Categoria

Filosofia

DIVIDE ET IMPERA: IL PIANO PER RENDERVI USA E GETTA

Joseph Mercola theepochtimes.com “Sebbene liberi di pensare e agire, siamo tenuti assieme, come le stelle nel firmamento, da legami inscindibili. Questi legami non possono essere visti, ma possiamo sentirli.” Tesla. In poche parole • Vandana Shiva, Ph.D., descrive in dettaglio come la cricca globale intenda "dividere e governare" per raggiungere i propri obiettivi di sfruttamento. • L'1% più ricco del mondo – gli ultra-ricchi, e gli imperi moderni che controllano, Big Tech, Big Pharma e…

L’uomo senza contenuto

Di Roberto Pecchioli, ereticamente.net Ormai inoltrati nel Terzo Millennio dell’era cristiana – l’ultimo, se prestiamo fede ai soli segni materiali – ci troviamo al cospetto dell’uomo senza contenuto, pronto ad essere trasceso, superato dall’inquietante figura del transumano, il cyberuomo ibridato, guidato dalla macchina, invaso dagli apparati artificiali. L’uomo senza contenuto è un saggio di filosofia dell’arte di Giorgio Agamben che esplora l’estetica moderna vista con il prisma…

Le affinità elettive e i tempi nuovi

di Enrico De Angelis associazioneitalianagermanistica.it *** Partiamo da due considerazioni di fatto, entrambe acquisite dalla critica: 1) Le affinità elettive trattano della contemporaneità; 2) fonte importante fra le altre è La Nouvelle Héloïse. Presenterò con qualche ampiezza tali fatti, prima di vedere che cosa significhi la loro connessione. 1) Scritto fra l’aprile 1808 e l’ottobre 1809, il romanzo tratta di avvenimenti contemporanei. Il capitano è rimasto…

Max Weber: scienza e disincantamento del mondo

Di Matteo Parigi per ComeDonChisciotte.org Nel dicembre del 1917, a distanza di un anno dalla fine del Primo conflitto mondiale, Weber tenne a Monaco la conferenza dal titolo Wissenschaft als Beruf (la scienza come professione) dalla quale emerge una illuminante descrizione dell’etica scientifica nella società moderna, nonché del ruolo, o meglio la responsabilità, che essa affida chi intende perseguirla. Tra l’altro, nell’arco di tutta la sua vita, Weber si è occupato molto di razionalità e…

La ratio biopolitica: una introduzione teoretica

Di Matteo Parigi, pubblicato su Ideeazione Max Weber ha dimostrato che il capitalismo non è solamente una forma di struttura economica, ma un peculiare tipo di razionalità individuale e sociale. In altre parole, non esiste il capitalismo perché vi sono individui avidi che pensano soltanto al guadagno personale, o nella misura in cui un sistema sociale presuppone una competizione tra i suoi attori, per diventare più ricchi rispetto agli altri. Questi tipi esistono da quando il mondo è mondo.…

Naturale o artificiale?

Nestor Halak per Comedonchisciotte org. Ci viene facile dividere le cose tra naturali e artificiali. La divisione è sicuramente utile, ci permette ad esempio di distinguere una piramide rovinata da una collinetta. Se guardiamo bene, la differenza sta nell’origine: se qualcosa è stata costruita dall’uomo o è comunque conseguenza dell’attività umana è artificiale, altrimenti è naturale. La piramide è stata costruita dagli operai del faraone, la collinetta da forze geologiche. Ma anche un…

Platone e la morale

«Di morale si muore» afferma giustamente Alain de Benoist (Diorama Letterario, n. 365, gennaio-febbraio 2022, p. 4). La sfrenata moralizzazione di ogni situazione ed evento -rapporti sociali, passioni amorose, guerre, commerci, religioni, cultura- sta conducendo la vita individuale e collettiva a sprofondare nella censura, nella superficialità, nella violenza. Sì, la violenza dei moralisti, che è sempre stata tra le peggiori sue forme. Un’aggressività che trova nel politicamente corretto il…

INVERNO, LA LEZIONE DEL NULLA

di Alessia Vignali comedonchisciotte.org MENTE STAGIONALE E INTEGRITÀ STRUTTURALE DELL’OGGETTO “STAGIONE” E’ affascinante immaginare che, così come le diverse versioni della cattedrale di Rouhen del pittore Claude Monet restituiscono realtà radicalmente mutate al variare dell’atmosfera esterna, vi siano forme di pensiero differenti e diversi “stati dell’essere” chiamati ad affacciarsi alla nostra mente a ogni stagione. Volendo essere arditi, potremmo ipotizzare l’esistenza di una…

Lo scienziato che scoprì la coscienza e la natura spirituale dell’universo

Marcello Veneziani - La Verità - 7 ottobre 2022 Questa è la storia del principale inventore italiano vivente, padre del microprocessore, del touch screen, dei telefoni precursori dello smartphone e della tecnologia digitale, che a un certo punto ebbe una crisi spirituale, ripudiò il materialismo e lo scientismo e scoprì che l’uomo è irriducibile a una macchina o un computer, irriproducibile e insostituibile da un robot, un algoritmo o dall’intelligenza artificiale. E la…

Giudizio morale

(Antonio Segura Ferns) Quando una società finisce al centro di una nebulosa morale, prodotta da tre secoli di immobilismo filosofico che pretende di fondare il "cogito" umano esclusivamente sul giudizio morale, una linea di argomentazione molto efficace per gli interlocutori sociali è quella del "male minore": davanti alla carenza di precise esigenze morali, appare imperativo evitare i "mali maggiori" e raggiungere il "bene possibile". In seguito, quando la storia viene…

