Home / Multinazionali / Monsanto/Bayer colpita da un’altra decisione di giuria che conferma Roundup (glifosato) come causa del cancro di un uomo

Monsanto/Bayer colpita da un’altra decisione di giuria che conferma Roundup (glifosato) come causa del cancro di un uomo

DI ISABELLE Z.

pollution.news

9.000 ulteriori cause legali sono pendenti, potrebbero mandare in bancarotta la Bayer

Per la seconda volta in un anno, una giuria ha deciso che il famoso erbicida al glifosato, Roundup, ha causato il cancro di un uomo. La vittoria potrebbe ispirare una marea di cause simili, in aggiunta alle migliaia che Monsanto, il produttore di Roundup, sta già affrontando, e il nuovo proprietario dell’azienda, Bayer, potrebbe ritrovarsi ad andare in fallimento.

Mercoledì [20 marzo], il prezzo delle azioni della Bayer è sceso di oltre il 13%, in seguito alla decisione unanime. Evidentemente gli investitori si sono messi paura, quando una giuria in una corte federale a San Francisco ha decretato che Roundup era un “fattore sostanziale” nello sviluppo del cancro di Edwin Hardeman.

Secondo i suoi rappresentanti legali, il 70enne ha sviluppato un linfoma non-Hodgkin, come conseguenza dell’uso regolare di Roundup nel corso di 26 anni, per affrontare le erbacce, la crescita eccessiva di piante e la rovere velenosa sulla sua proprietà.

La fase successiva è ora in corso e determinerà se Bayer è responsabile per la malattia del giardiniere amatoriale, e in tal caso, quanti soldi dovranno essere sborsati. I rappresentanti legali di Hardeman sosterranno che la Monsanto sapeva o avrebbe dovuto sapere che il prodotto può causare il cancro, e chiederanno alla giuria che faccia in modo che l’azienda paghi per le sue spese mediche, nonché per i danni.

Un avvocato per Hardeman, Jennifer Moore, ha dichiarato: “Ci sentiamo fiduciosi alla luce delle testimonianze, che una giuria, quando le saranno presentate tutte le prove, capirà che la Monsanto ha commesso 40 anni di malaffare aziendale”.

Documenti suggeriscono che Monsanto conosceva i rischi, in collusione con le autorità di controllo

Le e-mail interne tra le autorità di controllo federale e la Monsanto che sono state rese pubbliche, come parte del contenzioso suggeriscono, che l’azienda è stata autore della propria ricerca sul glifosato e poi l’abbia accreditata agli accademici. Ha anche mostrato come un alto funzionario dell’EPA (n.d.T. Environmental Protection Agency) abbia cercato di occultare uno studio federale sul glifosato, pianificato dall’U.S. Department of Health and Human Services.

Gli avvocati di Hardeman hanno detto che la Monsanto ha approfittato delle relazioni “amichevoli” con le autorità di controllo come l’EPA, la quale non ha richiesto che l’erbicida recasse un avvertimento sul rischio di cancro.

In agosto, i giurati in un processo giudiziario statale dello Stato della California hanno assegnato [un risarcimento] a un guardiano scolastico di 289 milioni di dollari, dopo aver sviluppato un linfoma non Hodgkin terminale. Anche se il risarcimento è stato successivamente ridotto, la colpevolezza della società rimane in evidenza; il giudice ha stabilito che la Monsanto ha intenzionalmente nascosto informazioni sui rischi dei suoi erbicidi, Ranger Pro e Roundup, e non ha informato i clienti che quest’ultimo potrebbe causare il cancro. (Correlato: Glyphosateis the next Big Tobacco … Thousands of lawsuitscouldbankrupt Monsanto / Bayer)

Monsanto e Bayer stanno affrontando più di 9.000 cause legali di simile natura in tutto il Paese, e il numero potrebbe ben salire, in quanto a più persone vengono diagnosticate malattie legate all’esposizione alla sostanza chimica, che è stata contrassegnata dall’Agenzia Internazionale per la ricerca sul cancro dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, come “probabilmente cancerogena per l’uomo“. Alcuni Paesi hanno già vietato l’uso del prodotto, mentre altri hanno intenzione di ritirarlo.

Data la controversia che circonda il prodotto potenzialmente cancerogeno, ci si potrebbe chiedere perché Bayer fosse così bramosa di acquisire Monsanto, pagando l’anno scorso 63 miliardi dollari per la società. Oltre al suo desiderio di controllare i semi geneticamente modificati delle colture, Bayer era molto interessata alla data analytics della Climate Corp di Monsanto, che ritiene sia il futuro dell’agricoltura.

Gli analisti ritengono che il costo totale della risoluzione con i querelanti, in questi casi potrebbe raggiungere [una quota] pari a 10 miliardi di dollari. Il calo delle azioni, mercoledì, ha segnato la sua maggiore perdita infragiornaliera da 16 anni [a questa parte] e ha inciso sulla sua valutazione per 9,1 miliardi di dollari. Inoltre, se le sue azioni continuano a scendere, Bayer potrebbe diventare un obiettivo per gli attivisti o addirittura per una acquisizione. Un investitore attivista, Elliott, detiene già una piccola partecipazione in Bayer.

