Risolvere il caso Khashoggi sarà una cosa seria

  MOON OF ALABAMA moonofalabama.org I negoziati sul caso Khashoggi saranno estremamente difficili. I protagonisti sono persone determinare e pericolose. La situazione potrebbe facilmente sfuggire di mano. L’Impero Ottomano aveva dominato su gran parte del mondo arabo. L’aspirante sultano neo-ottomano Recep Tayyip Erdogan vorrebbe che la Turchia riconquistasse quello storico primato. I suoi principali avversari in questa impresa sono i Sauditi. Hanno molti più soldi e, strategicamente, sono allineati con Israele e gli Stati Uniti, mentre la Turchia, sotto il …

Leggi tutto »

I mercati globali continuano a perdere mentre Bloomberg avverte “La prossima crisi finanziaria ci sta guardando in faccia”

DI MICHAEL SNYDER TheEconomicCollapseBlog.com Sembra un’altra settimana difficile per i mercati finanziari mondiali. All’inizio della settimana, i mercati hanno perso in tutto il mondo e all’improvviso i rapporti USA-Arabia Saudita hanno preso una brutta piega. Cosa che potrebbe significare molto: prezzi del petrolio molto più cari e, inutile anche dirlo, cosa molto negativa per l’economia degli Stati Uniti. Ha sorpreso molti di noi vedere la drammatica accelerazione che hanno preso gli eventi nel mese di Ottobre, e l’aria di Wall Street …

Leggi tutto »

Su Riace

DI ANDREA ZHOK facebook.com Dopo aver letto direttamente la circolare del Viminale su Riace (cosa che oramai faccio sempre, perché delle versioni dei media non mi fido più) credo si possa dire serenamente che essa appare come una specie di rappresaglia, ingiustificata dal punto di vista sociale, inopportuna per la tempistica (visto che il caso del sindaco Mimmo Lucano è ancora in alto mare dal punto di vista giuridico) e umanamente discutibile. Il Salvini su questa, come su altre cose, …

Leggi tutto »

La Carta Moneta del Gran Sire

DI FABIO CONDITI comedonchisciotte.org La carta moneta del Gran Sire viene così descritta da Marco Polo nei suoi resoconti di viaggio trascritti da  Rustichello da Pisa intorno al 1298. «Sappiate che nella città di Cambaluc c’è la zecca del Gran Sire: ed è organizzata in tal modo che si può dire come il Gran Sire sia davvero un perfetto alchimista. Mi spiego. Egli fa fabbricare la seguente moneta: fa prendere la corteccia di gelso, l’albero di cui mangiano le foglie …

Leggi tutto »

CASO KASHOGGI/ Biloslavo: un giallo internazionale che porta in Arabia Saudita

DI PAOLO VITES ilsussidiario.net Intrighi, false piste, inganni, brutalità estrema: per FAUSTO BILOSLAVO il caso del giornalista scomparso Salem Kashoggi nasconde una probabile trappola per bin Salman “Pulp Fiction” o un nuovo capitolo della serie 007? Quello che è accaduto nel consolato saudita di Istanbul ha, secondo Fausto Biloslavo, giornalista di guerra e di indagine profondo conoscitore della scena mediorientale, davvero gli scenari di qualcosa di anomalo e misterioso, almeno fino a quando i turchi e il Washington Post non …

Leggi tutto »

Che cosa ha ucciso migliaia di Indonesiani, il terremoto o la miseria?

