L’epidemia di coronavirus inizia ad essere un’”infodemia”

DI DMITRIJ SEDOV

fondsk.ru

A chi importa tenere traccia delle iniziative di mobilitazione di Pechino per proteggere dall’epidemia e dai cambiamenti nella situazione politica interna nella Repubblica Popolare Cinese

Il 30 gennaio, il Comitato di emergenza dell’Organizzazione Mondiale della Sanità ha tenuto una riunione, in cui la situazione intorno all’epidemia di coronavirus 2019-nCo è stata riconosciuta grave e la previsione di evoluzione sfavorevole. Il Direttore Generale dell’OMS Tedros Adhanom Ghebreyesus ha deciso di dichiarare un’emergenza sanitaria internazionale, in ambito di saluto pubblico. Il prossimo passo potrebbe essere costituito da una pandemia, cioè da un pericolo globale. Il computo del processo è iniziato il 31 dicembre 2019, quando le autorità cinesi hanno annunciato l’ondata dell’epidemia 2019-nCo a Wuhan. Secondo i loro dati, 20.704 persone sono state infettate, 427 persone sono morte, 727 sono guarite. Nel frattempo, il coronavirus ha già superato i confini della Cina.

Il virus 2019-nCo non è un patogeno completamente nuovo; proviene da un numero di virus simili a quelli che hanno assunto l’epidemia della sindrome respiratoria Sars nel 2002 e Mer s nel 2009. All’epoca, sono morte registrati 774 e 858 persone. Tuttavia, il coronavirus differisce dai suoi predecessori in quanto diventa contagioso anche durante il periodo di incubazione e per i medici il problema più grande è identificato dai pazienti in una fase in cui essi stessi non sono consapevoli della loro malattia.

Le comunicazioni su una nuova epidemia hanno generato un’ondata informativa sui social network, che l’OMS ha definito ” infodemia “. I messaggi informativi inviati molte informazioni contraddittorie, false, intenzionalmente distinte. Un flusso di informazioni confonde rende difficile comprendere la situazione. Il Direttore Generale dell’OMS TA Ghebreyesus ha formalmente avvertito il pericolo delle dicerie.

La maggior parte delle informazioni false riguarda il numero di malattie e morali durante l’epidemia. Si originano notizie false su decine, persino centinaia di migliaia di vittime del virus e fantasie assurde sul fatto che le autorità cinesi “bruciano i cadaveri negli inceneritori”. Le quantità delle medicine acquistate stanno crescendo. L’esempio più eloquente è la richiesta di mascherina che non protegge dall’infezione da virus 2019-nCo. I prezzi di queste mascherine sono aumentati ripetutamente in molti Paesi e le mascherine scarseggiano. Lo stesso si può dire della crescente domanda di farmaci antivirali. Non c’è dubbio che dietro a questo aggiotaggio vi siano delle grandi aziende farmaceutiche.

In connessione con il flusso crescente di disinformazione, l’OMS ha lanciato una vasta campagna di sensibilizzazione, incoraggiando gli Stati a prepararsi per una comunicazione rapida, trasparente e affidabile con il pubblico. È in corso un lavoro con Google , Twitter , Facebook , Tencent e TikTok per contrastare le notizie false. Twitter sta bloccando le comunicazioni con la diffusione di informazioni sulla provenienza artificiale del 2019-nCo. Ad esempio, il sito web Zero Hedge , che sostiene che il coronavirus fosse un’arma biologica, ha subito un tale blocco.

Non è sempre facile separare informazioni affidabili dalle illazioni. Quindi, la BBC, sostenendo che il coronavirus si sta spostando da una persona all’altra e ha un’alta capacità di riproduzione, diffonde l’opinione che questa epidemia non si estinguerà da sola, che può essere fermata solo con l’isolamento delle grandi città cinesi. Tuttavia, non ci sono ancora epidemie statali o pandemie nella storia che sono continuate indefinitamente. Un’influenza spagnola, che ha ucciso circa il 5% della popolazione mondiale all’inizio del 20 ° secolo, si è estinta da sola. Apparentemente, la BBC ha obiettivi specifici. A giudicare dal fatto che Hong Kong sta adottando misure più severe per limitare il flusso di persone e merci dalla Cina, a Londra è una specie di speranza di tornare nella sua ex colonia. Ecco che si assiste “all’epidemia infinita”.

Non vi è motivo di fidarsi della speculazione, secondo cui le autorità cinesi controllano il pericolo del coronavirus alla fine di ridurre la valutazione dello Yuan [renminbi]. C’è un’altra correlazione: più il panico si diffonde in tutta la Cina, più è difficile per il Paese di fronte ai problemi che sono sorti.

