Archivi etichette: Germania

Thomas Fazi – “La polpetta avvelenata del Recovery Fund: un Mes all’ennesima potenza”

DI THOMAS FAZI lafionda.org Su una cosa praticamente tutti – giornalisti, commentatori, esponenti del governo (e persino alcuni dell’opposizione!), comuni cittadini – sembrano essere d’accordo: l’accordo raggiunto in sede europea sul cosiddetto Recovery Fund rappresenta una «grande vittoria» per l’Italia e un «evento storico» per l’Europa. Per capire se è veramente così, vediamo di cosa si tratta. Partiamo innanzitutto dall’aspetto strettamente finanziario. L’accordo si compone di due pezzi: il “Next Generation EU” (NGEU), ovvero i famigerati 750 miliardi che la …

Leggi tutto »

Recovery Fund, gli illusionisti cantano vittoria

DI ALESSANDRO PERRI contropiano.org Le 24 ore successive alla conclusione del Consiglio europeo hanno tolto definitivamente (o almeno così dovrebbe essere) le maschere a tutta l’arena politica italiana, gettando invece l’ennesimo “velo di Maya” sulla vera natura dell’Unione europea e sul passaggio consumato nei 5 giorni di vertice. Il risultato messo nero su bianco dalle negoziazioni sta avendo l’effetto di un sondaggione sul lavoro svolto dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte, uscito mediaticamente rafforzato dal “risultato portato a casa dall’Italia”, imprinting di …

Leggi tutto »

Semestre alla Tedesca / Cesaratto: dopo il Mes non saremo più il terzo Paese d’Europa

INTERVISTA A  SERGIO CESARATTO ilsussidiario.net Domani inizia il semestre Ue della Germania. Sul tavolo temi decisivi: Mes, Recovery fund, Brexit. Ma dalla Merkel non arriveranno grandi aperture Domani si apre il semestre europeo della Germania, il paese che esprime le due figure politiche più importanti dell’Europa: Angela Merkel nel ruolo di cancelliera del paese locomotiva e Ursula von der Leyen alla guida della Commissione Ue. Per la Merkel si tratta del secondo semestre, dopo quello del 2007. In agenda ci …

Leggi tutto »

Il Putin-Ferio: ma chi ha vinto la Seconda Guerra Mondiale?

DI ALESSANDRO GUARDAMAGNA comedonchisciotte.org Da quando il Parlamento europeo il 19 settembre 2019 ha attribuito le responsabilità di aver scatenato il secondo conflitto mondiale all’URSS di Stalin e alla Germania nazista, Putin, che non ha apprezzato la risoluzione di Bruxelles per motivi fin troppo ovvi, non si è risparmiato per controbattere le accuse. Non solo ha ripetutamente attaccato la Polonia, ma nel corso di una settimana ha puntato il dito 5 volte contro il governo Polacco per il ruolo avuto …

Leggi tutto »

I guai di Xi Jinping smontano il sogno cinese di Italia e Germania

DI GIULIO SAPELLI ilsussidiario.net La Cina appare come l’unico principale Paese al mondo che crescerà nonostante la crisi. Invece ha grossi problemi interni La Cina appare a molti osservatori nazionali e internazionali come una nazione che esce vittoriosa dalla crisi pandemica. I dati recenti sul Prodotto interno lordo mondiale sembrano confermare questa convinzione. Mentre tutte le altre nazioni di riferimento per comprendere come andrà il mondo, a partire dagli Usa per continuare con la Russia, la Germania, la Francia, il …

Leggi tutto »

Ecco cosa si nasconde dietro al Recovery Fund

DI FEDERICO GIULIANI it.insideover.com Nelle prossime ore i Capi di Stato europei si riuniranno per l’ennesima volta in videoconferenza nel tentativo di raggiungere un’intesa sulla distribuzione dei miliardi contenuti nel Recovery Fund. Questo strumento, assieme a Mes, Sure e Bei, è una delle quattro frecce presenti nella faretra di Bruxelles. Dopo un lunghissimo tira e molla per far inghiottire la “medicina amara” ai Paesi frugali, cioè a quel gruppetto formato da governi rigoristi, assolutamente contrari a regalare denaro a pioggia agli Stati europei …

