Browsing Tag

Crisi economica

L’UE alla prova della pandemia. Intervista al collettivo di economisti Coniare Rivolta

Da ConiareRivolta.org Pubblichiamo il testo integrale di una intervista che abbiamo rilasciato il 9 giugno scorso a Lorenzo Pedretti. Il contributo è stato recentemente pubblicato sul periodico dell’ANPI Provinciale di Bologna, ‘Resistenza e nuove resistenze’. Quanti fondi ha stanziato l’Ue? Circa 3.400 miliardi secondo la Commissione europea (Ce), ma in realtà sono molti di meno. 2.450 miliardi provengono infatti dagli Stati membri, come gli interventi per 330 miliardi della prima fase…

Contro tutti i lavoratori: vecchi, giovani, donne e uomini

Da ConiareRivolta.org Da mesi ormai le sirene dei difensori più strenui del libero mercato suonano, scandalizzate, ogni qual volta si parla della norma sul blocco dei licenziamenti, introdotta dal Governo per i mesi della quarantena forzata, prorogata poi per tutto il 2020 a seguito della gravissima crisi economica innescata dalla pandemia e dalle relative misure di contenimento dei contagi. Su quella norma si è detto un po’ di tutto: che alla lunga non potrebbe che favorire la…

Castelli: Pochi clienti nei ristoranti? Aiutiamo gli imprenditori a cambiare attività

ilparagone.it 19 LUGLIO 2020- Qui di seguito riportiamo la lettera sottoscritta da circa 50.000 ristoratori italiani a seguito della dichiarazione del Vice ministro Castelli di ieri 19 luglio avvenuta al tg2 C.A. VICEMINISTRO ECONOMIA E FINANZE LAURA CASTELLI “Se si sbagliano i tempi ed i modi si fa danno. Per noi il commento del viceministro al servizio mandato in onda dal TG2 è BOCCIATO. Non siamo più disposti a scusare, a capire o giustificare. Siamo diventati intolleranti a…

Covid e Usura: Imprenditori nella morsa degli usurai

DI CLARA STATELLO A causa delle difficoltà economiche causate dal lockdown, commercianti, artigiani e persino famiglie sono costretti a rivolgersi agli usurai. Le associazioni lanciano l'allarme:"imprenditori costretti a cedere l'attività agli strozzini e lavorare per ripagare il debito, una nuova schiavitù". La mancanza di liquidità, l'esclusione dall'accesso ai tradizionali canali di credito costituiscono una difficoltà per imprese e famiglie, uscite a pezzi dall'emergenza…

La Francia sfida Amazon e nazionalizza 10mila piccoli negozi

ilparagone.it Per salvare dalla chiusura le attività commerciali del centro storico della città, la Francia si prepara a nazionalizzare 10.000 piccoi negozi di vicinato e botteghe artigiane. Saranno rilevati gli esercizi in difficoltà finanziaria per poi essere riaffittati a canoni iper-agevolati a chiunque voglia farsene carico garantendo la continuità dell’esercizio. Un vero e proprio intervento pubblico per sostenere il commercio al dettaglio, messo a dura prova dalle chiusure imposte…

Interessante Tweet di Enrico Letta, che dice due cose importantissime sull’euro, a sua insaputa

lantidiplomatico.it Interessante Tweet di Enrico Letta (che ricordo è un ex PdC italiano) dove si dicono due cose importantissime anche se lui non se n'è accorto: https://twitter.com/EnricoLetta/status/1278984288831225863 1) Dall'Euro si può uscire. Gli europoidi come Letta stesso sostengono che sia impossibile uscire anche solo dal punto di vista tecnico. Qui si autosmentisce, dicendo pubblicamente quello già molti sapevano, il Venerabile Herr Wolfgang Schauble era disposto a far…

Non vogliamo trasformarci in una Disneyland mediterranea, o in una Florida per pensionati tedeschi e scandinavi

DI GUIDO SALERNO ALETTA teleborsa.it Lo smart working è una trappola per topi. Servono capitale umano ed infrastrutture collettive Basta stare con il naso per aria, a cercare una ispirazione sul da farsi. Non è dalle audizioni degli Stati Generali di Villa Pamphili che si troverà il bandolo della matassa. Non è così che si nobilita l'Italia: si trasforma la Storia in cartapesta. Bisogna guardare indietro, per capire il futuro dell'Italia. Il nostro destino non è quello di…

La grande svendita / Così l’Italia termina il “lavoro” del ’92

DI GIANLUIGI DA ROLD ilsussidiario.net Senza entrare nei meriti o demeriti politici, nelle scelte di politica economica, nelle visioni di sviluppo e di crescita, l’Italia può correre un grande rischio: quello di una progressiva deindustrializzazione e di una perdita di strategia produttiva e di sviluppo tra i paesi dell’Occidente. In quest’ultimo trentennio, con l’anno fatidico del 1992, l’Italia è entrata in una classica “crisi”, che ha soprattutto i connotati del cambiamento traumatico e…

