Home / Archivi etichette: Di Maio

Archivi etichette: Di Maio

Morire pagando pedaggi, ticket ed interessi

comedonchisciotte controinformazione alternativa genova ponte crollo

DI FABIO CONDITI comedonchisciotte.org Morire pagando pedaggi, ticket ed interessi, c’è una cosa più ingiusta e assurda ? Lo dico subito, non me ne frega niente se le azioni del gruppo Atlantia, proprietario di Autostrade per l’Italia, crollano in borsa. Che si fottano i mercati finanziari Alla mia testa ed al mio cuore interessano solo le persone morte nel crollo del ponte e quelle rimaste ferite o traumatizzate, che poverette erano anche state costrette a pagare un pedaggio per viaggiare …

Leggi tutto »

Su Genova, Bruxelles e italiani morti

FONTE: LIBREIDEE.ORG Aquarius “rimbalzata” nel Mediterraneo) poco prima che l’Italia letteralmente si fermi, alla vigilia di ferragosto, di fronte al disastro di Genova: almeno 37 morti sotto le macerie del viadotto Morandi, collassato – pare – per il cedimento (non inatteso) degli “stralli”, i tiranti d’acciaio che reggevano la gigantesca infrastruttura sospesa sul capoluogo ligure. Terrore, caos, emergenza nazionale: il governo Conte, tramite Salvini e Di Maio, annuncia la revoca della concessione ad Autostrade e una multa da 150 milioni, …

Leggi tutto »

Per l’Italia è pronto l’arrivo di un Prefetto tedesco

DI MAURO BOTTARELLI ilsussidiario.net Il declino dell’Italia potrebbe essere a un momento decisivo. Il Governo potrebbe di fatto aprire le porte al Prefetto tedesco in diverse occasioni evocato. Cari lettori, vi voglio dare un consiglio, se permettete. E lo faccio dal cuore e con il cuore: fate come me, mettetevi l’animo in pace, armatevi di pop-corn e patatine e godetevi con il distacco tipico di una liberatoria ineluttabilità, la fine di questo Paese. È giusto così. Anzi, è addirittura auspicabile. …

Leggi tutto »

Ecco l’uscita dall’euro (le sorprendenti affermazioni di Giavazzi e Alesina)

DI MORENO PASQUINELLI sollevazione.blogspot.com Giavazzi e Alesina sono due vecchie conoscenze per chi si sia occupato, soprattutto dopo l’arrivo della grande crisi, di economia e di politiche di austerità. Il Giavazzi (nella foto) è un liberista a tutto tondo, seguace di Milton Friedmann. Sostenne quindi a spada tratta l’abolizione dell’Art. 18, poiché “avrebbe fornito una spinta sia all’occupazione che alla produttività” (sic!). Non stupisce che abbia sostenuto il Partito radicale e che sia stato chiamato da Mario Monti, nell’annus horribilis …

Leggi tutto »

Voce grossa sugli spiccioli di Airforce Renzi. bravi! Fatela anche sui nostri miliardi gettati al M.E.S. (o vi vanno bene?)

DI PAOLO BARNARD paolobarnard.info La sputtanata allo schifoso Matteo Renzi che Di Maio e Toninelli gli hanno rifilato qui ci sta da Dio, nulla da dire, è normale propaganda elettorale. Ma che questo annuncio del risparmio di circa 100 milioni di euro – assommato ai risparmi da vitalizi e pensioni d’oro e ad altri microinterventi di taglietti di qui e di là contro sprechi e Casta e lavoretti – sia spacciato da Di Maio come un flusso di capitali per …

Leggi tutto »

LIBERIAMOCI DALL’EUROGENDFOR prima che la Troika ce la mandi in Italia

DI MARCO DELLA LUNA marcodellaluna.info Salvini e Di Maio dovrebbero approfittare del periodo di favore di cui godono ancora presso l’opinione pubblica per uscire dal Trattato di Velsen e togliere agli interessi bancari europei mandare le truppe di normalizzazione, ossia l’Eurogendfor, in Italia, in caso di caduta di questo governo. L’autunno e l’inverno presentano insidie per il governo: il pil cala, lo spread sale, diversi miliardi fuggono all’estero, l’” Europa” esige una manovra da 5 miliardi, la flat tax e …

