Home / Archivi etichette: Emmanuel Macron

Archivi etichette: Emmanuel Macron

Per amore degli Ebrei

DI ISRAEL SHAMIR unz.com Inghilterra e Francia, due antagonisti, due pilastri della civiltà europea, sono entrambe dominate dal parossismo della giudeofilia. Il risultato delle imminenti e molto importanti elezioni parlamentari in Gran Bretagna è imperniato su questo tema, con i Laburisti e i Conservatori che fanno a gara a chi professa in modo più profuso l’amore per gli Ebrei, mentre gli Ebrei non riescono a decidere chi detestare di meno. La Francia, dopo un anno di manifestazioni della classe media …

Leggi tutto »

L’uomo che sussurrava alla Merkel

DI ROSANNA SPADINI comedonchisciotte.org Giuseppe Conte, l’uomo dalle molte facce e dalle mille risorse, è stato definito ieri da Donald Tusk, il presidente del Consiglio europeo: “Uno dei migliori esempi di lealtà in Europa“. “E’ sempre difficile difendere gli interessi nazionali e trovare soluzioni europee ma su di lui posso dire soltanto cose positive”, ha detto ancora Tusk, in una conferenza stampa a Biarritz prima dell’inizio del vertice del G7. Quindi il premier uscente si sarebbe distinto per essere un …

Leggi tutto »

Il Naufragio dei Gilets Jaunes

DI MICHEL ONFRAY michelonfray.com Il vantaggio con BHL (Bernard Henry-Levy ) [1] è che si sbaglia continuamente e basta pensare il contrario di quello che lui scrive o dice, per essere sicuri e certi di stare nel vero. È una vera performance intellettuale, un destino unico nella stessa storia delle idee, il fatto di essere la bussola che indefettibilmente indica il Sud! Promuovendo se stesso e il suo One Man Show in tutte le capitali d’Europa dove le sale si riempiono …

Leggi tutto »

I Gilet Gialli di Francia: sei mesi di lotta

DI RICHARD GREEMAN counterpunch.org Vi scrivo da Montpellier, in Francia, dove sono un osservatore-partecipante nel movimento dei Gilet Gialli, che dopo sei mesista ancora andando a gonfie vele, nonostante la mancanza di informazioni nei media internazionali. Ma perché dovreste prendervi il tempo per saperne di più sui Gilet Gialli? La risposta è che la Francia ha rappresentato per oltre due secoli il modello classico per l’innovazione sociale, e questo movimento sociale unico e originale ha un enorme significato internazionale. I Gilet …

Leggi tutto »

Rendere di nuovo grande la Cina – Riorientare l’Europa

DI DEENA STRYKER journal-neo.org Nel 1820, l’economia cinese era la più grande del mondo, come lo era da secoli. Poi le Guerre dell’Oppio, iniziate dall’Impero Britannico, hanno imposto l’oppio indiano al Paese. Verso la metà del secolo, la dinastia Qing era stata così indebolita che la Cina si trovava a un passo dall’essere fatta a pezzi dalle potenze coloniali, come è stato per l’Africa. Costretta a commerciare in modo sleale con il mondo, la quota di PIL totale della Cina si …

Leggi tutto »

Dalla parte dei Giubbotti Gialli: quello che i media occidentali non dicono

  OLLIE RICHARDSON stalkerzone.org Disclaimer: se pensate che Soros/la Russia /l’America /gli Illuminati sia dietro ai Giubbotti Gialli o qualche altra sciocchezza del genere, allora fermatevi qui. Questo articolo non fa per voi. I video dei gatti su YouTube sono forse più appropriati. Mentre le proteste dei Giubbotti Gialli (Gilets Jaunes) erano iniziate, in realtà, il 17.11.18, penso che la maggior parte della gente sappia che la frustrazione nei confronti del governo era andata accumulandosi già da molti, molti anni. …

Leggi tutto »

