Chi vuole oscurare il Sole?

DONA A COMEDONCHISCIOTTE.ORG PER SOSTENERE UN'INFORMAZIONE LIBERA E INDIPENDENTE:
PAYPAL: Clicca qui

STRIPE: Clicca qui

Bill Gates finanzia da diverso tempo la ricerca scientifica che mira a contrastare il cambiamento climatico. Fra le soluzioni, quella su cui punta il fondatore di Microsoft è la tecnica Stratospheric Aerosol Injection (Iniezione di Aerosol Stratosferico) che prevede l’immissione nella stratosfera di una sostanza composta da acqua, gesso, e particelle di zolfo che contribuisce a formare delle nuvole che riflettono i raggi del sole, facendoli “rimbalzare” fuori dall’atmosfera. Le polemiche a riguardo di questa iniziativa, che risulta a dir poco inquietante, si stanno moltiplicando. Qui riportiamo appunto un articolo di Corbin Hiar apparso su Politico[1], che riguarda la lotta al cambiamento climatico che vede in prima linea Gates con l’appoggio della Casa Bianca.

 

Di Corbin Hiar, politico.com

“La Casa Bianca apre cautamente la porta allo studio che blocca i raggi del sole per rallentare il riscaldamento globale. Un rapporto dell’amministrazione Biden[2] richiesto dal Congresso delinea le opzioni di ricerca per un ultimo disperato tentativo di rallentare il riscaldamento del pianeta. Ma la Casa Bianca dice che non sta cambiando la sua strategia climatica.

La Casa Bianca ha offerto un sostegno misurato all’idea di studiare come impedire alla luce solare di colpire la superficie terrestre come un modo per limitare il riscaldamento globale, in un rapporto commissionato dal Congresso che potrebbe aiutare a portare gli sforzi una volta confinati alla fantascienza nel regno del dibattito legittimo.

Il controverso concetto noto come modifica della radiazione solare è una risposta potenzialmente efficace alla lotta ai cambiamenti climatici, ma che potrebbe avere effetti collaterali sconosciuti derivanti dall’alterazione della composizione chimica dell’atmosfera, dicono alcuni scienziati.

Il rapporto della Casa Bianca indica che l’amministrazione Biden è aperta a studiare la possibilità che l’alterazione della luce solare possa raffreddare rapidamente il pianeta. Ma ha aggiunto un certo grado di scetticismo osservando che il Congresso ha ordinato la revisione, e l’amministrazione ha detto che non segnala alcuna nuova decisione politica relativa a un processo che a volte viene definito – o deriso – come esperimento di geoingegneria[3].

«Un programma di ricerca sulle implicazioni scientifiche e sociali della modifica della radiazione solare (SRM) consentirebbe decisioni più informate sui potenziali rischi e benefici dell’SRM come componente della politica climatica, insieme agli elementi fondamentali della mitigazione e dell’adattamento alle emissioni di gas serra», afferma il rapporto della Casa Bianca. «SRM offre la possibilità di raffreddare il pianeta in modo significativo su una scala temporale di pochi anni».

Tuttavia, la Casa Bianca ha detto in una dichiarazione che accompagna il rapporto, «non ci sono piani in corso per stabilire un programma di ricerca completo incentrato sulla modifica della radiazione solare».

Scettica o no, che la Casa Bianca stia pesando sulla sperimentazione solare è evidente.

Il concetto ha creato divisioni tra gli esperti, con alcuni che affermano che potrebbe essere un’ultima linea di difesa contro il riscaldamento fuori controllo se le nazioni non riescono a ridurre le loro emissioni di gas serra, mentre altri avvertono che potrebbe provocare una dipendenza da sostanze atmosferiche che, se fermata, potrebbe portare a bruschi aumenti delle temperature.

«Il fatto che questo rapporto esista è probabilmente la componente più importante di questa versione», ha detto Shuchi Talati, direttore esecutivo dell’Alliance for Just Deliberation on Solar Geoengineering[4], un’organizzazione no-profit che cerca di includere i paesi in via di sviluppo nel dibattito sulla modifica solare. «Questo rapporto segnala anche che il governo degli Stati Uniti è favorevole a una ricerca ben governata, compresa la sperimentazione all’aperto, che penso sia piuttosto significativa».

Il rapporto, che è stato richiesto dal Congresso in una relazione politica che accompagna il disegno di legge sugli stanziamenti 2022, è stato pubblicato la stessa settimana in cui i leader dell’Unione europea hanno aperto la porta a discussioni internazionali sulla modifica della radiazione solare.

È anche seguito un appello di oltre 60 scienziati di spicco per aumentare la ricerca sull’argomento.

