Home / Archivi etichette: Italia

Archivi etichette: Italia

Gerusalemme, Nicosia e la Terza Guerra Mondiale

DI GILAD ATZMON gilad.co.uk Cypriot press ha scritto la scorsa settimana di una grande esercitazione militare israeliana-cipriota. Il video israeliano qui sotto, mostra una operazione di Commando di Brigata israeliano impegnato in una routine militare di aggressione sui monti  Trodos di Cipro. Che cosa è successo? Com’è che i ciprioti – conosciuti per sostenere la causa palestinese – sono diventati una provincia dell’impero israeliano? La risposta è : Un accordo sul gasdotto Israele-Europa. All’inizio di aprile abbiamo saputo qualcosa di …

Leggi tutto »

A un movimento rivoluzionario serve un Lenin

DI MASSIMO FINI ilfattoquotidiano.it Dare ora addosso ai grillini, anche da parte di coloro che in qualche modo simpatizzano per questo movimento (per gli altri è stata una vera orgia, un urlo liberatorio per lo scampato pericolo, rilanciato, oltre che dai politici, da tutti i media nazionali –quante interviste a Pizzarotti e a Cassimatis abbiamo dovuto sentire?) per gli errori commessi è ingeneroso e maramaldesco. Ma poiché questi errori, almeno quelli di fondo, li ho denunciati in tempi non sospetti, …

Leggi tutto »

Migrazioni terapeutiche o i pericoli delle fiabe

FONTE: ILPEDANTE.ORG Il 10 maggio scorso La Stampa titolava: «Sempre più allergici e malati. Ma a rafforzare i nostri bimbi saranno i microbi africani». L’articolo riportava le conclusioni di uno studio scientifico sulla correlazione tra l’impoverimento dell’ecosistema microbico nell’organismo e l’insorgere sempre più frequente e precoce di malattie autoimmuni nei paesi sviluppati. L’ambiguità del titolo e della tesi non troppo velatamente suggerita nel testo («le popolazioni africane potrebbero aiutarci a recuperar[e] una parte [di quell’ecosistema]») alzava la palla alla redazione …

Leggi tutto »

BAKUNIN, LE BON E IL CREPUSCOLO EUROPEO

DI NICOLAS BONNAL dedefensa.org Ho scritto numerosi testi che ruotano intorno allo stesso tema, alla stessa constatazione.  Le cose, i problemi non cambiano più da due secoli o quasi.  Leggete la conclusione delle Memorie d’Oltretomba di Chateaubriand e vi ritroverete già nel vostro vecchio mondo. Un mondo unito, un mondo orribile, un mondo anti artistico, un mondo incivile, un mondo di controllo, denaro e quantità. I problemi che viviamo sembrano provenire dal passato. Falso, essi sono remoti, ed è per …

Leggi tutto »

Com’era bella l’Italia quando non eravamo liberisti

DI ALESSANDRO MONTANARI Interessenazionale.net Qualche giorno fa, illustrando il 25esimo rapporto sui cambiamenti economici e sociali, l’Istat ci ha spiegato con la forza fredda dei grandi numeri, che l’Italia è un Paese in declino, nel quale le diseguaglianze aumentano invece che ridursi. La classe media è risucchiata nel proletariato, il proletariato si accapiglia col sotto-proletariato per un po’ di lavoro o un po’ di welfare mentre una piccola schiera di privilegiati scivola dietro la curva e scompare dall’orizzonte. Di fronte …

Leggi tutto »

Visco ammette: la crisi è generata dalle banche.

Ignazio Visco e la crisi bancaria

DI FABIO CONDITI comedonchisciotte.org Dichiarazione choc del Governatore di Bankitalia Ignazio Visco, che il 31 maggio 2017 ha tenuto la sua Relazione Annuale sullo stato della finanza italiana, durante la quale ha ammesso: “Le conseguenze per l’Italia della doppia recessione si sono manifestate in tutta evidenza su due variabili, profondamente diverse per natura e per entità che sono spesso indicate per la progressione del loro aumento e per i livelli raggiunti, come i problemi principali del paese: il debito pubblico …

Leggi tutto »

Desertec? Ci vorrebbe un secondo Mattei!

