Categoria

Storia

La Giornata della Memoria Negata: la conquista del Sud

Di Loreto Giovannone, per ComeDonChisciotte.org Tutti coloro che dimenticano il loro passato sono condannati a riviverlo (Primo Levi) Non ha alcuna reale motivazione etica e civile la damnatio memoriae per le vittime meridionali dell'Unità italiana. Lo Stato italiano dopo 163 anni mantiene la costruzione ideologica della propaganda unitarista. Infatti, le istituzioni omettono la guerra al meridione, le azioni manu militari contro le popolazioni civili del Regno due Sicilie per l'annessione al…

Macellai del Risorgimento: Generale Enrico Cialdini

Loreto Giovannone continua la sua rassegna di articoli dove rilegge in modo critico episodi e personaggi del periodo risorgimentale. Si occuperà in particolare della repressione del fenomeno un tempo definito come “brigantaggio meridionale”. Dopo Alessandro Buglione di Monale e Pietro Fumel è la volta del Generale Enrico Cialdini, autore di una «italianizzazione del sud fatta a fucilate e baionettate», come scrive lo stesso Giovannone.  Buona lettura. -- Macellai dei Risorgimento:…

Gli Anni della Vergogna

Di Franco Maloberti per ComeDonChisciotte.org Mi chiedo se saranno i futuri storici a definire questi anni come "gli anni della vergogna" o molto prima, per nuova consapevolezza, saremo noi stessi a parlare della vergogna di questi tempi. Gli anni in questione sono quelli successivi la Seconda guerra mondiale. I vincitori della guerra, invece di puntare a uno sviluppo armonico, hanno operato per il dominio del mondo, per diventare egemoni e tenere saldo il potere con la forza. Una egemonia…

DOCUMENTO MILITARE DEL 1993 – LA MODIFICAZIONE METEOROLOGICA: L’ARMA DEFINITIVA – DTIC

Negli ultimi anni, il portale web nogeoingegneria.com ha cercato di portare alla luce un capitolo tenuto nascosto pubblicamente e di ricostruirlo con fatti e cifre; questa raccolta di materiale comprende numerosi documenti del settore militare. Il seguente studio di 30 pagine del 1993 tratta dell’arma meteorologica. Il titolo è formulato come un interrogativo: Modificazione del tempo, l’arma definitiva? E riassume l’autore militare: La modificazione meteorologica militare non è una fantasia,…

File di intelligence declassificati rivelano scomode verità sulla guerra in Bosnia

Di Kit Claremberg e Tom Secker, thegrayzone.com Un mito consolidato sulla guerra in Bosnia è che i separatisti serbi, incoraggiati e diretti da Slobodan Milosevic e dai suoi scagnozzi a Belgrado, abbiano cercato di impadronirsi con la forza dei territori croati e bosniaci per creare una “Grande Serbia” irredentista. Ad ogni turno, hanno epurato i musulmani nativi come parte di un genocidio deliberato e concertato, rifiutandosi di impegnarsi in negoziati di pace costruttivi. Questa narrazione è…

Pericle Fazzini: scultore del vento – dai riconoscimenti accademici alla diatriba esoterica

Di Giacomo Ferri per ComeDonChisciotte.org Quest’oggi vorrei parlarvi di uno scultore italiano del ‘900, Pericle Fazzini, in occasione del 110° anniversario della sua nascita e che nelle Marche, per la precisione nel borgo conosciuto come la “Perla dell’Adriatico”, ovvero Grottammare, in provincia di Ascoli Piceno, ebbe i suoi natali. Fazzini nacque nel 1913 in una modesta famiglia, il padre Vittorio era falegname e, proprio nella sua bottega, iniziò ad affinare le sue abilità manuali;…

La legge del più forte e il libero mercato globale

Di Lea Ghisalberti per ComeDonChischiotte.org Com’è possibile che tutti i governi italiani, tanto di sinistra quanto di destra, abbiano perseguito le stesse politiche economiche negli ultimi 30 anni? Per rispondere al meglio a questa domanda, andiamo un attimo in Grecia: anno 2015. Proprio qui è dove si è votato un referendum consultivo riguardante l’accettazione, o meno, del piano economico d’austerità proposto dai creditori per parte della Commissione europea, della Banca Centrale…

