Categoria

Economia

Articoli e notizie di carattere economico locale e internazionale

Gran Bretagna, il governo finanzia le perdite della Banca Centrale: la “farsa” per condurci al Grande Reset non ha più limiti!

di Megas Alexandros (alias Fabio Bonciani) Se da una parte si intravedono segnali di scollamento tra le massonerie mondiali che fanno ancora sperare nell'arrivo della "cavalleria" per salvare i popoli da una imminente schiavitù globale, dall'altra le avvisaglie che il Grande Reset sta procedendo spedito in tutta la sua sfrontata sicurezza, addirittura imbarazzano per il loro essere così esplicite nella frode. Quello che apprendiamo da Bloomberg ci lascia veramente di stucco. Secondo…

La Lega vuole il reddito di cittadinanza. Ma per i super ricchi

di Megas Alexandros (alias Fabio Bonciani) Se di fatto il sistema-euro, negli appunti della storia ancora da scrivere, è già inserito nel capitolo "frodi contro l'umanità" e tutto lascia presumere e per lo più sperare, che abbia le ore contate; al contrario quello che invece non ha fine, sono le folli proposte che i nostri politici a turno, tirano fuori dal loro cilindro per far credere agli elettori di adoperarsi nei loro interessi per risolvere la crisi economica infinita. Al netto della…

LE TENDENZE DEL CAPITALE NEL XXI SECOLO, TRA “STAGNAZIONE SECOLARE” E GUERRA

Di Domenico Moro, laboratorio-21.it La realtà geopolitica dell’inizio del XXI secolo va studiata a partire dalla categoria di modo di produzione. Tale categoria definisce i meccanismi di funzionamento del capitale in generale, astraendo dalle singole economie e dai singoli Stati. Per questa ragione, dobbiamo far interloquire la categoria di modo di produzione con quella di formazione economico-sociale storicamente determinata, che ci restituisce il quadro dei singoli Stati e delle…

Rigassificatore, a Piombino si gioca il futuro energetico dell’Italia

Di Verdiana Siddi e Massimo Cascone per ComeDonChisciotte.org C’era una volta una terra baciata da tramonti struggenti e accarezzata dalla schiuma che diede luce alla dea Venere, e sette son le perle che dal suo collo andarono in dono al mare davanti a Piombino. In cerca del brivido degli affari se ne andava in giro un certo Roberto Cingolani, da docente a direttore scientifico per importanti istituti, poi per grandi multinazionali, fino a diventare direttore non esecutivo…

Michael Hudson: Una tabella di marcia per sfuggire alla morsa dell’Occidente

Pepe Escobar thecradle.co È impossibile seguire le turbolenze geoeconomiche inerenti alle "doglie del parto" del mondo multipolare senza le intuizioni del professor Michael Hudson dell'Università del Missouri, autore del già seminale Il destino della civiltà. Nel suo ultimo saggio, il professor Hudson approfondisce le politiche economiche e finanziarie suicide della Germania, il loro effetto sull'euro, già in caduta, e accenna ad alcune possibilità per una rapida integrazione…

L’economista Mosler: “le sanzioni contro la Russia non hanno senso e con Gazprombank libera è come se non ci fossero”

Di Megas Alexandros (alias Fabio Bonciani) Nella struttura del mondo moderno occidentale, le guerre ormai non servono più al regolamento di conti fra due paesi, mosso dal principio dell'autodeterminazione dei popoli, ma sono la scusa per giustificare eventi geopolitici finalizzati all'espansione del potere di quelle lobbies finanziarie che, ormai da tempo incontrastate, comandano e decidono sulle vite di buona parte del pianeta. E' nota a tutti, la risposta dell'Ovest allo scoppio del…

La vita in uno Stato fallito – Parte 2

(La vita in uno Stato fallito - Parte 1) Larry Romanoff – The Unz Review - 29 settembre 2022 L'America si sbriciola Nel giugno 2013 un ponte autostradale su uno dei maggiori corridoi commerciali tra Seattle, Washington e Vancouver, Canada, dopo essere stato urtato da un camion crollò nel fiume sottostante. Non si trattò di una collisione ad alta velocità; il camion semplicemente urtò a bassa velocità contro uno dei pilastri di sostegno principali che, indebolito e fatiscente, si…

La vita in uno stato fallito – Parte I

Larry Romanoff unz.com Introduzione In un precedente saggio sulla rivoluzione ebraica in Russia del 1917 , avevo riportato questa citazione: "Gli sterminarono sistematicamente il clero, i ricchi, la classe imprenditoriale, la classe intelligente e istruita, tutti i segmenti di popolazione di alto livello, lasciando la Russia con una popolazione di operai ignoranti, contadini e una potente élite dirigente ebraica." Questa è esattamente la situazione - e l'intento - degli Stati Uniti di…

L’euro senza l’industria tedesca

Michael Hudson unz.com La reazione al sabotaggio di lunedì 26 settembre di tre dei quattro gasdotti Nord Stream 1 e 2 si è concentrata sulle speculazioni su chi sia stato e se la NATO farà un serio tentativo di scoprire il colpevole. Tuttavia, invece del panico, si è tirato un grande sospiro di sollievo diplomatico, persino di tranquillità. La disattivazione di questi gasdotti pone fine all'incertezza e alle preoccupazioni dei diplomatici USA/NATO, che, la settimana precedente, avevano quasi…

Quando il banchiere centrale diventa l’Imperatore

Intervista a Isabel Schnabel, Membro del Comitato Esecutivo della Bce: nell'era dell'indipendenza delle banche centrali, i governatori-banchieri, ormai hanno assunto un ruolo di predominio sulla politica. Numeri elettronici replicabili su un computer e resi scarsi intenzionalmente oltre a false convinzioni dottrinali guidano le nostre vite nel baratro ad esclusivo vantaggio di una élite "satanicamente" predatoria.