Algeria: l’iceberg che potrebbe affondare Emmanuel Macron

  SCOTT MCCONNELL theamericanconservative.com Dopo essere sopravvissuto a diversi tentativi di assassinio da parte dei partigiani francesi di Algérie Française, Charles de Gaulle, nel marzo 1962, aveva firmato un accordo di pace che metteva fine alla sovranità francese sull’Algeria. La guerra per l’indipendenza algerina era stata lunga e cruenta, segnata dal terrorismo e dalla tortura. Tutti i personaggi di spicco della politica francese credevano, nel 1954, che l’Algeria fosse una parte integrante della Francia, da difendere a tutti i costi. …

Leggi tutto »

La Cina, Amnesty e i Gilets Jaunes

DI BRUNO GUIGUE francais.rt.com Rivedendo l’ultimo rapporto della organizzazione non governativa Amnesty International sulla Cina, l’analista politico Bruno Guigue ne indica le approssimazioni e sottolinea che per confronto, è allarmante la gestione della crisi dei Gilets Gialli in Francia. Quando si voglia trattare la questione dei diritti umani in Cina, il problema che si pone immediatamente è quello delle fonti d’informazione. Se sono governative, i detrattori abituali della Cina comunista mettono in rilievo immediatamente la loro parzialità. Se sono legate agli …

Leggi tutto »

SI farà la fine di Tsipras ?

DI GIULIO SAPELLI ilsussidiario.net È iniziato un gioco a somma zero tra governo e Commissione europea. E questo è quanto di più negativo potesse accadere. L’Italia è già assediata su molti fronti. Il più importante e delicato e quello dove si dispiega l’architrave del nostro interesse prevalente, ossia il Mediterraneo e in primo luogo il Nord Africa, dove si trovano gli storici insediamenti italiani sulle ricchezze fossili e da dove ci si diparte per dispiegare una sorta di anello di …

Leggi tutto »

La Scelta della Guerra Civile

DI MICHEL ONFRAY michelonfray.com Mentre è in Egitto per visitare le piramidi insieme ad un Aréopage – una bella compagnia – nella quale figura anche l’infaticabile Jack Lang, Emmanuel Macron, trova il tempo anche per rispondere a qualche domanda dei giornalisti in una conferenza stampa sui gilets-jaunes: ” Sono rammaricato che undici dei nostri concittadini abbiano perso la vita durante questa crisi. (…) Faccio notare che spesso sono morti solo per la stupidità umana, ma che nessuno di loro (sic) …

Leggi tutto »

I Gilets-Jaunes, o le contraddizioni della democrazia dei consumatori

  DI GUILLAUME DUROCHER unz.com I travagli del presidente francese Emmanuel Macron riflettono le contraddizioni del sistema da lui rappresentato: il capitalismo manageriale, socialdemocratico e globalista all’ultimo stadio. In una democrazia dei consumatori, tutti hanno diritto ad un consumo infinito. Ecco come funziona. Non sono sicuro che ve ne ricordiate, ma avevamo combattuto la Seconda Guerra Mondiale sulla base del semplice principio che ogni bipede senza piume è uguale ad un altro. I ragazzi che erano morti sulle spiagge della …

Leggi tutto »

Aquisgrana: la signora omicidi ha colpito ancora

DI ROSANNA SPADINI comedonchisciotte.org Di omicidi politici si tratta, ma pur sempre di omicidi, e nel frattempo ci è scappato anche qualche suicidio vero. Infatti nel liquame fangoso del Regno dell’Euro, c’è qualche forza misteriosa che negli ultimi 20 anni ha attirato nella voragine della recessione tutti gli stati membri, uno dopo l’altro, tranne la ‘locomotiva’ d’Europa, la Germania. Come se avessimo vissuto sul palcoscenico di “Dieci piccoli indiani”,  prima sparisce la Grecia, poi Irlanda, Spagna, Italia, Gran Bretagna, ed …

Leggi tutto »