ANDRE VLTCHEK journal-neo.org Mentre, a bordo di un volo dell’Air Canada da Mexico City a Vancouver, leggevo i servizi del Globe e del Mail sugli orrori che si stanno verificando ormai da parecchi giorni sull’isola di Sulawesi, avevo provato due forti e contraddittorie emozioni: avrei voluto essere lì, subito, ‘sul campo’, nella città di Palu, a filmare, parlare con la gente, a fare tutto il possibile per aiutare e…. allo stesso tempo, ho sentito che in quel posto c’ero già …

Leggi tutto »

Il caso Cucchi: uno scoglio per il governo

DI CARLO BERTANI carlobertani.blogspot.com Dopo tante lotte, dopo aver sopportato ogni sorta d’ingiurie, il caso Cucchi s’avvia a conclusione con (si spera) una punizione esemplare per i colpevoli. Ciò non esaurisce, né sconfessa, il comportamento dei vari attori politici della vicenda i quali, nel corso degli anni, hanno sempre teso a minimizzare la portata di quella morte, come se il “corpus” di Stefano Cucchi, giacché tossicodipendente, non appartenesse all’universale umano degli “Habeas Corpus”, come recita il noto principio giuridico inglese …

Leggi tutto »

Telefoni colorati

DI TONGUESSY comedonchisciotte.org Quando ancora esisteva il duplex, i telefoni potevano solo essere grigi o neri. Poi i tempi sono cambiati e le tecnologie si sono evolute: sono comparse le segreterie telefoniche, ed i risponditori elettronici hanno preso il posto dei centralinisti. E’ stato così che i telefoni hanno cominciato a colorarsi. E’ iniziato tutto con i numeri verdi che nel lontano 1986 rendevano possibile telefonare gratis (all’epoca c’erano gli scatti) ad una azienda per avere informazioni. La tutela dei …

Leggi tutto »

Volare!

Per qualche misterioso motivo, questo post mi è semplicemente sparito… ho trovato un autosalvataggio tra le bozze, mi auguro che sia la versione completa. Non sono nemmeno ben sicuro di chi fine abbiano fatto i commenti… Siamo a Firenze, nel breve periodo in cui fu la capitale d’Italia. Il primo ambasciatore statunitense è George Perkins Marsh, un signore che ha questo imponente aspetto ottocentesco. Mentre attende i vari ricevimenti e frequenta i salotti, trova il tempo per scrivere un immenso …

Leggi tutto »

Il “laboratorio” di Gaza aumenta i profitti dell’industria bellica israeliana

DI GABRIEL SCHIVONE electronicintifada.net Dopo aver esplorato il vasto sistema di sorveglianza lungo il confine tra Stati Uniti e Messico e aver trovato sistemi di sicurezza israeliani installati ovunque, l’autore Todd Miller e io ci siamo interessati al ruolo assunto da Israele come la più grande industria di sicurezza nazionale al mondo. L’industria delle armi israeliana ha il doppio delle dimensioni della sua controparte statunitense in termini di esportazioni pro capite e impiega una percentuale della forza lavoro nazionale doppia …

Leggi tutto »

Zorba il greco

DI PANAGIOTIS GRIGORIOU greekcrisis.fr Negli ultimi due post del blog www.greekcrisis.fr Panagiotis Grigoriou affronta due temi decisivi nella lotta per la sopravvivenza dei greci: la conservazione della cultura nazionale e dei suoi prodotti (in particolare i caicchi, barche tradizionali che vengono distrutte dai pescatori dietro pagamento di lauti incentivi da parte della UE) e la gestione dei beni culturali che, pur restando formalmente in possesso dello Stato, è in realtà trasferita in godimento alla Treuhand greca, agenzia di gestione (in …

Leggi tutto »

La verità sulla morte di Stefano Cucchi (Oggi Ilaria Cucchi ha vinto. E la cosa riguarda anche noi)

DI SUSANNA MARIETTI ilfattoquotidiano.it Il muro del silenzio è crollato. Ilaria ha vinto. La verità, la giustizia hanno vinto. Uno dei carabinieri imputati nel secondo processo per la morte di Stefano Cucchi ha raccontato il pestaggio del ragazzo da parte di due suoi colleghi. Sono tutti indagati per abuso di ufficio e omicidio preterintenzionale. Vale a dire che volevano, sì, fare del male a Stefano, ma non pensavano di causarne addirittura la morte.In tanti devono chiedere scusa alla famiglia Cucchi. …

