Archivi etichette: Russia

L’insegnamento della Merkel e il servilismo italiano

DI MASSIMO FINI massimofini.it Gli Stati Uniti stanno ritirando 11.900 militari dalla Germania per redistribuirli in vari Paesi europei, Belgio, Polonia e Italia fra gli altri. Gli americani si credono ancora i padroni d’Europa e in effetti lo sono. Fanno e disfanno a loro piacimento. Ci piacerebbe sapere se il nostro Governo è stato almeno consultato sui circa mille uomini che dovrebbero essere trasferiti ad Aviano. In realtà, richiesto o no, il nostro consenso è dato per scontato, a prescindere. …

Leggi tutto »

La distopia che si fa realtà

Di VALENTIN KATASONOV fondsk.ru In occasione del centenario della stesura del romanzo “Noi” di Evgenij Zamjatin Le distopie letterarie sono un genere molto giovane. Ed è nato esattamente un secolo fa, nel 1920, quando il romanzo “Noi” è stato scritto dallo scrittore russo Evgenij Zamjatin. Da lì a poco sono apparse altre famose distopie: “Kotlovan” (1930) di AndrejPlatonov, “Il mondo nuovo” (1932) di Aldous Huxley, “Guerra delle salamandre” (1936) diKarel Čapek, “La fattoria degli animali” (1945) e “1984 “(1948) di …

Leggi tutto »

Alcune teorie della cospirazione sono reali

DI PHILIP GIRALDI unz.com Qual è il modo migliore per sfatare una teoria della cospirazione? Chiamarla semplicemente “teoria della cospirazione”, un’etichetta che di per sé implica incredulità. L’unico problema è che ci sono state molte cospirazioni reali sia storicamente che attualmente e molte di esse non sono affatto di natura teorica. Cospirazioni di vario genere portarono alla partecipazione americana in entrambe le guerre mondiali. E per quanto si pensi al presidente Donald Trump, bisogna ammettere che è stato vittima di una serie di cospirazioni, …

Leggi tutto »

Hanno riaperto “il ministero della verità”. Ed è europeo…

DI DANTE BARONTINI contropiano.org Non c’è limite alla vergogna degli sfruttatori, lo sappiamo. Ogni loro nuova mossa non riesce nemmeno più a sorprenderci, e proprio questo è il rischio: quello di rimanere, come tutti, “mitridatizzati”. Abituati ai loro veleni, in dose crescente, senza più una reazione. Siamo anche abituati ai loro ossimori (“guerra umanitaria” resta al momento insuperato), alle parole appiccicate a fatti che significano l’opposto. Ma ogni tanto è indispensabile indicare la nudità del re, perché almeno una parte dell’opinione …

Leggi tutto »

Il destino dell’Europa Orientale

Dmitry Orlov cluborlov.blogspot.com La gente in Occidente tende a preoccuparsi eccessivamente di ciò che accade in Cina. Ma, in realtà, non hanno nulla di cui preoccuparsi; la Cina se la caverà benissimo anche senza di loro. In effetti, mentre gli Stati Uniti nel secondo trimestre del 2020 registrano un calo del PIL del 50%, la Cina è tornata in crescita economica. Le persone in Occidente tendono anche ad essere eccessivamente preoccupate per il Medio Oriente, sopratutto perché è da lì …

Leggi tutto »

Il mondo post-coronavirus

Di Aleksandr Loseve e Andrey Ilnitsky stalkerzone.org L’Occidente è in una profonda crisi esistenziale. La globalizzazione sta andando a rotoli e il collasso delle risorse per le principali economie mondiali si sta facendo più chiaro. Il mondo in stile americano, in cui il dollaro è il principale prodotto realizzato dagli Stati Uniti per l’esportazione, ha affrontato l’esaurimento del modello di sviluppo e ha accumulato enormi debiti, il cui volume totale ha già raggiunto il 320% del PIL globale. Il più …

Leggi tutto »

