navigazione Tag

sanzioni contro Russia

Una morte per mille tagli: dov’è la strategia dell’Occidente per l’Ucraina?

Pepe Escobar thecradle.co Se tutti conosciamo Sun Tzu, il generale, stratega militare e filosofo cinese che scrisse l'incomparabile Arte della guerra, meno noto è lo Strategikon, l'equivalente bizantino sulla guerra. La Bisanzio del VI secolo aveva davvero bisogno di un manuale, minacciata da est, in successione, dalla Persia sassanide, dagli Arabi e dai Turchi, e da nord, da ondate di invasori delle steppe, Unni, Avari, Bulgari, Turchi Peceneghi seminomadi e Magiari. Bisanzio non…

I Paesi UE non trovano l’accordo sull’embargo al petrolio russo

Secondo quanto dichiarato da Josep Borrell in qualità di Alto rappresentante dell'Unione per gli Affari Esteri, gli Stati membri dell'Unione Europea non sono riusciti a trovare un accordo sulla proposta di vietare le importazioni di petrolio russo, dopo oltre 10 giorni di colloqui, con l'Ungheria che guida un gruppo di Paesi che si oppongono alla misura. "Faremo del nostro meglio per sbloccare la situazione. Non posso assicurare che ciò avverrà perché le posizioni sono piuttosto forti", ha…

La Germania avverte della fame globale “brutale”

L'aumento vertiginoso dei prezzi dei generi alimentari in tutto il mondo è il risultato di una strategia di guerra ibrida da parte della Russia, ha affermato sabato 14 maggio il Ministro degli Esteri tedesco Annalena Baerbock dopo una riunione del G7. "La Russia ha deciso consapevolmente di trasformare la guerra contro l'Ucraina in una 'guerra del grano'", ha insistito il Ministro tedesco. Questo, ha affermato, sta colpendo un'ampia fascia di Stati, in particolare quelli africani. "C'è una…

La guerra al cibo – Chi è il colpevole?

John Elmer & Nikolai Storozhenko johnhelmer.net Questa settimana il Presidente Joseph Biden si è fermato in una fattoria dell'Illinois per dire che aiuterà l'Ucraina destinando all'esportazione 20 milioni di tonnellate di grano e mais contenuti nei silos di stoccaggio, alleviando così la carenza di cereali sui mercati internazionali e abbassando i prezzi del pane in tutto il mondo.  Biden stava cercando di giocare una mano con le carte già truccate. Da Biden. Il primo piano di guerra…

La Serbia ribadisce la sua contrarietà alle sanzioni

Nonostante abbia subito "danni enormi", Belgrado lotterà per mantenere la sua politica di non aderire alle drastiche sanzioni internazionali introdotte contro Mosca per il conflitto in Ucraina, ha dichiarato il presidente serbo Aleksandar Vucic. "Abbiamo resistito ottanta giorni" senza limitare la Russia e "il prezzo che paghiamo è enorme", ha dichiarato Vucic oggi, domenica 15 maggio, all'emittente locale Prva. La Serbia non ha accesso al mercato dei capitali e non può onorare i suoi…

JP Morgan: Economia russa più forte del previsto

L'economia russa sta affrontando le sanzioni imposte dai Paesi Occidentali meglio di quanto ci si potesse aspettare, ha dichiarato JP Morgan Chase in una nota ai clienti datata inizio mese e resa pubblica solo lunedì 9 maggio. Secondo la più grande banca d'investimento statunitense, le indagini sul livello di fiducia delle imprese del gigante euroasiatico "segnalano una recessione non molto profonda in Russia, e quindi implicano rischi al rialzo per le nostre previsioni di crescita",…

Per coloro che ancora non hanno capito cosa sta succedendo

Sergey Glazyev stalkerzone.org 02.05.2022 Cercherò di spiegare brevemente e giustificare le misure necessarie per ottenere la Vittoria. L'operazione militare speciale ha rivelato un piano preparato in anticipo dalla potenza e dall'élite finanziaria degli Stati Uniti per prendere il potere in Russia. Include le seguenti componenti e fasi. 1. Esaurire le forze armate russe in una guerra contro combattenti ben addestrati e direttamente controllati dalle forze armate del Pentagono,…

