Home / Notizie dall’Europa

Notizie dall’Europa

L’ANATOMIA DEL POPULISMO E LA SFIDA DI MATRIX

DI ALEXANDER DUGIN geopolitica.ru Riproponiamo la traduzione riveduta e corretta dell’articolo di Alexander Dugin pubblicata ieri con il titolo: “Oggi non c’è più destra e sinistra: solo le persone sono contro l’élite. I “giubbotti gialli” stanno creando una nuova storia politica, una nuova ideologia”. Le proteste in Francia, simboleggiate dai giubbotti gialli, coinvolgono una parte sempre più grande della società. Gli esperti politici hanno già definito questo movimento una “nuova rivoluzione”. L’escalation del movimento dei “gilet gialli” è già così …

Leggi tutto »

L’Italia, l‘UE e la caduta dell’Impero Romano

  ALASTAIR CROOKE strategic-culture.org La leadership europea sta cercando di contenere una crisi che sta emergendo a velocità sempre più alta: questa sfida è rappresentata dal crescente numero degli stati ribelli (Gran Bretagna, Polonia, Ungheria e Italia) e dei gruppi storico-culturali indipendentisti (Catalogna), tutti ormai sinceramente contrari al concetto di convergenza obbligatoria verso un ‘ordine’ globale amministrato dall’UE e alla sua ‘disciplina’ di austerità monetaria. [Questi stati e questi gruppi] rigettano anche la pretesa dell’UE di far parte, in qualche …

Leggi tutto »

Ecco come la polizia francese agli ordini di Macron e del suo Ministro degli interni Castaner tratta gli studenti

FONTE: TWITTER.COM This is how the French police, under the orders of #Macron and minister of the interior of #Castaner, treat children in France in 2018#YellowVests #GiletsJaunes #ViolencesPolicieres pic.twitter.com/iN8cwyAa61 — HDG ⭐⭐ (@hdgremix) December 6, 2018   Fonte: https://twitter.com Link;: https://twitter.com/search?q=Violences%20polici%C3%A8res%C2%BB%20&src=typd&lang=it&lang=it&lang=it 7.12.2018   Francia, 100 studenti fermati: interrogati in ginocchio e con le mani sulla testa I liceali sono stati allineati con le mani sopra la testa e alcuni ammanettati, le immagini che hanno scosso il Paese. Capitale blindata in …

Leggi tutto »

Oggi non c’è più destra e sinistra: solo le persone sono contro l’élite. I “giubbotti gialli” stanno creando una nuova storia politica, una nuova ideologia.

  DI ALEXANDER DUGIN rt.com Le proteste in Francia, simboleggiate dai giubbotti gialli, coprono una parte sempre più grande della società. Gli esperti politici hanno già definito questo movimento una “nuova rivoluzione”. La escalation del movimento dei “gilet gialli” è già così grave che è assolutamente necessario analizzare in modo dettagliato questo fenomeno. Abbiamo a che fare con una vivida manifestazione del populismo europeo moderno. Il significato del populismo, come fenomeno che emerge dalla struttura politica nelle società formatesi  sulla …

Leggi tutto »

Ancora un altro batterio fuori controllo dell’America sta dilagando in Europa

DI JEAN PERIER journal-neo.org Nei miei articoli precedenti ho trattato le micidiali armi del futuro, quelle che puzzano di morte e distruzione per l’umanità, sviluppate nei laboratori top secret statunitensi. In precedenza, ho esaminato il batterio mutato, il cui nome in codice è Cynthia, che originariamente era stato progettato per consumare ammassi di idrocarburi, ma invece ha iniziato a consumare carne umana. Anche se c’è stato un numero di casi letali lungo il Golfo del Messico, le autorità americane hanno …

Leggi tutto »

I pro e i contro del gasdotto israeliano verso l’Europa

TOM LUONGO tomluongo.me Israele ha reso pubblico un importante progetto per la realizzazione di un gasdotto che, partendo dalle sue coste, interesserà quattro paesi e terminerà nell’Italia del Nord. La EastMed Pipeline potrebbe essere uno dei più lunghi gasdotti della storia, ma anche il più tecnicamente difficile da realizzare. Il progetto era stato annunciato alcuni giorni fa da World Israel News, dopo essere stato oggetto di negoziati per almeno due anni. E’ stato definito come una contromossa al predominio energetico …