Fase 3 – 6 Punti 6 Ponti – Da Villa Panfili…

DI FRANCESCO SENES comedonchisciotte.org Leggere i sei punti di un Governo dei sette contemporaneamente in carica ovvero quello di Vittorio Colao e la sua banda, quello di Giuseppi Conte e Donald Trump e a seguire quello di Sergio Mattarella, quello dell'O.N.U. e dei Cinque Stelle, di LEU , di MAIE, e infine del P.D. Non lascia l'amaro in bocca ma lascia per l'appunto questo sapore straordinariamente spaventoso e indecifrabile che solo chi ha incontrato il Coronavirus Covid 19 lo conosce…

Fatti contro balle. Il lockdown totale.

DI PETER KOENIG globalresearch.ca Sapete chi ha coniato la malefica espressione “teoria del complotto”, o l’accusa “sei un teorico del complotto!”? Nientemeno che la CIA negli anni ’50 per mettere a tacere chi aveva capito la menzogna della guerra fredda contro l’Unione Sovietica. Questa era una totale balla degli strateghi di guerra degli Stati Uniti, creare in genere la paura nella popolazione e in particolare negli europei col fine di rendere potente il complesso industriale militare…

Recovery Fund: ci fanno l’elemosina e dobbiamo anche ringraziare

DI THOMAS FAZI facebook.com In tanti mi hanno chiesto un commento sulla proposta di Recovery Fund della Commissione europea che a sentire gli europeisti nostrani sarebbe un evento di portata storica secondo solo al ritorno del Messia (ma forse pure meglio visto che che la tendenza del Cristo a creare vino dal nulla rischierebbe di generare inflazione). Sarò breve, non solo perché oggi è il mio compleanno, ma perché sarebbe il caso di smetterla di sprecare inchiostro per commentare…

Alla ricerca di un’altra «pistola fumante»

DI ALBERTO NEGRI ilmanifesto.it La nuova guerra fredda. Come tutte le guerre anche questa si trascina un rumoroso corteo di pregiudizi, semplificazioni, bugie e mezze verità che si chiamano propaganda o fake news.Ne siamo tutti vittime. In primo luogo gli americani. Che forse non avremo neppure dopo la votazione ieri per consenso all’Oms di un’indagine «imparziale e indipendente» sulla pandemia da Covid-19. Come tutte le guerre anche questa si trascina un rumoroso corteo di…

Crepe nell’UE: l’Italia dovrebbe affrontare l’uscita dall’Eurozona mentre si fa più grave la crisi economica, indotta dal Coronavirus

DI CIARAN MCGRATH express.co.uk L'ITALIA dovrebbe chiedere aiuto ai risparmi dei propri cittadini, piuttosto che fare affidamento sulla Germania e su altri paesi dell'UE per salvarsi, mentre lotta per riprendersi dalla pandemia di coronavirus, ha dichiarato l'ex deputato ed economista Hans-Olaf Henkel Ha inoltre suggerito che la migliore soluzione sarebbe che l'Italia lasciasse la zona euro e tornasse alla propria valuta, che ha soprannominato la "nuova lira". Henkel stava descrivendo…

Alessandro Di Battista: “L’Italia deve dire no al Mes. Senza di noi la Ue si scioglie” – L’intervento sul Fatto Quotidiano

Molto bene. Bello, articolato ed esauriente. Avrei solo evitato l'ennesimo endorsement alla Cina: ne abbiamo già avuti più che abbastanza, anzi direi che tali endorsement ultimamente escono dalle fottute pareti. D'altronde non si può pretendere che Dibba endorsi Trump, perché per lui Washington è ancora il monolite di sempre. Per capire la guerra all'ultimo sangue che Washington sta facendo a Trump (e anche che forse ora ci converrebbe sostenerlo), bisogna prima superare un condizionamento…

Notizie dal Fronte: siete su Radio Covid-19

DI FRANCESCO SENES comedonchisciotte.org (forte suono di tamburo!) TAM! TAM! TAM! TAM! (pausa) TAM! TAM! TAM! TAM! Qui radio Covid–19. La frittata è fatta!.. ripeto la frittata è fatta!.. ...l'invasione è inarrestabile! ripeto l'invasione è inarrestabile!.. ...la coordinazione è politica!.. ripeto la coordinazione è politica!.. ...non ci capiscono una mazza!.. ripeto non ci capiscono una mazza!.. ...la gente è bloccata in casa!.. ripeto la gente è bloccata in casa!.. ...non ci sono…