La disinformazione all’opera: gli attivisti collegati ad un think tank della NATO denigrano gli aiuti russi all’Italia per il Covid-19

Bryan MacDonald rt.com Con oltre 11.000 morti e più di 100.000 casi di Covid-19, l’Italia è attualmente un paese che si sente sotto assedio. Questo però non ha impedito al racket dei think tank di trasformare un’offerta d’aiuto in uno strumento per la propria propaganda. Ecco cosa è successo. Lo scorso fine settimana, Vladimir Putin aveva chiamato il Primo Ministro italiano Giuseppe Conte. Durante la conversazione, Conte aveva chiesto aiuto per la lotta contro il coronavirus, secondo la versione del …

Leggi tutto »

Vilnius inizia “la guerra” con l’avvicinarsi del Giorno della Vittoria

fondsk.ru  Vilnius ha iniziato azioni su larga scala, quasi militari, contro l’avvicinarsi del Giorno della Vittoria – diversamente è impossibile definire ciò che sta accadendo in questo paese pienamente “democratico” e che professa  i “valori europei”. Tutto è iniziato con l’appello da parte del ministro degli Affari Esteri della Lituania, Linas Linkevicius, rivolto ai capi degli stati europei, di non recarsi a Mosca per le celebrazioni del Giorno della Vittoria: “La Russia ama i simboli. La prossima parata a maggio, …

Leggi tutto »

TERZA GUERRA MONDIALE – “In Siria è crisi vera: Russia e Turchia ai ferri corti”

di Paolo Vites – int. Marco Bertolini – ilsussidiario.net Trentatré soldati turchi uccisi nella provincia di Idlib, in Siria, a causa di un bombardamento aereo delle forze di Damasco. La risposta più esplicita l’ha data Mosca il giorno dopo: “Stavano in mezzo ai terroristi”. E come spiega l’ex generale Marco Bertolini, già capo di stato maggiore del Comando Isaf in Afghanistan, “la Turchia considera la provincia di Idlib suo possedimento, come ha fatto con il territorio curdo-siriano ai suoi confini. …

Leggi tutto »

SET (Rete) – Antifascisti russi incarcerati per terrorismo

Antifascisti russi incarcerati per terrorismo

Un tribunale della Russia centrale ha imprigionato i membri di un gruppo di attivisti antifascisti con condanne tra i 6 ed i 18 anni. Secondo quanto riportato dal sito web zona.media (vedere link sotto riportato), i membri di “Set” (“Rete” in italiano) sono accusati di terrorismo e di aver pianificato attacchi per rovesciare l’attuale sistema di potere. Sette membri del gruppo “Set” sono stati arrestati nella città di Penza (in russo ​Пензе) insieme ad altri quattro membri a San Pietroburgo …

Leggi tutto »

La Siria impone gli accordi di Astana con la forza mentre sale la tensione tra Turchia e Russia

Elijah J. Magnier ejmagnier.com E’ dal 2012 che l’autostrada M5 che collega Damasco ad Aleppo è sotto il controllo dei gruppi jihadisti. L’esercito siriano l’ha appena liberata, riconquistando 140 città, villaggi e colline strategiche. La Turchia con gli Uzbeki, gli Uiguri e Hayat Tahrir al-Sham (ex al-Nusra) non è riuscita a proteggere le sue postazioni fortificate e le ha abbandonate ritirandosi nella zona attorno ad Idlib. Per la prima volta l’esercito turco è stato bombardato da quello siriano. Cinque soldati …

Leggi tutto »

Pompeo in Eurasia alla ricerca di nuovi alleati contro la Russia

DI PAUL ANTONOPOULOS geopolitica.ru Giorni fa, il segretario di Stato americano Mike Pompeo ha completato un tour di tre giorni in Ucraina, Bielorussia, Kazakistan e Uzbekistan. Alla conclusione del tour ha orgogliosamente proclamato che Mosca non influenzerà più in esclusiva il mondo post-sovietico. In Ucraina, Pompeo ha avuto colloqui col presidente Vladimir Zelensky, il ministro degli affari esteri Vadim Pristiko e il ministro della Difesa Andrei Zagorodnuk. Zelensky ha mostrato una indiretta solidarietà verso il presidente degli Stati Uniti Donald …

