Categoria

Economia

Articoli e notizie di carattere economico locale e internazionale

Lasciamo stare i tedeschi, la Troika siamo noi

di Megas Alexandros (alias Fabio Bonciani) Per anni abbiamo convissuto con la minaccia giornaliera della firma del MES e l'arrivo della Troika a Roma a seguito; ora con il varo dello scudo anti-spread (TPI) con condizionalità annesse, subito tutti a ricordare il pericolo del "vincolo esterno", con il quale si cerca da sempre di far bere al popolo italiano, che il nostro paese sarebbe comandato dai poteri europei e che niente si possa fare contro questa fortezza inespugnabile. Certo, che…

Il ministro Franco e Draghi campioni nel gioco delle tre carte

di Megas Alexandros (alias Fabio Bonciani) Il governo Draghi non ha più la fiducia del parlamento da giorni, ma come sapete è tutt'ora in carica per il disbrigo della gestione corrente. Non di meno, non si perita a continuare sulla stessa linea da sempre perseguita, caratterizzata dal dare a bere qualsiasi tipo di balla al popolo italiano. Nel far credere ai fessi che il ferro sia oro, come sempre, ci pensa la cassa di risonanza della stampa di regime, ancora ben attiva benché Draghi abbia…

Ucraina, l’economia di guerra viene usata per preparare il saccheggio neoliberista del Paese

In questo ottimo articolo di Peter Korotaev viene spiegato come il Paese stia affrontando economicamente lo stato di guerra in corso, attraverso un'analisi lucida e precisa delle mosse fatte dall'UE per preparare il terreno a ciò che sarà dell'Ucraina.  Invece di attuare un'economia fatta di nazionalizzazione delle strutture nevralgiche, il governo continua a perseguire i dogmi neoliberali, grazie alla pressione occidentale sui decisori politici. Un esperimento per la totale…

Non è successo niente: Draghi lascia il posto al suo pilota automatico

Di ConiareRivolta.org - Collettivo di economisti indipendenti Con un tempismo straordinario, la crisi di governo che si è consumata negli ultimi giorni ha visto il Presidente del Consiglio Draghi presentare le sue dimissioni definitive esattamente nello stesso giorno in cui la Banca Centrale Europea (BCE), per bocca della sua Presidente Christine Lagarde, ufficializzava delle importanti, e funeste, novità per quanto riguarda la politica monetaria dell’area euro. La misura più appariscente…

Lo scudo anti-spread (TPI) e le sue condizionalità in attesa di un nuovo Draghi a Roma

di Megas Alexandros (alias Fabio Bonciani) Poche settimane fa, in un mio articolo, ne avevo anticipato le indiscrezioni e ieri mentre Mario Draghi se ne andava, a Francoforte hanno approvato formalmente lo scudo anti-spread, che di fatto conferma che la BCE continuerà a fare tutto quello che è necessario per salvare l'euro. A livello tecnico niente cambierà rispetto alla linea intrapresa dal famoso "whatever it takes" di Draghi, poi sviluppatosi con i massicci programmi di acquisto titoli…

Le valute digitali delle banche centrali sono lo strumento finale dell’oppressione finanziaria

Brandon Smith birchgold.com Le valute sono la linfa vitale del commercio e dell'economia di una nazione. Quando una valuta fallisce, l'intera economia crolla. Tuttavia, la maggior parte delle persone raramente pensa al valore o al potere d'acquisto del denaro che ha in tasca. Osservano il loro saldo bancario, il saldo del loro brokeraggio o dell'IRA (Individual Retirement Account) e sono consapevoli del valore della loro casa. Vedono cambiare questi numeri, ma non riflettono mai sul…