Leggi tutto »

Marcello Foa nominato presidente della Rai

DI MARCELLO FOA facebook.com Sono orgoglioso ed emozionato per la nomina a presidente della Rai, che è giunta inaspettata nell’arco di pochissime ore. Ringrazio di cuore il primo ministro Giuseppe Conte, i vice premier Matteo Salvini e Luigi di Maio, il sottosegretario alla presidenza Giancarlo Giorgetti, il ministro dell’economia Giovanni Tria per la fiducia accordatami. Mi impegno sin d’ora per riformare la Rai nel segno della meritocrazia e di un servizio pubblico davvero vicino agli interessi e ai bisogni dei …

Leggi tutto »

PROMETTEVANO IL #governodelcambiamento. ABBIAMO DI NUOVO IL #governodelmegliodiniente. ECCO COME NE ESCONO

DI PAOLO BARNARD paolobarnard.info Questo doveva essere il #governodelcambiamento, e già dopo soli due mesi è divenuto il #governodelmegliodiniente. Ora, se questo vada dopotutto sdoganato oppure bocciato senza mezze misure dipende da chi siamo come cittadini italiani. E’ esattamente dal governo Amato del 1992, passando per Prodi, D’Alema, Berlusconi, i ‘tecnici’ e Renzi, che ci fanno vivere i #governidelmegliodiniente, cioè i soliti esecutivi impiccati ad aule parlamentari da mercato-delle-vacche dove gli elettori vincenti si contentano della logica “Ok, ma è …

Leggi tutto »

Quel riposo domenicale salverà, forse, la civiltà

DI MASSIMO FINI ilfattoquotidiano.it La proposta del ministro del Lavoro Di Maio di chiudere i negozi la domenica s’inserisce in quello che è forse il progetto più ambizioso del programma a Cinque Stelle e che Grillo ha chiamato “il tempo liberato”: privilegiare il valore-tempo sul valore-lavoro. Progetto ambizioso perché va contro uno dei totem del nostro modello di sviluppo: la produttività. Non a caso questa proposta verrebbe inserita in quello che sempre i Cinque Stelle hanno chiamato “decreto dignità”. Noi …

Leggi tutto »

Populismi da burletta nell’Evo Neocapitalista?

DI EUGENIO ORSO comedonchisciotte.org Riceviamo e volentieri pubblichiamo Populismo e antipolitica sembrano essersi fatti largo in Italia, negli ultimi dieci anni, a suon di gomitate e quozienti elettorali. Le due cose sono andate a braccetto, almeno per quanto riguarda il 5S, anche se al momento attuale le presstitute/media servi hanno smesso l’espressione antipolitica, riservandosi di conservare, però, il populismo come minaccia antiliberista, antieuropea e antidemocratica. Nel 2012 definii come segue l’antipolitica, di cui ci si riempiva la bocca in difesa …

Leggi tutto »

Un Ministro del lavoro per clientes. No good

DI PAOLO BARNARD paolobarnard.info La prima domanda che un Ministro del Lavoro si deve fare sulla questione dei riders è questa: “Com’è possibile che dei giovani figli delle terza potenza economica d’Europa, fra le sette maggiori al mondo, si debbano ridurre a pedalare con le pizze sulla schiena per spiccioli e in numeri sufficientemente ampi da richiedere un’azione di governo? Addirittura molti lo fanno come secondo lavoro di disperazione. Ma siamo matti?”. L’ultima cosa che un Ministro del Lavoro fa davanti …

Leggi tutto »

Un futuro giallo-verde per l’Italia?

