Home / Notizie dall’Europa

Notizie dall’Europa

Nuovo mondo

DI PANAGIOTIS GRIGORIOU greekcrisis.fr La Grecia è uscita, secondo l’ineffabile Jean-Claude Juncker, dall’ambito di applicazione della Carta dei diritti dell’UE e quindi, tutto è permesso. La fiducia nei politici, ormai votati solo all’autoconservazione, è ai minimi storici e la pulsione di morte è ormai compagno quotidiano della vita dei greci, che sempre più spesso sembrano desiderare l’eliminazione fisica della loro classe dirigente. Chi ai tempi delle prime manifestazioni nel 2011, ha sedato tentativi di rivolta violenta oggi si pente e …

Leggi tutto »

Attentato a Westminster: l’ISIS sbarca in Regno Unito in vista della Brexit

DI FEDERICO DEZZANI federicodezzani.altervista.org A distanza di un anno esatto dagli attacchi terroristici di Bruxelles ed a sette giorni dall’avvio dei negoziati per il divorzio tra il Regno Unito e l’Unione Europea, Londra è stata teatro di un attentato carico di significati: un’auto ha travolto i passanti sul ponte di Westminster, per poi schiantarsi contro i cancelli del Parlamento britannico. Cinque i morti, una quarantina di feriti ed un inequivocabile messaggio: la Brexit non destabilizzi ulteriormente la già moribonda Unione …

Leggi tutto »

Una Bomba atomica tedesca

FONTE: THEECONOMIST.COM I tedeschi stanno discutendo di farsi la loro bomba nucleare. La messa in discussione, da parte di Donald Trump, della credibilità della NATO sta facendo pensare a Berlino l’impensabile. Tutto è cominciato a novembre, subito dopo l’elezione di Donald Trump a presidente degli Stati Uniti d’America. L’editore del Frankfurter Allgemeine Zeitung, giornale conservatore di Francoforte, affermò in un editoriale che era giunto il tempo per prendere in considerazione ciò che per un cervello tedesco era fino ad ora …

Leggi tutto »

C’è poco da fare, a Londra come Parigi, il mercato adora gli attentati. Anzi, ne adora le conseguenze

DI MAURO BOTTARELLI rischiocalcolato.it Mentre scrivo, ho un’unica certezza rispetto a quanto accaduto a Londra: il mercato adora gli attentati terroristici. Anzi, con quasi certezza, posso dire che adora le conseguenze politico-sociali che spesso e volentieri portano con sè. Il computo dei morti, per ora, è di due persone: un poliziotto ucciso mentre tentava di fermare l’assalitore e una donna investita dal suv lanciatosi sulla folla lungo Westminster Bridge. Un medico dell’ospedale St. Thomas, raggiunto dalla BBC, ha parlato di …

Leggi tutto »

Elezioni francesi: secondo un sondaggio segreto, Marine Le Pen è molto più avanti dei rivali

DI DAMIEN COWLEY thegatewaypundit.com La Le Pen vicina al 34% nei sondaggi segreti –  Un editorialista del quotidiano francese Le Figaro ha detto che nei veri sondaggi il Front National è ben sopra il 30% nelle intenzioni di voto al primo turno. Anche i sondaggi pubblici la danno davanti al primo turno, col 26-28%, ma perdente al secondo. Un 30% al primo turno, tuttavia, potrebbe aumentare di molto le chance di vittoria il 7 maggio. Nel suo recente articolo sui falliti …

Leggi tutto »

Visto l’Olanda? L’effetto Erdogan c’è stato. Ma contro Wilders

DI MARCELLO FOA Il cuore Del Mondo Ora si sprecano le interpretazioni sul voto in Olanda, dove il centrodestra ha vinto e il candidato antiestablishment Wilders ha ottenuto meno voti del previsto. In termini di comunicazione e di strategie elettorali, l’analisi è piuttosto semplice, benchè, a prima vista, paradossale. A favorire questo risultato è stata la crisi con il premier turco Erdogan. Immagino la reazione del lettore: ma come? Tutti dicevano che la polemica con il governo turco avrebbe favorito …

Leggi tutto »

La Francia subirà un colpo di Stato oligarchico ?

