Home / Salute / L’agenda 5G: ci farà diventare tutti attivisti coscienti?

L’agenda 5G: ci farà diventare tutti attivisti coscienti?

DI RICHARD ENOS

activistpost.com 

  • I fatti: l’avvio di una rete 5G sembra essere incombente su di noi, con un’apparente indifferenza da parte di coloro che sono responsabili dei potenziali pericoli e degli effetti nocivi sulla popolazione umana e sul pianeta.
  • Rifletteteci: questo tema è uno di quelli che alla fine ispira una massa critica di persone risvegliate a riprendere il proprio potere e ritirare il proprio consenso dai tentativi che non sono nel miglior interesse dell’umanità?

Se state ancora definendo la vostra realtà basata su una percezione tradizionale – che probabilmente non state facendo, se state leggendo questo articolo – allora quello che sentirete sull’introduzione della rete 5G è che sarà un vantaggio per l’umanità in molti modi. Velocità di trasmissione dei dati molto più rapida, maggiore connettività per il nuovo modello “Internet delle Cose” e un mercato promettente con enormi opportunità di investimento.

Quello che poco o nulla sentirete dal mainstream è la miriade di pericoli per la salute umana, e la scienza che si è già ammassata per supportare ciò, è il potenziale per la rete 5G di ospitare la sorveglianza ineludibile di tutto ciò che facciamo, la capacità dei raggi 5G da utilizzare come Armi ad Energia Diretta e l’intensificazione di programmi “Targeted Individuals”, la capacità del 5G di migliorare le operazioni di controllo mentale e di controllo dell’umore esistenti, e persino la possibilità che il 5G sia parte della terra formazione del pianeta che vedrà lo sterminio di esseri umani e l’accomodazione di forme di vita extraterrestri.

Anche se non tutto ciò può essere vero, vi siete indubbiamente sintonizzati su CE (Collettive-Evolution) per saperne di più su tali possibilità, per poi essere in una posizione migliore per fare una valutazione per voi stessi. Durante la nostra immersione profonda in questo mese nel 5G, continueremo a fornirvi alcune delle conversazioni e delle presentazioni erudite ma [mediaticamente] poco coperte sull’argomento, in modo che voi possiate comprendere meglio non solo il 5G stesso, ma anche gli attori e le circostanze attorno al suo avvio così come alla sua promozione.

Mentre le sconfortanti rivelazioni sul potere delle élite e l’avidità delle corporation che vengono scoperte da CE e da altre fonti di informazione alternative, possono aver spinto molti di noi a rifugiarsi nella sacralità della propria vita, il fenomeno del 5G potrebbe essere la goccia che fa traboccare il vaso, e ci sprona ad un attivismo consapevole in una forma o nell’altra. L’avvio del 5G fornisce la motivazione d’eccellenza, per tutti gli individui che si stanno svegliando, per saperne di più sulla natura del consenso individuale a questi programmi e sull’enorme potere che abbiamo,come esseri sovrani, di decidere esattamente ciò che vogliamo e non vogliamo nelle nostre comunità e nel nostro mondo.

Ma, prima di tutto, poniamo tutta questa faccenda in un contesto più ampio.

Il nostro processo di risveglio

C’è un innegabile processo di risveglio in corso in tutto il mondo, che presume di portare alla nascita di una nuova esperienza di ciò che significa essere umani. Ma come la maggior parte dei processi di nascita, c’è del dolore. Ciò che è importante, in questa congiuntura critica, non è avere paura del dolore e superare le nostre paure per fare ciò che ognuno di noi è venuto [al mondo] per realizzare. Ora non è certamente il momento di abortire la missione.

Ormai abbiamo visto prove schiaccianti che la classe dominante sul nostro pianeta, quel gruppo di élite che fondamentalmente opera con una mano nascosta per esercitare un’influenza potente e profonda sulle nostre vite, non ha a cuore gli interessi dell’umanità. In effetti, il loro marchio si trova in molti dei mali e delle atrocità che affliggono l’umanità di oggi: distruzione ambientale, avidità delle corporation, guerra e genocidio, traffico di esseri umani e pedofilia, individui presi di mira e controllo mentale, e molto altro ancora.

A quelli ancora increduli dell’idea che un gruppo di umani potrebbe essere così malefico, vorrei semplicemente indicarvi le notizie del giorno: per il fatto incontestabile che l’avidità e il profitto determinano tutte le decisioni economiche importanti nel mondo, non importa il danno alla salute umana, alla sicurezza e alla libertà; alla rivelazione di atti di terribile depravazione morale da parte degli attori delle élite globali, e la consapevolezza che stiamo solo vedendo la punta dell’iceberg; con l’evidente disprezzo per l’ecosistema planetario, le piante, gli animali e la natura stessa, e l’erosione delle loro capacità di sopravvivenza.

