Home / Notizie dall’Europa (pagina 2)

Notizie dall’Europa

L’Italia getta il guanto di sfida all’Establishment di Bruxelles

DI ARKADY SAVITSKY strategic-culture.org L’Unione Europea di recente si è trovata a dover gestire non pochi problemi in quanto, alcuni suoi membri, tra i quali Polonia e Ungheria, hanno sfidato apertamente l’ordine stabilito. Questa volta siamo di fronte ad una situazione molto seria, Bruxelles deve affrontare le sfide da parte dell’Italia,  la terza potenza economica nazionale nell’Eurozona e l’ottava economia globale in termini di PIL nominali. Con una popolazione di oltre 60 milioni di abitanti, l’Italia è una nazione europeista e …

Leggi tutto »

IL VERO GOLDFINGER: quel banchiere londinese che ha spezzato l’ordine finanziario mondiale

DI OLIVER BULLOUGH theguardian.com La vera storia del modo in cui la City ha inventato la banca “offshore”. Ogni anno in Gennaio, in occasione del forum economico mondiale di Davos, Oxfam (1) ci spiega come le persone più ricche del mondo diventano ancora più ricche. Nel 2016, il loro rapporto indicava che le 62 persone più ricche al mondo possedevano la stessa ricchezza della metà inferiore della popolazione mondiale. Quest’anno, il numero era sceso a 42, ovvero tre dozzine e …

Leggi tutto »

Il nemico della Gran Bretagna non è la Russia ma la sua stessa classe dirigente. Un rapporto dell’ONU lo conferma

DI JOHN WIGHT rt.com Mentre la classe politica inglese è lacerata a causa della Brexit, una crisi molto più grave continua a colpire i milioni di vittime dell’austerity voluta dai conservatori. Un devastante rapporto delle Nazioni Unite sulla povertà nel Regno Unito evidenzia in modo incontrovertibile che il vero nemico del popolo britannico è la sua stessa classe politica che negli ultimi anni ha fatto di tutto per convincerlo che è colpa della Russia. Il Professor Philip Alston, nella sua …

Leggi tutto »

Tre centesimi e sette

DI MIGUEL MARTINEZ kelebeklerblog.com Penso che le notizie più brutte dell’anno siano quelle che vengono dalla Francia in queste ore. Perché riguardano qualcosa che va alla radice stessa della nostra vita. Riassumiamo. Gli scienziati ci dicono che siamo sull’orlo di una catastrofe planetaria, indotta dai cambiamenti climatici, a loro volta indotti da come la specie umana sta trasformando il pianeta, e che l’unica speranza sia prendere subito misure drastiche. Le previsioni e le statistiche precise su un argomento come il …

Leggi tutto »

Quando sento parlare di ambiente, mi cascano le…

DI CARLO BERTANI carlobertani.blogspot.com Appena qualcuno mette il naso su questioni ambientali, ecco che viene subito tacciato d’essere un “pro-ICCP”, e quindi un catastrofista prezzolato oppure, al contrario, d’essere un negazionista della santa verità scientifica o, ancora, uno che lega tutto all’attività di HAARP o delle scie chimiche. E – notatelo bene – il dibattito non si sposta di un centimetro: nessuno che porti dati comprovati, sillogismi perfetti…no, soltanto la nostra abitudine di sollevarci sopra la massa per chiarire un …

Leggi tutto »

Scoperta e fermata una cospirazione militare in Germania ?

FONTE: IT.SPUTNIKNEWS.COM Il dipartimento federale di polizia criminale della Germania ha scoperto una cospirazione di alcuni militari tedeschi che pianificavano omicidi mirati di politici. Lo scrive Focus con riferimento ai materiali dell’indagine. Si osserva che il gruppo era composto da soldati della Bundeswehr, delle forze speciali e membri dell’associazione di soldati d’élite “Uniter”. I cospiratori, convinti dell’inevitabile collasso dello Stato, avevano preparato il cosiddetto “X-Day”, in cui avrebbero riunito in un solo posto per eliminare fisicamente i politici secondo loro scomodi e …

