Browsing Category

Depressione Economica

Perché al privato serve lo Stato (e la grande impresa pubblica)

di Thomas Fazi, Sovranità Popolare Che moltissimi imprenditori piccoli e medi vedano oggi lo Stato come un nemico è un dato di fatto. È un sentimento comprensibile, dato che le loro interazioni quotidiane con lo Stato sono fatte perlopiù di tasse e burocrazia. Ma gli imprenditori commettono un errore madornale nell’identificare il nemico nello Stato tout court piuttosto nelle specifiche politiche portate avanti da questo Stato. Per il semplice fatto che, se è vero che oggi lo Stato è causa di…

NOME IN CODICE: Operation Virus Identification 2019; il piano elitario per il rimodellamento della società

Mike Whitney unz.com Tutto quello che ci era stato inizialmente detto sul Coronavirus si è rivelato sbagliato. In effetti, non è affatto un'infezione "nuova" e unica nel suo genere, ma fa parte di una famiglia più ampia di cui, nel recente passato, si erano avute altre varianti. Inoltre, non è il virus più contagioso o più letale che abbiamo mai visto, ma un'infezione abbastanza lieve, che non ha alcun effetto sulla maggior parte delle persone e che uccide solo da 1/200 a 1/1.000 persone.…

Lo Stato di rovescio

Roberto Pecchioli accademianuovaitalia.it Si chiama Stato di diritto – locuzione derivata dall’espressione Rechtsstaat, coniata dalla teoria giuridica tedesca del XIX secolo - quella forma di governo che sottopone se stessa alla legge attraverso la divisione dei poteri e la formazione di istituzioni di garanzia. Presupposto dello Stato di diritto è che l’esercizio arbitrario del potere venga contrastato con la regolazione dell’organizzazione e del funzionamento dei pubblici poteri,…

Togliere il bavaglio (*) alla libertà

Israel Shamir - 3 luglio 2020 – The Unz Review “Homo homini lupus est”, diceva Plauto. I nostri nuovi maestri hanno battuto il vecchio autore comico romano al suo gioco, stabilendo l'Homo homini toxicus est come nuova norma. Ci hanno insegnato a temerci l'un l'altro, a indossare maschere, a mantenere la distanza sociale, o meglio ancora, a stare a casa. Preferiscono così, con noi rinchiusi, fuori dai piedi, ordinando le cose via Internet e perdendo le nostre case a favore di società…

Grecia: dopo il Covid, l’economia delle ONG

DI PANAGIOTIS GRIGORIOU greekcrisis.fr Giugno in Grecia vede gli strascichi della quarantena che cominciano a farsi sentire sulle strutture turistiche senza prenotazioni. I marinai dei traghetti temono licenziamenti in massa, mentre altri 150 mila marinai di navi mercantili sono bloccati nei porti senza poter ripartire a causa delle restrizioni dei porti di destinazione. Continua, nel frattempo, l’arrivo dei migranti, unico fenomeno che sembra suscitare (giustificate) reazioni di sorta…

Depressione Coronavirus: L’Europa meridionale non si riprenderà mai

Guillaume Durocher - 27 giugno 2020 - da unz.com Brutte notizie per l'Europa meridionale. Sembra che il coronavirus consoliderà ulteriormente le antiche disparità tra nord e sud dell'Unione Europea. Secondo le stime della Commissione Europea, le economie di Italia, Spagna e Grecia si ridurranno di oltre il 9%. In confronto, la media UE è del 7,4%. La Francia si ridurrà dell'8,2%, mentre la maggior parte dei paesi nordici/germanici si ridurrà meno del 6,5% (Germania, Svezia,…

Covid-19: solidarietà fra immigrati italiani in Australia

La comunità italiana in Australia sta dando prova di grande solidarietà con i connazionali precari. Intervista al segretario di NOMIT D: Che cos’è NOMIT? R: NOMIT (Italian Network of Melbourne) è un’associazione no-profit fondata a Melbourne nel 2013 da un gruppo di giovani italiani. Volevano creare qui una forma associativa e di impegno civico come quelle con cui collaboravano in Italia. L’obiettivo principale è fornire informazioni e assistenza ai connazionali che…

Conte alla resa dei conti

Più cresce l'aria di smobilitazione, più certi personaggi si arrampicano sugli specchi nel goffo tentativo di protrarre una situazione che faceva comodo a loro, ma non a sette miliardi di umani. "Non abbassare la guardia" è la parola d'ordine che hanno cercato di inculcarci da metà aprile in qua, cioè da quando si sgretolava in maniera sempre più evidente ogni pretesto pseudo-sanitario per questa panicodemia: un colosso i cui piedi di argilla erano evidenti fin dall'inizio, ma le…

Un’altra demolizione controllata?

Gilad Atzmon - 22 maggio 2020 Fonte: The Unz Review Da anni gli eco-entusiasti, sia attivisti che scienziati, ci dicono che la “festa” finirà. Il pianeta su cui siamo bloccati non può resistere ancora per molto, sta diventando troppo affollato e insopportabilmente caldo. La maggior parte delle persone non si è resa conto della situazione e per un motivo. Questo pianeta, si tende a pensare, non è veramente "nostro", ci siamo stati buttati sopra e per un tempo limitato. Una volta afferrato…

Le elites truffaldine che vogliono “salvarci” dal coronavirus

Brandon Smith alt-market.com La scorsa settimana, la Federal Reserve ha pubblicato un rapporto in base al quale i dati del PIL per il secondo trimestre indicherebbero probabilmente una perdita del 34,9%. Questo è più grande il crollo del PIL dai tempi della Grande Depressione, neanche da paragonarsi alla crisi del 2008. E se prendiamo in considerazione il fatto che la Fed incrementa artificialmente i dati del PIL, aggiungendoci molte voci di bilancio non produttive, dobbiamo chiederci: quali…

La morte del petrolio americano

Arthur Berman oilprice.com Per la maggior parte dell'industria petrolifera statunitense i giochi sono fatti. I prezzi sono crollati e lo spazio di stoccaggio è quasi esaurito. L'unica opzione per molti produttori è quella di chiudere i pozzi. Questo significa azzerare i profitti. La maggior parte di loro è considerevolmente indebitata e il passo successivo sarà il fallimento. Peggy Noonan ha scritto di recente nella sua rubrica che "questa è una calamità economica nazionale ad un…

Coronavirus – I postumi di una mega depressione in arrivo…

DI PETER KOENIG globalresearch.ca Cosa succederà dopo? È una domanda che gira nella mente di molte persone. Molto probabilmente il mondo non sarà più lo stesso. Potrebbe essere qualcosa di buono, o meno buono, a seconda di come guardiamo a questa catastrofica "pandemia" che, a detta di tanti, non merita di esser chiamata col termine “pandemia”, nome inconsapevolmente attribuito al SARS-2-CoV, o 2019-nCoV, poi ribattezzato dall'OMS come COVID-19. L'11 marzo, il Dottor Tedros, Direttore…