Home / Archivi etichette: Renzi

Archivi etichette: Renzi

Tanto per capirci, Matteo

DI CARLO BERTANI carlobertani.blogspot.it Molti saranno rimasti sorpresi dalle coincidenze di previste “riforme” del mercato del lavoro, nelle quali si sono distinti Renzi, Berlusconi, Brunetta & compagnia cantante, mentre il solo Vendola ci aveva seriamente provato, rimediandone un fiasco. Stiamo parlando del famoso (!) “lavoro di cittadinanza”. C’è poco da dire, si tratta – oramai – della politica delle “assonanze”, dei proclami, dei conigli dal cappello. Gli unici a possedere ancora un cappello sono gli italiani: sono rimasti col cappello …

Leggi tutto »

Perché Renzi odia il reddito di cittadinanza e propone il lavoro di cittadinanza

DI ROBERTO CICCARELLI Quinto Stato Straordinario Renzi: di ritorno dalla California, dove si sperimenta il reddito di cittadinanza, annuncia in Italia una tesi opposta: il lavoro di cittadinanza. Dopo la batosta del 4 dicembre deve recuperare il voto di giovani e poveri. Come? Mettendoli a lavorare (su cosa?) in cambio di una “cittadinanza”: qualche spicciolo o bonus. Il lavoro di cittadinanza è una delle tesi della sinistra lavorista. Ad essa va contrapposto il reddito di base come diritto universale di esistenza e …

Leggi tutto »

Oltre il ridicolo

DI CARLO BERTANI carlobertani.blogspot.it La trovata più stupefacente di questo Inverno che non se ne vuole andare è stata, senza ombra di dubbio, quella della cosiddetta scissione del PD. Ma da sganasciarsi dalle risate, mica roba da poco. Finito (?) il tormentone della Raggi Virgo Virginia, diventata patata bollente, poi tutti a scusarsi, a cospargersi il capo di cenere per un titolo che non era mica roba da Inferno dantesco…insomma, Mussolini – che di potere ne aveva certo di più …

Leggi tutto »

Congelare MPS, per salvare Unicredit: l’Italia vive ormai alla giornata

DI FEDERICO DEZZANI federicodezzani.altervista.org Sulla vicenda Monte dei Paschi di Siena è calato il silenzio. Si dovrebbe pensare che il salvataggio dell’istituto senese procederà secondo le linee annunciate dal governo: ricapitalizzazione preventiva, Stato-azionista, rimborso degli obbligazionisti subordinati con denaro pubblico. Ma è davvero così? La parallela urgenza di ricapitalizzare Unicredit, con una cifra monstre da 13 €mld, lascia supporre che la vicenda MPS sia stata soltanto “congelata”, per impedire che la seconda banca italiana fallisse la ricapitalizzazione. Nulla lascia supporre, …

Leggi tutto »

Energia o collasso: Grillo ha capito tutto

DI UGO BARDI Effetto risorse Nel 1972, lo studio noto in Italia come “I Limiti dello Sviluppo” aveva generato lo scenario detto “di base”, nel quale il collasso del sistema economico mondiale cominciava all’incirca dal 2020. Ci sono molti sintomi che indicano che questo scenario potrebbe corrispondere alla realtà, anche se non possiamo ancora esserne sicuri. Sembrerebbe, tuttavia, che l’Italia, paese economicamente più debole di altri, potrebbe aver anticipato il “picco” già alcuni anni fa. E non è colpa dell’Euro …

Leggi tutto »

Trova le differenze

DI MARCO TRAVAGLIO ilfattoquotidiano.it Confrontate queste due frasi. “Il rimpatrio non è un tabù. Chi ha diritto all’accoglienza deve essere accolto, ma l’Italia non è il paese dei balocchi… L’Europa non può permettersi di lasciare che un Paese faccia da sé… Occorre trovare una giusta via tra la paura da un lato e la superficialità e il cedimento strutturale al buonismo dall’altra. Chi ha diritto all’accoglienza deve essere accolto, ma l’Italia non è il paese dei balocchi… Guardo alla sinistra …