Leggi tutto »

L’Europa ha ragione: non è finita la pacchia

  DI CARLO BERTANI carlobertani.blogspot.com Una sera, discorrevo con un sindaco: un bravo sindaco, uno che fa pagare l’acqua (pubblica, del Comune) ai suoi abitanti una ventina di euro l’anno, che fa pagare poco la spazzatura…insomma, un bravo sindaco. Della Lega. Ciò che mi disse, mi meravigliò. Parlando di bilanci, mi confessò che lo Stato aveva tagliato non ricordo più quante decine di migliaia di euro per il suo Comune (come per gli altri) e di come fosse arduo mantenere …

Leggi tutto »

Quello che Poroshenko non capisce – G.H.W. Bush e l’Ucraina

  MOON OF ALABAMA moonofalabama.org Agli inizi della settimana scorsa, Petro Poroshenko, il Presidente ucraino, aveva cercato di provocare una guerra con la Russia nel tentativo di rimanere al potere, cancellando le prossime elezioni. Oggi ha provato ad accattivarsi il favore degli Stati Uniti commentando la morte dell’ex Presidente degli Stati Uniti George H.W. Bush. Петро Порошенко @poroshenko – 10:59 utc – 1 Dec 2018 L’ex Presidente americano George W. Bush ci ha lasciati. Un vero leader e statista. Quest’uomo …

Leggi tutto »

“I gialli gilets della Francia cattolica”

DI MIGUEL MARTINEZ kelebeklerblog.com Tra le persone interessanti che mi capita di conoscere, c’è Osvaldo Pesce, una vita decisamente avventurosa, è stato anche uno dei pochi italiani ad essere stati ricevuti da Mao Zedong. Chi pensa che il mondo dei marxisti-leninisti italiani di quegli anni fosse una buffa congrega di settari resterà sorpreso a sapere che Osvaldo è capace di fare riflessioni originali e profonde senza pregiudizi e senza retorica. Poi ovviamente mi sento lontano dalla sua visione fortemente novecentesca. …

Leggi tutto »

Guerra o suo Simulacro ? L’escalation delle relazioni russo-ucraine dopo il conflitto nel mare d’Azov

DI ALEXANDER DUGIN geopolitica.ru Guerra o il suo simulacro? L’escalation delle relazioni russo-ucraine dopo il conflitto nel mare d’Azov richiede un’analisi. Il lato formale è chiaro: Poroshenko, che non è in grado di vincere le elezioni, organizza una provocazione per imporre uno stato d’emergenza e far fallire le elezioni. In Russia, questo viene commentato con un sorrisetto. Tutto ciò è vero, ma non è certo una decisione spontanea e nemmeno un’agonia. Poroshenko ha un piano, non può non averlo, ed …

Leggi tutto »

Un esercito europeo agli ordini degli Stati Uniti incentiverebbe solo l’imperialismo e la corruzione militare

  FEDERICO PIERACCINI strategic-culture.org L’idea di creare un esercito comunitario per le nazioni dell’UE è stata riproposta numerose volte, negli ultimi dieci anni, da molti sostenitori dell’elite globalista. L’ultimo esempio ci arriva dal Presidente francese Macron che, durante le commemorazioni per la fine della Prima Guerra Mondiale, ha sfruttato l’occasione per rivitalizzare un’idea che rappresenta più una fantasia che una possibilità reale. Prima le buone notizie. Richard Shirreff, un ufficiale di carriera in pensione dell’esercito inglese aveva dichiarato che: “Penso …

Leggi tutto »

Aiutiamo l’Africa andandocene via

DI MASSIMO FINI ilfattoquotidiano.it “Il debito è la nuova forma di colonialismo. I vecchi colonizzatori si sono trasformati in tecnici dell’aiuto umanitario, ma sarebbe meglio chiamarli tecnici dell’assassinio. Sono stati loro a proporci i canali di finanziamento, i finanziatori, dicendoci che erano le cose giuste da fare per far decollare lo sviluppo del nostro Paese, la crescita del nostro popolo e il suo benessere… Hanno fatto in modo che l’Africa, il suo sviluppo e la sua crescita obbediscano a delle …

Leggi tutto »

CHI BENEFICIA DELL’INCIDENTE DELLO STRETTO DI KERCH ?