DI NICOLAS BONNAL dedefensa.org Ci stiamo muovendo verso un futuro assai poco rassicurante. Il sistema è diventato tirannico e vorrebbe mettere in prigione le persone che non leggono Le Monde. Il trio satanico NATO-BCE-Bruxelles vuole imporre il suo Macron come in passato il suo Juppé. Candidato del triangolo magico Rothschild-Draghi-Soros, il venditore di Alstom è l’incudine sul quale il martello del capitalismo mondiale schiaccerà ciò che resta della Francia libera. La nuova casta crudele che prende forma sotto l’etichetta di …

Leggi tutto »

L’obsolescenza dell’uomo

DI PANAGIOTIS GRIGORIOU greekcrisis.fr Scene di inizio primavera, ad Atene. Le manifestazioni proseguono stracche, tra l’indifferenza generale, la stessa indifferenza che sembra avvolgere i drammi individuali (licenziamenti, fine dell’assistenza sanitaria) che denunciano gli ultimi coraggiosi, in piazza o nel metrò. “Che muoiano tutti” grida una vecchia al funerale di un politico, corrotto come molti altri, esprimendo un pessimismo che si evidenzia anche nelle stesse autorità europee che, mentre da un lato cominciano a prendere coscienza del prossimo sfacelo, dall’altro non …

Leggi tutto »

Due storie, una sola morale

DI CARLO BERTANI carlobertani.blogspot.it Quando mio fratello mi racconta una storia, sto sempre ad ascoltarlo attentamente perché raramente non ha un senso profondo: ha la capacità di vedere oltre gli eventi, come se una vicenda apparentemente banale – nella sua mente – andasse ad incasellarsi in un disegno universale. Per questa ragione lui non scrive, ma fa delle vignette che sono più taglienti di una lama di Damasco, e spesso qualche politico si è lamentato della sua “troppa” bravura. Così, …

Leggi tutto »

Marine Le Pen: “Introdurrò il nuovo franco, con valore pari all’euro”

FONTE: ZEROHEDGE.COM Mercoledì la Le Pen ha detto alla stazione radio francese RTL che, dovesse vincere le elezioni tra meno di due mesi, introdurrà un nuovo franco con valore pari all’euro, così da poter farlo fluttuare, sebbene in precedenza avesse detto che qualsiasi nuova moneta nazionale sarebbe stata ancorata ad un paniere di valute. Ha anche detto che la nuova moneta verrebbe probabilmente svalutata “contro qualsiasi valuta la Germania utilizzi”, rendendo le esportazioni di automobili francesi più competitive, ma ha …

Leggi tutto »

Mi sento ricco

DI MIGUEL MARTINEZ kelebeklerblog.com Poniamo che io abbia 10.000 euro, ma voglio fare il ganzo. Decido così di comprarmi un’auto da 30.000 euro. Intorto qualcuno, e mi faccio prestare 20.000 euro che non ho. Appena l’intortato comincia a mandarmi gli sgherri sotto casa chiedendo indietro i 20.000 euro con gli interessi, intorto qualcun altro per prestarmi i soldi da restituire a lui. Ma la cosa più interessante, oltre al fatto che non tutti sono fessi e prima o poi qualcuno …

Leggi tutto »

Provocano l’nsurrezione. Sono così ciechi ?

DI MAURIZIO BLONDET maurizioblondet.it Probabilmente avrete già letto che  a Marine Le Pen è stata tolta l’immunità parlamentare.   Dal parlamento europeo, a larga maggioranza. “La richiesta di revoca era arrivata dalla giustizia francese, che vuole perseguire la candidata dell’estrema destra alle presidenziali per aver pubblicato su Twitter le immagini di tre esecuzioni dell’Isis nel 2015, tra cui quella del giornalista statunitense James Foley”. Saprete anche  perché  Marine Le Pen ha pubblicato le foto delle decapitazioni con la scritta: DAESH è …

Leggi tutto »

Dopo la Dracma… il dollaro?