Leggi tutto »

Sapelli: stati generali e piani Colao, ecco chi telecomanda l’Italia

DI GIULIO SAPELLI ilsussidiario.net L’Italia è immota e trascinata nella polvere dai soft power esterni, che non sono più soltanto quelli europei, ma anche cinesi L’ex ministro Moavero ha pronunciato frasi lapidarie in un’intervista a La Repubblica dell’11 giugno 2020, dettata con grande nettezza e precisione. È stato chiarissimo. Tutto ciò che ci sarà dato attraverso le regole europee sarà controllato in modo preciso e puntuale dalla Commissione: mi pare di poter sintetizzare così il succo del suo pensiero, come sempre essenziale …

Leggi tutto »

L’ultima mossa Tedesca / Senza la firma del Mes l’Italia non avrà più aiuti dalla Bce

Di Federico Ferraù ilsussidiario.net Intervista ad Alessandro Mangia Sarà la Banca centrale europea a determinare l’ingresso dell’Italia nel Meccanismo europeo di stabilità (Mes). Ecco come L’Italia, grazie al governo Conte, entrerà – o meglio, dovrà entrare – nel Mes per non vedersi rifiutare gli acquisti di Btp dalla Banca centrale europea. È un rovesciamento di prospettiva: finora gli avversari del vincolo esterno si sono opposti al Mes contando sugli acquisti della Bce. C’è la Bce, dunque il Mes non ci serve. Ma …

Leggi tutto »

La Bce prepara l’uscita dall’euro della Germania

DI MAURO BOTTARELLI ilsussidiario.net C’è grande entusiasmo per l’ampliamento del Pepp annunciato dalla Bce. In realtà è una mossa che anticipa la fine dell’Eurozona come la conosciamo Potrei inondarvi di grafici e cifre. Non lo farò. Potrei constatare con stupore e ammirazione, come farà il 99% della stampa, la grande reattività e la decisione della Bce nel rispondere alla crisi da Covid-19. Non lo farò. Quanto deciso ieri dalla Banca centrale europea è una presa di posizione politica, non economica …

Leggi tutto »

Coronavirus e lotta di classe.

DI ALESSANDRO VISALLI facebook.com E’  notizia di oggi che in cinque distretti è stato superato il limite stabilito per riavviare misure di distanziamento (di 50 nuovi casi giornalieri per 100.000 abitanti): Coesfeld in Nord-Reno-Westfalia, Greiz in Turingia, Steinburg in Schleswig Hostein, Soneneberg in Turingia, Rosenheim in Baviera. Si tratta di località che ospitano grandi macelli. Complessivamente il fattore R0 è salito a 1,1 e risultano secondo lo Spiegel On line ben 600 lavoratori della filiera contagiati. Ma cosa hanno i …

Leggi tutto »

Covid Italia: tra OMS e UE, il lupo è alla porta

DI DEBORA BILLI facebook.com Austria, Repubblica Ceca, Danimarca, Norvegia, sono solo alcuni dei Paesi che hanno già deciso di riaprire tutto o quasi (persino i parrucchieri!) intorno a Pasqua. In Germania si pensa al 20 aprile, mentre la Francia, ancora in piena e grave epidemia, ha già nominato un ministro per la ripartenza. Si vede che lì decide il governo. In Italia invece, in una specie di romanzo distopico alla Huxley, “decidono gli scienziati”. Quegli stessi scienziati che imperversano in …

Leggi tutto »

Lo Stivale sarà la cinquantunesima stella degli Usa ? (Al grande gioco del XXI secolo non partecipano né l’Ue né l’Italia)

DI FLAVIO CUNIBERTO limesonline.com Carta di Laura Canali – 2018. Criminalizzare la Germania per aver mantenuto ferme le proprie coordinate economiche sconta la miopia con la quale ci si ostina a negare il fallimento dello Stato nazionale italiano e del progetto europeo. Lo Stivale sarà la cinquantunesima stella degli Usa? Nel grande stress test dell’epidemia di coronavirus l’Unione Europea va in frantumi e il sentimento antitedesco è al diapason: vengono riportate frasi dei vari Klaus Regling e Peter Altmaier – presentati come …