Della rivoluzione gialla abbiamo visto l’Arco, ma non la freccia

DI ROSANNA SPADINI comedonchisciotte.org Ho ascoltato con interesse l’incontro tenuto a Roma con Véronique Rouille e Yvan Yonnet dei Gilets Jaunes, presentato da Moreno Pasquinelli di Programma 101, con la presenza di Antonio Maria Rinaldi e Mariano Ferro. Ma la conferenza mi ha destato molte perplessità sulla reale efficacia di questo movimento, soprattutto quando Yvan Yonnet ha consigliato di boicottare le elezioni europee con l’astensionismo, sostenendo che se tale astensione raggiungesse il livello del 80%, il sistema Europa crollerebbe sotto …

Leggi tutto »

La Repubblica attaccata da un transpallet (1)

DI MICHEL ONFRAY michelonfray.com Ciò che i media di Maastricht amano soprattutto, è ciò che rimproverano ai loro nemici: l’amalgama. in questi tempi tutti lo vedono dei giornali, nelle radio, nelle televisioni del sistema una sola rondine rappresenta per questa genia la primavera dei Gilet jaunes. Con loro abbiamo potuto così constatare fino alla nausea come un omofobo, un razzista, un antisemita, un complottista che salta fuori tra i Gilet jaunes fa di tutti i Gilet jaunes dei responsabili dei …

Leggi tutto »

I Giubbotti gialli: serve al più presto un programma per le elezioni europee e amministrative.

DI PIERRE-GILLES BELLIN agoravox.fr Di fronte alla rabbia crescente nel paese, la prima risposta di Emmanuel Macron fu di denunciare i Gilet Gialli come anti-ecologisti, poiché rifiutavano la Tassa Carbone. Argomento sorprendente: significa ricavare dalla sofferenza dei Gilet Gialli, dalla nostra sofferenza, l’argomento contro di loro, e contro tutti noi. Indignazione. Ma l’analisi degli argomenti presidenziali ribalta queste cose e ci da i primi elementi di un programma politico per due scadenze importanti: le elezioni europee e le amministrative. Spiegazioni. …

Leggi tutto »

Gilets Jaunes – La fine della distopia

  ISRAEL SHAMIR unz.com I Francesi sono i migliori.  Gli uomini non ingrassano. Le donne non dormono da sole. I bambini sono educati. Hanno la migliore architettura, il miglior stile di vita, il miglior pane, il miglior vino, il miglior olio d’oliva, la migliore cucina, alcuni dei migliori romanzi, film, pittura, poesia, profumo e donne. Inoltre eccellono nelle rivoluzioni. Ogni loro rivoluzione è come una pesca, perfetta, rotonda e succosa. Aprono una nuova epoca per l’umanità. Il solo pensiero di …

Leggi tutto »

Oggi non c’è più destra e sinistra: solo le persone sono contro l’élite. I “giubbotti gialli” stanno creando una nuova storia politica, una nuova ideologia.

  DI ALEXANDER DUGIN rt.com Le proteste in Francia, simboleggiate dai giubbotti gialli, coprono una parte sempre più grande della società. Gli esperti politici hanno già definito questo movimento una “nuova rivoluzione”. La escalation del movimento dei “gilet gialli” è già così grave che è assolutamente necessario analizzare in modo dettagliato questo fenomeno. Abbiamo a che fare con una vivida manifestazione del populismo europeo moderno. Il significato del populismo, come fenomeno che emerge dalla struttura politica nelle società formatesi  sulla …

Leggi tutto »

La Francia è profondamente spaccata. I Gilet Gialli sono solo un sintomo

    DI CHRISTOPHE GUILLUY theguardian.com Dagli anni ’80 in poi è risultato chiaro che c’era un prezzo che le società occidentali avrebbero dovuto pagare per adattarsi a un nuovo modello economico e che tale prezzo consisteva nel sacrificio della classe lavoratrice. Nessuno ha pensato che la ricaduta avrebbe colpito anche il grosso della classe medio-bassa. Ora è ovvio, comunque, che il nuovo modello non ha indebolito solo le fasce proletarie ma la società nel suo insieme. Il paradosso è …

Leggi tutto »

