Home / Notizie dall’Europa

Notizie dall’Europa

Istantanee elleniche (Macedonia is Greece)

DI PANAGIOTIS GRIGORIOU greekcrisis.fr Manifestazione nazionalista, il 4 febbraio ad Atene, in opposizione ai progetti della FYROM (ex Repubblica Yuogoslava di Macedonia) di assumere la denominazione di Macedonia tout-court; manifestazione non del tutto spontanea eppure indicativa di una corrente sotterranea, ma fortissima, di ribellione, che stavolta parte da destra e poggia sui residui sentimenti di identità nazionale, offesi dal governo di Tsipras, che offre simboli nazionali (Cipro, Macedonia) agli stranieri, in cambio di appoggio alle proprie politiche. La sinistra – …

Leggi tutto »

Nietzsche e il cretinismo degli atteggiamenti femminei

DI NICOLAS BONNAL dedefensa.org Chiamiamolo piagnisteo: viviamo dei tempi Bovary caratterizzati dal debito, dallo spreco, dal consumismo euforico, dalla “gente”, dal “piagnisteo umanitario” , l’odio tollerato degli uomini, in particolare di quelli bianchi. Questi tempi sono effeminati post-storici o femministi come si vuole. Sono anche segnati dalla generale amarezza e da un risentimento universale, senza dimenticare una buona sensazione di catastrofe. Questo testo è una risposta al troppo ottimista Brandon Smith ed al suo testo sugli uomini e le donne …

Leggi tutto »

Sarà francese il primo Presidente Mussulmano europeo?

FONTE: GEFIRA.ORG La classe dirigente francese ha fatto dell’ignoranza la chiave di volta della loro politica, reprimendo la nascente consapevolezza che il flusso dei popoli sta modificando questa nazione. Per sempre. La società sta vivendo una profonda trasformazione demografica come non si vedeva dal 500 d.C. e malgrado ciò il governo ancora non tiene traccia dell’etnia e della religione dei suoi abitanti. Al contrario, l’establishment francese continua a raccontare il suo solito mantra “Siamo tutti francesi”, ripetendo una strategia che …

Leggi tutto »

Macedonia indigesta

DI PANAGIOTIS GRIGORIOU greekcrisis.fr In questi due articoli, Panagiotis Grigoriou racconta le fasi seguenti l’approvazione dell’ennesimo provvedimento dettato dalla Troika, quello che ha limitato il diritto di sciopero, istituito i tribunali privati e che ha, tra le altre cose, fissato la privatizzazione di altri porti greci. A cui è seguito un maldestro tentativo di Tsipras (spinto da precise mire geopolitiche americane) di riportare in auge la soluzione del problema – solo all’apparenza di lessico – relativo alla regione della Macedonia …

Leggi tutto »

Gli intellò mettono il bavaglio al filosofo “di destra”

DI DAVID ALLEGRANTI ilfoglio.it Alla sinistra illuminata non piace il free speech. La Fondazione Giangiacomo Feltrinelli ha sospeso la conferenza con Alain de Benoist: ecco perché Questo incontro non s’ha da fare. E infatti non si farà: la Fondazione Giangiacomo Feltrinelli ha sospeso la conferenza con Alain de Benoist, scrittore, filosofo e fondatore della Nouvelle Droite, che il prossimo 13 febbraio avrebbe dovuto dialogare con il politologo Piero Ignazi e con Gad Lerner nelle vesti di moderatore. Un appuntamento che …

Leggi tutto »

Su cosa si sono accordati Surkov e Volker al sole carezzevole di Dubai

DI НОВОСТИ. СОБЫТИЯ. fondsk.ru «È passato un giorno dall’incontro [N.d.T. l’incontro si è svolto il 26 gennaio] tra Volker e Surkov. Tutti i media ucraini citano solo la reazione di Surkov e Peskov ai risultati di questo incontro. Nessun commento di Volker a nessun media ucraino. È il rappresentante della parte ucraina? O – di chi?»,«Dove è sparito Volker dopo l’incontro con Surkov?» – su «Twitter» vi è stata preoccupazione generale. Infatti, prima dell’incontro con l’Assistente presidenziale russo a Dubai, …

