Home / Notizie dall'Italia / Rosatellum Boldrinellum e l’audace colpo dei soliti noti

Rosatellum Boldrinellum e l’audace colpo dei soliti noti

DI ROSANNA SPADINI

comedonchisciotte.org

Da un Porcellum all’altro, la questione non sembra suscitare allarmi democratici tra la gente, dato che tutto sommato i maestri templari del giornalismo italiano si sono naturalmente appiattiti sulla narrazione conformista  della sudditanza al pensiero unico. Non parliamo di democrazia, che si è ormai liquefatta nel liquame dei trattati europee, ma anche i nostri rosatelli stanno facendo la loro sporca figura.

Infatti nel testo approvato alla Camera, come dice il bersaniano D’Attorre, c’è un errore materiale piuttosto grave. Al capoverso 28 dell’articolo1 della legge approvata, i commi 6 e 7 indicano due modi diversi di assegnare i seggi a una lista che abbia esaurito tutti i candidati in un collegio plurinominale. È la classica «norma di chiusura», serve a chiarire come si procede in un caso limite. In sostanza, può accadere che una lista che abbia ottenuto ottimi risultati in almeno uno dei 65 collegi in cui sarà diviso il territorio nazionale finisca i candidati da eleggere: tanto più che le liste (bloccate) sono corte e la legge consente fino a 5 pluricandidature nel proporzionale.

La norma di chiusura serve appunto a decidere cosa fare in questo caso limite. Solo che il Rosatellum bis di modi ne indicava due: il comma 6 diceva che la lista «recupera» il suo eletto tra i candidati nei collegi maggioritari che non hanno vinto; il comma 7 prescriveva invece che l’eletto «passasse» alle liste coalizzate nella stessa circoscrizione (ma non è detto che ci siano liste coalizzate).

Il testo, infatti, è arrivato a Palazzo Madama in ritardo, proprio per l’errore all’articolo1. I partiti rosatelli dell’inciucio (Pd, Forza Italia, Lega, Alfano e frattaglie varie) hanno passato la giornata a fare pressioni sulla presidente della Camera e i suoi uffici perché derubricassero l’incidente di percorso a mero «errore formale» da sbianchettare con un tratto di penna. Alla fine Lauretta dei miracoli ha ceduto. I due modi di risolvere l’enigma sono diventati sequenziali: prima quello del comma 6, poi quello del comma 7 nel caso il primo non bastasse.

Tutto a posto, la legge cara ai rosatelli  Renzi, Berlusconi, Salvini, Alfano &C può proseguire il suo cammino gioioso senza modifiche in Senato e, dunque, senza un altro passaggio alla Camera.

Però, anche se Lauretta dei miracoli ha fatto il coperchio, il pentolone rigurgita sempre di un minestrone puzzolente, a danno soprattutto dei partiti di opposizione. Infatti resta un ultimo paradosso, perché con la correzione gentilmente concessa a Montecitorio, la norma di chiusura assegna l’ultimo eventuale «resto» ai partiti coalizzati con la lista che ha finito i candidati … ma se la lista non è in coalizione? Finirebbe allora semplicemente come nel 2001, quando Forza Italia si perse per strada 11 deputati a cui aveva diritto e la Camera non ebbe mai il suo plenum di 630 eletti previsto dalla Costituzione. Ma chissenefotte della Costituzione?

Ci troviamo dunque di fronte ad un manipolo di cialtroni incompetenti che hanno la pretesa di governarci, i quali prima hanno proposto una schiforma costituzionale dei Renzi, Boschi e Verdini, di cui ricordiamo con estrema soddisfazione, l’art.70, composto di 483 parole, confuse, contorte, caotiche e incomprensibili, ed ora ci propongono un Rosatellum bis, marcio come una mela avariata.

Bravo Luca Telese

Posted by Gianluigi Paragone on Friday, October 13, 2017

 

Ma il «baco» della legge è stato immediatamente estratto, per evitare un ritardo inammissibile per i falsari, che li avrebbe costretti a ritornare a Montecitorio per una seconda lettura del testo, però tutto doveva avvenire in fretta, troppo in fretta, e comunque prima del voto siciliano e della legge di Bilancio.

Il colpaccio organizzato da Matteo Renzi e dalla sua banda di espertoni genialoidi era tutto fondato su di un blitz che permettesse l’approvazione definitiva del testo, in doppia lettura Camera-Senato, prima del voto siciliano e della prevista catastrofe del PD, che potrebbe turbare persino gli equilibri parlamentari.

Le elezioni siciliane infatti, del prossimo 5 novembre, si profilano quanto mai difficili, perché ci sono sondaggi riservatissimi che danno addirittura l’alleanza di centrosinistra al quarto posto, dopo M5S, centrodestra e scissionisti.

Quindi dopo la probabile rovinosa batosta, il PD si troverebbe davanti a tre emergenze improrogabili:
– dover prendere atto di un risultato in base al quale con la nuova legge il partito potrebbe perdere in tutti i collegi.
– fare una figuraccia grama davanti a tutto il Paese per aver imposto un Fascistellum-Inciucellum pro domo sua, con una fiducia blindata.
– turbare le possibili prossime alleanze.

Si passa dunque da un regime maggioritario nel quale chi vota sceglie anticipatamente la maggioranza di governo, il nome del Presidente del Consiglio ed il suo programma, ad un sistema proporzionale per i due terzi dei seggi, che resetta tutto ciò. Le ammucchiate definitive allora saranno fatte dopo le elezioni, quando i partiti e le coalizioni avranno ottenuto una delega in bianco dagli elettori. Il governo delle larghe intese è così assicurato, anche se una serie cospicua di minority report minaccia la governabilità del sistema. Una quasi certezza infatti è quella che al Senato (elezione dei seggi su base regionale) non ci sarà maggioranza e forse nemmeno alla Camera.

Ma ad evitare eventuali crisi di governo sarà all’ordine del giorno la politica degli inciucelli caldi, che dopo aver evitato una possibile vittoria dei 5 Stelle, si occuperà di portare a termine l’audace colpo dei soliti noti.

Ma che diamine !!

In ogni caso «Ettore e Matteo» (Rosato e Renzi) hanno ringraziato personalmente i deputati del Pd per il loro voto di consenso, dimostrandosi educati e civili. Gli smartphone hanno cominciato a trillare all’unisono a Montecitorio, inviando i cuoricini dei capi ai peones, capicorrente, e frattaglia variegata.

Insomma il Pd è un partito educato, mica come quegli zoticoni buzzurri dei 5 Stelle, che offendono e gridano troppo forte.

