Macron cede: la Francia lascerà il Niger

Il Niger, dopo Mali e Burkina Faso, è il terzo Paese a tentare di uscire dall'orbita francese nell'Africa subsahariana. Il timore occidentale è che Sudan e Repubblica Centrafricana possano seguire a ruota

DONA A COMEDONCHISCIOTTE.ORG PER SOSTENERE UN'INFORMAZIONE LIBERA E INDIPENDENTE:
PAYPAL: Clicca qui

STRIPE: Clicca qui

di Fabrizio Bertolami per comedonchisciotte.org

 

Con una retromarcia piuttosto clamorosa, il Presidente Macron ha annunciato che il contingente francese di 1500 uomini lascerà il Niger entro la fine del 2023, e con esso verrà ritirato anche l’Ambasciatore e l’intera delegazione diplomatica.

La motivazione ufficiale è che, a partire dal colpo di stato del 26 di luglio, non sussistono più le condizioni per una cooperazione in termini di “antiterrorismo“, a causa dell’assenza di volontà da parte del nuovo governo.

Ricordiamo che la Francia non ha riconosciuto la nuova autorità militare insediatasi deponendo il Presidente Mohamed Bazoum, che per Parigi resta la sola autorità legittima nella nazione africana.

La giunta militare si è detta soddisfatta affermando:

“Questa domenica celebriamo un altro passo verso la sovranità del Niger. Le truppe francesi e l’ambasciatore francese lasceranno il Niger entro la fine dell’anno. Le forze imperialiste e neocolonialiste non sono più le benvenute sul nostro territorio nazionale” (1).

I cittadini francesi ancora residenti in Niger hanno già lasciato il Paese ad agosto, a bordo di aerei messi a disposizione dal governo francese (2).

Durante le manifestazioni seguenti il putsch in Niger, i dimostranti hanno sventolato le bandiere russe, ma non è chiaro se il Colpo di Stato sia da attribuirsi ad una possibile “collaborazione” dei golpisti con la Russia, sebbene un contingente del gruppo privato Wagner sia già presente in Mali (oggetto di un altro Colpo di Stato) (3). Il Presidente russo Putin dal canto suo, ha immediatamente chiesto un ritorno all’ordine costituzionale, cercando così di dissipare le voci su un possibile coinvolgimento di Mosca.

Il Niger, dopo Mali e Burkina Faso, è il terzo Paese a tentare di uscire dall’orbita francese nell’Africa subsahariana. Il timore che i prossimi possano essere Sudan e Repubblica Centrafricana è radicato nelle amministrazioni francese e americana, con gli statunitensi a monitorare lo sviluppo degli eventi in maniera attenta.

Il Niger è stato, fino al Colpo di Stato, il primo fornitore di Uranio per le centrali nucleari francesi. Parigi deve ora cercare un nuovo e più affidabile fornitore per la sua prima fonte di energia sul territorio nazionale.

di Fabrizio Bertolami per comedonchisciotte.org

26.09.2023

Fonti:

1. https://edition.cnn.com/2023/09/24/europe/france-end-military-presence-niger-intl/index.html

2. https://www.france24.com/en/africa/20230801-%F0%9F%94%B4-live-france-prepares-to-evacuate-nationals-from-niger-following-coup

3. https://www.reuters.com/world/france-pull-troops-out-niger-following-coup-says-macron-2023-09-24/

 

ISCRIVETEVI AI NOSTRI CANALI
CANALE YOUTUBE: https://www.youtube.com/@ComeDonChisciotte2003
CANALE RUMBLE: https://rumble.com/user/comedonchisciotte
CANALE ODYSEE: https://odysee.com/@ComeDonChisciotte2003

CANALI UFFICIALI TELEGRAM:
Principale - https://t.me/comedonchisciotteorg
Notizie - https://t.me/comedonchisciotte_notizie
Salute - https://t.me/CDCPiuSalute
Video - https://t.me/comedonchisciotte_video

CANALE UFFICIALE WHATSAPP:
Principale - ComeDonChisciotte.org

Potrebbe piacerti anche
Notifica di
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
È il momento di condividere le tue opinionix