Leggi tutto »

Una faccenda della quale nessuno parla

DI CARLO BERTANI carlobertani.blogspot.it Già, tutti zitti, muti come pesci. Questa volta, mi tocca fare le congratulazioni (meritatissime) a Peter Gomez ed allo staff del Fatto Quotidiano per avere sollevato il problema e, soprattutto, per come lo hanno fatto. Hanno dimostrato (se vogliono) d’essere in grado di praticare, con mezzi moderni, il giornalismo d’investigazione – una pratica oramai relegata a pochi, veri dinosauri d’antan – mentre gli altri, la gran maggioranza, pratica quello più moderno, l’embedded. Non sono stato tenero, …

Leggi tutto »

La legge sulla “deoccupazione del Donbass”. Reazione in Ucraina, Russia ed Europa

DI НОВОСТИ. СОБЫТИЯ fondsk.ru Il 18 gennaio, la Verchovna Rada ha adottato a maggioranza dei voti la cosiddetta legge sulla «deoccupazione del Donbass», che è stata immediatamente soprannominata «legge sulla guerra» e i deputati che hanno votato a favore, «coalizione di guerra». L’Ucraina, secondo il documento, intende riprendersi solo con la forza i territori della DNR e dell’LNR, dichiarati «occupati dalla Russia». Questa legge già ora «legalizza» la futura aggressione contro il Donbass. Ucraina. Opinioni e commenti  «Continuiamo a spianare …

Leggi tutto »

Intervista con un economista contro – Vladimiro Giacchè: l’euro, l’UE, la Germania, la Grecia, il lavoro, la democrazia, la sovranità, i migranti…

DI FULVIO GRIMALDI Mondo cane Vladimiro Giacchè, della cui amicizia mi onoro da lunga data, è uno dei più autorevoli economisti europei. Ha svolto i suoi studi universitari a Pisa e a Bochum, in Germania, è laureato in filosofia alla Normale ed è presidente del Centro Europa Ricerche.  In Italia e in Germania è considerato una delle voci più critiche dell’assetto istituzionale europeo e dell’ordinamento finanziario basato sull’euro, con particolare riferimento al ruolo della Germania, specialmente nei confronti del Sud …

Leggi tutto »

Reintrodurre la schiavitù è o no un’opzione per la società moderna?

DI ENRICO VERGA econopoly.ilsole24ore.com “Ogni progresso della civiltà è nato sulle spalle degli schiavi”, spiega il creatore di replicanti nella recente pellicola Blade Runner 2049. È solo fantascienza? No, è la semplice verità. Esistono vari fattori che stanno radicalmente mutando il rapporto uomo-lavoro: una crescente pressione sociale, una politica aziendale strutturata nell’esternalizzare tutto il possibile (ne parleremo tra poco) e una veloce digitalizzazione nell’industria (a svantaggio della forza lavoro umana, in molti settori). Mi domando se non sarebbe opportuno rivalutare la …

Leggi tutto »

La missione dell’OSCE nel Donbass è a una svolta – L’Ucraina si sta preparando per la «fase calda dell’operazione per il mantenimento della pace»

DI НОВОСТИ. СОБЫТИЯ fondsk.ru Il primo Vicepresidente della Missione Speciale di Monitoraggio dell’OSCE in Ucraina, Alexander Hug, in un briefing nella cittadina di Kramatorsk, ha detto che l’anno scorso nel Donbass sono state registrate 400mila violazioni del cessate il fuoco, e durante l’anno ci sono state 478 vittime civili, tra cui 40 bambini. «Dati che la missione ha riferito durante l’anno scorso, e in 336 rapporti pubblicati in tre lingue sul nostro sito.  In questi rapporti, abbiamo registrato oltre 400 …

Leggi tutto »

 Trump e Berlusconi: messaggeri dell’ Effetto Seneca

DI UGO BARDI cassandralegacy.blogspot.it Donald Trump e Silvio Berlusconi , come capi di stato, hanno molto in comune. Qui io sostengo che sono entrambi il sintomo di una enorme transizione politica che sta invertendo quelle tendenze che cominciarono  più di due secoli fa con la rivoluzione francese. I diritti umani hanno un costo e questo costo finora è stato pagato dai combustibili fossili (i nostri “”schiavi dell’energia“) . Ora che i nostri schiavi oscuri ci stanno lasciando, a chi toccherà …

Leggi tutto »

The National Interest: i «Javelin» sono davvero necessari all’Ucraina?