 

Rosanna Spadini

FONTE: www.comedonchisciotte.org

15.10.2017

 

 

Pubblicato da Rosanna

Ho insegnato italiano, latino e storia in un Liceo Classico, la mia insolita passione è quella di andare a caccia della "verità" nelle vicende contemporanee, attraverso gli interstizi dell'informazione, il mio vizio assurdo invece consiste nell'amare l'anonimato più della notorietà, la responsabilità più del narcisismo, l'impegno sociale più del letargo intellettuale ...
  • SanPap

    Cara Rosanna,
    come sai sono andato in piazza a manifestare, un pomeriggio e una mattinata, alle 1300 me ne sono andato, mi ero stancato di sventolare una bandiera bianca …
    una legge elettorale scritta da eletti da nessuno, imposta con il trucco della fiducia, modificata durante le votazioni alla quale si contrappone una pacifica manifestazione …
    mentre mi sventolavo la bandiera pensavo e ripensavo: ma che senso ha tutto questo ?
    Il potere non si chiede (sventolando bandiere bianche), si prende.
    @WM se mi vuoi cancellare, fa pure … ti capisco

    • Rosanna Spadini

      Me lo chiedo anch’io che senso ha tutto questo. Vincono sempre i soliti noti, perché da fedeli sudditi del capitale, ne interpretano pienamente le istanze, mentre la presidente della Camera, che dovrebbe tutelare le istituzioni democratiche, fa da palo al saccheggio della democrazia. Naturalmente Mattarella non si smentisce mai ed è pronto a firmare. Credo che la bandiera bianca a questo punto non serva a molto, se non a rimarcare il fatto che forse la speranza è l’ultima a morire, mentre i più accreditati sondaggisti ti danno il PD al 28%, che verrà poi potenziato dalle alleanze già previste e messe in cantiere.

      • Rolmas

        Vincono sempre i soliti noti perché questa è una oligarchia, non una democrazia. Una oligarchia al servizio della finanza.

      • gix

        Quella del PD al 28% al momento è pubblicità, più che sondaggio, vedremo se gli italiani si sveglieranno. Certo il rischio è che possano resuscitare lo zombi mister B. Comunque la scena dei festeggiamenti in parlamento dopo il passaggio alla camera rimane una delle più incredibili mai viste.

        • robespierre

          Secondo me il PD al massimo raggiungera’ il 20%. Di fatto lo scandalo sara’ la falsa rivalita’ (si e’ gia’ vista) pre-elettorale tra PD e Fi, che dopo il voto si riuniranno. Tale recita serve solo ad ingannare gli italiani, che non ne possono piu’ di Berlusconi e Renzi e che se li vedessero alleati, ben difficilmente li voterebbero. C’e’ da sperare che nel frattempo gli italiani abbiano capito questo giochetto e dunque votato diversamente, in barba agli interessi delle solite oligarchie nazionali e internazionali.

          • Manuel

            infatti, già si “muovono” in tal senso basta aver visto, negli ultimi 2 giorni nei tg nazionali, Renzi e Berlusconi dichiararsi reciproci rivali senza MAI MAI nominare quella che oggi è la vera forza di rottura del sistema.

  • Divoll79

    Ormai, ci rimane solo la rivoluzione francese…..

    • An 19th century man

      Se non fosse che la rivoluzionaria francese portò al potere proprio sta gente che vorremmo neutralizzare oggi: bottegai, usurai e colletti bianchi.

  • Gino2

    Io cmq non capisco bene una cosa:

    diversi anni fa (non ricordo quando e mi secco cercare, scusate divento anziano) si tolsero le preferenze per evitare che la gente votasse candidati impresentabili a cui una volta votati, non si potesse dire di no.
    In certi posti si candidano immediatamente amici di amici e vengono votati dagli amici, dagli amici degli amici e dagli amici degli amici degli amici.

    Ora, di questi tempi le preferenze sono il “sale della democrazia”, la commovente e straziante libertà della gente di votare CHI vuole…

    ma la GGENTE vuole sempre GGENTAGLIA

    quindi?

    Se chi nomina è un farabutto non risolviamo
    se si lascia la gente scegliere tra farabutti la gente volta il piu farabutto
    quindi?

    (tolta la completa e totale incompetenza segnalata giustamente da Rosanna nell’articolo che è veramente incredibile e indegna di un paese civile dove questi non hanno manco consiglieri all’altezza, e nessuno di peso che li consigli. DILETTANTI ALLO SBARAGLIO)

    Ancora c’è chi crede nella speranza….mah!

  • FabioEr0976

    Si , è veramente decisivo questo errore tecnico.. e soprattutto rivelatore : la Boldrini ha gettato la maschera ; è un agente del Male contro il Bene , che è il M5S . Il Male contro il Bene : la politica facile facile da capire , come un fumetto della marvel . E poi questi complotti contro la vittoria dei 5S sono anche grossolani , fatti da ridicoli incompetenti . La competenza dei 5stelle è notoriamente di un altro livello .
    Però credevo che la democrazia costituzionale assegnasse la centralità politica al parlamento : non sapevo che le elezioni democratiche , quelle veramente democratiche come le intendono i 5 stelle , servissero per assegnare una vittoria per governare ; e in più una vittoria per governare ( da soli , perché loro non si alleano ) al partito di maggioranza relativa con il 28% ( ma anche se fosse il 38% ) .
    Certo , ci sarebbe poi quell’altra faccenda delle liste bloccate con i nominati dai vertici dei partiti : chiaramente saranno tutti degli automi a comando , come se fossero stati selezionati in laboratorio . Non come DiMaio .

    • Rolmas

      Mi dispiace, ma è il Male contro il Male, non il Male contro il Bene…

      • FabioEr0976

        Ti sbagli . Non esiste fumetto della Marvel senza il Cattivo che trama contro il Buono , senza il Male contro il Bene .

        • Rolmas

          Va bene, hai ragione. Allora vuol dire che il fumetto della Marvel non è adatto a rappresentare la situazione.

  • Truman

    Se capisco bene la boldrini è una falsaria: ha fatto approvare alla Camera (imponendo la fiducia) una legge e al Senato ne passa una diversa.l

    • Certamente!! ha ritoccato la legge passata alla Camera, per accelerare l’iter legislativo e bypassando le norme costituzionali, manco fossimo in un repubblica sudamericana … o forse mi è sfuggito qualcosa ??

      • Rolmas

        Ma se è andata così, perché il MoV non ha occupato il Parlamento?

        • Occupare il Parlamento un mese prima delle elezioni in Sicilia ??

          • Rolmas

            Va bene, allora si poteva fare qualche altra azione. Qualcosa di più forte rispetto al nulla, o no? Non basta scriverlo su CDC.

          • Rosanna Spadini

            Non hanno fatto nulla? A me sembra che qualcosa abbiano fatto, perché hanno riempito piazza Montecitorio di manifestanti e il web di video di protesta … però in tempo di collasso democratico e di impotenza delle piazze (vedi gli scioperi), il ricatto da parte di un potere legittimato dai media e dalla finanza (la vera dominatrice del sistema), riesce a vanificare ogni protesta. Sono finiti i tempi del capitalismo produttivo, in cui il capitale non poteva certo permettersi di perdere quadri dirigenziali e manovalanza, perché aveva bisogno di entrambi per far funzionare le fabbriche. Ora il capitale speculativo non ha più bisogno né degli uni né degli altri, quindi nessuna concessione alle esigenze sociali della popolazione inerme da parte dell’aristocrazia finanziaria dominante, un ceto sociale ormai salito ai vertici del sistema pseudofeudale esistente.

