Home / 2010 / settembre

Archivi mensili: settembre 2010

LA SAGGEZZA DEL FIGLIO TERRORISTA

DI CHRIS HEDGES truthdig.com Tutti coloro che ricorrono alla violenza, sottoforma di atti di terrorismo o di guerra, sono dei necrofili. Venerano la morte. Sacrificano la vita, talvolta anche la loro, per l’inebriante ebbrezza che si prova nel diventare un angelo di distruzione. E sulla scia del furore e della violenza, non solo lasciano odio, dolore e sofferenza, ma danno inizio a nuove spirali di vendetta e di omicidi, come un karma negativo. Questi assassini ci vengono presentati in varie …

Leggi tutto »

LA FUNZIONE DELLA TELEVISIONE

DI SOLANGE MANFREDI paolofranceschetti.blogspot.com Al Qaeda, sventati piani attacchi in Francia, Germania e Gb Niger: Francia attende richieste di al-Qaeda su ostaggi ‎Afghanistan/ Inglese rapita, i talebani vogliono ‘Lady Al Qaida’ ‎Islamabad: ucciso il capo di al Qaida in Afghanistan e Pakistan Donne kamikaze, Europa a rischio ”Al Qaeda punta a terrorizzarci” ‎Mali, due civili uccisi in raid Mauritania contro al Qaeda Yemen, esercito libera la provincia di Shabwan da milizie di al-Qaeda

Leggi tutto »

LA TRUFFA IN ATTO: QUANTITATIVE EASING

DI VALERIO LO MONACO ilribelle.com Le Banche sono insolventi. Fed (e BCE) giocano a “tre carte”. E la illusione regge. Per ora. Niente paura. Questi termini in lingua inglese – forse è meglio dire lingua economica – indicano un processo messo in atto dalla Fed (e dalla Bce) che non è complesso da capire. Come spesso accade, si tratta di terminologia in grado di suscitare appeal e suggerire meccanismi complessi (in modo da tenere distanti, e apposta, i non addetti …

Leggi tutto »

ROGER WATERS E LE BOMBE DI DAVID

DI GILAD ATZMON gilad.co.uk Ynet ha riportato che lunedì la Lega Antidiffamazione (ADL) ha criticato la rock star Roger Waters per il semplice fatto che parla della realtà. Durante l’interpretazione di “Goodbye Blue Sky”, a Toronto, uno schermo proiettava le immagini di aerei che sganciavano bombe, all’interno di una stella di David, seguite dal simbolo del dollaro. Da notare che il filmato mostrava anche delle bombe all’interno di croci, mezzelune islamiche, e del logo di una compagnia petrolifera. Diciamolo una …

Leggi tutto »

SORRIDI, FIAMMA NIRENSTEIN !

DI MIGUEL MARTINEZ kelebeklerblog.com L’onorevole berlusconiana Fiamma Nirenstein (da non confondere con Fiamma Nait e Deborah Firenstein), fautrice della Censura Planetaria, sta organizzando in questi giorni una grande manifestazione a Roma a sostegno di Israele, su cui speriamo di poter tornare. Intanto, Fiamma Nirenstein supera se stessa (non è facile) con un articolo sul Giornale del 18 settembre, intitolato “L’Occidente reagisca alle minacce prima che sia tardi“.

Leggi tutto »

IL DIBATTITO INDIRETTO AHMADINEJAD-OBAMA

DI THIERRY MEYSSAN Voltairenet.org I presidenti iraniano e statunitense si sono appena dedicati ad un insolito torneo verbale che è stato riferito in maniera frammentaria e deformata dai media occidentali. Mahmaoud Ahmadinejad si è espresso il 23 settembre 2010 nel pomeriggio dalla tribuna dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite [1]. Barack Obama gli ha risposto la mattina dopo al microfono della televisione BBC in persiano [2]. I due interventi formano un insieme che illustra il cambio di strategia da una parte …

Leggi tutto »

