Home / Archivi etichette: Gran Bretagna

Archivi etichette: Gran Bretagna

Soldi sporchi o politica sporca? L’ipocrisia del Regno Unito sugli “oligarchi russi”

DI NEIL CLARK rt.com Secondo il procuratore generale della Russia, 61 criminali, colpevoli di aver indebitamente accumulato in Russia almeno 10 miliardi di dollari, stanno facendo la bella vita nel Regno Unito. La Gran Bretagna asserisce di essere preoccupata per i “soldi sporchi”, ma ha rigettato le richieste di estradizione da parte di Mosca. Era stata la truffa finanziaria del secolo. Il saccheggio delle ricchezze della Russia sovietica da parte di un gruppo di oligarchi molto ben ammanigliati aveva, nei …

Leggi tutto »

Il retroscena economico dietro l’avvelenamento di Skripal. (Intervista a Michael Hudson)

DI  MICHAEL PALMIERI counterunch.org Left Out, un podcast prodotto da Paul Sliker, Michael Palmieri e Dante Dallavalle, ospita conversazioni approfondite con i più interessanti pensatori politici ed eterodossi economisti di sinistra. The Hudson Report è una nuova serie settimanale, con il leggendario economista Michael Hudson. In ogni episodio affrontiamo un problema economico o politico che è stato ignorato – o molto dibattuto – sulla stampa in quella settimana. In questa puntata discutiamo delle implicazioni economiche e politiche del tentato omicidio …

Leggi tutto »

Un bivio pericoloso: quali sono le prospettive delle relazioni fra la Russia e l’Occidente?

  DI ALEX GORKA strategic-culture.org No, non è un ritorno a George Kennan ed alla sua politica di contenimento. Sembra piuttosto un lento strangolamento, con la tensione che aumenta dappertutto. Il furore sul caso dell’avvelenamento degli Skripal è stato montato in un momento in cui le mosse dell’Occidente passano quasi inosservate, eclissate come sono dalla narrativa sulla mortifera Russia. Anche se il tutto è iniziato in Europa, la sua realizzazione è squisitamente di fattura americana. Segnalazioni recenti, raccolte da fonti diverse …

Leggi tutto »

Gazprom ha avviato la procedura per la rescissione dei contratti con Naftogaz

FONTE: FONDSK.RU In riferimento alla nuova disputa sul gas tra Gazprom e Naftogaz dell’Ucraina, in Europa si sono risvegliate apprensioni da panico, nel caso sorgessero problemi simili alle crisi invernali del 2006 e del 2009. Secondo le rassicurazioni di A. Kobolev (che dirige Naftogaz dal 2014), al momento il rischio per l’Europa è assente – si intende, grazie alle azioni disinteressate di Naftogaz: «Abbiamo fatto di tutto per prevenire la crisi creata ad arte che la Russia ha tentato di …

Leggi tutto »

Guerra in Siria: ciò che i media mainstream non stanno dicendo su Ghouta est

DI RANIA KHALEK rt.com Mentre le forze siriane stanno combattendo contro Jaysh al-Islam per riconquistare Ghouta est, i media occidentali hanno completamente ignorato le atrocità degli insorti, preferendo dar la colpa di tutte le violenze al “regime”. Lo stanno facendo di nuovo, dicono che una città siriana sta per essere ripresa dal governo. Stavolta è Ghouta est, sobborgo di Damasco ed una delle ultime roccaforti superstiti dell’insurrezione islamista che sta lacerando il paese da sette anni. Prima di Ghouta est …

Leggi tutto »

Con 50.000 bambini yemeniti morti nel 2017, la guerra Britannico-Usa-Arabo Saudita entra in una nuova orribile fase

DI DAN GLAZEBROOK rt.com Due anni e mezzo di un letale assedio e di bombardamenti non hanno prodotto quasi nulla per quanto riguarda i guadagni territoriali nella guerra condotta dall’Arabia Saudita contro la nazione yemenita, per conto dell’Occidente. L’inasprimento del blocco è un osceno tentativo disperato di rimandare l’inevitabile sconfitta. La guerra contro lo Yemen, sponsorizzata dall’Occidente ed eseguita dalle loro sempre fedeli teste di legno saudite, sta andando male. Molto male. Quando i sauditi hanno iniziato i loro bombardamenti …

Leggi tutto »

LA FORMAZIONE DELLA ‘NUOVA POLITICA’ BRITANNICA

DI JOHN PILGER johnpilger.com Al recente Congresso del Partito Laburista tenutosi nella cittadina inglese sul mare di Brighton, sembrava che i partecipanti non notassero un video proiettato all’ingresso principale. Il terzo produttore di armi al mondo, BAE Systems, fornitore dell’Arabia Saudita, stava promuovendo le sue armi, bombe, missili, navi e aerei da combattimento. Pareva una falsa immagine per un Partito su cui adesso milioni di britannici puntano le loro speranze politiche. Un tempo dominio di Tony Blair, è ora guidato …

Leggi tutto »

AUGURIAMOCI LA MAFIA PERFETTA

DI PAOLO BARNARD paolobarnard.info Are you ready for a ride? Pronti a stirare il cervello? Alla celebrazione per Paolo Borsellino, di cui al precedente, ho portato due ‘Visioni’: una sul perché Borsellino e Falcone sono stati ammazzati in quel modo, e l’altra su come far sparire le mafie, e su come mettere il Vero Potere con le spalle al muro, in un colpo solo. Piuttosto controversa la seconda, vi avviso. Parto dalla conclusione del ragionamento, poi ve lo spiego. Borsellino …