Il documento di 44 pagine considera alcuni modi plausibili per limitare la quantità di luce solare che colpisce la Terra, ognuno dei quali potrebbe avere notevoli inconvenienti. Un metodo è quello di moltiplicare la quantità di aerosol nella stratosfera per riflettere i raggi del sole lontano dal pianeta – un processo che può verificarsi naturalmente dopo una grande eruzione vulcanica. Altri includono l’aumento della copertura nuvolosa sugli oceani o la riduzione della quantità di cirri ad alta quota, che riflettono la radiazione solare sulla Terra.

Ci sono rischi associati a ogni forma di modifica della radiazione solare, afferma il rapporto, che possono influenzare la salute umana, la biodiversità e la geopolitica. Questo perché la modifica della luce solare potrebbe alterare i modelli meteorologici globali, interrompere le forniture alimentari e portare a un brusco riscaldamento se la pratica fosse ampiamente diffusa e poi interrotta. Inoltre, non affronterebbe l’inquinamento atmosferico da combustibili fossili o l’acidificazione degli oceani, una grave minaccia per gli ecosistemi delle barriere coralline guidata dalla sovrabbondanza di carbonio nell’aria e nei mari.

Allo stesso tempo, la Casa Bianca ha sottolineato che era importante confrontare tali incertezze con gli attuali pericoli associati a un pianeta più caldo.

«Il cambiamento climatico sta già avendo profondi effetti sul mondo fisico e naturale e sul benessere umano, e questi effetti cresceranno solo con l’aumento delle concentrazioni di gas serra e il continuo riscaldamento», afferma il rapporto. «Comprendere questi impatti è fondamentale per consentire decisioni informate su un possibile ruolo per SRM nell’affrontare le difficoltà umane associate ai cambiamenti climatici».

La Casa Bianca ha affermato che qualsiasi potenziale ricerca sulla modifica della radiazione solare dovrebbe essere intrapresa con “un’adeguata cooperazione internazionale”.

I responsabili politici dell’Unione europea hanno segnalato la volontà di avviare discussioni internazionali su se e come l’umanità potrebbe limitare il riscaldamento dal sole.

«Guidata dal principio di precauzione, l’UE sosterrà gli sforzi internazionali per valutare in modo globale i rischi e le incertezze degli interventi climatici, compresa la modifica della radiazione solare e promuovere discussioni su un potenziale quadro internazionale per la sua governance, compresi gli aspetti relativi alla ricerca», hanno affermato il Parlamento europeo e il Consiglio europeo in una comunicazione congiunta[5].

La Casa Bianca non ha risposto immediatamente alle domande sulla tempistica del nuovo rapporto o sul suo potenziale significato. Dato il clima politico polarizzato negli Stati Uniti, l’amministrazione Biden ha ragione a procedere con cautela, ha detto Talati, un veterano politico di Capitol Hill e della Casa Bianca che di recente ha prestato servizio nel Dipartimento dell’Energia del presidente Joe Biden.

«La politicizzazione intorno al cambiamento climatico è stata ovviamente l’enorme motore dello stallo politico sulla riduzione delle emissioni di carbonio», ha affermato. «E quindi penso che anche cercare di evitare la politicizzazione intorno alla geoingegneria sia importante».”

Di Corbin Hiar, politico.com

Corbin Hiar. Reporter americano, si è occupato di ambiente presso il Center for Public Integrity e l’attuale S&P Global Market Intelligence. Il suo lavoro è stato pubblicato anche da Scientific American, dalla rivista Science, da The Economist e da molte altre testate.

01.07.2023

Chi vuole oscurare il Sole?

NOTE

[1] https://www.politico.com/news/2023/07/01/white-house-cautiously-opens-door-to-study-blocking-suns-rays-to-slow-global-warming-ee-00104513

[2] https://www.whitehouse.gov/wp-content/uploads/2023/06/Congressionally-Mandated-Report-on-Solar-Radiation-Modification.pdf

[3] https://www.solargeoeng.org/non-use-agreement/open-letter/

[4] https://sgdeliberation.org

[5] https://www.eeas.europa.eu/sites/default/files/documents/2023/JOIN_2023_19_1_EN_ACT_part1_v7.pdf

Traduzione di Katia Migliore per ComeDonChisciotte.org

ISCRIVETEVI AI NOSTRI CANALI
CANALE YOUTUBE: https://www.youtube.com/@ComeDonChisciotte2003
CANALE RUMBLE: https://rumble.com/user/comedonchisciotte
CANALE ODYSEE: https://odysee.com/@ComeDonChisciotte2003

CANALI UFFICIALI TELEGRAM:
Principale - https://t.me/comedonchisciotteorg
Notizie - https://t.me/comedonchisciotte_notizie
Salute - https://t.me/CDCPiuSalute
Video - https://t.me/comedonchisciotte_video

CANALE UFFICIALE WHATSAPP:
Principale - ComeDonChisciotte.org

Potrebbe piacerti anche
Notifica di
58 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
58
0
È il momento di condividere le tue opinionix