Home / Archivi etichette: Cina

Archivi etichette: Cina

Rendere di nuovo grande la Cina – Riorientare l’Europa

DI DEENA STRYKER journal-neo.org Nel 1820, l’economia cinese era la più grande del mondo, come lo era da secoli. Poi le Guerre dell’Oppio, iniziate dall’Impero Britannico, hanno imposto l’oppio indiano al Paese. Verso la metà del secolo, la dinastia Qing era stata così indebolita che la Cina si trovava a un passo dall’essere fatta a pezzi dalle potenze coloniali, come è stato per l’Africa. Costretta a commerciare in modo sleale con il mondo, la quota di PIL totale della Cina si …

Leggi tutto »

Eh no, non ci sto

DI MARCO GIANNINI Eh no, non ci sto. Adesso è troppo comodo attaccare Di Battista e pure scorretto dato che ha scelto di non partecipare. Mi riferisco all’opinionista di Linkiesta Giulio Cavalli che ha rispolverato nell’articolo presente in questo link https://www.linkiesta.it/it/article/2019/04/02/di-battista-facebook-cinque-stelle/41648/ il vecchio caro concetto di “antipolitica” ripetuto a menadito da anni per rimbambire le persone (soprattutto anziane). Antipolitica è il salario orario minimo che il Governo sta approvando? O antipolitica è preoccuparsi di alzare il “salario” dei Parlamentari come …

Leggi tutto »

La paura del Dragone

  DI CARLO BERTANI carlobertani.blogspot.com Sinceramente, volevo parlare di lingue: non quelle bollite, in bagnèt verde, salmistrate o con capperi ed acciughe bensì quelle che ci servono per comunicare. Poi…Il dibattito sull’accordo italo-cinese ha raggiunto tali livelli che ho rimpianto il vecchio bar Sport all’angolo, dove almeno se si nominava Gigi Riva tutti tacevano ed assentivano, pensosi, e così ho pensato di dare una mano. Non per spingere qualcuno giù nel dirupo, ma per aiutare a non finire tutti nella …

Leggi tutto »

Polmoni neri, diritti minati, balle, e la fregatura finale. cosa può accadere a Trieste e Genova sulla Via della Seta

DI PAOLO BARNARD paolobarnard.info Trieste, ma anche Genova, abbracciano entusiaste l’espansione portuale in collaborazione col colosso cinese China Communications Construction Co. (CCCC), parte degli accordi fra Italia e Cina di questi giorni. Il tutto significa, fra l’altro, un enorme volume di navi cargo in progressivo aumento nei due porti. Ecco i rischi di cui pochissimo si parla, meno che meno da parte del governo. Qui riassunti, poi l’approfondimento: 1) Trieste e Genova possono trasformarsi in cloache d’inquinanti cinesi, avvelenando i …

Leggi tutto »

Porto del Pireo chiama CGIL Triste Genova: antipasto cinese sulla Via della Seta

DI PAOLO BARNARD twitter.com Porto del Pireo chiama CGIL Triste Genova: antipasto cinese sulla Via della Seta. Nel 2014 il porto del Pireo che è gestito interamente dal colosso cinese Cosco, uno dei protagonisti della Via della Seta… Porto del Pireo chiama CGIL Triste Genova: antipasto cinese sulla Via della Seta. pic.twitter.com/hJHFVatSv7 — Paolo Barnard (@Barnard2018) March 24, 2019 Paolo Barnard Fonte: https://twitter.com Link: https://twitter.com/Barnard2018/status/1109816994172407809 24.03.2019  

Leggi tutto »

Di Maio ha preteso l’esclusione di questa ‘mina in pancia’ micidiale negli accordi con la Cina?