 DI VALENTIN VASILESCU voltairenet.org Valentin Vasilescu riassume il ruolo degli aerei da ricognizione statunitensi e israeliani nell’incidente di Kerch. Questi dati sono stati confermati dallo FSB russo (da cui dipendono le guardie costiere) che hanno divulgato i video dell’interrogatorio dei marinai ucraini e un documento sequestrato a bordo di una delle loro navi.  I media internazionali hanno disinformato sull’incidente nello stretto di Kerch, cercando di far sembrare che la Russia stesse riducendo i trasporti internazionali (dal e verso il mar D’Azov, …

Leggi tutto »

La trattativa è una farsa. Si litiga per pochi spiccioli

DI PAOLO BECCHI E GIOVANNI ZIBORDI liberoquotidiano.it Seguire la cronaca delle trattative e dichiarazioni dentro il governo e nella UE sulla manovra di bilancio e i movimenti dello “spread” sta diventando oltre che frustrante inutile. Sei mesi dopo la formazione del governo, reddito di cittadinanza e revisione della legge Fornero sono ancora scatole vuote, perché si sono accantonati i fondi relativi nel progetto di bilancio, senza definirne contenuti e tempi, e ora sembra che il reddito di cittadinanza diventi un …

Leggi tutto »

Ombre della rivoluzione del 1789 nelle proteste per il carburante in Francia

DI LARA MARLOWE irishtimes.com È facile immaginare l’impopolare Macron come un marchese incipriato condotto alla ghigliottina I movimenti di protesta in Francia portano inevitabilmente echi di guerra di classe e della rivoluzione del 1789. I gilets jaunes dalle casacche gialle, che sono riusciti a mobilitare 290.000 persone in tutta la Francia sabato [17 novembre], senza un’organizzazione e senza leader, non fanno eccezione. Anche se il loro numero sta diminuendo, i gilets jaunes hanno continuato lunedì a bloccare autostrade, ponti e …

Leggi tutto »

Timeo Danaos et cazzate ferentes

FONTE: KEINPFUSCH.NET Leggo che nel bailamme di un governo di imbecilli si e’ inserito uno dei piu’ catastrofici imbecilli della storia recente, un certo Tsipras. Il quale si e’ messo a dispensare consigli non richiesti, cosa che fa guardare il rischio che succeda qualcosa che non puo’ succedere. Al contrario, sarebbe meglio essere realistici, e chiedersi quale sia il rischio reale, cioe’ chiedersi che cosa possa succedere davvero. Allora, punto primo: l’Italia non e’ la Grecia. E non e’ una …

Leggi tutto »

Trump ha dato la sua benedizione alla creazione di un esercito europeo

DI  VLADIMIR PROKHVATILOV fondsk.ru La formazione di un unico complesso industriale militare europeo sotto il controllo degli USA Il 10 novembre a Parigi, ha avuto luogo un incontro del Presidente degli Stati Uniti Donald Trump e del Presidente francese Emmanuel Macron. Prima dell’inizio dell’incontro, Trump aveva definito le parole di Macron, sulla necessità di creare un esercito europeo per proteggersi da “Cina, Russia e persino dagli Stati Uniti”, “molto offensive” (very insulting). “Forse l’Europa dovrebbe prima contribuire con la sua …

Leggi tutto »

UE: banche, conti, poveri e giustizia

DI ALESSANDRO GUARDAMAGNA comedonchisciotte.org Alcuni giorni fa ho ricevuto notifica dalla mia banca, gruppo Crédit Agricole, che mi annunciava quanto segue: dal 1 Gennaio 2019 le condizioni del mio conto varieranno per “proposta unilaterale”, con un aumento dei costi di gestione mensile del 79,5%, per necessità di adeguare le spese “all’andamento economico del mercato”. Dice proprio così. Non c’entra se sono onesto e che non ho mai fatto scoperti di conto: devo adeguarmi per il “mio interesse” all’andamento del mercato. …

