Crisi Economica

Depressione Coronavirus: L’Europa meridionale non si riprenderà mai

Guillaume Durocher – 27 giugno 2020 – da unz.com Brutte notizie per l’Europa meridionale. Sembra che il coronavirus consoliderà ulteriormente le antiche disparità tra nord e sud dell’Unione Europea.   Secondo le stime della Commissione Europea, le economie di Italia, Spagna e Grecia si ridurranno di oltre il 9%. In confronto, la media UE è del 7,4%. La Francia si ridurrà dell’8,2%, mentre la maggior parte dei paesi nordici/germanici si ridurrà meno del 6,5% (Germania, Svezia, Danimarca, Austria, Finlandia). La …

Leggi tutto »

Dal “LABORATORIO GRECIA” al Covid-19: anatomia di un’arma politica

La richiesta ed il conseguente utilizzo del Mes (Meccanismo Europeo di Stabilità) da parte dell’Italia, porterebbe inevitabilmente il nostro paese verso una strada che la Grecia ha già percorso. E che ha significato la sostanziale scomparsa della sua classe media. “LABORATORIO GRECIA” è un viaggio che attraversa la Storia greca ed europea passata e recente: dalla seconda guerra mondiale alla crisi che viviamo. Un documentario di Storia e di tante storie. Cosa c’entra il Covid-19? Ne dibattono gli autori, cercando …

Leggi tutto »

Non vogliamo trasformarci in una Disneyland mediterranea, o in una Florida per pensionati tedeschi e scandinavi

DI GUIDO SALERNO ALETTA teleborsa.it Lo smart working è una trappola per topi. Servono capitale umano ed infrastrutture collettive Basta stare con il naso per aria, a cercare una ispirazione sul da farsi. Non è dalle audizioni degli Stati Generali di Villa Pamphili che si troverà il bandolo della matassa. Non è così che si nobilita l’Italia: si trasforma la Storia in cartapesta. Bisogna guardare indietro, per capire il futuro dell’Italia. Il nostro destino non è quello di trasformarsi definitivamente …

Leggi tutto »

L’euro ha aumentato il divario tra i paesi del nord e quelli del sud Europa. Se n’è accorto pure Fubini sul Corriere

DI GILBERTO TROMBETTA lantidiplomatico.it «Se le tendenze degli ultimi dodici anni proseguissero nei prossimi dodici, il reddito medio in Italia scenderebbe fino a valere non più della metà di quello tedesco». Se n’è accorto pure Fubini sul Corriere*. O almeno adesso lo dice. Da quando c’è l’euro il divario nel reddito pro capite tra i Paesi del Nord e del Sud Europa è aumentato vertiginosamente. Questo perché sia la struttura dell’Unione Europea che quella dell’Eurozona hanno generato nuove asimmetrie e …

Leggi tutto »

La grande svendita / Così l’Italia termina il “lavoro” del ’92

DI GIANLUIGI DA ROLD ilsussidiario.net Senza entrare nei meriti o demeriti politici, nelle scelte di politica economica, nelle visioni di sviluppo e di crescita, l’Italia può correre un grande rischio: quello di una progressiva deindustrializzazione e di una perdita di strategia produttiva e di sviluppo tra i paesi dell’Occidente. In quest’ultimo trentennio, con l’anno fatidico del 1992, l’Italia è entrata in una classica “crisi”, che ha soprattutto i connotati del cambiamento traumatico e la necessità di delineare gli scenari del …

Leggi tutto »

Ballando con le pistole

Dmitry Orlov cluborlov.blogspot.com Quelli che hanno assistito alle proteste e ai saccheggi che si sono verificati più o meno nell’ultima settimana [il pezzo è dell’8 giugno, N.D. T] negli Stati Uniti e nei paesi a loro allineati sono rimasti frustrati nei loro sforzi di elaborare una motivazione logica e convincente riguardo a questi avvenimenti. La ricerca della giustizia, stimolata dalla morte particolarmente pittoresca per attacco cardiaco di un certo criminale violento e spacciatore di droga che era stato soffocato da …

Leggi tutto »

Fatti contro balle. Il lockdown totale.

DI PETER KOENIG globalresearch.ca Sapete chi ha coniato la malefica espressione “teoria del complotto”, o l’accusa “sei un teorico del complotto!”? Nientemeno che la CIA negli anni ’50 per mettere a tacere chi aveva capito la menzogna della guerra fredda contro l’Unione Sovietica. Questa era una totale balla degli strateghi di guerra degli Stati Uniti, creare in genere la paura nella popolazione e in particolare negli europei col fine di rendere potente il complesso industriale militare americano e creare la …

Leggi tutto »

Recovery Fund: ci fanno l’elemosina e dobbiamo anche ringraziare

DI THOMAS FAZI facebook.com In tanti mi hanno chiesto un commento sulla proposta di Recovery Fund della Commissione europea che a sentire gli europeisti nostrani sarebbe un evento di portata storica secondo solo al ritorno del Messia (ma forse pure meglio visto che che la tendenza del Cristo a creare vino dal nulla rischierebbe di generare inflazione). Sarò breve, non solo perché oggi è il mio compleanno, ma perché sarebbe il caso di smetterla di sprecare inchiostro per commentare quelle …

Leggi tutto »

La Germania munge l’UE, raggiunge il “Punto Gorbachev” e guarda ad una Cina pericolosa

DI RODNEY ATKINSON freenations.net Durante la crisi del Coronavirus nell’Unione Europea, qualsiasi pretesa di azione coesa e obbediente alle regole dell’Unione è finita fuori dalla finestra. I più deboli, come l’Italia, hanno dovuto provvedere a se stessi e i più forti come la Germania hanno infranto tutte le regole – in particolare le norme sugli aiuti di Stato – per causare un enorme squilibrio di potere nel “mercato unico”. La Germania intercetta oltre la metà degli aiuti di Stato approvati dalla …

Leggi tutto »