LA SAGGEZZA DI GANDHI

DI URI AVNERY gush-shalom.org/ Facendo zapping alla tv, mi sono imbattuto in un’intervista con il nipote del Mahatma Gandhi su una rete americana (la Fox – pensate!). “Mio nonno ci ha detto di amare il nemico anche quando si lotta contro di lui”, ha detto, “ha combattuto contro gli inglesi risolutamente, ma amava gli inglesi” (cito a memoria). La mia reazione immediata è stata: sono sciocchezze, il pio desiderio dei buonisti! Tuttavia mi sono improvvisamente ricordato che nella mia giovinezza …

Leggi tutto »

BENVENUTI NELLA RIPRESA

DI LINH DINH counterpunch.org Tranquillizzato, rinvigorito ed esplicitamente legittimato dalle festanti effusioni che annunciano la fine della recessione, sono uscito sabato mattina per fare una passeggiata. Basta con i profeti di sventura, respingerò, salvo tortura col taser, tutti gli antipatriottici guastafeste che mi additano le fabbriche in rovina, i supermercati vuoti e i mutui bloccati come prove che resteremo al palo per sempre. I nostri ascensori salgono e scendono ancora come yo-yo, grazie, tranne quelli delle fabbriche summenzionate. A proposito …

Leggi tutto »

LA TRAGEDIA NASCOSTA DEGLI ESPERIMENTI DELLA CIA SUI BAMBINI

DI H.P. ALBARELLI JR. E DR. JEFFREY S. KAYETruth-out.org Bobby ha sette anni, ma questa non è la prima volta che viene sottoposto a elettroshock. E’ la sua terza volta. In tutto, durante il prossimo anno, Bobby sperimenterà otto sessioni di elettroshock. Posto sul tavolo, è tenuto fermo da due assistenti di sesso maschile, mentre il medico gli mette una soluzione sulle tempie. Bobby lotta con i due uomini che lo tengono giù, ma i suoi sforzi sono inutili. Grida …

Leggi tutto »

LA RICERCA SUGLI ANIMALI E’ BUFFA ? QUESTO RICERCATORE DICE DI SI

DI MARTHA ROSENBERG counterpunch.org I ricercatori di animali di solito cercano di mostrare un pò di rispetto per le creature sulle quali fanno esperimenti. Potrebbero far loro cose che tu non vorresti sapere ed attuano delle elaborate misure di sicurezza per esserne sicuri, ma di solito affermano di rendere onore al sacrificio dell’animale e che sarà di beneficio alla gente ed anche ad altri animali. Lo stesso non vale per un ricercatore di primati all’Università di Wake Forest. In una …

Leggi tutto »

I SERVIZI SEGRETI NELL’AMBITO DEI TRE POTERI DELLO STATO

DI PAOLO FRANCESCHETTI paolofranceschetti.blogspot.com Sommario. 1. Premessa. La teoria della tripartizione. 2. Come funzionano i servizi segreti in teoria. 3. Come funzionano i servizi segreti in pratica. 4. Il vero potere dello stato il potere economico. 5. Conseguenze e ricadute giuridiche. 6. Conclusioni e prospettive di riforma. 7. Una storia finale. 1. Premessa. La teoria della tripartizione. Come abbiamo più volte sottolineato in questo blog, e come è noto a chi si informa da fonti non ufficiali, ogni cittadino, non …

Leggi tutto »

UNA TESTIMONE DELLA CRISI SANITARIA IN IRAQ

A CURA DEL COMITATO PER IL COORDINAMENTO DELLE ONG IN IRAQ (NCCI) ATTENZIONE! L’articolo contiene alcune immagini molto forti, se ne sconsiglia la visione ai lettori impressionabili. N.d.r. Nahoko Takato parla delle sue esperienze da attivista e del suo impegno come operatrice umanitaria in Iraq Nahoko Takato, operatrice umanitaria giapponese, sviluppò velocemente un legame forte a Ramadi e Falluja, in Iraq, in seguito all’invasione americana del 2003. In un’intervista esclusiva con il NCCI, lei ci racconta la cronaca di come …

Leggi tutto »