Leggi tutto »

L’ultima speranza dell’élite italiana è andata (e con lui l’euro)

DI FEDERICO DEZZANI federicodezzani.altervista.org Dopo la netta ed inequivocabile sconfitta referendaria, un 60-40 reso ancora più doloroso dall’affluenza record, Matteo Renzi ha annunciato l’intenzione di dimettersi. Molti commentatori ragionano sulle cause circostanziali del voto referendario: la disfatta del premier era in realtà una “necessità storica” e si inquadra nel più ampio disfacimento della Seconda Repubblica che ha traghettato l’Italia nella moneta unica. La relativa calma con cui è stata accolta la vittoria del “no” ed il boom di Piazza Affari del 6 dicembre …

Leggi tutto »

Ecco la prima dura risposta dell’Unione Europea alla vittoria del NO

DI MARCO ZANNI sollevazione.blogspot.it Come avevo avuto modo di anticipare qua e ribadire anche nel mio post di stamattina, finita la farsa del supporto a Renzi e alle sue riforme arriva la prima mazzata dalla UE per l’Italia, in particolare sulla legge di bilancio per il 2017. Le istituzioni avevano dato una tregua al governo italiano fino al 5 dicembre ma poi avrebbero picchiato duro senza pietà: e la prima mazzata arriva dall’Eurogruppo, che si è riunito stamattina per, tra …

Leggi tutto »

Agli amici italiani

DI PANAGITIS GRIGORIOU greekcrisis.fr Panagiotis Grigoriou racconta a beneficio dei lettori italiani di un altro referendum, avvenuto solo 16 mesi fa in Grecia, del quale oggi sono noti gli sconcertanti retroscena. E paragona il nostro attuale momento con gli anni 2011-2012 della Grecia, quando al solo annuncio di un referendum sull’Euro, venne organizzato un golpe soft per insediare un governo tecnico che facesse da ponte fino a successive elezioni (come potrebbe succedere in Italia in caso di vittoria del NO). …

Leggi tutto »

Il “no” supererà qualsiasi sondaggio

DI FEDERICO DEZZANI federicodezzani.altervista.org Il voto sulla riforma Boschi si avvicina ed il mondo politico, premier in testa, è totalmente assorbito dalla campagna referendaria. Non spenderemo neppure una parola nel tentativo di influenzare o mobilitare gli italiani: abituati a giocare d’anticipo, diremo soltanto che il “no” alla riforma Boschi vincerà, e lo farà con un margine superiore a quello previsto da qualsiasi sondaggio: 60% contro il 40% per il “sì”. Alla base del nostro ragionamento c’è il referendum abrogativo dell’aprile …

Leggi tutto »

REFERENDUM! Occhio che stavolta è diverso

DI JACOPO SIMONETTA crisiswhatcrisis.it A proposito del referendum, vorrei profittare di questa pagina per ricordare alcuni punti ed esprimere un’opinione. Il primo punto da ricordare bene è: qui non si tratta di abrogare o modificare una norma specifica, bensì di modificare in maniera sostanziale la Costituzione. Ovvero la base stessa della legalità. Si può essere a favore o contro, ma non si può pensare che sia poco importante. Il secondo punto è che questo non è un referendum abrogativo, bensì …

Leggi tutto »

Una volta tanto

DI GIANFRANCO LA GRASSA conflittiestrategie.it Questa volta devo esprimere solidarietà verso i pentastellati. Sono accusati per le firme false raccolte al fine di presentare le liste (mi pare sia così). Per quel che ho sempre saputo, tutti e reiteratamente hanno raccolto firme del genere, da che mondo è mondo. Il fatto è che, come sempre (anche questo da che mondo è mondo), la magistratura si muove non dico su comando, ma quando riceve il benestare di qualcuno. Così accadde nell’operazione …

Leggi tutto »