Leggi tutto »

Preaccordo tra Macron e Merkel

DI ANDREA ZHOK facebook.com Il contenuto tecnico è: “facimmo ammuina”. D’altro canto bisogna sempre ricordare che questi non rappresentano i propri paesi ma le oligarchie finanziarie dei propri paesi. E visto che i gilets jaunes non possono scendere in strada a scassargli la città, direi che ora Macron ha mano libera. L’essenziale della mossa sta nel prendere tempo e sperare che succeda qualcosa di bello che gli tolga le castagne dal fuoco. (Non facilissimo, visto che ieri la Francia ha …

Leggi tutto »

L’economia ai tempi del Coronavirus – Intervista a Wolfgang Münchau

FONTE:  ILBLOGDELLESTELLE.IT Wolfgang Münchau é un economista tedesco esperto di eurozona ed é editorialista del Financial Times. Gli abbiamo posto alcune domande per sapere cosa pensa della crisi economica scaturita dalla pandemia del coronavirus e quali soluzioni ritiene praticabili per rimettere in piedi l’economia italiana ed europea Qual è a suo avviso il principale problema economico che ci troveremo di fronte a causa di questa crisi? Il principale problema economico nel breve termine sarà un calo drammatico nella produzione. Stiamo …

Leggi tutto »

Marzo in Grecia – manovra a tenaglia

DI PANAGIOTIS GRIGORIOU greekcrisis.fr Marzo 2020 in Grecia sarà ricordato non solo per il Coronavirus, ma anche per i tentativi di pre-invasione da parte della Turchia, che ormai, di fronte alla reazione greca, hanno assunto i contorni di vera e propria azione millitare (altro che profughi…). Da metà del mese Atene è in quarantena e così il paese si trova ad affrontare – situazione senza precedenti in tempo di pace – tre minacce in contemporanea: il virus, i turchi al …

Leggi tutto »

Che succede se accettiamo il MES? Leggete Varoufakis

DI FRANZ CVM comedonchisciotte.org Da quando – intorno alla metà di Marzo – sono uscite le trascrizioni degli audio delle trattative tra governo greco e Troika del 2015 (pubblicate da Diem25, il partito dell’allora ministro delle finanze Yanis Varoufakis) ho passato ogni momento libero a leggerle e tradurle. Ogni tanto mi sono anche sentito gli audio, per cogliere l’atmosfera di quelle riunioni e quello che ne emerso è un racconto agghiacciante. E ‘un racconto che sembra parlare del passato di …

Leggi tutto »

Da questa crisi uscirà vincitrice la Germania a spese dell’Italia

DI SOUFIANE BELIAZIR laluce.news  Questo è un momento difficile per il paese, a causa dell’emergenza sanitaria che sta mettendo in ginocchio l’Italia ma anche all’azione predatoria dei mercati finanziari che stanno mandando all’aria il sistema economico italiano. Bisogna quindi rievocare uno dei più grandi economisti italiani Federico Caffè e uno dei suoi saggi intitolato “ripudiare la borsa e socializzare la gestione del risparmio per tutelarlo e finanziare gli investimenti”. A dare maggiore credito alle riflessioni di Caffè è stata proprio …

Leggi tutto »

La Germania si consente tutto ciò che la UE vieta

di Maurizio Blondet La Germania ci fa passare di meraviglia in meraviglia. Di colpo, stanzia  550 miliardi di euro (MILIARDI)  per il sostegno della sua economia. Lo fa attraverso la banca pubblica KfW – Kreditanstalt für Wiederaufbau: ossia con “aiuti di Stato”, demonizzati se anche solo li prospettiamo noi, e puniti con multe se  proviamo a realizzarli. Lo fa con estrema rapidità, senza passare per le lungaggini i dubbi e le regole che a noi impone la UE. “Stiamo mettendo tutte le nostre …

Leggi tutto »

Signori si chiude ?!

