Home / Politica (pagina 5)

Politica

Articoli ed opinioni a tema politico

Quell’uovo del PD

DI ROSANNA SPADINI comedonchisciotte.org Quelli che si erano dati alla vita monastico francescana, che si appellavano ai buoni sentimenti di carità cristiana, seguendo le orme del Poverello di Assisi, e che sono finiti per parlare solo ai cardellini (70% di consenso al governo Conte), ora si sono messi a tirare anche le uova. Infatti ci hanno provato in tutti i modi, allarme razzismo, magliette rosse, sconcerto per un possibile ritorno del fascismo, manifestazioni contro l’intolleranza razziale, ed ora anche tiro …

Leggi tutto »

Le Pantere Nere sono ancora in prigione dopo 46 anni, saranno mai liberate?

ED PILKINGTON theguardian.com Antoinette Russell ricorda come se fosse ieri la prima volta che le hanno fatto credere che avrebbe potuto finalmente incontrare suo padre da uomo libero. L’aveva chiamata da un telefono della prigione, con la voce tremante per l’eccitazione, e le aveva detto: “torno a casa!” Questo succedeva 17 anni fa. Da allora, ogni due anni, deve sottostare alla medesima tortura. “[Ogni volta] chiama dicendo la stessa cosa: torno a casa,” mi dice, mentre la intervisto nella sua …

Leggi tutto »

Il crepuscolo della guerra

DI THIERRY MEYSSAN voltairenet.org Se consideriamo la guerra in Siria non come un avvenimento a se stante, ma come il risultato di un conflitto mondiale durato un quarto di secolo, ci dobbiamo interrogare sulle conseguenze della ormai imminente cessazione delle ostilità. Il suo compiersi marca la disfatta di una ideologia, quella della globalizzazione e del capitalismo finanziario. I popoli che non lo hanno compreso, segnatamente in Europa Occidentale, si emarginano con le proprio mani dal resto del mondo. Le guerre mondiali …

Leggi tutto »

ColoRevolution in Iran ?

DI ROSANNA SPADINI comedonchisciotte.org Verde era la Rivoluzione di Teheran del 2009/10, uno degli avatar delle «rivoluzioni colorate» che hanno permesso agli Stati Uniti di imporre, in parecchi Paesi, governi compiacenti, senza dover ricorrere ad una vera e propria guerra. Le «rivoluzioni colorate», finte sommosse popolari, riescono spesso a mobilitare vari settori della società, ma hanno più le caratteristiche di un golpe, perché in genere provocano dei cambi di regime, sostituendo un’élite ad un’altra, per condurre una politica economica ed …

Leggi tutto »

Anche i Caschi Bianchi sono stati evacuati dalla Siria. Stiamo per assistere alla battaglia finale?

ROBERT FISK www.independent.co.uk Sarà l’ultima battaglia? Per tre anni, Idlib è stata la discarica di tutte le milizie islamiche in ritirata dalla Siria, l’ultima ridotta di tutti quei combattenti che avevano preferito continuare a combattere piuttosto che arrendersi all’esercito siriano, alle forze aerospaziali russe, agli Hezbollah e , in misura minore, agli Iraniani. Il Brigadiere Generale Suheil al-Hassan, la “Tigre” dei miti e delle leggende militari siriane, che sa recitare memoria i versi del poeta Mutanabi, ma che preferisce essere …

Leggi tutto »

L’intervista di Paul Craig Roberts all’American Herald Tribune

  PAUL CRAIG ROBERTS ahtribune.com AHT: Lei crede che nessun accordo con Washington possa essere ritenuto degno di fiducia; che cosa ci insegna la storia a questo proposito? PCR: C’è una maglietta con la scritta: “Certo che puoi fidarti del governo, chiedi agli Indiani.” Alcuni governi sono più degni di fiducia di altri. Reagan, per esempio, aveva detto che avrebbe posto termine alla stagflazione e lo ha fatto. Reagan avevava detto che avrebbe terminato la guerra fredda e lo abbiamo …