GOOD BYE USA-KINEH

DI GABRIELE ADINOLFI noreporter.org Qui la civiltà; i barbari stanno fuori Teresa Lewis (nella foto) è morta in Virginia, lo Stato guida di quel sud che fu “liberato” un secolo e mezzo fa dagli apostoli del progresso. E’ morta di notte perché nei civilizzatissimi States non si ha più l’abitudine di offrire al condannato l’ultima alba. E’ stata giustiziata perchè, accusata di aver avuto una qualche complicità nell’uccisione del marito, fu riconosciuta colpevole, esattamente come l’iraniana Sakineh e malgrado i …

Leggi tutto »

L’OPINIONE PUBBLICA AMERICANA E IL RAPPORTO SPECIALE CON ISRAELE

DI JOHN MEARSHEIMERInformation Clearing House È innegabile che il rapporto tra gli Stati Uniti e Israele non abbia pari nella storia moderna. Washington fornisce a Israele un appoggio diplomatico costante e pressoché incondizionato e più aiuti dall’estero di ogni altra nazione. In altre parole, Israele ottiene questi aiuti anche quando fa delle cose che gli Stati Uniti non approvano, come costruire insediamenti. Inoltre, Israele viene raramente criticata dai funzionari americani e certamente non da chi aspiri ad una carica importante. …

Leggi tutto »

BASILEA III: LE BANCHE MONDIALI SULL’ ORLO DEL PRECIPIZIO

DI MATTHIAS CHANG globalresearch.ca Le banche “Troppo Grandi Per Fallire” di tutto il mondo si trovano in una condizione così precaria che, nei prossimi mesi, letteralmente qualsiasi cosa può provocare un crollo. Ho letto commenti recenti su Basilea III postati su vari siti web e pubblicazioni finanziarie importanti ma questi non hanno colto (o hanno sviato di proposito) il messaggio sottinteso delle proposte, la cui implementazione sarà posticipata in parte al 2017 e in parte al 2019. Basilea III è …

Leggi tutto »

LEGA, TUTTO DA BUTTARE ?

DI MASSIMO FINI ilfattoquotidiano.it Alla Versiliana, dove due settimane fa il Fatto ha festeggiato lo straordinario successo del suo primo anno, ho sentito molte invettive contro Berlusconi, ma quasi altrettante contro la Lega. Secondo me è un errore. Quello che dovrebbero fare le opposizioni è cercare di inserire un cuneo fra Lega e Pdl. Ed è possibile. La Lega non è necessariamente di destra. In quanto movimento localista, almeno concettualmente, non è né di destra né di sinistra. Quando Bossi …

Leggi tutto »

LA FALSA INFORMAZIONE SULL' ECONOMIA DEL VENEZUELA

DI MARK WEISBROT The Guardian Se volete una perfetta immagine di come i media seguano la linea ufficiale (del governo degli U.S.A.), basta non guardare oltre alle previsioni di rovina dell’ economia Venezuelana. Quando il governo degli Stati Uniti deve affrontare una seria campagna di politica estera, spesso si trascina con se la maggior parte dei media, che quasi da nessuna parte è cosi compatta come nei confronti del Venezuela. Durante il periodo precedente alla guerra in Iraq, ci furono …

Leggi tutto »

LA COLLERA DEI RICCHI

DI PAUL KRUGMAN nytimes.com Gli americani più privilegiati si sono surriscaldati di fronte alla volontà di Obama di non riapprovare la riduzione di imposta decisa da George Bush, (da loro) considerata oramai un diritto acquisito inalienabile. Accecati dalla rabbia, alcuni arrivano a paragonare l’imposta all’invasione nazista della Polonia e si può leggere sul Fortune che Obama “il keniano/keniota” sogna una rivincita anticolonialista sugli USA. Tanti eccessi potrebbero far sorridere, scrive Krugman – salvo che, grazie all’influenza che esercitano sul mondo …

Leggi tutto »

AHMADINEJAD E L' 11/9

DI PINO CABRAS megachipdue.info/ In qualche modo è giunta a tutti la notizia che il 24 settembre 2010 il presidente iraniano Mahmūd Ahmadinejād ha posto la questione della verità sull’11 settembre 2001 in una sede solenne, l’Assemblea Generale dell’Onu. Sia lo speaker sia l’argomento sono fra i più difficili da trattare nella sfera del pubblico dibattito in Occidente, perché quando si parla di loro i media si mettono l’elmetto in testa, dentro una logica militarizzata, la stessa che ha portato …

Leggi tutto »

E SE QUESTO FOSSE L'ANNO DELLA RICERCA ?