Leggi tutto »

Michel Onfray: la mia battaglia contro “l’Impero di Maastricht”

DI FEDERICO IARLORI davincipost.info L’avanzata dei partiti populisti in Europa e nel mondo, l’avvenire della sinistra, l’opposizione tra liberalismo ed ecologia, il servilismo dei media tradizionali ed il ruolo delle reti sociali nell’informazione, le elezioni europee e la rovina della civiltà occidentale. Il filosofo Michel Onfray risponde alle nostre domande In Francia Marine Le Pen resta lo spauracchio. Ad ogni elezione rappresenta un pericolo, ma dopo sono sempre gli altri (gli stessi) che vincono e lei scompare fino alle seguenti …

Leggi tutto »

Verdi come i dollari di Soros ?

DI NANDO ROSSI nandorossi.wordpress.com Opinionisti e politici italiani fanno il giro dei talk show e, un po’ per mascherare la sconfitta dei loro CDU, CSU e SPD, un po’ per farsi coraggio, teorizzano la comparsa di una nuova ‘sinistra verde’, che fermerà la deriva sovranista e populista in Europa Perché i media e i partiti italiani hanno finto stupore verso il successo elettorale dei Verdi in Baviera, quando era evidente (tanto da essere da mesi nei loro pronostici) che i …

Leggi tutto »

U2, Rolling Stones e Ac/Dc: cuore in patria e portafoglio (ricco) in Olanda

DI ROBERTO GALULLO E ANGELO MINCUZZI ilsole24ore.com AMSTERDAM – Canta che ti passa. Chissà se anche a voi è capitato di superare con una bella cantata preoccupazioni e timori di una giornata storta. Di sicuro a musicisti e rock band internazionali come Rolling Stones, U2, Ac/Dc, e chissà a quanti altri mai usciti allo scoperto, cantare fa passare la paura del Fisco. Ma a una condizione: che la società o le scatole societarie che gestiscono diritti e royalties delle rock …

Leggi tutto »

Catalogna un anno dopo: tra delusione e divisione

FONTE: RT.COM Un anno dopo il referendum sull’indipendenza della Catalogna e la proclamazione simbolica di una repubblica catalana, il 27 ottobre 2017, la popolazione resta divisa ed un sentimento di delusione predomina. L’analisi di Emanuel Razavi grande reporter. Basta attraversare i villaggi della Provincia di Girona, il feudo del leader separatista catalano Carles Puigdemont, attualmente rifugiato in Belgio, per constatare le stimmate di una crisi che non smette ancora di dividere la Catalogna. Nel nord della regione, sulla strada che …

Leggi tutto »

Mosca – Costantinopoli: scisma nella chiesa ortodossa. L’opinione di Aleksandr Dugin

DI ELISEO BERTOLASI comedonchisciotte.org Come riportato da Ria Novosti, il 3 novembre il presidente ucraino Petro Poroshenko e il patriarca Bartolomeo hanno firmato un accordo di collaborazione e cooperazione tra l’Ucraina e il Patriarcato di Costantinopoli. Il presidente ucraino su twitter, ha definito l’evento “storico”, aggiungendo: “L’accordo che oggi abbiamo firmato completa il processo di conferimento del “tomos” (decreto ecclesiastico) secondo tutti i canoni della Chiesa ortodossa”. Il Patriarca di Costantinopoli, da parte sua, ha affermato che questo accordo contribuirà ad …

Leggi tutto »

La guerra dell’Europa contro l’Italia

  FONTE: GEFIRA.ORG Il conflitto tra Unione Europea ed Italia è una vera e propria guerra finanziaria. I paesi dell’area euro non possono stampare il proprio denaro, e per questo motivo non possono avere un deficit infinito. Sono costretti a vivere entro i propri mezzi, altrimenti, senza l’intervento della BCE, andrebbero in bancarotta. Nessuno conosce le conseguenze di un default italiano e relativa ristrutturazione del debito, ma l’evento potrebbe portare alla fine della moneta unica. Per rendere l’euro sostenibile, le …