Erdogan cavalca la tigre dell’inflazione e la Turchia va

Di Megas Alexandros (alias Fabio Bonciani) Mentre tutti i banchieri centrali del mondo occidentale, di fronte al comparire dell'inflazione, si sono precipitati ad aumentare i tassi di interesse, il presidente della Repubblica turca Recep Tayyip Erdogan (tra i pochi governanti al mondo che ancora ha un controllo diretto sulla banca centrale del suo paese), al contrario, ha deciso di tagliarli. Sembra quasi che Erdogan si sia prestato a fare da cavia per riportare sul sentiero della verità…

Sergey Glazyev: ecco perché è importante l’eredità di Lyndon LaRouche

Matthew Ehret strategic-culture.org Il pensiero di Glazyev affonda le sue radici in una vecchia e radicata corrente intellettuale, tradizionalmente russa, basata sul credito di Stato, sulla sovranità nazionale, sulle grandi infrastrutture, sul progresso scientifico e sulla cooperazione di mutuo vantaggio. L'11 settembre 2022, il brillante economista russo, grande stratega e principale architetto del nuovo sistema finanziario multipolare, Sergey Glazyev ha tenuto un memorabile discorso…

Qualunque cosa pur di mantenere l’Europa in uno stato di ‘Intervention Lockstep’ (parafrasando Jaroslav Zajicek, rappresentante permanente al COREPER I)

Alastair Crooke strategic-culture.org C'è un sentore di disperazione che aleggia nel teatro bellico di Bruxelles. Dimenticate la guerra in Ucraina - quella è una causa persa ed è solo una questione di tempo, fino al suo definitivo disfacimento; eppure l'Ucraina - icona di come l'euro-élite ha scelto di immaginarsi - non potrebbe essere meno esistenziale. A Bruxelles la considerano (cinicamente) la chiave per mantenere i 27 Stati membri in "sintonia" e un'opportunità per una presa di…

Da Monti a Tre-Monti la preoccupazione è sempre la stessa: i conti pubblici!

di Megas Alexandros (alias Fabio Bonciani) Vi ricordate, eravamo nel 2011 e Giulio Tremonti allora ministro delle Finanze del governo condotto dall'odiato compagno di coalizione Silvio Berlusconi - costretti a stare insieme per necessità ed interesse del "sistema" lobbistico che ormai da tre decadi si è impossessato delle nostre istituzioni - fu forzato, o per meglio dire messo in "sonno" dal sistema stesso, per far posto al "fratello" Mario Monti. La scusa che venne data in pasto al…

Le sanzioni alla Russia: l’idiozia al servizio del “Potere”

di Megas Alexandros (alias Fabio Bonciani) Riepiloghiamo gli eventi: scoppia la guerra in Ucraina e per far desistere il presunto aggressore, i "poteri" che guidano il mondo occidentale - con a capo gli Stati Uniti ed in coda l'Unione Europea (anche se solo la storia in divenire dirà quale sia, l'ordine esatto degli addendi) - decidono di procedere con pesanti sanzioni economiche nei confronti della Russia, tutti certi di poter piegare Vladimir Putin alla loro volontà. Sono passati quasi…

Vediamo se con i numeri si sveglia chi ancora dorme!

di Megas Alexandros (alias Fabio Bonciani) Megas e ComeDonChisciotte, lo sapete bene, non fanno politica ma si spaccano la schiena esclusivamente nella ricerca della Verità con la "mission" finale di svegliare più gente possibile dal "torpore" indotto loro, attraverso una informazione di regime totalmente controllata e gestita, affinché il "manovratore" possa agire indisturbato. La ricerca della Verità, nella giungla della disinformazione programmata e funzionale, a volte può essere…

E’ solo una questione di credibilità

di Megas Alexandros (alias Fabio Bonciani) Megas non ha mai fatto politica e certamente non comincerà a farla con questo articolo. La foto non inganni, è solo che tutti non ci sarebbero entrati per ovvi motivi di spazio, quindi tanto valeva mettere in rappresentanza della categoria, il capo-branco. Questo non vuol certo affermare che il soggetto nella foto sia il peggiore in fatto di credibilità, all'interno di un branco dove la gara a non essere credibili è senza fine e nemmeno avrà un…

Giulio Tremonti: Nostradamus o Mago Otelma?

di Megas Alexandros (alias Fabio Bonciani) "Certi Amori fanno dei giri immensi e poi ritornano", canta Antonello Venditti in una delle sue più belle canzoni. Stessa cosa possiamo dire avviene per la politica, gestita secondo i criteri delle fratellanze, dove si può essere messi in "sonno" per un po' di tempo per poi tornare alla ribalta nel momento del bisogno. E' il caso del professor Giulio Tremonti, ormai nuovamente lanciato in pista nelle file del partito di Fratelli d'Italia guidato…

Il suicidio economico e sociale dell’Europa, provocato dagli Stati Uniti e favorito dai leader europei

Moon of Alabama moonofalabama.org A causa della stupidità della leadership politica europea, gli Stati Uniti sono riusciti ad indurla a commettere un suicidio economico e sociale. L'8 febbraio Michael Hudson, professore di economia all'Università del Missouri, aveva scritto dell'imminente conflitto in Ucraina, che gli Stati Uniti stavano intenzionalmente provocando. Michael Hudson: I veri avversari dell'America sono gli Europei e gli altri alleati: Le sanzioni commerciali che i…