Gran Bretagna: 1900 lavoratori faranno 8 giorni di sciopero

AVVISO PER I LETTORI: Abbiamo cambiato il nostro indirizzo Telegram. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale "Ultime Notizie".

Al porto di Felixstowe, nel Suffolk, gli operai sciopereranno per ben 8 giorni, dopo che le autorità sindacali hanno abbandonato la trattativa negoziale sull’aumento salariale.

Ciò sta destando molta preoccupazione perchè questo fermo causerebbe possibili ripercussioni sulla catena di distribuzione di beni nel Paese.

L’inflazione che aumenta è un “cappio” che stringe il collo ai lavoratori, e, come succede sempre, sono proprio questi ultimi a pagarne il prezzo più alto.
Ad incrociare le braccia sono stati infatti: operatori di gru, di macchinari e altri lavoratori portuali nell’est dell’Inghilterra.

Le proteste sono iniziate alcuni giorni fa, quando i sindacati chiedevano un aumento del salario proprio perchè l’inflazione è davvero da record: ha superato il 10% in luglio e si prevede possa arrivare al 13% in ottobre.
Non c’era ancora stata in questi anni tanta sofferenza in termini di innalzamento prezzi di questo livello, in uno dei Paesi del G7.

I 1900 operai sono membri del sindacato Unite, e la Segretaria Sharon Graham ha dichiarato:

I dock di Felixstowe sono estremamente redditizi. Le cifre più recenti mostrano che nel 2020 hanno realizzato 61 milioni di sterline (circa 72 milioni di euro) di profitti. La sua casa madre, la CK Hutchison Holding Ltd, è così ricca che quello stesso anno ha distribuito 99 milioni de sterline di dividendi ai suoi azionisti. Credo quindi che sia in grado di dare ai lavoratori di Felixstowe un giusto incremento di salario.

La controparte però ha chiesto di sospendere lo sciopero per sedere a un travolo, nel quale vorrebbero proporre un aumento del 8% per gli stipendi medi e un aumento del 10% per quelli più bassi.

Alcuni analisti hanno liquidato lo sciopero dicendo che non avrà un grande impatto sull’economia, perché il mercato è abituato alle perturbazioni dopo la crisi pandemica del Covid.

C’e’ da augurarsi che questa grande manifestazione sia da esempio per tutti gli Stati d’Europa.

NOTE:

Sara Iannaccone, 22.08.2022

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
2 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
2
0
È il momento di condividere le tue opinionix