Home / Archivi etichette: Francia

Archivi etichette: Francia

Macron messo a gestire la fine dell’euro ma non del pauperismo

FONTE: COMIDAD.ORG Era irrealistico credere che il sistema bancario francese lasciasse gestire la fine, più o meno prossima, dell’euro a Marine Le Pen. Come pure era irrealistico ritenere che, una volta che il sistema bancario francese avesse confezionato un candidato, non lo conducesse poi alla vittoria con largo margine tramite qualsiasi mezzo. Questi “mezzi” potrebbero rimanere per sempre segreto di Stato, anche se in epoca di software informatici non ci vuole un grande sforzo di immaginazione. Il “sovranismo” sconta quindi …

Leggi tutto »

Euro-crack: l’Italia è ora in prima linea

DI FEDERICO DEZZANI federicodezzani.altervista.org Sfumato lo scenario di una conflagrazione “politica” dell’Unione Europea sull’onda di una vittoria elettorale di Marine Le Pen, tornano alla ribalta le forze centrifughe di natura economica: l’Italia si trova adesso in prima linea. Gli allarmanti dati su debito pubblico, disoccupazione, crescita e sofferenze bancarie, suggeriscono che la situazione, complice la prossima instabilità politica, possa precipitare anche prima del rialzo dei tassi da parte della BCE: è quasi certo che, come nel bollente autunno del 2011, Mario Draghi …

Leggi tutto »

IL SOVRANISMO CADRA’ CON LA LE PEN?

Riceviamo e volentieri pubblichiamo Di Francesco Mazzuoli Comedonchisciotte   La sconfitta di Marine Le Pen è arrivata, inevitabile. Partiva con un handicap molto pesante, ma certamente hanno influito sul risultato una campagna elettorale mal condotta e il disastroso faccia a faccia televisivo con l’avversario.   L’handicap, il fardello storico, con  cui è partita La Le Pen – fin  dal momento in cui ha assunto le redini del partito – era (ed è) costituito dalla fortissima connotazione politica legata alla figura …

Leggi tutto »

CAPISCO…

DI GIANFRANCO LA GRASSA facebook.com Sì, capisco la rabbia di coloro che continuano a veder vincitori, o comunque ancora non seppelliti sotto mucchi di spazzatura, quelli che ci hanno ridotto, in specie nel mondo detto “occidentale”, ad una situazione di degrado non semplicemente morale, ma proprio per quanto riguarda l’evidente rammollimento della materia cerebrale. E uno dei sintomi di quest’ultimo è anche il successo di questo quaquaraqua che è Macron. Non è nemmeno furbastro, nel significato deteriore del termine, come …

Leggi tutto »

Fine della Campagna Elettorale: le Secessioni

In chiusura della campagna elettorale più cruciale per il futuro dell’Europa e in attesa del risultato, su quale si  sono incentrate tante speranze ma il cui esito appare scontato a favore del candidato che più di tutti incarna l’establishment europeista,  facciamo spazio alle riflessioni di Jacques Sapir, il nostro economista francese di riferimento.  Lo scenario è quello di un paese profondamente diviso, sia geograficamente che  culturalmente e socialmente, tra gruppi che si trovano su posizioni opposte e inconciliabili.  Situazione complicata …

Leggi tutto »

Macron’s french follies !

FONTE ICEBERGFINANZA .COM Ieri il due di picche della sinistra francese ha chiesto a Macron di fare un gesto distensivo nei confronti dei suoi elettori, ha chiesto di cancellare l’odiosa legge sul lavoro che porta il nome di quello che tutti ormai considerano il nuovo presidente francese. Povero illuso… Parigi, 1 mag. (askanews) – Se eletto nel ballottaggio delle presidenziali di domenica, il candidato centrista all’Eliseo Emmanuel Macron non ritirerà la controversa riforma del lavoro che porta il suo nome, …

Leggi tutto »

MARINE LE PEN: DILETTANTI ALLO SBARAGLIO

Riceviamo e volentieri pubblichiamo   di Francesco Mazzuoli Comedonchisciotte   Ho avuto modo di seguire il dibattito Macron-Le Pen e di leggere l’articolo di Marcello Foa http://blog.ilgiornale.it/foa/2017/05/04/dibattito-le-pen-macron-chi-ha-vinto-davvero/  il quale probabilmente ha assistito allo stesso evento bendato e con i tappi nelle orecchie… Marine Le Pen è stata surclassata: Macron le ha fatto scuola e doposcuola (evidentemente, la lunga frequentazione con un’insegnante ha avuto diversi risvolti utili…). Andiamo all’analisi. La strategia di comunicazione della Le Pen è stata sbagliata e fallimentare: …

Leggi tutto »

Svolta antropologica (Macron e i polpi)