Dall’economia spazzatura a una falsa visione della storia

Michael Hudson – The UNZ Review - 9 luglio 2022 Può sembrare strano invitare un economista a tenere un discorso programmatico a una conferenza di scienze sociali. Gli economisti sono stati caratterizzati dalla stampa popolare come autistici e antisociali per una buona ragione. Sono addestrati a pensare. Sono stati addestrati a pensare in modo astratto e a utilizzare deduzioni a priori, basate su come pensano che le società debbano svilupparsi. Gli economisti mainstream di…

Non fidatevi di Tremonti….. sul QE imbroglia le carte!!!

di Megas Alexandros (alias Fabio Bonciani) L'esercizio che tutti noi quotidianamente, siamo chiamati a svolgere per allenarci a capire da che parte sta la verità, è quello di saper individuare chi tra i politici ci racconta meno "balle". Giulio Tremonti ex ministro dell'economia e delle finanze e vice presidente del Consiglio dei ministri durante il governo Berlusconi, in tema di balle da raccontare agli italiani, non ha certamente raggiunto i livelli di un Renzi od un Salvini qualsiasi.…

L’inflazione e la campagna elettorale fanno apparire la “quattordicesima”…. sarà così?

di Megas Alexandros (alias Fabio Bonciani) La politica italiana, a pochi mesi dalle elezioni ha paura dell'esito delle urne, e torna a parlare di aumentare gli stipendi abbattendo il cuneo fiscale. Nelle segreterie di partito, dove ci si prepara alla più difficile campagna elettorale del dopoguerra, questa volta "la paura fa veramente novanta". Il paese viene da un ventennio di sostanziale recessione economica, che ha messo in ginocchio famiglie ed imprese, oggi definitivamente atterrate e…

La stagflazione che volevano è arrivata – Ecco cosa succederà

Brandon Smith alt-market.us Dei miei 16 anni di attività come economista alternativo e scrittore politico, ne ho trascorso circa la metà ad avvertire che il risultato finale del modello di stimolo della Federal Reserve sarebbe stato un crollo stagflazionistico. Non un crollo deflazionistico o inflazionistico, ma un crollo stagflazionistico. Le ragioni erano molto specifiche: alla creazione di debito generalizzato si contrapponeva la creazione di altro debito, mentre molte banche centrali,…

Prepariamoci al sangue!!!

di Megas Alexandros (alias Fabio Bonciani) Veniamo subito al punto, il transatlantico rappresentato della UE così com'è strutturato, non può navigare in presenza di una bilancia commerciale dell'Unione, stabilmente con segno negativo. La folle e dogmatica struttura dell'Eurozona che prevede il seguire pedissequamente le regole dei trattati, quali il fiscal compact ed il pareggio di bilancio, non consente a livello matematico e contabile, ai popoli ed agli stati che la compongono, di…

Con Draghi a Roma garante della Troika può partire lo scudo anti-spread della Bce

Di Megas Alexandros (alias Fabio Bonciani) Sono passate poche settimane dall'annuncio da parte della BCE della messa a punto di uno scudo anti-spread per salvare il sistema-euro, che già arrivano le prime indiscrezioni su come intendono dirigere l'orchestra a Francoforte. E' l'Agenzia Reuters a darne la notizia e le specifiche. Il nuovo strumento anti-frammentazione della Bce di Christine Lagarde sarà orchestrato in questo modo: la banca centrale europea acquisterà bond emessi da…

Lo tsunami finanziario mondiale è appena iniziato

F. William Engdahl journal-neo.org Dalla creazione della Federal Reserve statunitense, oltre un secolo fa, ogni grande crollo dei mercati finanziari è sempre stato deliberatamente innescato dalla banca centrale per motivi politici. La situazione non è diversa oggi, poiché è evidente che la Fed statunitense sta utilizzando l’arma dei tassi di interesse per far crollare quella che è la più grande bolla finanziaria speculativa della storia dell'umanità, una bolla che ha lei stessa creato. I…

Pure “Il Fatto Quotidiano” parla di deflazione salariale e dogmi neoliberisti.. cosa sta succedendo?