          • gix

            Si è proprio vero Rosanna e mi permetto di aggiungere una cosa. Finchè in Italia c’era un partito comunista serio, di fatto primo partito per un bel pò di anni, che si occupava ancora degli operai e difendeva il lavoro, e che preparava i propri quadri con la scuola di politica di Frattocchie, anche gli altri erano costretti ad adeguarsi. Ecco perché anche il blocco di potere di quegli anni, DC e PSI soprattutto, era costretto a cercare il consenso garantendo un equilibrio sociale e difendendo la possibilità di gestire il consenso stesso all’interno dello Stato, quindi al riparo da ingerenze straniere. Ecco anche perché i politici di oggi non valgono nemmeno un’unghia di quelli li, nonostante questi avessero i loro armadi della vergogna, le loro coscienze sporche.

          • Rolmas

            OK, tu dici che è stato fatto qualcosa. Questa è la notizia così come l’ha riportata l’ANSA:
            http://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2017/10/11/m5s-ed-mdp-in-piazza-contro-la-fiducia-sul-rosatellum-diretta-foto_d2c17fd4-6938-4ba2-9a25-38ef21ed82b2.html
            La notizia è seguita da 19 commenti (pochissimi), molti dei quali contro il MoV. E in TV giusto due parole. Evidentemente quello che è stato fatto non è sufficiente. Bisogna “osare” di più per farsi valere. Il sito del MoV lo leggono soltanto quelli che sono col movimento, non gli altri. Quindi i video di protesta non servono. Sono autoreferenziali.
            Ripeto il concetto: non è stato fatto abbastanza, si deve fare molto di più. Io sono d’accordo con le cose che hai scritto, sono d’accordo con le cose che scrive Fabio Conditi, ma non le sento dagli esponenti del movimento nei luoghi che contano, vale a dire quei luoghi in cui le parole dette raggiungono milioni di persone e non migliaia. Fabio Conditi gira l’Italia e parla in media davanti a 40 persone. E’ un peccato, perché le cose che dice sono importanti e interessanti. Il MoV dovrebbe essere più incisivo, dovrebbe far di più. Ma purtroppo non fa. Perché?

          • scimmia

            Forse perché tatticamente funziona di più aspettare che passi il cadavere del nemico piuttosto che gridare, agitarsi e scendere in piazza. Queste sono azioni che spaventano molte persone e danno voce a quelli che attaccano i 5s definendoli violenti populisti. Hai presente le europee? Il risultato fu quasi un dramma.
            Preferirei anche io azioni più decisive. Ma, ripeto, conviene?

          • Perché è molto difficile scardinare un sistema di potere mafioso che dura da decenni; perché le persone non si occupano di politica, se non informandosi unicamente dalle tv; perché la “notizia” della postmodernità è una fake news, consiste nella negazione stessa dell’informazione, perché non mira a informare sulla “verità” dei fatti, ma li reinterpreta deformandoli, proprio per oscurarli completamente. (Marco Travaglio, La scomparsa dei fatti); perché la stessa cultura dominante nega l’importanza dell’educazione politica, non hai mai sentito dire “A scuola non si fa politica”?; ma la cultura dominante è voluta dal capitale naturalmente, che ha tutto l’interesse ad impedire che il popolo capisca … guardati il video di Cetto La Qualunque, e capirai che la popolazione preferisce credere a lui, piuttosto che a quelli che gli dicono la verità … nel tempo dell’inganno universale, dire la verità è un atto rivoluzionario, e non si fa rivoluzione se non si rompono gli argini.

          • Le bateau Ivre

            cara Rosanna, per non essere tacciata di plagio (ricordo nel merito una non molto cordiale – eufemismo – discussione di circa un paio d’anni fa con Mincuo) consentimi un modestissimo suggerimento: quando usi pensieri altrui, specie se fai una citazione è sempre meglio “evidenziarli” citando l’autore. Nello specifico Orwell.

      • Tipheus

        Esattamente. Cambiano articoli della legge senza passare dal Parlamento. Cosa dobbiamo vedere di peggio?

  • Gino Labriola

    Scusate, che la Boldrini e i partiti che hanno votato il rosatellum siano ciò che è descritto nell’articolo, credo ormai se ne siano accorti anche i bambini delle scuole dell’infanzia.
    Quello che invece non si riesce a capire è che cosa è questo M5S, cinque anni di strilli e strepiti perfettamente inutili, nonostante una pattuglia parlamentare considerevole. Pensate di difendere così la democrazia? No, siete complici del sistema e fate il gioco delle parti per prenderci per il c..o ancora meglio!
    Se aveste un poco di sangue nelle vene, e un interesse vero per l’Italia, sareste andati dritti da Mattarella intimandogli di non firmare la legge, altrimenti si fanno scendere un mln di persone in piazza Quirinale bloccandone le attività finché non viene ripristinata la democrazia!!
    Ma a voi della democrazia non frega NULLA!

    • Non credo se ne siano accorti anche i bambini delle scuole dell’infanzia, diversamente non ci sarebbe alcun problema, e i partiti della casta si sarebbero estinti da tempo.

      • Gino Labriola

        La gente è molto più consapevole di quanto lei immagini, solo che non ha alternative. Se mi dice che nessuno o in pochi sono disposti a ribellarsi a questo sistema mi trova d’accordo; la consapevolezza invece è molta alta anche tra gli strati popolari meno informati.

        • Certo !! Anche tra quelli che poi votano PD, FI, Lega, MdP … che guarda caso quando entrano nell’urna, smarriscono la consapevolezza, svanita come neve al sole, mentre la scelta ricade sempre sui soliti.

          • Gino Labriola

            Evidentemente non mi sono spiegato bene: NON C’È ALTERNATIVA!
            Quando ci sarà un alternativa ai partiti e movimenti attuali allora si potrà accettare il suo commento.

          • Che non ci sia alternativa lo dici tu … non credi siano legittime altre ipotesi meno catastrofiche ?? Diversamente sostenere battaglie politiche contro il sistema, non avrebbe alcun senso, e magari converrebbe ritirarsi in eremitaggio o darsi al birdwatching. Però chi si arrende ha già perso in partenza e abbandona ogni prospettiva di riscatto.

          • Gino Labriola

            Scusi Rosanna, forse non riesco a spiegarmi bene. Ho detto che non ci sono alternative con gli attuali attori politici in campo. Quindi non significa che voglio andare a fare birdwatching o non ho prospettive di riscatto, significa che bisogna trovare delle persone credibili che vogliano cambiare realmente il sistema, non delle persone che fingono di farlo (i 5S).
            Credo comunque che abbiamo punti di vista diversi, tuttavia se lei pensa che il movimento sia lo strumento giusto per migliorare la democrazia italiana allora le auguro buona fortuna!