DI CARLO BERTANI carlobertani.blogspot.it Chi si ricorda più del progetto Desertec? Svanito nelle nebbie, anzi nelle sabbie del Sahara. Un progetto che doveva portare in Europa il 15% del fabbisogno elettrico complessivo, un mare d’energia. Ed un mare di soldi. Tolti ai petrolieri. Invece, niente. Non se ne fa più nulla. Come mai? Ufficialmente il progetto è ancora esistente, almeno nelle carte del consorzio delle imprese che lo sorreggevano: in realtà, tutto si è fermato nel 2011. Di chi la …

Leggi tutto »

La spada sikh è questione di legge, non di valori

DI MASSIMO FINI ilfattoquotidiano.it La sentenza della Corte di Cassazione che obbliga lo straniero che vive in Italia a conformarsi ai nostri valori (e implicitamente a quelli occidentali) è aberrante, inquietante, pericolosa e oserei dire paranoica. Lo straniero che vive in Italia ha il solo obbligo, come tutti, di rispettare le leggi dello Stato italiano. Punto. Il sikh che girava con un coltello kirpan, sacro nella sua cultura, doveva essere condannato perché in Italia è vietato andare in giro armati. …

Leggi tutto »

Macron messo a gestire la fine dell’euro ma non del pauperismo

FONTE: COMIDAD.ORG Era irrealistico credere che il sistema bancario francese lasciasse gestire la fine, più o meno prossima, dell’euro a Marine Le Pen. Come pure era irrealistico ritenere che, una volta che il sistema bancario francese avesse confezionato un candidato, non lo conducesse poi alla vittoria con largo margine tramite qualsiasi mezzo. Questi “mezzi” potrebbero rimanere per sempre segreto di Stato, anche se in epoca di software informatici non ci vuole un grande sforzo di immaginazione. Il “sovranismo” sconta quindi …

Leggi tutto »

Addio, Oliviero

DI CARLO BERTANI carlobertani.blogspot.it Conobbi Beha una sera di tanti anni fa, in una Torino uggiosa, circoncisa dalla nebbia ed immersa in quell’umidore che t’attanaglia la pelle e ti strema il respiro. Eravamo una cinquantina d’anime dannate che sognavano una “Repubblica dei Cittadini”, qualcosa di molto diverso dai cybernauti che oggi vanno per la maggiore: un po’ per fideismo, un po’ per depressione e sfiducia. Uscivamo a fumare fuori, dalle parti del Palazzo delle Facoltà Umanistiche – terra di Bobbio …

Leggi tutto »

Euro-crack: l’Italia è ora in prima linea

DI FEDERICO DEZZANI federicodezzani.altervista.org Sfumato lo scenario di una conflagrazione “politica” dell’Unione Europea sull’onda di una vittoria elettorale di Marine Le Pen, tornano alla ribalta le forze centrifughe di natura economica: l’Italia si trova adesso in prima linea. Gli allarmanti dati su debito pubblico, disoccupazione, crescita e sofferenze bancarie, suggeriscono che la situazione, complice la prossima instabilità politica, possa precipitare anche prima del rialzo dei tassi da parte della BCE: è quasi certo che, come nel bollente autunno del 2011, Mario Draghi …

Leggi tutto »

Li ammiro, trovano il modo di fare soldi e di vincere sempre, anziani ?