    НОВОСТИ. СОБЫТИЯ fondsk.ru Nella foto: La “guida sanguinaria” che ha scatenato la guerra, O. Turčinov, e il Ministro degli Affari Interni dell’Ucraina A. Avakov si vantano, di fronte alla macchina fotografica, degli ATGM «Stugna-P», che non hanno mai avuto la meglio su un solo carro armato – i razzi hanno mancato completamente il bersaglio, riporta The National Interest. Già nel giugno 2015, Petro Porošenkoaveva presentato una richiesta, divenuta famosa, per la fornitura di 1.240 sistemi missilistici «Javelin» – …

Leggi tutto »

A quelli che l’uscita dall’Euro…(la fanno facile)

DI ANDREA CAVALLERI comedonchisciotte.org Nel dibattito pubblico si percepiscono argomentazioni fondamentalmente incoerenti le une con le altre, in quanto spesso le parti si rispondono in base a presupposti completamente differenti. Quando si parla dell’euro i vari interlocutori intervengono con uno stile che potrebbe essere quello del seguente dialogo: “Mangiamo mele perché sostengono l’economia nazionale, no mangiamo arance perché fanno bene alla salute, no mangiamo fragole perché sono buone di gusto, no mangiamo banane perché contengono potassio…” Vorrei allora mettere un …

Leggi tutto »

L’Occidente si prepara a rovesciare Porošenko

DI VIKTOR PIROŽENKO fondsk.ru All’inizio del 2018, hanno avuto luogo notevoli progressi nelle relazioni tra l’Occidente e il regime di Kiev. Gli Stati Uniti e l’UE, a quanto pare, passano dalla persuasione persistente alle minacce dirette e alle richieste di ultimatum per sospendere l’ostruzionismo dell’Ucraina (a causa della corruzione generale delle pubbliche relazioni) delle riforme imposte dall’Occidente. Alla vigilia del ciclo di elezioni presidenziali e parlamentari del 2019, molto probabilmente l’Occidente cercherà di aggiornare la composizione su base individuale,con più …

Leggi tutto »

Questa è la realtà: i migranti europei sono qui per restare

DI DIMITRIS AVRAMOPOULOS politico.eu È ora di iniziare ad elaborare le nostre politiche di conseguenza. È tempo di affrontare la realtà. Non siamo e non saremo mai in grado di fermare l’immigrazione. La crisi dei rifugiati in Europa potrebbe ridursi, ma la migrazione a livello globale non si fermerà. Oggi, nella Giornata Internazionale dei Migranti, oltre 244 milioni di persone vivono al di fuori del proprio paese di nascita. La mobilità umana definirà sempre più il 21° secolo. Se vogliamo …

Leggi tutto »

Estremisti di destra tedeschi organizzano una propria milizia in vista del “Giorno X”

 DI TYLER DURDEN zerohedge.com Un movimento di estrema destra, di tedeschi autodefinitisi “Cittadini del Reich” (Reichsbürger),  è cresciuto fino a quasi 16.000 membri, con un aumento di oltre il 50% nell’ultimo anno. Un nucleo ha intenzione di preparare il proprio esercito per quello che chiamano “Giorno X” – riporta  Focus. “Reichsbürger è un gruppo di persone che crede che i confini dell’impero tedesco del 1871 siano ancora in vigore e che tutti i governi dai nazisti in poi (e compresi …

Leggi tutto »

Deficit in Francia e in Italia: due paroline a Moscovici

DI ALBERTO BAGNAI goofynomics.blogspot.it Le dichiarazioni di Moscovici secondo cui portare il deficit oltre il 3% del Pil “sarebbe un controsenso”, questo perché il tetto del 3% avrebbe un significato preciso, quello di evitare che il debito slitti ulteriormente, e quindi le elezioni italiane provocherebbero un “rischio politico” dato che da noi alcuni partiti si stanno interrogando sulla fondatezza di queste regole, sono non solo inopportune politicamente (come perfino Tajani è stato costretto ad ammettere, dando prova di buon senso …

Leggi tutto »

No, non è l’Isis!