DI ALESSANDRO GUARDAMAGNA comedonchisciotte.org Sono passati 4 giorni da Domenica 8 Marzo, da quando il premier Conte, che con fermezza dichiarata più e più volte nel gestire l’emergenza per l’epidemia di Coronavirus, ha emanato il terzo decreto dopo “Zona Rossa” e “Io Resto a Casa”: titolo ipotizzato “Io chiudo”. La leadership del governo del nuovo umanesimo non sarà affetta dal virus, ma da decretite sì. Da settimane si parla di aiuti miliardari, prima da 3.5, poi da 10, e in …

Leggi tutto »

Se Roma non ride, Berlino piange.

Angela Merkel carica wolkswagen golf elettrica

Coniarerivolta.org Europa, Anno Domini 2020. Gli ultimi dati diramati dagli istituti di statistica delle principali economie europee forniscono un quadro allarmante sullo stato di salute del vecchio continente. Partiamo dall’orticello di casa nostra. Nel 2019 l’Italia ha fatto registrare una diminuzione della produzione industriale dell’1,3% su base annua (il primo segno meno dal 2014), a fronte di un PIL sostanzialmente al palo (+0,2%) e con una previsione di crescita per il 2020 recentemente rivista al ribasso dalla Commissione europea (+0,3%). …

Leggi tutto »

Nulla è cambiato nel destino del Donbass

DI DMITRIJ SEDOV fondsk.ru E che dire del transito del gas russo attraverso l’Ucraina dopo Capodanno? I media hanno caratterizzato con moderazione l’incontro del “Quartetto Normandia” a Parigi il 9 dicembre come un certo progresso, dato che gli Accordi di Minsk hanno ottenuto l’uscita da un lungo stato di “congelamento”. Gli incontri dei quattro Capi di Stato sulle questioni della conciliazione della crisi ucraina sono ripresi. È stato ribadito il ruolo fondamentale degli Accordi di Minsk. Sono state delineate misure …

Leggi tutto »

La trappola del MES ovvero come l’Italia viene incastrata da Francia (Spagna, Belgio, Olanda…) per far accettare alla Germania che si stampi moneta

DI GIOVANNI ZIBORDI cobraf.com La ratifica del trattato del “MES” (Meccanismo Europeo di Stabilità, detto anche “Fondo Salva Stati”) non è una questione semplice. Il trattato stesso del 2012 e la bozza che viene approvata ora occupano 68 pagine sul sito del Senato. Una volta firmato il MES impegna 700 miliardi di cui 125 miliardi per l’Italia e può intrappolare definitivamente l’Italia La questione non può essere risolta dicendo che “è già stata negoziata per anni e gli altri Stati …

Leggi tutto »

Il fondo taglia-Stati

  DI GUIDO SALERNO ALETTA milanofinanza.it Ideato per favorire la speculazione contro l’Italia, il nuovo Esm, per la nemesi del mercato, rischia di favorire l’attacco alle banche tedesche e la disgregazione dell’Europa C’è una guerra economica e finanziaria in corso, a livello globale, e l’Italia si trova sulla linea di frontiera. La riforma del MES, (o ESM che dir si voglia) si colloca a pieno in questo scenario, nella prospettiva di fronteggiare una prossima crisi e la speculazione che si …

Leggi tutto »

Sei progetti contraddittori per l’ordine mondiale

  DI THIERRY MEYSSAN voltairenet.org Le sei maggiori potenze mondiali affrontano la riorganizzazione delle relazioni internazionali in maniera funzionale ai propri esperimenti e sogni. Con prudenza si adoperano per difendere i propri interessi prima di portare avanti la loro visione del mondo. Thierry Meyssan descrive le rispettive posizioni prima dello scontro. Il ritiro degli Stati Uniti dalla Siria, benché immediatamente rettificato, indica che Washington vuole certamente smettere di essere il gendarme del mondo, l’impero da cui nessun Paese può prescindere. …

Leggi tutto »

QUANDO DEUTSCHE BANK FALLISCE, COSA SUCCEDERA’

