Home / Archivi etichette: Di Maio

Archivi etichette: Di Maio

Una lettura alla Tsipras

DI CARLO BERTANI carlobertani.blogspot.com Il solito balletto delle cifre e dei decimali ha condotto il governo in un vicolo cieco, per la mancanza di memoria storica e per non aver capito che il nocciolo della questione non è economico, è politico. In altre parole, i nostri politicanti non si sono accorti d’essere precipitati in una lettura della nostra Storia recente delle politiche europee “alla Tsipras”, una lettura che ci conduce al fatidico 1992, all’inutile – e profondamente sbagliata – “difesa” …

Leggi tutto »

Tutto il potere alle ONG. Tutti i soldi dal triliardario Soros. MARRAKESH, GLOBAL COMPACT PER UN COLONIALISMO ARMA FINE DEL MONDO

DI FULVIO GRIMALDI fulviogrimaldi.blogspot.com Salvini come Caligola e Nerone Ogni tanto può anche succedere l’incredibile. Che Salvini, per quanto oberato degli stereotipi delle Ong, degli accoglitori universali e del loro organetto sorosiano “il manifesto”, possa dire una cosa giusta. E’ successo anche a Hitler, quando ha detto “bravo” al suo pastore alsaziano, a Hillary Clinton quando ha ammesso di aver creato Al Qaida, a Caligola quando, a un senato di strozzini e latifondisti, ha imposto un cavallo, a Nerone quando …

Leggi tutto »

Salvini rifletti: l’economia sta entrando in recessione e c’è il rischio che la manovra si riveli inadeguata

DI PAOLO BECCHI E GIOVANNI ZIBORDI liberoquotidiano.it Ogni giorno che passa – bisogna pur dirlo – diminuisce la fiducia di imprenditori e dirigenti, operatori finanziari, artigiani, professionisti e investitori nel M5S. I sondaggi continuano a essere favorevoli più per la Lega che per il M5S, ma comunque – anche questo va detto – danno a entrambi sempre più del 60% del consenso, un consenso di cui pochi governi negli ultimi decenni hanno mai goduto. Esiste però un altro tipo di …

Leggi tutto »

L’autarchìa di Sal-Maio non la compra più neppure il signor Franco.

DI PAOLO BARNARD paolobarnard.info Quando si esce in mare con un peschereccio di Comacchio (giallo-verdi) per affrontare una portaerei nucleare (UE+Mercati) si finisce alla disperazione di dover far ricorso all’autarchia di Mussolini, e poi a far figure da operetta come ieri al Tesoro. Sono sei mesi che a ogni asta di debito del Tesoro i bravi e anonimi tecnici di Tria sudano ghiaccio perché non solo devono vendere titoli che vanno dai 3 mesi di scadenza ai 3-5-10-30 anni a …

Leggi tutto »

Parlaci, Dudù Secondo

DI CARLO BERTANI carlobertani.blogspot.com Caro Dudù Secondo, ma lo sei o lo fai? Se lo fai, devi essere Machiavelli in persona – e ci spiegherai l’arcano – se non lo sei, posso tranquillamente sostenere che stai portando il tuo partito alla rovina. Smettila di comparire nei tuoi teatrini di Facebook: la politica, quella vera, si fa con gli atti, non con le parole. Impara da Dudù Primo. Che di atti – ossia leggi – ne sta portando avanti mentre tu, …

Leggi tutto »

La guerra dell’Europa contro l’Italia

  FONTE: GEFIRA.ORG Il conflitto tra Unione Europea ed Italia è una vera e propria guerra finanziaria. I paesi dell’area euro non possono stampare il proprio denaro, e per questo motivo non possono avere un deficit infinito. Sono costretti a vivere entro i propri mezzi, altrimenti, senza l’intervento della BCE, andrebbero in bancarotta. Nessuno conosce le conseguenze di un default italiano e relativa ristrutturazione del debito, ma l’evento potrebbe portare alla fine della moneta unica. Per rendere l’euro sostenibile, le …

Leggi tutto »