Leggi tutto »

Il vero costo del cibo e dei farmaci in Africa: tutto quello che l’Africa possiede

PHIL BUTLER journal-neo.org Che cosa sta veramente facendo in Africa la Bill & Melinda Gates Foundation? Un recente Goalkeepers report di questa settimana, intitolato “E’ inevitabile la povertà?”, aveva attirato la mia attenzione. Con il caratteristico codazzo di scrittori per miliardari al loro servizio, la coppia di filantropi più famosa del mondo richiama l’attenzione sul tasso di natalità, sulla povertà e sulle patologie africane. La vera agenda della fondazione ha molto poco a che vedere con l’altruismo. Il problema con …

Leggi tutto »

L’ Homo Incompetens e l’acqua della Ferragni

FONTE: KEINPFUSCH Il concetto di “narrativa” che spesso io utilizzo per mostrare il progressivo divorzio dalla realta’ e’ stato descritto in passato, e meglio di me, da un certo Baudrillard. Baudrillard lo chiama “simulacro”, o “simulazione”, e con questo intende dire che ci sono delle “mappe della realta’ ” che oggi hanno preso il posto della realta’ stessa. Io dissento da Baudrillard perche’ credo che queste mappe non siano “un prodotto del bieco consumismo” o del “postmoderno”, ma siano un …

Leggi tutto »

L’USMCA: nuova alleanza economica costituita per isolare la Cina

DI ARKADY SAVITSKY Strategic-culture Il North American Free Trade Agreement (NAFTA), che è ormai quasi 25enne, è stato relegato alla pattumiera della storia. Gli Stati Uniti, il Canada e il Messico hanno concordato un accordo commerciale trilaterale – il United States-Mexico-Canada Agreement (USMCA) – per sostituirlo. Come previsto, l’accordo definito il 30 settembre intende stimolare la produzione in Nord America e scoraggiare l’esternalizzazione verso Paesi a basso salario in Asia. Le importazioni da altri Stati vengono penalizzate. Il tempismo è perfetto. …

Leggi tutto »

Barnard spiega la DISRUPTION a tutti: come funziona nel cuore.

DI PAOLO BARNARD paolobarnard.info Prefazione fissa: cos’è la Disruption. Per Disruption oggi s’intende lo sconvolgimento, in positivo o in negativo, delle società e dell’economie portato dall’arrivo di nuove tecnologie dotate di una potenza mai vista dalla Storia umana. Il termine Disruption esprime il seguente concetto: tutto cambierà come mai visto prima, e nulla sarà più come prima. Ne consegue che, nel Terzo Millennio, non comprendere la Disruption equivale alla progressiva esclusione di Stati e individui da tutto, fra cui lavoro, …

Leggi tutto »

Ci stracciano i “maroni” con lo Spread …

comedonchisciotte controinformazione alternativa banca pubblica BCE

DI FABIO CONDITI comedonchisciotte.org Ci stracciano i “maroni” con lo Spread solo perchè ci siamo permessi di prevedere un deficit del 2,4% anzichè di 1,6%. Roba da matti, corrisponde ad un aumento di soli 13 mld di euro, quando spendiamo di interessi sul debito pubblico circa 65 mld di euro annui, mentre la Germania quasi zero. Ma loro fanno comprare i loro titoli dalle loro banche pubbliche, mica sò scemi!!! Il meccanismo è semplice. La BCE oltre al Quantitative Easing, …

Leggi tutto »

Spese militari, grillini distratti

DI ALESSANDRO GIGLIOLI Piovono rane Non so se lo avete notato, ma c’è un curioso assente nel balletto di cifre della legge di bilancio: la questione delle spese militari. Che per i 5 Stelle, quando stavano all’opposizione, era un tema centrale. Lo stesso Beppe Grillo ne aveva fatto una battaglia fondante del suo blog, suggerendo un taglio draconiano («almeno 10 miliardi») per finanziare il reddito di cittadinanza. Per non dire della campagna contro gli F35, a lungo cavallo di battaglia …