DI PANAGIOTIS GRIGORIOU greekcrisis.fr In Grecia si parla apertamente di uscita dall’Euro. Gli economisti (Lapavitsas) presentano piani dettagliati per la Grexit e nessuno pensa più a preservare l’esistente. Le manifestazioni si susseguono senza che questo cambi nulla all’apparenza, ma il tarlo lavora e Tsipras prova a cercare aiuto per rinegoziare il debito. Ma il prossimo ambasciature USA presso la UE conferma che la Grecia dovrebbe lasciare l’Euro e le offre (per evitare che vada a chiedere aiuto alla Russia di …

Leggi tutto »

Il Disoccupato 4.0

DI MIGUEL MARTINEZ kelebeklerblog.com Leggiamo e commentiamo: Secondo Adapt, il centro studi fondato da Marco Biagi scompariranno mansioni impiegatizie come lo sportellista bancario, il contabile, l’amministrativo generico, la segretaria, il correttore di bozze, ma anche attività manuali come l’operaio generico (quantomeno nei Paesi occidentali), il piccolo artigiano che non lavora sulla qualità, la cassiera, il manutentore; avanzeranno nuovi mestieri come il nanomedico, l’agricoltore 4.0 (capace di governare produzioni agricole automatizzate), il genetista, il consulente per l’invecchiamento attivo, l’esperto di cambiamenti …

Leggi tutto »

La rivoluzione “non rivoluzionaria” della Romania

FONTE: ZEROHEDGE.COM In Romania, febbraio ha portato 27 giorni consecutivi di proteste contro l’attuale governo, ad un ritmo senza precedenti dalla rivoluzione del 1989. In una giornata da record, più di 600.000 persone si sono radunate in Piazza della Vittoria nella capitale e in tutto il paese per ribaltare la decisione dell’attuale partito di governo di depenalizzare alcuni reati di corruzione e abuso d’ufficio. Questa decisione stava loro particolarmente a cuore dato l’elevato numero di membri del partito già scontanti …

Leggi tutto »

Perché il sistema vuole far passare Marine Le Pen

DI NICOLAS BONNAL dedefensa.org La rapidità della sottomissione di Trump al sistema è stata ammirabile, come la sottomissione di Syriza in Grecia o la rapidità dell’annullamento della Brexit! Come direbbe Céline, la resistenza populista non chiede altro che far sloggiare qualcuno – o cliccare furiosamente sul proprio mouse… Vediamo il caso dell’elezione di Marine. La Francia avrebbe i tassi d’interesse per rimborsare il proprio debito che ammonterebbero la sera stessa al 10%. La Francia avrebbe una sua rivoluzione arancione per …

Leggi tutto »

Distruggete i populisti e salvate la globalizzazione! Usando i media e le masse…

DI MARCELLO FOA Il Cuore Del Mondo Alcuni articoli sono rivelatori. Uno di questi lo ha pubblicato La Stampa, lo scorso 15 febbraio, a firma di Charles A. Kupchan. E voi direte: chi è? Semplice: è uno dei principali pensatori dell’establishment americano. Docente di affari internazionali alla Georgetown University e membro del Council on Foreign Relations, dal 2014 al 2017 è stato assistente speciale per la Sicurezza nazionale del presidente Barack Obama. Tanto per intenderci. Uno dei pochi ad aver …

Leggi tutto »

Sovrabbondanze orwelliane

DI PANAGIOTIS GRIGORIOU greekcrisis.fr Ad Atene le medicine anticancro si prescrivono solo se il medico dichiara in ricetta l’aspettativa di vita del paziente (e questa è sufficientemente alta). I Greci parlano apertamente di Dracma e gli anni ‘80 sembrano l’età dell’oro, agli occhi dei giovani. L’economista Kostas Lapavitsas fa il suo e presenta un programma dettagliato di come uscire dall’euro, mentre Tsipras sembra affidarsi ai Rotschild per rinegoziare il debito greco (un po’ come affidarsi a Superciuk per uscire dall’alcolismo), …