Leggi tutto »

La Russia pronta a staccarsi dal Sistema Bancario Internazionale

DI MATTHEW ALLEN russia-insider.com La Russia ha già pronta un’alternativa, dovesse venir tagliata fuori dallo SWIFT – e gli svantaggi sul breve termine verrebbero probabilmente compensati dai guadagni sul lungo Secondo un recente report, la Russia avrebbe sviluppato ed implementato con successo un’alternativa qualora venisse esclusa dai sistemi bancari internazionali. Per quanto riguarda le sanzioni occidentali, il punto più debole del paese è proprio nel settore bancario, che, nel bene e nel male, è legato al circùito internazionale. Se la …

Leggi tutto »

Solo le banche centrali tengono a galla l’Italia

DI PAOLO BECCHI E GIOVANNI ZIBORDI  MilanoFinanza Nel 2019 che si è appena chiuso l’Italia come borsa è stata la migliore del mondo industriale avanzato (se si esclude la Russia) con un +32%, e come titoli di stato i BTP hanno fatto meglio di ogni altro titolo con un +17%. Questo risultato è arrivatoin presenza di un PIL nominale piatto cioè crescita reale di 0,1% e inflazione intorno allo 0%, degli zero che ci collocano in fondo a tutte le …

Leggi tutto »

Lo sport come ricerca del farmaco o mania di vincere

DI OLEG PAVLOV, ANTON KANEVSKIJ fondsk.ru Sul modo in cui la WADA realizza il “contenimento sportivo” della Russia Dopo una serie di scandali nello sport mondiale, è stato chiarito che la sua [della Russia] purezza in ambito antidoping era messa in dubbio. Tuttavia, le strutture che monitorano ciò, si avvalgono delle loro ragioni in modo molto selettivo. Per quattro anni, gli atleti russi sono stati privati del diritto di partecipare sotto la bandiera del loro Paese. Dall’inizio dello sviluppo del …

Leggi tutto »

Nulla è cambiato nel destino del Donbass

DI DMITRIJ SEDOV fondsk.ru E che dire del transito del gas russo attraverso l’Ucraina dopo Capodanno? I media hanno caratterizzato con moderazione l’incontro del “Quartetto Normandia” a Parigi il 9 dicembre come un certo progresso, dato che gli Accordi di Minsk hanno ottenuto l’uscita da un lungo stato di “congelamento”. Gli incontri dei quattro Capi di Stato sulle questioni della conciliazione della crisi ucraina sono ripresi. È stato ribadito il ruolo fondamentale degli Accordi di Minsk. Sono state delineate misure …

Leggi tutto »

La guerra fredda mondiale dello sport

DI ALBERTO NEGRI ilmanifesto.it È scoppiata la guerra fredda mondiale dello sport. Ieri è toccato alla Russia, esclusa per doping dalle Olimpiadi e dai Mondiali di calcio, domani potrebbe essere il turno della Cina o di chiunque altro. Per coincidenza – ma è solo una coincidenza davvero strana – proprio ieri a Parigi si teneva la riunione, più volte rimandata, del «Formato Normandia», il gruppo per la «risoluzione» del conflitto in Ucraina orientale composto da Ucraina, Russia, Francia e Germania. …

Leggi tutto »

Sei progetti contraddittori per l’ordine mondiale

  DI THIERRY MEYSSAN voltairenet.org Le sei maggiori potenze mondiali affrontano la riorganizzazione delle relazioni internazionali in maniera funzionale ai propri esperimenti e sogni. Con prudenza si adoperano per difendere i propri interessi prima di portare avanti la loro visione del mondo. Thierry Meyssan descrive le rispettive posizioni prima dello scontro. Il ritiro degli Stati Uniti dalla Siria, benché immediatamente rettificato, indica che Washington vuole certamente smettere di essere il gendarme del mondo, l’impero da cui nessun Paese può prescindere. …