Leggi tutto »

USA e “Trimarium”: tutto ruota attorno al gas

Di SERGEJ PAVLENKO fondsk.ru La Polonia continua a considerarsi il principale centro anti-russo e filo-americano d’Europa Il 17-18 settembre, Bucarest è diventata la sede dove si è concentrato un gran numero di VIP: nove Presidenti, due Presidenti di Parlamento, un Primo Ministro, due Ministri degli Esteri, il Presidente della Commissione Europea e inoltre il Ministro dell’Energia statunitense. Queste persone si sono riunite per prendere parte al summit degli Stati di “Trimarium” o – come inoltre viene chiamato questo progetto – dell’”Iniziativa …

Leggi tutto »

Io sono sempre stato leale, ma adesso basta

DI MASSIMO FINI massimofini.it Nel 2003 il produttore e regista Eduardo Fiorillo mi propose di partecipare a un format che avrebbe chiamato Cyrano e che sarebbe dovuto andare in onda in terza serata su Rai Due diretta dal leghista Antonio Marano. Io non vi avevo nemmeno la parte del conduttore (per questo c’era la bella, brava e sperimentata Francesca Roveda) dovevo solo dare un filo coeso ai vari spezzoni dello spettacolo che trattavano di vecchiaia, di narcisismo, della morte cioè …

Leggi tutto »

Il Reichstag è pronto a bruciare di nuovo

DI DMITRY ORLOV cluborlov.blogspot.com Esattamente tre anni fa ho pubblicato un articolo inviato da Alex S. dalla Germania, riprodotto nella sua interezza, assieme a diverse traduzioni. Si è rivelato straordinariamente preveggente; negli ultimi tre anni, gli eventi in Germania si sono svolti proprio come aveva scritto. Il sistema politico tedesco si sta disgregando. In risposta, Merkel e coloro che stanno dietro di lei sembrano voler riattivare la sceneggiatura seguìta dai nazionalsocialisti dopo l’evento del 23 febbraio 1933: un incendio al …

Leggi tutto »

Non c’è stato nessun dibattito, proprio quando ne avevamo bisogno

  PAUL CRAIG ROBERTS paulcraigroberts.org I Democratici e le loro alleate femministe, con il loro approccio all’audizione di Kavanaugh, hanno deluso la nazione. Invece di scoprire se Kavanaugh creda nella teoria unitaria dell’esecutivo, secondo cui i poteri del presidente non sono sottoposti al controllo del Congresso o della magistratura, o concordi sul fatto che un dipendente del Dipartimento della Giustizia, un immigrato coreano, possa scrivere promemoria segreti che permettono al presidente di violare la Costituzione degli Stati Uniti, il Diritto …

Leggi tutto »

Reddito di sudditanza

FONTE: ROSSLAND Da IlCorriere.it Di Maio -“Rispondendo a una domanda, ha poi precisato: «Non diamo l’opportunità di prendere soldi standosene sul divano, perché tutti dovranno avere la giornata impegnata per la formazione e per i lavori di pubblica utilità». Questo vuol dire che non si avrà tempo per lavorare in nero e chi imbroglia si becca fino a 6 anni di galera per dichiarazioni non conformi alla legge”. 1. “prendere soldi standosene sul divano” ricorda il noto “…con un reddito …

Leggi tutto »

Come la Russia vuole sbarcare il dollaro

FONTE: RT.COM Il ministero delle finanze russo ha annunciato un piano per disancorare il paese della sua dipendenza dal dollaro. Ci si aspetta un processo lungo e doloroso, così RT ha chiesto agli analisti di spiegare cosa si dovrebbe fare. Secondo il piano appena pubblicato, la Russia cercherà di de-dollarizzare la sua economia entro il 2024,  un progetto lungo e complicato, il cui cardine sarà convincere gli esportatori russi che, se useranno rubli invece di dollari, potranno ottenere enormi benefici …