Macellai del Risorgimento: Pietro Fumel

Loreto Giovannone continua la sua rassegna di articoli dove rilegge in modo critico episodi e personaggi del periodo risorgimentale. Si occuperà in particolare della repressione del fenomeno un tempo definito come “brigantaggio meridionale”. Dopo Alessandro Buglione di Monale, ecco Pietro Fumel,  poi sarà la volta dei generali Enrico Cialdini e Giuseppe Govone, autori di una «italianizzazione del sud fatta a fucilate e baionettate», come scrive lo stesso Giovannone. In questo articolo…

Il Neo-Bizantinismo della Russia

Laurent Guyénot unz.com C'è qualcosa di irresistibilmente attraente nella difesa dei valori tradizionali e religiosi da parte della Russia (che potrebbe essere chiamato neo-conservatorismo russo, se questa etichetta non fosse stata usurpata dai guerrafondai ebrei americani). Ma quali sono le vere origini? Tendiamo a pensare che sia una reazione alla decadenza postmoderna dell'Occidente. Ma c'è qualcosa di più profondo. Che cos'è la Russia? Come si definisce la Russia e come concepisce il…

Macellai del Risorgimento

Loreto Giovannone riprende la sua rassegna di articoli dove rilegge in modo critico episodi e personaggi del periodo risorgimentale. Si occuperà in particolare della repressione del fenomeno un tempo definito come “brigantaggio meridionale” prendendo in considerazione Alessandro Buglione di Monale, Pietro Fumel, i generali Enrico Cialdini e Giuseppe Govone, autori di una «italianizzazione del sud fatta a fucilate e baionettate», come scrive lo stesso Giovannone. Questo suo primo articolo…

Capace del peggio, l’unione di certi governanti rende la guerra mondiale possibile

Di Thierry Meyssan, voltairenet.org Mentre reagiamo con terrore al riapparire di gruppi fascisti, nazisti o imperialisti giapponesi, non ci soffermiamo a considerare che non furono queste ideologie a provocare la seconda guerra mondiale, bensì l’alleanza di governanti pronti al peggio. Oggi sta per riprodursi la stessa configurazione, ma con forze diverse. Se non reagiamo subito, entro pochi mesi potrebbero forse riprodursi le condizioni per lo scoppio della terza guerra mondiale.…

Sarnico e la paura della verità (14-15 maggio 1862)

Di Loreto Giovannone, civico20news.it Grazie a ricercatori indipendenti dal mondo accademico emergono le verità storiche, avversate perché si scopre la falsità di chi ancora si rifà al mito. I documenti d’archivio, gli atti parlamentari, i giornali dell’epoca hanno cambiato la visione del Risorgimento. Emerge una serie di miserevoli menzogne ed omissioni di eccidi e stragi utili al potere e a chi ne ricavò compensi. La recente storia italiana è vista nella prospettiva reale, lontano…

Operazione Urano: il giorno in cui i nazisti di Hitler furono annientati e l’Unione Sovietica iniziò a prendere il sopravvento nella Seconda Guerra Mondiale

Anatoliy Brusnikin rt.com La mattina presto, esattamente 80 anni fa, i soldati della 3a Armata rumena erano stati svegliati nelle loro fredde trincee sulla riva destra del fiume Don dal rombo dell'artiglieria che colpiva le loro posizioni. All'ora di pranzo, il comandante Petre Dumitrescu aveva riferito ai vertici del Gruppo d'armate Sud che era impossibile impedire al nemico di attraversare il fiume. Il giorno dopo, il suo gruppo era stato fatto a pezzi da furiosi attacchi di carri armati.…