DI FRANCO BERARDI “BIFO” E ALESSANDRO SARTI ilmanifesto E se questo fosse, finalmente, l’anno della ricerca? Ricerca di una via d’uscita dal paradigma economicista che sta devastando l’ambiente e la vita umana sul pianeta ma anche, più semplicemente, l’anno in cui i lavoratori della ricerca si ribellano e organizzano autonomamente il loro sapere. Le due cose probabilmente non sono così diverse. Solo i lavoratori della ricerca possono iniziare la ricerca di una via che ci conduca fuori dall’inferno. I ricercatori …

Leggi tutto »

NESSUNO SI ASPETTA L'INQUISIZIONE AMERICANA!

(Un omaggio al leggendario sketch dell’Inquisizione Spagnola dei Monty Python) DI PEPE ESCOBARAsia Times [Casa Bianca, Studio Ovale] Vice Presidente Joe Biden [percorrendo con ansia la stanza]: Signor Presidente. Il Mullah Omar, leader Talebano con un occhio solo, ha appena detto che dobbiamo fuggire il prima possibile dall’inferno dell’Afghanistan. E ha detto che i Talebani stanno vincendo la guerra. Il Presidente degli Stati Uniti Barack Obama [contemplando un pallone da basket]: Non c’è da stupirsi che io qui non possa …

Leggi tutto »

I CONSIGLI DI GERALD CELENTE PER RESISTERE ALLA CRISI

DI GERALD CELENTE dailyreckoning.com E’ evidente che nella vita non c’è niente che non comporti un rischio. Al di là degli evidenti rischi personali (arrampicata, lancio con il paracadute, consumo di droga, matrimonio), tutte le attività umane presentano un certo grado di rischio. Dal periodo di inflazione successivo alla Seconda Guerra mondiale, il denaro ha sempre perso potere d’acquisto. Di conseguenza, per quanto riguarda la moneta, anche il non far nulla implica un certo livello di rischio. Per gli imprenditori …

Leggi tutto »

UN LEADER MONDIALE FUORI DI TESTA CONTROLLA IL BOTTONE NUCLEARE

DI WAYNE MADSEN onlinejournal.com/ È stato accusato di istigare gli attacchi di piromani nel suo paese per accrescere la sua popolarità prima delle elezioni; è stato contestato dall’ex presidente cubano Fidel Castro, che ha detto che “sta impazzendo” e che non ci si può fidare di lui, dato che ha il controllo del bottone nucleare; sta facendo pulizia etnica nel suo paese; è coinvolto in uno scandalo per aver ricevuto finanziamenti illegali da un’ereditiera miliardaria durante la campagna elettorale; è …

Leggi tutto »

GRECIA: LA MACELLERIA SOCIALE DEL GOVERNO PAPANDREOU

FONTE: INTER.KKE.GR Le misure barbare già approvate e quelle previste dalla “versione aggiornata” del Memorandum Il Memorandum ridefinito e promosso in Grecia dal governo del PASOK, FMI, UE e dalla plutocrazia greca prevede nuove misure antipopolari con l’obiettivo di ridurre ulteriormente il prezzo della forza lavoro: Contratti di lavoro – Prevalenza, per legge, degli accordi aziendali sugli accordi di categoria. – Possibilità di disapplicare i contratti collettivi, sempre per legge, per le imprese non aderenti alle unioni industriali. Fino ad …

Leggi tutto »