Leggi tutto »

C’era una volta il muro di Berlino

Berlin wall

DI TRUMAN Comedonchisciotte Sembra che siano passati 30 anni da quando il muro di Berlino fu abbattuto. Trenta anni di balle. Può forse essere utile ripubblicare un mio vecchio articoletto del 2004, uscito all’epoca su Indymedia. (Rileggendo, c’era un po’ di fiducia nel pensiero di sinistra che forse era mal riposta). Ricostruire la frattura del 1989 12 gennaio 2004 Nel 1989 sembrò che il mondo fosse finalmente cambiato – in meglio – con la caduta del Muro di Berlino. A …

Leggi tutto »

I motivi per cui il complesso militare-industriale russo è più efficiente di quello americano

  Ruslan Khubiev stalkerzone.org Per il nostro paese, tenendo conto della sua storia nazionale, l’esercito è il Rubicone, l’ultimo baluardo di difesa e le sue capacità strategiche sono l’unica cosa che garantisce la sovranità della nazione. I soldati, gli ufficiali, i lavoratori del complesso militare-industriale e i comuni cittadini ne sono ben consapevoli e questo, alla fine, comporta alta efficienza e ottimi risultati. La “maledizione di una superpotenza” è il termine che descrive il caso di un paese che esercita …

Leggi tutto »

UN ESERCITO DELL’UE POTREBBE RIMPIAZZARE LE TRUPPE USA CHE SI RITIRANO DALLA SIRIA

DI MADIS JACOBSEN geopolitica.ru Dopo che il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha annunciato che le forze militari americane che occupano illegalmente alcune aree della Siria sarebbero state ritirate, è apparso possibile nel prossimo futuro un accordo per la fine del conflitto con lo sforzo congiunto del governo siriano, della Russia e dell’Iran. Le truppe statunitensi hanno sostenuto nella Siria nord-orientale i loro combattenti per procura curdi prolungando in tal modo l’instabilità nella regione e provocando al contempo la …

Leggi tutto »

La Turchia tira il freno in merito all’incursione in Siria dopo accordi con la Russia e gli Stati Uniti

DI Ilya Arkhipov, Onur Ant,  Selcan Hacaoglu bloomberg.com La Russia e la Turchia hanno concordato di cooperare per riprendersi vasti pezzi di territorio siriano, controllati dalle forze curde una volta alleate degli Stati Uniti, il che dà a ciascunPaese una voce in capitolo più importante su come apparirà la Siria del dopoguerra. Dopo sei ore di colloqui, il Presidente russo Vladimir Putin e il leader turco Recep Tayyip Erdoğan hanno siglato un accordo martedì [22 ottobre],per liberare i combattenti curdi …

Leggi tutto »

La Russia ha la soluzione per calmare le angosce di Greta Thunberg

DI TIM KIRBY strategic-culture.org I mezzi di comunicazione sociale più diffusi sono stati entusiasti dopo il discorso appassionato di Greta Thunberg all’ONU. Le parole di Greta sono state considerate contemporaneamente vuoi gravi e audaci, vuoi l’espressione isterica di un bambino viziato, a seconda di come la vediate, e in quanto persona che vive in Russia, devo dire che la sua diatriba è apparsa dal punto di vista culturale come profondamente offensiva e dal punto di vista ecologista molto irrazionale, poiché …

Leggi tutto »

L’ultimo Impero Occidentale?

THE SAKER thesaker.is “Guardare l’albero e non vedere il bosco” è una metafora appropriata se consideriamo la maggior parte delle cronache che descrivono, più o meno, gli ultimi venti anni. Questo periodo è stato notevole per il numero di cambiamenti, veramente tettonici, che hanno interessato il sistema internazionale. Tutto ha avuto inizio in quella che io considero la “Kristallnacht del diritto internazionale,” nell’agosto-settembre del 1995, quando l’Impero aveva attaccato i Serbo-Bosniaci in diretta e totale violazione di tutti i principi …

Leggi tutto »

Salvini e 5s: chi ha iniziato la guerra?