          • Buona fortuna anche a lei !!

          • scimmia

            Secondo te votare PD/FI/lega o M5S produrrebbe il medesimo effetto o comunque non cambierebbe di molto le cose?

          • Gino Labriola

            Assolutamente si!

          • scimmia

            E allora perché hanno tutti contro? O è una commedia anche questa?
            Da qualche parte si dovrà pure iniziare o sono tutti tsipras?
            E ancora, se pensi che non cambi nulla, perché allora non provare a vedere cosa accadrebbe? Magari ti sbagli e se così non fosse, peggio non può certo andare.

          • Gino Labriola

            Da quello che si è visto fino ad oggi, siamo ai livelli di Tsipras o, per certi aspetti, di Macron.
            Ovviamente non sono un veggente, tuttavia mi sono fatto questa idea sulla base di numerosi episodi e parole dette. Sul fatto che non possa andare peggio, anche questo è tutto da vedere perché se restassero nel sistema economico della ue senza esserne riconosciuti come elementi utili ai disegni delle oligarchie, come minimo, farebbero la fine di Berlusconi nel 2011.
            Se dovessi sbagliare ne sarei più che contento, ma non credo sia così.

          • gix

            se ce lo dice Lei, dobbiamo crederci

          • Gino Labriola

            È soltanto un punto di vista personale, anche di tanta altra gente, il tempo ci darà le sue risposte. Intanto stasera abbiamo assistito all’abbraccio fraterno tra la Raggi e la Lombardi, mi sono scappate le lacrime…

  • GioCo

    Mah, non vedo nulla di nuovo. Abbiamo il parlamento delegittimano da anni che fa quello che deve fare per conservare le poltrone assegnate dal padrone europeo e americano, meglio di come già succedeva negli anni della vecchia politica congelata dalla guerra fredda nella alleanza DC-PSI precedente mani pulite e tanto da farci rimpiangere figure come Andreotti o Craxi, a cui sono sopravvissuti gli Amato e i De Mita per andare a ingrossare le fila dei nuovi partiti che dovevano trasformare il paese Italia in qualcosa di “efficiente come un industria” tagliando lo spreco pubblico (prima con Berlusconi) ma anche “europea” perché fosse più forte economicamente (dopo con d’Alema e poi Prodi). Cosa abbiamo ottenuto? Esattamente l’opposto. Un disastro e una devastazione economica, sociale e politica del paese così totale e schiacciante che è notevole notare come i volti che si ripropongono al Governo siano gli stessi che hanno generato quel disatro. Il processo di zombificazione e addormentamento della coscienza di massa è talmente efficace da riuscire a stordire e pietrificare per lo shock chi se ne rende conto. L’unica cosa certa è che in ogni caso non può durare per sempre … fosse anche solo per anichilmento ed asfissia del paese, non ci saranno più nemmeno i presupposti per giustificare la presenza di questi Signori.

    In questo contesto, l’ennesima legge bufala con conseguente pagliacciata piddina non è nulla di importante nel più generale processo di tradimento umano dell’ideologia del mercato. Sarebbe come credere importante in un campo di concentramento nazista l’ennesima brutalità di comodo, tipo che il cibo dei detenuti contenga pane fatto con la calce grattata del muro per risparmiare materia prima necessaria a fare i dolci per i militari. Una quisquillia insomma. Qualsiasi giustificazione in merito a questi comportamenti, serve unicamente a non sentirsi responsabili per gli stessi. Serve a prendere le distanze e affermare “io non centro nulla con i complotti”. Solo che qui non ci sono complotti, ci sono solo furbi retti da una massa che crede di essere impotente perchè è stata privata dei mezzi cognitivi minimi per reagire.

    • Hai detto bene, l’ennesima legge bufala legittimata da tutta la casta e da tutte le istituzioni, anche da quei partiti che sembravano rivoluzionari, tipo la Lega, che ha firmato a favore della legge. In un quadro politico così compatto nel falsare le regole del gioco, sembra assurdo poter credere in un qualche possibile riscatto.

  • Denisio

    Questa cosa qui è da denuncia penale per abuso d’ufficio in atti pubblici con possibile aggravante di alto tradimento…qui ci si può divertire un pò, i cittadini dovrebbero presentare denuncia e costituirsi parte civile…

    • SanPap

      l’alto tradimento è applicabile solo ai militari
      per i civili solo calci in culo

      • Denisio

        E ti pare poco…

        • SanPap

          certo che no
          Balotelli come Mastro Titta
          sai che tifo

  • scimmia

    Non dimentichiamoci della “ghigliottina”…… in entrambe i sensi però …..hahaha

  • Annibale Mantovan

    Il 60% dei parlamentari ha una laurea in giurisprudenza. Chi conosce gli avvocati sa che i migliori sono coloro capaci di rubare le caramelle ai bambini e che la loro mission è quella di fregare gli altri…e infatti è come se rubassero le caramelle ai bambini e fregano i loro elettori. Di votare massaie, operai ed ingegneri non passa per la mente di nessuno…non sono colti, si dice, non conoscono la legge…Votatevi gli avvocati!

  • Ronte

    Oggi il M5S che grida scandalo contro il Rosatellum (solo perchè penalizzato sui collegi uninominali) non è meglio degli altri. Un anno fa aveva addirittura proposto di estendere al Senato..l’Italicum, col quale un partito del 25% dei voti avrebbe potuto guadagnare la maggioranza..guarda caso in base ai sondaggi di quel momento. Questa è la sbandierata democrazia del M5S.
    La cultura della ‘governabilità’ è di stampo capitalistico, perciò, o una legge elettorale interamente proporzionale, o di TRUFFA si tratta, quale che sia il beneficiario politico d’occasione.
    Ad ogni modo tiferò per la vittoria dei pentastellati : “Giù la maschera e finalmente tutti a casa!”. A meno che nel frattempo l’ondata nazifascista in rampa di lancio (v. CasaPound amica di Grillo e non solo) non raggiunga livelli da Colpo di Stato…

  • Hito

    Secondo me i M5S sono troppo pretenziosi… Vorrebbero governare ed avere il paese nelle loro “capaci” mani… Niente alleanze, nessuna strategia, sembra quasi che la gente sia già in debito nei loro confronti. Inizino a prendere i voti, poi si valuti se c’è spazio per le recriminazioni.

    • Il M5S ha sempre detto che non si sarebbe alleato con nessuno, e così ha fatto … con chi dovrebbe allearsi? con i partiti della casta che hanno ridotto l’Italia alla fame? con chi ha prodotto un aumento esponenziale della povertà e della criminalità? con chi esercita il proprio mandato elettorale tradendo tutte le promesse elettorali? Perché, non so se si è capito, allearsi vuol dire scendere a compromessi e mercificare anche i propri ideali di rivoluzione. Le strategie poi ci sono e sono molto chiare, fare piazza pulita della vecchia politica corrotta e voltare definitivamente pagina. Naturalmente per capirne le strategie bisognerebbe leggersi qualcosa e non fidarsi di quello che blaterano i templari del giornalismo italiano.

