Gran Bretagna, dati ufficiali: in sei mesi 30.505 morti entro 21 giorni dalla prima dose di un vaccino Covid

AVVISO PER I LETTORI: Abbiamo cambiato il nostro indirizzo Telegram. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale ufficiale Telegram .

Daily Expose

I dati ufficiali dell’Office for National Statistics hanno inavvertitamente rivelato che, in Inghilterra, nei primi 6 mesi del 2021 sono morte 30.305 persone entro ventuno giorni dalla vaccinazione Covid-19.

Negli ultimi mesi sono arrivate al Public Health England (PHE) decine di interrogazioni basate sul principio della libertà di informazione con la richiesta di conoscere il numero delle persone decedute entro 28 giorni dalla somministrazione di un vaccino Covid-19. Ogni volta, PHE ha affermato di “non possedere le informazioni richieste.”

Fonte

È assai strano scoprire che PHE non dispone di questo tipo di informazioni, considerando che la sua controparte scozzese è stata in grado di pubblicare i dati sui decessi avvenuti entro 28 giorni da una vaccinazione contro la Covid-19.

L’ultima pubblicazione dei dati di Public Health Scotland (PHS) risale al 23 giugno 2021: si tratta del “Covid-19 Statistical Report,” in cui viene reso noto che, tra l’8 dicembre 2020 e l’11 giugno 2021, in Scozia sono decedute 5.522 persone entro 28 giorni dalla somministrazione di un vaccino Covid-19.

Fonte

PHS riporta anche i dati suddivisi per marca di vaccino e data del decesso in una tabella reperibile qui. La tabella mostra che 1.877 persone sono morte entro 28 giorni dopo aver avuto l’iniezione mRNA di Pfizer, 3.643 persone sono morte entro 28 giorni dopo il vaccino a vettore virale di AstraZeneca e 2 persone sono morte entro 28 giorni dopo il vaccino mRNA di Moderna.

La ragione per cui la gente chiede di conoscere il numero di persone morte entro 28 giorni dal vaccino Covid-19 è perché questi sono esattamente gli stessi parametri usati per contare le cosiddette morti da Covid-19 per tutto il periodo della presunta pandemia.

I decessi vengono classificati come Covid-19 se si verificano entro 28 giorni da un test positivo, tuttavia, all’inizio, venivano effettivamente attribuite alla Covid-19 tutte le morti avvenute entro 60 giorni da un test positivo.

Sembra però che PHE sia stato in grado di eludere le richieste sul numero dei decessi post vaccinazione grazie ad un tecnicismo. Questo cavillo è il numero di giorni utilizzato nelle richieste, perché abbiamo scoperto che PHE è comunque in possesso dei dati sul numero di persone morte dopo vaccinazione Covid-19.

Ma non si tratta del numero di persone morte entro 28 giorni, i dati di PHE si riferiscono al numero di persone decedute entro 21 giorni dalla vaccinazione Covid-19 e le cifre sono state appena pubblicate, inavvertitamente, dall’Office for National Statistics (ONS).

Il rapporto pubblicato dall’ONS il 13 settembre 2021 è stato un chiaro tentativo di ingannare il pubblico, con l’intento di fargli credere che la maggior parte dei decessi per Covid-19 avviene tra la popolazione non vaccinata. Ma i dati inclusi nel rapporto comprendono una grossa fetta di decessi avvenuti durante la seconda, presunta, ondata di Covid-19 nel gennaio 2021, quando quasi nessuno era vaccinato.

Le rilevazioni arrivano fino al 2 luglio 2021, il che significa che non sono state incluse le morti avvenute durante la terza ondata estiva, quella attualmente ancora in corso.

Come si può vedere dal grafico qui sopra, tratto dal Covid-19 Dashboard del governo britannico, la stragrande maggioranza dei decessi per Covid-19 durante il periodo preso in esame nel rapporto ONS si era verificato durante la seconda ondata, quando il programma di vaccinazione era appena iniziato, quindi è ovvio che la stragrande maggioranza dei decessi si era verificata in una popolazione non vaccinata.

Tuttavia, se l’ONS avesse deciso di fornire i dati della terza ondata, quella che stiamo attualmente vivendo, allora si sarebbe visto che il 75% delle persone morte di Covid-19 erano, in realtà, vaccinate e solo il 25% non lo era.

La tabella 5 del “Vaccine Surveillance Report” di Public Health England, che si può trovare qui, mostra che, tra il 9 agosto e il 5 settembre 2021, ci sono stati 600 morti per Covid-19 tra la popolazione non vaccinata, 97 morti tra la popolazione parzialmente vaccinata e 1.659 morti tra la popolazione completamente vaccinata.

Quindi, come potete vedere, la stragrande maggioranza dei decessi durante l’attuale ondata di Covid-19 si sta verificando tra la popolazione vaccinata, ma, naturalmente, l’ONS non voleva che voi lo sapeste, così l’ha lasciato fuori. Possiamo anche scommettere che non aveva alcuna intenzione di rivelare il numero di persone morte entro 21 giorni dalla somministrazione di un vaccino Covid-19, perchè è proprio così che si sono comportati.