Leggi tutto »

Gli Stati Uniti sono allarmati per l’influenza della Cina in Africa

VLADISLAV GULEVIC fondsk.ru  Pechino sta realizzando una rete stradale unificata in Africa che collegherà Etiopia, Eritrea, Gibuti, Uganda, Kenya e Tanzania La prima base navale cinese all’estero ha fatto la sua comparsa a Gibuti nel 2017. Proprio lì è collocata anche la più grande base militare negli Stati Uniti in Africa, Camp Lemonnier, con 5.000 soldati. Gibuti è un piccolo Paese sulla costa del Mar Rosso. Non ha minerali utilizzabili, la sua flora e fauna sono scarse. La principale risorsa …

Leggi tutto »

Trump, Putin e i Caschi Bianchi

GORDON DUFF veteranstoday.com Siamo a fine luglio 2018. In Medio Oriente, 800 uomini e le loro famiglie sono pronti ad essere trasferiti in Europa Occidentale, Canada e Stati Uniti per esservi reinseriti con lo status di rifugiati. La vera storia della loro evacuazione per opera di Israele e del tentativo di riqualificarli come eroi è uno dei racconti più subdoli e terrificanti dei nostri tempi. Le nostre fonti di informazione ci dicono che fra questi 800 uomini vi sono anche …

Leggi tutto »

L’intelligence degli Stati Uniti è un fattore scatenante del collasso

  DMITRY ORLOV http://cluborlov.blogspot.com Negli Stati Uniti odierni, il termine “spionaggio,” al di fuori di alcuni specifici contesti, non viene di solito molto utilizzato. Si parla sporadicamente di spionaggio industriale ma, quando si fa riferimento agli sforzi che l’America compie per capire ciò che accade nel mondo, oltre i propri confini, si preferisce usare il termine “intelligence.” Questa potrebbe essere una scelta intelligente, oppure no, dipende da come si vedono le cose. Per prima cosa, l’”intelligence” degli Stati Uniti è …

Leggi tutto »

L’Ecuador sta per ritirare l’asilo offerto ad Assange e lo riconsegnerà alla Gran Bretagna. E poi?

  GLENN GREENWALD theintercept.com Il Presidente dell’Ecuador Leonid Moreno è arrivato venerdi a Londra con l’apparente intenzione di intervenire al Global Disability Summit del 2018 (Moreno è su una sedia a rotelle fin dal 1998, quando era stato ferito in un tentativo di rapina). Il vero, segreto motivo del viaggio del presidente è la possibilità di incontrare le autorità britanniche per finalizzare un accordo che permetta all’Ecuador di ritirare il diritto d’asilo concesso, fin dal 2012, a Julian Assange, espellerlo …

Leggi tutto »

Che differenza c’è tra queste due monete ?

comedonchisciotte controinformazione alternativa 5 euro carta e metallo amatrice

DI FABIO CONDITI comedonchisciotte.org La domanda che mi fanno tutti è sempre la stessa : che differenza c’è tra una “MONETA A DEBITO” ed una “MONETA POSITIVA” ? Una domanda apparentemente banale, è in realtà la più importante di tutte. Se le persone fossero consapevoli della diverse conseguenze che ha, nell’attuale sistema economico e più in generale nella nostra vita, la scelta di usare una moneta rispetto all’altra, non sarebbero così rassegnate e disponibili ad accettare sacrifici, ma farebbero la …

Leggi tutto »

Quando gli Stati Uniti avevano invaso la Russia

JEFF KLEIN consortiumnews.com Fra tutte le fissazioni bi-partisan sull’ incontro di Helsinki fra Trump e Putin, la febbrile retorica antirussa degli Stati Uniti rende plausibile quello che fino a non molto tempo fa sembrava inconcepibile: che pericolose tensioni fra Russia e Stati Uniti possano portare ad un conflitto militare. E’ già accaduto. Nel settembre del 1959, durante un breve disgelo nella Guerra Fredda, Nikita Khrushchev aveva fatto la sua famosa visita negli Stati Uniti. A Los Angeles, il leader sovietico …