La storia della battaglia: la manovra, parte 2

Big Serge bigserge.substack.com Nel primo capitolo di questa serie, abbiamo esaminato quelli che possono essere definiti i fondamenti assoluti della guerra di manovra: la concentrazione della forza di combattimento, la penetrazione nelle retrovie nemiche e l'avvolgimento di una parte o di tutte le forze nemiche. Un singolo schema di avvolgimento di questo tipo, sia che venga realizzato attraverso uno schieramento asimmetrico come quello dei Tebani a Leuttra o con un movimento di…

La storia della battaglia: la manovra, parte 1

Big Serge bigserge.substack.com Gli esperti e i pensatori militari riconoscono da tempo che la battaglia è un'impresa unica, soggetta a dinamiche e logiche proprie e bizzarre. In effetti, la logica della battaglia sembra spesso essere intrinsecamente paradossale. Il grande storico della strategia, Edward Luttwak, preferisce il semplice esempio di un esercito che sceglie tra due strade per avanzare verso un obiettivo: una asfaltata e diretta, l'altra tortuosa e fangosa. Come dice Luttwak,…

Shrdn, la Sardegna di (almeno) 6000 anni fa

Di Verdiana Siddi per ComeDonChisciotte.org Muore nel 1942 e tu vedova ad affrontare guerra e dopoguerra. La maggiore delle vostre tre figlie ha sette anni, la più piccola tre. A nove anni tutte a lavorare. Per tutte a diciotto il primo e a trenta il quinto figlio, o il nono. Tuo genero è un minatore. Te ne vai che la televisione è una perdita di tempo, una truffa impossibile, un inganno, che i medici non sanno curare e di quelle siringhe non ti fiderai mai. Te ne vai che l’auto che passa…

L’Iran e le rivoluzioni colorate: cosa sta realmente accadendo? – [VIDEO]

Che costa sta succedendo in Iran? Dopo il caso di Mahsa, l'attenzione della stampa internazionale è tornata a posarsi sui tentativi di rivoluzioni colorate, sulle tradizioni religiose e sulla libertà del popolo iraniano. Ma è davvero come ci viene raccontato dal mainstream? Ne abbiamo parlato con Hanieh Tarkian, docente di Studi Islamici e analista geopolitica, appena rientrata dal Paese, che ci testimonierà quanto ha visto e vissuto direttamente. Moderatore: Fabio De Maio. Buona…

Quando gli inglesi erano senza calendario (Gregoriano): Politics comes first!

Di Belisario per ComeDonChisciotte.org Ci sono vicende del passato che continuano ad inviare grandi segnali sulle realtà del tempo, non solo per quanto attiene alla dinamica dei fatti storici, ma anche per via delle diverse rappresentazioni ed interpretazioni dei fatti storici che emergono dalle fonti. Alcuni approcci interpretativi quanto mai discutibili dei fatti storici rivelano la persistenza di ostinati giudizi e pregiudizi culturali nazionali. Un caso tra i tanti è quello delle…

Terza e Seconda guerra mondiale?

Ron Unz – The Unz Review - 24 ottobre 2022 Ogni tanto riscopro la vastità di Internet. Per tutto quest'anno mi sono interessato al conflitto Russia-Ucraina e ho iniziato a seguire separatamente le dichiarazioni pubbliche del professor Jeffrey Sachs della Columbia University, ma fino alla settimana scorsa non avevo notato la sua intervista di fine agosto proprio su questo argomento. Sebbene la sua apparizione al programma Democracy Now! di Amy Goodman avesse…

Il primo Grande Reset fu l’Unità d’Italia

In Occidente, con l’impronta del World Economic Forum, detto anche “Forum di Davos”, si sta cercando di attuare quello che il suo fondatore Klaus Schwab ha chiamato “Great Reset” , ossia un cambiamento epocale, un nuovo ordine: politico e geopolitico, economico, sociale e demografico. Non è la prima volta che ciò accade, e soprattutto l'Italia lo sa bene. Ce lo dimostra il suo, il nostro, passato. Buona lettura. Il primo Grande Reset fu l’Unità d’Italia Di Loreto Giovannone per…