Il Bluff del Debito Pubblico

DI GIOVANNI ZIBORDI cobraf.com Passano gli anni ma in Italia quando un governo deve fare una manovra economica tutto gira sempre intorno al debito pubblico. La UE e i “mercati” vogliono essere rassicurati che lo Stato pagherà le rate e gli interessi sui CCT, Bot e Btp e l’intero governo impiega mesi a decidere se fare un deficit del 2,4% piuttosto che dell’1,8% del PIL, una differenza % dello 0,6% del PIL cioè 8 miliardi alla fine. Ma questa differenza …

Leggi tutto »

Spese militari, grillini distratti

DI ALESSANDRO GIGLIOLI Piovono rane Non so se lo avete notato, ma c’è un curioso assente nel balletto di cifre della legge di bilancio: la questione delle spese militari. Che per i 5 Stelle, quando stavano all’opposizione, era un tema centrale. Lo stesso Beppe Grillo ne aveva fatto una battaglia fondante del suo blog, suggerendo un taglio draconiano («almeno 10 miliardi») per finanziare il reddito di cittadinanza. Per non dire della campagna contro gli F35, a lungo cavallo di battaglia …

Leggi tutto »

Reddito di sudditanza

FONTE: ROSSLAND Da IlCorriere.it Di Maio -“Rispondendo a una domanda, ha poi precisato: «Non diamo l’opportunità di prendere soldi standosene sul divano, perché tutti dovranno avere la giornata impegnata per la formazione e per i lavori di pubblica utilità». Questo vuol dire che non si avrà tempo per lavorare in nero e chi imbroglia si becca fino a 6 anni di galera per dichiarazioni non conformi alla legge”. 1. “prendere soldi standosene sul divano” ricorda il noto “…con un reddito …

Leggi tutto »

La Borsa al minimo da più in 2 anni, rendimenti obbligazionari salgono per il panico per il deficit

DI TYLER DURDEN zerohedge.com Dopo la  decisione italiana dell’ultim’ora , presentata ieri dalla coalizione di governo, di spingere il deficit del paese al 2.4% del PIL -2019 –  percentuale che sfida Bruxelles e le sue richieste di un prevedere deficit non superiore al 2.0% – dopo aver visto superate le resistenze del Ministro delle Finanze che proponeva un buco di deficit non superiore all’1,6% del PIL, avevamo detto che sarebbe stato solo questione di tempo vedere impazzire i mercati, perché l’Italia ora si …

Leggi tutto »

I 100 giorni del governo giallo-verde

DI LEONARDO MAZZEI sollevazione.blogspot.com Leonardo Mazzei compie una circostanziata analisi di quanto fatto dal governo Conte, anche considerando quanto detto e/o promesso di fare dai suoi esponenti di punta. Lo scritto si compone di cinque capitoli: 1. La politica economica 2. La politica sociale (e ambientale) 3. La politica estera 4. L’immigrazione 5. La democrazia 6. E adesso? Ne vien fuori un quadro di grande interesse per capire la natura, le aporie ed i limiti del governo. Un’analisi che mentre …

Leggi tutto »

Come evitare un attacco stile 2011 contro l’Italia?

DI MARCO ROCCO maurizioblondet.it Osservando gli sviluppi internazionali sembra pericoloso illudersi che prossimamente l’Italia non venga messa sotto l’attacco da parte dei mercati, come fu nel 2011. Forse – in realtà – l’Italia è già sotto attacco e lo spread tra i 250 e i 300 bps ne è la riprova. I calcoli di Mr. Cottarelli che conducono a circa 6 miliardi di extra costo di interessi in 2 anni causa spread potrebbero infatti essere non molto lontani dalla realtà: …

Leggi tutto »