DI PAOLO BARNARD paolobarnard.info Dai ‘belle anime’, dai compagnosky mummuficati, dai Occupy falliti, dai su, vi ho sempre detto che loro lavorano 24 su 24 e 7 su 7 coi migliori cervelli del mondo, e quante volte vi ho raccontato che quando vedete le cartoline di NY o di Londra o di Tokyo skyline, coi bellissimi grattacieli illuminati alle 2 di notte, non è che le luci accese stanno lì per le cartoline. No, stanno lì perché il Vero Potere …

Leggi tutto »

Ecco quanto sosteniamo da tempo immemorabile

DI GIANFRANCO LA GRASSA facebook.com E su cui gli indecisi “alleati” dell’italiano “Gano di Maganza” hanno continuato a sorvolare con semplici brontolii e bronci ridicoli. Oggi sul “suo Giornale” (edizione cartacea, in alto a sinistra nella prima pagina) l’infido dichiara (riportato tra virgolette): “La vittoria di Macron è un bene per l’Europa, certe teorie non funzionano”. A cui risponde, ormai fuori tempo massimo, Salvini: “Se sta con lui si scordi l’alleanza con noi”. Non so cosa pensa la Meloni, ma …

Leggi tutto »

L’emergenza, la pace

FONTE: ILPEDANTE.ORG Sul tema delle ONG umanitarie, al netto di quelle semisconosciute oggi giustamente sotto processo, in linea di principio non esulto quando soggetti non governativi operano in settori strategici e vitali. Ma è pur vero che se i governi non si attivano in quei settori o se ne ritirano adducendo i pretesti più penosi, è un bene che quegli spazi siano occupati da organizzazioni motivate e senza scopo di lucro piuttosto che dai “mercati” o da nessuno. Evidentemente chi …

Leggi tutto »

Soros a Roma: salvate l’operazione migranti ! – Siria, Non Nord Corea, delenda est

DI FULVIO GRIMALDI Mondo Cane L’arma di migrazione di massa La preoccupazione deve essere tanto forte, rasentando il panico, quanto è sporca l’operazione, se George Soros, da mezzo secolo grande stragista sociale, si è precipitato da colui che falsamente presume nostro presidente del consiglio (ma avrà incontrato anche quello effettivo). In ballo era l’urgenza di applicare una sutura veloce e conclusiva allo squarcio aperto nel corpo del reato dal benemerito procuratore di Catania,  Zuccaro, dai suoi emuli a Trapani e …

Leggi tutto »

Cosa farà il governo ? Lo ha detto Fitch

DI ALBERTO MICALIZZI albertomicalizzi.com Volete sapere in “diretta streaming” le prossime mosse del Governo (Gentiloni o chi per esso)? Non è così difficile, basta leggere con un po’ d’attenzione le motivazioni a supporto dell’ultimo taglio del rating del debito italiano operato il 20 Aprile scorso da Fitch (fonte Sole24ore: “Fitch abbassa di un gradino il rating dell’Italia: tripla B”). Ormai lo abbiamo imparato dalla storia, dalla recente requisitoria del PM Michele Ruggiero presso il Tribunale di Trani nel procedimento contro …

Leggi tutto »

Chi lavora alla nuova strategia della tensione in Europa?

FONTE: CLARISSA.IT Pochi giorni fa, clarissa.it ha pubblicato il documento Venti tesi sulla strategia della tensione. La diciassettesima delle quali afferma: “La strategia della tensione è uno strumento che può essere applicato anche ad altri contesti e noi riteniamo che dalla fine degli anni Ottanta, e ancor prima, essa è stata utilizzata in riferimento al nuovo utile strumento/nemico, il radicalismo islamico”. Lo scorso 28 aprile, è giunta dalla Germania la notizia, ripresa da pochissimi giornali in Italia, che a nostro …

Leggi tutto »

Come mai in tutti questi anni, in Italia non vi è mai stato un attentato ?

DI GIANFRANCO LA GRASSA facebook.com C’è una domanda che non mi sembra venga posta; o forse mi è sfuggita. Come mai in tutti questi anni, in Italia non vi è mai stato un attentato, un massacro, ecc. come ormai avviene con una certa frequenza altrove. La risposta più semplice è che l’Italia è probabilmente la porta più aperta esistente in Europa per le fiumane di migranti in arrivo. Quindi, si cercherebbe di non inasprire qui gli animi dei nostri cittadini …

Leggi tutto »

Igor Vaclav, chi è?