DI PAOLO BARNARD twitter.com Di Maio ha preteso l’esclusione di questa ‘mina in pancia’ micidiale negli accordi con la Cina? Faccio una domanda su come l’Italia già da anni si sta svendendo alla Cina. Qualcuno vi ha mai citato la risoluzione delle controversie tra investitore e  Stato ? Di Maio ha preteso l’esclusione di questa ‘mina in pancia’ micidiale negli accordi con la Cina? pic.twitter.com/uKnd0KmThB — Paolo Barnard (@Barnard2018) March 23, 2019 SUL VIDEO SOTTO: guardate le due foto. E' …

Leggi tutto »

La Via della Seta è lastricata di denari sonanti

DI ANTONIO DE MARTINI italiaeilmondo.com Da giovane ho percorso , via terra, la via della seta fino a Kabul. Si tratta di un percorso sul quale Marco Polo ha fatto il suo tirocinio commerciale e che iniziava in Cina per approdare a Aleppo, dove le merci davano diritto a anticipazioni finanziarie sulle future vendite in Europa. Chi pensasse a un itinerario unico percorso da una carovana, è in errore. Si è sempre trattato di una miriade di commercianti e prodotti …

Leggi tutto »

LA SOCIETA’ DELL’OPINIONE

DI PIERLUIGI FAGAN facebook.com Prima di farvi una opinione su i rapporti tra noi ed i cinesi sarebbe il caso conosciate alcuni fatti. Una volta il giornalismo aveva questa missione, dare i fatti (e scegliere quali fatti è già una opinione) ed accanto esprimere un punto di vista. Ora mettono solo i punti di vista e menomale che siamo la società dell’ informazione, sarebbe più corretto dirci “società dell’opinione”. I fatti dei rapporti che i cinesi stanno tessendo con varie …

Leggi tutto »

Reddito di base universale, social media e società senza contanti: il Sistema di Credito Sociale cinese sta arrivando anche in Occidente

DI BRANDON TURBEVILLE The Organic Prepper blog Alcuni americani ben informati potrebbero essere a conoscenza del terrificante “Sistema di Credito Sociale” cinese, recentemente rivelato come metodo per eradicare qualsiasi dissenso allo Stato totalitario. In pratica, è la cancellazione di chiunque non si conformi alla visione che lo Stato ha del cittadino ideale. Il SCS è il più mostruoso sistema di controllo fino ad ora mai congegnato. Si vuole veramente creare un sistema in cui a tutti i cittadini venga digitalmente elargito …

Leggi tutto »

Il Dilemma Europeo: Come trattare con la Cina

  DI PEPE ESCOBAR AsiaTimes.com Poco a poco Pechino sta allargando la sua influenza non solo nella Unione europea ma anche nello spazio NATO. Di fronte all’irresistibile avanzata della Cina su tutta la scacchiera, e sotto la pressione implacabile degli Stati Uniti, i capi – non proprio democratici –  della UE stanno sottoponendosi ad uno sforzo  massacrante per trovare una posizione che li mantenga in bilico tra le scelte di geopolitica-geoeconomia da un lato e il vuoto dall’altro. La prossima …

Leggi tutto »

Addio allo “sviluppo”? Magari

DI MASSIMO FINI ilfattoquotidiano.it Qualcuno ci sta arrivando. Probabilmente fuori tempo massimo. Dove? A comprendere che il modello di sviluppo che abbiamo imboccato a partire dalla Rivoluzione industriale e che poi abbiamo cavalcato sempre più velocemente è sbagliato da ogni punto di vista, non solo ecologico, che è quello più intuitivo, ma economico e umano. Una direttiva Ue vuole obbligare le aziende ad “allungare la vita dei loro prodotti”. Questa misura, se davvero fosse applicata ed estesa (per ora riguarda …

Leggi tutto »

Gli USA al momento del conto – La via della seta (di come il secolo americano sta diventando il secolo cinese)

FONTE: KEINPFUSCH.NET Le tantissime discussioni sulla Via della Seta, su Huawei e tanti altri temi che vertono sulla Cina non vengono affrontate da una stampa che viene dagli anni ‘80, e specialmente non viene affrontata da tutti quelli che dovrebbero dire il vero sull’economia statunitense, e non hanno il coraggio di scrivere i dati per come stanno. E cosi’ l’annuncio dell’ Italia di aderire alla “via della seta” cinese ha destato sorpresa, e molti la stanno guardando come se fosse …