Leggi tutto »

Grecia oggi: segui il denaro (di Soros)

DI GRIGORIOU PANAGIOTIS greekcrisis.fr Di seguito alcuni estratti dai tre articoli pubblicati nel mese di ottobre sul blog www.greekcrisis.fr. In Grecia, ormai, si assiste ad una emigrazione che ribalta i canoni seguiti fino a pochi anni fa. Dopo anni in cui erano i bulgari ad entrare nella UE, cioè in Grecia, in cerca di miglior fortuna, ora sono i bulgari – tornati a casa loro dopo la crisi – ad ospitare i greci in cerca di minori costi della vita. …

Leggi tutto »

Soros collabora con Mastercard per finanziare i migranti

  TYLER DURDEN zerohedge.com L’affarista miliardario George Soros ha ripetutamente smentito le voci secondo cui starebbe collaborando al finanziamento della carovana dei migranti che, partendo dall’Honduras e dal Guatemala, sta attraversando il Messico e che ha, come meta finale, gli Stati Uniti. Ma tutto questo è destinato a cambiare, dal momento che il fondatore della “Open Society,” noto per aver finanziato una buona parte dell’opposizione a Brett Kavanaugh, il candidato alla Corte Suprema degli Stati Uniti scelto da Trump, si …

Leggi tutto »

E’ MATEMATICA CHE A SALVINI INTERESSI CHE TUTTO PEGGIORI (in una semplice pagina).

DI PAOLO BARNARD paolobarnard.info Il Populismo è un movimento di pura REAZIONE (esasperazione, rabbia, scelte radicali anche quando dissennate) a quella che viene percepita come una MINACCIA esterna (la nazione nemica o i predatori globalisti come l’UE e Soros o i migranti), infatti esso è sempre NAZIONALISMO (la patria, i confini, l’identità di razza e cultura, la nostra moneta ecc.). Ne consegue che per definizione il Populismo è UNO STATO D’EMERGENZA. Ne consegue che esso richiede l’uomo forte capace di …

Leggi tutto »

EVA: una tigre di carta

DI CARLO BERTANI carlobertani.blogspot.com Non riesco proprio a comprendere che senso abbiano le zuffe sulle “grandi vittorie” dell’Unione Europea o sulle “rovinose cadute” del governo italiano: secondo me, se si vuole ragionare in tal senso, bisogna tenere d’occhio sia il passato (ossia la Storia che ha condotto all’oggi) e sia la diplomazia, ossia i grandi e lenti movimenti delle grandi potenze. Sento parlare dell’Europa come di un consesso invincibile di finanzieri agguerriti e onnipotenti: a mio avviso, non è questa …

Leggi tutto »

Neue Zürcher Zeitung: Kiev è in attesa di prestiti, mentre l’FMI di garanzie che non verranno rubati

FONTE: FONDSK.RU Il mercato finanziario ucraino è in attesa nervosa di accordi  La Neue Zürcher Zeitung – il più antico quotidiano in Svizzera, pubblicato dal 1780 – ha prestato attenzione al mercato finanziario ucraino, che oggi vive nella speranza di un nuovo prestito dell’FMI. “Il nervosismo si osserva sul mercato finanziario ucraino: le autorità riusciranno a raggiungere un accordo con il Fondo Monetario Internazionale? Nuovi prestiti sono di vitale importanza per prevenire una crisi valutaria. Il mercato finanziario ucraino sta …

Leggi tutto »

Lo spread sul filo del rasoio tra mito e realtà

  FONTE: SENZASOSTE.IT Lo spread oltre la propaganda, la retorica e la campagna elettorale permanente. “Ricordate lo spread del 2011? Bene, chi ha comprato allora, nel 2011, i Btp, alla data di oggi, tra cedole e apprezzamento ha guadagnato oltre il 50% cumulativo. Per pagare il tutto il paese non è fallito ma è stato, semplicemente, tosato. Il governo Conte sta facendo una scommessa simile, offrire un titolo appetibile senza entrare in una zona dove lo stato finisce sbancato, coltivando …