Leggi tutto »

L’impensabile è appena accaduto in Spagna

  DI QUIJONES wolfstreet.com Intoccabile. Inviolabile. Immunità. Impunità. Questo è il genere di parole ed espressioni che sono spesso associate ai banchieri centrali di alto livello, i quali sono, per legge, in grado di operare praticamente al di sopra della legge delle giurisdizioni in cui operano. Raramente sono a loro associate parole od espressioni come “imputato”, “accusato” o “sotto inchiesta”. Ma in Spagna, questa settimana, un tribunale ha prepotentemente rotto la tradizione. All’interno della pluriennale indagine sul condannato IPO della banca-mostro …

Leggi tutto »

Sala d’attesa (la sanità greca al collasso)

DI PANAGIOTIS GRIGORIOU greekcrisis.fr La visita presso un dottore per una banale influenza si trasforma in uno spaccato eloquente sulla sanità. I medici in Grecia possono visitare solo un certo numero di pazienti ogni giorno (gli altri, a pagamento) e il sistema sanitario ha già espulso oltre 3 milioni di cittadini ed eliminato numerose medicine dal prontuario. Nel frattempo il governo pianifica (non è uno scherzo) la costituzione di un’Agenzia Spaziale greca e la moglie di Tsipras trova lavoro all’Università …

Leggi tutto »

Gli occidentali vogliono mandare la Russia in confusione

DI PAUL CRAIG ROBERTS e MICHAEL HUDSON paulcraigroberts.org Un articolo di Robert Berke su oilprice.com, che si descrive come “la fonte numero 1 per notizie su petrolio ed energia”, illustra come gruppi di interesse controllino i risultati a seconda di come influenzano le scelte politiche. L’articolo di Berke rivela come gli Stati Uniti intendano mantenere ed estendere la propria egemonia rompendo l’alleanza tra Russia, Iran e Cina, e privatizzando il petrolio: ciò si traduce in paesi che perdono il controllo …

Leggi tutto »

Siamo in guerra monetaria e non lo sappiamo…

immagine di una bomba atomica vista da una ragazzina

DI FABIO CONDITI. comedonchisciotte.org Nella storia dell’umanità le guerre ci sono sempre state, ma sono cambiate le tecniche e le armi che i popoli hanno utilizzato nel corso dei secoli per sottomettere altri popoli. Oggi le guerre non si combattono solo con le armi tradizionali, ma esistono altre modalità che sono più difficili da individuare e per questo più insidiose. L’Italia è in guerra monetaria da anni e non lo sappiamo … ma neanche ce ne stiamo rendendo conto. Questo perché le …

Leggi tutto »

Grecia: la Repubblica della lebbra

DI PANAGIOTIS GRIGORIOU greekcrisis.fr La Repubblica, in Grecia, ha la lebbra. I bambini di Atene vengono ancora portati in gita a vedere il parlamento naizonale, dove la politica svende sè stessa e i parlamentari votano testi in inglese che nessuno legge né comprende. Nel mondo reale c’è gente che ruba ai senzatetto i loro giacigli appena lavati dai volontari e alla radio si discute sul limite di età sotto il quale non arrivano più le ambulanze o non ti accettano …

Leggi tutto »

E ne rimasero due: Angela Merkel e Mario Draghi

DI FEDERICO DEZZANI federicodezzani.altervista.org Si deteriora, giorno dopo giorno, il quadro generale in Europa: senza la morfina iniettata dalla Banca Centrale Europea, i mercati finanziari sarebbero in preda a convulsioni peggiori del 2012. L’amministrazione Trump si è saldata con le forze e populiste europee e, sebbene da Washington siano piovuti duri attacchi contro la Germania ed i suoi saldi commerciali record, persino i nazionalisti tedeschi, i falchi della CDU-CSU, viaggiano sulla stessa lunghezza d’onda della Casa Bianca. In questo nuovo …