Leggi tutto »

Stai attenta Italia, a Brussels non importa nulla di te

  TOM LUONGO strategic-culture.org Assistere al completo tradimento della Brexit da parte del Primo Ministro Britannico “Signora di Gesso” Teresa May, ha dato la sveglia agli Italiani. I risultati degli ultimi sondaggi fatti in Italia mostrano che, anche se la coalizione populista italiana è impopolare a Brussels, essa è tuttavia molto popolare fra gli Italiani. E questa è una buona cosa, perché, quando si dà uno sguardo un po’ più da vicino ai negoziati sulla Brexit, è chiaro che la …

Leggi tutto »

Salvini rifletti: l’economia sta entrando in recessione e c’è il rischio che la manovra si riveli inadeguata

DI PAOLO BECCHI E GIOVANNI ZIBORDI liberoquotidiano.it Ogni giorno che passa – bisogna pur dirlo – diminuisce la fiducia di imprenditori e dirigenti, operatori finanziari, artigiani, professionisti e investitori nel M5S. I sondaggi continuano a essere favorevoli più per la Lega che per il M5S, ma comunque – anche questo va detto – danno a entrambi sempre più del 60% del consenso, un consenso di cui pochi governi negli ultimi decenni hanno mai goduto. Esiste però un altro tipo di …

Leggi tutto »

L’autarchìa di Sal-Maio non la compra più neppure il signor Franco.

DI PAOLO BARNARD paolobarnard.info Quando si esce in mare con un peschereccio di Comacchio (giallo-verdi) per affrontare una portaerei nucleare (UE+Mercati) si finisce alla disperazione di dover far ricorso all’autarchia di Mussolini, e poi a far figure da operetta come ieri al Tesoro. Sono sei mesi che a ogni asta di debito del Tesoro i bravi e anonimi tecnici di Tria sudano ghiaccio perché non solo devono vendere titoli che vanno dai 3 mesi di scadenza ai 3-5-10-30 anni a …

Leggi tutto »

L’ultima cartuccia

DI CARLO BERTANI carlobertani.blogspot.com Con la decisione odierna, l’Unione Europea ha preso la sua decisione nei confronti dell’Italia: sparare, fino all’ultima cartuccia, contro chi si oppone ad una distribuzione dei redditi verso il basso per incrementare l’economia aumentando i consumi. Sinceramente, di questi arzigogoli non m’interessa più di tanto, visto che entrambe le soluzioni (Keynes o Friedman) non prendono in considerazione il superamento del capitalismo come scelta etica, poiché il capitalismo non può che condurre all’accentramento del potere economico. La …

Leggi tutto »

Come la debacle della Brexit stia svelando e distruggendo il Regno dis-Unito

DI FINIAN CUNNINGHAM rt.com Bisogna darne atto alla britannica Theresa May. Sicuramente possiede quella audace caparbietà inglese che emerge nei momenti più bui. Tuttavia, nonostante la sua affermazione “i giorni migliori sono davanti a noi”, le prospettive non promettono nulla di buono. Nel migliore dei casi, il Regno Unito si sta dirigendo in anni di rancore e disordine politico, che indeboliranno la società, l’economia e il governo. Nel peggiore, gli stress e le tensioni legati alla Brexit e al divorzio …

Leggi tutto »

L’Italia getta il guanto di sfida all’Establishment di Bruxelles

DI ARKADY SAVITSKY strategic-culture.org L’Unione Europea di recente si è trovata a dover gestire non pochi problemi in quanto, alcuni suoi membri, tra i quali Polonia e Ungheria, hanno sfidato apertamente l’ordine stabilito. Questa volta siamo di fronte ad una situazione molto seria, Bruxelles deve affrontare le sfide da parte dell’Italia,  la terza potenza economica nazionale nell’Eurozona e l’ottava economia globale in termini di PIL nominali. Con una popolazione di oltre 60 milioni di abitanti, l’Italia è una nazione europeista e …