Il crollo economico del Coronavirus del 2020 e la grande crisi del capitalismo

Rainer Shea rainershea.com Il crollo economico globale in cui siamo entrati sarà più disastroso per il capitalismo di quanto lo sia stata la Grande Depressione. Questo perché ora il sistema non ha modo di stabilizzarsi in mezzo al diffuso impoverimento e alla perdita di profitti che ne deriverà. Dopo la Grande Depressione, gli Stati Uniti e gli altri paesi imperialisti si sono orientati verso lo statalismo sociale, neutralizzando il conflitto di classe che si era creato durante la crisi.…

DALLE CESSIONI DI SOVRANITÀ ALLE CESSIONI DELLA LIBERTÀ – UNA CRISI PIANIFICATA A TAVOLINO ?

di Luciano Lago Non è più possibile fare finta di niente e non accorgersi di quello che le centrali di potere transnazionale stanno preparando per la disgraziata Italia, divenuta in breve tempo la pecora nera appestata dell’Europa. La crisi delle epidemia del Coronavirus sembra l’occasione che l’elite finanziaria stava aspettando per commissariare l’Italia ed imporre tutte quelle misure che in situazione normale sarebbe stato difficile imporre. Ritorna all’orecchio il detto di Mario Monti…

La sinistra non riesce a immaginare un mondo senza capitalismo

DI CONOR LYNCH newrepublic.com Il discorso di Bernie Sanders sulla socialdemocrazia mette a nudo i limiti dell’inventiva di un movimento in crescita. Esiste un detto comune a sinistra generalmente attribuito a Frederic Jameson, critico di Marx, secondo cui “è più facile immaginare la fine del mondo che la fine del capitalismo.” Il saggista Mark Fisher poco prima di morire descrisse tutto questo come “realismo capitalista”, ovvero il “diffuso senso secondo cui non solo il capitalismo è…

Gli scienziati avvertono le Nazioni Unite dell’imminente fallimento del capitalismo

DI NAFEEZ AHMED medium.com Un discostamento dai combustibili fossili, favorito dal cambiamento climatico,significa che per l'economia mondiale ci sarà in sostanza necessità di mutamento Il capitalismo come lo conosciamo è finito. Così suggerisce una nuova relazione commissionata da un gruppo di scienziati, nominati dal Segretario Generale delle Nazioni Unite. Il motivo principale? Stiamo passando rapidamente a un'economia globale radicalmente diversa, a causa del nostro sfruttamento…

Siamo condannati ad una recessione nel 2020 – e non avremo gli strumenti per affrontarla

DI NOURIEL RUBINI theguardian.com A dieci anni dal crollo di Lehman Brothers, ci si chiede se sono state imparate le lezioni necessarie per prepararsi alla prossima crisi. La domanda più pertinente però sarebbe cosa effettivamente scatenerà la prossima recessione, e quando. L'attuale espansione globale continuerà probabilmente anche nel prossimo anno. Gli Stati Uniti stanno conducendo ampi deficit di bilancio, la Cina sta perseguendo disinvolte politiche fiscali e creditizie e l'Europa…

L’economia è troppo importante per essere lasciata agli economisti (accademici)

DI STEVE KEEN rt.com L'economia moderna è conformista e blanda come la musica country e western. I pensatori radicali cantano inascoltati il proprio blues. Ho avuto un'illuminazione sul mio posto nell'universo, e lo devo alla Oxford Review of Economic Policy ed al suo numero speciale su "Ricostruire la teoria macroeconomica". Mi sento come se fossi Elwood Blues e l'universo (o perlomeno la parte in cui abito) fosse il Bob's Country Bunker. A metà dei Blues Brothers, Jake Blues…

I tre pilastri fondamentali per riformare il sistema monetario

DI FABIO CONDITI E STEFANO DI FRANCESCO comedonchisciotte.org Lo scopo di questo scritto è quello d’illustrare brevemente le basi indispensabili che il cittadino responsabile e consapevole deve comprendere, per riuscire a capire come funziona (male!) il sistema monetario che alimenta quello economico e finanziario, e come possa essere riformato per farlo funzionare meglio. I tre pilastri fondamentali da cui partire per costruire una seria riforma del sistema monetario, sono i seguenti :…

L’eurozona scricchiola … a quando il crack ?

DI ROSANNA SPADINI comedonchisciotte.org Sì lo so ... i profeti laureati lo hanno pronosticato già dal 2012, ma nulla è ancora successo. Però forse l'armageddon è ormai  imminente, un anno o due, ma è sempre più chiaro che l'Italia sta giocando col fuoco e se non si muove presto, probabilmente resterà con il cerino in mano. Intanto il dogma whatever it takes di Mario Draghi, che sanciva l'immortalità dell'Euro, non sarebbe più valido ... basterebbe pagare i debiti e un Paese membro…