DI MIGUEL MARTINEZ kelebeklerblog.com Non è l’Isis, è la Germania. L’altro giorno le autorità (mica i profughi siriani) hanno abbattuto la cattedrale del paesino di Immerath, nella Renania. Perché era sulla linea di espansione di questa miniera di lignite a cielo aperto: Non è la Cina, non è quel mattacchione di Trump, è la Germania. Per quelli che dicono, “ma io non mi preoccupo, tanto gli scienziati inventeranno qualche nuova fonte di energia!”, beh, eccovela: è il carbone. Solo che …

Leggi tutto »

In realtà i militari italiani in Niger…

DI DANIELE SCALEA facebook.com I militari italiani in Niger: – non potranno debellare i jihadisti: missione formalmente “no combat” con regole d’ingaggio iper-restrittive; – non potranno bloccare i trafficanti d’esseri umani: manca un accordo col Niger per arrestarli e consegnarli alla giustizia; – non potranno pattugliare efficacemente il tratto di confine ipotizzato: per le deficienze giuridiche di cui sopra e per quelle materiali di un contingente troppo leggero; – potranno addestrare le forze nigerine: ma in tal caso il contingente …

Leggi tutto »

La misura umana

DI PANAGIOTIS GRIGORIOU greekcrisis.fr Il 2018 comincia all’insegna del bel tempo, ad Atene e, mentre la gente che può va a prendere il sole al mare, il governo Tsipras mette a segno un paio di leggine delle sue. La prima mette in mano a dei privati (per quattro soldi) l’immensa area dell’ex aeroporto ateniese di Ellinikon, chiudendo ogni possibilità di avere un secondo aeroporto proprio mentre l’aeroporto principale sta raggiungendo la saturazione. E gli edifici violeranno l’antica legge che vieta …

Leggi tutto »

La Catalogna in rivolta dentro un’Europa incapace. E con il fantasma di Franco

    DI ALBERTO NEGRI notizie.tiscali.it L’Unione Europea avrebbe dovuto costituire il superamento dello stato nazione attraverso alcuni strumenti come una politica estera e di difesa comuni. Un esercito comune e un comune servizio civile avrebbero dovuto dare l’impressione ai cittadini europei che si stava superando la frammentazione statale per aderire ad un’entità più grande. Hanno invece prevalso gli egoismi. In questo senso, la crisi catalana è l’emblema della crisi europea perché l’Europa si è rivelata incapace di costruire un’unità …

Leggi tutto »

L’Eurozona: ancora e come sempre pronta al crollo

DI RAMIN MAZAHERI TheSaker.is Per valutare al meglio la stabilità dell’Eurozona oggi, un modo appropriato di iniziare è riesaminare il modo in cui questa ha risposto all’ultima crisi. Nel 2012 la Crisi del Debito Sovrano Europeo raggiunse il suo culmine, e il capo della Banca Centrale Europea Mario Draghi ricorse alla stessa tattica di Mike Ditka, il leggendario coach dei Chicago Bears, squadra di football americano. Entrambi promisero di fare “Tutto il necessario”. Ditka fece la sua promessa nel corso …

Leggi tutto »

Gli indipendentisti ottengono la maggioranza assoluta. “debacle” per Rajoy

FONTE: IMESI Le tre liste del fronte Indipendentista – Erc del vicepresidente Oriol Junqueras in carcere a Madrid, JxCat del President Carles Puigdemont ‘in esilio’ a Bruxelles e gli antisistema della Cup – riconquistano insieme la maggioranza assoluta con 70 seggi su 135 nel nuovo Parlamento di Barcellona. Buon risultato anche per il partito unionista Ciudadanos. Il grande sconfitto di questa tornata elettorale sembra essere proprio Mariano Rajoy che ha raggiunto uno scarso 3%. Ottimo il dato dell’affluenza ai seggi, …

