Coronavirus – I postumi di una mega depressione in arrivo…

DI PETER KOENIG

globalresearch.ca

Cosa succederà dopo? È una domanda che gira nella mente di molte persone. Molto probabilmente il mondo non sarà più lo stesso. Potrebbe essere qualcosa di buono, o meno buono, a seconda di come guardiamo a questa catastrofica “pandemia” che, a detta di tanti, non merita di esser chiamata col termine “pandemia”, nome inconsapevolmente attribuito al SARS-2-CoV, o 2019-nCoV, poi ribattezzato dall’OMS come COVID-19.

L’11 marzo, il Dottor Tedros, Direttore Generale dell’OMS , l’ha definita una pandemia. Questa decisione era stata già presa dal WEF (World Economic Forum) a Davos, tra il 20 e il 24 gennaio 2020, quando i casi totali di COVID19 registrati al di fuori della Cina dall’OMS erano 150. Il 30 gennaio, il  Direttore Generale dell’OMS ha stabilito che l’epidemia al di fuori della Cina continentale costituiva un’emergenza sanitaria pubblica di interesse internazionale (PHEIC). Questa è stata la prima indicazione che  qualcosa non andava, e che esiste un altro programma dietro lo “scoppio” della malattia COVID-19.

Il 26 marzo, in un articolo riesaminato contenuto nel rinomato New England Journal of Medicine (NEJM), il Dr. Anthony Fauci, Direttore del NIAID (Istituto Nazionale delle allergie e Malattie infettive, uno dei 27 istituti e centri che compongono l’Istituto Nazionale della Sanità americano – NIH), ha paragonato il COVID19 ad una comune influenza ma più forte del solito.

Se si presume che il numero di casi asintomatici o scarsamente sintomatici è di parecchie volte superiore al numero di casi segnalati, il tasso di mortalità potrebbe essere considerevolmente inferiore all’1%. Questo suggerisce che le conseguenze cliniche generali del Covid-19 potrebbero sostanzialmente essere più simili a quelle di una grave influenza stagionale (che ha un tasso di mortalità del caso di circa lo 0,1%) o di un’influenza pandemica (simile a quelle del 1957 e del 1968) piuttosto che una malattia simile alla SARS o alla MERS, che hanno avuto tassi di mortalità rispettivamente tra il 9 e il 10% e il 36%. nejm.org 

Questa valutazione scientifica nel New England Journal of Medicine non ha impedito al Dr Fauci di dire esattamente il contrario, quando intervistato dai mass media: vedi sotto.

Nel frattempo, altri illustri scienziati, microbiologi e medici di tutto il mondo, stanno mettendo in discussione le draconiane chiusure mondiali attuate a causa del Coronavirus. Sono tutti del parere che queste misure rigorose non siano necessarie per contenere una pandemia con un tasso di mortalità relativamente basso.

Anche in Italia, se il conteggio e la contabilità fossero eseguiti con maggiore attenzione, e maggiormente secondo le vere norme statistiche, il tasso di mortalità sarebbe forse dell’1% o inferiore. Il 23 marzo, il capo della protezione civile italiana  Angelo Borrelli , ha dichiarato al quotidiano La Repubblica, la possibilità che per ogni caso ufficialmente segnalato, ci sarebbero potuti essere almeno 10 casi infetti non riportati, casi asintomatici, che non avrebbero richiesto la visita di un medico. Se questo fosse vero, il tasso di mortalità effettivo diventerebbe in un colpo solo l’1% anziché il 10%.

Quello che il mondo sta vivendo, assomiglia ad una ben pianificata dichiarazione e realizzazione della Legge Marziale a livello mondiale, con conseguenze socio-economiche disastrose, decisamente molto peggio della malattia stessa. Nessuno si muove. L’economia è quasi paralizzata.

Questo solleva la questione del cosa c’è dietro, e cosa succederà dopo?

Diamo subito uno sguardo allo scenario peggiore.

il 2 aprile, Al-Jazeera riferisce che i casi globali di Coronavirus superano il milione, con 50.000 morti. Sempre il 2 aprile Politico ha dichiarato che solo due settimane dopo il Corona lockdown, quasi 10 milioni di lavoratori negli Stati Uniti sono disoccupati.