Leggi tutto »

L’istituto finanziario europeo ha appena dichiarato guerra all’Italia

DI TYLER DURDEN Zerohedge.com Questa settimana in un’intervista alla CNBC, Jeroen Dijsselbloem, ex ministro delle finanze olandese e ex Presidente dell’Eurogruppo, ha dichiarato guerra al governo italiano. L’establishment finanziario europeo è pronto a distruggere il sistema bancario e a  far implodere l’economia italiana. Come un boss della mafia, Dijsselbloem ha avvertito che l’Italia potrebbe trovarsi nei guai se non rientrerà entro le norme delle direttive di Bruxelles. Chiaramente, la sua affermazione era ammantata di linguaggio diplomatico:  “Se la crisi italiana …

Leggi tutto »

Michel Houellebecq, uno Spengler ottimista in cerca di una via di scampo per l’Occidente

DI MATTEO FAIS pangea.news Una cosa è certa: la maggior parte della letteratura europea – e quella italiana come nessun’altra – non si occupa della realtà. Oggi come oggi più che mai si potrebbe dire si realizza il principio dell’arte per l’arte, ovvero di una messa al bando dei contenuti privilegiando il gioco creativo. Il che non sarebbe per forza negativo, se non fosse che manca la base di tutto, ossia l’arte. In alternativa, esistono una narrativa e una poesia …

Leggi tutto »

Attenzione, l’EUropa è obbligata ad istigare un golpe in Italia entro fine 2018: ecco come e perchè

  DI MITT DOLCINO qelsi.it L’EU è in crisi esistenziale. Soprattutto a causa delle enormi bugie dette in passato con il fine non di aiutare i vari paesi ad uscire dalla crisi ma piuttosto di perpetrare il potere in mano all’asse franco tedesco, con lo scopo di creare un mostro sovranazionale – l’EU – in grado di sostituirsi a termine agli USA in EUropa, asservendosi agli interessi dell’asse dominante. Un piano che data dalla fuga dei nazisti in Sud America …

Leggi tutto »

Robert Faurisson e lo studio del passato

DI GILAD ATZMON Gilad.co.uk La storia delle idee ci offre i nomi di quei pochi uomini e donne che hanno sfidato i limiti della tolleranza. Il professor Robert Faurisson era uno di questi uomini. Faurisson, scomparso domenica scorsa all’età di 89 anni, era un accademico francese che non credeva nella validità di alcune parti del racconto dell’Olocausto. Ha  sostenuto che le camere a gas di Auschwitz sono state la “più grande menzogna del 20° secolo” ed ha messo in discussione …

Leggi tutto »

Il piano B degli altri, parte II. Attendere il crollo non serve a nulla, perche’ la demolizione e’ molto ben controllata

FONTE :KEINPFUSCH La notizia della vendita di Magneti Marelli mi ha ricordato quello che scrissi tempo fa, quando scrissi il post sul piano B degli altri : e’ inutile aspettare il momento del crollo, perche’ l’ Italia e’ un problema che verra’ gestito senza arrivare alla crisi. Sta avvenendo sotto i vostri occhi, e il caso di Magneti Marelli e’ solo uno di una lunga serie. Ma non e’ ne’ il primo ne’ l’ultimo. La prima convinzine errata e’ che …

Leggi tutto »

Una crisi “asiatica” per l’Europa

DI FEDERICO DEZZANI federicodezzani.altervista.org Le tensioni finanziarie attorno all’Italia sono in costante aumento: il governo “populista”, assemblato da Washington e dalla finanza internazionale, è deciso a procedere con una manovra fiscale dall’inconfondibile sapore provocatorio, così da esacerbare le tensioni europee ed accelerare il collasso dell’Unione Europea. È ormai chiaro che gli angloamericani hanno in serbo per l’Europa una crisi identica a quella asiatica del 1997: svalutazione delle monete, default pubblici e privati, recessione generalizzata, salvataggi del Fondo Monetario Internazionale, etc. …