DI EUGENIO ORSO comedonchisciotte.org Riceviamo e volentieri pubblichiamo La vicenda politica italiana, drammatica e poco trasparente, presenta molti rischi e incertezze per il futuro più prossimo e, a ben vedere, un solo aspetto sicuramente positivo: l’emersione, durante le convulsioni della crisi, di tre verità incontrovertibili, fino ad ora nascoste con ogni mezzo dalla politica e dai media alla maggioranza della popolazione. Le verità emerse in piena luce, dal 4 di marzo a oggi, sono le seguenti: 1) La democrazia avanzata …

Leggi tutto »

Dove ci porterà il Governo M5S-Lega ?

comedonchisciotte controinformazione alternativa colombo m5s lega new

DI FABIO CONDITI comedonchisciotte.org Oggi che il Governo M5S-Lega si è insediato ed è diventato operativo, tutti si chiedono se sarà davvero il Governo del Cambiamento oppure l’ennesimo tentativo gattopardesco di “cambiare tutto perché niente cambi”. Come tutti sanno io sono un ingegnere, faccio progetti anche complessi che generalmente hanno degli obiettivi ben precisi. Affrontare un progetto richiede un grande sforzo di analisi e di studio, soprattutto se coinvolge altre figure professionali, che devono essere coordinate ed integrate, ma ad …

Leggi tutto »

Il guru dell’”helicopter money” va al Ministero del Tesoro, mentre gli insorti italiani ottengono quello che avevano desiderato

DI AMBROSE EVANS – PRITCHARD telegraph.co.uk Il nuovo Ministro delle Finanze italiano è un sostenitore della reflazione fiscale e dello stampare moneta per salvare gli stati europei con un alto debito, fatto che lo porterà su una rotta di collisione con le élite politiche di Bruxelles e della Germania. Dopo settimane di politica che si potrebbe definire di rischio calcolato, il radicale M5S e i nazionalisti della Lega sono riusciti in gran parte a imporre la loro scelta euroscettica all’establishment …

Leggi tutto »

Meglio o meno peggio?

DI MARCO TRAVAGLIO ilfattoquotidiano.it È con somma sorpresa, mista a incredulità, che registriamo la prevalenza del buonsenso dopo 88 giorni di manicomio. Ci sarà tempo per giudicare il governo Conte. E l’unico giudizio che conosciamo, anche per la nostra ragione sociale, è quello sui fatti. Della maggioranza 5Stelle-Lega abbiamo già detto tutto: avremmo preferito un accordo tra il M5S e un centrosinistra profondamente rinnovato, ma queste tre ultime parole si sono rivelate un ossimoro, grazie a Renzi e ai suoi …

Leggi tutto »

Morte le speranze sovraniste italiane in un colpo solo. Una lezione da imparare

DI PAOLO BARNARD paolobarnard.info Luigi Di Maio e Matteo Salvini hanno inflitto agli elettori euroscettici italiani la più desolante umiliazione che chiunque potesse immaginare. Non male per due ‘paladini’ delle sovranità italiane. Ma molto peggio: hanno seppellito per sempre le speranze sovraniste italiane in un colpo solo. Esauriti i primi proclami di cosmesi, hanno già intrapreso il camino delle ceneri sul capo, verso le vie di Bruxelles e del Quirinale, precisamente come ogni altro fantoccio italiano dal 1993 in poi. Questo …

Leggi tutto »

Cogli l’attimo: dimettiti

DI CARLO BERTANI carlobertani.blogspot.com Per carità, non c’è urgenza, ma quest’atto – Presidente Mattarella – a mio modesto parere va fatto: ne va del bene della Nazione. Premetto di non aver mai pensato che il suo caso rientrasse in quelli di alto tradimento e di attentato alla Costituzione, citati dalla costituzione all’art. 90, bensì che si trattasse di una voce del dettato costituzionale che presenta alcuni dubbi interpretativi, peraltro sempre sostenuta da eminenti costituzionalisti – fino alla presidenza Napolitano – …

Leggi tutto »

E adesso… l’Italia

DI PANAGIOTIS GRIGORIOU greekcrisis.fr Panagiotis Grigoriou parla delle recenti vicende italiane con l’occhio di colui che le ha già vissute, qualche anno fa, in Grecia. E ci mette in guardia affinchè vigiliamo che non accadano le stesse cose. Ci avverte di stare attenti a coloro che oggi promettono di fare i nostri interessi, che non tradiscano, poi, una volta al governo, come hanno fatto Syriza e Tispras. Ci mette in guardia di stare attenti ai governi “di transizione”, che in …