Ecco come andrà a finire

DI SANDOKAN sollevazione.blogspot.com Marcello Veneziani, uomo di destra a tutto tondo, si chiede, dopo l’agrigentino avviso di garanzia, quale sarà la sorte di Matteo Salvini. Il titolo del suo pezzo è assertivo e profetico: “Ecco come andrà a finire”. Veneziani prevede che Salvini, malgrado sulla questione dell’immigrazione goda di un consenso oceanico, sarà fatto fuori. Da chi? Dall’onnipotente solita élite oligarchica in sodalizio con la sinistra in tutte le sue sfumature. Veneziani conclude quindi il suo articolo scrivendo: «Per questo …

Leggi tutto »

L’anno che verrà è un deja vu

  DI ANTONIO DE MARTINI italiaeilmondo.com Ispirato dalla atmosfera campagnola in cui vivo, mi sono chiesto quali siano o saranno i frutti di questo strambo governo. I soli risultati certi sono la distruzione sicura di ogni ipotesi di un governo moderato di centro destra in grado di vincere le elezioni e la contemporanea nascita di un forte partito di destra estrema. In questo disegno c’è un elemento di bene e uno di male. Il bene è la distruzione di Berlusconi …

Leggi tutto »

Pezzi di merda: fenomenologia dell’odio nell’Italia di Salvini

FONTE: LIBREIDEE.ORG Succede questo: a proclamarsi paladini dell’uomo dalla pelle scura, oggi, sono i killer politici dell’uomo dalla pelle chiara – quelli che gli hanno tolto tutto, in Europa, dopo aver abbondantemente depredato anche l’Africa, trasformandola in una terra desolata da cui scappare. Così i naufraghi salvati in mare da una nave della Guardia Costiera italiana diventano prigionieri, letteralmente  torturati dal vero Uomo Nero, il Ministro della Paura che usurpa la poltrona del Viminale. Ha un problema, l’Uomo Nero, anzi …

Leggi tutto »

Morire pagando pedaggi, ticket ed interessi

comedonchisciotte controinformazione alternativa genova ponte crollo

DI FABIO CONDITI comedonchisciotte.org Morire pagando pedaggi, ticket ed interessi, c’è una cosa più ingiusta e assurda ? Lo dico subito, non me ne frega niente se le azioni del gruppo Atlantia, proprietario di Autostrade per l’Italia, crollano in borsa. Che si fottano i mercati finanziari Alla mia testa ed al mio cuore interessano solo le persone morte nel crollo del ponte e quelle rimaste ferite o traumatizzate, che poverette erano anche state costrette a pagare un pedaggio per viaggiare …

Leggi tutto »

Su Genova, Bruxelles e italiani morti

FONTE: LIBREIDEE.ORG Aquarius “rimbalzata” nel Mediterraneo) poco prima che l’Italia letteralmente si fermi, alla vigilia di ferragosto, di fronte al disastro di Genova: almeno 37 morti sotto le macerie del viadotto Morandi, collassato – pare – per il cedimento (non inatteso) degli “stralli”, i tiranti d’acciaio che reggevano la gigantesca infrastruttura sospesa sul capoluogo ligure. Terrore, caos, emergenza nazionale: il governo Conte, tramite Salvini e Di Maio, annuncia la revoca della concessione ad Autostrade e una multa da 150 milioni, …

Leggi tutto »

Per l’Italia è pronto l’arrivo di un Prefetto tedesco

DI MAURO BOTTARELLI ilsussidiario.net Il declino dell’Italia potrebbe essere a un momento decisivo. Il Governo potrebbe di fatto aprire le porte al Prefetto tedesco in diverse occasioni evocato. Cari lettori, vi voglio dare un consiglio, se permettete. E lo faccio dal cuore e con il cuore: fate come me, mettetevi l’animo in pace, armatevi di pop-corn e patatine e godetevi con il distacco tipico di una liberatoria ineluttabilità, la fine di questo Paese. È giusto così. Anzi, è addirittura auspicabile. …

Leggi tutto »

Ecco l’uscita dall’euro (le sorprendenti affermazioni di Giavazzi e Alesina)