DI PANAGIOTIS GRIGORIOU greekcrisis.fr La traduzione che segue riassume i passaggi essenziali dei due post pubblicati nell’ultima decade di aprile sul blog www.greekcrisis.fr , Svolta Antropologica e Primavera dei polpi. La Pasqua in Grecia è una cosa seria e le manifestazioni tradizionali hanno visto massicce partecipazioni popolari, ma scarsi entusiasmi, tra un piatto tradizionale e un racconto di disoccupazione, povertà e crisi economica. Negli stessi giorni ricorreva il 50° anniversario del golpe dei colonnelli che, come tutti i regimi, ha …

Leggi tutto »

Il Grande Divario

DI RAUL ILARGI MEIJER theautomaticearth.com Una cosa mi ha colpito in questa settimana: le mappe pubblicate lunedì che mostrano l’esito delle elezioni francesi, raccontano una storia, una storia ormai familiare. La storia di una profonda divisione. Ci sono già diverse mappe: Brexit, elezioni presidenziali USA e quelle Francesi. In tutti e tre i casi mi ritrovo a pensare la stessa cosa: “Siete sicuri di voler continuare a vivere nello stesso paese?” Perché per me la cosa non è affatto ovvia …

Leggi tutto »

La Macron-economia spiegata ai meno stupidi

DI NICOLAS BONNAL dedefensa.org Due importanti giornalisti della sinistra tradizionale, Aude Lancelin e Serge Halimi (autore di I nuovi cani da guardia: giornalisti e potere) hanno ben riassunto quest’elezione ancor prima che avesse luogo. Non era difficile. Nel suo editoriale su Monde diplomatique, Serge Halimi esprime il proprio disgusto nei confronti di «un nuovo voto utile». «Il candidato globalista» (ha fatto il 50% in America del nord, compatrioti espatriati, complimenti!) vincerà contro la nazista di turno, Marine Le Pen. Nelle …

Leggi tutto »

Macron inizia ad aver paura, troppi tre flop in tre giorni

DI MARCELLO FOA Il Cuore del Mondo Oh, oh, campanelli di allarme per Emmanuel Macron che non poteva iniziare peggio la campagna elettorale per il secondo turno. Tre giorni, tre flop. Vediamoli. Il primo la notte elettorale: quelle immagini del candidato di “En marche” che festeggia in una brasserie del centro assieme a tanti Vip (come il suo pigmalione Jacques Attali) non è affatto piaciuta al popolo di sinistra, a cui è sembrato di rivedere Nicolas Sarkozy. Una scivolata, certo, …

Leggi tutto »

Il paradosso di Condorcet apre le porte dell’Eliseo a Marine Le Pen

DI FEDERICO DEZZANI Il giorno successivo al primo turno delle presidenziali francesi, mercati finanziari, grandi media ed istituzioni europee hanno brindato: il “rottamatore” Emmanuel Macron, uscito vincente dal primo turno, avrebbe già ipotecato l’Eliseo, blindando così euro ed Unione Europea. Si tratta di un bluff, perché l’accesso al secondo turno di Macron ha aumentato, anziché diminuire, le probabilità di vittoria del FN: come scoprì già nel Settecento il matematico Nicolas de Condorcet, i ballottaggi sortiscono esiti sorprendenti in base ai …

Leggi tutto »

Francia. E’ lotta di classe ma distorta alla radice

DI MAURIZIO BLONDET Viene da dire ai francesi: se vi piace così…avete votato per  altri cinque anni di “grand remplacement”, per farvi sostituire a tappe ancor più forzate da stranieri musulmani .  Avete votato per il governo dei Rotschild, della finanza internazionale, della deflazione-recessione. Altri cinque anni di soggezione a Berlino, alla UE, all’austerità, al precariato, alla riduzione salariale: avete votato per altri cinque anni di Hollande. Avete votato per la globalizzazione, per la NATO, per la guerra alla Russia. …

Leggi tutto »

#Macron, #LePen, chi perderà di più?

DI PINO CABRAS megachip.globalist.it Il risultato del primo turno delle presidenziali francesi regala al candidato di plastica Emmanuel Macron, l’uomo dei Rothschild, le apparenti maggiori possibilità di vittoria per il secondo appuntamento alle urne, quello del 7 maggio, quando dovrà vedersela con Marine Le Pen. I quattro candidati più votati (Macron, Le Pen, Fillon, Mélenchon) si sono spartiti l’80 per cento dei voti, collocandosi ciascuno poco sopra o poco sotto il 20 per cento. Con un dato di partenza così …

Leggi tutto »