Leggi tutto »

Davvero credete che il problema fosse il Prof. Savona ?

comedonchisciotte-controinformazione-alternativa-costituzione-italiana_art1

DI FABIO CONDITI comedonchisciotte.org Ma davvero credete che il problema fosse il Prof. Paolo Savona e le sue idee economiche ? Tutta l’Italia sta discutendo se era giusto o meno far fallire una ipotesi di Governo tra il M5S e la Lega, a causa della presenza come Ministro dell’Economia di una persona “critica verso l’euro”, ma nessuno ha capito che questo era un pretesto, mentre il vero motivo è ben altro. Il Governo del Cambiamento che è stato presentato al …

Leggi tutto »

Il colpo di stato europeo contro l’Italia segna uno spartiacque

DI AMBROSE EVANS PRITCHARD telegraph.co.uk Le élite italiane favorevoli all’euro si sono spinte troppo in avanti. Il Presidente Sergio Mattarella ha creato lo straordinario precedente che nessun movimento politico, o coalizione di partiti, potrà mai prendere il potere se sfida l’ortodossia dell’Unione Monetaria. Senza rendersi conto, ha inquadrato gli eventi come se fossero una battaglia tra il popolo italiano e un’eterna “casta” fedele ad interessi stranieri, facendo il gioco dei ribelli Grillini e dei nazionalisti antieuro della Lega. Per giustificare …

Leggi tutto »

Governo, tutto come previsto (buona catastrofe)

DI ANDREA SCANZI Ilfattoquotidiano.it Premessa. “Anche solo alludere a un contratto M5S + Pd è folle. M5S + Lega sarebbe il male minore, però un governo di scopo breve e poi al voto. Chi parla di Salvimaio, e ancor più di Grillusconi, è un disadattato neuronale perché non sa di cosa parla. Di Maio non sarà mai Premier di nulla. I 5 Stelle non andranno mai al Governo. Di Maio non ha nessun motivo di ridere, straparla di “cambiamento” e quando …

Leggi tutto »

E’ vero, prenderebbero l’80% ma al voto non si va. Cottarelli è il capitano Achab della crisi alle porte

DI MAURO BOTTARELLI rischiocalcolato.it Che gran politico Matteo Salvini, uno che si nutre a pane e Sun-Tzu! D’altronde, come poteva sapere che Giancarlo Giorgetti ha ottimi rapporti con Forza Italia e che, come tutti gli esseri umani, ha delle ambizioni nella vita, addirittura che vanno oltre all’essere il corvo Rockfeller del capo ventriloquo. Quindi, decidi di andare a uno scontro frontale quasi senza precedenti rispetto alle prerogative del Quirinale e cosa fai? Lasci un bel tallone d’Achille in vista, tanto …

Leggi tutto »

Caro Der Spiegel gli scrocconi siete voi! Vi sfido a pubblicarmi e, se riuscite, a confutare i dati di fatto.

DI MARCO GIANNINI comedonchisciotte.org La carta stampata italiana è alle corde ma è riuscita in un intento: non potendo modificare il significato degli articoli della Costituzione, in quanto scritti, ne ha alterato il senso, ha distorto la percezione di essi in una fetta consistente di cittadini ripetendo, ripetendo (Goebbels) una sola versione (quella sbagliata), quella secondo cui Mattarella può e anzi deve scegliere il Governo, porre veti e imporre diktat su questo o quel nome nei Ministeri chiave. In pedagogia, …

Leggi tutto »

Gli “strumenti di tortura” di Juncker e UE, spiegati da Ambrose Evans-Pritchard

DI MAURIZIO BLONDET maurizioblondet.it (Anzitutto la traduzione dell’articolo  sul Telegraph di Ambrose Evans-Pritchard, “Juncker’s ‘torture tools’ are useless against Italy’s well  armed uprising”. In fondo, qualche riga di commento) Bruxelles si vanta di avere  ben oliati metodi per ridurre in ginocchio governi recalcitranti. “Abbiamo qualche strumento di tortura nelle cantine”, scherza Jean-Claude Juncker. Il faceto capo degli euro-sicari mette alla prova il nostro senso dell’umorismo. I metodi usati contro una lista di nazioni depresse  tra il 2010 e il 2014  …