La Commissione europea prende di mira il petrolio russo

Questa mattina, mercoledì 4 maggio, la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen ha tenuto un discorso al Parlamento europeo a Strasburgo, focalizzandosi sulla presentazione del nuovo pacchetto di sanzioni contro la Russia, il sesto da quando è scoppiato il conflitto. La proposta dell'organo esecutivo dell'Unione Europea ai 27 Paesi membri, riguarda in particolare la fine totale delle importazioni di petrolio da Mosca entro 6 mesi e la disconnessione dal sistema SWIFT di…

L’Ungheria non sosterrà le sanzioni dell’UE contro il gas russo

Non dobbiamo imporre sanzioni che puniscono principalmente noi stessi e non coloro che vogliamo sanzionare, ha affermato Gergely Gulyas Ministro della Presidenza del Consiglio dei Ministri ungherese in un'intervista pubblicata ieri, domenica 1° maggio. L'Ungheria quindi non sosterrà le sanzioni che l'Unione Europea vuole imporre al settore energetico russo, poichè ciò andrebbe a pesare sulle spalle dei popoli, come quello ungherese, costretti a procurarsi le materie prime indispensabili alla…

La Finlandia si prepara a vivere senza gas russo

Secondo quanto riferito dal quotidiano Helsingin Sanomat, il governo finlandese e le aziende di tutto il paese si stanno preparando per la fine delle forniture di gas naturale russo, che potrebbe avvenire esattamente tra tre settimane, il 21 maggio. Come riferiscono le fonti al quotidiano, il gigante russo dell'energia Gazprom avrebbe infatti fissato la scadenza al 20 maggio, ultimo giorno utile per Helsinki per dare una risposta definitiva sulla possibilità di pagare il gas come richiesto da…

A Paul Craig Roberts piace il genocidio?

Dmitry Orlov thesaker.is O forse, come il Bundeskanzler Olaf Scholz, nipote di Fritz von Scholz, tenente generale delle SS che aveva supervisionato il massacro degli Ebrei in Polonia e in Ucraina, pensa che il genocidio sia uno scherzo? Andiamo a vedere... Un lettore mi ha chiesto di commentare un recente post di Roberts intitolatoThe Kremlin Has Missed the Opportunity to End the Provocations of Russia that Are Bringing the World to Nuclear War  E così gli ho dato un'occhiata. All'inizio…

Argentina: Le sanzioni non porteranno alla pace

Le sanzioni non aiuteranno a raggiungere la pace e a favorire il dialogo sul conflitto in Ucraina, ha detto sabato 23 aprile il Ministro degli Esteri argentino Santiago Cafiero all'agenzia di stampa Telam. "Quello che l'Argentina cerca e propone è un ritorno al dialogo", ha affermato il Ministro, giunto a Roma per incontrare il suo omologo italiano, Luigi Di Maio. Cafiero ha anche specificato che Buenos Aires non ha nemmeno un quadro normativo che le permetterebbe di imporre delle sanzioni…

Vincere e creare una nuova economia globale

Sergey Glazyev katehon.com 19.04.2022 Soprattutto per le persone pensanti, delineerò brevemente le ragioni della mostruosa guerra che si è sviluppata davanti ai nostri occhi in Ucraina. Non c'è niente di peggio di una guerra tra gruppi sociali di un popolo. In questo caso, il nostro popolo russo, che, da secoli, si è formato sul territorio dell'attuale Ucraina che a suo tempo, su iniziativa di Lenin, comprendeva Malorossia, Novorossia e Carpathorossia. Sono cresciuto a Zaporozhye,…