Leggi tutto »

IL VERO GOLDFINGER: quel banchiere londinese che ha spezzato l’ordine finanziario mondiale

DI OLIVER BULLOUGH theguardian.com La vera storia del modo in cui la City ha inventato la banca “offshore”. Ogni anno in Gennaio, in occasione del forum economico mondiale di Davos, Oxfam (1) ci spiega come le persone più ricche del mondo diventano ancora più ricche. Nel 2016, il loro rapporto indicava che le 62 persone più ricche al mondo possedevano la stessa ricchezza della metà inferiore della popolazione mondiale. Quest’anno, il numero era sceso a 42, ovvero tre dozzine e …

Leggi tutto »

Il nemico della Gran Bretagna non è la Russia ma la sua stessa classe dirigente. Un rapporto dell’ONU lo conferma

DI JOHN WIGHT rt.com Mentre la classe politica inglese è lacerata a causa della Brexit, una crisi molto più grave continua a colpire i milioni di vittime dell’austerity voluta dai conservatori. Un devastante rapporto delle Nazioni Unite sulla povertà nel Regno Unito evidenzia in modo incontrovertibile che il vero nemico del popolo britannico è la sua stessa classe politica che negli ultimi anni ha fatto di tutto per convincerlo che è colpa della Russia. Il Professor Philip Alston, nella sua …

Leggi tutto »

Tre centesimi e sette

DI MIGUEL MARTINEZ kelebeklerblog.com Penso che le notizie più brutte dell’anno siano quelle che vengono dalla Francia in queste ore. Perché riguardano qualcosa che va alla radice stessa della nostra vita. Riassumiamo. Gli scienziati ci dicono che siamo sull’orlo di una catastrofe planetaria, indotta dai cambiamenti climatici, a loro volta indotti da come la specie umana sta trasformando il pianeta, e che l’unica speranza sia prendere subito misure drastiche. Le previsioni e le statistiche precise su un argomento come il …

Leggi tutto »

Quando sento parlare di ambiente, mi cascano le…

DI CARLO BERTANI carlobertani.blogspot.com Appena qualcuno mette il naso su questioni ambientali, ecco che viene subito tacciato d’essere un “pro-ICCP”, e quindi un catastrofista prezzolato oppure, al contrario, d’essere un negazionista della santa verità scientifica o, ancora, uno che lega tutto all’attività di HAARP o delle scie chimiche. E – notatelo bene – il dibattito non si sposta di un centimetro: nessuno che porti dati comprovati, sillogismi perfetti…no, soltanto la nostra abitudine di sollevarci sopra la massa per chiarire un …

Leggi tutto »

Scoperta e fermata una cospirazione militare in Germania ?

FONTE: IT.SPUTNIKNEWS.COM Il dipartimento federale di polizia criminale della Germania ha scoperto una cospirazione di alcuni militari tedeschi che pianificavano omicidi mirati di politici. Lo scrive Focus con riferimento ai materiali dell’indagine. Si osserva che il gruppo era composto da soldati della Bundeswehr, delle forze speciali e membri dell’associazione di soldati d’élite “Uniter”. I cospiratori, convinti dell’inevitabile collasso dello Stato, avevano preparato il cosiddetto “X-Day”, in cui avrebbero riunito in un solo posto per eliminare fisicamente i politici secondo loro scomodi e …

Leggi tutto »

Michel Onfray: la mia battaglia contro “l’Impero di Maastricht”

DI FEDERICO IARLORI davincipost.info L’avanzata dei partiti populisti in Europa e nel mondo, l’avvenire della sinistra, l’opposizione tra liberalismo ed ecologia, il servilismo dei media tradizionali ed il ruolo delle reti sociali nell’informazione, le elezioni europee e la rovina della civiltà occidentale. Il filosofo Michel Onfray risponde alle nostre domande In Francia Marine Le Pen resta lo spauracchio. Ad ogni elezione rappresenta un pericolo, ma dopo sono sempre gli altri (gli stessi) che vincono e lei scompare fino alle seguenti …

Leggi tutto »