Leggi tutto »

Le rotte dell’Eurafrica sono lastricate della morte dell’Europa

DI ROSANNA SPADINI comedonchisciotte.org Emmanuel Macron, così tenero, così bastardo, aveva attaccato molto duramente l’Italia sul caso Aquarius e sulle mosse politiche di Matteo Salvini «Italia vomitevole per la chiusura dei porti». Poi  Gabriel Attal, portavoce del partito di governo, aveva aggiunto che la Francia era sempre alla ricerca di una soluzione. In realtà nel luglio 2017 era stato proprio Macron a chiudere i porti, e all’epoca aveva sbarrato gli attracchi francesi, scaricando il fardello all’Italia, mentre la Commissione europea stava a guardare. Attualmente …

Leggi tutto »

La marcia della follia

  URI AVNERY zope.gush-shalom.org Si può guardare ai fatti di Gaza con l’occhio sinistro o con l’occhio destro. Si può condannarli come disumani, crudeli e sbagliati, o si può giustificarli come necessari ed indispensabili. Ma c’è un aggettivo su cui non si può transigere. Essi sono stupidi. Se la buonanima di Barbara Tuchman fosse ancora viva, potrebbe essere tentata di aggiungere un altro capitolo al suo testo fondamentale “La marcia della follia”: un capitolo intitolato “Ciechi a Gaza.” L’ultimo episodio …

Leggi tutto »

Come mai ad Aleppo c’erano mortai fabbricati in Bosnia?

  ROBERT FISK independent.co.uk Nelle cantine di un edificio adibito a deposito armi di al-Qaeda, ad Aleppo-Est, l’anno scorso avevo ritrovato i documenti di accompagnamento di armi che provenivano da una fabbrica di mortai in Bosnia, dove, su ogni pagina, vi era la firma di uno dei loro dirigenti, Ifet Krnjic. [Questi documenti] erano arrivati dai Balcani nel gennaio 2016, insieme ad un carico di 500 mortai da 120 mm. Ed ora, nel cuore boscoso della Bosnia Centrale, ho ritrovato …

Leggi tutto »

Trump è un traditore perché vuole la pace con la Russia?

DI PAUL CRAIG ROBERTS paulcraigroberts.org Il Partito Democratico americano preferisce portare il mondo verso una guerra termo-nucleare piuttosto che ammettere che Hillary Clinton ha perso le elezioni in maniera equa. Il PD è stato completamente corrotto dal regime dei Clinton, ed ora è totalmente impazzito. I leader del partito, come Nancy Pelosi e Chuck Schumer, mio ex co-autore al New York Times, hanno risposto in modo non democratico al primo passo che Trump ha intrapreso per ridurre le tensioni con …

Leggi tutto »

I colloqui di Helsinki – Trump sta cercando di riequilibrare il Triangolo Globale

  FONTE: MOON OF ALABAMA Le reazioni dei commentatori politici statunitensi alla conferenza stampa di ieri del Presidente Trump e del Presidente Putin sono molto divertenti. I media stanno perdendo la testa. Sembra che ci sia stato Pearl Harbor, il Golfo del Tonkino e l’11 settembre, tutto in un solo giorno. La guerra inizierà domani. Ma contro chi? Il panico nasconde le visioni contrastanti sulla Grande Strategia. La rilettura della trascrizione dei 45 minuti di quella conferenza stampa l’ho trovata …

Leggi tutto »

Ultim’ora! La Terza Guerra Mondiale è finalmente terminata!

  DMITRY ORLOV cluborlov.blogspot.com Sconosciuta ai più, la Terza Guerra Mondiale ha imperversato, fino ad ora, per quasi trent’anni dal crollo del Muro di Berlino. Era stata preceduta dalla Guerra Fredda, che era terminata quando Mikhail Gorbachev si era arreso all’Occidente, con la conseguente, confusa, dissoluzione del Patto di Varsavia. Nonostante questa capitolazione, l’Occidente non aveva mai abbandonato il suo progetto di distruggere il Patto di Varsavia, insieme a quel che rimaneva dell’ex Unione Sovietica, per poi conquistare e smembrare …

Leggi tutto »

Trump a Helsinki: Russia First?