      • Hito

        1)Bisogna vedere come ridurrete voi l’Italia, temo molto male… 2)La “strategia” tutti a casa…. Puzza già di wishful thinking e con un ebete inconcludente come DiMaio che pensa allo “smart” country viene già da ridere. 3)Allora di cosa ti lamenti??? Con qualsiasi sistema elettorale, in ogni caso bisogna prima prendere i voti, Voi invece avete la lamentela preventiva… (Che é un altro brutto segno)

        • gix

          Noi qui dentro stiamo discutendo di processi alle intenzioni, perché, ne converrete, il M5S è criticabile solo per le intenzioni, non avendo finora fatto nessun danno all’Italia. Si tratta di una roba da dittatura, una specie di minority report orwelliana per condannare chi ancora non ha commesso reati. In uno stato di diritto di solito si viene giudicati e processati per ciò che si fa, non per ciò che si pensa di fare. Ma qui dentro noi ci portiamo avanti col lavoro, evidentemente.

          • Hito

            Io infatti non faccio il giudice e non processo nessuno, esprimo la mia opinione come penso sia consentito fare… La “roba da dittatura, specie di minority report orwelliana” mostra solo la vostra coda di paglia… Manco i commenti altrui sopportate…

          • gix

            nessuno critica il tuo commento per quello che è, un’idea è un’idea e va sempre rispettata. Però chi commenta deve aspettarsi che altri ne traggano delle conclusioni.

          • Hito

            Certo, e mi assumo pure la responsabilità di ciò che scrivo, parola per parola, al contrario di voi fedeli, che se una cosa la dice Grillo allora é un problema, se invece dice che non é un problema, fate in modo di autoconvincervi della giusta tesi, qualsiasi essa sia (vedi le piroette sul discorso euro).

  • Cincinnato

    Non ti viene mai il dubbio che anche i 5s siano parte del gioco? Il fatto di essere a parole onesti, capaci, incorruttibili li fa acccreditare di una buona dose di consensi da persone che cercano un’alternativa alla melma che è diventata la classe politica nostrana. Questa buona dose non può però diventare maggioranza. Loro ne sono consapevoli anche se dicono il contrario. Che il loro fine sia proprio quello di rimanere in campo il più possibile, cioè giocare la partita il più possibile e poi vedere cosa succede? L’ultima volta che ho ascoltato Di Battista mi ha fatto uno strano effetto, mi è sembrato di ascoltare una intemerata da bar Sport il lunedì mattina. Il rigore c’era non c’era, l’arbitro venduto, il portiere avversario una schiappa, il risultato bugiardo….noi si doveva vincere! Il modulo non si cambia perché non è il momento…..Ma!!!

    • scimmia

      Hai il dubbio? Presto fatto, votali e cerca di mandarli al governo, se hai ragione non cambia niente lo stesso, o no?
      Hai altre alternative?

      • Annibale Mantovan

        Le alternative sono non farmi prendere per i fondelli come fai te. Se ti piace il M5S e sei convinto puoi votarlo finchè ti pare ma lascia stare chi ha opinioni diverse.

        • scimmia

          Ciao troll, stammi bene.

          • Annibale Mantovan

            Apperò…che risposta! Tutti come te quelli del M5S? Dai che stavolta arriverete al 55%.

          • scimmia

            Ma tu rileggi quello che scrivi?
            Come dovrei rispondere ad uno che scrive quello che scrivi tu?
            Stop, chiudo che ho di meglio da fare.

    • Come dice giustamente scimmia, finché non li proviamo, non possiamo saperlo … e poi basta vedere con quale accanimento i media li demonizzano, allora potrebbe venirti un altro dubbio. Se sono così simili agli altri, perché sono i più screditati??

  • enricodiba

    Per me come anche quel fenomeno di salvini con questa legge si sono suicidati definitivamente politicamente.

    • Sono d’accordo, Salvini è stato semplicemente vergognoso, e se tra i sovranisti incalliti, critici compulsivi dell’euro e dell’Europa, ci sarà ancora qualcuno che lo vota, vuol dire proprio che sono incapaci di capire che il ruolo di Salvini è quello del ball boy, che raccatta le palle e le consegna al sistema di potere mafioso, rappresentato anche e soprattutto dal Berluska, e comunque da tutta la casta in genere.

  • Pippo Spano Pres MEV

    Son tutti uguali son tutti uguali..fino a prova controria il M5S al governo non c’e’mai stato .Si son anche inventati il napolitano bis pur di evitare di dargli anche la minima possibilitá di presentare ufficialmente alle camere il proprio programma di governo.
    Leviamoci questo dubbio una volta per tutte …mandiamoli al governo e guardiamo che succede…certo ci sono sempre quelli che preferiscano il ganzo di rignano e mr bunga bunga..dopo tutto i gusti son gusti… come disse quello che si ciucciava i calzini usati!!!

  • gilberto6666

    Segnalo che i miei commenti sono riconosciuti come spam e pertanto bloccati. Non capisco perché, si tratterà di qualche disguido tecnico.

    • WM

      Il tuo commento è finito nello spam e tu hai continuato ad inserirlo di nuovo, il che rafforza l’idea, a Disqus, che tu sia uno spammer.
      Leggi le FAQ, per favore, se un commento finisce automaticamente in moderazione o nello spam per qualche motivo, devi aspettare che un moderatore lo revisioni, qualunque altra operazione non fa che screditarti agli “occhi” del filtro automatico e ti abbassa la reputazione fino a moderare ogni tuo commento.