È piuttosto incoraggiante vedere le aziende responsabili di compromettere [la salute del]le persone nel loro perseguimento di profitti, che alla fine sono ritenute responsabili in tribunale e che percepiscono una stangata finanziaria, ma ciò non sarà sufficiente per avere indietro le vite delle migliaia di persone che ora stanno affrontando il cancro, semplicemente perché hanno usato un prodotto al glifosato che era stato loro assicurato come affidabile.

 

Isabelle Z. 

 

Fontehttps://pollution.news/

Linkhttps://pollution.news/2019-03-22-monsanto-bayer-hit-with-another-jury-decision-roundup-glyphosate-cancer.html

22.03.2019

 

Scelto e tradotto per www.comedonchisciotte.org da NICKAL88

 

Pubblicato da Rosanna

La mia insolita passione è quella di andare a caccia della "verità" nelle vicende contemporanee, attraverso gli interstizi dell'informazione, il mio vizio assurdo invece consiste nell'amare l'anonimato più della notorietà, la responsabilità più del narcisismo, l'impegno sociale più del letargo intellettuale. Allergica al pelo di capra e alle fake news.

8 Commenti

  1. Speriamo anche che le case farmaceutiche,vengano multate per i vaccini esavalenti,causa di autismo,e altre malattie.

  2. Mi ricorda vagamente il caso Valeant che con tecniche tipiche degli sciacalli peggiori di Wall Street come “bassa spesa per ricerca e sviluppo, riduzione dei costi e aumento dei prezzi dei medicinali” alla fine è riuscita a farsi fuori da sola.

    ” L’Economist dice che gli Stati Uniti non vedevano un disastro aziendale così spettacolare dai tempi della bancarotta della Lehman Brothers, nel 2008.”

    https://www.ilpost.it/2016/03/22/valean

  3. Sono segnali che anticipano la chiusura definitiva di questo sodalizio societario di stampo criminale perché sapevano della cancerogene e dei rischi ma volutamente hanno omesso delle informazioni cd centrali pur di assicurare soldi agli azionisti ed al commercio correlato e scadente, hanno diffuso false i formazioni sociali che è un reato gravissimo che hanno fatto usando la criminale tecnica dell’ingegneria sociale negativa che modifica le informazioni vere usando il cd inganno perché sono società truffa gestite da gente truffa esattamente come le questioni correlate all’amianto, in Italia molte persone hanno fatto causa allo stato parlando di terrorismo di stato perché si tratta di terrorismo.

  4. Vincenzo Siesto da Pomigliano

    Nihil novum sub sole. Questi sono gli “effetti collaterali” della moderna agricoltura chimica e meccanizzata che sta portando alla sterilizzazione dei terreni mentre la resa diminuisce anno dopo anno.
    E pensare che i miei nonni usavano un prodotto efficacissimo ed assolutamente innocuo per eliminare l’erbacce: “l’olio di gomito” (formula chimica e non è una bufala: C6H10O5) insieme alla falce e alla zappa. E l’erba così raccolta veniva usata per foraggiare il bestiame….

  5. L’ultima causa passata in giudicato è di una coppia contro la monsanto, la giuria ha stabilito una multa di due miliardi di $ che potrebbe definitivamente affossare la bayer, questo ci riporta all’articolo, precedentemente pubblicato, che riguardava gli interessi di Elliot sul golpe in Venezuela, dove si potrebbero costruire artificialmente nuovi mercati fruttuosi per questi veleni, via via che vengono banditi nel cd primo mondo, gli avvelenatori e gli affaristi quando vengono colti con le mani nel sacco vanno a far danni in altre parti del globo, chiamate eufemisticamente nuovi sbocchi commerciali, questa è la vera sostanza del globalismo e dei mercati aperti, tutto e solo in funzione del profitto.

  6. Ricordo che quando lessi la notizia, anch’ io mi domandai per quale motivo la Bayer l‘ avesse comprata, pur con tutte le criticità connesse. Chissà, forse le è stata fatta “un’offerta che non ha potuto rifiutare…”
    Quando i tedeschi dovranno pagare i danni della M. dell’ era statunitense, l’astio verso gli americani ricomincerà e allora, forse, verrà ripresa la partita che credevamo finita nel 1945.

  7. Questo fa il paio col dieselgate, nella guerra commerciale e geopolitica tra USA ed Europa, con la Germania al centro dell’out ut des.

    Bisognerà anche ricordarsi degli “esperti scientifici” dell’ EFSA di Parma, che hanno riaperto le porte al glifosato in Europa. Una loro citazione per tutte:

    “Le conclusioni dell’EFSA saranno utilizzate dalla Commissione europea
    per decidere se mantenere o meno la sostanza nell’elenco UE delle
    sostanze attive ammesse. È questa la condizione per consentire agli
    Stati membri di continuare ad autorizzarne l’uso nei pesticidi nell’UE.”

  8. Secondo me sono cause senza senso (a parte per chi vuole colpire Bayer). Tutti i pesticidi sono cancerogeni e sono centinaia le molecole trovate dagli anni ’50 ad oggi. Glifosate è una delle ultime, forse anche una delle meno cancerogene. Il problema è sempre il solito. Tutto inquina ed è conseguentemente cancerogeno…plastica, solventi, additivi, pesticidi, carburanti, vernici,…la domanda giusta da farsi per migliorare è QUANTO?