Attacchi sugli Champs-Élysées: tempismo perfetto, per qualcuno

DI RAMIN MAZAHERI thesaker.is Nelle prime ore del 21 aprile ero nel mio ufficio a Parigi, a soli 100 metri dai Campi Elisi, quando ho ricevuto una telefonata da un collega giornalista che mi ha parlato dell’attacco mortale contro i poliziotti. Stavo lavorando alla mia ultima relazione sulle presidenziali francesi per l’iraniana Press TV. Al momento della chiamata, avevo appena scritto questa frase: “Due eventi dell’ultima settimana potrebbero spingere a destra gli elettori indecisi: un presunto piano di due terroristi per …

Leggi tutto »

Le (enormi) ricadute geopolitiche dell’imminente voto francese

DIFEDERICO DEZZANI federicodezzani.altervista.org Domenica 23 aprile si svolgerà il primo turno delle presidenziali francesi: è l’appuntamento chiave del 2017, capace di innescare e/o accelerare dinamiche che travalicano i confini dell’Esagono per abbracciare l’intero scacchiere mondiale. Il malessere sociale e le drammatiche condizioni in cui versa l’economia della Francia, pienamente ascrivibile tra i Paesi dell’europeriferia, hanno sgretolato il sistema politico transalpino, aprendo lo scenario di un inedito ballottaggio tra populisti di destra e populisti di sinistra: Marine Le Pen contro Jean-Luc …

Leggi tutto »

Francia: La guerriglia etnica è incominciata ?

DI GUILLAME FAYE gfaye.com È il preludio di una guerra civile in gestazione, probabilmente di forte intensità, sanguinosa e devastatrice e che sarà un cataclisma anche economico. Approfittate degli ultimi anni di tranquillità relativa. La tempesta si avvicina. Non passa settimana  in Francia e anche altrove nell’Europa dell’Ovest, senza che esplodano dei combattimenti etnici a senso unico. Spesso senza che vi sia bisogno di pretesti: i rivoltosi – quasi tutti di origine magrebina e africana – sono degli aggressori che …

Leggi tutto »

Francia fuori dall’euro anche senza Le Pen ?

FONTE: COMIDAD Le elezioni presidenziali francesi del prossimo aprile vengono indicate dai commentatori come decisive per la sorte dell’Unione Europea. Le preoccupazioni si accentrano sul pericolo costituito da un’eventuale vittoria della candidata della destra antieuropea, Marine Le Pen. La questione però è più complicata. Non c’è dubbio che la Le Pen rappresenti una sfida seria all’establishment europeo, a differenza di quanto avviene in Italia con la formazione che appare più rampante, il Movimento Cinque Stelle. Ciò non solo perché Marine …

Leggi tutto »

Germanwings, Malaysia Airlines e la politica dei disastri aerei

DI FEDERICO DEZZANI federicodezzani.altervista.org A distanza di due anni dallo schianto del volo Germanwings 9525 sulle Alpi francesi, il padre del presunto responsabile della tragedia aerea, il copilota Andreas Lubitz, ha pubblicamente rigettato le conclusioni delle autorità francesi e tedesche: testimonianze inventate, errori nelle indagini, omissioni ed un movente, la depressione del figlio, senza fondamento. La versione ufficiale, fabbricata da media ed inquirenti nell’arco di 24 ore dallo schianto e rimasta immutata sino ad oggi, poggia su basi molto fragili. …

Leggi tutto »

Come Hitler ed il Kaiser hanno creato l’Unione Europea

DI NICOLAS BONNAL dedefensa.org La supremazia tedesca è assoluta in Europa. 252 miliardi di euro di attivo commerciale. La Germania controlla  e domina il continente mandato in rovina dal suo euro ( ma perché fare la guerra? – domandava già LeBon), la Germania ribalta i risultati elettorali che non le piacciono (Portogallo, Grecia), sopprime le elezioni (in Italia), ordina per chi votare (qui in Francia Macron). Secondo Emmanuel Todd, la Germania dirige anche l’offensiva a Est contro la Russia, certamente …

Leggi tutto »

Marine Le Pen: “Introdurrò il nuovo franco, con valore pari all’euro”

FONTE: ZEROHEDGE.COM Mercoledì la Le Pen ha detto alla stazione radio francese RTL che, dovesse vincere le elezioni tra meno di due mesi, introdurrà un nuovo franco con valore pari all’euro, così da poter farlo fluttuare, sebbene in precedenza avesse detto che qualsiasi nuova moneta nazionale sarebbe stata ancorata ad un paniere di valute. Ha anche detto che la nuova moneta verrebbe probabilmente svalutata “contro qualsiasi valuta la Germania utilizzi”, rendendo le esportazioni di automobili francesi più competitive, ma ha …

Leggi tutto »

L’educazione di Marine Le Pen

DI ROBERT FISK counterpunch.org Marine Le Pen ha un po’ Trump-eggiato a Beirut. E’ giunta qui dalla lontana Parigi per guidare la sua campagna elettorale presidenziale francese dal settario sottobosco Libanese, rifiutandosi di indossare il velo nell’incontro con il sunnita Gran Mufti. Considerando le assurdità che poi ha detto al presidente libanese (cristiano) e durante l’infelice intervista concessa a un giornale locale (cristiano) di lingua francese, molti libanesi – e anche diversi cristiani – hanno dovuto concludere che questa disgraziata …