Se Renzi volesse…o potesse, o sapesse…

DI CARLO BERTANI carlobertani.blogspot.it Se Renzi non fosse un burattino nelle mani del potere finanziario e delle burocrazie europee, non si sarebbe mai sognato di progettare una riforma costituzionale: avrebbe continuato a giocherellare con la sua immagine, con l’album delle sue figurine. Invece, gliel’hanno ordinato, e lui obbedisce. Penso che nemmeno questa volta la riforma passerà – a meno di clamorosi brogli: hanno assoldato legioni di scrutatori “embedded” – poiché il popolo italiano è stanco e sfiduciato, e non è …

Leggi tutto »

Io, astensionista, voto No, convinto dal fronte del Sì

DI MASSIMO FINI Ilfattoquotidiano.it Ora che si è quasi esaurita l’orgia sulle elezioni americane e sul controverso personaggio Donald Trump, in Italia l’attenzione torna a concentrarsi sul Referendum costituzionale. La Costituzione, qualsiasi Costituzione, non è un tabù. Risente del momento storico in cui è stata concepita. La nostra è stata varata alla fine della guerra, dopo la caduta del fascismo e ha fra i suoi intenti principali quello di impedire il riaffiorare di un ‘uomo forte’ ed è quindi fatta …

Leggi tutto »

Renzi come Hillary: la propaganda non funziona più

DI MARCELLO FOA Il Cuore del Mondo Ma perché Renzi non piace più? Perché non riesce più a convincere gli italiani? Me lo ha chiesto un giornalista de il sito ilsussidiario.net, Federico Ferrau, intervistandomi sulla campagna referendaria. Ne è uscita una bella intervista, che potete leggere integralmente qui. La mia tesi è che Renzi stia ripetendo gli errori di Hillary Clinton, puntando soprattutto al controllo dei media mainstream. Controlla la Rai, Mediaset lo aiuta, i principali giornali sono favorevoli o …

Leggi tutto »

Così Renzi ha eliminato le sanzioni alla Russia dall’agenda europea. I documenti inediti

DI MARIO SECHI ilfoglio.it Francia e Germania non si attendevano un’opposizione così dura dell’Italia e il risultato è stato che dal testo della dichiarazione del Consiglio europeo la parola “sanzioni” è sparita. E’ un passaggio notevole del vertice di Bruxelles e lo ha firmato Renzi che in questa partita non è affatto isolato Il consiglio europeo e il Niet di Renzi. Renzi ha fatto la mossa del cavallo, scavalcato tutti e messo l’Unione europea di fronte alla realtà: le nuove …

Leggi tutto »

L’ITALIA TRADITA

  DI CESARE CORDA sakeritalia.it Da Ciampi (e Amato) fino a Renzi e al suo Referendum Costituzionale: 25 anni di declino italiano Secondo i dati diffusi dalla Banca Mondiale, nel periodo compreso tra i primi Anni Cinquanta e la fine degli Anni Ottanta, l’Italia si collocava al primo posto assoluto tra i Paesi Occidentali (e ad uno dei primi Posti a livello Mondiale) per crescita economica. Sempre secondo i dati diffusi dalla Banca Mondiale, nel periodo che va dal 1995 …

Leggi tutto »

Ma perché Obama improvvisamente “ama” Renzi?

DI MARCELLO FOA Il Cuore Del Mondo Ma perché Obama improvvisamente “ama” Renzi? Ricordatevi che fino a qualche tempo fa il nostro premier non godeva di grande considerazione a Washington. La ragione a mio giudizio è da ricercare nelle alchimie del potere in Europa, considerando due fattori, uno di fondo e uno di merito. Vediamo quello legato al contesto: L’establishment internazionale si è spaccato dopo il Brexit e non c’è concordanza sulla strategia da seguire per far fronte all’uscita della …

Leggi tutto »

Clamoroso: il Financial Times molla Matteo Renzi

FONTE: SENZASOSTE.IT All’inizio furono i buoni uffici di Davide Serra, fondo Algebris e tessera PD, il finanziere che è stato ripagato con un inside trading che ha permesso di guadagnare sul rialzo delle popolari dopo un decreto e sul crollo di Mps dopo una serie di misure interne. Renzi andava bene sul Financial Times: prometteva di fare la sponda liberista a Cameron, un approdo italiano per i capitali in cerca di affari e di essere un bastione contro l’austerità tedesca …

