Home / CIA

CIA

Grecia invasa… è solo l’inizio?

DI PANAGIOTIS GRIGORIOU greekcrisis.fr La fine dell’autunno in Grecia è caratterizzata dall’intensificarsi dei flussi migratori in ingresso, non più solo nelle isole, ormai sature, ma direttamente sul continente. Sono giovani, in forze, dotati di cellulare, spesso inviati direttamente dalla Turchia, con evidenti finalità di destabilizzazione del mai amato vicino ellenico. La propaganda dilagante non ferma le reazioni popolari, che si fanno sentire un po’ ovunque, anche perché le disposizioni (ufficiali e non) dicono in sostanza che i nuovi arrivati devono …

Leggi tutto »

Il programma di tortura degli Stati Uniti visto con gli occhi di una delle vittime

Carol Rosenberg informationclearinghouse.info Un disegno mostra il prigioniero nudo e legato ad un rozzo giaciglio, con il corpo bloccato, mentre viene sottoposto al waterboarding da parte di un interrogatore non visibile. Un altro lo mostra con i polsi ammanettati a sbarre così in alto sopra la sua testa da costringerlo a stare sulla punta dei piedi, con i punti di sutura di una profonda ferita sulla gamba sinistra e un ululato che fuoriesce dalla sua bocca spalancata. Un altro ancora …

Leggi tutto »

Quello che possiamo imparare dal colpo di stato in Bolivia

Moon of Alabama moonofalabama.org Il colpo di stato in Bolivia è devastante per la maggior parte della sua popolazione. Che cosa possiamo imparare da una cosa del genere? Andrea Lobo scrive sul WSWS [World Socialist Web Site]: Il presidente boliviano, Evo Morales del partito Movimento Verso il Socialismo (MAS), è stato costretto a dimettersi, domenica sera, dai militari boliviani, dopo un colpo di stato appoggiato dagli Stati Uniti. Ieri sera, Morales ha twittato che “stava partendo per il Messico,” dopo …

Leggi tutto »

Una storia del 21° secolo

  DI PAUL CRAIG ROBERTS paulcraigroberts.org Negli anni ’90, mentre l’Unione Sovietica crollava con l’arresto del presidente sovietico Gorbachev da parte dell’ala dura del Partito Comunista,  Eltsin era il burattino degli USA e gli Americani e gli Israeliani saccheggiavano la Russia, i Neoconservatori avevano ordinato a Washington di rovesciare i governi del Medio Oriente. Lo scenario neoconservatore per la ristrutturazione del Medio Oriente era stato messo a punto ben prima degli eventi dell’11 settembre 2001. I Neoconservatori avevano affermato di …

Leggi tutto »

Sembrerebbe proprio che l’ammiraglio McRaven abbia appena invocato un colpo di stato

  Peter Van Buren wemeantwell.com L’ammiraglio William McRaven, famoso per essere il tale, che aveva detto a un tale, che aveva detto all’altro tale, che aveva ridetto a quell’altro tale di uccidere Bin Laden, ha praticamente invocato un colpo di stato militare contro il presidente degli Stati Uniti in un articolo d’opinione (Op-Ed) apparso sul York Times. Comincia con qualcosa tanto per scaldare gli animi, con un richiamo alle buone cose militari, invitando quei generali “decorati con le massime onorificenze, …

Leggi tutto »

Come la CIA, il Mossad e “la rete di Epstein” stanno sfruttando le sparatorie di massa per creare un incubo orwelliano

DI WHITNEY WEBB mintpressnews.com A seguito di un’altra catastrofica sparatoria di massa o un evento di crisi, le “soluzioni” orwelliane sono destinate a essere propinate a un pubblico americano spaventato, da parte della stessa rete connessa non solo a Jeffrey Epstein, ma a una litania di crimini e a una storia spaventosa di piani per annichilire il dissenso interno negli Stati Uniti. In seguito all’arresto e alla successiva morte in prigione del presunto trafficante di sesso minorile Jeffrey Epstein, una …

Leggi tutto »

L’11 settembre e Jeffrey Epstein: la scorrettezza dei media al massimo grado

  KEVIN BARRETT unz.com Con l’avvicinarsi del 18° anniversario dell’11 settembre, l’arresto e il presunto suicidio di Jeffrey Epstein hanno fatto notizia, sollevando dubbi sulla credibilità delle narrazioni ufficiali. Come scrive Eric Rasmusen: “Sembra che tutti, nella società di New York, sapessero dal 2000 che Jeffrey Epstein e Ghislaine Maxwell stavano corrompendo ragazze adolescenti, ma [sapevano anche] che la stampa non ne avrebbe parlato.” Allo stesso modo, tutti, nella società di New York, sanno da tempo che Larry Silverstein, che …

Leggi tutto »

Jeffrey Epstein morto? Ne dubito seriamente!