Leggi tutto »

L’Italia, la Via della Seta, la Cina, la UE e gli USA

DI TYLER DURDEN Zerohedge.com Il Consiglio di Sicurezza Nazionale USA, lo scorso fine settimana, ha lanciato un monito diretto all’Italia per la sua troppa vicinanza con la Cina. Il paese ha preso in considerazione la possibilità di partecipare all’iniziativa cinese  del Belt and Road Initiative (BRI), che mira, con un grosso sforzo economico,  a unire l’Europa con la Cina. “L’Italia è una grande economia mondiale e una grande destinazione per gli investimenti: il fatto di appoggiare la politica del BRI legittima …

Leggi tutto »

La Cina, Amnesty e i Gilets Jaunes

DI BRUNO GUIGUE francais.rt.com Rivedendo l’ultimo rapporto della organizzazione non governativa Amnesty International sulla Cina, l’analista politico Bruno Guigue ne indica le approssimazioni e sottolinea che per confronto, è allarmante la gestione della crisi dei Gilets Gialli in Francia. Quando si voglia trattare la questione dei diritti umani in Cina, il problema che si pone immediatamente è quello delle fonti d’informazione. Se sono governative, i detrattori abituali della Cina comunista mettono in rilievo immediatamente la loro parzialità. Se sono legate agli …

Leggi tutto »

Mio video censurato su Prodi e quelli come lui

DI PAOLO BARNARD twitter.com Mio video censurato su Prodi e quelli come lui. Domanda: ci hanno lasciato un’altra giustizia? (se censurano questo, io qui non torno più, perché i Social stanno sterilizzando la libertà e John Stuart Mill è vissuto per nulla). pic.twitter.com/FISMJYe4E7 — Paolo Barnard (@Barnard2018) March 8, 2019 Fonte: Link: https://twitter.com/Barnard2018/status/1104006664183865344 8.03.2019

Leggi tutto »

La recessione interiore

DI GIOVANNI IOZZOLI carmillaonline.com Avete presente i vecchi film di indiani in cui improbabili Apaches si mettevano a culo in aria, con un orecchio ben piantato per terra, onde avvertire in lontananza l’arrivo del treno o lo scalpiccio dei cavalli? Ecco, quella è la postura assunta da imprenditori ed economisti italiani negli ultimi cinque mesi – più o meno dall’ultimo trimestre del 2018. Solo che i pellerossa in fase di ascolto erano intrepidi e impassibili, mentre le nostre sedicenti classi …

Leggi tutto »

GLOBALIZZAZIONE E LIBERALISMO SONO SULL’ORLO DEL COLLASSO – MA DOPO CHI E COSA VERRÀ

  DI ALEXANDER DUGIN fort-russ.com Il liberalismo e la globalizzazione hanno decisamente fallito. La situazione mi ricorda gli ultimi anni dell’URSS. Allora, il vero potere era ancora totalmente nelle mani del Partito Comunista che controllava quasi tutto, ma allo stesso tempo l’intero sistema era finito. E chiunque avrebbe potuto accorgersene. Attualmente, per il dominio globale delle élite liberali ci troviamo nella stessa identica situazione. Esse controllano ancora tutto, ma sono già nella fase terminale. Scompariranno alla stessa velocità del comunismo …

Leggi tutto »

Huawei, il 5G e la quarta rivoluzione industriale

DI GODFREE ROBERTS unz.com Ovvero come spararsi in entrambi i piedi con una sola pallottola Gli operatori di telefonia mobile del mondo intero sono in competizione per il passaggio al 5G, che permetterà lo sviluppo di veicoli autonomi, della realtà virtuale e di città interconnesse. Questo non riguarda alcuni milioni di terminali ma miliardi di terminali che dovranno essere connessi sulla stessa rete. I paesi che saranno i primi ad entrare nel mercato del 5G avranno un vantaggio competitivo di almeno 10 …

Leggi tutto »