DI MAURIZIO BLONDET maurizioblondet.it “La Deutsche fallirà e farà colare a picco l’Europa?”. E’ il titolo che dà al suo ultimo pezzo Charles Sannat: economista interessante perché “interno” al potere  (piani alti di Paribas)  e  pratico della  speculazione  finanziaria, ma nello stesso tempo critico del sistema. Ora,  senza tacere l’ombra torreggiante della disastrata  banca tedesca, Sannat cerca di dare risposte il più  possibile oggettive  sulla realtà del pericolo, da pratico. Riporto le sue valutazioni. “La Deutsche Bank in cifre  –  …

Leggi tutto »

C’era una volta il muro di Berlino

Berlin wall

DI TRUMAN Comedonchisciotte Sembra che siano passati 30 anni da quando il muro di Berlino fu abbattuto. Trenta anni di balle. Può forse essere utile ripubblicare un mio vecchio articoletto del 2004, uscito all’epoca su Indymedia. (Rileggendo, c’era un po’ di fiducia nel pensiero di sinistra che forse era mal riposta). Ricostruire la frattura del 1989 12 gennaio 2004 Nel 1989 sembrò che il mondo fosse finalmente cambiato – in meglio – con la caduta del Muro di Berlino. A …

Leggi tutto »

Il crollo della Germania è reale e sta accelerando sempre di più

  DI TOM LUONGO tomluongo.me Ad aprile vi avevo detto che la Germania era una “Dead Economy Walking”. Oggi posso dirvi che sono sparite le gambe. La pubblicazione, stamattina, dell’indice PMI [Purchase Managers Index] è stata la peggior notizia che Angela Merkel potesse immaginare: 41,4. Una figura così orribile che i cani vorranno rotolarcisi sopra. Nel complesso l’economia tedesca, secondo i Purchase Managers, sta contraendosi. E con la Merkel che sta mascherando il massiccio aumento delle tasse come un cedimento …

Leggi tutto »

Ai nostri amici italiani

DI PANAGIOTIS GRIGORIOU greekcrisis.fr Panagiotis Grigoriou ricorda, rivolgendosi in particolare a noi italiani, un episodio dell’ultimo conflitto mondiale, di cui ricorre l’anniversario in questi giorni, ovvero il naufragio della nave ORIA, al comando dell’esercito tedesco e carica di prigionieri italiani, soldati che avevano rifiutato di passare dalla loro parte dopo l’8 settembre. Erano diretti ai campi di lavoro in Germania, era gente che stava pagando con la prigionìa la scelta di non servire il nemico, invasore. Quanto ci sarebbe bisogno …

Leggi tutto »

Alternanza senza alternative. (Primi resoconti dopo le Elezioni in Grecia)

DI PANAGIOTIS GRIGORIOU greekcrisis.fr Primi resoconti dopo le Elezioni in Grecia. Da “Ha votato!” pubblicato lunedì 8 luglio 2019 Articolo originale QUI Presunto paese, presunto voto. L’alternanza senza alternative, con gli occhi sbarrati o meno, di Kyriakos Mitsotakis e Aléxis Tsipras subito dopo il passaggio del cosiddetto potere, lunedì 8 luglio. Atene a 40 gradi Celsius è fatto di stagione. Quasi il 43% di astensione ed ecco “questa chiara vittoria” della Nuova Democrazia con una percentuale di poco meno del …

Leggi tutto »

Avanti il prossimo

Politici all'interno

DI PANAGIOTIS GRIGORIOU greekcrisis.fr Oggi, Domenica 7 luglio la Grecia torna a votare: elezioni parlamentari, indette da Tsipras dopo il disastro delle recenti europee, che segneranno probabilmente l’avvicendamento delle forze al Governo, con il ritorno al potere del centro-destra di Mitsotakis e del partito “Nuova Democrazia”. Nuove maschere per continuare lo stesso balletto, nessuno si fa illusioni, in Grecia. Varoufakis tenta di rimettersi in sella, portando avanti la più pura e incontaminata linea politica 100% Soros compatibile. E sì che …

Leggi tutto »