Leggi tutto »

Sette giorni a Settembre

  JOE LAURIA consortiumnews.com Nei primi giorni di settembre erano stati incredibilmente resi pubblici i tentativi di controllare e forse anche di estromettere un presidente legalmente eletto, sollevando così una serie di difficili domande sul tanto decantato sistema democratico dell’America. Ciò che era stato rivelato ricorda il romanzo e il film Sette giorni a maggio, la storia di un tentato golpe militare contro un presidente degli Stati Uniti che cercava di migliorare i rapporti con la Russia. Il presidente immaginario …

Leggi tutto »

Rimpiangere la Lorenzin? Si può. Anatomia di una tecnolegge

Di Il Pedante ilpedante.org   In appendice all’articolo precedente e nel solco tematico della protesta – utile o meno – che mi ha spinto a chiudere il blog, aggiungo qui qualche considerazione analitica e di contesto sul citato e pendente disegno di legge n. 770 cofirmato dai capigruppo Stefano Patuanelli (M5S) e Massimiliano Romeo (Lega) e dai membri della Commissione igiene e sanità al Senato Pierpaolo Sileri (M5S), Maria Domenica Castellone (M5S) e Sonia Fregolent (Lega) recante “Disposizioni in materia …

Leggi tutto »

Stanno manifestandosi le basi della nuova era

DI ALASTAIR CROOKE lesakerfrancophone.fr Nella sua autobiografia, Carl Jung racconta un momento di illuminazione straordinaria durante il quale ebbe un dialogo strano con il suo “io” interiore: in quale mito vive l’uomo dei giorni nostri ? “Nel mito Cristiano: e tu ci vivi ? ” (Jung se lo domanda. E per essere onesto con se stesso, la risposta che si dà è: “No”): ” Quanto a me, non è là dentro che vivo.” Allora noi non abbiamo più dei miti?” – …

Leggi tutto »

Primato cinese in Africa: ma com’è che si realizza?

DI MAKSIM EGOROV journal-neo.org Proprio all’inizio di settembre si è tenuto a Pechino un grande forum Cina-Africa, che ha radunato per uno sforzo comune i capi di 54 Stati africani e 27 organizzazioni territoriali. La portata senza precedenti dell’evento si riflette sul numero di conquiste politiche ed economiche che sono state raggiunte nel corso dei negoziati. Il principale risultato politico del vertice è la cosiddetta Beijing Declaration, rilasciata al pubblico il 4 settembre, che ha consolidato gli approcci dei vari …

Leggi tutto »

Il capitalismo della cannabis: chi è che guadagna nell’industria della marijuana?

  ALEX HALPERIN theguardian.com A due ore di viaggio a nord di San Francisco, nella contea di Mendocino, gli ordinati vigneti a lato della strada lasciano spazio ai fitti boschi e alla costa nebbiosa dell’Emerald Triangle, la più famosa regione americana per la coltivazione della marijuana. Nel mese di giugno, più di 300 membri dell’industria della cannabis si erano riuniti laggiù per un fine-settimana a base di falò, camminate sotto le stelle e nuotate nel fiume. Era un’ambientazione meravigliosa, dove …

Leggi tutto »

La migrazione del pesce morto

DI MIGUEL MARTINEZ kelebeklerblog.com Come saprete, il governo americano inizia a mettere dazi sulle importazioni di alcuni prodotti provenienti dall’estero, cosa che suscita l’indignazione di tutti gli appassionati del Grande Flusso. Panorama ad esempio titola: Il protezionismo di Trump può portare una nuova “grande depressione” Mille economisti, fra i quali 14 premi Nobel, hanno cercato di spiegare al Presidente perché la sua linea commerciale rischia di distruggere il benessere degli Stati Uniti Non essendo un economista, non entro in merito …

Leggi tutto »