“La perdita totale del lavoro in sole due settimane – per quasi 10 milioni di americani – equivale ad una sconvolgente ed improvvisa tempesta mai vista prima nell’economia degli Stati Uniti. Durante le prossime settimane, il mercato del lavoro potrebbe superare i 15 milioni di posti di lavoro persi raggiungendo i 18 mesi di Grande Recessione verificatasi dal 2007 al 2009.”

Il 31 marzo la FED ha previsto una previsione allarmante : disoccupazione del 32% e 47 milioni di disoccupati per il prossimo trimestre, mentre il coronavirus continua a diffondersi. I fallimenti, in particolare delle piccole e medie imprese, potrebbero sfuggire al controllo entro un mese o due. Questo avrebbe un ulteriore effetto domino sulla disoccupazione.

Goldman Sachs – GS (il 20 marzo 2020)

“Vede un blocco senza precedenti dell’attività economica, con un PIL nel 2 ° trimestre in contrazione del 24%. Gli economisti di Goldman Sachs prevedono una recessione tradizionalmente acuta e rapida, con un PIL nel secondo trimestre che affonda di un sorprendente 24% dopo un calo del 6% nel primo trimestre”. L’economista GS prevede un ulteriore calo del PIL del 5% nel secondo trimestre.

“Gli intermediari finanziari si preparano ad una inadempienza sulle ipoteche negli Stati Uniti fino a 15 milioni ” Quindi, dice Bloomberg (2 aprile), vedendo che “Le inadempienze sui mutui potrebbero accumularsi ad una velocità tale da sovrastare quelle del 2008”, gli enti creditori si stanno preparando per la più grande ondata di delinquenza della storia.

 Tutto questo sta già accadendo. Queste cifre riguardano solo gli Stati Uniti e non rappresentano ancora l’Europa e il resto del mondo. Tali cifre per l’Europa non sono ancora disponibili, ma le previsioni indicano che potrebbero essere altrettanto cupe.

Guardando l’Asia, ad eccezione di Cina, Africa e America Latina, queste hanno un ampio settore informale che è difficile da controllare, ma che sicuramente sta scivolando attraverso qualsiasi fragile rete di sicurezza sociale che potrebbero avere questi paesi.

Non sono disponibili statistiche affidabili. Ma “stime ipotetiche” dicono, per esempio in Perù, che nei periodi favorevoli il settore informale può ammontare fino a un terzo dell’economia. In tempi difficili, come ora, forse fino al 50% o anche di più.

L’immagine di una mega depressione imminente, che non è mai esistita nella storia recente , potrebbe continuare poiché molte delle piccole e medie imprese fallite – tra cui compagnie aeree, industrie turistiche – e altri, saranno acquistate da enormi monopoli, che già esistono, (ad esempio Google, Amazon, AliBaba e altri). Potranno aver luogo fusioni di proporzioni gigantesche. Potrebbe essere l’ultimo spostamento del capitale dal basso verso l’alto nella nostra era di civiltà come la conosciamo.

5G e intelligenza artificiale

Nel frattempo, il G5 e presto, il 6G verrà lanciato per guidare l’Artificial Intelligence (AI) che potrebbe portare avanti lo sviluppo di queste colossali società, la loro produzione, distribuzione e, in definitiva, il consumo delle persone in tutto il mondo.

Le compagnie di telecomunicazioni stanno già inondando il mondo di campi elettromagnetici (EMF), così velenosi che ne risentiranno molte persone. Il piano è di aumentare la sua intensità di decine di migliaia di satelliti per coprire entro il 2030 ogni centimetro del pianeta. Ma sentite questa, nessuno degli impatti sulla salute del 5G è stato ufficialmente studiato. Non negli Stati Uniti, non in Europa e non in Cina. L’impatto potrebbe essere disastroso sulla vita umana e sulla vita di Madre Terra in generale.

Numerosi scienziati ne hanno scritto, avvertito i governi degli effetti potenzialmente disastrosi sulla vita – e hanno lanciato petizioni per fermare il lancio del 5G o per mettere una moratoria sul 5G fino a quando non saranno stati condotti studi seri. Vedi appello UE 5G – Gli scienziati avvertono di potenziali gravi effetti sulla salute del 5G . L’organizzazione responsabile della salute e della prevenzione dei danni alla salute è l’agenzia delle Nazioni Unite, Organizzazione mondiale della sanità (OMS). Sì, lo stesso che ha dichiarato COVID-19 un’emergenza sanitaria globale, all’inizio di febbraio 2020, quando c’erano meno di 200 “casi confermati” ufficiali in tutto il mondo, al di fuori della Cina.