DI MARCO GIANNINI comedonchisciotte.org E’ possibile, anzi certo che il M5s rosichi per i voti perduti in un annetto in favore della Lega. E’ umano, perfino in politica dove di umano c’è davvero poco. E’ anche giusto secondo me che il 5s sia in difficoltà perché un conto è essere forza di Governo e perdere consenso fisiologicamente, un altro è l’aver annientato la base. La base è stata annientata dal punto di vista qualitativo già nei MeetUp che, essendo assemblee, …

Leggi tutto »

Castellani, Cagliari, Gardini…Savoini, Salvini…

DI CARLO BERTANI carlobertani.blogspot.com Ancora una volta. Come se nessuno sapesse che il mondo del petrolio è il mondo della corruzione per antonomasia: ai tempi di Mattei, si portavano nei Paesi arabi bionde “stangone”, molto gradite agli emiri. Poi, gli emiri capirono che non era il caso di farsi turlupinare con due puttane da strapazzo: nacquero i petroldollari, il resto – guerre comprese – lo conosciamo. Perché il mondo del petrolio e dell’energia è così differente? Perché c’è una netta …

Leggi tutto »

Basta battute: risponda

DI MARCO TRAVAGLIO ilfattoquotidiano.it I fatti sono ormai stranoti, ne parlano tutti i quotidiani e i siti italiani, ma anche internazionali: il 18 ottobre 2018, mentre Matteo Salvini era in visita a Mosca e il giorno prima aveva parlato alla Confindustria russa, il suo ex portavoce Giampaolo Savoini, leghista a 24 carati e presidente dell’Associazione Lombardia-Russia, incontrava cinque personaggi di cui si ignora l’identità nella hall dell’hotel Metropol: due italiani (Luca e Francesco) e tre russi. I quali parlavano di …

Leggi tutto »

La Lega e i suoi tre padroni. Uno paga gli altri due no?

DI ALBERTO NEGRI facebook.com Salvini è andato in Israele è ha allineato le sue posizioni su quelle dello stato ebraico come mai aveva fatto un ministro della repubblica italiana, mettendo persino a rischio i soldati italiani in Libano con le sue dichiarazioni contro Hezbollah. E’ andato in Usa è ha allineato le sue posizioni con quelle Usa, soprattutto contro l’Iran e in contrasto con gli interessi delle nostre imprese. E’ andato in Russia e forse – ma è tutto da …

Leggi tutto »

La sceneggiata delle relazioni con la Russia

DI MANLIO DINUCCI ilmanifesto.it o stato delle relazioni tra Italia e Russia è «eccellente»: lo afferma il premier Conte ricevendo a Roma il presidente Putin. Il messaggio è tranquillizzante, anzi soporifero nei confronti dell’opinione pubblica. Ci si limita, fondamentalmente, allo stato delle relazioni economiche. La Russia, dove operano 500 aziende italiane, è il quinto mercato extra-europeo per il nostro export e fornisce il 35% del fabbisogno italiano di gas naturale. L’interscambio – precisa Putin – è stato di 27 miliardi …

Leggi tutto »

Sanzioni contro la Russia. Quali conseguenze per l’Europa?

DI EMMANUEL LEROY lesakerfrancophone.fr Prima di tentare di rispondere alla domanda riguardante le conseguenze di questa crisi per l’Europa e per la Francia in particolare, mi pare necessario ricordare il contesto di queste sanzioni prese contro la Russia dopo il colpo di mano di Maidan -sostenuto dall’Occidente, ricordiamocelo – e che ha ha avuto come conseguenza il rovesciamento del presidente ucraino legittimamente eletto, Viktor Yanukovitch, e porterà poi al referendum di autodeterminazione della Crimea nel marzo 2014 e alla ricongiunzione …

Leggi tutto »