DI CARLO BERTANI carlobertani.blogspot.it Ai più, sembra una barzelletta, una cattiva sorte che s’accanisce contro le popolazioni del Delta e prende per il naso tutti i vari cercatori super attrezzati, super concentrati, super addestrati delle forze di sicurezza italiane: non è così. I militari italiani non sono degli sciocchi, sanno il loro mestiere: il problema è quando “qualcosa o qualcuno” che esula dalla tua esperienza e dalla tua cultura appare, e devi percorrere la sua vita per capire qualcosa: quasi …

Leggi tutto »

Funzionari italiani vogliono che si indaghi sui trasportatori di migranti supportati dalla ONG di Soros

DI WILLIAM CRADDICK disobedientmedia.com Autorità italiane chiedono il monitoraggio del finanziamento di una flotta ONG che porta nell’UE migranti dalle coste del Nord Africa. Un rapporto della Guardia Costiera illustra come i membri della flotta agiscano da complici ai trafficanti di esseri umani e contribuiscano direttamente al rischio di morte che i migranti affrontano quando tentano di entrare in Europa. La relazione di Frontex , agenzia europea di controllo delle frontiere, indica che le navi ONG offrono un servizio navetta affidabile …

Leggi tutto »

Eurointelligence: Come “Non” Uscire dall’Euro – Versione Cinque Stelle

DI WOLFGANG MUNCHAU Financial Times Il noto editorialista del Financial Times  Wolfgang Munchau,  sul  think tank da lui diretto Eurointelligence,  fa a pezzi l’ipotesi che l’Italia possa uscire dall’euro attraverso un referendum e descrive Luigi Di Maio come un giovane politico del tutto impreparato agli scenari di un’Italexit, la scelta più importante per il paese dalla firma dei Trattati di Roma sessant’anni fa. “Si può facilmente pensare a tutta una serie di scenari, inclusi quello dell’uscita, per l’Italia. Ma c’è uno scenario …

Leggi tutto »

La seconda gamba del Jobs Act: l’Anpal e il management della precarietà di massa

DI ROBERTO CICCARELLI Quinto Stato Non solo voucher. Il Jobs Act è un mondo. L’agenzia nazionale delle politiche attive (Anpal) è la sua seconda gamba. Anticipazione del futuro in Italia. Quello che saranno le politiche neoliberali del lavoro e il management della precarietà di massa.  Non senza problemi: l’Anpal che dovrà organizzare i servizi per reinserire i lavoratori precari o disoccupati è tenuta in piedi da 760 precari i cui contratti scadranno il 31 luglio. E’ l’immagine speculare della forza …

Leggi tutto »

Il MES ormai dietro l’angolo

DI ALBERTO MICALIZZI albertomicalizzi1.wordpress.com Due giorni fa il Sole24Ore ha riportato la notizia che Popolare Vicenza e Veneto Banca hanno inviato una lettera al Ministero dell’Economia e delle Finanze ed alla BCE per richiedere l’applicazione della ricapitalizzazione preventiva, già applicata lo scorso Dicembre al Monte dei Paschi (“Popolare Vicenza e Veneto Banca chiedono l’aiuto di Stato”). Si tratta della forma più morbida di gestione di una crisi bancaria, applicabile solo a certe condizioni, senza le quali occorre procedere con il …

Leggi tutto »

Per Zero Hedge si avvicina l’uscita dall’Euro dell’Italia. Vediamo secondo quale dinamica

DI MASSIMO BORDIN micidial.it Succede di rado, molto di rado, che il più famoso blog di economia del mondo, ZeroHedge, si occupi di Italia. Siccome lo ha appena fatto, vale la pena dare un’occhiata alla sua analisi perchè, a nostro avviso, qualche notizia nuova trapela: L’analisi della configurazione politica in Italia mostra che gli euroscettici sono sul punto di prendere il controllo del paese. L’unico ingrediente che manca sono le elezioni anticipate. Torniamo indietro un po ‘ per ricomorre il …

Leggi tutto »

