Home / Archivi etichette: Germania

Archivi etichette: Germania

Le vere motivazioni dei sacrifici che i giornali (e Di Maio) mai riveleranno

DI MARCO GIANNINI comedonchisciotte.org Mentre Silvio Berlusconi viene definito “male assoluto” da Di Battista l’Italia sono anni e anni che si sacrifica e sembra che non sia mai sufficiente. Vi chiederete cosa c’entri ma presto avrete la risposta. Se domandate agli italiani perché accettano di vedersi riservare questo trattamento senza protestare risponderanno che la causa risiede nel Debito Pubblico di cui si sentono indirettamente colpevoli: sono stati convinti che negli anni ’80 la loro Nazione, con una classe politica corrotta …

Leggi tutto »

Siria – Video Manipolati non fanno scoppiare la Terza Guerra Mondiale (Aggiornamento)

FONTE: MOON OF ALABAMA.ORG Stanotte U.S.A., Gran Bretagna e Francia hanno lanciato un attacco simbolico contro la Siria, ma senza intenzione di creare fastidi al governo siriano, alla popolazione o ai loro alleati. Non hanno colpito nessuno degli alleati della Siria e finora sembra che non ci siano stati morti o feriti. E’ stato un attacco una  tantum. Mattis […] ha detto che l’attacco è stato  “una botta e via”, a condizione che Assad non continui ad usare le armi chimiche. L’unico …

Leggi tutto »

Destabilizzazione, un’arte americana

DI ALBERTO NEGRI ilmanifesto.it Guerre e fake news. Per mascherare 40 anni di fallimenti, gli Stati uniti ripropongono metodi da guerra fredda per minare la Russia, esigenza condivisa dal mondo occidentale, e per contrastare l’espansionismo sovietico in Asia e in Africa Siamo entrati in una nuova fase dell’età delle destabilizzazione. Non bastava la bufala delle armi di distruzione di massa di Saddam Hussein nel 2003, non erano sufficienti i disastri delle primavere arabe con la guerra per procura contro l’Iran …

Leggi tutto »

La guerra 2014-2018?

DI CARLO BERTANI carlobertani.blogspot.it Tutti avevano avvertito, per mesi, per anni…una grande guerra c’attende: è lì, dietro l’angolo, s’aspetta solo che qualcuno prema il bottone…a dire il vero la guerra non è mai cessata dal 1945 in poi: Corea, Vietnam, Afghanistan (URSS), Jugoslavia, Afghanistan (USA), Iraq, Libia, Ucraina, Siria…Non bastano le centinaia di migliaia di vittime per chiamarle “guerre”? No, sarà Armagheddon, la battaglia delle battaglie…perché, ad ogni richiamo di guerra, tutti s’addossano gli uni agli altri nella speranza che …

Leggi tutto »

La National Intelligence degli USA: per il Presidente Porošenko è tempo di sloggiare

FONTE: Новости. События. (NOTIZIE. EVENTI) La Germania è rimasta delusa da Petro Oleksijovič (N.d.T. nell’originale sono usati il nome e il patronimico in Russo). Sono passati quattro anni dalla «rivoluzione della dignità» ucraina, ma non è ancora chiaro, egli intende davvero riformare il Paese o è interessato solo al denaro? Il famoso settimanale tedesco Der Spiegel pone tale domanda. È vero, in questo caso la pubblicazione non ricorda che il 21 febbraio 2014 il Ministro degli esteri tedesco ha apposto …

Leggi tutto »

Intervista con un economista contro – Vladimiro Giacchè: l’euro, l’UE, la Germania, la Grecia, il lavoro, la democrazia, la sovranità, i migranti…

DI FULVIO GRIMALDI Mondo cane Vladimiro Giacchè, della cui amicizia mi onoro da lunga data, è uno dei più autorevoli economisti europei. Ha svolto i suoi studi universitari a Pisa e a Bochum, in Germania, è laureato in filosofia alla Normale ed è presidente del Centro Europa Ricerche.  In Italia e in Germania è considerato una delle voci più critiche dell’assetto istituzionale europeo e dell’ordinamento finanziario basato sull’euro, con particolare riferimento al ruolo della Germania, specialmente nei confronti del Sud …

Leggi tutto »

No, non è l’Isis!