Molti si sono già resi conto del fatto che l’inedia, la guerra e la distruzione ambientale hanno continuato non solo perché i nostri “leader” visibili sono inetti o stupidi, ma perché molti di questi leader sono inevitabilmente venduti o si sono compromessi da una classe dirigente invisibile. Questa classe rappresenta una piccola ma potente congrega che sta gestendo il pianeta da secoli, una stretta collaborazione di famiglie di sangue che considerano il loro dominio del pianeta come un “gioco”, come afferma questo presunto membro di questa classe dominante:

Per “vincere” (o più precisamente per avere successo nel) Gioco, dobbiamo essere il più Negativamente Polarizzati possibile. Servizio al Sé [portato] all’estremo. Violenza, Guerra, Odio, Avidità, Controllo, Schiavitù, Genocidio, Tortura, Degrado Morale, Prostituzione, Droghe, tutte queste cose e molto altro, servono al nostro scopo. Nel Gioco. (fonte)

La nostra stessa esperienza ci dice che la stragrande maggioranza delle persone intorno a noi sono per bene, gentili, rispettose l’una dell’altra, le quali vogliono che l’umanità nel suo insieme possa prosperare. Come tale, non sta diventando più evidente che se il nostro pianeta e la nostra popolazione sono in cattive condizioni, allora è plausibile che coloro che esercitano il vero potere nel nostro mondo devono essere guidati da una sorta di ideologia satanica, che mette la demoralizzazione e asservimento della popolazione come propria unica priorità?

Il 5G come massima rivelazione

Come nessun altro, l’avvio proposto dell’infrastruttura tecnologica 5G è l’evento più avvincente, fino ad oggi,che ci sollecita nel prendere coscienza che come individui dobbiamo impossessarci del nostro potere personale, e noi come collettivo dobbiamo tracciare il futuro dell’umanità, esercitando quel potere su qualsiasi piano che mette a rischio la nostra sicurezza, la nostra salute e la nostra indipendenza.

A differenza dei vaccini, laddove l’autorità ripete all’infinito lo slogan “i vaccini sono stati dimostrati sicuri ed efficaci”, coloro che stanno spingendo per l’avvio del 5G, neppure fingono che gli effetti delle torri [di trasmissione] 5G – insieme con le installazioni di antenne secondarie che infestano ogni quarto di miglio delle nostre comunità-siano stati dimostrati sicuri per la salute umana. Nella migliore delle ipotesi, si riconosce che gli effetti a lungo termine rimangono sconosciuti. Non è una sfida diretta per noi riprendere il nostro potere e mettere la salute umana e ambientale su velocità di download più elevate, che la maggior parte della popolazione non sta nemmeno chiedendo?

Io penso che lo sia. E se volete saperne di più, vi invito a prestare attenzione ai prossimi articoli e interviste che approfondiranno di più i vari aspetti dell’agenda 5G, compresi i modi in cui siamo in grado di ritirare il nostro assenso.

La morale

Al centro dell’attivismo cosciente c’è la consapevolezza – la consapevolezza di ciò che sta realmente accadendo e la consapevolezza di quanto potere ognuno di noi ha dentro di sé, un potere che si moltiplica esponenzialmente quando uniamo le forze per uno scopo comune. Da parte nostra presso CE, stiamo utilizzando la nostra piattaforma multimediale per dare risalto durante questo mese,per i nostri lettori, a molti aspetti dell’agenda 5G occulta, uno sforzo che potete sostenere direttamente attraverso la nostra campagna per fermare il 5G. Se diventate attivisti consapevoli su questa o qualsiasi altra questione, ciò che è di primaria importanza è capire che non c’è bisogno di combattere direttamente contro le forze oppressive nella maggior parte dei casi – in effetti, se consideriamo queste forze oppressive semplicemente come catalizzatori per il nostro il risveglio, possiamo entrare direttamente nel processo per creare collettivamente una nuova esperienza umana nella realtà.

Richard Enos – La tesi del mio Master su “The Anatomy of Self-Overcoming in Nietzsche”(“L’anatomia del superamento del Sé in Nietzsche”) è stato solo l’inizio del mio viaggio di esplorazione nella coscienza. Da allora ho vissuto e insegnato in Corea, studiato yoga in India, scritto un libro intitolato “Parables for the New Conversation”, costituito una società di produzione cinematografica e teatrale (pandorasboxoffice.ca) e ho messo su famiglia. Mentre tento di promuovere cambiamenti positivi nel mondo attraverso le mie opere, sono fermamente legato alla massima di CE “Il cambiamento inizia da dentro”. Sono onorato e grato di essermi unito al team di CE a partire da aprile 2018 come contributing writer. Potete raggiungermi su [email protected]

 

Fonte: https://www.activistpost.com/

Linkhttps://www.activistpost.com/2019/07/the-5g-agenda-will-it-make-us-all-conscious-activists.html

09.07.2019

 

Scelto e tradotto per www.comedonchisciotte.org da NICKAL88

 

 

Pubblicato da Rosanna

La mia insolita passione è quella di andare a caccia della "verità" nelle vicende contemporanee, attraverso gli interstizi dell'informazione, il mio vizio assurdo invece consiste nell'amare l'anonimato più della notorietà, la responsabilità più del narcisismo, l'impegno sociale più del letargo intellettuale. Allergica al pelo di capra e alle fake news.