DI ROSANNA SPADINI comedonchisciotte.org Non dovremmo farci condizionare dalla propaganda mediatica hollywoodista, il ‘Deep State’ è un potere concreto, è profondo e potente e non una semplice teoria cospirativa. Inoltre non ha paura di funzionare allo scoperto ed è tutt’altro che tetragono e univoco. Lo stato profondo è semplicemente il governo permanente non eletto, che continua ad applicare il proprio potere indipendentemente dal voto degli americani. Il presidente Trump rappresenta solo alcune fazioni dello stato profondo, altre fazioni sono determinate a …

Leggi tutto »

L’Olocausto dovrebbe essere una proprietà privata?

  URI AVNERY zope.gush-shalom.org Lo stato di Israele non ha pozzi di petrolio. Non ha miniere d’oro. Che cosa possiede? E’ il proprietario del ricordo dell’Olocausto. Che vale molto. Chiunque voglia purificarsi da quella infamia ha bisogno di un certificato rilasciato dallo stato di Israele. Un documento del genere è assai costoso. Più grave è la colpa del richiedente, più alto è il prezzo del rilascio. Che cosa ci ricorda? Per molti secoli la Chiesa Cattolica aveva venduto “indulgenze”. Si …

Leggi tutto »

Ai migranti è riservata accoglienza ostile, non importa su quale sponda dell’Atlantico attraccano

DI LORI HINNANT e COLLEEN BARRY – The Associated Press Globalnews.ca Da guardare: Il dibattito sui migranti divide l’Europa  Su entrambe le sponde dell’Atlantico, ai migranti che ogni giorno a centinaia inondano le frontiere è stata riservata accoglienza ostile e i governi non sono stati in grado di accordarsi su come far fronte agli arrivi. In Europa, dove i partiti di estrema destra sono entrati a far parte dei governi in Italia e in Austria e si sono rafforzati altrove, anche …

Leggi tutto »

L’esercito USA sgancia una bomba ogni 12 minuti e nessuno ne parla

DI LEE CAMP truthdig.com Viviamo in uno stato di guerra continua, e ciò nonostante non ce ne accorgiamo mai. Mentre voi leccate il vostro gelato in un posto alla moda dove mettono quelle belle foglioline di menta sul bordo della coppa, qualcuno è bombardato a nome vostro. Mentre voi al cinema discutete con l’adolescente di 17 anni che vi ha dato un popcorn di piccolo formato mentre voi ne avete pagato uno grande, qualcuno sta per essere annientato in nome …

Leggi tutto »

Le elites globaliste temono la pace, vogliono la guerra

  DI FEDERICO PIERACCINI strategic-culture.org Talvolta, la realtà è più strana della fantasia. Quello che segue è talmente sbalorditivo che, per dargli credibilità, è necessario citare le fonti e riportare le frasi esattamente così come sono. Un tipico esempio è questo titolo: “Cresce la paura per un possibile accordo di pace fra Trump e Putin”. Il Times, evidentemente, non teme una escalation militare in Ucraina, uno scontro armato in Siria, un finto avvelenamento in Inghilterra o una nuova Guerra Fredda. …

Leggi tutto »

Ora vogliono etnicizzare anche la Coppa del Mondo

  FRANK FUREDI spiked-online.com In questi giorni, la politica identitaria sembra essere dappertutto. Dal punto di vista di questi novelli identitari, la cosa più importante di una persona è se essa appartiene al giusto gender, al giusto colore o alla giusta etnia. Perciò, quando un giornalista del Guardian guarda la squadra di calcio inglese, non vede undici esseri umani. Al contrario, valuta la squadra in base alle sue caratteristiche politiche, razziali e culturali. “Se questa squadra rappresenta qualcuno, allora rappresenta …

