me la sento di ribadire il giudizio. E sia chiaro: anche quelli che si stanno stracciando le vesti (di solito si stracciano le vesti per farsi un selfie a tette fuori e guadagnare followers) sarebbero stati d’accordo con me se solo non lo avesse detto il cinghiale di turno.Sia chiaro: la stampa …

Leggi tutto »

Il Presidente della Cina chiede all’Esercito di prepararsi alla guerra

DI PETER SYMONDS wsws.org Un altro segnale di tensioni in rapida ascesa tra Cina e USA e  nuovo segno di rischio conflitto: il Presidente Xi Jinping ha detto ai militari del suo paese di prepararsi per la guerra. Giovedì scorso, il suo discorso al Comando del PLA – People’s Liberation Army – al  Southern  Theatre Command, è stato una risposta alle azioni di aggressione dell’amministrazione Trump, che si manifestano non solo in una guerra commerciale più aspra, ma preparandosi apertamente …

Leggi tutto »

EVA: una tigre di carta

DI CARLO BERTANI carlobertani.blogspot.com Non riesco proprio a comprendere che senso abbiano le zuffe sulle “grandi vittorie” dell’Unione Europea o sulle “rovinose cadute” del governo italiano: secondo me, se si vuole ragionare in tal senso, bisogna tenere d’occhio sia il passato (ossia la Storia che ha condotto all’oggi) e sia la diplomazia, ossia i grandi e lenti movimenti delle grandi potenze. Sento parlare dell’Europa come di un consesso invincibile di finanzieri agguerriti e onnipotenti: a mio avviso, non è questa …

Leggi tutto »

Un Colpo per l’ Equilibrio Strategico – LA RISPOSTA DI PUTIN

DI ROSTISLAV ISHCHENKO ukraina.ru Non credo che sia stato un caso che Vladimir Putin a Valdai abbia cominciato a parlare dell’aumento dei rischi di una guerra nucleare e che abbia ripetuto l’assioma che la Russia è pronta a far saltare il mondo intero inclusa sé stessa, e che poi abbia discusso sul diritto di sparare il “preventive strike”, il primo colpo. Su quest’ultimo problema, gli esperti hanno immediatamente cominciato a dibattere se il Presidente russo abbia voluto intendere o no, …

Leggi tutto »

La Cina intende trasformare la Siria in un territorio strategico

DI SALMAN RAFI SHEIKH journal-neo.org La potenziale fine della guerra in Siria ha già iniziato ad attrarre investitori per la ricostruzione del Paese e per la riabilitazione e occupazione dei suoi milioni di abitanti. Mentre nessun Paese può rimettere da solo in sesto la Siria, non vi sono investimenti economici nazionali in Siria da avere implicazioni tanto importanti quanto quelli della Cina, perché la Cina non avrebbe solo un ruolo nella ricostruzione, ma trasformerà anche quello siriano in un territorio strategico, …

Leggi tutto »

L’USMCA: nuova alleanza economica costituita per isolare la Cina

DI ARKADY SAVITSKY Strategic-culture Il North American Free Trade Agreement (NAFTA), che è ormai quasi 25enne, è stato relegato alla pattumiera della storia. Gli Stati Uniti, il Canada e il Messico hanno concordato un accordo commerciale trilaterale – il United States-Mexico-Canada Agreement (USMCA) – per sostituirlo. Come previsto, l’accordo definito il 30 settembre intende stimolare la produzione in Nord America e scoraggiare l’esternalizzazione verso Paesi a basso salario in Asia. Le importazioni da altri Stati vengono penalizzate. Il tempismo è perfetto. …

Leggi tutto »

Stanno manifestandosi le basi della nuova era

DI ALASTAIR CROOKE lesakerfrancophone.fr Nella sua autobiografia, Carl Jung racconta un momento di illuminazione straordinaria durante il quale ebbe un dialogo strano con il suo “io” interiore: in quale mito vive l’uomo dei giorni nostri ? “Nel mito Cristiano: e tu ci vivi ? ” (Jung se lo domanda. E per essere onesto con se stesso, la risposta che si dà è: “No”): ” Quanto a me, non è là dentro che vivo.” Allora noi non abbiamo più dei miti?” – …

Leggi tutto »

Primato cinese in Africa: ma com’è che si realizza?

DI MAKSIM EGOROV journal-neo.org Proprio all’inizio di settembre si è tenuto a Pechino un grande forum Cina-Africa, che ha radunato per uno sforzo comune i capi di 54 Stati africani e 27 organizzazioni territoriali. La portata senza precedenti dell’evento si riflette sul numero di conquiste politiche ed economiche che sono state raggiunte nel corso dei negoziati. Il principale risultato politico del vertice è la cosiddetta Beijing Declaration, rilasciata al pubblico il 4 settembre, che ha consolidato gli approcci dei vari …

Leggi tutto »