Categoria

Crisi Economica

Il piano Draghi-Macron per cedere i debiti al Mes: come trasformare dei numeri in debito

La proposta di Draghi-Macron contenuta nella lettera congiunta pubblicata dal Financial Times e resa esplicita dai due loro consiglieri economici (Giavazzi e Weymuller) di creare una Agenzia del debito dell’Eurozona cedendo i debiti al MES è già stata messa sul tavolo. Visto chi la propone ed i presupposti su cui si basa, c’è da stare poco tranquilli. Allora, piccolo ripasso…. il debito pubblico di uno Stato dotato di una moneta propria ed una Banca Centrale sotto il proprio diretto…

Ecco come crollano le civiltà

di Aris Roussinos unherd.com geopolitica.ru La scorsa settimana, nel tentativo di spiegare i problemi della catena di approvvigionamento che stanno portando sempre più alla carenza di beni in America, il presidente Biden ha citato una popolare favola neoliberista . Biden ha osservato che per fare una matita, legno e grafite devono provenire dall'altra parte del mondo prima che il prodotto finito possa finire nelle mani degli americani. “Sembra sciocco, ma è esattamente così…

Una comunità unita contro le avversità: il nostro futuro da costruire

Viviamo in una realtà che è sempre più sistemica e complessa e per poter comprenderla a fondo, per capire cosa sta effettivamente succedendo, quali sono i “veri” problemi, le forze che stanno agendo per cambiare l’attuale assetto della nostra società, abbiamo bisogno di cambiare il nostro modo di pensare. Dobbiamo adottare un diverso approccio cognitivo, che sia più adatto a comprendere la difficile realtà che ci circonda e a risolvere la complessità dei problemi e delle crisi che ci…

Euro-Sistema in bilico: il vero pericolo potrebbe chiamarsi STAGFLAZIONE

di Megas Alexandros (alias Fabio Bonciani) ComeDonChisciotte.org L’arrivo di un fenomeno inflattivo nell’attuale scenario depressivo (stagflazione) che perdura da anni, potrebbe sciogliere come neve al sole la EU ed il sistema-euro. Leggendo un articolo apparso nei giorni scorsi su “Zero Hedge” a firma di Tyler Durden , sono arrivato ad alcune conclusioni, o meglio ancora, previsioni che vorrei condividerle con Voi. L’articolo è incentrato sulle parole degli addetti ai lavori –…

Non incolpate la Brexit per le carenze

Philip Pilkington unherd.com Come se le cose non fossero già abbastanza brutte, il prossimo inverno sembra destinato a portare carenze mai viste da molti anni nell'economia britannica. La carne, il latte e le bevande gassate sono già alle strette per quanto riguarda la fornitura, mentre gli editorialisti hanno iniziato a preoccuparsi delle previste restrizioni per gli alberi di Natale e i giocattoli. Ma niente ha colpito il pubblico così duramente come la carenza di benzina, con…

“DEBITO PUBBLICO” e “DEBITO PRIVATO”…. di chi è la colpa delle crisi economiche???

di Megas Alexandros (alias Fabio Bonciani) ComeDonChisciotte.org Se comprendiamo il corretto funzionamento della moneta moderna e dei sistemi monetari, capiremo facilmente che i “debiti sovrani”, mai e poi mai potranno essere l’origine di una crisi economica. Al contrario, il vero problema, sono e saranno sempre i “debiti del settore privato" Quante volte, dalla ormai famosa crisi dei sub-prime del 2008, avete sentito politici e stampa addebitare ogni responsabilità in merito, alla…

Un altro colpo dichiarato contro tutta l’umanità

XANDER Nieuws - 09/10/2021 In occidente si avvicina inesorabilmente il "buio inverno" (previsto) con enormi carenze energetiche e alimentari La crisi sistemica deliberatamente innescata sembra definitivamente entrare nella fase successiva, dato che gli scaffali di alcuni grandi supermercati statunitensi come WalMart cominciano a svuotarsi, e uno dei maggiori fornitori di prodotti alimentari da scaffale del paese resterà chiuso per i prossimi 90 giorni a causa di "enormi…

PNRR: a quali condizioni? (Parte II)

Abbiamo provato a delineare quali sono alcune delle principali condizioni che l’Italia si è impegnata a soddisfare per avere accesso ai fondi del Recovery Fund. Ci eravamo però lasciati senza finire il discorso, che purtroppo ha ulteriori aspetti dirompenti e preoccupanti. Per il profitto privato, il PNRR è anche un’occasione d’oro per consumare qualche vendetta, come quella sul referendum per l’acqua pubblica del 2011, quando 26 milioni di italiani sancirono la natura pubblica di questo bene…

Roma: i rifiuti puzzano di austerità (Parte II)

Di ConiareRivolta.org (a questo link è disponibile un pdf scaricabile che contiene l’intero contributo) Il trattamento e lo smaltimento dei rifiuti: il problema degli impianti Come dicevamo nella prima parte di questo contributo, la fase della raccolta è cruciale nel determinare l’impatto ambientale e sulla salute pubblica della gestione dei rifiuti urbani. Un potenziamento radicale della raccolta differenziata, con lo stanziamento di tutte le risorse che servono, in barba ai vincoli che…

PNRR: a quali condizioni? (Parte I)