A partire da oggi, l’ OMS ha stranamente taciuto sulle questioni relative al 5G . Perché? – Esistono sospetti non dimostrati, da parte anche di alcuni noti scienziati, che la gravità di COVID-19 può, almeno in alcuni casi, avere a che fare con il 5G.

Il 5G è già stato lanciato nel Nord Italia, a Roma e a Napoli – e a New York City.

Una parentesi. Rapporto contraddittorio

Secondo l’OMS, COV-19 è simile all’influenza.

A questo proposito, il Dr. Cameron Kyle-Sidell di New York,  suggerisce che le sue valutazioni non corrispondono al modello normale di COV-19 come definito dall’OMS.

Il dott. Kyle Sidell è un medico di medicina d’urgenza con sede a Brooklyn, New York, affiliato al Maimonides Medical Center. Secondo il dott. Kyle Sidell, COVID-19 è una “malattia da deprivazione di ossigeno” diversa dalla polmonite. Tutte le sedi riportano casi gravi di blocchi respiratori che non possono essere risolti con i comuni respiratori. In realtà, sono peggiorati dai respiratori. –  Quali sono le cause sottostanti.

Tornando alla calamità economica che grava già sulla popolazione mondiale.

È ancora peggio per le persone del settore informale. Non hanno un lavoro fisso, dipendono dal lavoro quotidiano o addirittura dal lavoro orario. Vivono giorno per giorno, non hanno risparmi. La loro reale sopravvivenza dipende da questi lavori sporadici e da redditi modesti – redditi molto al di sotto del salario minimo e che consente loro di sopravvivere a malapena – e spesso nemmeno..

Soffrono di carestia, malattie – poiché non hanno case fisse, non hanno soldi per pagare l’affitto – e potrebbero morire di fame o disperazione.

Anche la delinquenza e il crimine potrebbero aumentare esponenzialmente. Le persone affamate non hanno nulla da perdere. Possono fare irruzione nei supermercati e nelle drogherie. È stato anche riferito che dei corpi sono stati trovati nelle strade delle grandi città dell’America Latina.

Potrebbero essere morti per una serie di ragioni legate alla chiusura economica: fame, malattie, desolazione, suicidio. La loro infezione (o morte) verrà attribuita al COVID-19? Ciò si tradurrebbe in un processo di inflazione delle stime relative a quelle persone che presumibilmente sono morte a causa del virus, contribuendo così a più paura e più panico.

Questo è l’obiettivo? Terrorizzare tutti.. Le persone che vivono nella paura e nel panico possono essere manipolate facilmente.

Le persone chiederanno che la polizia le protegga da un nemico invisibile. La dimensione del virus COVID-19 è compresa tra 70 e 90 miliardesimi di metro o nano-metro-nm (un nm = 0,000000001 m). Spaventoso. Non lo vedi, ma le persone potrebbero trasmetterlo – anche invisibilmente. Potrebbero essere mortali – nel caso del cdxsCOVID-19, la loro letalità è relativamente bassa. A seconda di come si misura l’infezione e il tasso di mortalità (vedi paragrafi 2 e 3, sopra). Ma il fattore paura può essere più importante del virus stesso.

Questo scenario del giorno del giudizio non è una finzione, è reale. Sta già accadendo ora.

E ciò che vediamo potrebbe essere solo una piccola punta dell’iceberg.

Potremmo osservare un crollo completo della nostra economia occidentale e una crescente sofferenza per le masse. –

Cosa accadrà a queste persone, senza lavoro, senza reddito, molte di loro potrebbero anche perdere la casa, visto che non saranno in grado di pagare i loro mutui o affitti?

Riduzione della popolazione

Nel 1974, sotto l’amministrazione Nixon, al  segretario di Stato Henry Kissinger fu affidato, sotto gli auspici del Consiglio di sicurezza nazionale, di delineare i contorni di un “programma di spopolamento” mirato prevalentemente ai paesi del Terzo mondo. È stato redatto un documento intitolato NSC Study Memorandum 200 .

Il programma per lo spopolamento è rimasto parte integrante della politica estera degli Stati Uniti. È stato inoltre approvato da diverse organizzazioni benefiche e fondazioni. A questo proposito, Bill e Melinda Gates e le fondazioni di Rockefeller hanno affrontato il rapporto tra povertà estrema e spopolamento.