Leggi tutto »

America, lo stato fallito

  CHRIS HEDGES truthdig.com TORONTO—Il nostro “colpo di stato corporativo al rallentatore,” come lo definisce lo scrittore John Ralston Saul, ha scoperchiato il malefico vaso di Pandora che sta trasformando l’America in uno stato fallito. “L’empia trinità della corruzione, dell’impunità e della violenza,” afferma Saul, non può più essere tenuta a bada. Le elites al potere si sono meschinamente messe al servizio del potere corporativo per sfruttare ed impoverire la popolazione. Le istituzioni democratiche, compresi gli organi giudiziari, sono diventati …

Leggi tutto »

Il collasso prossimo venturo

  CHRIS HEDGES truthdig.com L’amministrazione Trump non è nata, a prima vista, dal mare, come una Venere sulla conchiglia. Donald Trump è il risultato finale di un lungo processo di decadimento politico, culturale e sociale. E’ un prodotto della nostra democrazia fallita. Più continueremo a perpetuare la finzione di vivere in una democrazia funzionante, (dando per scontato) che Trump e le mutazioni politiche che lo circondano siano in qualche modo uno scostamento anomalo, correggibile nelle prossime elezioni, tanto più continueremo …

Leggi tutto »

Quando l’America aveva abbattuto un jet di linea iraniano e aveva festeggiato!

  HOSSEIN NAZARI counterpunch.org Ogni anno, il tre di luglio, una dozzina di bambini iraniani, a bordo di un battello, gettano in mare dei gladioli per commemorare la memoria di donne, uomini e bambini innocenti, i cui corpi avevano galleggiato, come fiori, nelle acque del Golfo Persico. Quest’anno, la triste cerimonia segna il trentennale dell’abbattimento di un aereo di linea della Iran Air da parte della marina degli Stati Uniti, che aveva causato la morte dell’equipaggio e dei passeggeri, 290 …

Leggi tutto »

Gad, il Rolex e San Francesco

DI ROSANNA SPADINI comedonchisciotte.org L’appello di Gad Lerner per i migranti dal suo terrazzo assolato e col Rolex al polso, ha destato una serie di critiche sulla sua pagina Twitter. Il giornalista ha postato una foto con la camicia rossa in adesione all’appello «Maglietta rossa», un’iniziativa lanciata da Libera e altre associazioni che chiede alle persone di indossare – oggi – una maglietta rossa che è diventato il simbolo dei migranti morti in mare nel tentativo di raggiungere l’Europa.  «È …

Leggi tutto »

La Coalizione internazionale acquisisce illegalmente petrolio nella provincia orientale di Deir ez-Zor con la copertura dei soldati italiani

DI ELISEO BERTOLASI comedonchisciotte.org Il primo luglio su “RiaFan.ru” (Agenzia Federale di Notizie), tra le righe di un lungo rapporto intitolato: “L’Italia copre il contrabbando di petrolio degli USA da Deir az-Zor”, che descrive lo stato attuale della guerra in Siria nelle varie province del paese, viene tirato in causa anche il coinvolgimento dei militari italiani: “Nella provincia orientale di Deir ez-Zor i paesi occidentali dalla coalizione internazionale guidata dagli Stati Uniti continuano a estrarre illegalmente idrocarburi da giacimenti petroliferi …

Leggi tutto »

Le due superpotenze: chi controlla realmente le due nazioni?

  DI PAUL CRAIG ROBERTS paulcraigroberts.org All’interno dei gruppi di potere che governano gli Stati Uniti, uno dei quali, il complesso militare-industriale del Deep State, è ancora più potente della lobby israeliana, c’è il grande timore che un incontrollabile Presidente Trump possa raggiungere, durante il suo prossimo incontro con Putin, un accordo che ponga fine alla demonizzazione della Russia, che finora ha garantito l’enorme budget e lo strapotere del comparto della difesa militare. La paura del Deep State è palpabile …

Leggi tutto »