      • gilberto6666

        Ok, nessun problema. Grazie

  • SanPap

    Sono praticamente tutti d’accordo che questa legge elettorale è stata fatta con due obiettivi: far ritornare alla camera e al senato chi l’ha scritta (più che rosatellum dovrebbe essere chiamata “salva poltrone dei deputati e senatori”) e tagliare le gambe al MoV (ma l’obiettivo principale è il primo, il secondo è una conseguenza), detto questo si profilano anni simpaticamente simili a quelli che abbiamo vissuto:
    – Leggi imposte d’imperio – vaccinazioni – senza un vero dibattito politico e sociale; a questo giro tocca alla libertà d’espressione ?
    – Pessime leggi – jobs act – decantate con statistiche truffaldine: un lavoratore che lavora 3,2,4 ore al giorno è considerato occupato come era considerato occupato un lavoratore che lavorava 8 ore al giorno (qualcuno ha fatto le debite proporzioni ed è venuto fuori che l’Italia ha perso 1 milione di posti lavoro a tempo pieno)
    – Decadenza dei servizi sociali – scuola, sistema sanitario, sistema pensionistico – (con un ministro che non è neanche analfabeta di ritorno, è analfabeta e basta)
    – Decadenza economica e finanziari – banche, nel cui ambito si è arrivati all’omicidio, predazione dei risparmi, assenza di supporto alla produzione, ai cittadini (mutuo per la casa per mettere su famiglia ad uno che lavora 3 ore al giorno e che lo pagano se ne hanno voglia, un sogno)
    – Problemi derivati dall’immigrazione – irrisolti e irrisolvibili perché funzionali, anzi voluti e costruiti, dal regime
    e si potrebbe continuare a lungo
    che vinca le elezioni il MoV ci credo poco, forse San Gennaro se non ha altro di meglio da fare, ma più verosimilmente finite le elezioni ci saranno tre poli, due si devono alleare; il MOV non si vuole alleare con nessuno, quindi gli altri due si alleeranno, giustificandosi che l’hanno fatto obtorto collo a causa dell’intransigenza del MoV; San Gennaro direbbe “cornuti e mazziati”; una legislatura all’opposizione a ripetere le stesse cose ? Al popolo ormai sanguinano le orecchie a forza di sentirle; con chi ci alleiamo ?
    Nel frattempo i massoni scaldano i motori e vogliono mettere in campo un nuovo partito -Partito Democratico Progressista – che sembra populista ma è democratico e progressista
    (http://www.partitodemocraticoprogressista.it/) non facciamo confusioni per favore, pronto ad occupare il posto lasciato libero da una implosione del MoV ?

    • E così, in questo modo, la casta serva e ladrona si ricompatta, attraverso un illusionismo trasformista ormai collaudato da decenni di potere … con tutti i giornalai che all’unisono si sforzeranno di celebrare il cambio rivoluzionario di prospettiva, che sarà nuovo solo di nome … ma del resto siamo il Paese del gattopardo. La droga più diffusa non è la cannabis, NO, sono le parole di questi politicanti da strapazzo, o
      di questi templari dell’informazione, uomini inutili che però provocano gravi effetti sedativi, ipnotici, dissociativi, fino alla dissoluzione completa della sovranità di una nazione.

    • gix

      Si è giusto quello che dici, l’Italia ormai è spaccata in tre (gioca anche il morto, ovvero gli astensionisti) e con le alleanze in programma, bisogna essere realisti, non è nemmeno determinante che il M5S vinca o perda o sia il primo partito. Da questo punto di vista una forza che vada a scompaginare questo gioco può persino essere utile. Quindi forse è il caso di dire ben venga il partito massone progressista se porta nuovi equilibri, ma ovviamente con nuovi contenuti.

      • SanPap

        non ci sono nuovi contenuti, ti dirò mi sembrano quelli della prima repubblica, quelli del boom economico … opsss
        un governo massone oligarchico che si alterna ad un governo massonico populista, che sia un parto del Principe Fabrizio di Salina !

  • Vamos a la Muerte

    Il velo si è squarciato, la cosiddetta “democrazia” si manifesta per quello che realmente è: un’oligarchia, cioè “un governo di pochi” (come da definizione scolastica).
    La Reazione del cosiddetto “popolo”? Nessuna.
    Ha ragione SanPap: “Il potere non si chiede (sventolando bandiere bianche), si prende”.

  • Lupis Tana

    dovremmo usare lo stesso metodo usato per b. la bld. va chiamata così fino alla sua scomparsa politica, che avverrà presto se gli utili idioti non la voteranno mai più. t l

  • Cataldo

    L’articolo si focalizza su quanto è successo, dobbiamo trarne le conseguenze, e qui gli aspetti “politici” diventano secondari.
    Siamo arrivati ad un punto di non ritorno, siamo all’orizzonte degli eventi, la prassi in moto precluderà per un tempo indefinito ogni forma di opposizione alle forze politiche che hanno occupato il parlamento. Stanno votando a colpi di fiducia una legge elettorale apertamente in contrasto con una sentenza della corte a poche settimane dalle elezioni, pur di sterilizzare la volontà potenziale degli elettori; mirano scopertamente a rendersi immuni da qualsiasi eventuale controllo democratico, oltre a rendere irrilevante nella pratica il controllo costituzionale dei loro atti: se succedesse all’estero i nostri media sarebbero pieni di invocazioni a mandare i caschi blu dell’ONU a ripristinare la “Democrazia”.
    Questo è potuto accadere perchè un parlamento illegittimo ha piazzato alle più alte cariche personaggi infimi, che nel tempo hanno svuotato il senso stesso della loro funzione.
    Questo è potuto accadere perchè sono riusciti a pervadere tutta la sfera mediatica, che è la vera base del loro potere, è cosi potente la loro narrazione adulterata della realtà che anche noi critici restiamo spesso obnubilati, e accettiamo di discutere sul loro stesso terreno, mentre dovremmo ormai sapere che è sbagliato.

    Ricordiamo sempre che questo loro sputare in faccia anche al referendum vinto da una maggioranza di cittadini che crede e vuole conservare la nostra costituzione, è volutamente violento e provocatorio, cercano lo scontro totale.
    Cosà restera della nostra democrazia quando l’operazione andrà in porto ?
    I nodi stanno venendo al pettine.

    • Hai perfettamente ragione Cataldo, della nostra democrazia non resta più nulla, perché l’elite politica è composta da un ampio nucleo di faccendieri svenduti, post borghesi, nemici giurati tanto dei vecchi valori proletari (lavoro, diritti sociali), ma nemici anche dei vecchi valori borghesi del ceto medio (famiglia, enti pubblici, stato sovrano nazionale), che subisce i diktat della finanza apolide. il primo obiettivo è la desovranizzazione, la dissoluzione degli stati nazionali, che sono stati il luogo della conquista dei diritti del lavoro, del welfare, dell’identità dei popoli, della democrazia moderna, delle grandi conquiste sociali del ‘900, da intendersi non solo come il secolo dei totalitarismo, ma anche quello delle conquiste sociali.

      • @Cataldo, infatti quali sarebbero gli effetti nefasti del Rosatellum, Luca Telese nel video lo spiega nei minimi particolari …

        • DesEsseintes

          Ahah…soprattutto tenetevi lontani dai Telese…

          Comunque è una sciocchezza che la colpa è dei media.
          Primo: Trump e stato eletto con l’intero schieramento mediativo americano contro, cioè il più potente del mondo.

          Secondo: il M5S potrebbe fare molto di più cooptando degli intellettuali di livello.
          Non avete un filosofo e lo potreste avere; non avete uno o più economisti “vostri” e sono passati anni dalla prima elezione; non avete degli artisti…

          Siete refrattari e finite per fare i piagnucolosi.

          I media si possono sconfiggere, dipende dalla capacità di elaborare una propria ermeneutica che vada al di là della “analisi” dei fatti.

          • Nat

            Osservazioni condivisibili. Avevano però Dario Fo, quello de:

            “Se mi capitasse qualcosa, dite che ho fatto di tutto per campare”.

            Non ti pare adatto?

