Home / Storia

Storia

Il desiderio dei gatekeeper puritani di censurare i dipinti di Paul Gauguin svilisce l’arte

Alexander Adams rt.com Paul Gauguin è sotto attacco da parte di sostenitori del post-colonialismo e del femminismo a causa dei suoi dipinti erotici di ragazze e di donne polinesiane. E’ costruttivo censurare per ragioni morali l’opera di artisti morti da tempo? I curatori dell’attuale mostra di ritratti di Gauguin alla National Gallery di Londra non hanno incluso nessuno dei suoi famosi nudi, anche se potrebbero essere descritti come ritratti. Gauguin è sotto accusa a causa dei suoi dipinti erotici di …

Leggi tutto »

A Belfast avevo visto i primi scontri e i primi morti. Mi avevano preparato per il Medio Oriente

  Robert Fisk independent.co.uk Rispetto al Medio Oriente, l’Irlanda del Nord era una destinazione tranquilla. Tragica, settaria, brutale, ipocrita; la piccola guerra civile, per quello che era, era ciò che quelli dell’intelligence militare britannica definivano un conflitto a “bassa intensità.” Noi giornalisti scrivevamo le nostre storie. Poi tornavamo nei nostri alloggi in affitto di Belfast. E vivevamo (o almeno così pensavamo) nel Regno Unito. Ho assistito alle mie prime, vere battaglie in Falls Road e a Derry e ho corso …

Leggi tutto »

L’arte della guerra secondo la teoria dei sistemi complessi: la Scogliera di Seneca come arma strategica

  DI UGO BARDI cassandralegacy.blogspot.com Quindi, in tutte le tue battaglie combattere e conquistare non è la suprema eccellenza; l’eccellenza suprema consiste nello spezzare la resistenza del nemico senza combattere. (Sun Tzu, L’arte della guerra) L’idea che il collasso possa essere uno strumento utilizzabile in guerra potrebbe risalire allo storico e teorico militare cinese Sun Tzu, che nel suo “L’arte della guerra” (5° secolo a.C.), enfatizza il concetto di vincere le battaglie sfruttando la debolezza del nemico piuttosto che la …

Leggi tutto »

C’era una volta il muro di Berlino

Berlin wall

DI TRUMAN Comedonchisciotte Sembra che siano passati 30 anni da quando il muro di Berlino fu abbattuto. Trenta anni di balle. Può forse essere utile ripubblicare un mio vecchio articoletto del 2004, uscito all’epoca su Indymedia. (Rileggendo, c’era un po’ di fiducia nel pensiero di sinistra che forse era mal riposta). Ricostruire la frattura del 1989 12 gennaio 2004 Nel 1989 sembrò che il mondo fosse finalmente cambiato – in meglio – con la caduta del Muro di Berlino. A …

Leggi tutto »

L’UE sta riscrivendo la storia della Seconda Guerra Mondiale per demonizzare la Russia

DI MAX PARRY unz.com Il mese scorso [settembre 2019], in occasione dell’80° anniversario dell’inizio della Seconda Guerra Mondiale, il Parlamento Europeo ha votato una risoluzione con titolo“Sull’importanza della memoria europea per il futuro dell’Europa”. Il documento adottato: “… sottolinea che la Seconda Guerra Mondiale, la guerra più devastante nella storia dell’Europa, ha avuto inizio come risultato immediato del famigerato trattato nazista-sovietico sulla non aggressione del 23 agosto 1939, noto anche come patto Molotov-Ribbentrop, e i suoi protocolli segreti, in base …

Leggi tutto »

La storia mai raccontata della caccia segreta ai dati cartografici dei nazisti

  Greg Miller smithsonianmag.com I combattimenti per la conquista Aquisgrana erano stati violenti. L’artiglieria e gli aerei americani avevano martellato le difese naziste per giorni. I carri armati erano poi entrati nelle strette vie dell’antica città, la sede imperiale di Carlo Magno, che Hitler aveva ordinato di difendere a tutti i costi. Erano seguiti scontri sanguinosi casa per casa, fino a quando, alla fine, il 21 ottobre 1944, Aquisgrana era diventata la prima città tedesca a cadere nelle mani degli …

Leggi tutto »