di Megas Alexandros (alias Fabio Bonciani) Se parliamo di politica, penso che nessun giudice mi condannerà se affermo che Marco Travaglio ed il giornale che dirige, siano da sempre orientati con fedeltà assoluta alla sinistra italiana. E seppur all'interno di questa collocazione la loro linea dell'orizzonte ondeggia da sempre tra PD e M5S, su un punto il suo giornale è sempre stato fermo come una statua: la bontà del sistema-euro e di questo tipo di Europa. Insomma, tanto per non fare…

L’era dei BRICS nel mondo multipolare

Sono passati oltre 10 anni da quando nel lontano 16 giugno 2009 si tenne la prima riunione dei BRIC in Russia. All'epoca il Sud Africa ancora non ne faceva parte, né questi Paesi erano potenze di spessore nel panorama internazionale, dominato dalla nazione più guerrafondaia della storia del mondo moderno: gli Stati Uniti d'America. Oggi la situazione appare completamente ribaltata: i BRIC sono diventati BRICS (Brasile, Russia, India, Cina e Sud Africa) e le loro economie - così come la…

Confindustria va alla guerra

Di ConiareRivolta.org - Collettivo di economisti indipendenti Sono ormai quattro mesi che la guerra infuria alla soglia dell’Europa, con un portato drammatico di morte e devastazione che non accenna a diminuire. Di fronte a questo orrore, la reazione più comune è di sgomento e l’opinione pubblica del nostro Paese, in maniera maggioritaria, non si è fatta avviluppare dalle sirene belliciste che risuonano a reti unificate, su tutti i giornali e in Parlamento dalla mattina alla sera, mantenendo…

Gli Stati Uniti hanno commesso un suicidio economico

Pubblichiamo di seguito due analisi relative alla politica economica statunitense. I contributi sono degli economisti Michael Hudson e Paul Craig Roberts. Buona lettura. -- Michael Hudson ci spiega che la politica economica è un costo sociale per la classe operaia e io rispondo che la politica economica degli Stati Uniti è un atto di suicidio nazionale. Un paio di definizioni: un’economia di rendita è un’economia in cui la monopolizzazione o la concentrazione…

Un salario meno che minimo: una farsa europea

La vicenda della direttiva europea sul salario minimo è un ottimo esempio di quello che le istituzioni europee possono fare in concreto per migliorare la vita dei lavoratori: nulla. L’esempio è istruttivo per due ragioni, una di merito ed una di metodo, strettamente intrecciate tra loro. La ragione di metodo discende dal tortuoso percorso seguito dalla bozza di direttiva, proposta dalla Commissione europea nel 2020, poi sottoposta ad una lunga consultazione e, nella notte tra il 6 e il 7 giugno…

Il “super-banchiere” e la soluzione al debito che non risolve

Di Megas Alexandros (alias Fabio Bonciani), ComeDonChisciotte.org Il cambio di politica monetaria sui tassi da parte della BCE, ma soprattutto la decisione di togliere di fatto la garanzia sui debiti dei paesi membri, ha messo in moto i più esperti nell'ennesimo tentativo di trovare la soluzione ideale per non essere più dipendenti da Francoforte. Come al solito si tentano tutte le soluzioni, tranne che indicare quella unica e giusta: ovvero la garanzia di una banca centrale dipendente dal…

La BCE all’assalto dei salari: parte seconda

Clicca qui per leggere "La BCE all’assalto dei salari: parte prima" La BCE all’assalto dei salari: parte seconda Di ConiareRivolta.org - Collettivo di economisti indipendenti La Banca Centrale Europea (BCE), giovedì 9 giugno, ha annunciato una storica virata nella politica monetaria dell’area euro: l’aumento dei tassi di interesse e la fine degli acquisti diretti di titoli pubblici da parte della banca centrale. Queste decisioni non saranno neutrali né per il potere d’acquisto…