Home / Attualità / Qualcosa si è rotto

Qualcosa si è rotto

 

DI ANDREA ZHOK

facebook.com

Salvini:  “Qualcosa si è rotto negli ultimi mesi”

E puoi dirlo forte Matteo.

Per non scadere nel turpiloquio, non si può dire che cosa si sia rotto. Ma che si sia rotto è indubbio.

Qualcosa si è rotto vedendo questo sconcertante teatro di baruffe, dispettucci, gelosie e minacce, neanche foste liceali a una diretta del Grande Fratello.

Qualcosa si è rotto a tutti gli italiani che, dopo il 4 marzo del 2018, avevano sperato in un governo capace di fare compromessi nell’interesse, per una volta, della maggioranza dei cittadini e non di una collezione di influenti minoranze.

Il plauso della maggioranza degli italiani era andato all’idea di un governo che accettasse di essere proprio un ‘governo di coalizione’, senza vergognarsene, un governo che trovava dei punti di compromesso tra istanze e elettorati chiaramente non coincidenti, ma proprio perciò un governo che non fosse la solita esibizione muscolare di galletti vanesi, di chiacchiere e distintivo, di ‘governismo’, di impazienza verso la mediazione.

Se non l’avessi capito, caro Matteo, la fiducia non vi è stata mai data perché ‘promettevate così bene’, ma per il livello di nausea suscitata dai governi precedenti che uno dopo l’altro governavano per una manciata di lobby influenti, mostrando sempre maggiore impazienza verso i ‘riti della democrazia’. Che queste lobby fossero poi l’entourage di Berlusconi o le enclave di potere del PD poco importa.

Ma a poco più di un anno di distanza, e soprattutto ad un’elezione di distanza, si è visto che tutti i vecchi istinti di massimizzazione dell’interesse personale del ceto politico, e di tutela dei propri gruppi di pressione sono riemersi.

Invece di fare uno sforzo nell’ottica di un interesse collettivo, le spinte sono ora solo quelle a capitalizzare l’onda di consenso (per chi ce l’ha), ad accontentare le proprie lobby nell’imprenditoria lombardo-veneta per la Lega, o a rincorrere i propri referenti sparsi nei No Tav o No Tap o No Vattelapesca per i Cinque Stelle.
Tutto il resto è solo il gioco del cerino, alla ricerca di come addossare all’altro la colpa di un ritorno alle urne.
In questo gioco naturalmente la Lega può avvantaggiarsi di una linea coerente di lungo periodo, mentre il M5S soffre per aver raccolto richieste sparse senza darvi alcuna unità organica.
Ma a parte questa disparità di efficacia, che si ripercuote in un diverso successo presso l’elettorato, la dinamica del ritorno al ‘particulare’ è evidente.

Purtroppo non basta riempirsi la bocca di ‘Italia’ e vestire magliette col tricolore per imparare a pensare in termini di interesse nazionale.

 

Andrea Zhok

Fonte: www.facebook.com

Link: https://www.facebook.com/andrea.zhok.5/posts/1283463358501727

8.07.2019

Pubblicato da Davide

34 Commenti

  1. Cosa si è rotto?
    Che c’è un pagliaccio che è in campagna elettorale da 15 mesi e che sono 15 mesi che cerca ogni pretesto per far cadere il governo. Il pagliaccio Selfini circondato da legaioli ladri, indagati, condannati, arrestati, mafiosi pro TAV (i suoi sponsor lo pretendono), in 15 mesi non ha fatto un ca..o, tutte chicchiere sui migranti, due gommoni respinti per finta che poi sono sbarcati lo stesso, bacio al rosario, bacio alla madonna, balli con mignotte in spiaggia e tante, tante, tante, tante chiacchiere da festa del paese. Il resto l’hanno fatto i media che in 15 mesi hanno pompato all’infinito Selfini ed attaccato il 5S ogni giorno. Contenti gli italiani che rivogliono il finto rinnovato pd, alleato della destra da sempre, letamaio del quale fa parte anche la lega!!! Evviva l’Italia, evviva la Grecia!!!!!!!!!!!!!!!!!

  2. Salvini ha fatto solo ed esclusivamente campagna elettorale a danno dei suoi stessi alleati di governo, tuttavia, visto e considerato che l’aria s’e’ fatta irrespirabile, saro’ ben felice di vedere il caz2aro lombardo governare da solo. Ps, spero altresi’ che Pd e M5S non si facciano carico della manovra finanziaria d’autunno…

  3. Vincenzo Siesto da Pomigliano

    Poveri italiani…. anzi italioti….. che non imparano mai.

  4. Ps, quale sarebbe la linea coerente della Lega?

  5. Qualcosa si e’ rotto e non si rompeva se non si azzuffavano per il Tav.

    Come si diceva la psicostasia di SMichele e’ in atto.