La guerra come la fanno i Russi: parte seconda

Gilbert Doctorow gilbertdoctorow.com In un lontano futuro, quando i documenti interni russi relativi allo svolgimento di questa guerra in Ucraina saranno resi pubblici, uno dei grandi enigmi del nostro tempo potrebbe finalmente ricevere una risposta definitiva: perché la Russia avrebbe condotto la sua "operazione militare speciale" in Ucraina con una mano legata dietro la schiena, sempre trattenendo le enormi forze distruttive sotto il suo comando, trascinando di conseguenza l'operazione e…

Le sanzioni NATO e l’imminente carenza mondiale di gasolio

F. William Engdahl journal-neo.org Nel pieno della attuale crisi inflazionistica, i capi di stato dei Paesi NATO e i media mainstream ripetono il mantra che gli alti prezzi dell'energia sono un risultato diretto dell'azione militare di Putin in Ucraina iniziata alla fine di febbraio. La realtà è che la responsabilità è delle sanzioni occidentali. Queste sanzioni, tra cui il taglio dell'accesso interbancario SWIFT per le principali banche russe e alcune delle sanzioni più severe mai imposte,…

Russia: Argentina e Cile non consegneranno più litio

Come annunciato dal vice Capo del Dipartimento di Metallurgia e Materiali del Ministero dell'Industria e del Commercio Vladislav Demidov, Argentina e Cile hanno sospeso le spedizioni di materie prime di litio alla Russia. Ora il carbonato di litio è fornito solo dalla Bolivia e dalla Cina, e quest'ultima sta già vivendo un periodo di carenza acuta. "Il problema con il litio è gigantesco, perché nel caso in cui la fornitura dalla Bolivia è bloccata, purtroppo, non abbiamo un posto per prendere…

Le compagnie petrolifere abbandonano il greggio russo?

Uno tra i più grandi commercianti di petrolio indipendente al mondo, Vitol, prevede di smettere di scambiare greggio russo entro la fine di quest'anno, ha riferito Bloomberg martedì. Vitol "intende cessare il commercio di greggio e prodotti di origine russa, se non diversamente indicato", Bloomberg cita un'e-mail del portavoce della società, che prosegue affermando che "i volumi di petrolio diminuiranno significativamente nel secondo trimestre a causa degli attuali obblighi contrattuali…

Il Kazakistan non si unirà alle sanzioni contro la Russia

Continuano le pressioni dei governi occidentali sui paesi asiatici per convincerli ad applicare anche loro le sanzioni nei confronti della Russia. Washington però lo sa bene, quando si tratta di Europa è un conto, quando si va più verso est il rischio di sentirsi rispondere picche è molto più alto. Dopo il gigantesco no della Cina, affermato e ripetuto più volte, anche il Kazakistan - membro dell'Unione Economica Eurasiatica (UEE) insieme a Bielorussia, Russia, Armenia e Kirghizistan - prende…

Mettetevi comodi e guardate l’Europa che si suicida

Pepe Escobar thecradle.co Lo stupefacente spettacolo dell'Unione Europea (UE) che commette un hara-kiri al rallentatore è qualcosa che passerà alla storia. Come un remake di Kurosawa a buon mercato, il film, in realtà, descrive la demolizione dell'UE da parte degli Stati Uniti, con il dirottamento di alcune esportazioni chiave di materie prime russe verso gli Stati Uniti a spese degli Europei. Non guasta avere un'attrice della quinta colonna posizionata strategicamente (in questo caso…

Larry C. Johnson: “L’esercito ucraino è stato sconfitto – Ora bisogna solo eliminare le ultime sacche di resistenza”

Mike Whitney unz.com Domanda 1- Può spiegarmi perché pensa che la Russia stia vincendo la guerra in Ucraina? Larry C. Johnson- Nelle prime 24 ore dell'operazione militare russa in Ucraina, l'operatività dei radar ucraini con base a terra è stata ridotta a zero. Senza quei radar, l'aviazione ucraina ha perso la possibilità di eseguire intercettazioni aria-aria. Nelle tre settimane successive, la Russia ha stabilito una No Fly Zone de facto sull'Ucraina. Anche se è ancora vulnerabile ai…