Browsing Category

Cambiamenti Climatici

“A nome degli ambientalisti, mi scuso per la paura del clima”

Traduciamo e proponiamo  l'articolo di Michael Shellenberger pubblicato e censurato da Forbes, ripubblicato dall'autore su environmentalprogress.org dopo l'oscuramento e già proposto in italiano da scenari economici. Qui la presentazione dell'articolo dal nostro canale youtube https://www.youtube.com/watch?v=xEl2RZI6c4g Michael Shellenberger environmentalprogress.org A nome degli ambientalisti di tutto il mondo, vorrei scusarmi formalmente per l'allarme climatico che…

La Vita Reale

DI GEORGE MONBIOT monbiot.com Questo coronavirus suona come un campanello d'allarme per una civiltà confusamente complice. Abbiamo vissuto dentro una bolla: una bolla di falsi agi e di negazione (dell'evidenza). Nelle nazioni ricche, abbiamo iniziato a credere di aver trasceso il mondo materiale. La ricchezza che abbiamo accumulato - spesso a spese degli altri - ci ha fatto da scudo contro la realtà. Vivendo dietro uno schermo, passando da una capsula all'altra – da casa, alla…

Il culto apocalittico del riscaldamento globale

Dmitry Orlov cluborlov.blogspot.com Volete salvare il pianeta? Ritenete che per ottenere questo risultato tutti debbano smettere di bruciare combustibili fossili e che questo comporti necessariamente ricoprire il terreno con pannelli solari e saturare spiagge e creste montuose con giganteschi generatori eolici? Che ne direste di un'imposta sulle emissioni di anidride carbonica e di tassare le persone per l'anidride carbonica che emettono con il respiro? Credete che l’affermazione "il 99,9%…

Il massimo che possiamo fare

  DI GEORGE MONBIOT Monbiot.com I target climatici sembrano sensati, ma l'aver fissato dei target non significa che si sta facendo il massimo che  possiamo fare. Facciamo qualcosa di completamente diverso. La crisi non è imminente. La crisi è arrivata. I recenti inferni che si sono scatenati in Australia, le tempeste e le inondazioni in Brasile, in Madagascar, in Spagna e negli USA,   il  collasso economico in Somalia provocato in parte da un devastante ciclo di siccità e di…

Seguite la scia dei soldi dietro le politiche sul clima

DI F. WILLIAM ENGDHAL globalresearch.ca Clima. Chi l'avrebbe mai detto. Chi sono i principali sostenitori del movimento “popolare” di decarbonizzazione, dalla Svezia alla Germania, agli Stati Uniti fino al resto del mondo? Gli stessi mega-miliardari che stanno dietro alla globalizzazione degli ultimi decenni. Sì, proprio loro, la cui ricerca del valore per gli azionisti e la cui riduzione dei costi hanno devastato l'ambiente, sia nel mondo industrializzato che nelle economie in via di…

Ursula scopre la luna

DI ROSANNA SPADINI comedonchisciotte.org Nell'era di Greta Thunberg, affrontare i cambiamenti climatici è diventato l'imperativo categorico per le élites globaliste ed europeiste. Ha iniziato Alexandria Ocasio-Cortez, la superstar dei democratici Usa, nel febbraio scorso, col suo "Green New Deal". In un unico sottoparagrafo veniva promesso "assistenza sanitaria di alta qualità; alloggi accessibili, sicuri e adeguati; sicurezza economica; acqua e aria pulite, cibo sano e accessibile.” E…

Come evitare la prossima era glaciale

Dmitry Orlov cluborlov.blogspot.com Alla maggior parte delle persone piace una vita prevedibile. Qualcuno ama un briciolo di eccitazione e un po’ di assurdità, ma anche costoro tendono a preferire un risultato prevedibile; alla fine, è meglio andare a casa e ritornare al lavoro, piuttosto che ritrovarsi abbandonati su un'isola deserta o divorati da un orso polare. Il desiderio di prevedibilità da parte del pubblico ha creato una nicchia di mercato per le persone che fanno previsioni.…

L’eolico e il solare tedesco costano il triplo del nucleare francese e dureranno la metà del tempo

Brian Wang nextbigfuture.com Il costo dell'energia nucleare francese ammonta tuttora al 60% di quello che la Germania ha speso per le energie rinnovabili. La Francia produce circa 400 Terawattora (TWh) all'anno dal nucleare, la Germania 226 Terawattora all’anno , ma 45 Terawattora di queste ultime provengono dalla combustione delle biomasse, che genera inquinamento atmosferico. Gli impianti solari tedeschi dovranno essere rifatti ogni 15-25 anni. I parchi eolici dovranno essere…

Greta e il “Deep State” verde

DI DIMITRI ORLOV cluborlov.blogspot.com In queste ultime settimane il fenomeno Greta Thunberg - l’attivista di 15 anni che milita per il cambiamento climatico - ha spazzato l'emisfero occidentale per culminare con il suo appassionato discorso davanti all'ONU. Il resto del mondo, compreso il paese che ha la più grande emissione di gas a effetto serra del mondo (la Cina), ha valutato che fosse indegno reagire di fronte a una ragazzina stressata e psichiatricamente anormale che sembra sia…

Extinction Rebellion travolge il mondo

DI ROBERT HUNZIKER counterpunch.org Extinction Rebellion (XR), formatosi il 31 ottobre 2018, è diventata una forza travolgente in tutto il mondo, quasi da un giorno all'altro. È il movimento ambientalista in più rapida crescita di sempre. In effetti, l'esposizione mediatica che XR sta dando all'emergenza climatica sta trasformando il cittadino medio in un radicalizzato guerriero ecologista. La spavalderia di XR è simile a quella dei sanculotti del XVIII secolo. A quel tempo, il…

Oggi mi faccio arrestare. È l’unico vero potere che resta a chi protesta per il clima

DI GEORGE MONBIOT TheGuardian.com https://youtu.be/FA51eTAu94o George Monbiot arrestato per aver sfidato il divieto di protesta per il clima – video Spero che dopo poche ore dalla pubblicazione di questo articolo, mi troverò in una cella della polizia. Non so ancora quale sarà l'accusa, dove sarò arrestato o quando, ma so che se tornerò a casa questa sera senza aver sentito la mano di un poliziotto sulla mia spalla, non avrò combinato niente. Può sembrare strano, ma credo che sia…

La Russia ha la soluzione per calmare le angosce di Greta Thunberg

DI TIM KIRBY strategic-culture.org I mezzi di comunicazione sociale più diffusi sono stati entusiasti dopo il discorso appassionato di Greta Thunberg all'ONU. Le parole di Greta sono state considerate contemporaneamente vuoi gravi e audaci, vuoi l’espressione isterica di un bambino viziato, a seconda di come la vediate, e in quanto persona che vive in Russia, devo dire che la sua diatriba è apparsa dal punto di vista culturale come profondamente offensiva e dal punto di vista ecologista…