Leggi tutto »

Cipro baciata dalle onde

DI PANAGIOTIS GRIGORIOU greekcrisis.fr A Ginevra si sta svolgendo dall’inizio di gennaio il nuovo round di negoziati per la “sistemazione” delle controversie relative all’assetto dell’isola di Cipro. Panagiotis Grigoriou ha dedicato all’argomento tre successivi articoli, pubblicati in francese, come di consueto, sul suo blog www.greekcrisis.fr . Perché questi negoziati sono così importanti? “Ciò che è in gioco oggi a Cipro, non è che la vera anticipazione di ciò che accadrà a breve ed a medio termine, cioè l’uccisione (voluta dai …

Leggi tutto »

Dopo i sacrifici per entrare nell’euro e i sacrifici per restare nell’euro, i sacrifici per uscire dall’euro

FONTE: COMIDAD.ORG La cronaca “europea” della scorsa settimana è stata segnata dalle dichiarazioni, poi parzialmente rimangiate, del cancelliere tedesco Angela Merkel su una “Europa a due velocità” da formalizzare già al prossimo vertice di Roma. I media hanno sbrigativamente tradotto le posizioni della Merkel con l’ossimoro di una “doppia moneta unica”, una per i Paesi del nord ed un’altra per i Paesi del sud. Non sono mancati i consueti commenti circa l’influenza della campagna elettorale in Germania su questa presa …

Leggi tutto »

Burn-out Ovvero la fine annunciata della Lotta di Classe

DI ZENON lesakerfrancophone.fr L’eccezione non è una regola: affronterò l’argomento con una constatazione positiva… non dispiaccia ai misantropi partigiani della riduzione volontaria di popolazione ma le scoperte tecnologiche e scientifiche dell’umanità dopo la prima rivoluzione industriale, così come le immense distese di terre arabili non coltivate, potrebbero permettere a più di 9 miliardi di persone di alimentarsi senza problemi. Meglio, lo sviluppo della robotica e dell’intelligenza artificiale dovrebbe ridurre la quantità di lavoro necessaria per la sopravvivenza di una così …

Leggi tutto »

Non cambio idea a causa della Le Pen

DI GIORGIO CREMASCHI sollevazione.blogspot.it La mia prima manifestazione, oltre cinquanta anni fa, fu contro la guerra degli USA in Vietnam e uno di primi slogan che ho gridato era: fuori l’Italia dalla NATO, fuori la NATO dall’Italia. Non ho mai cambiato idea e non la cambio ora che la candidata presidenziale della destra francese, Marie Le Pen, propone la stessa scelta per il suo paese. Questo non mi fa paura, anzi. Il no alla NATO in Europa è stato sempre …

Leggi tutto »

Mandare in stampa

DI PANAGIOTIS GRIGORIOU greekcrisis.fr Le vicende del gruppo editoriale DOL e dei suoi fondatori, dalla prima occupazione tedesca ad oggi (che è in corso la seconda) mostrano la parabola del potere in Grecia. Prima con i tedeschi, poi defilati fino all’arrivo dei Colonnelli, fino al fallimento di oggi, dopo avere sostenuto tutte le misure della Troika. L’ultimo appiglio prima di affondare? Syriza, che ha rilevato l’azienda per ampliare (così spera) la platea dei suoi lettori. Ma nessuno ormai compra più …

Leggi tutto »

La Procura di Trani graffia la City di Londra

DI ALBERTO MICALIZZI albertomicalizzi1.wordpress.com Dopo quasi 9 ore di requisitoria interrotta solo da un paio di brevi pause-caffè Michele Ruggiero, il coraggioso Pubblico Ministero che ha processato Fitch e Standard&Poor’s, appariva come un faro che aveva appena illuminato una porzione di mare buio e tempestoso, rivelandone inquietanti verità. Non è stata una requisitoria come altre perché si è spinta ben oltre l’articolazione delle condotte penali da parte degli imputati e la conseguente richiesta di condanne. Sulle condotte in sé avrebbe …

Leggi tutto »