Filippo Rossi de Bergerac

DI CARLO BERTANI carlobertani.blogspot.com Strano a dirsi, ma ogni tanto spunta qualcosa di nuovo: un tenero porcino, una vellutata farfalla, un bocciolo di pesco…e un uomo che pensa, riflette e giunge a scrivere un libro per rifondare la Destra italiana. Per carità: niente di male, hanno pubblicato libri sulle barzellette dei Carabinieri o su quelle di Totti e c’è posto per tutti. C’è posto persino per la velleità di Filippo Rossi, che porta un nome prosaico ma anonimo, e ben …

Leggi tutto »

Nuova cronologia_X-185: Una nuova visione della scoperta dell’America

DI ANDREU MARFULL PUJADAS elpais.cr Questa è una ricostruzione della scoperta dell’America diretta a rivelare le intenzioni della cronologia ufficiale. La narrazione alternativa che viene proposta ha l’interesse di fomentare la curiosità di coloro che dubitano del rigore della storia ufficiale basandosi sulla Nuova Cronologia di Fomenko e Nosovskiy, operante a Mosca, alla quale si aggiunge un contenuto supplementare. Secondo la tesi storica ufficiale, la colonizzazione europea dell’America, inizia nella seconda metà del diciassettesimo secolo,non considerando che prima della colonizzazione …

Leggi tutto »

Cos’è la verità? La questione curda

DI ANONIMO comedonchisciotte.org Riceviamo e volentieri pubblichiamo Premessa doverosa: non sono un articolista, né un giornalista. Ma un semplice scrittore, forse più addentrato di altri, su tale attualità. Non fosse altro solo per il fatto che vivo la Turchia da 20 anni, frequento i turchi, i curdi e quindi assorbo le notizie, ma anche l’humus, le sensazioni, decodificando interazioni personali, e quindi filtrando ciò che i media vogliono farci sapere e cosa non sapere, per veicolare il pensiero verso una …

Leggi tutto »

Ecco i negazionisti del Polocausto

  Gilad Atzmon gilad.online Ieri Haaretz ha pubblicato una noiosa, e pure scritta male, tirata di 5000 parole intitolata “Il falso campo di sterminio nazista: svelata la più vecchia bufala di Wikipedia.” Sembra che alcuni Israeliani ed Ebrei siano rimasti molto turbati dal fatto che i Polacchi abbiano una narrativa tutta loro sulle camere a gas. “Per oltre 15 anni, sono state presentate come fatti compiuti false affermazioni, secondo cui migliaia di Polacchi sarebbero stati uccisi con il gas a …

Leggi tutto »

Il Primo Ministro canadese ha bisogno di una lezione di storia

  Michael Jabara Carley strategic-culture.org Il 23 agosto, l’ufficio del Primo Ministro canadese ha rilasciato una dichiarazione per ricordare il cosiddetto “giorno del nastro nero” [Black Ribbon Day], una festività fasulla, istituita nel 2008-2009 dal Parlamento Europeo per commemorare le vittime del “totalitarismo” fascista e comunista e la firma, nel 1939, del Patto di Non Aggressione Molotov-Ribbentrop. Vari gruppi politici di centrodestra all’interno del Parlamento Europeo, insieme all’Assemblea Parlamentare della NATO (cioè gli Stati Uniti) avevano avviato o appoggiato l’idea. …

Leggi tutto »

Lo Zwi Migdal e Jeffrey Epstein

  GILAD ATZMON unz.com La storia di Jeffrey Epstein ha perso il suo mistero, da quando sempre più commentatori si autoconvincono che esiste una forte possibilità che Epstein fosse collegato ad un sindacato criminale affiliato ad un’organizzazione politica sionista israeliana e/o a qualche agenzia di intelligence compromessa. Whitney Web ed altri hanno realizzato interessanti articoli sui possibili scenari; io vorrei invece affrontare l’argomento da una prospettiva culturale. Epstein non è stato il primo sfruttatore della prostituzione ebraico. Questo potrebbe essere …

Leggi tutto »

La Regina Elisabetta e Boris Johnson condannano i Windsor al destino degli Asburgo