La riduzione della popolazione fa parte di questo esercizio di pandemia in corso che può essere seguito da un programma di vaccinazione obbligatorio?

Bill Gates, in uno spettacolo TED del 2010 ha parlato di una riduzione della popolazione dal 10% al 15% (circa 1 miliardo di persone) attraverso la vaccinazione globale, l’assistenza sanitaria, ecc.

Secondo William Engdahl :

“Gates ha fatto le sue osservazioni alla conferenza TED2010 di Long Beach, California, su invito, in un discorso intitolato      ” Innovating to Zero!. ” Insieme alla proposta scientificamente assurda di ridurre a zero le emissioni di CO2 provocate dall’uomo in tutto il mondo entro il 2050, circa quattro minuti e mezzo dall’inizio del discorso, Gates dichiara: “Per prima cosa abbiamo la popolazione. Il mondo oggi ha 6,8 miliardi di persone. Ci dirigiamo verso quota 9 miliardi circa. Ora, se facciamo davvero un ottimo lavoro su  nuovi vaccini , assistenza sanitaria, servizi di salute riproduttiva,  lo abbassiamo forse del 10-15% “.(Rif. Bill Gates, “Innovating to Zero!”, discorso alla conferenza annuale TED 2010, Long Beach, California, 18 febbraio 2010).

Fare clic sul collegamento per visualizzare il video di Bill Gates
(3′.55 ″ – 4’30”)

Vaccinazioni

La Fondazione Gates ha condotto negli ultimi 20 anni programmi intensivi di vaccinazione per i  bambini in Africa.

Nel 2014 e 2015 il Kenya ha condotto un massiccio programma di vaccinazione contro il tetano, sponsorizzato da OMS e UNICEF. Il Governo ha somministrato un vaccino contro il tossoide tetanico impregnato di beta gonadotropina corionica umana (BhCG) che causa infertilità permanente tra ragazze e donne, a circa 500.000 ragazze e donne di età compresa tra 14 e 49 anni.

Un’organizzazione chiamata GAVI (Global Alliance for Vaccines and Immunization) è un partenariato pubblico-privato; la parte pubblica è rappresentata da OMS e UNICEF; i partner privati ​​sono una serie di giganti farmaceutici. GAVI sta distribuendo vaccini gratuiti ai paesi poveri, come il Kenya.

Se un vaccino può essere impiantato con un agente di sterilizzazione, qualsiasi altra condizione o DNA che colpisce molecole o proteine ​​può essere inserito in un cocktail di vaccinazione. (Vedi questi riferimenti Kenya: Migliaia di sterili dopo la vaccinazione sponsorizzata dal governo  e la “sterilizzazione di massa”: i medici kenioti trovano un agente anti-fertilità nel vaccino contro il tetano delle Nazioni Unite?

Evento 201. L’esercizio di simulazione pandemica

C’è un altro fattore importante che potrebbe essere collegato all’epidemia COVID-19, curiosamente  proprio all’inizio del decennio 2020, e solo poche settimane dopo l’Evento 201 del 18 ottobre a New York, sponsorizzato – avete già indovinato, da Bill Gates ,  dal Johns Hopkins University Health Institute (fondato dalla Rockefeller Foundation) e dal WEF (World Economic Forum), che si riunisce ogni anno a gennaio a Davos in Svizzera).

Uno degli argomenti all’ordine del giorno dell’Evento 201, era una simulazione di una pandemia – curiosamente chiamata 2019-nCoV – cioè l’attuale pandemia del coronavirus. I risultati della simulazione dopo 18 mesi, sono stati 65 milioni di morti, un crollo del mercato azionario di almeno il 30%, enormi fallimenti e una forte disoccupazione – in breve, un collasso economico che il mondo non ha mai sperimentato nella storia moderna. Questa era la simulazione.  È questa la direzione in cui ci stiamo dirigendo per ora?

Agenda ID2020

Stranamente, al fine di realizzare e monitorare questi vari componenti di un piano di gioco o di un quadro più ampio, c’è questo poco nota agenda ID2020 – pure essa creazione della Fondazione Gates. Una delle idee della Cabala è quella di avere ogni cittadino del mondo dotati di un’identità elettronica, in modo che possa essere seguito e le sue parole e azioni monitorate ovunque. Questo è uno dei compiti del programma ID2020, che sarà testato per la prima volta, ed attualmente in corso, in Bangladesh.