    Spiace che Salvini lo abbiano buttato dalla parte sbagliata.Il Tav non lo voleva e si e’trovato a stare dalla parte del Pd che lo ha sempre voluto.
    Ma vedere quello che hanno fatto e stanno facendo i piddini da il voltastomaco,dopo Bibbiano e la vicenda della sea watch insabbiate e ora invece di astenersi di votare a favore del Tav.
    Nessuno ha votato il Pd e ora tutti a dar contro ai gialloverdi. Un paese rincretinito.

    • “Spiace che Salvini lo abbiano buttato dalla parte sbagliata”
      Selfini era già dalla parte sbagliata, c’è sempre stato!
      “Il Tav non lo voleva e si e’trovato a stare dalla parte del Pd che lo ha sempre voluto”
      A Selfini del TAV non frega un ca..o, mentre per i suoi sponsor tipo benetton, black rock etc. il TAV è una fonte di miliardi facile, facile.

  6. spero nella matita copiativa prossima ventura
    che sappia schivare gli abissi delle stelle
    come la gnostica rossa confraternita della paura
    e finalmente ci porti ordine sovranità lira e,,, caramelle.

  7. Da alcuni commenti qui sopra si vede come mai quelli del M5s (o una parte di essi) possano essersi votati al disastro in così breve tempo.
    Non si vuole incensare Salvini, le sue insufficienze non sfuggono, anche a chi si trovasse a votarlo (leggetevi Blondet, se volete sentirne), ma il piagnisteo sulle “colpe”di Salvini per aver rovinato il Movimento (sembra quasi che l’abbia portato lui alla rovina!) ormai non si possono neppure più sentire.
    E’colpa di Salvini, che è in campagna elettorale perpetua! Non che il Movimento 5S sembra sia entrato, fin dalle regionali abruzzesi, in una frenesia sempre più autodistruttiva, cominciando la più dura contrapposizione con l’alleato al governo.
    Inoltre Salvini ha i mezzi di comunicazione dalla sua (!), è diventato praticamente come Berlusconi. E come dicevano a suo tempo proprio quelli del PD, quando Berlusconi vinceva, era colpa delle televisioni! Hanno proprio l’impronta culturale del piddino. E’ impossibile che superino la crisi in questo modo (a differenza del PD, che naturalmente è più corazzato e ha gli apparati che contano, e nonostante tutto ha uno zoccolo che mai lo abbandonerà).

  8. E si vogliono riprendere gli 80 euro di Renzi, per aiutare chi sta peggio, ovviamente. Senza vergogna.

  9. l’Italia è nella melma e non ne uscirà più… e questo mi fa male, tanto male se penso cos’era l’Italia. la terza potenza mondiale, la prima superpotenza culturale.

    peccato!

  10. State calmi…a tutto c’è una spiegazione.
    Il m5s ha scoperto che essere un movimento senza un identità ben definita alla lunga conduce all’estinzione politica ed ha provato a fare retromarcia ma è stato cannibalizzato da Salvini. Quest’ultimo ha scoperto tardivamente di non avere i numeri per incidere sulle decisioni importanti.
    Nulla è casuale in politica, neanche l’uscita di Totò da Forza Italia. Compreso?

  11. Sentito ora Conte in Tv, grande discorso….

  12. Già si vedeva che Salvini non stava più nella pelle nel ruolo di ministro dell’Interno, se diventerà Premier temo che scoppierà.

  13. Mi raccomando ora, dopo l’ennesimo governo che ha preso in giro gli italiani, dopo l’ennesima pagliacciata, da parte di una componente del governo , tutti pronti a votare.
    Votiamo, italiani. E facciamoci prendere per il [email protected] ancora e sempre.

  14. Vedremo, tanto sono tutti delinquenti.
    Voglio sperare che salti tutto.
    Con un inizio al fulmicotone , spread a 560.
    L’italia entrerebbe nel mito , con un crack ad effetto domino.
    Ci conto.

  15. Salvini si è dimostrato un nuovo renzi, forse anche meno furbo, secondo lui lo mandano al governo, con ancora tre anni di legislatura?
    Tra l’altro fra tre anni si vota per il nuovo presidente della repubblica e pensa che lo fanno scegliere a lui, furbo come renzi…

  16. Alle porte di una crisi economica mondiale, Salvini fà cadere il governo e chiede elezioni anticipate…..che grande statista costui…..le cose son due, o si è montato la testa, come a suo tempo fece REnzi con il suo popolo del 41% alle europee, poi sceso sotto il 20% alle parlamentari, oppure, dato che è scontato che Mattarella non ci lascerà andare alle urne, c’è un accordo per un nuovo governo alla “Monti” (chissà forse Cottarelli o lo stesso Conte). Un governo pronto ad affrontare la crisi con politiche massacranti per il popolo, che non tocchi gli interessi dei poteri forti, appoggiato da tutte le forze parlamentari, anche quelle che si metterano, per finta, all’opposizione. Un governo tecnico o di unità nazionale che possa permettere, a massacro finito,a tutti i partiti di tornare in piazza a chiedere voti e fiducia.
    E’ la fine…..non vi resta che pregare e chiedere misericordia……io sono ateo, non prego ma mi tocco i ………

  17. Dopo l’8 settembre 1943 l’Italia avrà un’altra data fatidica, l’8 agosto 2019 ?

    Badoglio = Salvini ?