Questa cartina geografica mostra la ragione da trilioni di dollari del perché gli Stati Uniti appoggiano il terrorismo nella Cina occidentale

DI TONY CARTALUCCI journal-neo.org Come parte di un impegno più ampio e concertato per accerchiare e contenere la Cina, è stata intrapresa dai media occidentali una campagna di disinformazione che è in corso, contro la massiccia frenesia infrastrutturale globale di Pechino, conosciuta come la Belt and Road Initiative (BRI). Un esempio recente e particolarmente abietto in merito a ciò proviene da un articolo di Business Insider intitolato , “This map shows a trillion-dollar reason why China is oppressing more than a …

Leggi tutto »

Il futuro dell’Impero Americano

DI NICK TURSE thenation.com Lo storico Alfred McCoy discute del suo nuovo libro, del deep state e delle minacce di Donald Trump alle politiche USA come potenza globale. Nei primi anni ‘70, prima di diventare un autore vincitore di prestigiosi premi e professore di Storia presso l’ University of Wisconsin–Madison, Alfred McCoy era un giovane accademico ribelle trasferitosi in una zona di guerra del Sudest asiatico per indagare sui rapporti tra CIA, bande criminali e signori della droga. Il risultato, che …

Leggi tutto »

Cina e Russia hanno condotto esperimenti opinabili che hanno modificato l’atmosfera terrestre

DI PETER DOCKRILL  sciencealert.com  La Cina e la Russia hanno condotto congiuntamente un’opinabile serie di esperimenti per modificare l’atmosfera terrestre con onde radio ad alta frequenza. Da un impianto russo chiamato Sura Ionosferic Heating Facility, nei pressi della città di Vasilsursk a est di Mosca, gli scienziati hanno generato onde radio ad alta frequenza per manipolare la ionosfera, mentre il satellite China Seismo‐Electromagnetic Satellite (CSES)(1) ha misurato dall’orbita gli impatti sul plasma [particelle di gas ionizzate] in perturbazione. Non è la …

Leggi tutto »

L’unità nazionale è in pericolo? E se sì, perché?

DI FEDERICO DEZZANI federicodezzani.altervista.org L’Italia vive uno dei momenti più difficili dal secondo dopoguerra: una nuova recessione trova il Paese ancora sotto i livelli di produzione del 2009, appesantito da un debito pubblico in costante crescita e isolato sul piano internazionale. Parallelamente, continua l’iter per l’autonomia delle regioni del Nord, avviato con i referendum dell’autunno 2017: sebbene nessun governatore parli esplicitamente di secessione, non c’è alcun dubbio che l’iniziativa indebolisca ulteriormente un sistema-nazione già molto fragile. La secessione mascherata delle …

Leggi tutto »

Venezuela: come stanno realmente le cose

  DI PEPE ESCOBAR informationclearinghouse.info La Guerra Fredda 2.0 ha fatto scalo in Sudamerica. Gli Stati Uniti, ed i suoi soliti vassalli, si trovano di fronte ai quattro pilastri dell’integrazione eurasiatica in corso: Cina, Iran, Russia e Turchia. È sì una questione di petrolio, ma non solo. Caracas ha commesso un peccato capitale agli occhi dei neocon; scambiare petrolio bypassando il dollaro USA ed i mercati controllati dagli Stati Uniti. Ricordate cos’è successo in Iraq? Ricordate cos’è successo in Libia? …

Leggi tutto »

Soros, i rischi del social credit system cinese e l’analogia con Black Mirror

  DI VITTORIO PELLIGRA ilsole24ore.com La notizia circola ormai dal 2014, ma si è riproposta agli osservatori dopo che George Soros ne ha fatto il centro di un suo discorso al World Economic Forum di Davos, la settimana scorsa. “Voglio portare la vostra attenzione – dice Soros durante una cena privata – sul pericolo mortale che le società aperte si trovano a fronteggiare a causa degli strumenti di controllo che il machine learning e l’intelligenza artificiale possono mettere nelle mani …

Leggi tutto »