DI MORENO PASQUINELLI sollevazione.blogspot.com Giavazzi e Alesina sono due vecchie conoscenze per chi si sia occupato, soprattutto dopo l’arrivo della grande crisi, di economia e di politiche di austerità. Il Giavazzi (nella foto) è un liberista a tutto tondo, seguace di Milton Friedmann. Sostenne quindi a spada tratta l’abolizione dell’Art. 18, poiché “avrebbe fornito una spinta sia all’occupazione che alla produttività” (sic!). Non stupisce che abbia sostenuto il Partito radicale e che sia stato chiamato da Mario Monti, nell’annus horribilis …

Leggi tutto »

Voce grossa sugli spiccioli di Airforce Renzi. bravi! Fatela anche sui nostri miliardi gettati al M.E.S. (o vi vanno bene?)

DI PAOLO BARNARD paolobarnard.info La sputtanata allo schifoso Matteo Renzi che Di Maio e Toninelli gli hanno rifilato qui ci sta da Dio, nulla da dire, è normale propaganda elettorale. Ma che questo annuncio del risparmio di circa 100 milioni di euro – assommato ai risparmi da vitalizi e pensioni d’oro e ad altri microinterventi di taglietti di qui e di là contro sprechi e Casta e lavoretti – sia spacciato da Di Maio come un flusso di capitali per …

Leggi tutto »

LIBERIAMOCI DALL’EUROGENDFOR prima che la Troika ce la mandi in Italia

DI MARCO DELLA LUNA marcodellaluna.info Salvini e Di Maio dovrebbero approfittare del periodo di favore di cui godono ancora presso l’opinione pubblica per uscire dal Trattato di Velsen e togliere agli interessi bancari europei mandare le truppe di normalizzazione, ossia l’Eurogendfor, in Italia, in caso di caduta di questo governo. L’autunno e l’inverno presentano insidie per il governo: il pil cala, lo spread sale, diversi miliardi fuggono all’estero, l’” Europa” esige una manovra da 5 miliardi, la flat tax e …

Leggi tutto »

Marcello Foa nominato presidente della Rai

DI MARCELLO FOA facebook.com Sono orgoglioso ed emozionato per la nomina a presidente della Rai, che è giunta inaspettata nell’arco di pochissime ore. Ringrazio di cuore il primo ministro Giuseppe Conte, i vice premier Matteo Salvini e Luigi di Maio, il sottosegretario alla presidenza Giancarlo Giorgetti, il ministro dell’economia Giovanni Tria per la fiducia accordatami. Mi impegno sin d’ora per riformare la Rai nel segno della meritocrazia e di un servizio pubblico davvero vicino agli interessi e ai bisogni dei …

Leggi tutto »

PROMETTEVANO IL #governodelcambiamento. ABBIAMO DI NUOVO IL #governodelmegliodiniente. ECCO COME NE ESCONO

DI PAOLO BARNARD paolobarnard.info Questo doveva essere il #governodelcambiamento, e già dopo soli due mesi è divenuto il #governodelmegliodiniente. Ora, se questo vada dopotutto sdoganato oppure bocciato senza mezze misure dipende da chi siamo come cittadini italiani. E’ esattamente dal governo Amato del 1992, passando per Prodi, D’Alema, Berlusconi, i ‘tecnici’ e Renzi, che ci fanno vivere i #governidelmegliodiniente, cioè i soliti esecutivi impiccati ad aule parlamentari da mercato-delle-vacche dove gli elettori vincenti si contentano della logica “Ok, ma è …

Leggi tutto »

Quel riposo domenicale salverà, forse, la civiltà

DI MASSIMO FINI ilfattoquotidiano.it La proposta del ministro del Lavoro Di Maio di chiudere i negozi la domenica s’inserisce in quello che è forse il progetto più ambizioso del programma a Cinque Stelle e che Grillo ha chiamato “il tempo liberato”: privilegiare il valore-tempo sul valore-lavoro. Progetto ambizioso perché va contro uno dei totem del nostro modello di sviluppo: la produttività. Non a caso questa proposta verrebbe inserita in quello che sempre i Cinque Stelle hanno chiamato “decreto dignità”. Noi …

Leggi tutto »

Populismi da burletta nell’Evo Neocapitalista?