La tabella 1 del rapporto ONS (che si trova qui) è un tentativo di mostrare quanto bene funzionino i vaccini Covid-19 nella prevenzione dei decessi. Ma non dimenticate che questi dati coprono solo i primi 6 mesi dell’anno, e la stragrande maggioranza dei decessi si era verificata quando la maggioranza della popolazione non era ancora vaccinata.

Tuttavia, tentando di ingannare il pubblico per indurlo a credere che i vaccini Covid-19 avevano funzionato nella prevenzione dei decessi, l’ONS ha rivelato che in Inghilterra, tra il 2 gennaio e il 2 luglio 2021, sono morte 30.305 persone entro 21 giorni dopo la somministrazione di un vaccino Covid-19.

Come si può vedere dalla tabella soprastante 14.265 persone sono morte (non di Covid-19) entro 21 giorni dopo la prima dose di vaccino e 4.388 persone, anch’esse vaccinate, sono morte, presumibilmente di Covid-19 entro i 21 giorni dall’assunzione della prima dose di vaccino.

Altre 11.470 persone sono morte (non di Covid-19) entro 21 giorni dalla seconda dose e 182 persone sono morte (presumibilmente di Covid-19) entro 21 giorni dalla seconda dose di vaccino.

Quindi, in Inghilterra, durante i primi 6 mesi del 2021, sono morte 30.305 persone entro 21 giorni dalla somministrazione di un vaccino Covid-19.

Ciò che è interessante notare qui è che altre 123.796 [131.543 secondo i miei calcoli N.D.T.] persone sono morte 21 giorni o più dopo la somministrazione di un vaccino Covid-19, e saremmo ansiosi di sapere quanti di questi decessi si sono verificati entro i 28 giorni dalla vaccinazione, o anche entro i 60 giorni, considerando che [i funzionari pubblici] hanno usato e continuano ad usare questo parametro per contare le morti da Covid-19.

Ma per ora dovremo accontentarci di conoscere il numero ufficiale di persone morte in Inghilterra entro 21 giorni dalla somministrazione della prima dose di un vaccino Covid-19 durante i primi 6 mesi del 2021 e quel numero è 30.305. Dubitiamo che sia un dato che le autorità avrebbero voluto realmente divulgare.

Le cifre più aggiornate all’interno del rapporto pubblicato da PHS il 23 giugno 2021 rivelano, che tra l’8 dicembre 2020 e l’11 giugno 2021, sono morte, in Scozia, complessivamente 5.522 persone entro i 28 giorni dalla somministrazione di una dose di un vaccino Covid-19.

Secondo la tabella fornita da Public Health Scotland, che include il numero di decessi per tipo di vaccino e le date degli eventi, 1.877 decessi sono stati causati dal vaccino mRNA di Pfizer, 3.643 dal vaccino a vettore virale di AstraZeneca e 2 dal vaccino mRNA di Moderna.

Questo equivale ad una media di 920 decessi al mese a causa dei vaccini Covid-19 nella sola Scozia. Supera di 866 unità la media mensile delle persone decedute in Scozia di Covid-19.

Una istanza in base al principio della libertà di informazione, inoltrata il 30 gennaio, aveva chiesto al governo scozzese di rivelare il numero totale di persone morte a causa della Covid-19 dal marzo 2020.

Il governo scozzese aveva risposto l’11 marzo 2021 nei seguenti termini:

“In risposta alla vostra domanda, tra marzo 2020 e gennaio 2021 (incluso) sono stati registrati 596 decessi senza altre patologie mediche sottostanti e  attribuibili unicamente  alla COVID-19.”

Public Health England ha finora rifiutato di pubblicare qualsiasi dato sul numero di decessi avvenuti in Inghilterra entro 28 giorni dalla vaccinazione, ma non perchè manchino persone desiderose di saperlo.

Decine di richieste sulla base del principio della libertà d’informazione sono state fatte a PHE, ma il servizio pubblico immancabilmente risponde con la dichiarazione che “Public Health England può solo confermare di non possedere le informazioni da lei richieste.”

Tuttavia, utilizzando i dati scozzesi sul numero di decessi dovuti ai vaccini Covid-19, possiamo stimare quale sia in Inghilterra il probabile numero di morti dovuti ai vaccini. Tenendo conto della differenza delle relative popolazioni, pensiamo che il numero effettivo di morti dovute ai vaccini in Inghilterra, negli ultimi 6 mesi, potrebbe essere di 57.470.

Questo numero, da solo, potrebbe essere il motivo per cui PHE “sostiene” di non possedere tali informazioni.

The Daily Expose

Link: https://theexpose.uk/2021/09/15/30k-people-died-within-21-days-of-having-a-covid-19-vaccine-in-england/
15.09.2021
Scelto e tradotto da Markus per comedonchisciotte.org

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
29 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
29
0
È il momento di condividere le tue opinionix