Leggi tutto »

Gli scienziati avvertono: la chemioterapia potrebbe diffondere il cancro ed attivare tumori più aggressivi

DI SARA KNAPTON telegraph.co.uk Un recente studio dice che la chemio potrebbe permettere la diffusione del cancro ed innescare tumori più aggressivi. Ricercatori americani hanno studiato l’impatto dei farmaci sui pazienti con cancro al seno ed hanno scoperto che questi aumentano la possibilità che cellule tumorali migrino in altre parti del corpo, dove sono quasi sempre letali. In Gran Bretagna, ogni anno viene diagnosticato il cancro al seno a 55.000 donne, 11.000 delle quali moriranno. A molte viene somministrato un …

Leggi tutto »

Dal Nürburgring a Londra, passando per Torino: prove tecniche di paura permanente. E di regime

DI MAURO BOTTARELLI rischiocalcolato.it C’è un filo rosso che unisce quanto accaduto a Londra l’altra notte con gli avvenimenti di Piazza San Carlo a Torino: la paura. Uno stato mentale, prima che un allarme concreto. Se infatti nella capitale britannica la paura aveva il volto reale di un furgone bianco sulla folla del London Bridge e di tre uomini vestiti di nero – “Sembravano drogati, colpivano a caso e dicevano che era per Allah”, racconta un superstite – che menavano …

Leggi tutto »

Terrore in Gran Bretagna: che cosa sapeva il Primo Ministro?

DI JOHN  PILGER counterpunch.org Ciò che non si può dire, in campagna elettorale in Gran Bretagna, è proprio questo. Che le cause dell’attentato di Manchester, in cui 22 persone, perlopiù giovani, sono state uccise da un jihadista, sono tenute nascoste per proteggere i segreti della politica estera britannica. Domande cruciali, come il motivo per cui i servizi di sicurezza dell’MI5 lasciavano a piede libero cellule terroristiche a Manchester e perché il governo non aveva avvertito i cittadini di quella minaccia …

Leggi tutto »

“Yankee go home”: ora lo dice anche la Merkel

DI MASSIMO FINI ilfattoquotidiano.it Finalmente. Finalmente un leader europeo ha avuto il coraggio di affermare che gli Stati Uniti e gli inglesi non sono più gli alleati di sempre, che l’Europa non è più disposta a farsi tappeto di fronte alle loro iniziative e che deve fare da sola sia economicamente che militarmente. E questo leader è Angela Merkel che guida, e probabilmente guiderà per altri cinque anni, il più importante Paese europeo. Questo è il senso delle parole che …

Leggi tutto »

Il Regno Unito schiera l’esercito contro il terrorismo, la May avverte: “Altri attacchi imminenti”

In una dichiarazione televisiva da Downing Street, il primo ministro Theresa May ha detto che la Gran Bretagna ha aumentato il livello di allarme al massimo, a seguito dell’attentato suicida di Manchester che ha ucciso 22 persone. La polizia verrà messa di pattuglia, mentre l’esercito sarà schierato in eventi pubblici come concerti e manifestazioni sportive. “I membri delle forze armate dispiegate saranno sotto il comando degli agenti di polizia”, ha detto, aggiungendo che “esiste un più ampio gruppo di individui …

Leggi tutto »

Gran Bretagna: la monarchia delle banane

DI LUKE O’ BRIEN counterpunch.org Nella classifica dei tipi di governo, giù in fondo alle repubbliche delle banane, troviamo la “monarchia delle banane”. E’ qui che troviamo oggi la Gran Bretagna post-Brexit. LA MONARCHIA Alcuni apologeti della monarchia vorrebbero farci credere che la prima famiglia della Gran Bretagna è in realtà la peggiore della sua specie. Essa, come il Grande Inquisitore di Dostoevskij, o l’O’Brien del Cerchio Ristretto di 1984, sono gravati da un peso talmente oneroso che le migliaia …

Leggi tutto »

Il problema non è Trump. Siamo noi

DI JOHN PILGER counterpunch.org Negli Stati Uniti, il giorno dell’insediamento del Presidente Trump, migliaia di scrittori esprimeranno la loro indignazione. “Per poter guarire e andare avanti…”, si dice al Writer Resist, “vogliamo andare oltre il discorso politico diretto, e, concentrandoci sul futuro, noi, come scrittori, possiamo essere una forza unificatrice per la tutela della democrazia”. E ancora: “Esortiamo gli organizzatori e relatori locali ad evitare di chiamare per nome i politici o di usare un linguaggio di contestazione come punto …

Leggi tutto »

La vita moderna uccide i nostri figli: la percentuale di cancro nei giovani del Regno Unito è salita del 40% negli ultimi 16 anni

  DI SARAH KNAPTON telegraph.co.uk Regno Unito: gli scienziati avvertono: la vita moderna sta uccidendo i nostri figli. Negli ultimi 16 anni il numero di giovani colpiti dal cancro  è salito del 40% a causa dell’inquinamento atmosferico, dei pesticidi, di povere diete alimentari e delle radiazioni. Secondo un nuovo studio delle statistiche governative effettuato da ricercatori dell’organizzazione no-profit Children with Cancer in UK oggi si registrano 1300 casi di cancro in più rispetto al 1998, il primo anno in cui …

Leggi tutto »