L’idea è, a tempo debito (non appena il programma sarà pronto) – di utilizzare il programma di vaccinazione, possibilmente obbligatorio, per iniettare insieme al vaccino anche un nano-chip. Questo potrebbe essere gestito ad insaputa dell’individuo e successivamente caricato a distanza con dati personali, dalle cartelle cliniche, ai casellari giudiziari, ai conti bancari. In effetti, la Gates Foundation, insieme a GAVI, ha già sviluppato un chip simile a un tatuaggio che sarebbe utilizzato sia per la vaccinazione che per l’identificazione elettronica.

Al fine di implementare, monitorare e controllare questi programmi multiuso sono necessarie forti onde elettromagnetiche.

Ecco perché è necessario il 5G – totalmente non studiato, non testato – in acque inesplorate. Non c’è tempo da perdere coi test. Poiché l’obiettivo per il completamento di questo programma è il 2030, lo stesso limite degli obiettivi di sviluppo sostenibile dichiarati dall’ONU. (SDG)

Per l’appunto. L’Agenda 2020 è profondamente legata agli SDG, in particolare all’SDG 16 che sostanzialmente promuove lo stato di diritto.

Durante un vertice speciale nel maggio 2016 a New York, ispirato alla Fondazione Gates, l’ ufficio delle Nazioni Unite per il partenariato (UNOFP), è stato creato l’SDG 16.9, che si adattava allo scopo dell’Agenda ID2020:

“Fornire identità legale a tutti, compresa la registrazione delle nascite, entro il 2030 … sfruttare l’identità digitale per la comunità globale … Circa un quinto della popolazione mondiale (1,8 miliardi di persone) è privo di identità legale, il che lo priva dell’accesso all’assistenza sanitaria, alle scuole, ai rifugi. ”

Questo è uno scenario su cui dobbiamo riflettere.

Ora diamo un’occhiata a uno scenario positivo, e cioè quello che noi individui abbiamo il potere di fare del bene.

Innanzitutto, nessuna proiezione complessa del tipo descritto prima può mai essere modellata e implementata nel tempo, perché la dinamica prende il sopravvento. Il mondo è vivo. Tutto ciò che è vivo non può essere diretto dal linearismo (la modellazione è lineare), ma è soggetta alle leggi della dinamica.

In secondo luogo, abbiamo il potere di invertire questo malvagio gioco che minaccia l’Umanità e Madre Terra. Bisogna svegliarsi. E molte persone iniziano a vedere la luce, forse in parte a causa di questa assurdità, di questa paralisi in tutto il mondo, questa follia di una sete infinita e avidità di potere e denaro di alcuni. Madre Terra è stanca di questo abuso del pianeta da parte della società. Lei è più forte dello 0,01%. Noi, la gente comune, possiamo unirci a Madre Terra, stare dalla sua parte ed essere al sicuro.

Le persone iniziano a vedere il pensiero di distruzione dietro questa falsa epidemia, o secondo la leadership altamente discutibile dell’OMS, una pandemia – una pandemia che spaventa. Potremmo anche chiamare il coronavirus, Virus “P” – virus Paura. E sì, le persone possono morire di paura. L’OMS balla sulle note dei potenti, di Bill Gates, dei Rockefeller, dei giganti farmaceutici e dei politici e banchieri WEF, ben nascosti dietro la porta . Tutto questo, con il pretesto di salvare il mondo dall’invisibile coronavirus, da una pandemia che invece non lo è.

Man mano che questo sistema neoliberista corrotto crollerà, ci saranno molte vittime, purtroppo, molte potrebbero non sopravvivere – molta miseria, desolazione e sofferenza. Come società dovremmo agire in modo solidale e fare tutto il possibile per aiutare le vittime, ridurre il danno, ed estendere le nostre mani, le braccia e le anime con tutto il nostro spirito e le azioni positive.. E sappiamo che la forza di volontà e la solidarietà possono essere enormi, quasi infinite.

La Banca mondiale e il FMI hanno già offerto aiuto con grandi prestiti a basso costo e persino alcune sovvenzioni per i paesi tra i più poveri. Le cifre iniziali della Banca Mondiale erano di  $ 12 miliardi e di $ 50 miliardi dal FMI per linee di credito che alleviano i danni del virus. Nel frattempo, entrambi hanno alzato la posta. Nel caso del FMI, si parla di un trilione di dollari. Alcuni membri del consiglio di amministrazione dell’FMI hanno richiesto un fondo speciale DSP (diritti speciali di prelievo) per un massimo di 4 trilioni di DSP. Ciò dimostra quanto l’élite al potere non voglia perdere il controllo della globalizzazione. A quanto pare, oltre 60 paesi hanno già presentato domanda di “aiuto” (sic) all’FMI.