14 Commenti

  1. Vincenzo Siesto da Pomigliano

    Direi: “Ci farà diventare attivisti (in)coscienti…. e per l’eternità”!
    Non è solo il 5G che bisogna fermare…. La rivoluzione “a pezzettini” non serve ad un ca…..volo! Il 99% della tecnologia non serve ad un ca….volo se poi alla fine si rivela insostenibile; e lo si vede da come siamo messi nonostante quella sciorinata dalla classe dominante, ovvero tecnologia che serve solo ad incrementare i profitti, a produrre devastazione ambientale e armi di distruzione e “distrazione” di massa: ergo siamo impelagati da capo a piedi in un distruttivo “infernale circolo vizioso”!
    C’era una volta un movimento che era a favore della “decrescita felice” (*), unico modo per uscire dall'”infernale circolo vizioso”, e ne fece, insieme a tante altre idee, un cavallo di battaglia del suo programma….. Beh, il resto del racconto lo conoscete! Morale della favola: “la strada che porta all’inferno è lastricata di buone intenzioni“. Cosi si dice… no?
    (*)
    Ma non quella dei “verdi per moda” o quella strumentalizzata dall’oligarchia borghese-capitalista per “riciclarsi”.

  2. Questo è un articolo cazzuto!
    Solo se si attraversa il dolore si cambia. L’evoluzione vera è una discesa e poi c’è la salita.
    Come il salto.
    Per saltare occorre prima scendere verso il basso per creare energia.
    Oggi c’è un risveglio in corso, il rincoglionimento collettivo evidenzia un malessere che sta per raggiungere l’apice, il buio più fitto che annuncia l’alba.
    Sarà tutto meno che facile, ecco perché potrebbe funzionare.

    • Vincenzo Siesto da Pomigliano

      Alla fine della discesa potrebbe attenderci l’estinzione….. Indi per evitare l’estinzione e continuare l’evoluzione ci vorrebbe una rivoluzione….. Mi scusi il gioco di rime…. Spero che il concetto sia stato chiaro.

  3. speriamo proprio che si la cosa venga fermata e risvegli la gente perchè è di una gravità inaudita e una violenza inaccettabile.Vergognoso il comportamento di Di maio e l’ espulsione dei 5 stelle contrari al 5g

  4. Lavaggio di cervello da decenni, e con grande successo.
    SPOT 5G “Umanità e tecnologia si intrecciano grazie alle infinite potenzialità della nuova rete #5G che abbatte le distanze e amplia le nostre possibilità….” https://www.youtube.com/watch?v=ohvA551N3-Y&feature=youtu.be&fbclid=IwAR1gjLXEBBJP9X8d7VbI3C7ibaeHsNMph9rJH-GCSXkU3KzcmEdvGERt2Vo

    • Usano sempre l’espressione ‘abbattere le distanze’ così da incamminarci verso un mondo senza limiti (cioè verso il piattume assoluto). Da questo concetto è facile edificare una generazione di tecno-schiavi visto che proprio la libertà ha bisogno di confini per non rovesciarsi nel suo contrario.

    • Non l’avevo mai vista.
      L’apprensione degli invitati mentre si alza il chirurgo tutto d’un pezzo, l’empatia che provano verso chi sta male nonostante il loro momento di felicità, la comunicazione stile Minority Report con la sala operatoria, il sorrisetto della moglie fiera del marito che è appena riuscito a salvare una vita, le associazioni tra cuori appesi/cuore del malato, porte aperte tra sala operatoria/chiesa e infine la sposa che abbraccia il salvatore nello stesso momento del parente all’ospedale come per dire: “l’emozione resta stai tranquillo”.
      Corri, corri nel futuro che non bisogna perdersi nulla, tutto sarà possibile!
      Questi sono geni del male, è allucinante, ma purtroppo funziona, dai commenti sotto al video gli utenti sono già pronti per il 100G.

  5. Tutti i governi al mondo sono ultrafavorevoli al 5G, solo che in ogni paese viene pubblicizzato in maniera diversa.

    In Italia come strumento per fare interventi chirurgici via telefonino.

    In Cina come strumento per la cattura di ricercati.

