Arriva la conferma: Luc Montagnier ci ha lasciati

Il quotidiano Liberation ha dato la notizia, adducendo a fonte il certificato di morte

AVVISO PER I LETTORI: ComeDonChisciotte continua a subire la censura delle multinazionali del web: Facebook ha chiuso definitivamente la nostra pagina a dicembre 2021, Youtube ha sospeso il nostro canale per 4 volte nell'ultimo anno, Twitter ci ha sospeso il profilo una volta e mandato ulteriori avvertimenti di sospensione definitiva. Per adesso sembra che Telegram non segua le stesse logiche dei colossi Big Tech, per cui abbiamo deciso di aprire i nostri canali e gruppi. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale "Ultime Notizie".

Luc Montagnier si è spento martedì 8 febbraio all’ospedale americano di Neuilly-sur-Seine. Ne dà conferma oggi il quotidiano francese Liberation, che adduce come fonte il certificato di morte, risolvendo un giallo che ci ha tenuti tutti col fiato sospeso. Scopritore dell’HIV celebre in tutto il mondo, Montagnier era tornato alla ribalta negli anni bui della pandemia, essendo stato tra i pochi scienziati che si sono schierati a favore della scienza, contro lo scientismo dogmatico dominante. Tra i primi sostenitori dell’origine artificiale del Sars-Cov-2, nei cui pochi frammenti isolati grazie alla sua lunghissima esperienza aveva scorto le tracce della manipolazione in laboratorio, lo scienziato francese si è fin da subito coraggiosamente scagliato contro la sperimentazione coatta di massa dei farmaci a RNA messaggero denominati “vaccini Covid”, presenziando anche nella piazza No Green Pass a Milano. Ci ha lasciati all’età di 89 anni, ma l’esempio di resistenza, coraggio e onestà che ha lasciato nel mondo vivrà molto più a lungo.

MDM 10/02/2022

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
13 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
13
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x