DI MIGUEL MARTINEZ kelebeklerblog.com Non è l’Isis, è la Germania. L’altro giorno le autorità (mica i profughi siriani) hanno abbattuto la cattedrale del paesino di Immerath, nella Renania. Perché era sulla linea di espansione di questa miniera di lignite a cielo aperto: Non è la Cina, non è quel mattacchione di Trump, è la Germania. Per quelli che dicono, “ma io non mi preoccupo, tanto gli scienziati inventeranno qualche nuova fonte di energia!”, beh, eccovela: è il carbone. Solo che …

Leggi tutto »

Tirannide a Norimberga

DI PAUL CRAIG ROBERTS lesakerfrancophone.fr Il  simulacro di processo in Norimberga contro un gruppo in qualche modo arbitrario di 21 nazisti superstiti nel 1945-46 è stato uno spettacolo orchestrato dal giudice della Corte Suprema degli Stati Uniti Robert Jackson, che era il procuratore capo. Poiché sono stato per lungo tempo ammiratore di Jackson, ho sempre pensato che avesse fatto un buon lavoro. La mia ammirazione per Jackson viene dalla sua difesa della legge come scudo del Popolo piuttosto che come …

Leggi tutto »

L’Europa ha costruito la propria pira funeraria, e poi ci è saltata dentro

  DI ROBERT W. MERRY strategic-culture.org Immigrazione di massa, sensi di colpa ed un continente sull’orlo della “catastrofe sociale” Il più grande problema del nostro tempo non è la volontà della Corea di sviluppare missili nucleari a lungo raggio. Non è la minaccia posta all’Europa dalla Russia o quella al dominio americano in Asia dalla Cina. Non è la crescente influenza dell’Iran in Medio Oriente, né le indagini sul Russiagate. No, il problema principale dei nostri giorni è l’immigrazione di …

Leggi tutto »

Regali di Natale. (Buone notizie in tutto il mondo)

DI ISRAEL SHAMIR unz.com Buon Natale a voi, cari lettori! È un tempo bello e sereno di speranza, quando il momento più buio dell’anno è già alle nostre spalle. Anche se la luce non è ancora percepibile, sappiamo e sentiamo che il cambiamento sta arrivando. Il recente voto alle Nazioni Unite è stato un grande barlume di luce. I governi del mondo in massa hanno rifiutato il riconoscimento americano di Gerusalemme come parte dello stato ebraico – cosa potrebbe esserci …

Leggi tutto »

L’Eurozona: ancora e come sempre pronta al crollo

DI RAMIN MAZAHERI TheSaker.is Per valutare al meglio la stabilità dell’Eurozona oggi, un modo appropriato di iniziare è riesaminare il modo in cui questa ha risposto all’ultima crisi. Nel 2012 la Crisi del Debito Sovrano Europeo raggiunse il suo culmine, e il capo della Banca Centrale Europea Mario Draghi ricorse alla stessa tattica di Mike Ditka, il leggendario coach dei Chicago Bears, squadra di football americano. Entrambi promisero di fare “Tutto il necessario”. Ditka fece la sua promessa nel corso …

Leggi tutto »

I timori della Bank of Russia sono gli incubi di Putin

DI TOM LUONGO tomluongo.me La Russia continua a cercare di districarsi dalle tattiche di guerra ibride anericane, ma la verità è che non è ancora libera di fare una politica indipendente dagli Stati Uniti. La Banca di Russia ne è consapevole e si rifiuta di abbassare i tassi di interesse per sbloccare il potenziale dell’economia nazionale. La Banca di Russia ha annunciato che il suo attuale tasso di interesse di riferimento, pari all’8,25%, è sufficiente a compensare i rischi dell’espansione …

Leggi tutto »

Festa Nazionale

DI PANAGIOTIS GRIGORIOU greekcrisis.fr Il 28 ottobre la Grecia celebra il “no” che il dittatore Metaxas oppose quello stesso giorno del 1940 alle richieste di resa dell’Italia di Mussolini. Il rifiuto, seguito a mesi di provocazioni crescenti, provocò un’inaspettata reazione popolare, che portò alla prima sconfitta di un esercito dell’Asse nella II guerra mondiale. Lo stesso ambasciatore italiano ricorda con amarezza e con vergogna quei momenti, in cui i Greci, pur non amando il loro leader, ne apprezzarono la fermezza. …

Leggi tutto »

2018, Italia al bivio: commissariamento o uscita dall’euro ?