Leggi tutto »

L’opulenta macchina del fango di parassiti senza vergogna

DI MARCO GIANNINI comedonchisciotte.org Per una volta mi sforzerò di scrivere un articolo più breve in risposta ad una macchina del fango infinitamente più potente rispetto alla mia “penna”, breve ma che esprime sincera solidarietà al Professor Conte e soprattutto a M5s e Lega. Conte, diciamolo immediatamente, è a tutti gli effetti un politico in quanto presentato da Di Maio come membro di quella potenziale squadra di Governo che successivamente è stata votata dai cittadini il 4 marzo: una legittimazione …

Leggi tutto »

Volete cancellare, consolidare o sterilizzare il debito pubblico ? C’è solo l’imbarazzo della scelta !

comedonchisciotte-controinformazione-alternativa-m5s_lega_debito

DI FABIO CONDITI comedonchisciotte.org Se vogliamo cancellare, consolidare o sterilizzare il debito pubblico, c’è solo l’imbarazzo della scelta. Lasciate perdere i complici del potere bancario e finanziario, o l’1% della popolazione più ricca che non vuole perdere i propri privilegi. Non ascoltate i cosiddetti esperti economici neoliberisti che poveretti, non ce la possono fare, sono anni che non vedono e non vogliono vedere un elefante nella stanza, figuriamoci se possono capire come si affronta il problema del debito pubblico. Per …

Leggi tutto »

Lezione strategica ?

DI CARLO BERTANI carlobertani.blogspot.it Ho appena terminato di leggere il programma definitivo del governo Lega/M5S: la prima cosa che salta agli occhi è che, se riescono a realizzare la metà di quanto promettono si tratta già, per l’Italia, di una rivoluzione. I due sono il prodotto della cafoneria italiana – sia chiaro, non è un insulto! – nel senso che i loro visi tracciano la linea degli antichi villici: figli di contadini o d’artigiani, l’uno – forse – discendente di …

Leggi tutto »

Contratto per il governo del cambiamento

FONTE: HUFFINGTONPOST Su HuffPost in esclusiva il testo integrale del “Governo per il cambiamento”, su cui si è arenata la trattativa tra Di Maio e Salvini. Poi una nota congiunta M5S-Lega afferma che il documento è superato e che “la moneta unica non è in discussione”. Il documento integrale su cui si è arenata la trattativa tra Di Maio e Salvini. Nel contratto un meccanismo di uscita dall’euro e la richiesta a Draghi di cancellare 250 miliardi di debito italiano …

Leggi tutto »

Le larghe fraintese

DI MARCO TRAVAGLIO ilfattoquotidiano.it Una sola cosa, nel caos generale, è certa: oggi avremo i dettagli del governo targato 5Stelle-Lega, oppure di quello “neutro” e “di servizio” targato Mattarella. E dunque sapremo se le elezioni sono vicine o lontane. Intanto già sappiamo che, comunque vada, sarà un pastrocchio. Perché da che mondo e mondo, persino nel Paese più bizantino dell’Occidente, i governi devono avere una maggioranza (o una minoranza, se destinati alla sfiducia o alla non sfiducia) chiara. E tutto …

Leggi tutto »

Se in via Fani c’erano ANCHE le Br, a Washington c’è ANCHE un Trump: cronache di giorni distopici

DI MAURO BOTTARELLI rischiocalcolato.it Esattamente 40 anni fa, oggi, il cadavere di Aldo Moro veniva ritrovato nel bagagliaio di una Renault 4 rossa in via Caetani a Roma, metà strada fra la sede della DC e quella del PCI: mai segnale politico fu più chiaro, il compromesso storico non si doveva fare, i comunisti al potere non erano un prezzo che si poteva e voleva pagare. Oggi tv e giornali ricorderanno la drammaticità di quel giorno e la figura dello …

Leggi tutto »