  NORTHERNTRUTHSEEKER northerntruthseeker.blogspot.com Onestamente, oggi volevo prendermi un “giorno libero” da questo blog, solo per poter passare un po’ di tempo con la famiglia e qualche amico … Fra poco dovrei andare ad una grigliata e, considerando quanto sono brevi le estati qui nel Canada centrale, non vorrei perderla … Ma oggi ho un po ‘di tempo per terminare un importante articolo che riguarda un grave incidente accaduto, presumibilmente, nelle prime ore di questa mattina, quando quel mostro di pedofilo …

Leggi tutto »

Le allucinazioni dei mass media

DMITRY ORLOV cluborlov.blogspot.com Per chiunque viva in Occidente (Stati Uniti, Unione Europea e le loro varie propaggini, come Australia, Nuova Zelanda) e voglia sapere cosa succede davvero nel mondo, l’ostacolo maggiore è il potente filtro alla realtà imposto dai mass media occidentali. [Questo filtro] utilizza due metodi per evitare che la realtà possa arrivare fino al pubblico, una attivo ed uno passivo. Il metodo passivo usa l’omissione e l’insabbiamento: determinati fatti ed eventi non vengono semplicemente riportati. Alcuni sono deliberatamente …

Leggi tutto »

Come uccidere 10 milioni di Afgani e non vincere

PEPE ESCOBAR asiatimes.com “Siamo come poliziotti. Non stiamo combattendo una guerra. Se volessimo combattere una guerra in Afghanistan e vincerla, avrei potuto vincere quella guerra in una settimana. Ma non voglio uccidere 10 milioni di persone. L’Afghanistan potrebbe essere spazzato via dalla faccia della Terra. Non voglio seguire quella strada.” Anche considerando le continue cronache del trumpismo più demenziale, rafforzato ogni singolo giorno da un torrente di tweet e citazioni oltraggiose, quello che avete appena letto è assolutamente stupefacente. Qui …

Leggi tutto »

Gli agenti di influenza di Israele

  PHILIP GIRALDI unz.com Alcuni giornalisti dei media ebraici stanno iniziando a lamentarsi del fatto che il presidente Donald Trump stia “amando Israele” forse un po’ troppo, dal momento che continua a descrivere la sua preoccupazione per lo stato ebraico come la forza trainante che sta dietro ad alcuni dei suoi comportamenti erratici. È un punto di vista che sicuramente condivido, anche se descriverei l’apparente innamoramento della Casa Bianca per Israele come “eccessivo.” Quando il presidente degli Stati Uniti definisce …

Leggi tutto »

L’Operazione Mockingbird è viva e vegeta in Asia Centrale

  MARTIN BERGER journal-neo.org Le situazioni interne in quei paesi dove Washington ha sperimentato le sue tecniche delle “rivoluzione colorate” mostrano chiaramente che esiste una correlazione diretta tra il messaggio che i media locali potrebbero cercare di implementare e il livello di “predisposizione alla rivoluzione” che potrebbe, a sua volta, portare ad un colpo di stato, in gran parte dannoso per il paese preso di mira, ma vantaggioso per gli Stati Uniti. È chiaro che Washington è a conoscenza di …

Leggi tutto »

La CIA usa il Gay Pride della Georgia come un’arma

HENRY KAMENS journal-neo.org Chi ha detto che religione e politica non si mescolano? La religione è il salvavita di ogni politico: puoi mentire, imbrogliare e abusare della gente, ma se dici che i tuoi gesti sono motivati dalla religione, tutto ti sarà perdonato. Persino Trump è stato mandato da noi per salvare Israele! Gli stessi gruppi religiosi sono più che felici di assecondare i peggiori uomini politici, se pensano che potrebbero dare loro maggior rilevanza e facilitare il raggiungimento dei …

Leggi tutto »

Caschi Bianchi, attacchi con gas tossici e perfidi Russi: il nuovo videogioco Call of Duty è propaganda della CIA?

  OLLIE RICHARDSON thesaker.is Siamo in Medio Oriente e, dopo una grande esplosione provocata da un bombardamento aereo, una bambina rimane bloccata sotto le macerie, arriva gente per spostare i detriti ed estrarre la bambina. Poi viene rilasciato gas venefico. Vi sembra una scena familiare? No, non è il soggetto dell’ultima sceneggiatura inviata dal Dipartimento di Stato americano al quartier generale del settore comunicazioni di Al Qaeda ad Idlib, noto anche come “Caschi Bianchi.” Perchè, se lo avessero chiesto a …

Leggi tutto »

La punizione finale di Julian Assange ricorda ai giornalisti che il loro lavoro è scoprire quello che lo stato tiene nascosto

  ROBERT FISK independent.co.uk Se faremo il nostro lavoro, renderemo pubblica quella stessa, vile menzogna dei nostri governanti che ha causato questo rigurgito di odio verso Assange, Manning e Snowden. Comincio ad essere un po’ stanco dello US Spionage Act. Del resto, è  molto tempo che sono anche abbastanza stufo della saga di Julian Assange e di Chelsea Manning. Nessuno vuole parlare delle loro personalità perché sembra che a nessuno vadano molto a genio queste due persone, anche a chi …

Leggi tutto »