  DI FEDERICO DEZZANI federicodezzani.altervista.org Il futuro dell’Italia si fa sempre più minaccioso man mano che il 2018 si avvicina: all’incertezza derivante dalle elezioni politiche si somma un quadro europeo ostile, dove la Germania, disposta forse a sobbarcarsi la Francia per ragioni geopolitiche, non ha alcuna intenzione di concedere sconti al nostro Paese. Un commissariamento esplicito o subdolo, sulla falsariga del governo Monti, è tra le ipotesi sul tavolo e, se a Berlino dovesse prevalere una linea ancora più rigorista, …

Leggi tutto »

Nessuno realizza niente da solo

DI PANAGIOTIS GRIGORIOU greekcrisis.fr I politici greci sono passati ormai a negare l’evidenza, parlando di ripresa, spalleggiati dal 25% del corpo sociale che ancora se la passa bene ed è destinatario delle rendite e dei favori che loro elargiscono a piene mani, sotto l’occhio (in questo caso benevolo) della Troika [NdT: alla faccia di quelli che dicono che se ci governassero gli stranieri ci sarebbe meno corruzione]. Per questo le lobbies beneficiate reggono il gioco e i farmacisti chiedono la …

Leggi tutto »

Cronache da un paese lontano

DI PANAGIOTIS GRIGORIOU greekcrisis.fr Panagiotis Grigoriou (che sarà in Italia il 2 e 3 dicembre prossimo a Montesilvano (PE), ospite della 6°edizione del convegno Euro, mercati, democrazia organizzato da Asimmetrie ed intitolato “Più Italia”) racconta di un incontro di lobbisti fuori dal Parlamento, squarcio delle clientele che ben sopravvivono alla crisi, delle difficoltà degli imprenditori “normali” e dello scoramento dei più verso la politica, che alimenta l’attesa di un qualche “uomo forte” che metta fine all’occupazione “euro-germanica”, per troppi aspetti …

Leggi tutto »

Fincantieri, vi spiego perchè ha vinto la Francia

DI MASSIMO BORDIN micidial.it Stavolta quel che scrivo non è tutta farina del mio sacco, perchè ad accendermi la lampadina del dubbio che avessimo preso l’ennesima fregatura è stato un liberale sui generis, l’imprenditore bolognese Alberto Forchielli. Interpellato stamane su cosa pensasse dell’accordo Francia-Italia, il manager emiliano ha risposto col suo solito aplomb anglosassone: “Bè, a me puzza d’inculata”. Anche se Forchielli l’ha toccata delicatamente, non mi resta che convenire in pieno, perchè il grosso della partita tra Francia e …

Leggi tutto »

Il capo della Bundesbank si lascia scappare cosa vogliono i tedeschi dall’Italia

DI MASSIMO BORDIN micidial.it Dev’essere proprio un mondo schifoso quello che mi costringe a dare ragione ad Enrico Letta. Eppure, dichiarando che sarebbe un disastro se il capo della Bundesbank Weidmann dovesse sostituire Draghi, l’ex premier ha perfettamente ragione. Da qualche tempo i tedeschi hanno fatto trapelare l’ipotesi e l’interessato stesso non ha smentito questa possibilità nell’intervista appena rilasciata alla Rai.  Già il fatto che l’unica intervista rilasciata da Weidmann sia stata ai media italiani la dice lunga sull’avanzamento del …

Leggi tutto »

Anche i tedeschi nel loro piccolo si arrabbiano. Vero Schulz? Vero Merkel (che in realtà crolla)?