Mi sento ricco

DI MIGUEL MARTINEZ kelebeklerblog.com Poniamo che io abbia 10.000 euro, ma voglio fare il ganzo. Decido così di comprarmi un’auto da 30.000 euro. Intorto qualcuno, e mi faccio prestare 20.000 euro che non ho. Appena l’intortato comincia a mandarmi gli sgherri sotto casa chiedendo indietro i 20.000 euro con gli interessi, intorto qualcun altro per prestarmi i soldi da restituire a lui. Ma la cosa più interessante, oltre al fatto che non tutti sono fessi e prima o poi qualcuno …

Leggi tutto »

Uno strumento fiscale per uscire dalla crisi : il “SIRE”

SIRE SIstema di Riduzione Erariale

DI FABIO CONDITI E STEFANO DI FRANCESCO comedonchisciotte.org Come può lo Stato trovare il denaro per uscire dalla crisi economica ?   Uno strumento fiscale come il SIRE, concreto e realizzabile fin da subito, potrebbe farci uscire dalla crisi economica ? L’analisi dei cosiddetti esperti economici è paradossale : tutti concordano ormai che per uscire dalla crisi economica sarebbe necessario un quantitativo importante di denaro da immettere nell’economia reale per uscire dalla recessione, visto che è caratterizzata da deflazione e …

Leggi tutto »

Può finire il Pd, non il romanzo criminale che sabota l’Italia

FONTE: LIBREIDEE.ORG In “Romanzo criminale”, la saga della Banda della Magliana ripercorsa da Giancarlo De Cataldo, nessuno riesce mai neppure a sfiorare il supremo potere del Grande Vecchio, il burattinaio che agisce nell’ombra e, dal Palazzo, manovra i fili che tengono insieme una sceneggiatura anche atroce, in cui si muovono guardie e ladri, terroristi e affaristi, servizi segreti e malavita imprenditrice. Nel saggio “Il più grande crimine”, il giornalista Paolo Barnard ricostruisce in chiave criminologica quello che chiama “economicidio” dell’Italia, …

Leggi tutto »

Ue insiste: Italia deve fare imposta patrimoniale (Una cura da cavallo pari al 5-8% della ricchezza finanziaria privata italiana)

  DI MARCO ROCCO ofcs.report L’Ue, ed in particolare la Germania, stanno richiedendo da anni una imposta patrimoniale per l’Italia con lo scopo di abbassare il debito pubblico. Nella recente attualità abbiamo notato l’Ue e l’OCSE cercare l’affondo finale, ossia fare pressioni su Gentiloni con lo scopo di imporre, se non la Troika, quanto meno detta imposta straordinaria in Italia. Il motivo, quello ufficiale, è che il debito pubblico in Italia è troppo alto e va abbassato. Verissimo, indiscutibile. Andrebbe …

Leggi tutto »

ALLE PROSSIME ELEZIONI, VOGLIAMO PARLARE DI SOVRANITA’ MONETARIA ?

DI FABIO CONDITI comedonchisciotte.org Le elezioni politiche sono ormai alle porte, probabilmente ci saranno prima della loro scadenza naturale del 2018, e quindi probabilmente da oggi si comincerà a parlare di programmi elettorali e di proposte per uscire dalla crisi economica. Allora voglio chiarire a tutte le forze politiche un concetto chiaro e semplice: inutile che ci parliate di proposte come gli 80 euro o l’eliminazione dell’IMU sulla 1° casa, che sono come l’acqua calda per un tumore, noi vogliamo …

Leggi tutto »

Congelare MPS, per salvare Unicredit: l’Italia vive ormai alla giornata

DI FEDERICO DEZZANI federicodezzani.altervista.org Sulla vicenda Monte dei Paschi di Siena è calato il silenzio. Si dovrebbe pensare che il salvataggio dell’istituto senese procederà secondo le linee annunciate dal governo: ricapitalizzazione preventiva, Stato-azionista, rimborso degli obbligazionisti subordinati con denaro pubblico. Ma è davvero così? La parallela urgenza di ricapitalizzare Unicredit, con una cifra monstre da 13 €mld, lascia supporre che la vicenda MPS sia stata soltanto “congelata”, per impedire che la seconda banca italiana fallisse la ricapitalizzazione. Nulla lascia supporre, …

Leggi tutto »