Bussola strategica: la corsa alle armi dell’Europa

Il nuovo esercito europeo, attivo entro il 2025, potrebbe essere il peggior nemico dell'Europa

AVVISO PER I LETTORI: ComeDonChisciotte continua a subire la censura delle multinazionali del web: Facebook ha chiuso definitivamente la nostra pagina a dicembre 2021, Youtube ha sospeso il nostro canale per 4 volte nell'ultimo anno, Twitter ci ha sospeso il profilo una volta e mandato ulteriori avvertimenti di sospensione definitiva. Per adesso sembra che Telegram non segua le stesse logiche dei colossi Big Tech, per cui abbiamo deciso di aprire i nostri canali e gruppi. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale "Ultime Notizie".

All’inizio di questa settimana l’Unione Europea, massimo organo del servilismo del Vecchio Continente agli interessi americani e globalisti, ha approvato il progetto “Strategic Compass”: piano decennale di creazione di una succursale dell’esercito americano in Europa. Come tutti i passi degli aspiranti padroni del mondo, anche questo è calcolato da tempo. Si era iniziato nel 2007 con la creazione dei “gruppi tattici”, e ancor prima smilitarizzando i singoli paesi europei, dotati di piccoli eserciti specializzati, ma privi di una vera e propria difesa nazionale. Adesso, con l’approvazione della “Bussola”, si va a formare un esercito europeo di 5mila uomini, una forza ovviamente di reazione e difesa, pronti a intervenire ovunque ci sia il cattivo indicato dagli americani. Altro aspetto del piano è l’impegno dei singoli stati ad aumentare le spese militari, e facilitare l’accesso ai fondi per le imprese aerospaziali.  Il documento approvato dai membri dell’UE recita: “La forza dei 5 mila soldati avrà componenti terrestri, aeree e marittime e sarà dotata di mezzi di trasporto per poter effettuare interventi di soccorso ed evacuazione dei cittadini europei intrappolati nei conflitti”. Il nuovo esercito entrerà in vigore nel 2025, secondo i piani.

La creazione di un esercito sovranazionale è un passo fondamentale dell’agenda globalista: una forza bellica che non ha responsabilità né legami con nessuno dei paesi membri, ma che li rappresenta sul piano militare; una forza che risponde soltanto all’Unione Europea, i cui meccanismi prescindono, quando non sono apertamente nemici, degli interessi dei singoli stati sovrani. Insomma, stiamo armando una mano che non ci è affatto amica, e che con la scusa del terrorismo potrà essere utilizzata anche a casa nostra, per reprimere gli ultimi rigurgiti sovranisti di fronte all’avanzata inesorabile del Nuovo Ordine Mondiale.

MDM 24/03/2022

Fonte https://www.ilgiornale.it/news/mondo/libera-nuova-difesa-europea-2019800.html

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
1 Commento
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
1
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x