Leggi tutto »

Avvoltoi e colombe allo sbando

DI CARLO BERTANI carlobertani.blogspot.it Me lo immaginavo: ci voleva poco a capirlo. Quando mai una persona intelligente e riflessiva ce la fa a sconfiggere, in un pubblico dibattito, un paesano un poco coglioncello ma deciso a vincere, perché quel “vincere” non significa mostrare qual è il bene del Paese, bensì lo spessore (futuro) del proprio portafogli? Mi dispiace prof. Zagrebelskj, ma oggi lei ha capito che la Tv non è un convegno accademico. Unico guaio, lo ha capito di fronte …

Leggi tutto »

Il grasso da tagliare

DI ALCESTE pauperclass.myblog.it La novella del grasso Matteo Dopo la morte di Carlo Azeglio Ciampi, l’unico politico che abbia pronunciato una frase degna di una mia (modesta) approvazione è Matteo Salvini: “Al di là del cordoglio … è stato uno dei traditori dell’Italia e degli Italiani … al pari di Napolitano e Prodi come gli altri si porta sulla coscienza il disastro … sulle spalle di 50 milioni italiani … Politicamente parlando, è stato uno dei complici della svendita dell’Italia ai poteri forti, ai massoni, ai banchieri e ai …

Leggi tutto »

LA VERITA’ SUL REFERENDUM

DI RANIERO LA VALLE temi.repubblica.it/micromega-online Cari amici, poiché ho 85 anni devo dirvi come sono andate le cose. Non sarebbe necessario essere qui per dirvi come sono andate le cose, se noi ci trovassimo in una situazione normale. Ma se guardiamo quello che accade intorno a noi, vediamo che la situazione non è affatto normale. Che cosa infatti sta succedendo?Succede che undici persone al giorno muoiono annegate o asfissiate nelle stive dei barconi nel Mediterraneo, davanti alle meravigliose coste di …

Leggi tutto »

Bravo Renzi, per una volta (pensate Bersani al suo posto)

DI MAURIZIO BLONDET maurizioblondet.it La notizia è questa; ma la devo riprendere da Reuters, perché “i grandi media italiani”  l’hanno bucata, come si dice in gergo. Renzi a Weidmann: si preoccupi dei derivati delle banche tedesche (Reuters) – Il presidente del Consiglio Matteo Renzi, da New York, ha replicato alle critiche espresse dal presidente Bundesbank Jens Weidmann.   “Parla molto delle sofferenze delle banche italiane ma lui (Weidmann) ha il problema di centinaia e centinaia di miliardi di derivati, che …

Leggi tutto »

GUARDARE IL MOSTRO IN FACCIA

DI ALCESTE pauperclass.myblog.it Ho sprecato il mio tempo. Molti di noi l’hanno fatto ed è bene, anche per loro, addivenire, prima o poi, a un mezzogiorno di fuoco dell’anima. Si nasce, si ama, si studia, si impara, si vive. Ma quanto di ciò che abbiamo vissuto è frutto della nostra scelta? Non sarà che abbiamo preferito, più o meno consciamente, il caldo letto del conformismo? Non intendo coinvolgervi; parlerò solo di me (che sono nato a sinistra, altri declineranno l’esame …

Leggi tutto »

PERCHE’ L’ASSE PARIGI-BERLINO HA ROTTAMATO IL CRETINISMO RENZISTA ?

DI ROSANNA SPADINI comedonchisciotte.org Il 16 settembre i leader dei 27 paesi dell’Unione Europea, senza l’UK, si sono riuniti in Slovacchia invitati dal presidente del Consiglio europeo Donald Tusk, per scongiurare la disintegrazione dell’UE dopo la Brexit dello scorso giugno. Diciamo la verità … lo spaccone stavolta non è stato invitato al briefing finale tenuto da Angela Merkel e Francois Hollande, conclusosi così con l’evidente affermazione dell’egemonia franco-tedesca. La scenografia da favola di Ventotene di un mese fa si è frantumata sotto …

Leggi tutto »