Leggi tutto »

Perché il sistema vuole far passare Marine Le Pen

DI NICOLAS BONNAL dedefensa.org La rapidità della sottomissione di Trump al sistema è stata ammirabile, come la sottomissione di Syriza in Grecia o la rapidità dell’annullamento della Brexit! Come direbbe Céline, la resistenza populista non chiede altro che far sloggiare qualcuno – o cliccare furiosamente sul proprio mouse… Vediamo il caso dell’elezione di Marine. La Francia avrebbe i tassi d’interesse per rimborsare il proprio debito che ammonterebbero la sera stessa al 10%. La Francia avrebbe una sua rivoluzione arancione per …

Leggi tutto »

In nome della dignità – il NO in Italia

DI PANAGIOTIS GRIGORIOU greekcrisis.fr L’esito del referendum in Italia regala ai Greci un filo di speranza: la salvezza può venire da noi o dai francesi. In patria l’odio per l’UE e l’euro è palpabile (“o noi o loro” si dice nei bar), poichè il genocidio economico del paese è cosa ormai quasi fatta, tanto da far temere disegni di eliminazione tout-court del paese dalla cartina geografica. Mikis Theodorakis scrive a Tsipras parole sprezzanti dopo il viaggio a Cuba: “ci incontreremo …

Leggi tutto »

Il capitalismo terminale dà lavori di merda in basso e in alto

DI MAURIZIO BLONDET maurizioblondet.it In Francia esiste, dal 2012,  la “Rete dei Lustrascarpe”. Les Cireurs.  Associa i lustrascarpe in franchising:   coloro che aderiscono hanno diritto di usare  il logo  e l’insegna.  Non hanno salario – sono “auto-imprenditori” – ma una paga oraria (su cui pagano in prelievo fiscale del 23%).  Pagano di tasca loro materiale e abbigliamento (un grembiule di cuoio, essenzialmente); se non hanno soldi  per cominciare a lanciarsi nell’auto- imprenditoria, possono chiedere un prestito  alla Rete Les Cireurs,  …

Leggi tutto »

Come Hitler diventò Hitler e perché, oggi, è importante

DI IGOR SHUMEYKO Strategic-culture.org Lo scorso ottobre 2016, la rivista americana The National Interest ha dato uno sguardo  a quello che avvenne nell’esperienza storica del 20° secolo ed ha pubblicato un articolo di David Axe, intitolato “The Shocking Way Hitler Became Hitler” – “Il modo scandaloso in cui Hitler diventò Hitler”. Molti autori definiscono lo stato attuale delle relazioni internazionali come una «guerra fredda 2.0», constatando che il conflitto ideologico tra l’Occidente e l’URSS durante l’ultima guerra fredda era basato …

Leggi tutto »

Carovana solidale (per la fine del mondo)

DI PANAGIOTIS GRIGORIOU greekcrisis.fr La Grecia è ormai un paese dimenticato nel resto di Europa. I reporter da Atene non riescono a vendere i propri pezzi ai media occidentali. L’unica forma di attenzione rimasta è quella di singoli o associazioni che, ad esempio in Francia, raccolgono medicinali e aiuti per la popolazione e li portano fin lì (come si faceva con le zone più povere del terzo mondo). Chi resta, se ha un mestiere, prova a sopravvivere chiudendo i negozi …

Leggi tutto »

In Francia si sta preparando la guerra etnica civile

DI GUILLAME FAYE gfaye.com Sabato 8 ottobre 2016, a Viry-Châtillon, nella periferia parigina, in una delle tante e sempre più numerose zone senza diritto, due autopattuglie sono state attaccate, i vetri sono stati frantumati, e le auto sono state incendiate con delle bombe Molotov, i due poliziotti bloccati all’interno. È evidente che si sia trattato di un tentato omicidio. I poliziotti sono gravemente ustionati e uno dei due è tra la vita e la morte. Il 17 ottobre, al pari …

Leggi tutto »

Francia: la bomba ad orologeria dell’islamizzazione

DI YVES MAMOU gatestoneinstitute.org L’ultimo gruppo, definito degli Ultras, rappresenta il 28% dei musulmani intervistati. Essi affermano di voler condurre una vita al di fuori dei valori repubblicani. Per loro, i valori e la legge islamica, la sharia, vengono prima delle leggi della Repubblica. Essi approvano la poligamia e l’uso del niqab o del burqa per le donne. Secondo Hamid El Karoui, intervistato per il Journal du Dimanche: “Questo 28% aderisce alla versione più retrograda dell’Islam, che è diventato per …

Leggi tutto »