Allo stesso tempo, non c’è motivo di ignorare i pregiudizi sull’origine artificiale del coronavirus come tipo di arma batteriologica. Nel 2001, gli Stati Uniti sono stati ritirati dal protocollo BTWC (Accordo sulla proibizione dello sviluppo, della produzione e dell’accumulo di depositi di armi batteriologiche e armi tossiche e sulla loro distruzione) e hanno ripetutamente rifiutato di ammettere osservatori negli impianti di produzione che potrebbero essere rilevanti per la creazione di armi biologiche. Se tenete presente che nel 2011 Cuba ha accusato gli Stati Uniti di aver diffuso sull’isola la febbre dengue, che ha causato la morte di circa 200 persone, e le autorità georgiane non sono in grado di spiegare la morte dei loro cittadini in un laboratorio biologico americano top-secret vicino a Tbilisi, c’è qualcosa a cui pensare.

Ad esempio, sul fatto che è importante che la CIA tenga traccia e valuti il ​​sistema di misure di mobilitazione attuato dalle autorità della Repubblica Popolare Cinese in relazione all’epidemia del virus. Da qui anche tutte le possibili congetture, sul fatto che l’intelligence americana ha modellato l’attacco alla Repubblica Popolare Cinese con armi batteriologiche e sta monitorando le iniziative di Pechino per difendersi da esso.

Altrettanto importante è per la CIA la valutazione della situazione politica interna della Cina, che, a seguito dell’epidemia, è stata annunciata a scompiglio. La manifesta opposizione al governo centrale, in un certo numero di province cinesi, potrebbe portare un cambiamento di forze nelle alte sfere dell’autorità. A Washington sono molto interessati a rafforzare i Cinesi occidentali, in modo da contrastare il Presidente Xi Jinping.

 

DMITRY SEDOV

07.02.2020

Fonte: https://www.fondsk.ru/

Link:  https://www.fondsk.ru/news/2020/02/07/epidemia-koronavirusa-pererastaet-v-infodemiu-50068.html

 

Scelto e usato per www.comedonchisciotte.org da NICKAL88

 

 

6 Comments
  1. Rossi Mario says

    Bloccare sempre chi ha una visione contraria al potere costituito,è sempre stato e sempre sarà così.

  2. clausneghe says

    E intanto i morti crescono, più di 1100 come strombazza l’Ansia. it ,che griderebbe volentieri al milione, così come vorrebbero i suoi padroni transnazionali…
    Sono intimamente convinto che questa pseudo epidemia è stata volutamente provocata, i satanisti occidentali dispongono di migliaia di schiavi,laureati e in camice bianco che lavorano per i loro sporchi scopi.
    Vedere Fort Detric in America o Salisbury in Inghilterra….dove rispettati operatori del veneficio sono all’opera,per difendere e favorire la DemoNcrazia, ovviamente.

  3. Astrolabio says

    Ma che cosa vorrebbe dire questo articolo?

    In Cina diverse fonti che non sono del regime (ma per questo non possono essere definite fake di fronte ad un regime comunista che non da nessun dato certo) documentano che ci sono cremazioni continue e da settimane.

    Leggo invece in questo articolo che sono fantasie le cremazioni senza alcuna fonte. Poi si dice il mainstream….
    Se il virus e’ contagioso fare cremazioni e’ di rigore. Solo che non si sa da che cosa sono morti i cremati.
    Il discorso e’ ben diverso.

    1. Pas de deux says

      Da noi per avere notizie ti rivolgi al governo italiano che io non accetto o alle fonti che non sono del regime? Perche’per me essere governato da chi non accetto con la scusa delle elezioni piu’ o meno farsa, e’regime. In cina mi documento con i media al governo, come fanno tutti gli enti preposti a cominciare dall’oms!Il peggior regime al mondo e’quello che ti mette sotto facendoti credere che invece stai sopra, come le nostre Demoniokrazie!

  4. lady Dodi says

    A proposito del “bruciano centinaia di cadaveri…..”.
    Non ricordo bene e non intendo scomodare un’amica anatomopatologa per chiederle conferma. Quindi cerchi chi è interessato.
    Ma i cadaveri vanno tumulati in fretta per motivi igienici ma NON perché possano trasmettere malattie virali. Il virus infatti , muore con l’organismo che lo ospita.

  5. Annibal61 says

    Certo che sto virus capita proprio a fagiolo per rafforzare la politica estera americana.

Comments are closed.