Leggi tutto »

L’Artico russo come alternativa al Canale di Suez

DI NATALIA YANKOVA fondsk.ru Una nuova pagina nella storia della navigazione mercantile Il 27 settembre 2018 la nave porta container Venta Maersk, di proprietà della più grande holding dei container danese Maersk, deve completare la sua rotta a San Pietroburgo, percorrendo il passaggio a nord-est. Questa è la prima spedizione al mondo di container refrigerati che percorre il passaggio a nord-est. La società statale russa [Rosatomflot] supporta la perforazione, a bordo della nave danese ci sono specialisti russi con esperienza nella …

Leggi tutto »

L’enigma Biglino e la rimozione cosciente

DI CARLO BERTANI carlobertani.blogspot.com “Oggi come non mai stiamo vivendo nella caverna platonica, dove gli uomini scambiano per reali le immagini che scorrono loro davanti. Oggi come non mai, infatti, confondiamo la realtà con le ombre.” José Saramago Di fronte alle esternazioni di Mauro Biglino sulla Bibbia, si potrebbe liquidare tutto come un fenomeno editoriale alla Dan Brown. Se Biglino ponesse al centro dell’attenzione la sua persona, avremmo più di un sospetto nei suoi confronti: eppure, pur utilizzando tutti i …

Leggi tutto »

L’inevitabile deindustrializzazione dell’Europa

DI MIKE MISH SHEDLOCK zerohedge.com I ministri UE hanno concordato, entro il 2030, tagli vincolanti del del 35% alle emissioni di CO₂. L’industria automobilistica tedesca non sarà in grado di farli. Il Telegraph riferisce che il tribunale di Berlino ordina alla capitale tedesca di vietare la maggior parte dei veicoli diesel su 11 strade principali, per contrastare l’inquinamento. Amburgo è stata la prima a maggio. Stoccarda, patria di Mercedes e Porsche, è arrivata seconda a luglio. Poi a Francoforte è stato …

Leggi tutto »

Zorba il greco

DI PANAGIOTIS GRIGORIOU greekcrisis.fr Negli ultimi due post del blog www.greekcrisis.fr Panagiotis Grigoriou affronta due temi decisivi nella lotta per la sopravvivenza dei greci: la conservazione della cultura nazionale e dei suoi prodotti (in particolare i caicchi, barche tradizionali che vengono distrutte dai pescatori dietro pagamento di lauti incentivi da parte della UE) e la gestione dei beni culturali che, pur restando formalmente in possesso dello Stato, è in realtà trasferita in godimento alla Treuhand greca, agenzia di gestione (in …

Leggi tutto »

La verità sulla morte di Stefano Cucchi (Oggi Ilaria Cucchi ha vinto. E la cosa riguarda anche noi)

DI SUSANNA MARIETTI ilfattoquotidiano.it Il muro del silenzio è crollato. Ilaria ha vinto. La verità, la giustizia hanno vinto. Uno dei carabinieri imputati nel secondo processo per la morte di Stefano Cucchi ha raccontato il pestaggio del ragazzo da parte di due suoi colleghi. Sono tutti indagati per abuso di ufficio e omicidio preterintenzionale. Vale a dire che volevano, sì, fare del male a Stefano, ma non pensavano di causarne addirittura la morte.In tanti devono chiedere scusa alla famiglia Cucchi. …

Leggi tutto »

USA e “Trimarium”: tutto ruota attorno al gas

Di SERGEJ PAVLENKO fondsk.ru La Polonia continua a considerarsi il principale centro anti-russo e filo-americano d’Europa Il 17-18 settembre, Bucarest è diventata la sede dove si è concentrato un gran numero di VIP: nove Presidenti, due Presidenti di Parlamento, un Primo Ministro, due Ministri degli Esteri, il Presidente della Commissione Europea e inoltre il Ministro dell’Energia statunitense. Queste persone si sono riunite per prendere parte al summit degli Stati di “Trimarium” o – come inoltre viene chiamato questo progetto – dell’”Iniziativa …

Leggi tutto »