DI MARCELLO FOA Il Cuore del Mondo Con ogni probabilità la Merkel rimarrà cancelliere, con una longevità straordinaria. Ma il risultato delle elezioni di ieri in Germania non rappresenta un trionfo per Angela. Al contrario. Quando la CdU perde oltre l’8% dei voti, passando dal 41,5% al 32,7% e quando l’altro partito al governo l’Spd ne perde meno (“solo” il 5%) ma scendendo al 20%, il peggiore della sua storia, è difficile parlare di successo. Ed è difficile credere che …

Leggi tutto »

Guerra lampo, colpo di stato silenzioso e IV Reich nell’UE

FONTE: DEDEFENSA.ORG È la Brexit il miglior affare realizzato dal Quarto Reich dopo il suo lancio da parte delle ditte Monnet, UE, CIA e  Compagnia dagli anni 50 in poi e dopo il “Gran Premio di Roma” (1)  che istituiva il trattato con lo stesso nome?. “Oggigiorno c’è  in corso un vero colpo di Stato tedesco nelle istituzioni europee”, ci spiega una fonte informativa partecipe e in ottima posizione per ascoltare nel vento le ultime notizie europee… “amico mio,-…the answer …

Leggi tutto »

La follia imperialista avvicina Russia e Germania

DI PEPE ESCOBAR informationclearinghouse.info L’impero dei piagnucoloni non ne ha mai abbastanza di strillare e tenere il broncio. La “democrazia rappresentativa” di Capitol Hill ha scatenato , il suo ultimo pacchetto di sanzioni, rivolto principalmente alla Russia, ma anche ad Iran e Corea del Nord. L’annuncio della Casa Bianca – un tardo venerdì pomeriggio nel mezzo dell’estate – che il presidente Trump ha approvato e firmato il disegno di legge è stato letteralmente sepolto dal ciclo di notizie sul Russiagate. …

Leggi tutto »

La polizia tedesca ordina: non dite la verità sul terrorismo islamico

DI MARCELLO FOA Il Cuore Del Mondo Il Corriere del Ticino, principale testata del gruppo che dirigo, ha pubblicato questa mattina un documento riservato del Bundeskriminalamt (BKA) la Polizia criminale tedesca. Si intitola «Come agire in presenza di attacchi terroristici” e contiene le linee guida sulle informazioni da trasmettere alla stampa in queste circostanze. L’intenzione è lodevole: evitare il diffondere di allarmismi, ma le conseguenze pratiche sono sorprendenti. E inquietanti. La premessa dà già il tono: “Nell’anno elettorale 2017 non …

Leggi tutto »

Quando la Germania dà lezioni di truffa. E batte di gran lunga l’Italia

DI MARCELLO FOA Il Cuore Del Mondo Che cosa sarebbe successo se si fosse scoperta in Italia una truffa da 32 miliardi ai danni dello Stato? Ve li immaginate i titoli dei giornali? Orrore, scandalo e soprattutto badilate di autorazzismo: gli italiani sanno solo rubare, l’Italia è un Paese di m…, chissà cosa diranno all’estero, che figura con l’Europa, queste cosa accadono solo qui. Sia chiaro: che ci sia un problema etico in Italia è noto da tempo; però se …

Leggi tutto »

Dal Nürburgring a Londra, passando per Torino: prove tecniche di paura permanente. E di regime

DI MAURO BOTTARELLI rischiocalcolato.it C’è un filo rosso che unisce quanto accaduto a Londra l’altra notte con gli avvenimenti di Piazza San Carlo a Torino: la paura. Uno stato mentale, prima che un allarme concreto. Se infatti nella capitale britannica la paura aveva il volto reale di un furgone bianco sulla folla del London Bridge e di tre uomini vestiti di nero – “Sembravano drogati, colpivano a caso e dicevano che era per Allah”, racconta un superstite – che menavano …

Leggi tutto »