DI EUGENIO ORSO comedonchisciotte.org Riceviamo e volentieri pubblichiamo Populismo e antipolitica sembrano essersi fatti largo in Italia, negli ultimi dieci anni, a suon di gomitate e quozienti elettorali. Le due cose sono andate a braccetto, almeno per quanto riguarda il 5S, anche se al momento attuale le presstitute/media servi hanno smesso l’espressione antipolitica, riservandosi di conservare, però, il populismo come minaccia antiliberista, antieuropea e antidemocratica. Nel 2012 definii come segue l’antipolitica, di cui ci si riempiva la bocca in difesa …

Leggi tutto »

Un Ministro del lavoro per clientes. No good

DI PAOLO BARNARD paolobarnard.info La prima domanda che un Ministro del Lavoro si deve fare sulla questione dei riders è questa: “Com’è possibile che dei giovani figli delle terza potenza economica d’Europa, fra le sette maggiori al mondo, si debbano ridurre a pedalare con le pizze sulla schiena per spiccioli e in numeri sufficientemente ampi da richiedere un’azione di governo? Addirittura molti lo fanno come secondo lavoro di disperazione. Ma siamo matti?”. L’ultima cosa che un Ministro del Lavoro fa davanti …

Leggi tutto »

Un futuro giallo-verde per l’Italia?

DI EUGENIO ORSO comedonchisciotte.org Riceviamo e volentieri pubblichiamo La vicenda politica italiana, drammatica e poco trasparente, presenta molti rischi e incertezze per il futuro più prossimo e, a ben vedere, un solo aspetto sicuramente positivo: l’emersione, durante le convulsioni della crisi, di tre verità incontrovertibili, fino ad ora nascoste con ogni mezzo dalla politica e dai media alla maggioranza della popolazione. Le verità emerse in piena luce, dal 4 di marzo a oggi, sono le seguenti: 1) La democrazia avanzata …

Leggi tutto »

Dove ci porterà il Governo M5S-Lega ?

comedonchisciotte controinformazione alternativa colombo m5s lega new

DI FABIO CONDITI comedonchisciotte.org Oggi che il Governo M5S-Lega si è insediato ed è diventato operativo, tutti si chiedono se sarà davvero il Governo del Cambiamento oppure l’ennesimo tentativo gattopardesco di “cambiare tutto perché niente cambi”. Come tutti sanno io sono un ingegnere, faccio progetti anche complessi che generalmente hanno degli obiettivi ben precisi. Affrontare un progetto richiede un grande sforzo di analisi e di studio, soprattutto se coinvolge altre figure professionali, che devono essere coordinate ed integrate, ma ad …

Leggi tutto »

Il guru dell’”helicopter money” va al Ministero del Tesoro, mentre gli insorti italiani ottengono quello che avevano desiderato

DI AMBROSE EVANS – PRITCHARD telegraph.co.uk Il nuovo Ministro delle Finanze italiano è un sostenitore della reflazione fiscale e dello stampare moneta per salvare gli stati europei con un alto debito, fatto che lo porterà su una rotta di collisione con le élite politiche di Bruxelles e della Germania. Dopo settimane di politica che si potrebbe definire di rischio calcolato, il radicale M5S e i nazionalisti della Lega sono riusciti in gran parte a imporre la loro scelta euroscettica all’establishment …

Leggi tutto »

Meglio o meno peggio?

DI MARCO TRAVAGLIO ilfattoquotidiano.it È con somma sorpresa, mista a incredulità, che registriamo la prevalenza del buonsenso dopo 88 giorni di manicomio. Ci sarà tempo per giudicare il governo Conte. E l’unico giudizio che conosciamo, anche per la nostra ragione sociale, è quello sui fatti. Della maggioranza 5Stelle-Lega abbiamo già detto tutto: avremmo preferito un accordo tra il M5S e un centrosinistra profondamente rinnovato, ma queste tre ultime parole si sono rivelate un ossimoro, grazie a Renzi e ai suoi …

Leggi tutto »