Il mondo di brexit, Cina, Germania, Trump, e l’errore madornale di sovranisti e MMT

DI PAOLO BARNARD paolobarnard.info Il Sovranismo monetario italiano e la MMT rischiano di screditarsi per abbagliante miopia. Va fatto altro con urgenza. Ma onestà intellettuale impone di avvisare subito: non siamo più nel 2011, siamo in un altro secolo economico ora. Ciò che va fatto per avere una realistica speranza di vedere l’Italia fuori dall’euro è adesso di una mole e complessità spaventose. Per quanto ho visto, quello che ancora vi raccontano i vari gruppetti Sovranisti con leaders al seguito, …

Leggi tutto »

5G, Huawei e noi – Gli Stati Uniti detestano la competizione

DI TOM LUONGO tomluongo.me Mentre nessuno, me compreso, dubita della forza dello spionaggio aziendale che è in corso nel settore tecnologico, le ultime notizie sull’assalto dell’amministrazione Trump al colosso delle telecomunicazioni cinese Huawei, dovrebbero dissipare qualsiasi dubbio su quale sia il vero problema. L’amministrazione Trump sta preparando un ordine esecutivo che potrebbe inibire significativamente le società di telecomunicazioni statali cinesi dall’operare negli Stati Uniti per problemi di sicurezza nazionale, secondo le persone che hanno familiarità con la questione. Raggiunto da Bloomberg, …

Leggi tutto »

L’Artico di oggi è solamente l’ambita terra del tesoro

DI GRETE MAUTNER journal-neo.org È curioso che alcune persone non comprendano appieno il fatto che l’Artico è molto più di un brullo deserto ghiacciato o della proverbiale patria di Babbo Natale. Secondo gli esperti geologi americani, sotto la sua [imponente] vastità, la regione artica nasconde fino al 30% delle riserve di gas non scoperte, a livello mondiale, insieme al 13% delle riserve di petrolio non ancora scoperte. Inoltre, ci sono tutti i tipi di tesori che si possono trovare sotto il …

Leggi tutto »

Venezuela : la Fame o le Obbligazioni da Fame?

DI TYLER DURDEN ZeroHedge.com Mentre sempre un maggior numero di leader mondiali sta riconoscendo come legittimo presidente del  Venezuela,  il leader dell’opposizione Juan Guaido, i “bond da fame” di un Venezuela  fallito stanno raggiungendo il  livello più basso nell’ultimo anno da quando il brutale regime socialista di Nicolas Maduro – che ha appena prestato giuramento per un secondo mandato di sei anni – sta vacillando sull’orlo di un baratro definivo. Giovedì scorso le obbligazioni del Venezuela in scadenza nel 2022 si …

Leggi tutto »

Ammuina britannica e altre questioni continentali

DI FEDERICO DEZZANI federicodezzani.altervista.org Il Parlamento inglese ha inflitto una sonora sconfitta a Theresa May, affossando l’accordo Regno Unito-Unione Europea faticosamente redatto sin dalla primavera del 2017. La bocciatura dell’accordo era una condizione necessaria, ma non sufficiente, per arrivare alla No Deal Brexit, che Londra persegue segretamente sin dall’esito del referendum: tocca ora ai partiti paralizzare il Parlamento inglese sino al 29 marzo. Lo choc della No Deal Brexit infliggerà un durissimo colpo alla già debilitata Unione Europea, sempre più …

Leggi tutto »

Lagne

DI ALCESTE alcesteilblog.blogspot.com Se l’umanità e l’Italia hanno deciso di suicidarsi a me va bene. Non rimane che dedicarsi alle minuzie. Oggi leggo, a proposito dell’arresto di Battisti, una fluviale sequenza di opinioni. A volte non richieste, altre autoreferenziali (ricordi di gioventù), quasi mai perspicue, spesso stupide. Stupide, ovvero inutili; e non perché siano unicamente dettate da uomini stupidi, ma perché mai si elevano al di sopra della baruffa. Che l’arengo politico italiano sia scaduto a lite perpetua da comari …

Leggi tutto »