Home / Archivi etichette: ue

Archivi etichette: ue

Nuovo mondo

DI PANAGIOTIS GRIGORIOU greekcrisis.fr La Grecia è uscita, secondo l’ineffabile Jean-Claude Juncker, dall’ambito di applicazione della Carta dei diritti dell’UE e quindi, tutto è permesso. La fiducia nei politici, ormai votati solo all’autoconservazione, è ai minimi storici e la pulsione di morte è ormai compagno quotidiano della vita dei greci, che sempre più spesso sembrano desiderare l’eliminazione fisica della loro classe dirigente. Chi ai tempi delle prime manifestazioni nel 2011, ha sedato tentativi di rivolta violenta oggi si pente e …

Leggi tutto »

Attentato a Westminster: l’ISIS sbarca in Regno Unito in vista della Brexit

DI FEDERICO DEZZANI federicodezzani.altervista.org A distanza di un anno esatto dagli attacchi terroristici di Bruxelles ed a sette giorni dall’avvio dei negoziati per il divorzio tra il Regno Unito e l’Unione Europea, Londra è stata teatro di un attentato carico di significati: un’auto ha travolto i passanti sul ponte di Westminster, per poi schiantarsi contro i cancelli del Parlamento britannico. Cinque i morti, una quarantina di feriti ed un inequivocabile messaggio: la Brexit non destabilizzi ulteriormente la già moribonda Unione …

Leggi tutto »

Lettera Aperta ai Greci: Vi stanno massacrando di fronte agli occhi del mondo intero e nessuno sta dicendo beh

DI PETER KOENIG globalresearch.ca Vi stanno massacrando di fronte agli occhi del mondo intero e nessuno sta dicendo beh. Nemmeno l’intelligentia greca. Il vostro governo. Pochi, ma troppo pochi, permettono il massacro perché non riguarda loro. Sono accecati dal falso fascino dell’euro e dall’appartenenza alla “classe privilegiata” dei nobili Europei (sic!). Apparentemente vivono bene a sufficienza, compresi i cavial-socialisti di Syriza. Lasciano il loro paese dissanguarsi a morte letteralmente, moralmente, socialmente e psicologicamente. Il sistema sanitario nazionale non funziona più …

Leggi tutto »

Stiamo assistendo al momento più strano nella storia dell’economia?

DI BRANDON SMITH   alt-market.com   E’ una sfortunata realtà che la maggior parte della gente tende a non prestare molta attenzione agli enormi cambiamenti in termini geopolitici ed economici. Potremmo pensare che eventi di questa portata dovrebbero attirare subito l’attenzione di ognuno mentre succedono, ma generalmente non accade mai finché il soggetto non vede che il microcosmo della sua vita individuale è una conseguenza di quello che accade nel macrocosmo, allora la gente si sveglia e se ne rende …

Leggi tutto »

Usa-Bruxelles-Roma: colpo su colpo di stato

DI FULVIO GRIMALDI Mondo cane “Lo strumento più potente in mano all’oppressore è la mente dell’oppresso”. (Stephen Biko) Qualcuno, edulcorando, usa l’eufemismo “post-democrazia”. Per non ammettere che è post-nazismo. Nel senso di nazismo senza camicie brune e senza sostegno di masse consenzienti, ma con sostegno di masse abuliche. E’ il dato che emerge da tre capitali che, una volta di più, unisce in unico progetto globale il pianeta Usa al satellite UE e all’asteroide Italia. Colpi di mano antidemocratici avvolti …

Leggi tutto »

Dopo i sacrifici per entrare nell’euro e i sacrifici per restare nell’euro, i sacrifici per uscire dall’euro

FONTE: COMIDAD.ORG La cronaca “europea” della scorsa settimana è stata segnata dalle dichiarazioni, poi parzialmente rimangiate, del cancelliere tedesco Angela Merkel su una “Europa a due velocità” da formalizzare già al prossimo vertice di Roma. I media hanno sbrigativamente tradotto le posizioni della Merkel con l’ossimoro di una “doppia moneta unica”, una per i Paesi del nord ed un’altra per i Paesi del sud. Non sono mancati i consueti commenti circa l’influenza della campagna elettorale in Germania su questa presa …

Leggi tutto »

Soros alle corde

DI WAYNE MADSEN Strategic Culture.org Anche se il multi-miliardario, magnate degli ‘hedge fund’ e agitatore politico su scala internazionale – George Soros – ha già perso alla grande con l’elezione di Donald Trump come presidente degli Stati Uniti e la vittoria della Brexit nel Regno Unito, rischia di perdere altro terreno politico e finanziario, mentre soffiano sul globo i venti burrascosi del cambiamento politico. Soros, che si considera il Maestro Supremo delle opzioni a breve termine sulle azioni, riuscendo spesso …

Leggi tutto »

Terre di faglia

DI CARLO BERTANI carlobertani.blogspot.it Basta osservare la cartina geologica, per capire chi è messo meglio e chi peggio: in Italia, i terremoti altamente distruttivi – solo dall’età Moderna in poi – sono stati perlomeno una ventina, nemmeno si contano quelli minori, tanto per capirci quelli dell’Aquila o di Amatrice. Solo “roba grossa”, come l’Irpinia (1980) o Avezzano (1915), per quel che possiamo ricordare personalmente o da qualcuno che ce ne ha parlato. Sempre dall’età Moderna ad oggi, in Germania sono …

Leggi tutto »

La Russofobia e l’odio verso Putin: i cani abbaiano

DI GUILLAME FAYE J’ai tout compris In effetti “i cani abbaiano, la carovana passa”, ovvero Mosca non si lascia impressionare. La maggior parte dei media occidentali ha descritto l’intervento russo in Siria come un’operazione criminale e imperialista. Rientra nella logica strategica della demonizzazione di Putin; l’obiettivo è ostacolare il ritorno della Russia come potenza internazionale. Inventare una minaccia russa, ripetere che la Russia sia una dittatura, sostenere che la Crimea sia stata annessa e l’Ucraina aggredita – pretesto per le …

Leggi tutto »

Brexit: la grande farsa Britannica

DI MATTHEW JAMISON strategic-culture. org A seguito della scioccante decisione dell’alta corte di mercoledì 3 Novembre, il governo Britannico di Theresa May si ritrova nell’impossibilità di attivare l’articolo 50, senza previo consenso, e dunque maggioranza dei voti, in entrambe la Camera dei Comuni (eletta) e la Camera dei Lords (non eletta); la grande farsa Britannica nota come brexit sta prendendo una piega ancora più surreale di quanto avessi potuto immaginare. Di questo passo i cittadini Britannici, il resto d’Europa e …

Leggi tutto »

Donald, I have a dream …

DI ALCESTE pauperclass.myblog.it E così Trump ha vinto. I presunti grandi rivolgimenti mi vedono sempre tiepido. Brexit, Trump, referendum scozzesi, elezioni spagnole. Il tifo (che si riassume nel motto: il nemico del mio nemico è un amico) non è mai stato nelle mie corde. E ormai son divenuto troppo disincantato per prestar fede a queste brevi ubriacature. L’unico mio interesse è osservare le nervature del potere che si muovono sottopelle. Esse acconsentono a un movimento contrario al montante feudalesimo basato …

Leggi tutto »