Un esercito europeo agli ordini degli Stati Uniti incentiverebbe solo l’imperialismo e la corruzione militare

  FEDERICO PIERACCINI strategic-culture.org L’idea di creare un esercito comunitario per le nazioni dell’UE è stata riproposta numerose volte, negli ultimi dieci anni, da molti sostenitori dell’elite globalista. L’ultimo esempio ci arriva dal Presidente francese Macron che, durante le commemorazioni per la fine della Prima Guerra Mondiale, ha sfruttato l’occasione per rivitalizzare un’idea che rappresenta più una fantasia che una possibilità reale. Prima le buone notizie. Richard Shirreff, un ufficiale di carriera in pensione dell’esercito inglese aveva dichiarato che: “Penso …

Leggi tutto »

Il volo del pollo decapitato

  DMITRY ORLOV cluborlov.blogspot.com All’età di cinque anni, mentre trascorrevo l’estate in un piccolo villaggio, un paio di fusi orari ad est di Mosca, avevo assistito all’uccisione di un gallo. Io e mio fratello ci eravamo recati a casa di un vicino per prendere un po’ di uova. Proprio mentre stavamo arrivando, il vicino era finalmente riuscito a catturare un gallo e gli aveva tagliato la testa. Dopodichè, il neo decapitato volatile si era impegnato in una incredibile esibizione di …

Leggi tutto »

Ombre della rivoluzione del 1789 nelle proteste per il carburante in Francia

DI LARA MARLOWE irishtimes.com È facile immaginare l’impopolare Macron come un marchese incipriato condotto alla ghigliottina I movimenti di protesta in Francia portano inevitabilmente echi di guerra di classe e della rivoluzione del 1789. I gilets jaunes dalle casacche gialle, che sono riusciti a mobilitare 290.000 persone in tutta la Francia sabato [17 novembre], senza un’organizzazione e senza leader, non fanno eccezione. Anche se il loro numero sta diminuendo, i gilets jaunes hanno continuato lunedì a bloccare autostrade, ponti e …

Leggi tutto »

Trump ha dato la sua benedizione alla creazione di un esercito europeo

DI  VLADIMIR PROKHVATILOV fondsk.ru La formazione di un unico complesso industriale militare europeo sotto il controllo degli USA Il 10 novembre a Parigi, ha avuto luogo un incontro del Presidente degli Stati Uniti Donald Trump e del Presidente francese Emmanuel Macron. Prima dell’inizio dell’incontro, Trump aveva definito le parole di Macron, sulla necessità di creare un esercito europeo per proteggersi da “Cina, Russia e persino dagli Stati Uniti”, “molto offensive” (very insulting). “Forse l’Europa dovrebbe prima contribuire con la sua …

Leggi tutto »

Nazionalisti, Patrioti e ex banchieri dei Rothschild

DI RAUL ILARGI MEIJER zerohedge.com Se e quando un ex banchiere dei Rothschild comincia a spiegare che cosa significano veramente le parole nei nostri rispettivi linguaggi, dobbiamo fare attenzione. Anche se ha dozzine di speech writers professionisti e spin doctors che lo fanno per lui. E anche se il significato e l’interpretazione delle parole, nonostante possano sembrare facilmente traducibili, si differenziano tra inglese, francese, tedesco, russo, cinese a tal punto che ‘Lost in Translation’ sarebbe un eufemismo. Ma se siete quel …

Leggi tutto »

Orbán fa l’insubordinato mentre il Parlamento Europeo considera le sanzioni contro l’Ungheria

  DI DANIEL BOFFEY theguardian.com Il Primo Ministro ungherese, Viktor Orbán, ha affermato che il suo Paese è stato condannato per aver scelto di non essere un “Paese di migranti”, dal momento che ha riconosciuto che il Parlamento Europeo si apprestava ad attivare la sanzione più grave dell’UE contro il suo governo. Giunto in ritardo, martedì [11 settembre], a un dibattito alla camera di Strasburgo sui tribunali del Paese [Ungheria], sul trattamento della sua comunità Rom e sulla libertà accademica …