          • Scusa DesEsseintes , ma tu forse non hai capito cos’è il M5S, come purtroppo non lo hanno capito in tanti, perché il MoV vuole essere una comunità di semplici cittadini, che si attivano per fare una rivoluzione politica e culturale, quindi NON ci può essere nessun filosofo, nessun intellettuale, nessun economista di riferimento, proprio perché i cittadini vogliono entrare direttamente nelle istituzioni, interpretare le loro stesse istanze e cambiare le regole del gioco, per ottenere più potere e toglierne alla casta. Trump è riuscito a vincere, ma ti sarai accorto tu stesso che non riesce a governare come aveva promesso, anzi il suo governo sta diventando giorno dopo giorno peggio di quello dei democratici, perché abbina le peggiori derive repubblicane ad un immobilismo strategico, poco convincente, per di più costretto a dover subire le imposizioni del Deep State … e sono proprio ancora i media a divulgare la storia degli hacker russi, che avrebbero favorito la sua vittoria, favorendo anche la congiura del Russiagate, che mira naturalmente al suo impeachment. Oggi viviamo immersi nella società dello spettacolo, per cui i media hanno acquisito un potere esorbitante, e possono divulgare le loro panzane ininterrottamente, sul globo terrestre … ogni giorno ci sono 2 miliardi di televisori accesi 24 h, nel ’68 c’erano solo alcuni canali tv, oggi ce n’è un centinaio, ogni epoca ha il suo fascismo e il nostro ha il volto dei network tv.

          • DesEsseintes

            “quindi NON ci può essere nessun filosofo, nessun intellettuale, nessun economista di riferimento”

            E basta con questo pauperismo da dopolavoro.
            Vi occorre un filosofo o più di riferimento, gente che sappia parlare sia “come magna” che a livello accademico che (SOPRATTUTTO) nella maniera giusta per rivolgersi alle persone di diverse estrazioni culturali.
            Vi occorre un economista e se voleste completare la panoplia un regista cinematografico ci starebbe come il cacio sui maccheroni.

            Non si può avere tutto ma col tempo si può “costruire”.

            Svegliatevi e finitela di sfracassare le gonadi con questa scemenza del “cittadino” che è diverso dall’ “intellettuale”.

            Vi sto cercando di dire che BISOGNA RECUPERARE IL RAPPORTO fra intellettuali e cittadini.

            Se non lo fate vi fregano e vi continueranno a fregare SENZA CHE LA GENTE INTERVENGA in vostra (nostra) difesa.
            E i voti a valanga che sono indispensabili non arrivano, è chiaro?

          • Nat

            Colgo l’occasione perché la cosa mi diverte non poco.

            Beh, gli “intellettuali” tipo del movimento sono Di Battista, il
            fu Byo Blu, R. Casalino e la Rosanna.

            Come ha ben spiegato Grillo se non sono disoccupati (o giù di lì) non li vogliono. Quelli decenti, tipo Vittorio Bertola, prima li usano e poi li stroncano/scaricano. Dipende.

            Gli unici veri intellettuali del movimento sono Grillo e Casaleggio.

            Circa l’intellettualismo di Grillo si espresse piuttosto chiaramente ed in tempi non sospetti un certo Stefano Benni, autore e vero fautore del suo exploit. Ricordo che la cosa più positiva che disse fu all’incirca questa:

            “Beppe ha anche un grande problema, gli manca la memoria. Non riusciva a memorizzare i miei monologhi e così mi chiedeva di semplificare, di tagliarli…”

            Circa invece quelle menti fine dei Casaleggio dovreste partecipare ai meeting che organizzano per le imprese. Due bei volpini 🙂

          • Cincinnato

            Sicuramente non ho capito cos’è il M5S, ma se i cittadini vogliono entrare “direttamente” nelle istituzioni, “interpretare le loro stesse istanze” che vuol dire? e cambiare le regole del gioco, per ottenere più potere e toglierne alla casta, l’obiettivo politico, diciamo così, è un po’ limitato. Dunque sessanta milioni di italiani entrano nelle istituzioni per togliere un po’ di potere alla casta. Ma va là e la giustizia sociale, il buon governo, la solidarietà sociale, la politica economica e industriale in favore dei cittadini e nel rispetto dell’ambiente ecc, ecc. Certo Di Maio e Di Battista rispetto a questo compito diciamo che sono “leggermente” inadeguati. I problemi di questo paese sono immani e non si possono affrontare con la superficialità e gli urlacci di Grillo. Se le questioni sono serie, e lo sono, ci vogliono persone serie e preparate e essendo ancora in una democrazia rappresentativa i cittadini quello che vorrebbero è avere un personale politico preparato e proposte politiche che si propongano di affrontare la situazione italiana da poter votare in alternativa. Il M5S a oggi non si sa cosa sia e perciò non affidabile. Che poi il panorama politico sia quello che è non giustifica il voto al M5S. Non convince certo lo slogan “finché non li proviamo non lo possiamo sapere” questo può uscire dalla bocca di Iva Zanicchi riguardo a Berlusconi non certo da Rosanna per i 5S.

          • Annibale Mantovan

            Mah…tu forse intendi che il popolo possa vincere qualche battaglia contro i media controllati dagli oligarchi, purtroppo dico io non la guerra. Qualche battaglia che storicamente ha portato a vittoriose espressioni popolari come l’ uomo qualunque oppure la lega, oppure il M5S…ma nella stanza dei bottoni rimangono sempre loro. I media ad “informare” il popolo significa ogni giorno, ogni ora, tutti i canali, tutti i giornali, nelle scuole e nelle chiese…da quando sei bambino…per decenni. Tam, tam , tam….

  • Tipheus

    Cara Rosanna, ti segnalo un’imprecisione. Il Senato “dovrebbe essere” eletto su base regionale. Abbiamo votato NO per questo. Perché rappresenta il Popolo italiano non per testa ma per regione, un po’ come tutte le Camere alte nei paesi federali.
    Ma non è più così.
    Nel rosatellum semplicemente “se ne fottono”. Lo sbarramento al Senato è calcolato “su base nazionale” rendendolo un inutile doppione della Camera.
    La cosa nelle Isole è particolarmente sentita.
    Se i Siciliani volessero affidare una rappresentanza al Senato a un loro partito, questo dovrebbe prendere in Sicilia il 40 % per avere diritto a qualche senatore. Se prendono il 35 %, pari a circa 750.000 voti, zero, nisba, nessun diritto di essere rappresentati se non passi da un partito “italiano”.
    In Sardegna ancora peggio: se tutti i sardi votano per un partito sardo, 100 % non gli tocca neanche un senatore, perché il 100 % dei sardi non equivale al 3 %. Quindi, o voti per un partito italiano, o non sei rappresentato.