LE 10 STRATEGIE DELLA MANIPOLAZIONE MEDIATICA

visionesalternativas.com Un Chomsky apocrifo. Alla maniera di Noam Chomsky vengono descritte le “10 Strategie della Manipolazione” sociale attraverso i mass media. 1 – La strategia della distrazione. L’elemento principale del controllo sociale è la strategia della distrazione che consiste nel distogliere l’attenzione del pubblico dai problemi importanti e dai cambiamenti decisi dalle élites politiche ed economiche utilizzando la tecnica del diluvio o dell’inondazione di distrazioni continue e di informazioni insignificanti. La strategia della distrazione è anche indispensabile per evitare l’interesse …

Leggi tutto »

CHAVEZ VUOLE UNA PAUSA DALL’INGERENZA DEGLI USA. SI PUO’ BIASIMARE ?

DI MIKE WHITNEY informationclearinghouse.info La maggior parte della gente sa che l’Iran, la Russia e il Venezuela hanno vaste riserve di petrolio. E sa anche che Hugo Chavez, Vladimir Putin e Mahmoud Ahmadinejad sono sulla “lista dei nemici” di Washington. Allora, perché è così difficile per loro unire i puntini? Non riescono a vedere che i media demonizzano solo i leader che ostacolano l’agenda aziendale? Se la maggiore esportazione dell’Iran fossero i pistacchi (invece del petrolio), nessuno in America avrebbe …

Leggi tutto »

AHMADINEJAD – LARRY KING: 4 – 0

DI MASSIMO MAZZUCCO luogocomune.net E’ appena andata in onda sulla CNN l’intervista di Mahmoud Ahmadinejad realizzata da Larry King, in occasione della visita annuale alle Nazioni Unite del presidente iraniano. Contrariamente a quanto avvenuto l’anno scorso, quando King aveva intervistato Ahmadinejad cercando di restare super partes, in questa occasione il conduttore della CNN ha scelto di indossare chiaramente i panni dell’americano, attaccando il presidente iraniano in modo diretto e univoco, su tutte le questioni più importanti attualmente in discusione. In …

Leggi tutto »

LA FUNZIONE DELLA SCUOLA

DI SOLANGE MANFREDI paolofranceschetti.blogspot.com Con l’inizio dell’anno scolastico l’istruzione in Italia è stata argomento di numerosi articoli. Si è parlato del problema dei precari, della riforma, ma poco della reale funzione della scuola. Iniziamo subito con il dire che si deve uscire dall’illusione che la scuola operi per il bene e la crescita della persona. Niente di più falso. L’istruzione ha sempre mirato a seguire gli interessi della classe dominante imponendo un sistema educativo che rendesse agevole mantenere l’ordine sociale. …

Leggi tutto »

IL DISPOTISMO DELL’IMMAGINE

DI DMITRY ORLOVCulturechange.org L’obiettivo evidente di questo sito e della piccola ma entusiasmante comunità che lo circonda, è quello di cambiare la cultura. Noi riconosciamo che la cultura dominante contemporanea di consumismo e di crescita incontrollata è tossica a tutti i livelli – fisici, emozionali e culturali – e che accelera verso una rotta di collisione con l’esaurimento delle risorse, la deregolamentazione del clima e la devastazione ambientale. Noi vorremmo tutti quanti oltrepassare i limiti di questa cultura, salvo non …

Leggi tutto »

PROFUMO, PUZZA DI BRUCIATO E SPARTIZIONE DELLE BANCHE

Riceviamo e volentieri pubblichiamo DI EUGENIO ORSO pauperclass.myblog.it L’antefatto è notissimo: le dimissioni del top manager bancario Alessandro Profumo dalla carica di Ad di Unicredit, carica che occupava se ben ricordo dal lontano 1998, frutto di un’affermazione personale progressiva, dopo la rapida scalata in Credito Italiano avvenuta negli anni novanta. Alessandro Profumo sembra essere un self made man inserito non in un American Dream, ma in più modesto Italian Dream, che da giovanetto è partito come impiegato al Banco Lariano, …

Leggi tutto »