L’inverno della nostra miseria

Di Stefano Vespo per ComeDonChisciotte.org Divagazioni intorno a “Le non-cose” di Byung-Chul Han (1) Arriva Settembre. E già alcuni ex funzionari di istituti bancari, tolti da più serie occupazioni e rassegnatisi ad accettare le alte cariche degli Stati, secondo una transizione consueta che i cittadini europei accolgono col sollievo di chi si sente tratto finalmente in salvo nel porto del loro efficiente e disinvolto realismo, del loro tono asciutto e pacato da esecutori testamentari,…

Cinque esperimenti psicologici che spiegano il mondo moderno

Kit Knightly – OffGuardian – 3 settembre 2022 Il mondo è un luogo confuso. Le persone fanno cose che non hanno senso, pensano cose che non sono supportate dai fatti, sopportano cose che non hanno bisogno di sopportare e attaccano ferocemente coloro che cercano di portare queste cose alla loro attenzione. Se vi siete mai chiesti perché, ecco, siete nel posto giusto. Qualsiasi lettore casuale del panorama dei media alternativi finirà per trovare un riferimento a…

L’alienazione insita nel pensiero di gruppo

Robert Malone brownstone.org "La follia è l'eccezione negli individui, ma la regola nei gruppi." Fredrich Nietzsche Tutti cerchiamo di capire le cause della crisi COVID. Desideriamo una risposta e speriamo di poter trovare una sorta di logica per il danno che è stato fatto, qualcosa che aiuti a dare un senso ad uno dei più profondi fallimenti politici nella storia degli Stati Uniti. Nel seguire i vari fili che sembrano condurre alla comprensione di questioni e processi più ampi, si è…

Immane ritualità

di Marco Toti independent.academia.edu Col Covid l’”Occidente” ha riscoperto, finalmente, che si muore. “Nel secondo Medioevo, dal XII al XIV secolo, in cui sono state costruite le basi di quel che diventerà la civiltà moderna, un sentimento più personale e più intimo della morte, della morte di sé, traduce l’intenso attaccamento alle cose della vita, e anche – è questo il senso dell’iconografia macabra del XIV secolo – il senso amaro del fallimento, confuso con la natura mortale: una…

Sull’assenza della verità

La nostra epoca è governata dalla menzogna ingannevole, la quale trova il fondamentale supporto di quasi tutti i mezzi di comunicazione. Mai la penetrazione della frode è stata così penetrante in tutta la storia umana, grazie all’imposizione totalitaria della tecnica (il Gestell). Ciarlatani, bari, imbroglioni e millantatori sono al servizio permanente ed effettivo e al soldo di pochissimi detentori di ricchezze esorbitanti e folli. Viviamo nell’epoca della “compiuta peccaminosità” prevista da…

Scienza o scientismo?

Di Federico Fracassi, instoria.it È pressoché pacifico che la parola “scienza” abbia una propria estetica fin dall’antichità, nella misura in cui il comune sentire di ogni epoca ne ha subìto il fascino sublime, in modi diversi nello spazio e nel tempo. Non si può quindi neanche escludere che la parola abbia suscitato – e tutt’ora rechi in sé – emozioni e comportamenti contrastanti, del tutto o per nulla in linea con l’essenza a cui essa supplisce. Ma cosa sia la scienza, quale sia la sua…

La paura di non essere

Edward Curtin off-guardian.org Quest'anno ricorre il settantesimo anniversario del famoso libro del teologo Paul Tillich, Il coraggio di essere. Ampiamente letto ai tempi in cui un pubblico istruito leggeva libri, è ormai dimenticato. In esso, Tillich esamina la storia dell'ansia e della paura e la loro relazione con il coraggio, la fede religiosa e il significato della vita. La sua frase conclusiva – “Il coraggio di essere è radicato in quel Dio che appare quando Dio è scomparso…

Pesca d’alto mare

Todd Hayen off-guardian.org Ogni buon pescatore sa che per catturare un grosso pesce ci vuole abilità e intento consapevole. Una delle prime cose che i pescatori imparano è che non puoi semplicemente tirare su il bestione riavvolgendo la lenza senza fare fatica. Ci vuole finezza, una specie di danza. Mantenendo sempre una presa ferma, li porti su lentamente, con l'obiettivo principale di logorarli, quasi ipnotizzandoli fino alla sottomissione. Un popolare sito web di pesca dice a…

CONSIDERAZIONI SUL PRESENTE STORICO

Il negletto e vituperato Marx sembra che abbia avuto ragione nella sua analisi sul capitalismo proprio nei giorni nostri. Al di là dello spettacolo dilagante, il capitalismo globale è sull'orlo del baratro. Riuscirà a formarsi un soggetto politico in grado di dargli la spinta finale? La risposta è aperta.

SULLA FILOSOFIA A ROMA FONDAMENTI DI UNA FORMAZIONE CULTURALE / PARTE II

Un possibile seguace dell’epicureismo, almeno in alcune idee, è pure Giulio Cesare e per rivelare ciò è emblematico il suo dibattito con Catone in occasione del processo di Catilina. Essi sono in disaccordo, ma entrambi si servono delle stesse argomentazioni retoriche e delle stesse categorie e fanno appello agli stessi valori apparenti. Cesare cerca di evitare loro la pena di morte sostenendo che la morte non può essere un castigo, perché a esagerare è soltanto la fine di tutti i nostri mali;…