Vuoi trattare con i tedeschi? Muovi le truppe al confine

DI MASSIMO BORDIN micidial.it Stavo già preparando un bell’articolo dal titolo “l’amore sotto i portici a Bologna”, quando ecco che mi imbatto su facebook in questa richiesta dell’esperto di formazione finanziaria Daniele Della Bona, di orientamento neokeynesiano e collaboratore di Warren Mosler, l’economista americano fondatore della mmt.  Eccola CORTESE APPELLO Leggo ieri questa dichiarazione di Wolfgang Schaeuble sull’ipotesi di un emettere un debito pubblico comune a livello europeo lanciata dalla Commissione Europea: «La nostra posizione di rifiuto degli Eurobond e …

Leggi tutto »

La Germania presenta l'”Iniziativa di integrazione culturale” per immigrati

FONTE: ZEROHEDGE.COM Una task force creata dal governo per promuovere l’integrazione dei migranti nella società tedesca ha pubblicato un elenco delle caratteristiche fondamentali della cultura germanica. L’elenco omette volontariamente termini politicamente non corretti come “patriottismo” e “cultura originaria” (Leitkultur) e riduce tradizioni e valori tedeschi al minimo. Si stabilisce implicitamente il multiculturalismo come espressione più completa della cultura nazionale. La cosiddetta Iniziativa di Integrazione Culturale (Initiative kulturelle Integration) è stata creata dal governo tedesco nel dicembre 2016 per promuovere la …

Leggi tutto »

Voto postale anti-Le Pen? Così parrebbe. Di certo c’è che, per paura, chiamano fake news la verità

DI MAURO BOTTARELLI rischiocalcolato.it Meglio premettere che la fonte è di quelle che ogni tanto le spara grosse, come spesso accade con i tabloid inglesi. Metteteci poi l’euroscetticismo viscerale che contraddistingue il “Daily Express” e il timore per quella che la gente perbene chiama “fake news” è dietro l’angolo. Ma ci sono almeno un paio di elementi a confermare la possibilità che il primo turno delle presidenziali francesi della prossima settimana possa essere viziato dall’ennesimo “pasticcio” con il voto postale: …

Leggi tutto »

C’è la guerra in Europa per chi sa vederla

DI ANDRA BAJANI ilprimoamore.com Nel 1997 W.G. Sebald tenne a Zurigo alcune memorabili conferenze sul tema “Guerra aerea e letteratura”. Si trattava di lezioni di poetica, essenzialmente, e di riflessione sulla condizione della letteratura tedesca nel secondo dopoguerra. I testi delle conferenze, successivamente rielaborati, vennero pubblicati in un volume – Storia naturale della distruzione (Adelphi) – che resta a tutt’oggi tra le vette delle produzione di Sebald e tra i tentativi più sbalorditivi di creare un nesso tra gli spropositi …

Leggi tutto »

Gli anglo-americani faranno guerra alla Germania col pretesto del debito greco?

FONTE: FAILED REVOLUTION La Grecia potrebbe avvantaggiarsi dalla guerra Come riporta il quotidiano finanziario tedesco Handelsblatt, studiosi americani e britannici hanno concluso che la Germania deve il proprio miracolo economico all’haircut del debito. Gli storici dell’economia sono convinti che il taglio ha contribuito affinché una Germania economicamente in ginocchio abbia poi superato gli altri paesi europei, nonostante questi ultimi abbiano beneficiato del Piano Marshall. Albrecht Ritschl della London School of Economics ha rilevato che la Germania deve il miracolo economico, …

Leggi tutto »

UE: il Messianismo e l’ombra di Weimar

DI ROSANNA SPADINI comedonchisciotte.org Uno spettro si aggira per l’Europa ed è un senso di smarrimento e paura.  Tra disfattismo e populismi, l’Unione Europea si trova sulla soglia di una svolta epocale e diverse sono le forze centrifughe che la attraversano in direzioni trasversali, si avverte ovunque un panico generalizzato e l’incapacità di rallentare e mettere a fuoco. Ci sono date che hanno segnato un cambio di rotta traumatico nella storia occidentale, una di queste è la caduta del muro …

Leggi tutto »