Questi governi stanno promettendo l’anima dei loro paesi e dei loro popoli alla schiavitù, alla tirannia economica e monetaria dell’élite sempre più audace. Questi prestiti sono condizionati, simili a quelli che prima venivano chiamati “aggiustamenti strutturali” – privatizzazione di servizi e infrastrutture sociali – ciò che ne rimane – e concessione a società straniere di sfruttare le loro risorse naturali di petrolio, gas, minerali … tutto quello che l’Occidente brama di avanzare verso il pieno dominio del pianeta terra.

Il mio consiglio a tutti i paesi e tutti i popoli che vogliono utilizzare questo olocausto economico per ristrutturare la propria economia, per riguadagnare la propria sovranità finanziaria e monetaria, è stare lontano dal FMI, dalla Banca mondiale e da tutte le banche di sviluppo regionale, persino dai vari meccanismi di finanziamento delle Nazioni Unite.

Rendetevi autosufficienti, autonomi per quanto possibile, applicando il semplice principio di – Produzione locale per consumo locale con denaro locale e banche pubbliche locali che lavorano per lo sviluppo dell’economia locale . Usate denaro locale e debito locale per il vostro sviluppo economico. Nessun esterno sarà in grado di richiedere il rimborso del debito interno locale. Così lo gestirete internamente secondo i VOSTRI termini e condizioni.

La Cina e altre nazioni hanno applicato questo principio. Questo è ciò che rende i Paesi immuni dai finanziamenti predatori. Puoi stringere patti di solidarietà con paesi che la pensano allo stesso modo, ad esempio la ALBA (Alleanza bolivariana per i popoli della nostra America), un’alleanza di paesi latinoamericani e caraibici basata sull’idea di integrazione sociale, politica ed economica.

Conclusione

Abbiamo in noi enormi poteri spirituali che possiamo mobilitare per contrastare il flusso di propaganda. In effetti, la ragione per cui siamo esposti a questo tipo di propaganda feroce, è proprio perché gli specialisti conoscono quella forza della mente umana. E il modo di immobilizzarla è attraverso la paura. Ecco cosa sta succedendo.

Più dura questa patetica e oppressiva situazione della Legge marziale (sì, in molti paesi, anche in Europa, la Legge marziale è diventata lo stato della vicenda), più questo potere interiore e la convinzione del Sé, di noi stessi, del popolo sovrano che siamo, ri affiorerà nell’umanità e sostituirà la paura – per diventare potente ed per opporsi alle forze del male, difendere la giustizia, l’uguaglianza e la dignità umana – e infine la solidarietà e l’amore.

L’amore è ciò che ci fa superare questo piano diabolico.

Questo è lo scenario di speranza e amore. La speranza infinita spera e crea fino alla fine, quindi la fine non arriverà mai. E mentre speriamo e creiamo all’infinito, evitando i conflitti, vediamo la luce emergere dall’oscurità – un flusso armonioso di creazione pacifica.

Peter Koenig è un economista e analista geopolitico. È anche uno specialista delle risorse idriche e dell’ambiente. Ha lavorato per oltre 30 anni con la Banca mondiale e l’Organizzazione mondiale della sanità in tutto il mondo nei settori dell’ambiente e dell’acqua. Tiene lezioni in università negli Stati Uniti, in Europa e in Sud America. Scrive regolarmente per Global Research; ICH; RT; Sputnik; PressTV; Il 21 ° secolo; Greanville Post; Defend Democracy Press, TeleSUR; The Saker Blog, il New Eastern Outlook (NEO); e altri siti internet. È autore di Implosion – An Economic Thriller about War, Environmental Destruction and Corporate Greed – fiction basata su fatti e su 30 anni di esperienza della Banca Mondiale in tutto il mondo. È anche coautore di The World Order and Revolution! – Saggi dalla resistenza.

 

Fonte: https://www.globalresearch.ca/

Link: https://www.globalresearch.ca/corona-aftermath/5708875

9.04.2020

 

Scelto e tradotto per www.comedonchisciotte.org da Francesca Savina