  MARTIN SIEFF strategic-culture.org Una fiera dinastia imperiale che aveva dominato su un intero continente per la metà di millennio. Anche quando era stata costretta ad abbandonare il suo ruolo globale, aveva continuato ad essere un vastissimo regno nel cuore pulsante dell’Europa. La sua capitale era diventata mitica per la sua vibrante cultura, l’impareggiabile attività teatrale e la sua straordinaria musica che aveva incantato il mondo intero. In netto contrasto con il suo passato imperiale, si vantava di essere un …

Leggi tutto »

Ai nostri amici italiani

DI PANAGIOTIS GRIGORIOU greekcrisis.fr Panagiotis Grigoriou ricorda, rivolgendosi in particolare a noi italiani, un episodio dell’ultimo conflitto mondiale, di cui ricorre l’anniversario in questi giorni, ovvero il naufragio della nave ORIA, al comando dell’esercito tedesco e carica di prigionieri italiani, soldati che avevano rifiutato di passare dalla loro parte dopo l’8 settembre. Erano diretti ai campi di lavoro in Germania, era gente che stava pagando con la prigionìa la scelta di non servire il nemico, invasore. Quanto ci sarebbe bisogno …

Leggi tutto »

A night at the Garden

  MARSHALL CURRY anightatthegarden.com Nel 1939, 20.000 Americani si erano radunati al Madison Square Garden di New York per celebrare l’ascesa del Nazismo, un evento in gran parte dimenticato dalla storia americana. A NIGHT AT THE GARDEN, realizzato interamente con filmati d’archivio girati quella notte, porta il pubblico a rivivere questo agghiacciante incontro e fa luce sul potere della demagogia e dell’antisemitismo negli Stati Uniti. A NIGHT AT THE GARDEN è stato diretto e curato da Marshall Curry ed è …

Leggi tutto »

Gli ‘Indiani morti’ di Tarantino e le radici della violenza americana

  NANCY MARIE MITHLO newsmaven.io Il mio lavoro è quello di professore di Storia dei Nativi d’America in una importante università. In realtà, come per molti educatori, la mia è una professione a tempo pieno. Il piacere e l’onere di essere un accademico è che si è SEMPRE in grado di pensare ad idee complesse e gravose. Ecco perché adoro particolarmente andare al cinema. Cerco l’immersione completa, voglio essere completamente estasiata, concedermi il lusso di uno spazio, di un luogo …

Leggi tutto »

L’ultimo Impero Occidentale?

THE SAKER thesaker.is “Guardare l’albero e non vedere il bosco” è una metafora appropriata se consideriamo la maggior parte delle cronache che descrivono, più o meno, gli ultimi venti anni. Questo periodo è stato notevole per il numero di cambiamenti, veramente tettonici, che hanno interessato il sistema internazionale. Tutto ha avuto inizio in quella che io considero la “Kristallnacht del diritto internazionale,” nell’agosto-settembre del 1995, quando l’Impero aveva attaccato i Serbo-Bosniaci in diretta e totale violazione di tutti i principi …

Leggi tutto »

Trump sta spingendo il Regno Unito verso la guerra – E’ lui che dev’essere fermato, non l’Iran

ROBERT FISK independent.co.uk È giunto il momento di renderci conto di ciò che sta accadendo veramente in questa totale e farsesca “crisi” del Golfo, in questa sciarada di bugie e pomposità che Trump e i suoi cagnolini di Londra ci stanno ammanendo. Un presidente americano razzista, misogino, disonesto e psicologicamente disturbato, spalleggiato da due consiglieri viziosi ed ugualmente disonesti e deliranti, sta minacciando di andare in guerra con l’Iran, mentre un buffone sventola-aringhe, anch’egli mentitore seriale, che probabilmente sarà il …

Leggi tutto »

Jared Kushner andrebbe ignorato, dovremmo invece ricordare questo sorprendente piano americano per il Medio Oriente vecchio di 100 anni

  ROBERT FISK independent.co.uk Quasi esattamente cento anni fa, il presidente degli Stati Uniti stava cercando un “accordo del secolo” in Medio Oriente. L’accademico cristiano Henry King, dell’Oberlin College, non era Jared Kushner. Nè lui, nè l’industriale Charles Crane, la cui famiglia si era arricchita fabbricando sanitari da bagno a Chicago, erano generi del presidente americano. Ma Woodrow Wilson li aveva inviati nel 1919 in un ambizioso tour attraverso le rovine dell’Impero Ottomano per scoprire che cosa si sarebbe potuto …