Leggi tutto »

“Non è il mio amante”. Davvero? L’incredibile autogol di Macron

DI MARCELLO FOA Il Cuore del Mondo E’ incredibile l’errore di comunicazione commesso da Emmanuel Macron. Quando devi smentire non devi mai usare la negazione, perchè il subconscio tende a trascurare il “non”. Il grande linguista americano George Lakoff lo spiega magistalmente da anni sin dal titolo del suo celebre saggio “Non pensare all’elefante”. Vi invita a non pensare a quell’animale e tu lettore, cosa stai facendo in questo momento? Stai pensando all’elefante. Con la sua improvvida dichiarazione di ieri, …

Leggi tutto »

Ai migranti è riservata accoglienza ostile, non importa su quale sponda dell’Atlantico attraccano

DI LORI HINNANT e COLLEEN BARRY – The Associated Press Globalnews.ca Da guardare: Il dibattito sui migranti divide l’Europa  Su entrambe le sponde dell’Atlantico, ai migranti che ogni giorno a centinaia inondano le frontiere è stata riservata accoglienza ostile e i governi non sono stati in grado di accordarsi su come far fronte agli arrivi. In Europa, dove i partiti di estrema destra sono entrati a far parte dei governi in Italia e in Austria e si sono rafforzati altrove, anche …

Leggi tutto »

Aquarius sì, Aquarius no? L’Italia dice no

DI ALESSANDRO GUARDAMAGNA comedonchisciotte.org “Finché la barca va, lasciala andare, Finché la barca va, tu non remare, Finché la barca va, stai a guardare… ” Così diceva una canzone popolare di quasi 50 anni fa, che ben riflette la flemma cronica con cui i governi Europei degli ultimi anni sono stati a contemplare il tema-problema dell’immigrazione di massa. Da qualche giorno però, dopo l’insediamento in Italia del primo governo “populista”, qualcuno ha deciso di non stare più a guardare e …

Leggi tutto »

L’ultima resistenza del “filotedesco” Mattarella

DI FEDERICO DEZZANI federicodezzani.altervista.org Il veto presidenziale alla nomina di Paolo Savona a ministro dell’Economia ha ucciso in fasce il governo M5S-Lega: si tratta di uno stop momentaneo, perché lo stallo parlamentare obbligherà inevitabilmente a sciogliere le Camere e indire nuove elezioni nel prossimo autunno. Anzi, l’incarico assegnato all’ex-FMI, Carlo Cottarelli, porta nuova acqua al mulino dei populisti, lanciati verso una schiacciante vittoria una volta che sarà acclarata l’impossibilità di portare avanti la legisltatura. Dietro al niet di Mattarella si …

Leggi tutto »

ECCO COSA VA FATTO ADESSO (e Mattarella andrà al mare)

DI PAOLO BARNARD comedonchisciotte.org La frittata è fatta, e si deve agire. Ecco cosa deve fare a questo punto in Italia una vera leadership adeguata ai tempi in cui tutti gli altri ormai vivono. Ma occorre un’essenziale premessa con cose cruciali da capire. Punto 1): Il golpe è stato servito a Mattarella pronto e cucinato da un popolo sprovveduto che ha votato al potere due partiti di sprovveduti che millantano di saper affrontare delle immensità internazionali armati di carature politiche …

Leggi tutto »

La nuova guerra civile europea

DI SANDRO MOISO carmillaonline.com Oggi, 3 maggio 2018, mentre i media nazionali rispettosi soltanto dei vuoti rituali della politica guardano a ciò che avverrà nella direzione del PD, cade il venticinquesimo giorno dell’occupazione militare della ZAD di Notre Dame des Landes da parte dei mercenari in divisa da gendarmi dello Stato francese. 2500 agenti che da venticinque giorni, con ogni mezzo non necessario se non a ferire gravemente i corpi o a violentare i territori percorsi da autoblindo, ruspe e …

Leggi tutto »