Il cosiddetto Recovery Fund, noto anche come Next Generation EU, attribuisce all’Italia 191 miliardi di euro che saranno trasferiti al Paese tra il 2021 e il 2026, suddivisi in 69 miliardi di euro a fondo perduto e 122 miliardi di euro di prestiti, da rimborsare alle istituzioni europee. Queste risorse vanno a finanziare gli interventi raccolti nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR). In un mondo dominato dal denaro si sente spesso dire che seguendo i soldi – focalizzando…

Roma: i rifiuti puzzano di austerità (Parte I)

Di Coniarerivolta.org  I rifiuti a Roma: un incubo ricorrente e maleodorante Ci risiamo. Come tutti gli anni, anche questa estate Roma si è trasformata in una discarica a cielo aperto, specialmente nei quartieri più periferici e popolari. La sacrosanta rabbia degli abitanti è sfociata in numerose forme di protesta, dalle manifestazioni del Quadraro, alle azioni di protesta di Casal Bruciato, dalla manifestazione davanti al Ministero per la Transizione Ecologica ai cassonetti…

La paura dell’inflazione: da sempre usata per imporre le politiche economiche a vantaggio dell’èlite

Di Megas Alexandros(alias Fabio Bonciani) Togliamoci subito ogni dubbio, sono oltre due decadi che non passa giorno, senza che qualcuno ci prospetti la paura dell’inflazione, ma dell’inflazione non ve n’è traccia. Nel folle gioco statistico delle previsioni quotidiane, arriverà il giorno che qualche fortunato “coglione”, si fregerà del Nobel, solo per essere stato colui che l’ha prevista il giorno prima. A parte gli scherzi, basterebbe rendersi conto del fatto, di come da oltre due…

La sofferenza (altrui) è la virtù degli sfruttatori

Da ConiareRivolta.org Un tema che sta particolarmente a cuore alle classi dominanti di ogni epoca è quello della sofferenza. Per i poveri, s’intende. Dopo un incessante e continuo lavorio del Governo Draghi su varie tematiche (vedasi, tra le altre, alla voce sblocco dei licenziamenti), sembra ora essere diventato fertile il terreno per uno dei prossimi passi: il progressivo abbattimento del reddito di cittadinanza. E chi poteva incaricarsi di aprire le danze, se non uno dei massimi alfieri…

La ricerca secondo il PNRR: poca, precaria e funzionale alle imprese

Di ConiareRivolta.org Uno dei temi su cui il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) pone maggiormente l’enfasi è quello della ricerca, considerata un volano “per lo sviluppo di una economia ad alta intensità di conoscenza, di competitività e di resilienza” (p. 171). Belle parole, che tuttavia, ad un’accorta disamina del PNRR, nonché ad una critica considerazione del perimetro entro cui gli interventi si svilupperanno, nascondono delle pericolose insidie. Tanto per cominciare, il…

Il ventennio dell’euro: i dati sul disastro economico italiano

Da Canalesovranista.altervista.org Nel 2019 si chiudeva il peggior decennio della storia dell’economia italiana, ma visto che al peggio non c’è mai fine è arrivata la crisi del coronavirus a portarci ulteriormente indietro. In attesa di riprenderci (forse) dall’ennesima crisi, il primo gennaio 2022 ricorrerà il 20° anniversario da quando l’euro divenne moneta a corso legale e il conseguente “pensionamento” della lira. Per essere pronti ad affrontare qualsiasi discussione sul tema, ecco una…

I Poteri italiani vogliono rimanere nell’Euro! Ecco la soluzione

 Sono quasi due decadi, che nel nostro paese si dibatte sulle chiare criticità che il sistema-euro presenta e le evidenze degli “orrori economici” che caratterizzano questa unione monetaria, sono ormai sotto gli occhi di tutti. Ma, pur essendo chiaro a tutti le mortali sabbie mobili in cui ci siamo infilati, ancora oggi ci ostiniamo a rimanerci dentro e niente facciamo per cercare di uscirne.

Boom di inattivi in Italia: quando tutti i mali vengono a galla

Di ConiareRivolta.org Il mercato del lavoro italiano, ormai è noto, soffre di una debolezza cronica e tra le più gravi d’Europa. L’ultima notizia diffusa dall’Eurostat aggrava un quadro già particolarmente preoccupante: l’Italia sarebbe il Paese europeo con la più alta percentuale di popolazione inattiva in età da lavoro (15-64 anni). Inoltre, è il Paese in cui questa percentuale è cresciuta di più tra il 2019 e il 2020. Chi sono gli inattivi? Si definiscono tali le persone che sono al di…

Chi ci impoverisce?

Di ConiareRivolta.org Pochi giorni fa l’ISTAT ha pubblicato l’ultimo aggiornamento sui numeri relativi alla povertà assoluta in Italia. Si tratta di una statistica – tanto triste quanto interessante – che viene elaborata a partire dal 2005 e che tiene conto del potere di acquisto delle famiglie italiane. Al di sotto di una determinata capacità di acquisto, tarata su un paniere che include generi di prima necessità (cibo, indumenti, affitto della casa, spese sanitarie, trasporti, bollette per le…

Tutti contro il blocco dei licenziamenti

da ConiareRivolta.org L’ennesima, lunga tragedia che si sta consumando sulle spalle dei lavoratori riguarda il blocco dei licenziamenti. A intervenire nel grottesco teatrino tutto italiano, in cui le giravolte di Salvini e l’accelerata di Draghi avevano messo all’angolo il PD e i sindacati, assecondando tutte le richieste di Confindustria, è stata per ultima la Commissione europea che, solo pochi giorni fa, ha bollato il blocco dei licenziamenti come superfluo e potenzialmente pericoloso. Nulla…