    • Tipheus

      PS. Nessuno dice che in Sicilia il partito indipendentista è dato al 4 %. Ma che sta succedendo in Italia? Le volte passate o non si presentavano o prendevano lo 0,niente…

  • enzo

    Una legge o l’altra poco cambia la natura dei partiti italiani . Chi crede che sia importante dare le preferenze, indicare il nome del futuro presidente del consiglio e votare il programma significa che soffre di “dimenticanza acuta e persistente”. Una quantità
    impressionante di parlamentari hanno preso il voto per un partito e poi sono passati ad un altro, tutti compreso i 5S . I vari presidenti del consiglio in pectore hanno disatteso la quasi totalità delle loro promesse bastando ricordare quanto detto da Berlusconi
    sulle città da 100.000 persone per i giovani italiani che pagando l’affitto sarebbero diventati proprietari della casa, dei poliziotti di quartiere, del milione di occupati e di cento altre corbellerie. Per quanto riguarda Renzi possiamo ricordare l’art .18 intoccabile, il ponte di Messina spesa inutile e la nonna 60enne che si ritira prima dal lavoro perdendo soltanto poche decine di euro. A Torino chi ha votato l’Appendino di belle promesse ne ha sentito una montagna, ne aveva sparate almeno altrettante di Berlusconi e Renzi messi insieme, ma poi, ops……. mi sono accorta che non ci sono i soldi per voi (“solo per voi” che mi avete votata però, dopo 5 anni di consigliera
    comunale passati a ratificare e approvare i bilanci del predecessore, brava la Bocconiana) ma solamente per continuare a spendere e servire i vostri padroni di prima, scusate ma sarà per un’altra volta. Le leggi elettorali in Italia non servono a un bel niente finché la gente crede soltanto alle belle facce e le storielle per bambini dette in campagna elettorale.

    • Non credo sia come dici, perché una legge elettorale che favorisce tutti i partiti tranne il M5S, che sta cercando di fare una rivoluzione in ambito politico, è una legge antidemocratica e una vera porcata. Quanto all’Appendino, cosa potrebbe fare se esiste il Patto di Stabilità che le impedisce di investire nella spesa pubblica? Forse converrebbe eliminare queste leggi assurde, che impongono austerity e taglio dei servizi al pubblico, per favorire un aumento esponenziale delle privatizzazioni … ma se sono imposizioni europee?? Allora si cambiano le leggi in Europa, oppure si esce, così come ha fatto l’UK. Credo che solo il M5S stia sostenendo una politica di questo genere.

      • Gino2

        il patto di stabilità c era anche in campagna elettorale. enzo sta dicendo che i politici tutti fanno promesse e chiacchiere e l gente abbocca. ora si sta dicendo una serie di cose sulla promesse del MoV che non possono essere mantenute e voi rispondete dicendo che siamo complottisti o disfattisti. poi fra 5 anni alla prova dei fatti ci risponderete che c era il trattato di Lisbona etc. solita tarantella.
        siete venditori di aspirapolveri straordinari, wanna marki e do nascimento sono solo dilettanti a confronto. complimenti

      • enzo

        Sul primo punto precisiamo che se il M5S ottenesse diciamo il 40-45 percento dei voti non verrebbe affatto penalizzato e avrebbe la maggioranza per formare un governo senza alleanze. Visto che il M5S non vuole fare accordi o si costringe la gente a votare per il movimento anche con le maniere forti oppure niente governo, e mi sa che è quello a cui aspira, restare sempre nella protesta a vita. Per l’Appendino hai perfettamente ragione : le cose promesse in campagna elettorale non si potevano fare viste le attuali leggi e tanto valeva dirlo subito senza ingannare la gente. Comunque a pagarne rimangono sempre le classi disagiate che speravano nel cambiamento. Ti faccio un piccolo esempio di cosa avrei fatto al posto dell’Appendino senza intaccare il Patto di stabilità : Invece di tagliare l’erba dei parchi della periferia soltanto 2 volte l’anno invece che i soliti tre avrai tagliato l’erba dei parchi del centro (dove il PD ha la schiacciante maggioranza) soltanto 2 volte all’anno (invece che ogni due settimane come adesso) e sempre tre all’anno nelle periferie dove ho preso i voti. Avrei fatto capire alle persone chi hanno eletto e che il M5S può anche cambiare qualcosa senza sempre dare la colpa ai predecessori, come sanno fare tutti..

  • yakoviev

    Ma quanti andranno poi a votare? Vedo sondaggi col tot % per questo o quell’altro partito o schieramento, ma sondaggi su chi voterà (o voterebbe) o meno non ci sono mai, forse per non indurre in tentazione…

  • Pyter

    Non ce la vedo la Boldrini a stuprare la costituzione.
    La costituzione è femmina. O no?
    Il costituzione… boh…

    • SanPap

      Ma Lei lo è ?

  • Tip Tap

    1) Le preferenze? ahahah! provate a chiedere a chi vota se conoscono o hanno mai conosciuto la persona indicata nella scheda (tolti i fenomeni da comparsa in TV). Nella mia cerchia di conoscenze: NESSUNO
    2) Salvini vergognoso? è più di un anno che dice che pur di andare a elezioni avrebbe votato qualsiasi legge. Le sue alleanze? eeeeh cari amici, si chiama politica e uno può scegliere se accettarla o cambiare preferenza.
    3) I 5Stelle a parte la bandiera cosa sono? Democrazia liquida? Oggi dico una cosa e domani ne pensiamo un’altra? è questo? (i fatti dicono di SI)
    4) Chi sono i 5S? mi risulta che una volta entrati nella mangiatoia abbiano dato esempio di “diaspora” dimostrando che il marcio non lo copri con un bel simbolo.
    5) Fidarsi dei 5s? e perchè? io proprio non mi fido perchè sono spesso un’accozzaglia di persone con idee diametralmente opposte e per questo confermo il punto 3) … Senza considerare il fenomeno beccato a rubare nello spogliatoio di una palestra o l’altro Consigliere stellino di Vicenza che lucra grazie a una cooperativa che gestisce la “dimora delle risorse” nell’Hotel Adele (o meglio sarebbe Babele).
    6) Legge contro di loro? Weh! Ma non sono loro che inneggiano alla Democrazia? Eeeeeeh cari miei, in Democrazia, come anche voi insegnate, vince la maggioranza e se tutti i partiti hanno votato questa legge ponetevi pure dei quesiti riguardo la validità della Democrazia.
    7) I bambini dicono TUTTO MIO TUTTO MIO! ecco, voi siete uguali, nessuna alleanza perchè volete tutto senza scendere a patti con nessuno dimenticando la saggezza di romanica memoria (Si non potes inimicum tuum vincere, habeas eum amicum)…. Poi sarebbe bello capire quali eventuali patti visto che tra euro, vaccini, banche e quant’altro siete peggio di una trottola.
    Il problema è che non immaginate minimamente che possa esserci qualcuno che non condivide le vostre idee e i vostri programmi perché siete come il Berlusconi in grande spolvero che disse di essere “unto dal signore”. Ecco, per me di unto di sicuro ce n’è ma non so di cosa e da chi……