  18. Articolo inutile.

  19. E’ ovvio che se metti insieme una coalizione che difende il ceto ricco(la lega)assieme a quella che inizialmente difendeva il ceto meno benestante(m5s)la frittata è fatta.Ribadisco per l’ultima volta,votare non conta un caxxo,perchè se servisse a qualcosa,non ve lo lascerebbero fare.Cambiare tutto per non cambiare niente,in italia è sempre e sarà sempre così.

  20. Mi trovo d’accordo. Quando l’europeista/atlantista Salvini fallirà,a chi si rivolgerà il popolino?

  21. Semplicemente le elezioni passate hanno creato una situazione anomala, la coalizione non ha funzionato e si torna a votare per avere una chiara maggioranza (Lega + FdI).

  22. comunque vada, le televisioni ed i giornali c’è l’han messa tutta per rompere questo governo…

    anche la rai si è data da fare parecchio, coi nostri soldi ci sputano in faccia, il popolo deve morire e così è stato.

    proporrei per il prossimo governo da votare un partito, che rispolveri la pena di morte per i direttori di giornali e televisione… unitamente ai politici falsi e traditori e magistrati pure loro corrotti. pena di morte solo per loro.

    questa feccia non merita di vivere alle nostre spalle, specialmente. ci sarà qualche “pazzo” che li farà fuori. saluti incazzati.

  23. Ieri 8 agosto era il compleanno del Premier Conte.

    Salvini avrà voluto fargli un “regalo”, oppure si è trattato di un “semplice caso”?

  24. Al di là degli sviluppi imminenti e al di là di chi vincerà le prossime elezioni politiche; ho la netta sensazione che “LA PACCHIA E’ FINITA”… per Salvini.

  25. Mmmmmmh come non vedo l’ora di vedere questo bel 2% per il M5Stalle alle prossime elezioni! Mamma mia come non sto più nella pelle! Se agli italieni fosse rimasto anche solo un briciolo di materia grigia, non andrebbero a votare finché non viene fuori un partito serio che come primo obiettivo abbia l uscita immediata da Europa e euro, tutto il resto sono sciocchezze da bar sport per fare audience televisivo. Punto e basta. Svegliamoci per l’amor del cielo!!!!!!!!!!!!!

  26. Piccole osservazioni a mente lucida.
    L’esperimento del Governo gialloverde non ha funzionato perché in primis non ha retto alla grande pressione mediatica e politica che è stata effettuata per rompere il primo esecutivo che ha osato sfidare il sistema economico attuale e l’Europa di oggi che ne è il principale organo esecutivo.
    I 5stelle sono apparsi spesso contraddittori, timidi con l’Europa, contrari alla moneta complementare e proni ai diktat del Fiscal Compact (una delle cause scatenanti della crisi è stata la richiesta di Giggino per conoscere le eventuali “coperture” di bilancio nella prossima manovra).
    La Lega ha commesso errori e passi indietro, pur con l’importante attenuante di avere il peso elettorale originale minore (numeri in Parlamento) rispetto agli ex grillini.

    Ora Salvini, forte dell’attuale connsenso elettorale va all’attacco, fa cadere il Governo e chiede le elezioni con il progetto di allearsi con Meloni e Toti.

    Io ero favorevole al mantenimento del governo gialloverde a causa delle incognite nascoste dietro le decisioni del CdS, però mi rendo conto che la situazione era diventata insostenibile e lo status quo rischiava di danneggiare il Paese e Salvini non avrebbe mantenuto a lungo il consenso in tali condizioni.

    Leggo nel forum molti critici nei confronti del leghista. Bene ne sapremo riparlare fra un pò di mesi, soprattutto se si creerà un polo PD-5stelle, come vogliono i poteri costituiti (parafrasando De Andrè)

    Chiedetevi quali possono essere le alternative prima di sputare sull’unico piatto che ha provato ad illuminare il fondo del tunnel.

  27. Le palle si sono rotte. Che teatrino scadente. Devono darvi l’impressione che ci siano diverse vedute, discussioni, rotture, minchiate per coprire l’unico piano che seguono.
    E non è quello che avete “scelto” voi. Ma vedo nonostante tutto che c’è chi difende l’uno o l’altro, e salvini ha fatto questo e i 5s quest’altro. Insulti all’intelligenza.
    Lo stato è un organizzazione criminale armata e violenta, rendiamocene conto prima di mettere crocette a destra e a manca pensando di decidere qualcosa.

Lascia un commento