    Almeno i cinesi sono più onesti…

    • Ormai quella pubblicità ha iniziato a farmi girare le scatole dopo 2 giorni. Tutta una bella confezione per un messaggio idiota. Come i chirurghi che ci salvano operando dal sagrato mentre si sposa la figlia!

  6. Non è tutto nero o bianco,ci sono anche le sfumature di grigio.Chi mi dice che gli autori di questi articoli melensi,magari non siano quelli a cui non hanno dato le chiavi di installazione del 5g.Perchè il 3-4 g non fanno male e non hanno gli stessi effetti negativi sugli esseri umani,mi sembra strano.

  7. Nel futuro prossimo chi avrà i mezzi potrà acquisire le protezioni idonee per vivere più a lungo di chi non li avrà.
    Gli altri in miseria non avranno neanche i servizi di cui hanno bramato, ma in cambio con la loro dipartita lasceranno molto spazio a quelli che si godranno la vita che si potranno permettere senza rotture di scatole.
    5G Uber Alles!
    Allora bisogna sapere a quale gruppo si appartiene per poter scegliere. Io tutta questa velocità delle cose non so proprio che farmene.
    Ormai la ricerca e la tecnologia vengono sviluppate per chi se lo potrà permettere.

  8. Moriremo tutti prima o poi, élite e non. E comunque è troppo tardi ormai. Dopo che in Europa sono stati polverizzati gli stati sovrani come noi li abbiamo conosciuti… Sinceramente il 5G è niente a confronto.

  9. Per Vincenzo e MarcBin.
    I guai sono tanti e tali che ogni volta che qualcuno, cioè le mie amiche , me ne parlano, rispondo sempre allo stesso modo: “A pezzettini non si fa niente, ci vuole la terza guerra mondiale perchè il mondo rinsavisca”. lo so che è brutto a dirsi ma una toppa qua e una là….ammesso di riuscire a mettercela…..

  10. Fin dagli albori dell’antropocene l’uomo è diventato anche inquinatore ambientale.
    Prima si sono sporcate le acque, utilizzate come facile vettore per “eliminare” scorie sgradite, sia biologiche che chimiche. Poi si è sporcata l’aria che respiriamo, con miliardi di tonnellate di rifiuti tossici resi gassosi soprattutto dalla combustione, ma non solo.

    Si dice che la civiltà umana sia nata col controllo del fuoco, che però alla lunga rischia di terminarla.

    Oggi però abbiamo “maturato” la capacità di inquinare anche l’etere, di cui l’aria che respiriamo occupa una piccola porzione. Questa è la forma più subdola d’inquinamento, perchè non si vede e non si sente, in alcun modo. E’ uno sporco assolutamente non percepibile dai nostri sensi, ma non per questo meno pericoloso di altri, anzi!

    In realtà si era già sperimentato l’inquinamento radioattivo, indissolubile dalla tecnologia nucleare per qualsiasi scopo utilizzata, compreso lo scopo ultimo dell’autoestinzione di massa pressochè istantanea in caso di conflitto nucleare. Ma questo perlomeno faceva paura. Pare però che ci siamo abituati anche a questa paura, neutralizzandola, vista la mancata reazione della gente agli stanziamenti di svariati triliardi per perfezionare il potenziale di armi atomiche già consolidato al punto di poter distruggere non uno, ma diverse decine di pianeti. Di fronte a questa indifferenza verso i mandanti stragisti politici, tutto sembrerebbe possibile. Figuriamoci un pericolo che non si vede e non si sente, in cambio del quale ci propongono una realtà che sembra fantascienza, sia pure inutile e non richiesta.

    La più grande violenza della concezione liberista dell’economia è proprio questa, la libertà di distruggere l’ambiente unico e delicatissimo che ci ha permesso di svilupparci come forma intelligente su un pianeta superfortunato nella sua unicità, almeno in questo momento geologico.

    Il paradosso è proprio qui, nell’enfatizzare l’individualismo più idiota e sfrenato, che è quello di un bambino di 8 anni nel corpo di un ricco adulto viziato e debosciato, per trasformare i più stupidi capricci in diritti anche superiori al diritto altrui alla mera sopravvivenza, l’istinto basico di tutto il mondo biologico.

    Non ci sono parole per descrivere la depravazione e la nullità intellettuale dei responsabili attivi e passivi di un tale abuso, l’ultimo di una serie di abomini perpetrati dagli uomini nei secoli di “maturazione” della propria corteccia cerebrale, nata, sempre paradossalmente, come rimedio all’estinzione di una specie gravemente inferiore a molte altre per doti naturali.

    L’intelligenza monca, in quanto non libera, condizionata dalle logiche del profitto privato illimitato, è il vero problema, che solo l’intelligenza stessa potrebbe risolvere, con l’aiuto del cuore.

Lascia un commento