Leggi tutto »

Il dilemma di Vladimir Lenin

CHERIS HEDGES truthdig.com Questo è l’intervento di Chris Hedges al Left Forum di New York City, venerdi scorso. Vladimir Lenin può essere ricordato in due modi. Uno da brillante tattico rivoluzionario. In alternativa, come Lenin, il nuovo zar. Era stato, ironia della sorte, il più fervido sostenitore in Russia proprio della stessa cosa che aveva sradicato, l’anarchia rivoluzionaria. Il suo opuscolo “Lo stato e la rivoluzione” era inequivocabilmente un manifesto anarchico, con Lenin che scriveva che “finché c’è uno stato …

Leggi tutto »

La verità sull’”imprevedibile” attacco giapponese a Pearl Harbor

  J. ALFRED POWELL unz.com Un operatore radio della Seconda Guerra Mondiale, diventato in seguito giornalista, Robert Stinnett, si trovava nella sede degli Archivi Nazionali a Belmont, in California, alla ricerca di materiale per un libro fotografico su George Bush e i suoi trascorsi militari in tempo di guerra nel Sud Pacifico nella ricognizione aerea della Marina [George Bush: His World War II Years (Washington, D.C., Brassey’s, 1992], quando si era imbattuto in alcuni duplicati non indicizzati di intercettazioni radio …

Leggi tutto »

D-DAY: 75 anni dopo bisogna ricordare la verità

NIKOLAI GORSHKOV sputniknews.com/europe La regina Elisabetta II è stata raggiunta a Portsmouth da 15 leader provenienti da tutto il mondo in occasione della commemorazione del D-Day, l’invasione alleata della Francia avvenuta nel giugno 1944. Hanno celebrato il 75° anniversario dell’evento che aveva aperto un secondo fronte nella guerra contro la Germania nazista. Ma al leader del paese che aveva sopportato tutto il peso dei combattimenti sul fronte principale, quello orientale, non è stato chiesto di partecipare. Né la Gran Bretagna …

Leggi tutto »

Piazza Tienanmen – Ciò che è veramente successo (aggiornato)

MOONOFALABAMA moonofalabama.org Dal 1989, ogni 4 giugno, i media occidentali scrivono articoli in occasione dell’anniversario della cacciata dei manifestanti dalla Piazza Tienanmen di Pechino. La loro visione sembra essere sempre piuttosto unilaterale e stereotipata e descrive un esercito brutale che reprime delle pacifiche proteste. Questo non è il quadro completo. Grazie a Wikileaks abbiamo alcuni rapporti sulla situazione di allora, direttamente dell’ambasciata americana a Pechino. Descrivono una scena diversa rispetto a quella diffusa dai media occidentali fino ad oggi. Diecimila …

Leggi tutto »

Bamiyan, Babilonia, Palmira, Notre-Dame

  PEPE ESCOBAR thesaker.is I Budda di Bamiyan erano stati distrutti da una setta intollerante che si dichiarava seguace dell’Islam. I Buddisti in tutta l’Asia avevano pianto. L’Occidente non se ne era quasi neanche accorto. Quello che restava delle rovine di Babilonia e il museo annesso erano stati occupati, saccheggiati e vandalizzati dall’installazione di una base dei Marines americani durante l’operazione Shock and Awe, nel 2003. L’Occidente non ci aveva fatto caso. Una vasta area di Palmira, la leggendaria oasi …

Leggi tutto »

Chi rubava? Chi ha minato il reddito della tua famiglia?

DI PAOLO BARNARD twitter.com Lo voglio ribadire per i giovani, perché è vitale per voi sapere questa cosa. Bettino Craxi passa per il grande ladro d’Italia, per la rovina del paese, quando nella realtà i grandi ladri sono oggi e la rovina d’Italia è oggi, e i dati sono incontestabili. Bettino Craxi viene accusato di aver tagliato la scala mobile: era un sistema di indicizzazione dei prezzi all’inflazione che non funzionava, serviva solo a far fare tessere alla Cgil. Fu …

Leggi tutto »