Leggi tutto »

Fiaschi

DI PANAGIOTIS GRIGORIOU greekcrisis.fr In Grecia accadono strane cose. Accade, tra l’altro, che dopo 65 anni, venga in visita il presidente Turco Erdogan, e che i dialoghi non rispettino nessun tipo di protocollo, nemmeno formale, tanto da vedere perfino liti davanti alle telecamere. Perché tutto questo? Tsipras pensa di essere un grande statista e, forse, ha promesso agli USA di far “ragionare” Erdogan e di farlo recedere dalle sue recenti alleanze con Russia e Iran, in cambio di concessioni sulla soluzione …

Leggi tutto »

Glifosato ? PD, Forza Italia e Lega hanno detto SI’ !

DI ROSANNA SPADINI comedonchisciotte.org Matteuccio nostro lo ha impostato come slogan della nuova Leopolda. «Termineremo la giornata lottando contro le fake news. Il New York Times ha pubblicato un pezzo su quello che sta avvenendo in Italia: sono state oscurate pagine con sette milioni di like che spargono veleno e falsità contro di noi». In realtà un’accozzaglia elettoralmente utile di siti e profili che avrebbero sparso notizie e immagini false sul Pd. L’articolo, naturalmente non è solo farina del sacco del NYT, ma è stato …

Leggi tutto »

“L’Aleph” di Borges ci dice che nel gesto di Praljak c’è stato tutto l’onore che questo mondo ha perso

DI MAURO BOTTARELLI rischiocalcolato.it “Che stranezza è mai questa, o amici, non per altra ragione io feci allontanare le donne, perché non commettessero di tali discordanze. E ho anche sentito dire che con parole di lieto augurio bisogna morire. Orsù dunque state quieti e siate forti”. Così Socrate ai suoi compagni di cella, nell’attimo prima di bere quella cicuta che avrebbe voluto, almeno in parte, usare per onorare gli Dei prima di morire. Slobodan Praljak, invece, si è limitato a …

Leggi tutto »

In Ucraina, gli americani imparano a combattere con la Russia

  FONTE: FONDSK.RU Voci secondo le quali in Ucraina, subito dopo il colpo di stato, sarebbero giunti istruttori della NATO, si sono levate per la prima volta già nella primavera del 2014. Nel giugno dello stesso anno, determinavano già il loro numero – 180 uomini. Entro la primavera del 2015, in Ucraina si trovavano già trecento soldati americani. Ora sul territorio del Donbass, quello sotto il controllo di Kiev, sono perennemente presenti soldati della NATO di molti paesi: lituani, polacchi, …

Leggi tutto »

Aprite gli occhi sulle fake news! Sono solo un pretesto per censurare. Ve lo dimostro qui

DI MARCELLO FOA Il Cuore Del Mondo Non è un caso. E’ un metodo. Con un pretesto, le fake news, e uno scopo finale: mettere a tacere le voci davvero libere. Attenzione, non si tratta di una questione meramente italiana bensì di quella che definirei una “corale internazionale”. Il là lo hanno dato gli Stati Uniti, dove, dopo la vittoria di Trump, è partita una massiccia campagna ispirata dagli ambienti legati al partito democratico con l’entusiastico consenso di quello repubblicano, …

Leggi tutto »

Il maccartismo nell’Europa di oggi

  DI AIDAN O’BRIEN Grande Fratello [parlando in inglese – ovviamente – con accento americano]: “Sei o sei mai stato favorevole alla vecchia esperienza comunista nell’Europa dell’Est?” Yanis Varoufakis: “No! Mai!” Grande Fratello: “E la Russia di oggi?” Yanis Varoufakis: “È un posto sinistro ed inutile!” Cosa possono pensare gli europei oggi? Quali parole magiche aiutano l’esposizione mediatica? Quali pensieri sono proibiti? La mente affilatissima di Yanis Varoufakis, ex ministro delle finanze greco e fondatore del Movimento Democrazia in Europa …

Leggi tutto »